Samsung alla carica della tecnologia AMOLED

Il colosso coreano sempre più impegnato nello sviluppo e nella produzione di pannelli ultrasottili basati su tecnologia AMOLED. In futuro, promette Samsung, le TV da salotto si potranno piegare
Il colosso coreano sempre più impegnato nello sviluppo e nella produzione di pannelli ultrasottili basati su tecnologia AMOLED. In futuro, promette Samsung, le TV da salotto si potranno piegare

Non contenta di essere già la principale protagonista del mercato degli schermi e pannelli AMOLED , Samsung Mobile Display ha tutta l’intenzione di continuare a innovare e migliorare la propria capacità produttiva di qui a breve. Bisogna crescere e prevedere il futuro per rispondere alle esigenze di un settore in progressione costante, suggerisce SMD.

Il produttore coreano ha prodotto il 90% dei display AMOLED totali realizzati nel 2010, con un incremento di ricavi che nel quarto trimestre dell’anno è stato del 10,5% su 900 milioni di prodotti venduti. Si prevede che i profitti aumenteranno grandemente dopo la messa in funzione del nuovo impianto produttivo, con il numero dei pannelli (di piccole dimensioni) realizzati al mese che passerà a 30 milioni dai 3 milioni attuali.

Naturalmente dell’aumento di produzione non beneficerà soltanto Samsung, perché una maggiore disponibilità di pannelli significherà minori ritardi nella commercializzazione e abbondanza di scorte per gli smartphone e i MID (tablet in primis) di nuova generazione e quindi un mercato in grado di crescere al meglio delle sue potenzialità.

Se l’incremento di produzione è una prospettiva che si esaurisce di qui a pochi mesi, Samsung dimostra di voler pensare anche al medio termine e alle potenziali evoluzioni della tecnologia AMOLED in ogni ambito di utilizzo. Nel salotto domestico, ad esempio, il colosso coreano vedrebbe con favore la proliferazione di display flessibili e “piegabili”, orientabili secondo le esigenze di visione degli spettatori e facili da trasportare in giro per la casa.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 12 2010
Link copiato negli appunti