ROSAT, caduta senza danni

Il telescopio da 2,4 tonnellate è atterrato. Nessun testimone oculare che riporti eventuali distruzioni al suolo. I rottami del satellite potrebbero già riposare in fondo all'Oceano Indiano

Roma – C’è chi aveva ipotizzato scenari apocalittici da kolossal hollywoodiano , in attesa del ritorno sulla Terra del satellite Röntgensatellit (ROSAT). Il telescopio da 2,4 tonnellate è rientrato sulla Terra nella notte di ieri , frantumandosi ad una velocità stimata di circa 450 chilometri orari.

Poco meno di 15 minuti tra l’entrata nell’atmosfera e l’impatto con il suolo, almeno secondo le prime informazioni fornite dai vertici aerospaziali tedeschi. I rottami del telescopio di produzione tedesco-anglo-statunitense avrebbero potuto colpire buona parte della Terra – Poli esclusi – con una possibilità su 2mila di creare degli incidenti reali .

“Se fossero caduti su un area popolata, a quest’ora ne avremmo certamente notizia”, ha spiegato Jonathan McDowell dell’ Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics di Cambridge, Massachusetts. Dunque, nessun testimone oculare. Secondo le prime ricostruzioni, i resti di ROSAT sarebbero precipitati nell’Oceano Indiano .

Lo stesso McDowell ha sottolineato come l’esatta ubicazione delle popolose città cinesi di Chongqing e Chengdu fosse inclusa nella traiettoria di rientro del telescopio spaziale. Nessun incidente riportato finora, con l’agenzia aerospaziale tedesca a negare qualsiasi impatto su Europa, Australia e Africa .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ruppolo scrive:
    La farina del diavolo...
    ...va in crusca.Auguri, Microsoft.
  • 17ca368053 scrive:
    eppure è strano
    le aziende i brevetti microsoft (tipo il fat32) li pagano per i prodotti che vendono solo negli USA o in tutto il mondo?
  • Nome e cognome scrive:
    Pure orgogliosi sono!
    Ma te guarda questi impuniti!Invece che innovare spendono i loro miliardi per taglieggiare i prodotti altrui con brevetti sul FAT e sullo scrolling e ne vanno pure fieri!Ma maledetti quelli che gli danno i soldi per pagare gli avvocati, sparissero loro i brevetti il FAT e tutti i virus che si portqano dietro...
  • the_m scrive:
    La prossima è Apple
    Gli iMacachi hanno poco da gioire, considerando che M$ ha brevetti anche sul page up/down: presto anche Apple salterà dentro alle loro azioni di patent trolling.Ma non sarà certo un problema per questi utenti spendere <i
    solo </i
    999 euri per il nuovissimo iPhone 4S Plus! (che si vocifera possa addirittura inviare un file via bluetooth e impostare un mp3 come suoneria!!!) :D
    • ruppolo scrive:
      Re: La prossima è Apple
      - Scritto da: the_m
      Gli iMacachi hanno poco da gioire, considerando
      che M$ ha brevetti anche sul page up/down: presto
      anche Apple salterà dentro alle loro azioni di
      patent
      trolling.Ma non abbiamo quei tasti sul nostro iPhone.
      Ma non sarà certo un problema per questi utenti
      spendere <i
      solo </i
      999 euri per
      il nuovissimo iPhone 4S Plus! (che si vocifera
      possa addirittura inviare un file via bluetoothE come no, addirittura con raccomandata e ricevuta di ritorno. Ah no, quella è la mail certificata...
      e
      impostare un mp3 come suoneria!!!)
      :DNoi impostiamo solo nella buca delle lettere.
      • collione scrive:
        Re: La prossima è Apple
        - Scritto da: ruppolo
        Ma non abbiamo quei tasti sul nostro iPhone.
        quindi lo scrolling non lo fai? ti faccio notare che quei brevetti coprono lo scrolling come concetto, non i pulsanti
        • ruppolo scrive:
          Re: La prossima è Apple
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: ruppolo


          Ma non abbiamo quei tasti sul nostro iPhone.



          quindi lo scrolling non lo fai? ti faccio notare
          che quei brevetti coprono lo scrolling come
          concetto, non i
          pulsantiInfatti, solo che il concetto è lo scrolling di una misura precisa, ad esempio una pagina:http://patft.uspto.gov/netacgi/nph-Parser?Sect1=PTO1&Sect2=HITOFF&d=PALL&p=1%3cbr%20%3e%3c/a%3e%20&u=%2Fnetahtml%2FPTO%2Fsrchnum.htm&r=1&f=G&l=50&s1=7,415,666.PN.&OS=PN/7,415%3cbr%20/%3e%20,666&RS=PN/7,415,666 <i
          A method and system in a document viewer for scrolling a <u
          substantially exact increment </u
          in a document, </i
          Lo scroll di iOS non prevede un "exact increment", ma al contrario un "arbitrary increment" o addirittura, a scelta dell'utente, un "indefinitely increment".Vista anche la risposta sull'open source e le royalties, ti consiglio di documentarti meglio prima di rispondere, altrimenti rimedi solo figuracce.
          • hermanhesse scrive:
            Re: La prossima è Apple
            Come al solito... non c'hai capito un razzo!
          • Funz scrive:
            Re: La prossima è Apple
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: collione

            - Scritto da: ruppolo




            Ma non abbiamo quei tasti sul nostro
            iPhone.






            quindi lo scrolling non lo fai? ti faccio
            notare

            che quei brevetti coprono lo scrolling come

            concetto, non i

            pulsanti

            Infatti, solo che il concetto è lo scrolling di
            una misura precisa, ad esempio una
            pagina:

            http://patft.uspto.gov/netacgi/nph-Parser?Sect1=PT

            <i
            A method and system in a document
            viewer for scrolling a <u
            substantially
            exact increment </u
            in a document,
            </i



            Lo scroll di iOS non prevede un "exact
            increment", ma al contrario un "arbitrary
            increment" o addirittura, a scelta dell'utente,
            un "indefinitely
            increment".
            E' ridicolo e pazzesco che ci si scanni in tribunale su certe cretinate... ma dove sta l'ingegno, dove sta l'innovazione? Non do dieci anni di vita a tutto il sistema economico occidentale.
      • Giorgio46 scrive:
        Re: La prossima è Apple
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: the_m

        Gli iMacachi hanno poco da gioire,
        considerando

        che M$ ha brevetti anche sul page up/down:
        presto

        anche Apple salterà dentro alle loro azioni
        di

        patent

        trolling.

        Ma non abbiamo quei tasti sul nostro iPhone.


        Ma non sarà certo un problema per questi
        utenti

        spendere <i
        solo </i
        999
        euri
        per

        il nuovissimo iPhone 4S Plus! (che si
        vocifera

        possa addirittura inviare un file via
        bluetooth

        E come no, addirittura con raccomandata e
        ricevuta di ritorno. Ah no, quella è la mail
        certificata...


        e

        impostare un mp3 come suoneria!!!)

        :D

        Noi impostiamo solo nella buca delle lettere.
        • vfflFtclPFd IFADeKpx scrive:
          Re: La prossima è Apple
          http://acyclovir-cream.ml/acyclovir-800mg-tablets.html#3021 clicking here, http://tretinoincreamusp025.com/tretinoin-cream-025.html#8414 tretinoin cream 025, http://acyclovir-cream.ml/acyclovir-400mg-tablets.html#5248 generic for acyclovir,
        • wWmkJdhqrOH q scrive:
          Re: La prossima è Apple
          http://amitriptyline-hcl.cf/#5090 amitriptyline hcl,
    • luca scrive:
      Re: La prossima è Apple
      Per curiosità non per fare polemica, ma questi brevetti del pgdown, pageup, doppio click dove stanno ? Io sapevo perché mi ci sono imbattuto un bel po di anni fa, che MS aveva brevettato il tap lungo con un indicatore di avanzamento per simulare il tasto destro del mouse su sistemi touch screen ma non ho mai sentito di aziende che pagano diritti perché fanno software che usa il doppio click o lo scroll delle pagine.
      • the_m scrive:
        Re: La prossima è Apple
        - Scritto da: luca
        Per curiosità non per fare polemica, ma questi
        brevetti del pgdown, pageup, doppio click dove
        stanno ? Alcuni esempio sono qui:http://en.swpat.org/wiki/Example_software_patentsTrovi ad esempio brevettati i colori dei font nelle e-mail, le finestre pop-up e i frame dei browser, l'operatore "IsNot", lo scrolling di una pagina con PgUp/PgDown o simili, la "progress bar", ecc.Ne mancano un sacco, es. il brevetto sul "carrello" e "checkout" usato in qualsiasi sito di e-commerce.Quello sul doppio click l'ho sempre attribuito a m$, ma qua si parla di un'altra azienda..?!http://punto-informatico.it/3061897/PI/News/doppio-click-un-brevetto-contro-tutti.aspx
        • Mela avvelenata scrive:
          Re: La prossima è Apple
          - Scritto da: the_m
          - Scritto da: luca

          Per curiosità non per fare polemica, ma
          questi

          brevetti del pgdown, pageup, doppio click
          dove

          stanno ?

          Alcuni esempio sono qui:
          http://en.swpat.org/wiki/Example_software_patents

          Trovi ad esempio brevettati i colori dei font
          nelle e-mail, le finestre pop-up e i frame dei
          browser, l'operatore "IsNot", lo scrolling di una
          pagina con PgUp/PgDown o simili, la "progress
          bar",
          ecc.
          Ne mancano un sacco, es. il brevetto sul
          "carrello" e "checkout" usato in qualsiasi sito
          di
          e-commerce.Notevole...questo da un quadro interessante su quanto MS sa essere innovativa!! Sostanzialmente l'unica tecnologia "reale" è il file system FAT, tutto il resto è FUFFA...
      • ruppolo scrive:
        Re: La prossima è Apple
        - Scritto da: luca
        Per curiosità non per fare polemica, ma questi
        brevetti del pgdown, pageup, doppio click dove
        stanno ?Quello dello scroll, qui:http://patft.uspto.gov/netacgi/nph-Parser?Sect1=PTO1&Sect2=HITOFF&d=PALL&p=1%3cbr%20%3e%3c/a%3e%20&u=%2Fnetahtml%2FPTO%2Fsrchnum.htm&r=1&f=G&l=50&s1=7,415,666.PN.&OS=PN/7,415%3cbr%20/%3e%20,666&RS=PN/7,415,666
        Io sapevo perché mi ci sono imbattuto un
        bel po di anni fa, che MS aveva brevettato il tap
        lungo con un indicatore di avanzamento per
        simulare il tasto destro del mouse su sistemi
        touch screen ma non ho mai sentito di aziende che
        pagano diritti perché fanno software che usa il
        doppio click o lo scroll delle
        pagine.Solo se lo scroll avanza di una quantità precisa di righe, ad esempio una pagina.
        • luca scrive:
          Re: La prossima è Apple
          la colpa cmq é anche di chi assegna sti brevetti cmq. voglio brevettare un prisma che ha come base un qualsiasi poligono con inserita dentro una barra di graffite vediamo se me lo danno
          • rice scrive:
            Re: La prossima è Apple
            Tranquillo, stanno cercando di comprare il brevetto del pomodoro e del broccolo http://www.repubblica.it/economia/2011/10/25/news/brevetti-23791788/?ref=HREC2-7 così ci sarà da pagare le royalty per la pasta al pomodoro, al forno, parmigiana...
  • TuttoaSaldo scrive:
    Motorola !!
    Solo io sto aspettando?Ci sarebbe anche Sony.
    • anna scrive:
      Re: Motorola !!
      aspettando cosa? :D
      • TuttoaSaldo scrive:
        Re: Motorola !!
        - Scritto da: anna
        aspettando cosa? :DCome cosa? La richiesta di soldi per le licenze, che è un po' come richiederle a Google.Metteranno i portafogli brevetti su di una grossa bilancia assieme agli avvocati e poi, per far pendere la bilancia da una parte o dall'altra, riempiranno le tasche degli avvocati con banconote a mazzi.
      • Legione scrive:
        Re: Motorola !!
        - Scritto da: anna
        aspettando cosa? :DChe suoni la sveglia ...
    • dfghjk scrive:
      Re: Motorola !!
      Sono giá in causa.Peró trattandosi di un'altra azienda americana con potere di lobbying paragonabile la giuria é incerta.
      • collione scrive:
        Re: Motorola !!
        ma infatti fino ad oggi, ms si è ben guardata dal pestare i piedi alle altre multinazionali usasarà un caso?samsung, htc, lg, compal, ecc... tutte aziende non americanelo stesso ha fatto l'UE nelle varie cause tra apple e vari oem android ( anche lì stranamente motorola non c'è )
        • nome e cognome scrive:
          Re: Motorola !!
          - Scritto da: collione
          ma infatti fino ad oggi, ms si è ben guardata dal
          pestare i piedi alle altre multinazionali
          usahttp://online.wsj.com/article/SB10001424052748703859204575526200991561476.html
  • anna scrive:
    non vedo il problema
    se uno inventa qualcosa, è giusto che ne guadagni..se io vendo tutto quello che ho creato (società compresa) ad altri, cedo anche i diritti.il fatto che MS utilizzi tecnologie vecchie e gratis è un problema di chi, al momento giusto, non ha saputo capire che forse era meglio brevettarle...
    • ruppolo scrive:
      Re: non vedo il problema
      - Scritto da: anna
      il fatto che MS utilizzi tecnologie vecchie e
      gratis è un problema di chi, al momento giusto,
      non ha saputo capire che forse era meglio
      brevettarle...Una lezione che Apple ha pagato cara.
      • Zucca Vuota scrive:
        Re: non vedo il problema
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: anna

        il fatto che MS utilizzi tecnologie vecchie e

        gratis è un problema di chi, al momento
        giusto,

        non ha saputo capire che forse era meglio

        brevettarle...

        Una lezione che Apple ha pagato cara.E pure Microsoft a suo tempo.
        • ruppolo scrive:
          Re: non vedo il problema
          - Scritto da: Zucca Vuota
          - Scritto da: ruppolo

          - Scritto da: anna


          il fatto che MS utilizzi tecnologie
          vecchie
          e


          gratis è un problema di chi, al momento

          giusto,


          non ha saputo capire che forse era
          meglio


          brevettarle...



          Una lezione che Apple ha pagato cara.

          E pure Microsoft a suo tempo.Ma quando mai?
    • sbrotfl scrive:
      Re: non vedo il problema
      - Scritto da: anna
      se uno inventa qualcosa, è giusto che ne
      guadagni..se io vendo tutto quello che ho creato
      (società compresa) ad altri, cedo anche i
      diritti.
      il fatto che MS utilizzi tecnologie vecchie e
      gratis è un problema di chi, al momento giusto,
      non ha saputo capire che forse era meglio
      brevettarle...Della serie "il mondo è dei furbi"...Ah... poi non lamentarti se le aziende ti truffano o te lo mettono nel deretano... te lo sei voluto
    • collione scrive:
      Re: non vedo il problema
      è vero, sono d'accordo, io propendo per dare pieno diritto a mafiosi e camorristi di rubare, uccidere, estorcere, vendere droga, armi, prostitute e bambinimassì, w il mondo dei farabutti e dei disonesti
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: non vedo il problema
      - Scritto da: anna
      se uno inventa qualcosa, è giusto che ne
      guadagni..se io vendo tutto quello che ho creato
      (società compresa) ad altri, cedo anche i
      diritti.Il problema è che attualmente si brevetta di tutto e di più, anche cose che vedranno la luce tra una decina di anni (e che attualmente sono quasi fantascienza), in pratica spesso i brevetti sono un puro parto della fantasia di qualche ingegnere, e dietro non c'è un investimento nè uno studio approfondito. Talvolta si brevettano anche concetti già ampiamente diffusi (ad esempio il doppio click), od estensioni ovvie di tecnologie già esistenti! Quel che è peggio è che tanti, troppi brevetti restano fermi, e chi li deposita non li utilizza subito, ma preferisce tenerli nel cassetto ed utilizzarli per ottenere denaro o altri vantaggi competitivi in sede legale! L'innovazione di questi brevetti "fantasma" è pari a zero, ed invece a pagare due volte sono chi realmente produce prodotti innovativi!! Totalmente sbagliato ed assurdo...
      il fatto che MS utilizzi tecnologie vecchie e
      gratis è un problema di chi, al momento giusto,
      non ha saputo capire che forse era meglio
      brevettarle...Certo, doveva brevettarle Google quando ancora non esisteva...
    • Ciccio Pasticcio scrive:
      Re: non vedo il problema
      io sono un grande estimatore di Asimov, ho letto tutto, ma non ha inventato nulla, tutte argomentazioni che esistevano già in altri racconti fantastici. Ti dice nulla jules verne? Anche io posso ipotizzare gli StarGate, ma questo non vuol dire che poi li possa produrre. Con gli scritti di Asimov puoi produrre quello che ha scritto nei suoi libri? no!
      • krane scrive:
        Re: non vedo il problema
        - Scritto da: Ciccio Pasticcio
        io sono un grande estimatore di Asimov, ho letto
        tutto, ma non ha inventato nulla, tutte
        argomentazioni che esistevano già in altri
        racconti fantastici.Si, lo so, non volevo aprire una diatriba, era per usare un nome che conoscono tutti.
        Ti dice nulla jules verne?
        Anche io posso ipotizzare gli StarGate, ma questo
        non vuol dire che poi li possa produrre. Con gli
        scritti di Asimov puoi produrre quello che ha
        scritto nei suoi libri?
        no!Non hai colto che attualmente il sistema brevettuale usa funziona esattamente cosi': puoi brevettare le idee...
  • Alvaro Vitali scrive:
    Parassiti e pezzenti!
    Non mi viene nessun'altra definizione per M$.E non mi venite a raccontare che M$ è nel giusto in quanto Android vìola brevetti di altre aziende; vorrei ricordare, infatti, che stiamo parlando di una pratica legale ma scorretta, largamente utilizzata da chi se ne frega dell'innovazione e pensa solamente a fare soldi sfruttando il lavoro altrui.Negli anni scorsi, M$ e altre grosse aziende hanno acquisito una enorme quantità di piccole software houses, molte delle quali sviluppavano tecnologie usate da anni anche su Linux e Android; il risultato è che chiunque voglia utilizzare quelle stesse tecnologie, deve pagare un vero e proprio pizzo. In teoria non c'è nulla di illegale in questo comportamento, ma in pratica potete capire che così facendo si uccide il progresso tecnologico in campo informatico; c'è poi anche il comportamento vergognoso e immorale di chi agisce in quel modo per il solo gusto di arricchirsi alle spalle degli altri.Aziende come IBM, Canonical, RedHat e altre, hanno fatto capire che se si andasse in tribunale, M$ verrebbe disintegrata in quanto sta chiedendo soldi su tecnologie create e utilizzate da altri da ormai parecchi anni e rilasciate gratuitamente, purtroppo senza alcuna licenza; il rischio però è di andare incontro a procedimenti giudiziari lunghissimi e costosissimi. Si preferisce allora pagare, purché M$ non esageri con le sue richieste.Lo schifo è proprio questo: M$ sa di non poter calcare la mano e così si accontenta di quattro soldi su ogni Android venduto; si tratta appunto di un comportamento da pezzenti, morti di fame.
    • cocco scrive:
      Re: Parassiti e pezzenti!
      Scusa, ma se Ms avesse torto, che interesse avrebbero le aziende a concedere la royalty? Tutti bravi manager qua?
      • Alvaro Vitali scrive:
        Re: Parassiti e pezzenti!
        - Scritto da: cocco
        Scusa, ma se Ms avesse torto, che interesse
        avrebbero le aziende a concedere la royalty?
        Tutti bravi manager qua?Ho riportato appunto le dichiarazioni dei dirigenti di IBM, Oracle, RedHat, Canonical e altre. In teoria ci si potrebbe rifiutare, ma finché M$ chiede pochi soldi, meglio pagare e togliersi il fastidio, piuttosto che affrontare lunghissime e costosissime cause giudiziarie.
        • urrr... scrive:
          Re: Parassiti e pezzenti!
          in verità non hai riportato un tubo...Metti un link a tutte queste interviste, altrimenti hai scritto solo del blah blah inutile....Ad ogni modo anche se avessero dichiarato quello è solo e comunque blah blah. In campo ci sono colossi come Samsung, HTC, ecc... Non certo azienducole che non sanno difendersi.Se davvero sono tutti così sicuri che M$ verebbe "distrutta" in tribunale stai tranquillo che le cause sarebbero già avviate da un bel pezzo.- Scritto da: Alvaro Vitali
          - Scritto da: cocco

          Scusa, ma se Ms avesse torto, che interesse

          avrebbero le aziende a concedere la royalty?

          Tutti bravi manager qua?

          Ho riportato appunto le dichiarazioni dei
          dirigenti di IBM, Oracle, RedHat, Canonical e
          altre. In teoria ci si potrebbe rifiutare, ma
          finché M$ chiede pochi soldi, meglio pagare e
          togliersi il fastidio, piuttosto che affrontare
          lunghissime e costosissime cause
          giudiziarie.
      • MacGeek scrive:
        Re: Parassiti e pezzenti!
        - Scritto da: cocco
        Scusa, ma se Ms avesse torto, che interesse
        avrebbero le aziende a concedere la royalty?
        Tutti bravi manager
        qua?Quando un ufficio brevetti ti permette di brevettare il doppio click (per altro usato da decenni da altri) chi abbia torto o ragione diventa legalmente una cosa molto incerta.Quindi chi non vuole avere storie e rischiare magari di pagare milioni di $ in lunghe cause con l'esito comunque incerto, paga.
    • tegola65 scrive:
      Re: Parassiti e pezzenti!
      Purtroppo non ci si puo' aspettare molto altro da un'azienda che ha ormai esaurito da tempo la sua carica di innovazione... o forse non l'ha mai avuta.
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: Parassiti e pezzenti!
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Negli anni scorsi, M$ e altre grosse aziende
      hanno acquisito una enorme quantità di piccole
      software houses, molte delle quali sviluppavano
      tecnologie usate da anni anche su Linux e
      Android; il risultato è che chiunque voglia
      utilizzare quelle stesse tecnologie, deve pagare
      un vero e proprio pizzo.Microsoft ha generato nel corso degli un bel po' di brevetti suoi propri. E questo anche per reazione a diversi problemi legali che hanno avuto. Sul lato smartphone sono particolarmente preparati per vari motivi (ad esempio sono stati tra i primi a creare il concetto di smartphone e quello della telefonia è un settore estremamente attento ad aspetti di proprietà intellettuale). Aggiungo due fatti incontrovertibili:1. Microsoft fornisce ampia copertura legale agli utilizzatori delle sue tecnologie cosa che invece Google si guarda bene dal fare;2. Alcuni di questi brevetti non sono sicuramente banali e facilmente impugnabili (anche perchè non si capirebbe come mai aziende così grandi non facciano una controcausa). E già che ci siamo domandiamoci come mai Google abbia in ballo una bella causa sulla loro versione di Java con Oracle.Aggiungo anche un link ad alcuni brevetti tirati in ballo con Motorola: http://www.unwiredview.com/2010/10/03/microsoft-vs-motorola-what-exactly-moto-is-getting-sued-for-and-what-does-it-mean-for-android/.Infine faccio notare che la causa con Motorola ha in oggetto anche altri aspetti. Se non sbaglio Microsoft lamenta il fatto che Motorola pretende royalties troppo alte.
      • Mela avvelenata scrive:
        Re: Parassiti e pezzenti!
        - Scritto da: Zucca Vuota
        Aggiungo due fatti incontrovertibili:

        1. Microsoft fornisce ampia copertura legale agli
        utilizzatori delle sue tecnologie cosa che invece
        Google si guarda bene dal
        fare;E certo che Google si guarda dal farlo: fino adesso non aveva in mano un portafoglio brevettuale decente! considerando che MS si è sviluppata dagli anni '80 in poi, mentre Google è sorta 20 anni dopo, il motivo di ciò è più che logico...Insomma, non confondiamo il "non potere" con il "non volere"!
        2. Alcuni di questi brevetti non sono sicuramente
        banali e facilmente impugnabili (anche perchè non
        si capirebbe come mai aziende così grandi non
        facciano una controcausa).Come è già stato fatto notare è meglio pagare una piccola somma adesso piuttosto che rischiare di pagare risarcimenti miliardari in futuro (e rischiare di chiudere bottega). La maggior parte dei brevetti sono banalità...
        E già che ci siamo domandiamoci come mai Google
        abbia in ballo una bella causa sulla loro
        versione di Java con
        Oracle.Chiediamolo ad Oracle! Chissà perchè invece Sun Microsystems se ne stava buona...
        Aggiungo anche un link ad alcuni brevetti tirati
        in ballo con Motorola:
        http://www.unwiredview.com/2010/10/03/microsoft-vs

        Infine faccio notare che la causa con Motorola ha
        in oggetto anche altri aspetti. Se non sbaglio
        Microsoft lamenta il fatto che Motorola pretende
        royalties troppo
        alte.Mi piacerebbe chiedere a MS perchè, nonostante ci fossero tanti investimenti e brevetti, il primo suo OS mobile decente l'abbiamo avuto appena con Windows Phone 7...Qualcosa non torna!!
        • Zucca Vuota scrive:
          Re: Parassiti e pezzenti!
          - Scritto da: Mela avvelenata
          - Scritto da: Zucca Vuota

          E certo che Google si guarda dal farlo: fino
          adesso non aveva in mano un portafoglio
          brevettuale decente! Mi sembra che continui.
          considerando che MS si è
          sviluppata dagli anni '80 in poi, mentre Google è
          sorta 20 anni dopo, il motivo di ciò è più che
          logico...Insomma, non confondiamo il "non potere"
          con il "non
          volere"!Se volevano lavorare in modo decente forse cercavano di acquistare dei diritti d'uso. I soldi non sembra che gli manchino.
          Come è già stato fatto notare è meglio pagare una
          piccola somma adesso piuttosto che rischiare di
          pagare risarcimenti miliardari in futuro (e
          rischiare di chiudere bottega). La maggior parte
          dei brevetti sono
          banalità...Stiamo parlando anche di aziende che sono più grandi di Microsoft. Se non fossero convinti della validità della cosa non firmerebbero alcun contratto.

          Chiediamolo ad Oracle! Chissà perchè invece Sun
          Microsystems se ne stava
          buona...E infatti SUN è andata in malora!
          Mi piacerebbe chiedere a MS perchè, nonostante ci
          fossero tanti investimenti e brevetti, il primo
          suo OS mobile decente l'abbiamo avuto appena con
          Windows Phone 7...Qualcosa non
          torna!!WM forse non è moderno oggi ma funzionava bene sui dispositivi non touch (tastiera o pennino) ed è ancora uno dei pochi sistemi disponibili nel mondo industriale. L'alternativa al tempo, ricordo, consisteva nel vecchio Symbian e in PalmOS 4 o precedente.
    • Post scrive:
      Re: Parassiti e pezzenti!

      Aziende come IBM, Canonical, RedHat e altre,
      hanno fatto capire che se si andasse in
      tribunale, M$ verrebbe disintegrata in quanto sta
      chiedendo soldi su tecnologie create e utilizzate
      da altri da ormai parecchi anni e rilasciate
      gratuitamente, purtroppo senza alcuna licenza; il
      rischio però è di andare incontro a procedimenti
      giudiziari lunghissimi e costosissimi. Si
      preferisce allora pagare, purché M$ non esageri
      con le sue
      richieste.Dimentichi alcuni particolari.Perché Samsung va alla carica di Apple in tribunale, mentre decide di pagare le licenze a Microsoft?Samsung non è certo un'azienda piccolina, soldi ne ha, avvocati anche.Eppure paga.Non ti viene in mente che Microsoft abbia qualche ragione?
      • Mela avvelenata scrive:
        Re: Parassiti e pezzenti!
        - Scritto da: Post

        Non ti viene in mente che Microsoft abbia qualche
        ragione?NO!
        Dimentichi alcuni particolari.
        Perché Samsung va alla carica di Apple in
        tribunale, mentre decide di pagare le licenze a
        Microsoft?
        Samsung non è certo un'azienda piccolina, soldi
        ne ha, avvocati
        anche.
        Eppure paga.Beh, mi sembra logico: ad Apple vuole rompere le uova nel paniere, cercando di ostacolarla il più possibile, con MS invece non ha questo interesse, perchè in futuro potrebbe produrre ancora smartphone con Windows Phone 7. Dunque paga l'obolo, e tutti sono contenti!
        • Ciccio Pasticcio scrive:
          Re: Parassiti e pezzenti!
          Tutte tue opinioni naturalmente, se pagano qualche ragione l'hanno, poi se a te non va bene, non vuol dire che non è così, e la scusa delle cause sono XXXXXXX. Hanno studi legali, nei costi dei prodotti mettono in conto anche le cause, e se sanno di vincere vanno in caso. Ritenta...
  • Captain scrive:
    Tutti contro Android
    Leggete questo:http://www.mobilejournal.net/android/jobs-%E2%80%9Cvoglio-distruggere-android%E2%80%9D-8693Ma fate il vostro OS mobile buono come Android e non rompete!!
    • iRoby scrive:
      Re: Tutti contro Android
      Hai visto come vengono i tumori al pancreas, con tutta questa rabbia repressa e astio nei confronti dei concorrenti...?
      • iRidicolo scrive:
        Re: Tutti contro Android
        Ma non dire eresie, spero che la tua fosse una battuta, altrimenti la prossima volta che ti viene un raffreddore vai a farti curare da Vanna Marchi...
  • cicciokille r scrive:
    Che rottura...
    O qualcuno si sveglia e si ribella a M$, o dovrò ritenermi totalmente deluso dalla piega che stanno prendendo le cose, non si può continuare così. Io quando aquisto qualcosa voglio dare i miei soldi solo a chi a speso soldi e tempo per produrlo e svilupparlo, non ad aziende mafiose che guadagnano già miliardi con software obsoleti tipo Office, ma anche tutti quei programmi idioti di editing vari per MacOSX. Ed è per questo che se mai comprerò un tablet, lo prenderò con Ubuntu preinstallato, visto che Unity è stato creato apposta per gli schermi piccoli :P
    • tegola65 scrive:
      Re: Che rottura...
      E' inutile ribellarsi a Microsoft, si stanno già suicidando con le loro mani.
    • luca scrive:
      Re: Che rottura...
      Vorrei precisare un po di cose. Windows ha avuto in passato e non so ora, perché non lo uso tantissimo, librerie e programmi concessi in licenza da terze parti e per usare quelle tecnologie pagava com'é giusto che sia. Se come sembra Android usa software protetto da brevetti di MS, giusto o sbagliato che siano i sistemi dei brevetti, deve pagare. Android é gratuito ed Open Source ma come mai i terminali con Android a partità di hardware costano come i terminali con sistemi proprietari ? Mi viene da pensare che queste multinazionali spingono i sistemi open per addossare il costo dello sviluppo alla comunità ed avere il profitto massimo sui device. Non ci scordiamo che Google vende servizi quindi può permettersi di regalare l'os perché cmq guadagna poi sulle informazioni che vengono veicolate dall'utente sul'os stesso. Ultima cosa, ma alla comunità Linux, intendo quella vera, che cosa da Android ? Mi pare un bel niente...c'é una marea di software per Android che non gira su Linux, mentre gira su iPhone, Su Windows Mobile o su Symbian, quindi tu vuoi guadagnare ? Paga!
  • P.Inquino scrive:
    m$: associazione a stampo mafioso
    come da oggetto
  • ruppolo scrive:
    Ma tanto Android è open...
    [img]http://media.ruppolo.com/ahah.jpg[/img]
    • hermanhesse scrive:
      Re: Ma tanto Android è open...
      MA allora hai veramente dei problemi!
      • Grumpy scrive:
        Re: Ma tanto Android è open...
        confermo! ha dei problemi:Andy Rubin ha confermato che il rilascio di Android 4.0 sul GIT di AOSP (Android Open Source Project) avverrà poco dopo larrivo in commercio del Galaxy Nexus, il nuovo terminale di riferimento per il sistema operativo mobile che piano piano sta conquistando i cuori di tutti.
        • iRoby scrive:
          Re: Ma tanto Android è open...
          Alla fine Android conquisterà il mondo. L'openness è una cosa fantastica dove non ci sono monopoli e resistenze di potenti lobby.E a Microsoft restano solo i comportamenti scorretti.
          • MeX scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            già e intanto Microsoft incassa bel cambiamento...
          • gnammolo scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            finché dura...
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            - Scritto da: iRoby
            Alla fine Android conquisterà il mondo.
            L'openness è una cosa fantastica dove non ci sono
            monopoli e resistenze di potenti
            lobby.Certo, solo royalties da pagare...
            E a Microsoft restano solo i comportamenti
            scorretti.E i soldi.
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            Per carità no! Avremo una serie di telefoni TUTTI uguali. Non c'è più diversificazione delle marche! Ormai mi confondo tra LG, Samsung e HTC, fanno a gara a chi ha la fotocamera più grossa e il proXXXXXre più potente.Non a tutti piace Android,non a tutti piace iOS,non a tutti piace WP7,non a tutti piace il Blackberry,non a tutti piace Symbian.
    • iRoby scrive:
      Re: Ma tanto Android è open...
      Perché credi che spippolo capisca l'inglese?
    • uuujjjkkk scrive:
      Re: Ma tanto Android è open...
      che c'entra implementare tecnologie brevettate con l'essere open? confondi i brevetti con le licenze
      • ruppolo scrive:
        Re: Ma tanto Android è open...
        - Scritto da: uuujjjkkk
        che c'entra implementare tecnologie brevettate
        con l'essere open? confondi i brevetti con le
        licenzeNo, visto che l'open source non può far uso di codice brevettato soggetto al pagamento di royalties.
        • sbrotfl scrive:
          Re: Ma tanto Android è open...
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: uuujjjkkk

          che c'entra implementare tecnologie
          brevettate

          con l'essere open? confondi i brevetti con le

          licenze

          No, visto che l'open source non può far uso di
          codice brevettato soggetto al pagamento di
          royalties.Perchè? Dove sta scritto?
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            - Scritto da: sbrotfl
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: uuujjjkkk


            che c'entra implementare tecnologie

            brevettate


            con l'essere open? confondi i brevetti
            con
            le


            licenze



            No, visto che l'open source non può far uso
            di

            codice brevettato soggetto al pagamento di

            royalties.

            Perchè? Dove sta scritto?Qui, punto 1:http://en.wikipedia.org/wiki/Open-source_software#Open_Source_Definition <i
            The license shall not require a royalty </i
          • sbrotfl scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: sbrotfl

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: uuujjjkkk



            che c'entra implementare tecnologie


            brevettate



            con l'essere open? confondi i
            brevetti

            con

            le



            licenze





            No, visto che l'open source non può far
            uso

            di


            codice brevettato soggetto al pagamento
            di


            royalties.



            Perchè? Dove sta scritto?

            Qui, punto 1:
            http://en.wikipedia.org/wiki/Open-source_software#

            <i
            The license shall not require a
            royalty </i

            La licenza genio..."The license shall not require a royalty or other fee for such sale"E android lo soddisfa appieno... le royalities le pagano i produttori che infilano dentro la roba loro brevettata, senno' sarebbe google direttamente a pagare
          • Wolf01 scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            Infatti, ma da come scrivono negli articoli uno pensa che sia Android la parte in causa...
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            - Scritto da: Wolf01
            Infatti, ma da come scrivono negli articoli uno
            pensa che sia Android la parte in
            causa...E quale sarebbe la parte in causa?
          • sbrotfl scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Wolf01

            Infatti, ma da come scrivono negli articoli
            uno

            pensa che sia Android la parte in

            causa...

            E quale sarebbe la parte in causa?Compal Electronics... ma d'altronde se ti fermi al titolo (casualmente ambiguo ;)) non so cosa farci
        • iRoby scrive:
          Re: Ma tanto Android è open...
          SCO ha già perso ed è andata fallita...
        • collione scrive:
          Re: Ma tanto Android è open...
          ruppolo, ma almeno ti informi prima di sparare tutte queste XXXXXXXma se per evitare di infilare roba brevettata nel software hanno inventato la gpl3, evidentemente con le altre licenze si può benissimo implementare roba brevettatafallo per te stesso, spegni quel mac e ritorna nel mondo reale :D
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            - Scritto da: collione
            ruppolo, ma almeno ti informi prima di sparare
            tutte queste
            XXXXXXX

            ma se per evitare di infilare roba brevettata nel
            software hanno inventato la gpl3, evidentemente
            con le altre licenze si può benissimo
            implementare roba
            brevettata

            fallo per te stesso, spegni quel mac e ritorna
            nel mondo reale
            :DBene, nel frattempo vai a correggere Wikipedia:http://en.wikipedia.org/wiki/Open-source_software#Open_Source_Definition
          • collione scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            ruppolo ma ti sei rinXXXXXXXXto sul serio? in quel paragrafo che hai postato mi trovi la parola "patent"?stai facendo una confusione immane tra brevetti e licenze, che sono due cose che non c'azzeccano un tubo l'una con l'altra
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            - Scritto da: collione
            ruppolo ma ti sei rinXXXXXXXXto sul serio? in
            quel paragrafo che hai postato mi trovi la parola
            "patent"?

            stai facendo una confusione immane tra brevetti e
            licenze, che sono due cose che non c'azzeccano un
            tubo l'una con
            l'altraTu dici che sono io il rinXXXXXXXXto?Quelle che pagano i produttori a Microsoft si chiamano "royalties" o forse ho letto male?http://en.wikipedia.org/wiki/Open-source_software#Open_Source_Definition Punto 1: <i
            The license <u
            shall not require a royalty </u
            or other fee for such sale. </i
            Forse sei tu, il rinXXXXXXXXto.
          • jaro scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            - Scritto da: ruppolo

            Punto 1:

            <i
            The license <u
            shall not
            require a royalty </u
            or other fee for
            such sale. </i



            Forse sei tu, il rinXXXXXXXXto. <u
            The license </u
            shall not require a royalty.Io lo leggo così: se la licenza con cui rilasci il tuo software richiede a chiunque voglia distribuirlo di pagarti delle royalties, allora quella non è una licenza open source. Android, correggimi se sbaglio, non è rilasciato da Microsoft, ma da Google, con licenza Apache 2.0, che non sono andato a leggermi, ma credo non richieda il pagamento di royalties a Google stessa.
          • sbrotfl scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            - Scritto da: jaro
            - Scritto da: ruppolo



            Punto 1:



            <i
            The license <u
            shall not

            require a royalty </u
            or other fee
            for

            such sale. </i






            Forse sei tu, il rinXXXXXXXXto.

            <u
            The license </u
            shall not
            require a
            royalty.

            Io lo leggo così: se la licenza con cui rilasci
            il tuo software richiede a chiunque voglia
            distribuirlo di pagarti delle royalties, allora
            quella non è una licenza open source. Android,
            correggimi se sbaglio, non è rilasciato da
            Microsoft, ma da Google, con licenza Apache 2.0,
            che non sono andato a leggermi, ma credo non
            richieda il pagamento di royalties a Google
            stessa.Ma perchè quando gli si fa notare che ha detto una XXXXXXX riguardo la licenza e le royalities sparisce dalla circolazione?
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            - Scritto da: sbrotfl
            - Scritto da: jaro

            - Scritto da: ruppolo





            Punto 1:





            <i
            The license <u
            shall
            not


            require a royalty </u
            or other
            fee

            for


            such sale. </i









            Forse sei tu, il rinXXXXXXXXto.



            <u
            The license </u
            shall not

            require a

            royalty.



            Io lo leggo così: se la licenza con cui
            rilasci

            il tuo software richiede a chiunque voglia

            distribuirlo di pagarti delle royalties,
            allora

            quella non è una licenza open source.
            Android,

            correggimi se sbaglio, non è rilasciato da

            Microsoft, ma da Google, con licenza Apache
            2.0,

            che non sono andato a leggermi, ma credo non

            richieda il pagamento di royalties a Google

            stessa.

            Ma perchè quando gli si fa notare che ha detto
            una XXXXXXX riguardo la licenza e le royalities
            sparisce dalla
            circolazione?La XXXXXXX l'hai detta tu.A che serve far circolare un codice che non si può liberamente utilizzare? A fargli prendere aria?
          • 17ca368053 scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: sbrotfl

            - Scritto da: jaro


            - Scritto da: ruppolo







            Punto 1:







            <i
            The license <u

            shall

            not



            require a royalty </u
            or
            other

            fee


            for



            such sale. </i












            Forse sei tu, il rinXXXXXXXXto.





            <u
            The license </u

            shall
            not


            require a


            royalty.





            Io lo leggo così: se la licenza con cui

            rilasci


            il tuo software richiede a chiunque
            voglia


            distribuirlo di pagarti delle royalties,

            allora


            quella non è una licenza open source.

            Android,


            correggimi se sbaglio, non è rilasciato
            da


            Microsoft, ma da Google, con licenza
            Apache

            2.0,


            che non sono andato a leggermi, ma
            credo
            non


            richieda il pagamento di royalties a
            Google


            stessa.



            Ma perchè quando gli si fa notare che ha
            detto

            una XXXXXXX riguardo la licenza e le
            royalities

            sparisce dalla

            circolazione?

            La XXXXXXX l'hai detta tu.

            A che serve far circolare un codice che non si
            può liberamente utilizzare? A fargli prendere
            aria?lo prende qualche costruttore cinese, lo usa e lo mette nei suoi dispositivi fregandosene di tute le licenze :D
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            - Scritto da: 17ca368053
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: sbrotfl


            - Scritto da: jaro



            - Scritto da: ruppolo









            Punto 1:









            <i
            The license
            <u


            shall


            not




            require a royalty </u

            or

            other


            fee



            for




            such sale. </i















            Forse sei tu, il
            rinXXXXXXXXto.







            <u
            The license </u


            shall

            not



            require a



            royalty.







            Io lo leggo così: se la licenza
            con
            cui


            rilasci



            il tuo software richiede a chiunque

            voglia



            distribuirlo di pagarti delle
            royalties,


            allora



            quella non è una licenza open
            source.


            Android,



            correggimi se sbaglio, non è
            rilasciato

            da



            Microsoft, ma da Google, con
            licenza

            Apache


            2.0,



            che non sono andato a leggermi, ma

            credo

            non



            richieda il pagamento di royalties
            a

            Google



            stessa.





            Ma perchè quando gli si fa notare che ha

            detto


            una XXXXXXX riguardo la licenza e le

            royalities


            sparisce dalla


            circolazione?



            La XXXXXXX l'hai detta tu.



            A che serve far circolare un codice che non
            si

            può liberamente utilizzare? A fargli prendere

            aria?


            lo prende qualche costruttore cinese, lo usa e lo
            mette nei suoi dispositivi fregandosene di tute
            le licenze
            :DOggi il produttore cinese non è più al riparo dal resto del mondo. Se viola le licenze, ne risponde.
          • sbrotfl scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: 17ca368053

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: sbrotfl



            - Scritto da: jaro




            - Scritto da: ruppolo











            Punto 1:











            <i
            The license

            <u



            shall



            not





            require a royalty
            </u


            or


            other



            fee




            for





            such sale. </i


















            Forse sei tu, il

            rinXXXXXXXXto.









            <u
            The license
            </u




            shall


            not




            require a




            royalty.









            Io lo leggo così: se la
            licenza

            con

            cui



            rilasci




            il tuo software richiede a
            chiunque


            voglia




            distribuirlo di pagarti delle

            royalties,



            allora




            quella non è una licenza open

            source.



            Android,




            correggimi se sbaglio, non è

            rilasciato


            da




            Microsoft, ma da Google, con

            licenza


            Apache



            2.0,




            che non sono andato a
            leggermi,
            ma


            credo


            non




            richieda il pagamento di
            royalties

            a


            Google




            stessa.







            Ma perchè quando gli si fa notare
            che
            ha


            detto



            una XXXXXXX riguardo la licenza e
            le


            royalities



            sparisce dalla



            circolazione?





            La XXXXXXX l'hai detta tu.





            A che serve far circolare un codice che
            non

            si


            può liberamente utilizzare? A fargli
            prendere


            aria?





            lo prende qualche costruttore cinese, lo usa
            e
            lo

            mette nei suoi dispositivi fregandosene di
            tute

            le licenze

            :D

            Oggi il produttore cinese non è più al riparo dal
            resto del mondo. Se viola le licenze, ne
            risponde.Si, con una sonora pernacchia :D
        • uuujjjkkk scrive:
          Re: Ma tanto Android è open...
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: uuujjjkkk

          che c'entra implementare tecnologie
          brevettate

          con l'essere open? confondi i brevetti con le

          licenze

          No, visto che l'open source non può far uso di
          codice brevettato soggetto al pagamento di
          royalties.e questo chi lo dice? lo hai letto su punto informatico o su wikipedia per caso? :D
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma tanto Android è open...
            - Scritto da: uuujjjkkk
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: uuujjjkkk


            che c'entra implementare tecnologie

            brevettate


            con l'essere open? confondi i brevetti
            con
            le


            licenze



            No, visto che l'open source non può far uso
            di

            codice brevettato soggetto al pagamento di

            royalties.

            e questo chi lo dice? lo hai letto su punto
            informatico o su wikipedia per caso?
            :DSu wikipedia.
      • FDG scrive:
        Re: Ma tanto Android è open...
        - Scritto da: uuujjjkkk
        che c'entra implementare tecnologie brevettate
        con l'essere open? confondi i brevetti con le
        licenzeInfatti le licenze tipo la GPL non parlano mai di brevetti... che strano!"Finally, every program is threatened constantly by software patents. States should not allow patents to restrict development and use of software on general-purpose computers, but in those that do, we wish to avoid the special danger that patents applied to a free program could make it effectively proprietary. To prevent this, the GPL assures that patents cannot be used to render the program non-free"http://www.gnu.org/licenses/gpl.html
    • tegola65 scrive:
      Re: Ma tanto Android è open...
      La discussione non è tanto se è Open o No. La discussione è quanto tecnologicamente è migliore o peggiore. Android è un buon prodotto, molto di più di quanto non lo siano i concorrenti. Eccetto ios che è decisamente competitivo, anche se certamente è più che chiuso.
      • sizzom1x scrive:
        Re: Ma tanto Android è open...
        - Scritto da: tegola65
        La discussione non è tanto se è Open o No. La
        discussione è quanto tecnologicamente è migliore
        o peggiore. Android è un buon prodotto, molto di
        più di quanto non lo siano i concorrenti. Eccetto
        ios che è decisamente competitivo, anche se
        certamente è più che
        chiuso.Android è un pasticcio.. poco usabile e confusionariova avanti solo perchè è gratis (più o meno) :)
    • Paolo scrive:
      Re: Ma tanto Android è open...
      - Scritto da: ruppolo
      [img]http://media.ruppolo.com/ahah.jpg[/img]Ho aperto punto-informatico nel tardo pomeriggio perchè sentivo rosicare anche col browser chiuso, ma non pensavo a questo livello.
      • ruppolo scrive:
        Re: Ma tanto Android è open...
        - Scritto da: Paolo
        - Scritto da: ruppolo

        [img]http://media.ruppolo.com/ahah.jpg[/img]

        Ho aperto punto-informatico nel tardo pomeriggio
        perchè sentivo rosicare anche col browser chiuso,
        ma non pensavo a questo
        livello.Devi avere un browser veramente avanzato :D
    • ruppolo scrive:
      Re: Ma tanto Android è open...
      - Scritto da: Mela avvelenata
      Ottimo...ma tu capisci (o fingi di non capire)
      che non è importante che Android sia o non sia
      open source,Questo l'ho sempre saputo, ma i paladini di Android hanno sempre sottolineato questo aspetto come se fosse della massima importanza e/o un grosso vantaggio.E io ho sempre risposto: un grosso vantaggio si, ma SOLO per i produttori.
      ma il fulcro della questione è che
      Android è un concorrente scomodo per Windows
      Phone 7? Tra l'altro a MS non importa nulla di
      Android, a MS importa solo che i produttori di
      dispositivi mobili NON utilizzano il suo OS.Già, Android è un concorrente, per Microsoft, in quanto adotta lo stesso modello: il mio sistema nei vostri computer.
      Tutto qua. Inutile menarla con open o closed
      source, non c'entra un
      tubo!Lo so so, mi stavo solo togliendo qualche sassolino dalla scarpa ;)
      • FDG scrive:
        Re: Ma tanto Android è open...
        - Scritto da: ruppolo
        Questo l'ho sempre saputo, ma i paladini di
        Android hanno sempre sottolineato questo aspetto
        come se fosse della massima importanza e/o un
        grosso vantaggioAnche se fosse, la maggior parte degli utenti non saprebbe che farsene. Alla fine comprano un pacchetto a scatola chiusa, mica i sorgenti.
        • ruppolo scrive:
          Re: Ma tanto Android è open...
          Infatti.
        • krane scrive:
          Re: Ma tanto Android è open...
          - Scritto da: FDG
          - Scritto da: ruppolo

          Questo l'ho sempre saputo, ma i paladini

          di Android hanno sempre sottolineato questo

          aspetto come se fosse della massima

          importanza e/o un grosso vantaggio
          Anche se fosse, la maggior parte degli utenti non
          saprebbe che farsene. Alla fine comprano un
          pacchetto a scatola chiusa, mica i sorgenti.E non e' la stessa cosa per linux ?
    • Piero scrive:
      Re: Ma tanto Android è open...
      Wow che interesse
    • qajs7t scrive:
      Re: Ma tanto Android è open...
      - Scritto da: ruppolo
      [img]http://media.ruppolo.com/ahah.jpg[/img]e quindi?anche se è open qualcuno deve pur produrlo/finanziarlo/distribuirloal massimo secondo me dovrebbe pagare Google, in quanto le violazioni le fa che le inserisce nel software/hardwarea limite consiglio a microsoft di farsi dare qualche dritta dalla stessa google e da apple che di cause sui brevetti se ne intendono parecchio
    • Sherpya scrive:
      Re: Ma tanto Android è open...
      - Scritto da: ruppolo
      [img]http://media.ruppolo.com/ahah.jpg[/img]Beh apple ha risolto levando la fat da tutti i dispositivi per osx sicuro paga invecei brevetti relativi erano stati invalidati ma al secondo ricorso hanno ribaltato tutto, sembrano quasi i giudici fanboy che danno ragione ad apple. E l'argomentazione dell'open la potrei ribaltare tutte le modifiche che apple fa.al software open che usa compilano solo su osx e xnu e darwin non sono più compilabili da un po sono solo buttati li. Se scarichi aosp è buildabile
Chiudi i commenti