Samsung, tablet galattico in atterraggio

Il Galaxy Tab coreano è in procinto di approdare sul mercato. Garantiti il supporto a Flash, il video in HD, la videoconferenza con doppia videocamera e molto altro. Pure LG si dice pronta alla partita

Roma – Invasione di tablet in arrivo: Samsung conferma il già preannunciato Galaxy Tab , mentre LG ostenta una superiorità indiscutibile nei confronti di iPad di Apple. Il tutto grazie a Google Android e microchip ARM , mentre le tavolette che dovrebbero montare Windows e chipset Intel sembrano meno pronte al debutto sul mercato .

In un video teaser pubblicato online , Samsung mette in mostra alcune delle caratteristiche proprie di Galaxy Tab: il tablet avrà uno schermo da 7 pollici e sarà basato su Android 2.2, monterà il software Swype per una più veloce digitazione su tastiera (virtuale), monterà due videocamere per videoconferenza e videochiamate – con software e risoluzione in pixel al momento sconosciute – eseguirà i film in alta definizione – 720p o anche 1080p? Non pervenuto: e-reading, supporto ad Adobe Flash, funzionalità di “realtà aumentata”, navigazione GPS, browser web e altro ancora.

Il MID (Mobile Internet Device) di Samsung si posiziona insomma come un dispositivo più compatto e portatile di Apple iPad ma con caratteristiche e funzionalità all’avanguardia, nella speranza che il nuovo tentativo del colosso coreano si riveli un successo al contrario dei tentativi passati. La presentazione ufficiale di Galaxy Tab è fissata per il prossimo 2 settembre, in occasione della fiera IFA di Berlino.

Samsung distribuisce teaser video del suo prossimo tablet, mentre i concorrenti fanno la voce grossa e preannunciano battaglie all’ultima tavoletta: LG dice che il suo tablet Optimus – sempre basato su Android – farà a pezzi iPad in quanto a funzionalità e “propensione” alla produttività delle persone. “La gara non è ancora cominciata” per i tablet, promette il management della corporation, e almeno nel caso di Windows in versione MID la cosa è vera alla lettera.

Per quanto Steve Ballmer e i dipendenti Microsoft non ci dormano la notte , infatti, alcune soluzioni tablet basate su Windows arriveranno un po’ più in là nel tempo di quanto sin qui preventivato. Arriva ad esempio da MSI l’annuncio del rinvio al 2011 per la commercializzazione del suo tablet basato su Windows 7, mentre un tablet basato su Android è previsto per l’uscita entro il 2010. Colpa di Windows? MSI dice che il problema è il passaggio alla nuova piattaforma hardware di Intel nota come Oak Trail , in uscita appunto all’inizio del 2011.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Giocher scrive:
    C'era anche la parodia "Fix me up" ...
    ...invece di "Start me up":http://www.youtube.com/watch?v=64BXuQUcdqQ
    • WINDOWS ME aiuto scrive:
      Re: C'era anche la parodia "Fix me up" ...
      mi sa che fa 10 anni anche quello...veramente pessimo!!un po la fine di vista!!
  • attonito scrive:
    ricorre la data di nascita.
    Per i VIVI si "celebra" il compleanno,per i MORTI "ricorre" la data di nascita.
  • ruppolo scrive:
    I morti non festeggiano il compleanno!
    Figuriamoci gli zombie...
    • angros scrive:
      Re: I morti non festeggiano il compleanno!
      Tu sai bene che non sono un fan di Windows; ma definire "morto" o "zombie" il sistema operativo più diffuso al mondo è una sparata eccessiva perfino per te.
  • Gera scrive:
    Start
    Da qualche parte dovrei ancora avere la spillina con la scritta "Start" che mi dettero allo SMAU '95... Un pezzo di storia! :D
    • ephestione scrive:
      Re: Start
      un mio compagno di classe di liceo si finse proprietario di una piccola azienda per partecipare ad uno stage gratuito dove gli regalarono un pacchetto works originale e la fatidica spilletta, che invidia :p
  • Testimoniat ore scrive:
    Era bellissimo!
    Non sto qui a trolleggiare, quindi se siete fan Linux o Apple, non leggete neanche questo commento e tirate avanti a leggere gli altri.Quando usci' Win95 lo comprai quasi subito e fu uno shock (in positivo): abituato con Dos e Win311, Windows 95 era uno spettacolo.Ricordo ancora le emozioni che provai e la gran soddisfazione.Poi, e' ovvio, il tempo passa e oggi a guardarlo mi viene da ridere (ho Win7 adesso), ma allora era proprio uno spettacolo.Non dimentichiamoci poi che e' stato il primo passo per il passaggio dei desktop da 16 a 32 bit (il secondo passaggio e' stato XP (Win2k ebbe piu' un ruolo aziendale che di utilizzo personale/desktop vero e proprio)).Non mi parlate di Linux: al tempo Linux lo utilizzavano 4 gatti, quindi la sua diffusione come sistema desktop non faceva numero.
  • Mario Giachino scrive:
    Meglio la beta...
    Sono stato betatester di W95 e ricordo bene che il passaggio dalla versione beta, stabile e performante, alla versione definitiva, instabile e lenta, fu un vero disastro: due sistemi completamente differenti.Sicuramente è stato un sistema operativo innovativo per il mondo delle finestre... oggi, a 15 anni di distanza, lavoro (felicemente) su Mac. Tutto detto.
    • Mario Giachino scrive:
      Re: Meglio la beta...
      OS/2... ho ancora la scatola ed i dischetti.Peccato che chi lo ha partorito non si sia mai preoccupato di fare in modo che ci fosse anche un po' di software da installarci.:-)
  • public static void main scrive:
    Il principio del male
    E' indubbiamente riconosciuto che l'inizio del declino dell'informatica è stato sancito da Windows95, ovvero il principio di quella che è stata una lunga, costante e determinata azione distruttiva dei più elementari concetti di informatica, scritti dai grandi del passato. Una distruzione/contaminazione che continua ancora oggi, seppur con margini inferiori.Un vero e proprio principio del male. Festeggiarlo è contemporaneamente pittoresco e agghiacciante.
  • panda rossa scrive:
    15 anni di BSOD
    http://bsod.org/faqen.php
    • Pippi scrive:
      Re: 15 anni di BSOD
      Sei sempre il solito, perché non li festeggi tutti?http://picsdigger.com/keyword/kernel%20panic/
      • Alvaro Vitali scrive:
        Re: 15 anni di BSOD
        - Scritto da: Pippi
        Sei sempre il solito, perché non li festeggi
        tutti?

        http://picsdigger.com/keyword/kernel%20panic/Ehm ... il kernel panic è una conseguenza di una ricompilazione errata da parte dell'utente; chi non sa ricompilare un kernel è meglio che si faccia aiutare da uno competente.Diciamo che quegli screeshot che hai postato mostrano solo quanta gente incompetente ci sia in giro, anche nel mondo Linux.Il BSOD è tutta un'altra cosa; come risulta dal link fornito da Panda Rossa: 1. What is BSOD?BSOD is a shortcut from Blue Screen of Death. BSOD is closely tied with Microsoft's operating systems. Due to large number of system bugs, a blue screen can appear freezing basic operations, an application's work, or even with no occasion, decreasing system's functionality, or permanently hanging it at. BSOD displays as an blue screen, filled with more or less clear error message.
        • Calma Interiore scrive:
          Re: 15 anni di BSOD
          - Scritto da: Alvaro Vitali
          Il BSOD è tutta un'altra cosa...Bastard Sons Of Dioniso ? :-)
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: 15 anni di BSOD
      E queste?[img]http://www.attivissimo.net/security/wincrashes/zem_bsod_1.sized.jpg[/img][img]http://www.attivissimo.net/security/wincrashes/aau.thumb.jpg[/img][img]http://www.attivissimo.net/security/wincrashes/customs_bsod.jpg[/img][img]http://www.attivissimo.net/security/wincrashes/cox_bremen77.jpg[/img][img]http://www.attivissimo.net/security/wincrashes/coxheathrow.jpg[/img][img]http://www.attivissimo.net/security/wincrashes/cibogdr-01.jpg[/img]Prese da:http://www.attivissimo.net/security/wincrashes/galleria_crash.htm
      • ruppolo scrive:
        Re: 15 anni di BSOD
        Ecco, questo è quello che Windows ha portato all'umanità.
        • Jack Rackham scrive:
          Re: 15 anni di BSOD
          - Scritto da: ruppolo
          Ecco, questo è quello che Windows ha portato
          all'umanità.Errori? Apple invece non ne fa mai? Se hai abbastanza stomaco e faccia tosta da rispondermi con la tua email ti faccio un flood di tutti i crash Apple che ho raccolto dal 1999 a oggi... La frase più ricorrente che sento è "stavo lavorando, lo schermo è diventato grigio, e ora ci sono delle scritte in cinese, che è sucXXXXX?"Ti riporta niente alla mente, sfigatone?--JackRackham
  • Alvaro Vitali scrive:
    Ci vuole coraggio ...
    Purtroppo, non esistendo all'epoca valide alternative, ho dovuto usare Windows 95 per tutta la durata del suo ciclo di vita; praticamente, dalla morte di Windows 3.1 alla nascita di Windows 98. Arrivare a festeggiare i 15 anni di un simile orrore mi sembra veramente incredibile; credo che l'unica cosa da fare sia dimenticare definitivamente uno dei peggiori SO che l'informatica abbia partorito.
    • Suricato scrive:
      Re: Ci vuole coraggio ...
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Purtroppo, non esistendo all'epoca valide
      alternative, ho dovuto usare Windows 95 per tutta
      la durata del suo ciclo di vita; praticamente,
      dalla morte di Windows 3.1 alla nascita di
      Windows 98. Arrivare a festeggiare i 15 anni di
      un simile orrore mi sembra veramente incredibile;
      credo che l'unica cosa da fare sia dimenticare
      definitivamente uno dei peggiori SO che
      l'informatica abbia
      partorito.le alternative c'erano, anzi soprattutto prima del 98...Os/2 non ricorda nulla? era molto meglio di w95ormai nel 98 c'era già il monopolio di M$
      • Alvaro Vitali scrive:
        Re: Ci vuole coraggio ...
        - Scritto da: Suricato

        le alternative c'erano, anzi soprattutto prima del 98...
        Os/2 non ricorda nulla? era molto meglio di w95
        ormai nel 98 c'era già il monopolio di M$So benissimo che c'era OS/2 che sin dai tempi di Windows 3.1 era dotato di tutte le caratteristiche spacciate poi per novità dalla Microsoft molti anni dopo.Ricorderai però che razza di boicottaggio subì OS/2 ad opera della stessa Microsoft la quale, sin da allora, aveva il coltello dalla parte del manico.
        • shevathas scrive:
          Re: Ci vuole coraggio ...

          Ricorderai però che razza di boicottaggio subì
          OS/2 ad opera della stessa Microsoft la quale,
          sin da allora, aveva il coltello dalla parte del
          manico.ROTFL. Purtroppo OS/2 non è stato distrutto dalla microsoft ma da un marketing demenziale della stessa IBM, a quei tempi la IBM aveva ancora la forza di mangiarsi la M$ in un solo boccone. Era un sistema avanzato per i suoi tempi, purtroppo era anche molto pesante e molto esoso in termini di risorse di sistema, e inoltre, a differenza della M$ non venne mai supportato decentemente a livello di marketing di prodotto.
          • Alvaro Vitali scrive:
            Re: Ci vuole coraggio ...
            Shevathas, dimentichi che la IBM affidò a Microsoft lo sviluppo e la commercializzazione di OS/2.Un errore rivelatosi poi fatale ...
          • shevathas scrive:
            Re: Ci vuole coraggio ...
            - Scritto da: Alvaro Vitali
            Shevathas, dimentichi che la IBM affidò a
            Microsoft lo sviluppo e la commercializzazione di
            OS/2.
            inizialmente dovevano sviluppare assieme il sucXXXXXre del DOS, l'OS/2 solo che poi la M$ decide di rompere e portare avanti il suo sistema businnes (NT).Win/DOS la IBM li considerava sistemi operativi giocattolo per giocattoli, credeva, erroneamente, che la macchina dell'ufficio sarebbe stata il PS/2 con OS/2 e che i PC sarebbero naturalmente morti sgominati dal PS/2.
            Un errore rivelatosi poi fatale ...l'errore della IBM è stato il non capire che la gente avrebbe voluto un "macintosh" a basso costo con interfaccia grafica e poco esoso nelle richieste di HW e intestardirsi a fare macchine di fascia alta lontane dalle tasche degli utenti medi, quelli che si dovevano/potevano accontentare di macchine dalle prestazioni inferiori ma notevolmente economiche, i cosidetti cloni o PC IBM compatibili.
      • Vindicator scrive:
        Re: Ci vuole coraggio ...
        - Scritto da: Suricato
        le alternative c'erano, anzi soprattutto prima
        del
        98...
        Os/2 non ricorda nulla? era molto meglio di w95
        ormai nel 98 c'era già il monopolio di M$ah già, OS/2.guarda che con OS/2, poi OS/2 Warp l'unica che deve darsi tante botte sulla schiena è proprio IBM.ad IBM interessavano praticamente solo i clienti "business" (prova a leggere l'acronimo), poi c'era la questione prezzo OS/2 era difficile da trovare e quando si trovava i prezzi erano, beh, notevoli.La copia di Win3.0 la trovavi praticamente in bundle con il computer come gentile omaggio del negoziante.Altrimenti compravi uno dei bellissimi (all'epoca belli davvero) PS/2 ma di nuovo, i prezzi erano parecchio importanti.Quindi, un'azienda grossa, farraginosa, tradizionalista come era, ed è tuttora IBM, si è trovata di fronte una di quelle che oggi chiamiamo "startup" che gli ha fatto il sedere a mongolfiera, un pò come accade oggi tra MS ed Apple insomma.
    • dapinna scrive:
      Re: Ci vuole coraggio ...
      - Scritto da: Vindicator
      Possiamo poi dilungarci per ore sulla qualità di
      molti loro prodotti, sul quale danno abbiano
      creato alla generazione di "esperti IT" di oggi
      che gesticono server di produzione win come se
      fossero degli XP un pò cresciuti ma il punto
      rimane, senza di loro oggi l'informatica sarebbe
      molto diversa e probabilmente non
      migliore.In altre parole la Microsoft ha un solo merito: quello di aver portato il PC prima in tutti gli uffici e poi in tutte le abitazioni.
      ps: il peggior SO ritengo che sia Millenium
      Edition (alias Mistake Edition), effettivamente
      il peggiore di tutto il
      ciclo.Concordo... ma credo che se la giochi con Vista :-)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 agosto 2010 20.42-----------------------------------------------------------
      • Pippi scrive:
        Re: Ci vuole coraggio ...
        Ti assicuro che millenium era peggio, per quanto scadente almeno Vista in qualche modo funziona, Quando misi ME sul mio pentium 200 durò circa 3 ore poi fui costretto a rimettere win98 per poterlo usare.Pur avendo usanto windows dalla versione 3.11, ME è stato l'unico che non sono riuscito ad usare,
    • mda scrive:
      Re: Ci vuole coraggio ...
      Informati meglio!!!Esistevano numerosi OS all'epoca! Tutti migliori di del Win95 ma i produttori (qui la furbizia Microsoft) scelsero quello e noi tutti ci siamo accodati per forza.Se non c'era WIN95 (guarda che esisteva anche un ottimo Windows NT) avrebbero scelto un altro OS e l'informatica sarebbe stata migliore.Ciao
      • Vindicator scrive:
        Re: Ci vuole coraggio ...
        - Scritto da: mda
        Informati meglio!!!
        Esistevano numerosi OS all'epoca! Elenco prego, e mi raccomando, devono girare su piattaforma x86.
        Se non c'era WIN95 (guarda che esisteva anche un
        ottimo Windows NT) avrebbero scelto un altro OS e
        l'informatica sarebbe stata
        migliore.

        CiaoForse di NT non ricordi bene la lentezza o requisiti hardware, tanto che la GUI finì per andare a girare a livello kernel nelle release successive, indi s'impallava il driver video e ciao ciao server.
        • Vindicator scrive:
          Re: Ci vuole coraggio ...
          - Scritto da: Vindicator
          - Scritto da: mda

          Informati meglio!!!

          Esistevano numerosi OS all'epoca!

          Elenco prego, e mi raccomando, devono girare su
          piattaforma
          x86.niente elenco, solita boutade dei soliti "esperti IT" che bazzicano qui,
        • Vindicator scrive:
          Re: Ci vuole coraggio ...
          - Scritto da: Vindicator
          - Scritto da: mda

          Informati meglio!!!

          Esistevano numerosi OS all'epoca!

          Elenco prego, e mi raccomando, devono girare su
          piattaforma
          x86.niente elenco, solita boutade dei soliti "esperti IT" che bazzicano qui,
    • sgamatroll scrive:
      Re: Ci vuole coraggio ...
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Purtroppo, non esistendo all'epoca valide
      alternative, ho dovuto usare Windows 95 per tutta
      la durata del suo ciclo di vita; praticamente,
      dalla morte di Windows 3.1 alla nascita di
      Windows 98. Arrivare a festeggiare i 15 anni di
      un simile orrore mi sembra veramente incredibile;
      credo che l'unica cosa da fare sia dimenticare
      definitivamente uno dei peggiori SO che
      l'informatica abbia
      partorito.Bravo, hai fatto la tua trollata. Vuoi anche l'applauso?E come al solito il cantinaro ha ARGOMENTAZIONI ZERO contro quello che è stato il SO di maggior sucXXXXX di tutti i tempi (Windows, per i tardi che non l'avessero capito), e che sicuramente rimarrà tale almeno fino alla generazione dei nostri pronipoti, se non oltre.Intanto voi rosicate pure, tra una ricompilatura del kernel e l'altra.La gente seria nel frattempo coi computer ci lavora e produce. :)Grazie Microsoft, grazie Bill Gates.(win)
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Ci vuole coraggio ...
        - Scritto da: sgamatroll
        E come al solito il cantinaro ha ARGOMENTAZIONI
        ZEROprobabilmente nel numero che descrive la quantità di argomentazioni qualche zero ci sarà.
        contro quello che è stato il SO di
        maggior sucXXXXX di tutti i tempi (Windows,
        per i tardi che non l'avessero capito),anche il Grande Fratello è uno dei programmi più visti in Italia... questo non lo fa il migliore.
        sicuramente rimarrà tale almeno fino alla
        generazione dei nostri pronipoti, se non
        oltre.meglio. Finché Microsoft sarà lì, tutti i produttori di software al mondo avranno un punto di riferimento sul cosa non fare .
        Grazie Microsoft, grazie Bill Gates. :s-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 agosto 2010 08.57-----------------------------------------------------------
      • ruppolo scrive:
        Re: Ci vuole coraggio ...
        Delirante.
    • AMEN scrive:
      Re: Ci vuole coraggio ...
      - Scritto da: Vindicator
      ps: il peggior SO ritengo che sia Millenium
      Edition (alias Mistake Edition), effettivamente
      il peggiore di tutto il ciclo.Sono d'accordo! Penso che gli ingegneri che scrissero lo stack del tcp/ip del Millennium fossero tutti provenienti da una comune hippye dove si intrecciavano canestri di vimini.....
    • ruppolo scrive:
      Re: Ci vuole coraggio ...
      - Scritto da: Vindicator
      E' duro ammettere, ma c'era poco altro e bisogna
      dare atto che senza Microsoft, piaccia o meno, è
      molto probabile che il mondo sarebbe molto meno
      informatizzato di quanto lo sia oggi, almeno per
      quanto riguarda il lato
      consumer.L'informatizzazione del mondo sarebbe stata di gran lunga migliore se Windows non fosse esistito.Basti pensare al fatto che per Windows sono stati preparati corsi da 80-100 ore, per per Mac OS tali corsi non sono mai esistiti.
      • nome e cognome scrive:
        Re: Ci vuole coraggio ...
        Eh si ... sarebbe stata di gran lunga migliore. Certo a fronte di 100 milioni di PC annui se ne venderebbero 20-30, migliaia e migliaia di posti di lavoro in meno, potenzialità in meno per la gente. Però vuoi mettere, i pochi eletti in possesso di un computer "migliore" sarebbero stati molto felici.
        • nome e cognome scrive:
          Re: Ci vuole coraggio ...
          20-30 milioni ovviamente ;-)
        • ruppolo scrive:
          Re: Ci vuole coraggio ...
          - Scritto da: nome e cognome
          Eh si ... sarebbe stata di gran lunga migliore.
          Certo a fronte di 100 milioni di PC annui se ne
          venderebbero 20-30, migliaia e migliaia di posti
          di lavoro in meno, potenzialità in meno per la
          gente. Però vuoi mettere, i pochi eletti in
          possesso di un computer "migliore" sarebbero
          stati molto
          felici.Esattamente il contrario, il computer sarebbe in tutte le case e anche gli ultra settantenni lo starebbero utilizzando. Certamente ci sarebbero meno posti di lavoro, tra i tecnici che giornalmente riparano hardware e software del mondo wintel.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Ci vuole coraggio ...
            Sbagliato: invito a controllare il costo di un Performa dell'epoca con quello di un PC della stessa fascia di mercato dell'epoca. La gente di solito i soldini non li trova per terra ed infatti chi si è imposto è stato il sistema che garantiva un rapporto prezzo/prestazioni migliore.Secondo punto: considerando un andamento del mercato pre "boom" dovuto alla diffusione dei computer con sistema operativo Microsoft, mi spiace, ma i posti di lavoro in meno non sarebbero quelli dei tanti decantati pseudo tecnici del farmatta e via, ma le centinaia di migliaia di sviluppatori di ogni miriade di sistema informativo che oggi puoi sfruttare dalla scrivania (o dall'iPad se preferisci ;-)) di casa tua.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ci vuole coraggio ...
            - Scritto da: nome e cognome
            Sbagliato: invito a controllare il costo di un
            Performa dell'epoca con quello di un PC della
            stessa fascia di mercato dell'epoca. La gente di
            solito i soldini non li trova per terra ed
            infatti chi si è imposto è stato il sistema che
            garantiva un rapporto prezzo/prestazioni
            migliore.I prezzi sono praticamente identici.O forse ti riferisci ai compatibili? I compatibili costano sempre meno, a prescindere dall'originale di cui sono la copia.
            Secondo punto: considerando un andamento del
            mercato pre "boom" dovuto alla diffusione dei
            computer con sistema operativo Microsoft, mi
            spiace, ma i posti di lavoro in meno non
            sarebbero quelli dei tanti decantati pseudo
            tecnici del farmatta e via, ma le centinaia di
            migliaia di sviluppatori di ogni miriade di
            sistema informativo che oggi puoi sfruttare dalla
            scrivania (o dall'iPad se preferisci ;-)) di casa
            tua.Assolutamente falso, Microsof ha fatto morire centinaia di aziende hardware e software, facendo perdere gli annessi posti di lavoro, oltre che la cultura dell'innovazione.I danni prodotti da Microsoft sono enormi e incalcolabili, ma molta gente vive ancora sotto l'influsso della stessa e non si rende minimamente conto.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Ci vuole coraggio ...

            I prezzi sono praticamente identici.No, i prezzi erano quasi il doppio.
            O forse ti riferisci ai compatibili? Anche
            I compatibili costano sempre meno, a prescindere dall'originale di cui sono la copiaSe i compatibili sono di qualità pari all'originale nulla di male.
            Assolutamente falso, Microsof ha fatto morire centinaia di aziende
            hardware e software, facendo perdere gli annessi posti di lavoro,
            oltre che la cultura dell'innovazione.Quali sarebbero le aziende HW? Commodore che s'è ammazzata da sola? NeXT che s'è ammazzata da sola? Atari? O la stessa Apple?La verità è che la concorrenza s'è ammazzata da sola e per quelle aziende "perse" ne sono sorte altre che con il loro indotto hanno "sfamato" un numero di persone incredibilmente più alto.Tra l'altro sulla creatività ... ci sarebbe da discutere ma saremmo un po' OT.
            I danni prodotti da Microsoft sono enormi e incalcolabili,
            ma molta gente vive ancora sotto l'influsso della stessa e non
            si rende minimamente conto.Mi piacerebbe tanto che i danni nel mondo fossero come quelli provocati da Microsoft.
      • Vindicator scrive:
        Re: Ci vuole coraggio ...
        - Scritto da: ruppolo
        L'informatizzazione del mondo sarebbe stata di
        gran lunga migliore se Windows non fosse
        esistito.
        Basti pensare al fatto che per Windows sono stati
        preparati corsi da 80-100 ore, per per Mac OS
        tali corsi non sono mai
        esistiti.e difatti non c'era manco un prompt dei comandi, se uno avesse voluto imparare a mettere le mani dentro MacOS non c'era proprio verso.ruppoletto, torna a parlare delle antenne dell'iphone dai che qui non è posto per te, si sta parlando di IT in modo agnostico, non delle tue solite trollate di religione che purtroppo sarà l'andazzo tra linari, winari, fanboy e tutto il resto.
        • ruppolo scrive:
          Re: Ci vuole coraggio ...
          - Scritto da: Vindicator
          - Scritto da: ruppolo


          L'informatizzazione del mondo sarebbe stata di

          gran lunga migliore se Windows non fosse

          esistito.

          Basti pensare al fatto che per Windows sono
          stati

          preparati corsi da 80-100 ore, per per Mac OS

          tali corsi non sono mai

          esistiti.

          e difatti non c'era manco un prompt dei comandi,
          se uno avesse voluto imparare a mettere le mani
          dentro MacOS non c'era proprio
          verso.Esattamente, ed è così che dev'essere: Un trapano serve a fare buchi, non a smontarlo per metterci le mani dentro.
          ruppoletto, torna a parlare delle antenne
          dell'iphone dai che qui non è posto per te, si
          sta parlando di IT in modo agnostico, non delle
          tue solite trollate di religione che purtroppo
          sarà l'andazzo tra linari, winari, fanboy e tutto
          il
          resto.Tu probabilmente sei uno di quelli che pensa che l'informatica è per gli informatici.Nel 1984 nacque Mac proprio "for the rest of us", proprio per tutti quelli che non vogliono essere informatici, ovvero per il 99,99% della popolazione.
          • shevathas scrive:
            Re: Ci vuole coraggio ...

            Esattamente, ed è così che dev'essere: Un trapano
            serve a fare buchi, non a smontarlo per metterci
            le mani
            dentro.
            ma cosa penseresti di un trapano che non consente di cambiare le punte ? e che per fare buchi di diametro diverso ti costringe a comprare diversi trapani ?
            Tu probabilmente sei uno di quelli che pensa che
            l'informatica è per gli
            informatici.come deve essere, l'uso del computer è informatica tanto quanto il guidare una macchina è ingegneria meccanica.
            Nel 1984 nacque Mac proprio "for the rest of us",
            proprio per tutti quelli che non vogliono essere
            informatici, ovvero per il 99,99% della
            popolazione.peccato che il mac costasse, a quei tempi, uno sproposito rispetto agli economici cloni PC IBM. Infatti il mac si diffuse dove le prestazioni sulla grafica erano fondamentali e tali da giustificare gli alti costi d'acquisto. Per il foglio di calcolo bastava un PC invece.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ci vuole coraggio ...
            - Scritto da: shevathas

            Esattamente, ed è così che dev'essere: Un
            trapano

            serve a fare buchi, non a smontarlo per metterci

            le mani

            dentro.


            ma cosa penseresti di un trapano che non consente
            di cambiare le punte ? e che per fare buchi di
            diametro diverso ti costringe a comprare diversi
            trapani
            ?Penso che i computer sono stati inventati proprio per potergli cambiare compito a seconda del programma.

            Tu probabilmente sei uno di quelli che pensa che

            l'informatica è per gli

            informatici.

            come deve essere, l'uso del computer è
            informatica tanto quanto il guidare una macchina
            è ingegneria
            meccanica.NO, NON DEVE ESSERE!!!!Io guido la macchina SENZA ESSERE MECCANICO, e uso la TV senza essere ingegnere elettronico e senza essere regista! E faccio le foto con la mia fotocamera senza essere fotografo.


            Nel 1984 nacque Mac proprio "for the rest of
            us",

            proprio per tutti quelli che non vogliono essere

            informatici, ovvero per il 99,99% della

            popolazione.

            peccato che il mac costasse, a quei tempi, uno
            sproposito rispetto agli economici cloni PC IBM.E se fossero stati i PC IBM confrontati con i cloni Mac?Mac e IBM C costavano la stessa cifra.E i cloni Apple II costavano molto meno, come i cloni PC costano meno dell'originale (che manco esiste più).
            Infatti il mac si diffuse dove le prestazioni
            sulla grafica erano fondamentali e tali da
            giustificare gli alti costi d'acquisto. Per il
            foglio di calcolo bastava un PC
            invece.Già, è per questo che Excel nacque su Mac...
          • nome e cognome scrive:
            Re: Ci vuole coraggio ...

            Penso che i computer sono stati inventati proprio per potergli
            cambiare compito a seconda del programma.Cambiare compito appunto non cambiare computer ;-)
          • shevathas scrive:
            Re: Ci vuole coraggio ...

            Penso che i computer sono stati inventati proprio
            per potergli cambiare compito a seconda del
            programma.




            Tu probabilmente sei uno di quelli che pensa
            che


            l'informatica è per gli


            informatici.



            come deve essere, l'uso del computer è

            informatica tanto quanto il guidare una macchina

            è ingegneria

            meccanica.

            NO, NON DEVE ESSERE!!!!

            Io guido la macchina SENZA ESSERE MECCANICO, el'hai detto: guidi la macchina, non ti metti a riprogettare il motore o a ideare giunzioni alternative per lo sterzo.L'informatica è la materia che comprende lo studio gli algoritmi e le strutture dati, i linguaggi di programmazione, i sistemi operativi, etc. etc. Tutte cose che chi vuole semplicemente usare il computer può allegramente ignorare, non c'è bisogno di essere informatici per poter usare un computer ma il saper usare un computer non ti rende automaticamente un informatico tanto quanto il saper guidare non ti rende ingegnere meccanico.
            Mac e IBM C costavano la stessa cifra.
            E i cloni Apple II costavano molto meno, come i
            cloni PC costano meno dell'originale (che manco
            esiste
            più).
            il problema è che la apple fece una guerra spietata ai cloni uccidendo quel mercato. Cosa che IBM, avendo rilasciato pubblicamente e liberamente le specifiche, non potè fare. E i cloni si mangiarono il mercato.

            Infatti il mac si diffuse dove le prestazioni

            sulla grafica erano fondamentali e tali da

            giustificare gli alti costi d'acquisto. Per il

            foglio di calcolo bastava un PC

            invece.

            Già, è per questo che Excel nacque su Mac... e si spostò poi sul PC.
          • Vindicator scrive:
            Re: Ci vuole coraggio ...
            - Scritto da: ruppolo
            Esattamente, ed è così che dev'essere: Un trapano
            serve a fare buchi, non a smontarlo per metterci
            le mani
            dentro.ma tu pensi che tutti i programmi che usi tutti i giorni nei tuoi tecnocosi sono stati scritti "per magia"?non hai mai realizzato che forse non si diventa programmatori o semplici smanettoni senza riuscire a metterci dentro le mani?no, tu non ci arrivi, per te l'informatica è strisciare le dita su un pannello di vetro e guardare facciabuco.torna a giocare, ragazzino.
            Tu probabilmente sei uno di quelli che pensa che
            l'informatica è per gli
            informatici.
            Nel 1984 nacque Mac proprio "for the rest of us",
            proprio per tutti quelli che non vogliono essere
            informatici, ovvero per il 99,99% della
            popolazione.come volevasi dimostrare.
    • angros scrive:
      Re: Ci vuole coraggio ...
      Windows ME ...
  • Mummia scrive:
    15 anni
    Il '95 mi sembra ieri, ma il video sembra preistoria, archeozoico.Curioso il retroscena.
    • Uno a caso scrive:
      Re: 15 anni
      Il portatile del video sembra l'avo di un netbook :-D
    • nome e cognome scrive:
      Re: 15 anni
      Premetto che non ho mai amato particolarmente Windows 95, anzi mi tenni stretto il DOS (a ripensarci...) il più possibile. Ma detto questo in tantissimi alternative all'epoca non ne avevano e non per presunte imposizioni di Microsoft.Quali erano le alternative? -Apple con il suo Mac OS? A parte la GUI (che era ancora superiore a Windows) System 7.5.x era famoso per la sua instabilità e il costo di un Mac (o un compatibile, all'epoca c'erano ancora i vari Umax...) era per lo meno il doppio di un PC carrozzato con Windows. Cos'era meglio? Non possedere un computer o un PC con Windows 95?-OS/2: a parte il discorso in linea con quello fatto per i Mac (Windows 95 funzionava sui 486sx da 25Mhz e 4mb di RAM oltre che poter essere installato da dischetti ... erano una ventina se non ricordo male ... qualcuno ricorda le richieste HW di OS/2???) proprio non si riesce ad ammettere che IBM sbagliò completamente la sua politica con quel sistema operativo potenzialmente vincente? Tra l'altro mi piace ricordare che fin quando OS/2 aveva a che vederserla con l'accoppiata DOS+Windows 3.x era riuscito a ritagliarsi una fetta non trascurabile di mercato: prova che quando un prodotto è appetibile la gente lo compra.-Il resto? Amiga già morta, BeOS mai decollato, NeXTStep con un piede nella fossa (non fosse riuscito Jobs a stravenderlo alla "sua" Apple a peso d'oro staremo qui a parlare di un altro cadavere) e Linux ... beh, non riesce ad imporsi al grande pubblico oggi figuriamoci nel '95/'96!Con questo voglio dire che Windows 95 era il miglior prodotto di sempre? Certamente no! Ma voglio dire che è stato un OS abbastanza economico, abbastanza facile da usare, abbastanza versatile da poter permettere l'esplosione di vendite (non solo sue ma dell'intero settore PC) che ha portato virtualmente un computer nella casa di ognuno (per lo meno in Occidente).
      • user scrive:
        Re: 15 anni
        win 95 era 12 o 15 dischetti, non ricordo di preciso.
        • Vindicator scrive:
          Re: 15 anni
          Se consideri che erano 14 per Wing Commander II :)
        • mura scrive:
          Re: 15 anni
          - Scritto da: user
          win 95 era 12 o 15 dischetti, non ricordo di
          preciso.23 :-( e non sai quante volte capitava che si corrompesse uno degli ultimi dischi :-(
          • nome e cognome scrive:
            Re: 15 anni
            anch'io ricordavo sulla ventina (se non ricordo male MS-DOS 6.2 + Windows 3.1 erano 3 + 7) ... comunque cambia poco alla fine dei conti :-)
        • advange scrive:
          Re: 15 anni
          Era un CD: ce l'ho ancora, originale.
      • James Kirk scrive:
        Re: 15 anni
        @ nome e cognomeQuoto tutto e mi permetto di aggiungere che, a livello business, nel '95 ci si era appena liberati dal Monopolio IBM, ed anche in base a ciò il Marketing di Microsoft (allora quello si era dominante) ebbe buon gioco a tenere lontani i clienti da OS/2.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 agosto 2010 00.09-----------------------------------------------------------
      • Sgabbio scrive:
        Re: 15 anni
        BeoS non è decollato, per le pratiche illegali di microsoft.Windows 95 è famoso sopratutto per la sua instabilità...
        • Vindicator scrive:
          Re: 15 anni
          - Scritto da: Sgabbio
          BeoS non è decollato, per le pratiche illegali di
          microsoft.

          Windows 95 è famoso sopratutto per la sua
          instabilità...C'è anche da dire che mancava tanto software su BeOS, inoltre per propria scelta Be Inc. l'aveva posizionato con un forte orientamento al multimedia, quando questo ancora non aveva preso molto piede tra gli utenti non professionali.
      • Aleph72 scrive:
        Re: 15 anni
        - Scritto da: nome e cognome
        Con questo voglio dire che Windows 95 era il
        miglior prodotto di sempre? Certamente no! Ma
        voglio dire che è stato un OS abbastanza
        economico, abbastanza facile da [b]craccare[/b], abbastanza
        versatile da poter permettere l'esplosione di
        vendite (non solo sue ma dell'intero settore PC)
        che ha portato virtualmente un computer nella
        casa di ognuno (per lo meno in
        Occidente).Fixed.
      • ephestione scrive:
        Re: 15 anni
        concordo, all'epoca era semplicemente l'unica alternativa per l'utente "normale".
Chiudi i commenti