RIM, interfaccia nuova

L'azienda canadese acquisisce The Astonishing Tribe: cambia faccia per PlayBook e i suoi altri nuovi device

Roma – Research in Motion ( RIM ) ha annunciato l’acquisizione di The Astonishing Tribe ( TAT ), azienda svedese specializzata nel design e nelle interfacce .

Forse istigata dalle provocazioni di Steve Jobs, l’azienda canadese cerca in questo modo di rendere più appetibili i suoi device mobile con un design nuovo. Magari meno orientato esclusivamente agli ambienti business.

TAT, infatti, è apprezzata per la sua esperienza nel campo della user interface e nella collaborazione su dispositivi mobile. Ha, per esempio, già lavorato con Fujitsu, Google, Samsung e Motorola e di aver dato il proprio tocco a oltre 470 milioni di device.

L’operazione appare motivata dall’avvicinamento di BlackBerry PlayBook (nominato esplicitamente nell’annuncio dell’acquisizione) e dalla sempre più agguerrita concorrenza data dal successo di iPhone (che per la prima volta ad ottobre ha superato le sue vendite) e dal prender piede dei dispositivi Android. E dal fatto che, secondo uno degli ultimi sondaggi , molti utenti preferirebbero la più semplice interfaccia del Melafonino.

Dettagli sulle cifre su cui si è chiusa l’operazione, che si aggiunge agli acquisti di QNX per quanto riguarda il software e Cellmania per le app, non sono stati divulgati. Intanto il mercato ha accolto favorevolmente l’annuncio e premiato le azioni dell’azienda canadese con un più 87 centesimi, fino al valore di 62,60 dollari.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • palaia salvatore scrive:
    D.N.A Satellitare
    Ciao a tutti coloro che vogliono collaborare a questa mia nuova idea.Cerco persone che siano bravi in programmi software satellitare,tipo scanner terrestre.In questi giorni stiamo seguendo su i TG la scompara di YARA non sopporto piu queste cose,non ritengo giusto che XXXXXXXX facciano cio.Mi stavo chiedendo ma e possibile che non si puo inventare un qualcosa dove potrebbe aiutare ,tutte quelle persone sconparse.Una scansione terrestre,con un retro molecolare di particelle DNA tipo il metro digitale,o tipo metal detektor.La polizia sta scanner in questi giorni anche dei muri,mi chiedo pero lo stesso sistema che stanno usando in questi giorni,perche non lo usano con un satellite.Non sono un ingeniere,ma forse l idea potrebbe servire a qualcuno.Cerchiamo di far qualcosa,e l unione che fa la forza.Grazie
  • andy61 scrive:
    e questo è niente ...
    se invece che nel lago Mono nei pressi del parco nazionale Yosemite venissero a curiosare nelle discariche abusive che abbiamo qui da noi, chissà cosa potrebbero trovare ...:-)
  • Stever scrive:
    buttatene qualche chilata...
    Buttatene qualche chilata nei nostri acquedotti così ci mangiano tutto l'arsenico in surplus ;-)
  • cfgvbhjnkml k dfgyhuijko scrive:
    livello uno pupazzo patetico
    che salto che svolta che grande giravolta.... di qua e dà.... sei prp un grande voltagabbà....un voltagabbana!!
  • silvano penzo scrive:
    alien
    la mia preoccupazione (se la notizia non si rivelerà una bufala)è,se dovesse riprodursi ed entrare nell'ecosistema, potrebbe minacciare altre forme di vita "tradizionali"?
  • Jacopo Monegato scrive:
    Evolution
    Sono loro :D
  • MioNome scrive:
    La nasa
    Non è piu quella degli anni 80 si vede... Comunque questa scoperta delinea soltanto quanto siamo ancora ignoranti riguardo al nostro pianeta, figuriamoci all'universo.Ora che la smettano di guardare col microscopio nei fiumi, fin tanto che ci sono, e si preoccupino di fare in modo che esistano ancora a lungo, ad esempio sviluppando qualcosa che migliori le auto elettriche.
    • lellykelly scrive:
      Re: La nasa
      moriremo tutti comunque
    • OldDog scrive:
      Re: La nasa
      - Scritto da: SonoIo
      1) L'elettricita` non e` stoccabile quindi di
      notte c'e` un certo spreco (principalmente per il
      nucleare che ha tempi di partenza/spegnimento
      lunghi ma anche l'eolico ultimamente
      contribuisce); al posto scaricarla a terra meglio
      usarla per ricaricare le auto
      elettriche.
      Quindi si potrebbe muovere qualche % del parco
      circolante senza produrre nuova corrente ma
      usando quella che si butta di
      notte.Non so chi ti abbia detto che si "butta" energia elettrica scaricandola a terra. Fantasie! :-( Le reti e il controllo della produzione compensano in continuazione richiesta e produzione, non si "butta via" un tubo. Semmai le centrali con rapidi tempi di reazione sono manovrate più spesso per compensare, e pure l'estensione a rete del sistema offre una certa compensazione, a meno di eventi inattesi che provochino stacchi automatici in caso di assorbimento eccessivo di energia.
    • Funz scrive:
      Re: La nasa
      - Scritto da: MioNome
      Non è piu quella degli anni 80 si vede...
      Comunque questa scoperta delinea soltanto quanto
      siamo ancora ignoranti riguardo al nostro
      pianeta, figuriamoci
      all'universo.
      Ora che la smettano di guardare col microscopio
      nei fiumi, fin tanto che ci sono, e si
      preoccupino di fare in modo che esistano ancora a
      lungo, ad esempio sviluppando qualcosa che
      migliori le auto
      elettriche.Il tuo nome è Ben Altrow :p
  • io sono io scrive:
    dai
    ma zitto dai
  • eheheh scrive:
    Ma da cosa si desume che è alieno?
    Ma da cosa si desume che è alieno? è solo un batterio di questo pianeta che è capace di adattarsi a delle condizioni inusuali
    • Teone scrive:
      Re: Ma da cosa si desume che è alieno?
      dal punto di vista etimologico il termine è esattissimoalienus = diversodiversamente dagli organismi basati sulla chimica del carbonio tetravalente, questo si basa sull'arsenico
      • Pietro scrive:
        Re: Ma da cosa si desume che è alieno?
        - Scritto da: Teone
        dal punto di vista etimologico il termine è
        esattissimo

        alienus = diverso

        diversamente dagli organismi basati sulla chimica
        del carbonio tetravalente, questo si basa
        sull'arseniconon hai capito, non è il carbonio ad essere sostituito dall'Arsenico bensì il fosforo.
      • Jr. Kirk scrive:
        Re: Ma da cosa si desume che è alieno?
        Si dice diversamente terrestre LOL
    • krane scrive:
      Re: Ma da cosa si desume che è alieno?
      - Scritto da: eheheh
      Ma da cosa si desume che è alieno? Non e' che si desume che venga da un altro pianeta, l'abbiamo trovato qua, solo che e' talmente diverso che viene definito "alieno".
      è solo un batterio di questo pianeta
      che è capace di adattarsi a delle
      condizioni inusualiTutte le creature finora conosciute sul pianeta hanno un dna formato da 4 elementi precisi, sempre quelli combinati diversamente ma sempre e solo quelli.Lui no, e' la prima forma di vita scoperta a variare questa regola.
      • gnugnolo scrive:
        Re: Ma da cosa si desume che è alieno?
        Infatti, non confondiamo alieno con extraterrestre.Di alieni ce ne sono parecchi in giro:)) ma purtroppo sono moooolto terrestri;)Cmq è d'obbligo chiamarlo Lupin!;)
    • ruppolo scrive:
      Re: Ma da cosa si desume che è alieno?
      - Scritto da: eheheh
      Ma da cosa si desume che è alieno? è solo un
      batterio di questo pianeta che è capace di
      adattarsi a delle condizioni
      inusualiAllora anche noi italiani siamo alieni, visto che siamo capaci di adattarci alle condizioni politiche inusuali.
    • Chubba scrive:
      Re: Ma da cosa si desume che è alieno?
      Considera che negli USA gli "alien" sono anche gli immigrati. Il significato di "alien" può avere accezioni che per il nostro "alieno" sono insolite. In ogni caso alieno non vuol dire exra-terrestre.
      • gnugnolo scrive:
        Re: Ma da cosa si desume che è alieno?
        Esatto, stile "I'm an alien, I'm a legal alien" di Sting in "An Englishman in New York".Basta che non sia quell'Alien di Ridley Scott per me va sempre bene! :-)
      • guast scrive:
        Re: Ma da cosa si desume che è alieno?

        Considera che negli USA gli "alien" sono anche
        gli immigrati. Alien è un sinonimo di straniero, non necessariamante immigrato
  • rasellaguido scrive:
    Peccato ...
    Peccato solo che,a questo punto delle cose,non serva proprio a nulla,siete già in estinzione totale,il vostro passato che vi ha condotto in questa direzione,non siete più in grado di poterlo cambiare !
  • western scrive:
    bella scoperta
    anche mia suocera integra l'arsenico (se no non si potrebbe spiegare la sua velenosità)... venitevela a prendere e fateci tutti gli esperimenti che volete!!!
  • maritonna scrive:
    Arsenico
    Chissa se mia suocera con l' arsenico metabolizza o schiatta ...... muhahahahahahaha
  • Fetente scrive:
    ma è vita intelligente?
    Magari più di noi che metabolizziamo grappa?
    • krane scrive:
      Re: ma è vita intelligente?
      - Scritto da: Fetente
      Magari più di noi che metabolizziamo grappa?Ma noi lo siamo ? Se si dopo quanta grappa smettiamo di esserlo ?
      • gnugnolo scrive:
        Re: ma è vita intelligente?
        No è il contrario... lo siamo solo quando beviamo grappa ;-)
        • Alfonso Maruccia scrive:
          Re: ma è vita intelligente?
          La sola idea che un essere ingurgiti quella brodaglia disgustosa che voi definite "grappa" elimina la possibilità che il suddetto essere sia intelligente, imho XD
          • krane scrive:
            Re: ma è vita intelligente?
            - Scritto da: Alfonso Maruccia
            La sola idea che un essere ingurgiti quella
            brodaglia disgustosa che voi definite "grappa"
            elimina la possibilità che il suddetto essere sia
            intelligente, imho
            XDTu non hai mai assaggiato una BUONA grappa :D
          • gnugnolo scrive:
            Re: ma è vita intelligente?
            Esatto!!!
          • Alfonso Maruccia scrive:
            Re: ma è vita intelligente?
            Io sono allergico all'alcol XD
          • gnugnolo scrive:
            Re: ma è vita intelligente?
            allora non è un fatto di mera grappa...Vabbè dai... faremo una colletta e ti manderemo un panettone... alla grappa!:)))
          • ullala scrive:
            Re: ma è vita intelligente?
            - Scritto da: Alfonso Maruccia
            Io sono allergico all'alcol XDMa non è un buon motivo per pretendere che lo sia anche il resto del mondo!Ci sono grappe stupende che sono parte di tanta nostra cultura (che è di origine contadina) un po in quasi tutte le regioni dal filo e ferru e abbardente sardi alle grappe venete.Tra essere ubriaconi o allergici (che non è ovviamente una scelta) sarà concepibile anche apprezzare un bicchierino di grappa e il lavoro e la cultura dei nostri nonni?Che ne dici?
          • pippo mitraglia scrive:
            Re: ma è vita intelligente?
            Con quella faccia saresti UNA VERGOGNA PER I BEVITORI DI GRAPPA !.
          • Alfonso Maruccia scrive:
            Re: ma è vita intelligente?
            Te lo concedo XD
    • Nessuno qui scrive:
      Re: ma è vita intelligente?
      - Scritto da: Fetente
      Magari più di noi che metabolizziamo grappa?Non necessariamente intelligente.Altrimenti dovrei ritenere che sul forum di pi postino forme di NON vita :-)
    • palaia salvatore scrive:
      Re: ma è vita intelligente?
      Tutto quello che nasce e inteliggenza peccato che non abbiamo i mezzi giusti per capirli.
  • Max scrive:
    Ed ora...
    un calcio ben assestato a tutti quegli scienziati che non vedono aldilà delle proprie esperienze. A tutti quelli che per giustificare l'adesione ad una tesi sono in grado di negare le evidenze. A tutti quelli che non dicono mai "mi sono sbagliato".
    • gnugnolo scrive:
      Re: Ed ora...
      Bastava che analizzassero l'acqua degli acquedotti italiani.. di arsenico ce ne sta quanto ne vuoi ;-)
    • giumarto scrive:
      Re: Ed ora...
      Anch'io mi sono sempre chiesto se qualcuno abbia mai pensato, che la vita possa esistere in presenza di altre sostanze, per noi tossiche tipo metano, carbonio, etc.Certe volte bisogna riflettendo in maniera semplice e per così dire "ignorante" la soluzione è più vicina di quanto immagini!!!
      • desyrio scrive:
        Re: Ed ora...
        - Scritto da: giumarto
        Anch'io mi sono sempre chiesto se qualcuno abbia
        mai pensato, che la vita possa esistere in
        presenza di altre sostanze, per noi tossiche tipo
        metano, carbonio,
        etc.
        Certe volte bisogna riflettendo in maniera
        semplice e per così dire "ignorante" la soluzione
        è più vicina di quanto
        immagini!!!Ehm la vita sulla Terra è BASATA sul carbonio ;)Da quel che ho letto comunque, la scoperta è significativa perchè per la prima volta potrebbe dimostrare che uno degli elementi su cui si basa la vita (quelli elencati nell'articolo) può essere sostituito per alcuni esseri viventi da un elemento simile. Nella fattispecie si parla di arsenico che "prende il posto" del fosforo; il fatto che siano simili è testimoniato anche dal fatto che sono uno sopra l'altro nella stessa colonna della tavola periodica.Questo può far ipotizzare che anche altri di quegli elementi siano "sostituibili" (es carbonio con silicio), e di fatto potrebbe ampliare lo spettro di condizioni nelle quali si può sviluppare la vita.
        • ... scrive:
          Re: Ed ora...
          infatti l'unica altra possibilità oltre al carbonio è il silicio, proprio perché anche questo è in grado di formare gli orbitali sp4 e formare legami con energia simile a quelli del carbonio, permettendo la stessa complessità per le strutture delle molecole
          • Cortisolo scrive:
            Re: Ed ora...
            Sono orbitali sp3, non sp4. :)
          • Please no more.... scrive:
            Re: Ed ora...
            - Scritto da: Cortisolo
            Sono orbitali sp3, non sp4. :)Confermo, infatti non sono ancora arrivati al service pack 4 :D
      • Musikele scrive:
        Re: Ed ora...
        Alla domanda "ci hanno mai pensato", la risposta è SI, o meglio anche io ricordo che dieci anni fa (quando ero uno studente del liceo) la mia professoressa di chimica ci portava gli articoli di LE SCIENZE, noto giornale scientifico-semitecnico in cui si parlava di qualcosa del genere. Il problema principale è che, non avendo mai trovato nessuna forma di vita del genere, ogni teoria era solo una speculazione indimostrabile: non è che ci si possa mettere in laboratorio a creare dal nulla forme di vita basate su qualcosa. Tra l'altro ricordo che si trattava di sostituire il carbonio col silicio, ma gli esperimenti non andavano mai a buon fine. Questa scoperta non è un'assoluta novità ma una prova delle congetture passate. Complimenti!
      • Rainheart scrive:
        Re: Ed ora...
        Ahah tu devi essere il più intelligente della cucciolata, la vita è basata sul carbonio!
      • zuzzurro scrive:
        Re: Ed ora...
        Ci hanno già pensato in molti, anche se hanno sempre sottolineato come "sia più probabile" che la vita si basi intorno al carbonio... in realtà abbiamo ora trovato la dimostrazione che è più probabile 'sto c*$$o...
    • j0e scrive:
      Re: Ed ora...
      Una scienza rigida diventa religione.
    • desyrio scrive:
      Re: Ed ora...
      - Scritto da: Max
      un calcio ben assestato a tutti quegli scienziati
      che non vedono aldilà delle proprie esperienze.

      A tutti quelli che per giustificare l'adesione ad
      una tesi sono in grado di negare le evidenze.

      A tutti quelli che non dicono mai "mi sono
      sbagliato".Non capisco a chi stai alludendo, ma una persona che ha una teoria e la porta avanti contro le evidenze e non vede aldilà delle proprie esperienze non è uno scienziato, ma un ciarlatano :P
      • Chubba scrive:
        Re: Ed ora...
        Esatto e ho sempre sentito ventilare la possibilità di chimiche diverse per le forme di vita. Questa è una conferma.
    • Chubba scrive:
      Re: Ed ora...
      - Scritto da: Max
      un calcio ben assestato a tutti quegli scienziati
      che non vedono aldilà delle proprie esperienze.

      A tutti quelli che per giustificare l'adesione ad
      una tesi sono in grado di negare le evidenze.

      A tutti quelli che non dicono mai "mi sono
      sbagliato".La presunzione non manca mai da una parte o dall'altra, ma di solito presunzione e pregiudizi abbondano molto di più al di fuori della comunità scientifica, specialmente gli atteggiamenti antiscientifici quali ignorare le evidenze. Vedi i vari "complottisti", religioni, scientology, medicine "alternative", seguaci di pseusoscienze che danno addosso spesso e volentieri alla scienza e alla medicina, di norma in modo fuorviante. Coloro che ignorano le scienze additate, o la scienza in generale, abboccano.Al di là del fatto che anche un ricercatore può prendere un granchio, si fanno sempre esperimenti e ricerche su cui basarsi e migliorare la conoscenza, ipotesi e teorie non sono certezze assolute, ma migliorabili ed eventualmente ritrattabili, alla luce di nuove evidenze. Uno scienziato può tenere conto di più possibilità, ma soprattutto se non ha elementi concreti in mano, non dà per certa una supposizione, per quanto più o meno probabile. Questo è un atteggiamento molto più umile di chi parte sparato dando per certe le sue congetture ed idee che gli sono passate per la testa.
Chiudi i commenti