RIM, brevetti di traverso

L'olandese NXP denuncia la canadese: oggetto del contendere, tecnologie legate a trasmissione dati, GPS e circuiti integrati

Roma – Denuncia brevettuale per Research In Motion , accusata stavolta da NXP, una sussidiaria dell’olandese NXP Semiconductor, nata da Philips nel 2006.

NXP ha scelto la Corte distrettuale della Florida e chiede che RIM venga condannata al pagamento dei danni conseguenti all’infrazione della sua proprietà intellettuale: in ballo ci sono sei brevetti ottenuti tra il 1997 e il 2008 e relativi alle comunicazioni (trasmissione di dati e segnali GPS) e al design e alla costruzione di circuiti integrati.

RIM ha preferito non commentare la vicenda. D’altronde avrebbe altro di cui occuparsi: ad una trimestrale già di per sé negativa fa seguito la constatazione di un mercato che sembra allontanarsi dai suoi Blackberry, tanto che anche clienti business e governativi come quelli di Washington sembra stiano prendendo in esame l’ipotesi di cambiare dispositivi di riferimento. (C.T.)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • collione scrive:
    per forza
    si era parlato di un colpo di Stato in attotentativo americano di destabilizzare il Paese? ricordo che qualche mese fa diffusero la notizia della morte del panzone che governa la Corea del Nord
    • Sgabbio scrive:
      Re: per forza
      - Scritto da: collione
      si era parlato di un colpo di Stato in atto

      tentativo americano di destabilizzare il Paese?
      ricordo che qualche mese fa diffusero la notizia
      della morte del panzone che governa la Corea del
      NordLa cina non è come i paesi africani ridotti mali per malgoverni vari, la Cina ha forse più risorse degli stati uniti.... prima di rovesciare la cina,si dovrebbe rovesciare l'econonmia e il capitalismo.
Chiudi i commenti