RIM, si tratta di BlackBerry London?

Trapelano foto e dettagli sul primo smartphone full-touch equipaggiato con il nuovo sistema universale BBX

Roma – Fino a questo momento non c’è stata una smentita ufficiale da parte di Research In Motion, ma la fotografia che sta circolando online in queste ore potrebbe effettivamente raffigurare il vero BlackBerry “London” in uscita nei primi mesi del prossimo anno.

Non ha nulla da spartire con il form factor dei telefoni attuali, proprio come aveva anticipato il portavoce RIM, questo primo smartphone canadese basato sulla nuova piattaforma operativa BBX che fonderà BlackBerry OS e QNX per contrastare la frammentazione e tornare a competere nell’affollata arena mobile.

Stando alle informazioni ufficiose, da prendere con le pinze, BlackBerry “London” potrà contare su un processore TI OMAP dual core da 1,5GHz, 1GB di RAM, 16GB di memoria interna, fotocamera posteriore da 8 megapixel e fotocamera anteriore da 2MP.

Esteticamente si parla invece di uno spessore inferiore ai 9 millimetri per un dispositivo con display da 4,27 pollici di diagonale praticamente privo di tasti fisici. I più attenti fanno notare che l’insolito aspetto dello smartphone ricorda quello, altrettanto spigoloso, del Porsche Design P9981 .

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bertuccia scrive:
    MA QUALE PROCIONE
    SI VD BNISSIMO KE è 1 VOLPE!!!!
    • sbrotfl scrive:
      Re: MA QUALE PROCIONE
      - Scritto da: bertuccia
      SI VD BNISSIMO KE è 1 VOLPE!!!!Non era un panda rosso? (newbie)
      • pignolo scrive:
        Re: MA QUALE PROCIONE
        - Scritto da: sbrotfl
        - Scritto da: bertuccia

        SI VD BNISSIMO KE è 1 VOLPE!!!!

        Non era un panda rosso? (newbie)È un procione travestito da panda che si crede una volpe...
  • uno qualsiasi scrive:
    Non sostenete la PETA
    Vi ricordo che, oltre a promuovere atteggiamenti misogini e degradanti (ad esempio, le donne rinchiuse in un involucro di cellophane), la PETA è sospettata di aver finanziato gruppi responsabili di atti vandalici ed ecoterrorismo, come Animal Liberation Front.Se volete fare qualcosa di utile per gli animali, sostenete le cliniche veterinarie gratuite, o andate a fare volontariato nei canili. Non date soldi a questa gente.
    • Animal Rights scrive:
      Re: Non sostenete la PETA

      oltre a promuovere atteggiamenti
      misogini e degradanti (ad esempio, le donne
      rinchiuse in un involucro di cellophane)No, sono azioni dimostrative fatte da attiviste volontarie.[img]http://www.straight.com/files/gallery/PETAmeattray/PETA2_0.JPG[/img]
      Se volete fare qualcosa di utile per gli animali,
      sostenete le cliniche veterinarie gratuite, o
      andate a fare volontariato nei canili.Necessario e ovviamente lodevole ma non sufficiente.Sono necessarie anche le associazioni Animaliste che hanno la forza di portare all'attenzione pubblica il tema dei Diritti degli Animali.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Non sostenete la PETA
        - Scritto da: Animal Rights

        oltre a promuovere atteggiamenti

        misogini e degradanti (ad esempio, le donne

        rinchiuse in un involucro di cellophane)

        No, sono azioni dimostrative fatte da attiviste
        volontarie.Incoraggiare tali azioni svilisce la dignità umana.

        Se volete fare qualcosa di utile per gli
        animali,

        sostenete le cliniche veterinarie gratuite, o

        andate a fare volontariato nei canili.

        Necessario e ovviamente lodevole ma non
        sufficiente.

        Sono necessarie anche le associazioni Animaliste
        che hanno la forza di portare all'attenzione
        pubblica il tema dei Diritti degli
        Animali.Ma non devono assolutamente, per farlo, calpestare i diritti umani. Sono d'accordo se chiedono migliori condizioni igieniche negli allevamenti, o punizioni per i maltrattamenti agli animali domestici. Ma non tollero che si mettano a dire cosa devo o non devo mangiare, e cosa devo o non devo indossare.
        • Animal Rights scrive:
          Re: Non sostenete la PETA


          No, sono azioni dimostrative fatte da

          attiviste volontarie.
          Incoraggiare tali azioni svilisce la dignità
          umana.No, perché sono delle persone che consapevolmente utilizzano il proprio corpo per una denuncia pubblica.Non c'è nulla di svilente in ciò.

          Sono necessarie anche le associazioni Animaliste

          che hanno la forza di portare all'attenzione

          pubblica il tema dei Diritti degli Animali.
          Ma non devono assolutamente, per farlo,
          calpestare i diritti umani.Ovviamente, perché vanno rispettati i diritti di tutti, sia degli animali umani che degli animali non umani.Rimane però il fatto è che gli animali umani violano in modo metodico e crudele il diritto alla vita e al benessere di miliardi di animali non umani. Poi però facciamo gli offesi se ce lo fanno notare.
          Ma non tollero che si mettano a dire
          cosa devo o non devo mangiare, e
          cosa devo o non devo indossare.No, è un loro diritto poterlo dire ed è un tuo diritto poterli ignorare.
          • gigi scrive:
            Re: Non sostenete la PETA
            io comincerei a portare in tribunale tutti gli animali carnivori per omicidio e strage...
          • Animal Rights scrive:
            Re: Non sostenete la PETA

            io comincerei a portare in tribunale tutti gli
            animali carnivori per omicidio e strage...No, perché non sono consapevoli, esattamente come non vengono processati i bambini e i disabili mentali in quanto non consapevoli delle loro azioni.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Non sostenete la PETA
            - Scritto da: Animal Rights

            io comincerei a portare in tribunale tutti
            gli

            animali carnivori per omicidio e strage...

            No, perché non sono consapevoliE allora perchè ti preoccupi, visto che anche gli animali uccisi non sono consapevoli?
          • Animal Rights scrive:
            Re: Non sostenete la PETA


            No, perché non sono consapevoli
            E allora perchè ti preoccupi, visto che anche gli
            animali uccisi non sono consapevoli?Hai capito benissimo che mi riferisco all'inconsapevolezza delle conseguenze etiche delle proprie azioni e non all'inconsapevolezza come assenza di coscienza.Bambini, disabili mentali, animali non umani sono tutti accomunati dalla capacità di soffrire ma dall'inconsapevolezza delle proprie azioni. Ma mentre i primi due godono di diritti, i terzi per adesso ancora non ne godono. <i
            Verrà il giorno in cui il resto degli esseri animali potrà acquisire quei diritti che non gli sono mai stati negati se non dalla mano della tirannia. I francesi hanno già scoperto che il colore nero della pelle non è un motivo per cui un essere umano debba essere abbandonato senza riparazione ai capricci di un torturatore. Si potrà un giorno giungere a riconoscere che il numero delle gambe, la villosità della pelle, o la terminazione dell'osso sacro sono motivi egualmente insufficienti per abbandonare un essere sensibile allo stesso fato. Che altro dovrebbe tracciare la linea invalicabile? La facoltà di ragionare o forse quella del linguaggio? Ma un cavallo o un cane adulti sono senza paragone animali più razionali, e più comunicativi, di un bambino di un giorno, o di una settimana, o persino di un mese. Ma anche ammesso che fosse altrimenti, cosa importerebbe? La domanda non è Possono ragionare?, né Possono parlare?, ma Possono soffrire?. </i
            Jeremy Bentham Introduzione ai princìpi della morale e della legislazione
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Non sostenete la PETA

            Ovviamente, perché vanno rispettati i diritti di
            tutti, sia degli animali umani che degli animali
            non
            umani.

            Rimane però il fatto è che gli animali umani
            violano in modo metodico e crudele il diritto
            alla vita e al benessere di miliardi di animali
            non umani. Poi però facciamo gli offesi se ce lo
            fanno
            notare.Diritto alla vita? Nessun essere vivente ha diritto alla vita. La lotta per sopravvivere, in natura, è una costante.Quello che chiamiamo "diritto alla vita" è semplicemente il mutuo accordo, tra esseri umani, a tutelare le vite degli altri esseri umani.

            No, è un loro diritto poterlo dire ed è un tuo
            diritto poterli
            ignorare.Ed è anche un mio diritto contraddire le loro affermazioni.
          • Animal Rights scrive:
            Re: Non sostenete la PETA

            Quello che chiamiamo "diritto alla vita" è
            semplicemente il mutuo accordo, tra esseri umani,
            a tutelare le vite degli altri esseri umani.Non c'è motivo per cui il diritto alla vita non debba essere esteso anche a tutti gli altri animali non umani.
  • uno qualsiasi scrive:
    Ridicoli!
    A parte il fatto che in moltissimi giochi si vedono pelli di animali, la tuta tanooki c'è fin da Super Mario Bros 3 per NES, uscita nel secolo scorso.
  • attonito scrive:
    La peta e' la femmina del peto
    e que tizi ne producono a pacchi della versione mentale.
  • Jonotespere scrive:
    Può anche essere...
    "Il Tanuki può anche essere solo una "tuta" nei videogiochi di Super Mario, ma nella vita reale i tanuki sono procioni spellati vivi per la loro pelliccia. Indossando il Tanuki, Mario manda un messaggio favorevole a indossare le pellicce".PETA può anche essere un'associazione a difesa degli animali, ma nel caso specifico sembra più che altro il contenuto della scatola cranica di chi ha innescato questa polemica. Riempiendo di PETA il proprio cervello, si manda un messaggio favorevole a pensare con il XXXX.Riprendendo Mr.X, ma dov'erano questi nell'88?
  • Righi scrive:
    Quanto tempo
    Evidentemente hanno tempo da perdere.Sono socio ENPA,,lav,WWF ma questa polemica mi sembra davvero senza criterio.Mario rules!
  • Animal Rights scrive:
    Chinese Fur Farms
    nella vita reale i tanuki sono procioni spellati vivi per la loro pelliccia http://features.peta.org/chinesefurfarmshttp://www.peta.org/issues/animals-used-for-clothing/chinese-fur-industry.aspx
    • Mr. X scrive:
      Re: Chinese Fur Farms
      - Scritto da: Animal Rights
      nella vita reale i tanuki sono procioni
      spellati vivi per la loro
      pelliccia

      http://features.peta.org/chinesefurfarms

      http://www.peta.org/issues/animals-used-for-clothiPerfetto e che cosa centra supermario????
      • lol scrive:
        Re: Chinese Fur Farms


        http://features.peta.org/chinesefurfarms
        Perfetto e che cosa centra supermario????beh potrebbe evitare di indossarlo, poteva trasformarsi come altre volte.
        • krane scrive:
          Re: Chinese Fur Farms
          - Scritto da: lol


          http://features.peta.org/chinesefurfarms

          Perfetto e che cosa centra supermario????
          beh potrebbe evitare di indossarlo, poteva
          trasformarsi come altre volte.E perche' non si trasformano i procioni questa volta ?
  • il solito bene informato scrive:
    L-O-L!
    ecco spiegati tutti quei bambini in pelliccia che vedo ultimamente...
  • Mr. X scrive:
    come dice il detto la mamma degli idioti
    è sempre incinta!Questi sono veramente stupidi.Primo perchè non ha senso quello che diconoSecondo perchè la tuta esisteva già nel vecchio Super Mario Bros 3 uscito nel 1988Questi tizi si svegliano ora????Vabbè tutta pubblicità, è un gran bel gioco e non vedo l'ora di averlo tra le zampe
  • Metal_neo scrive:
    Non hanno niente da fare?
    MA questi attivisti non hanno qualcosa di vero e concreto da fare? Qualcosa in stile Occupy: legale e con grande attenzione mediatica. Anch'io sono contrario al maltrattamento degli animali, però l'ultima cosa che farei è accanirmi contro dei videogiochi. Call of Duty non viene tirato in ballo per i cani nemici? Fallout per le centinaia di animali uccisi?Sono anche troppo inflessibili verso le altre culture. Come per i cani mangiati in Cina. Io non mangerei mai il mio cane, ma da loro il cane è un cibo come da noi lo sono mucca e maiale. Chissà come ci vedono in India visto che da loro la mucca è addirittura un animale sacro...
    • JosaFat scrive:
      Re: Non hanno niente da fare?
      Adesso non esageriamo. In Cina, il maiale (soprattutto) e i bovini si mangiano ovunque, il cane (come molti altri animali) viene cucinato molto di rado, anche perché non è che sia proprio carne pregiata.
      • gigi scrive:
        Re: Non hanno niente da fare?
        Ogni cultura ha sensibilità diverse verso diverse razze animali.L'unica cosa che dovrebbere essere comune è la cultura del non maltrattamento. Carne e pelliccie si possono ricavare ma senza far soffrire gli animali. Inoltre tutte le specie a rischio estinzione vanno salvaguardate.Per il resto che un uomo mangi carne e si vesta di pelliccia fa parte della natura, non capisco i "naturalisti" contrari a una cosa così naturale...
        • krane scrive:
          Re: Non hanno niente da fare?
          - Scritto da: gigi
          Ogni cultura ha sensibilità diverse verso diverse
          razze
          animali.
          L'unica cosa che dovrebbere essere comune è la
          cultura del non maltrattamento. Carne e pelliccie
          si possono ricavare ma senza far soffrire gli
          animali. Inoltre tutte le specie a rischio
          estinzione vanno
          salvaguardate.

          Per il resto che un uomo mangi carne e si vesta
          di pelliccia fa parte della natura, non capisco i
          "naturalisti" contrari a una cosa così
          naturale...Quoto, l'importante e' la consapevolezza.
        • Animal Rights scrive:
          Re: Non hanno niente da fare?

          Ogni cultura ha sensibilità diverse verso diverse
          razze animali.Si parla di <i
          specie </i
          , non di <i
          razza </i
          .
          Per il resto che un uomo mangi carne e si vesta
          di pelliccia fa parte della naturaAnche il cannibalismo fa parte della natura, però non lo pratichiamo...
          non capisco i "naturalisti" contrari a una cosa così
          naturale...Si chiamano <i
          animalisti </i
          , non <i
          naturalisti </i
          .La questione è molto semplice.Dato che non è necessario mangiare carne (nel mondo ci sono centinaia di milioni di vegetariani che vivono benissimo, anzi meglio, dato che il rischio di cancro e di malattie cardiovascolari diminuisce drasticamente) e che non è necessario indossare pellicce (esistono materiali di origine vegetale o sintetici) allora sarebbe un dovere morale <b
          non infiggere inutile sofferenza </b
          .Se per assurdo dovessimo accettare tutto ciò che è <i
          naturale </i
          allora dovremmo accettare anche l'omicidio dato che in natura l'uomo uccide i suoi simili.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Non hanno niente da fare?

            Dato che non è necessario mangiare carne (nel
            mondo ci sono centinaia di milioni di vegetariani
            che vivono benissimo, anzi meglio, dato che il
            rischio di cancro e di malattie cardiovascolari
            diminuisce drasticamente)Falso. Il consumo di carne non è correlato nè con i tumori nè con le malattie cardiovascolari.
            e che non è necessario
            indossare pellicce (esistono materiali di origine
            vegetale o sintetici) allora sarebbe un dovere
            morale <b
            non infiggere inutile
            sofferenza </b

            .La vita si nutre di vita. E la nostra vita viene prima di quella degli animali.
          • Animal Rights scrive:
            Re: Non hanno niente da fare?



            Dato che non è necessario mangiare carne (nel


            mondo ci sono centinaia di milioni di


            vegetariani che vivono benissimo, anzi meglio,


            dato che il rischio di cancro e di malattie


            cardiovascolari diminuisce drasticamente)

            Il consumo di carne non è correlato nè con

            i tumori nè con le malattie cardiovascolari.BALLEhttp://www.who.int/cancer/prevention/enWorld Health OrganizationCancer prevention <i
            Diets high in fruits and vegetables may have a protective effect against many cancers. Conversely, excess consumption of red and preserved meat may be associated with an increased risk of colorectal cancer. </i

            la nostra vita viene prima di quella degli animali.Questa è un'affermazione del tutto arbitraria.Non c'è scritto da nessuna parte che la specie Homo Sapiens debba godere di maggiori diritti rispetto alle altre specie. <i
            Immaginate che domani degli esseri provenienti da un altro pianeta atterrino sulla Terra, esseri che si reputino superiori a voi come voi vi ritenete superiori agli altri animali. Avrebbero il diritto di trattarvi come trattate gli animali che allevate e uccidete per trasformarli in cibo? </i
            John Harris
Chiudi i commenti