Sagittarius-A: stiamo per vedere un buco nero

La prima fotografia reale scattata a un buco nero supermassiccio, Sagittarius-A, sarà mostrata dalla European Space Agency la prossima settimana.

Ne conosciamo l’esistenza, ma non siamo mai stati in grado di osservarne uno: il buco nero è forse il corpo celeste più misterioso tra quelli mai indagati dalla comunità scientifica, confine oltre il quale la conoscenza del genere umano non è mai riuscita a spingersi. Eppure, stiamo per vederne uno. Uno vero, non come quello raffigurato nell’illustrazione qui sopra. ESA (European Space Agency) ha promesso di mostrare la prossima settimana la prima fotografia mai realizzata a un’entità di questo tipo.

Sagittarius-A: guarderemo un buco nero

L’appuntamento è fissato per mercoledì 10 aprile. Quando in Italia saranno le ore 15:00 andrà in scena una conferenza organizzata dall’Agenzia Spaziale Europea che sarà possibile seguire anche in diretta streaming. Il link da inserire tra i preferiti è quello di questo articolo o in alternativa quello dell’embed YouTube qui sotto, ospitato direttamente dal canale della Commissione Europea. Ciò che ad oggi sappiamo è che l’immagine ritrae Sagittarius-A, un buco nero supermassiccio (non esattamente come quello di Elio né quello dei Muse) situato al centro della Via Lattea.

È probabile che la fotografia abbia immortalato quello che astronomi e studiosi definiscono Event Horizon (Orizzonte degli Eventi) ovvero il punto del buco nero oltre il quale anche la luce viene inghiottita dall’enorme forza di gravità generata. A catturarla ETH (Event Horizon Telescope), un’attrezzatura formata da una serie di radiotelescopi distribuiti sul pianeta. È il frutto della collaborazione tra istituti di tutto il mondo che da 13 anni punta il proprio occhio tecnologico nelle profondità della Via Lattea proprio nel tentativo di catturare un’immagine di Sagittarius-A.

Qualcuno ipotizza possa trattarsi di una sorta di entità scura circondata da un anello di forte luce, un po’ come viene solitamente rappresentata con render o illustrazioni. In ogni caso, sarà una prima assoluta per il genere umano, tassello di fondamentale importanza per approfondire la conoscenza dei tanti misteri che ancora si celano nell’universo.

Update: ecco l’immagine

L’immagine è stata resa nota dall’Event Horizon Telescope:

L'immagine del buco nero M87

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Fonte: International Business Times
Chiudi i commenti