Santa Sede in banda larga

La fibra ride in Vaticano. La Stato Pontificio si allea con Telecom Italia per distendere centinaia di chilometri di fibre ottiche tra San Pietro e le sue exclavi

Roma – Per comunicare con le 10 exclavi situate nel territorio della città di Roma il Vaticano ha stretto un accordo con Telecom Italia per la realizzazione di almeno 400 km di fibre ottiche che da San Pietro permetteranno di collegarsi con le sedi periferiche ad almeno 10 Gbps: è la Santa Sede del terzo millennio.

La vecchia infrastruttura verrà dunque sostituita da tonnellate di fibra ottica che garantirà, all’interno del territorio e degli edifici di proprietà del Vaticano , la trasmissione di dati ad altissima velocità. Telecom, secondo i termini del contratto di tre anni, dovrà costruire un centro operativo da cui verrà gestita la nuova rete di comunicazione.

Per il cardinale Giovanni Lajolo si tratta di “un’opera importante, di grande valore tecnologico per tutto lo Stato Vaticano e che impegnerà per molti mesi il personale del Governatorato e di Telecom Italia nella sua realizzazione”.

Uno dei siti collegati direttamente con la Santa Sede sarà la stazione radio di Santa Maria di Galeria, a nord di Roma, che da anni è al centro di vicissitudini giudiziarie e non solo per via delle emissioni ritenute dai cittadini delle aree limitrofe ben al di sopra dei limiti imposti dalla legge italiana.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • shevathas scrive:
    Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

    Ipotizziamo che la tua innovazione non sia
    brevettabile (o che i brevetti non ci
    siano)l'effetto te l'avevo scritto: io non ho interesse ad investire risorse, ovvero a lavorare a tempo pieno alle ricerche per quell'innovazione, se ho la certezza di non poter ricavare assolutamente niente dal mio prodotto. Preferisco andare a coltivare pomodori che almeno con quelli lo stomaco lo riempio. Risultato avremmo uno stato che non fa ricerca e che dipende dai vicini per avere le innovazioni tecnologiche, che al più può cavarsela vendendo materie prime ma non è in grado di attrarre investimenti industriali e nel quale la ricerca esiste solo se finanziata dallo stato, con tutte le ovvie controindicazioni del caso.
    • krane scrive:
      Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
      - Scritto da: shevathas

      Ipotizziamo che la tua innovazione non sia

      brevettabile (o che i brevetti non ci

      siano)
      l'effetto te l'avevo scritto: io non ho interesse
      ad investire risorse, ovvero a lavorare a tempo
      pieno alle ricerche per quell'innovazione, se ho
      la certezza di non poter ricavare assolutamente
      niente dal mio prodotto. Preferisco andare a
      coltivare pomodori che almeno con quelli lo
      stomaco lo riempio. Risultato avremmo uno stato
      che non fa ricerca e che dipende dai vicini per
      avere le innovazioni tecnologiche, che al più può
      cavarsela vendendo materie prime ma non è in
      grado di attrarre investimenti industriali e nel
      quale la ricerca esiste solo se finanziata dallo
      stato, con tutte le ovvie controindicazioni del
      caso.Veramente lo stato non dovrebbe avere problemi a finanziare la ricerca, quella di cui tu parli e' la ricerca privata, sulla quale lo stato ha solo vantaggi indiretti.
      • shevathas scrive:
        Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

        Veramente lo stato non dovrebbe avere problemi a
        finanziare la ricerca, se parliamo in termini teorici avresti ragione, ma se ci caliamo nella realtà c'è altissimo il rischio che, se esiste solo la ricerca statale, la ricerca miri principalmente a soddisfare il committente o che diventi un modo per distribuire regalie e prebende o che porti a disastri come ad esempio il caso di Lysenko.http://it.wikipedia.org/wiki/Trofim_Denisovi%C4%8D_Lysenkoquindi la ricerca "statale" limita ed è limitata da quella privata in una forma di reciproco controllo, considerando che il privato se investe lo fa per avere un guadagno che può essere minori costi di produzione o un prodotto più "appetibile". Lo stato (ovvero il politico) invece cerca di soddisfare il maggior numero dei propri elettori, e questo può anche significare l'uso dell'università e della ricerca per distribuire regalie e prebende Meglio che ci siano entrambe così entrambe hanno un termine di paragone.
  • Massimo C scrive:
    Valorizzare il software di qualità
    Premetto che io in primis uso programmi crackati e talvolta me li cracko da solo (per uso personale), ma sono anche il primo a donare per software che trovo soddisfacendi.Oltre che per questo bundle, mi è capitato di fare donazioni per esempio per dd-wrt che trovo un firmware fantastico per il mio router, per LiquidCD che trovo ottimo per masterizzare al volo qualcosa (anche se è da un pezzo che non masterizzo), eccetera.Mentre per esempio non farei mai una donazione per aMule Adunanza che trovo un'applicazione pessima poichè non nativa, pesante e talvolta poco stabile.Ne per esempio comprerei mai EyeTV, che però mi trovo costretto ad usare visto che non ci sono alternative valide, poichè è pesantissimo e per certi versi bloated.Insomma penso che a parte un certo di pirateria inevitabile, se un software è valido sia giusto contribuire, ma se un software è pessimo ma è purtroppo l'unico e quindi si è costretti ad usarlo trovo altrettanto giusto che si dia una sorta di penalità non contribuendo.
    • shevathas scrive:
      Re: Valorizzare il software di qualità

      Insomma penso che a parte un certo di pirateria
      inevitabile, se un software è valido sia giusto
      contribuire, ma se un software è pessimo ma è
      purtroppo l'unico e quindi si è costretti ad
      usarlo trovo altrettanto giusto che si dia una
      sorta di penalità non
      contribuendo.scusa ma è un ragionamento del cavolo, piratando il messaggio che dai è:il software mi va bene, visto che lo uso, ma non te lo voglio pagare.E poche vendite significa anche pochi investimenti in quel campo.
      • corigan scrive:
        Re: Valorizzare il software di qualità
        faccio anche io come lui.ho comprato solo il software che ho ritenuto valido(poco) oppure le versioni economiche (la maggior parte)nel totale del software che mi è passato sotto al mouse cmq quello originale è ben poca cosa.
      • angros scrive:
        Re: Valorizzare il software di qualità
        Se il software mi va bene, non voglio che sia cambiato; e gli investimenti in quel campo servirebbero proprio a modificarlo.
  • SuperTegame scrive:
    Articolo semplicemente vergongoso
    Questo articolo è semplicemente vergognoso, ed interpreta i dati in modo casuale e strumentale.Per favore, prima di pubblicare una tale sequela di considerazioni superflue, almeno documentarsi:http://blog.wolfire.com/2010/05/Saving-a-penny----pirating-the-Humble-Indie-Bundle
    • bananarama scrive:
      Re: Articolo semplicemente vergongoso
      Dal post di un blog che esprimeva soddisfazione per i risultati ottenuti (1 milione di dollari incassati) e procedeva con una sobria analisi del perchè il bundle veniva piratato nonostante le persone potessero pagare un solo penny per comprarlo legalmente siete riusciti a ricondurre alla solita solfa "pirateria si/pirateria no/che cattivi i pirati".PI delusione e addio.
  • Simon the Sorcerer scrive:
    Fattori
    Ups .. doppio post...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 maggio 2010 22.21-----------------------------------------------------------
  • Simon the Sorcerer scrive:
    Fattori
    In primis vorrei dire che quelli di Wolfire non si sono messi tanto a scandagliare i torrent ma ad analizzare la mole di traffico dai loro server; e stimano un ipotetico 25% di pirateria; ora vi è un errore in questa stima derivante da vari fattori.Vi sono persone, io in primis, che appena acquistato l'humble indie bundle, hanno avviato il download per più piattaforme contemporaneamente (cosa che loro escludevano come possibilità nel post ove facevano la stima sulla pirateria).Vi sono altri che, dopo la donazione, scaricavano più volte per la stessa piattaforma (tra i commenti del post originale spiccano i "ho fatto un offerta 2x anzichè x e poi l'ho scaricato anche sul pc della mia ragazza").Vi sono infine i pirati che dopo aver fatto una donazione hanno dato la loro chiave al mondo; e delle persone senza riguardi che l'hanno scaricato.Ora nulla toglie che costoro una volta provato i giochi decidano di diventare utenti legittimi (e per chi dice se l'hai già non ci spendi dei soldi ... beh io avevo già (in versione steam-osa) World of Goo, Gish e Penumbra, ma non mi sono fatto scrupoli a dare via i miei soldi (al più che ora riesco a giocarci in nativo sotto linux)).Infine rimane quella bassa percentuale per cui il download è un bisogno fisiologico, non riescono a stare senza scaricare illegalmente, tuttavia non proveranno mai più del 5% del software che scaricano.P.S. Tra l'altro questo discorso sulla pirateria mi fa venire in mente due quesiti pseudo-legalesi:1. se io scaricassi un software sarebbe reato? (sapendo che quando acquisto un software in realtà acquisto la sua licenza d'uso se non uso il software che ho scaricato in teoria dovrei essere nel pieno della legalità)2. se io scaricassi film/musica sarebbe reato? (sapendo che sull'acquisto di supporti informatici grava l'equo compenso, posto perché su tali supporti si potrebbe archiviare materiale pirata, e sapendo che la legge sancisce che è illegale far pagare per un servizio non usufruibile)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 maggio 2010 22.20-----------------------------------------------------------
    • Funz scrive:
      Re: Fattori
      - Scritto da: Simon the Sorcerer
      Vi sono persone, io in primis, che appena
      acquistato l'humble indie bundle, hanno avviato
      il download per più piattaforme
      contemporaneamente (cosa che loro escludevano
      come possibilità nel post ove facevano la stima
      sulla
      pirateria).Beh questo pure io
      Vi sono altri che, dopo la donazione, scaricavano
      più volte per la stessa piattaforma (tra i
      commenti del post originale spiccano i "ho fatto
      un offerta 2x anzichè x e poi l'ho scaricato
      anche sul pc della mia
      ragazza").Ma usare una chiavetta no? Bastava anche un CD-ROM :)
      Vi sono infine i pirati che dopo aver fatto una
      donazione hanno dato la loro chiave al mondo; e
      delle persone senza riguardi che l'hanno
      scaricato.Come quello che ha scaricato dieci giga di giochi che in totale fanno poche centinaia di mega :)
      1. se io scaricassi un software sarebbe reato?
      (sapendo che quando acquisto un software in
      realtà acquisto la sua licenza d'uso se non uso
      il software che ho scaricato in teoria dovrei
      essere nel pieno della
      legalità)C'era stata la discussione sul caso in cui la Finanza trova un installer pirata, ma non installato. Qualcuno sa come era finita?
      2. se io scaricassi film/musica sarebbe reato?
      (sapendo che sull'acquisto di supporti
      informatici grava l'equo compenso, posto perché
      su tali supporti si potrebbe archiviare materiale
      pirata, e sapendo che la legge sancisce che è
      illegale far pagare per un servizio non
      usufruibile)Qui non si può dimostrare di non aver fruito, e poi l'equo compenso copre unicamente la copia privata di Cd e DVD regolarmente comprati, non la roba piratata (ca*gata immonda ma è così)
  • Sandro kensan scrive:
    Comprato
    Ho versato una piccola somma, come casual gamers interessato solo a world of goo mi sembra equo, peccato che non abbiano intenzione di renderlo open source e free software.Ovviamente sono un utente linux.
  • suca scrive:
    TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
    come da oggetto
    • pluto scrive:
      Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
      - Scritto da: suca
      come da oggettopovero scroccone.
      • aPenguin scrive:
        Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
        Leggi qua:http://arstechnica.com/gaming/guides/2010/05/with-1-million-raised-humble-bundle-games-go-open-source.ars?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=rssWith
        $1 million raised, Humble Bundle games go open sourceE' stato un sucXXXXXne!!In pochi giorni hanno incassato fino ad ora $1,156,232e a breve rilasceranno i sorgenti sotto GPL.Alla faccia di chi si lamenta della pirateria, di chi vuole + DRM e sopratutto dei "linari" che vogliono tutto gratis e poi sono quelli che hanno donato di piu' (rotfl)
        • calunnioso o diffamante scrive:
          Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
          guarda... bisogna farli bene i conti.Se hai un negozio, paghi 5000 euro i prodotti che vendi in un mese e hai un affitto di 2000 euro, incassare 7000 euro vuol dire andare in rovina... anche se 7000 euro al mese sembrano tanti.Ci sono parecchie circostanze da considerare per dire se quei soldi son tanti
          • aPenguin scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Sono loro stessi a dire che è stato un "sucXXXXX strepitoso che è andato oltre le più rosee aspettative".Leggilo sul loro sito in prima pagina in alto:http://www.wolfire.com/humble"The Humble Indie Bundle experiment has been a massive success beyond our craziest expectations."..e poi non ha niente a che vedere con i negozi e gli affitti. Il loro esperimento taglia completamente fuori i negozi al dettaglio della vecchia filiera per cui parlare di affitti spese e incassi mensili non c'entra proprio un bel niente
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            un negozio era un esempio di attività con costi....loro avranno l'affito di qualche stanza, gli stipendi degli impiegati, computers per programmare, luce, riscaldamento ecc.Comunque non è un discorso che può essere fatto in generale. Se ritieni che sia sempre un grande affarone mettiti a sviluppare un videogame tu e poi rilascialo GPL
          • aPenguin scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Ripeto che sono stati loro a dire che è stato un sucXXXXX strepitoso, a tal punto da decidere di rilasciare i sorgenti.Rileggi:http://www.wolfire.com/humble"The Humble Indie Bundle experiment has been a massive success beyond our craziest expectations."e:"Now it's our turn to give back. As of 5/11/10, Aquaria, Gish, Lugaru HD, and Penumbra Overture pledge to go open source. We are preparing the sources right now and will be releasing them ASAP. We spent last night preparing Lugaru and it is available now. The code is still a little rough (no Visual Studio project yet, for instance) but hopefully with the help of the community we can rapidly make it more accessible to everyone."a loro va più che bene a quanto pare.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            certo ma ci sono delle motivazioni precise.Anche io se riesco ad ottenere una donazione per una vecchia lavatrice che avrei dovuto buttare ritengo di aver fatto un buon affare
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            E se riesci ad ottenere una donazione per una copia di un programma già scritto? A te quanto è cstato fare quella copie?
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            dipende da:1) quanto è costato il prototipo 2) quanto mi rende difficile vendere il prototipo successivo3) se tutti fanno così come si evolve?Certo potrebbero far pagare le prime fiat panda 15000 euro e le successive solo 1500 perchè gli costa così riprodurla, vero?ma poi la fiat panda versione 2 come la fanno? e se fanno così anche le altre marche? andiamo avanti con le riproduzioni delle auto del 1950?
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            3) se tutti fanno così come si evolve?Non serve che tutti facciano così: basta che lo faccia un tuo concorrente, e tu sei tagliato fuori.

            Certo potrebbero far pagare le prime fiat panda
            15000 euro e le successive solo 1500 perchè gli
            costa così riprodurla,
            vero?I prezzi scendono, infatti, se compri un auto che non è l'ultimo modello. Peccato che riprodurre un'auto costa di più di quanto dici.
            ma poi la fiat panda versione 2 come la fanno?E che bisogno c'è di farla? Non la faccio, vendo a meno, e così sbaraglio la concorrenza.
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: angros

            3) se tutti fanno così come si evolve?

            Non serve che tutti facciano così: basta che lo
            faccia un tuo concorrente, e tu sei tagliato
            fuori.
            posso procurarmelo e copiare anche io.



            Certo potrebbero far pagare le prime fiat panda

            15000 euro e le successive solo 1500 perchè gli

            costa così riprodurla,

            vero?

            I prezzi scendono, infatti, se compri un auto che
            non è l'ultimo modello. Peccato che riprodurre
            un'auto costa di più di quanto
            dici.
            ma se vai a vedere il costo dell'auto è sempre superiore alla somma del costo della manodopera e del materiale.
            E che bisogno c'è di farla? Non la faccio, vendo
            a meno, e così sbaraglio la
            concorrenza.Mmmm... quante ford modello T stai vedendo girare per le strade ?
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: angros


            3) se tutti fanno così come si evolve?



            Non serve che tutti facciano così: basta che lo

            faccia un tuo concorrente, e tu sei tagliato

            fuori.


            posso procurarmelo e copiare anche io.Certo, ma non potrai metterlo a prezzo più alto (nessuno verrebbe da te se può trovare lo stesso prodotto altrove a meno, o gratis). E neanche l'altro potrà alzare i prezzi: così si mantengono le condizioni più vantaggiose possibili, per il cliente, e la produzione avviene con i criteri più efficienti possibili.È il fine ultimo della libera concorrenza, e del capitalismo.






            Certo potrebbero far pagare le prime fiat
            panda


            15000 euro e le successive solo 1500 perchè
            gli


            costa così riprodurla,


            vero?



            I prezzi scendono, infatti, se compri un auto
            che

            non è l'ultimo modello. Peccato che riprodurre

            un'auto costa di più di quanto

            dici.


            ma se vai a vedere il costo dell'auto è sempre
            superiore alla somma del costo della manodopera e
            del
            materiale.Come ho già detto, ci sono anche i collaudi e le immatricolazioni.


            E che bisogno c'è di farla? Non la faccio, vendo

            a meno, e così sbaraglio la

            concorrenza.

            Mmmm... quante ford modello T stai vedendo girare
            per le strade
            ?Perchè altri hanno trovato il modo di produrre auto migliori in modo più efficiente, con un rapporto qualità/prezzo migliore.
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            Certo, ma non potrai metterlo a prezzo più alto
            (nessuno verrebbe da te se può trovare lo stesso
            prodotto altrove a meno, o gratis). ecchissenefrega, visto che ho 0 costi di investimento, mi limito a copiare, posso venderlo a prezzi più bassi. E chi ha investito in ricerca ci perde. Solo che le fregature le puoi tirare una volta sola, se permetti la copia dei progetti e non tuteli i brevetti allora ottieni il risultato di azzerare gli investimenti.
            È il fine ultimo della libera concorrenza, e del
            capitalismo.libera concorrenza non significa rapina.









            Certo potrebbero far pagare le prime fiat

            panda



            15000 euro e le successive solo 1500 perchè

            gli



            costa così riprodurla,



            vero?





            I prezzi scendono, infatti, se compri un auto

            che


            non è l'ultimo modello. Peccato che riprodurre


            un'auto costa di più di quanto


            dici.




            ma se vai a vedere il costo dell'auto è sempre

            superiore alla somma del costo della manodopera
            e

            del

            materiale.

            Come ho già detto, ci sono anche i collaudi e le
            immatricolazioni.
            aggiungici anche quelli, rimane comunque una parte che ripaga la ricerca e lo sviluppo.
            Perchè altri hanno trovato il modo di produrre
            auto migliori in modo più efficiente, con un
            rapporto qualità/prezzo
            migliore.e l'hanno fatto per pura filantropia o per vendere ?
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: shevathas

            Certo, ma non potrai metterlo a prezzo più alto

            (nessuno verrebbe da te se può trovare lo stesso

            prodotto altrove a meno, o gratis).

            ecchissenefrega, visto che ho 0 costi di
            investimento, mi limito a copiare, posso venderlo
            a prezzi più bassi.Non più bassi del prezzo di costo. Inoltre, nell'esempio delle auto, se tu vendi in perdita, io vengo da te, mi compro tutte le auto che produci, e me le rivendo a prezzo pieno.
            E chi ha investito in ricerca
            ci perde.No: come avevamo detto, le prime auto sono più care, perchè ammortizzano i costi di ricerca, e le ultime della serie no: quindi, quando tu mi copi, io ho già recuperato l'investimento (e, prima che tu modifichi gli impianti di produzione per produrre auto uguali alle mie, io ho avuto il tempo per farlo)

            È il fine ultimo della libera concorrenza, e del

            capitalismo.

            libera concorrenza non significa rapina.Riguardati la definizione di rapina, che qui non c'entra proprio.

            Come ho già detto, ci sono anche i collaudi e le

            immatricolazioni.


            aggiungici anche quelli, rimane comunque una
            parte che ripaga la ricerca e lo
            sviluppo.Solo nei primi modelli di una serie.


            Perchè altri hanno trovato il modo di produrre

            auto migliori in modo più efficiente, con un

            rapporto qualità/prezzo

            migliore.

            e l'hanno fatto per pura filantropia o per
            vendere
            ?Cambia qualcosa? Il progresso è anche offrire un prodotto uguale, ma che costa meno: quello che aumenta non è la qualità, ma il rapporto qualità/prezzo.
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            Non più bassi del prezzo di costo. ovviamente, però c'è da dire che mentre chi ha investito nella ricerca per rientrare dalle spese deve recuperare le spese per materiali + manodopera + collaudo ed immatricolazione + ricerca io non devo spendere in ricerca quindi posso rientrare prima dall'investimento anche se faccio un prezzo più basso.
            Inoltre,
            nell'esempio delle auto, se tu vendi in perdita,
            io vengo da te, mi compro tutte le auto che
            produci, e me le rivendo a prezzo
            pieno.
            soldini ci servono, molti.
            No: come avevamo detto, le prime auto sono più
            care, perchè ammortizzano i costi di ricerca, e
            le ultime della serie no: quindi, quando tu mi
            copi, io ho già recuperato l'investimento sicuro ? non è che ci voglia molto a smontare un motore per vedere come è fatto dentro, sei sicuro di riuscire a vendere abbastanza auto da rientrare dall'investimento ?
            (e,
            prima che tu modifichi gli impianti di produzione
            per produrre auto uguali alle mie, io ho avuto il
            tempo per
            farlo)
            le auto non sono proXXXXXri e non c'è bisogno di fare modifiche pesanti alle linee di assemblaggio.




            È il fine ultimo della libera concorrenza, e
            del


            capitalismo.



            libera concorrenza non significa rapina.

            Riguardati la definizione di rapina, che qui non
            c'entra
            proprio.




            Come ho già detto, ci sono anche i collaudi e
            le


            immatricolazioni.




            aggiungici anche quelli, rimane comunque una

            parte che ripaga la ricerca e lo

            sviluppo.

            Solo nei primi modelli di una serie.





            Perchè altri hanno trovato il modo di produrre


            auto migliori in modo più efficiente, con un


            rapporto qualità/prezzo


            migliore.



            e l'hanno fatto per pura filantropia o per

            vendere

            ?

            Cambia qualcosa? si.
            Il progresso è anche offrire un
            prodotto uguale, ma che costa meno: quello che
            aumenta non è la qualità, ma il rapporto
            qualità/prezzo.e per fare questo servono investimenti in ricerca, il progresso mica cresce da solo sugli alberi. E se non tuteli tali investimenti, e questo è lo spirito del brevetto industriale, pochi o nessuno li affronterà.
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!


            e per fare questo servono investimenti in
            ricerca, il progresso mica cresce da solo sugli
            alberi. E se non tuteli tali investimenti, e
            questo è lo spirito del brevetto industriale,
            pochi o nessuno li
            affronterà.Ne basta uno solo.
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: angros



            e per fare questo servono investimenti in

            ricerca, il progresso mica cresce da solo sugli

            alberi. E se non tuteli tali investimenti, e

            questo è lo spirito del brevetto industriale,

            pochi o nessuno li

            affronterà.

            Ne basta uno solo.bene, trovalo e finanzialo.
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            I progetti migliori sono partiti con investimenti minimi.
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: angros
            I progetti migliori sono partiti con investimenti
            minimi.può darsi se il settore era ancora acerbo e c'era scarsa concorrenza da superare. Ma ad esempio attualmente è inapplicabile al settore automobilistico o al software ERP.
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Per il settore automobilistico, quello che tu vendi (e su cui hai i guadagni) è un bene materiale, quindi vendibile. Se i margini di guadagno sono sufficienti, puoi re-investirne una parte.Ma il software non è vendibile, quindi niente margini di guadagno, e niente investimenti.
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: angros
            Per il settore automobilistico, quello che tu
            vendi (e su cui hai i guadagni) è un bene
            materiale, quindi vendibile.con una parte immateriale: il progetto che sta alla base della produzione di massa. E che paghi.
            Se i margini di
            guadagno sono sufficienti, puoi re-investirne una
            parte.secondo il tuo ragionamento non dovrei avere margini visto che appena rientro dai costi dovrei vendere al mero prezzo di produzione. E' la stessa cosa dei beni immateriali, tu ritieni ingiusto che io guadagni da qualcosa che teoricamente posso replicare all'infinito, e avendo il progetto di una macchina ne posso produrre quante ne voglio. Quindi se per recuperare gli investimenti in ricerca devo vendere 100 macchine la 101-esima la dovrei vendere scontata della quota di ammortamento della ricerca. E se io fossi stato tanto bravo da far desiderare tanto le mie macchine così che la gente sia disposta a pagarle ancora al prezzo della prima ? perché non dovrei venderle a quel prezzo ed eventualmente abbassare i prezzi dopo ?
            Ma il software non è vendibile, quindi niente
            margini di guadagno, e niente
            investimenti.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            il software è vendibile proprio come i libri (che non andrebbero fotocopiati).Solo che i libri scritti dai professori non devono essere fotocopiati ed è giusto che costino, mentre il software scritto dai programmatori privi di stipendio sicurissimo deve essere gratis perchè è duplicabile
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: calunnioso o diffamante
            il software è vendibile proprio come i libri (che
            non andrebbero
            fotocopiati).E perchè mai? Che motivo c'è di non fotocopiarli?

            Solo che i libri scritti dai professori non
            devono essere fotocopiati Vengono fotocopiati.
            ed è giusto che costinoNo, non lo è. E se cerchi sul mulo, si trovano.
            , mentre il software scritto dai
            programmatori privi di stipendio sicurissimo deve
            essere gratis perchè è
            duplicabilePerchè mai dovrei pagare per una copia che posso farmi da solo?
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            dillo a certi tuoi colleghi quando beccano i loro studenti con il libro copiato
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            E' la stessa cosa dei beni immateriali, tu
            ritieni ingiusto che io guadagni da qualcosa che
            teoricamente posso replicare all'infinito, e
            avendo il progetto di una macchina ne posso
            produrre quante ne voglio. Quindi se per
            recuperare gli investimenti in ricerca devo
            vendere 100 macchine la 101-esima la dovrei
            vendere scontata della quota di ammortamento
            della ricerca. E se io fossi stato tanto bravo da
            far desiderare tanto le mie macchine così che la
            gente sia disposta a pagarle ancora al prezzo
            della prima ? perché non dovrei venderle a quel
            prezzo ed eventualmente abbassare i prezzi dopo
            ?Io le copio, e le vendo al prezzo più basso: visto che ti sei ripagato la ricerca, non hai più scuse.
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: angros

            E' la stessa cosa dei beni immateriali, tu

            ritieni ingiusto che io guadagni da qualcosa che

            teoricamente posso replicare all'infinito, e

            avendo il progetto di una macchina ne posso

            produrre quante ne voglio. Quindi se per

            recuperare gli investimenti in ricerca devo

            vendere 100 macchine la 101-esima la dovrei

            vendere scontata della quota di ammortamento

            della ricerca. E se io fossi stato tanto bravo
            da

            far desiderare tanto le mie macchine così che la

            gente sia disposta a pagarle ancora al prezzo

            della prima ? perché non dovrei venderle a quel

            prezzo ed eventualmente abbassare i prezzi dopo

            ?

            Io le copio, e le vendo al prezzo più basso:
            visto che ti sei ripagato la ricerca, non hai più
            scuse.grazie, così insieme al multone che ti becchi devi anche girarmi parte dei guadagni.buffo comunque che quando non riesci ad argomentare metti il bimbominkia mode ad on.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 maggio 2010 12.52-----------------------------------------------------------
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Stavamo parlando dell'utilità di una norma, non della sua applicazione.Ipotizziamo che la tua innovazione non sia brevettabile (o che i brevetti non ci siano)
      • Funz scrive:
        Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
        - Scritto da: pluto
        povero scroccone.Povero te, che non hai capito niente di come gira il mondo dell'informatica...
        • calunnioso o diffamante scrive:
          Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
          potresti spiegarlo tu, sopratutto dal punto di vista contabile
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Basta capire da cosa è determinato il prezzo di un bene (di qualsiasi tipo: materiale, immateriale, digitale...) per concludere che il sistema GPL è l'unico sistema che può funzionare, nel lungo termine, e garantire lavoro e stipendio agli sviluppatori.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            ok! da cosa è determinato il prezzo di un bene?
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Fondamentalmente da due fattori:1) Quanto costa produrlo?Se lo vendi a meno, non ti ripaghi i costi di produzione, vai in perdita, e in poco tempo sei costretto a fermarti. Quindi, questo fattore fissa il limite più basso del prezzo.2) Quanto sei disposto a pagare per averlo?Se lo vendi a un prezzo più alto, nessuno te lo compra, perchè la gente preferisce rinunciare piuttosto che pagare quel prezzo. Questo fattore fissa il limite più alto.Il primo fattore si chiama, nel gergo economico, offerta, il secondo fattore si chiama domanda.Il prezzo può variare, ma solo all'interno di questi limiti.In un regime di libera concorrenza, però, ci sono diversi venditori, e diversi clienti, per lo stesso prodotto: alcuni di loro entrano in gioco solo in certi momenti (c'è chi inizia a comprare solo se il prezzo scende sotto un certo valore, e chi inizia a produrre e a vendere solo se il prezzo supera un altro valore); in questo modo, un aumento dei prezzi riduce la domanda e fa aumentare l'offerta (alcuni smettono di comprare, altri trovano conveniente iniziare a produrre); al contrario, un calo dei prezzi in genere riduce l'offerta (alcuni smettono di produrre, perchè a loro non conviene produrre a prezzi così bassi), e fa salire la domanda.In questo modo, il prezzo di un prodotto si mantiene più o meno stabile.Ma ora, cosa accade se qualcuno trova il modo di produrre ad un prezzo più basso (ad esempio, grazie ad una tecnica di produzione più efficiente)?
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: angros
            Basta capire da cosa è determinato il prezzo di
            un bene (di qualsiasi tipo: materiale,
            immateriale, digitale...) per concludere che ilok come si determina il costo di produzione ed il prezzo di vendita, nei casi dei due tipi di bene: materiale (una mela) o immateriale (un software) ?
            sistema GPL è l'unico sistema che può funzionare,strano che le software house si intestardiscano a tenere codice closed e non hanno messo tutto sotto GPL.
            nel lungo termine, e garantire lavoro e stipendio
            agli
            sviluppatori.puoi dettagliare meglio come andrebbe avanti la baracca ?
          • advange scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Il SW libero è l'unica possibile soluzione: il closed può vincere solo in piccole ristrette realtà.Puntare sul closed è un rischio enorme: le aziende americane, ad es., in questo momento non possono acquistare Office 2007 e, se legate al formato proprietario OOXML, sono impantanate in una strada senza uscita.L'open sta trionfando ovunque: - nei server Linux ha spazzato via gli UNIX proprietari. - su telefonini e smartphone i sistemi operativi open la fanno da padrone - nei tablet Android farà fuori Windows 7 decretando l'uscita di MS da questo mercato - nei browser il 50% del mercato è detenuto da SW open o basati su motori open.La strada è definitivamente segnata: le aziende (produttrici e consumatrici) hanno capito che il closed ha perso e porta solo a fame e miseria.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Si parla di software house che producono software e nello specifico videogiochi... non di "utenti" di software
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Senza gli utenti, per chi produci il software? E se gli utenti sono danneggiati dal closed, perchè dovrebbero usarlo?
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: angros
            Senza gli utenti, per chi produci il software? E
            se gli utenti sono danneggiati dal closed, perchè
            dovrebbero
            piratarlo ?Fix'd 8)
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            seee e se gli utenti vogliono gratis quello che produco perchè dovrei produrlo?rifixed
          • krane scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: calunnioso o diffamante
            seee e se gli utenti vogliono gratis quello che
            produco perchè dovrei produrlo?
            rifixedInfatti: non produrlo ed aspetta che ti supplichino !
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            non aspetto proprio! mi metto a produrre scatole, viti, bottoni e al diavolo il software
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Te lo consiglio anche io, visto che sembra che tu non comprenda la natura del software. Dopo tutto, a me non interessa affatto che venga realizzato nuovo software closed.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            non ti interessa manco che venga sviluppato open... al limite ti interessa che sia gratis
          • krane scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: calunnioso o diffamante
            non ti interessa manco che venga sviluppato
            open... al limite ti interessa che sia
            gratisA me una chilata di viti e bulloni servirebbe, in effetti non me li so fare, mentre i programmi me li posso scrivere.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            io invece so farmi le aragoste e quindi non vado al ristorante, ma magari non so farmi un software
          • krane scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: calunnioso o diffamante
            io invece so farmi le aragoste e quindi non vado
            al ristorante, ma magari non so farmi un
            softwareSe mi dici l'idea e mi piace potrei scriverlo appena ho un po' di tempo di noia.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            ok e io ti cucino qualcosa
          • krane scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: calunnioso o diffamante
            ok e io ti cucino qualcosaVedi com'e' facile :) ?
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            non tanto perchè rapportato al mondo sarebbe:si ma io per cucinare devo usare materiale, ma il tuo software è immateriale e quindi 1000 linee del tuo codice non valgono il mio panino, quindi, tu mi dai il software gratis e io non ti cucino nulla perchè tu non mi stai dando nulla
          • krane scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: calunnioso o diffamante
            non tanto perchè rapportato al mondo sarebbe:
            si ma io per cucinare devo usare materiale, ma il
            tuo software è immateriale e quindi 1000 linee
            del tuo codice non valgono il mio panino, quindi,
            tu mi dai il software gratis e io non ti cucino
            nulla perchè tu non mi stai dando nullaIo non ho problemi, sono stato il primo a dire che se l'idea mi piace lo programmo appena ho un po' di tempo vuoto; mica ho mai chiesto nulla in cambio !
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            no perchè tu non sarai mai veramente grato nei miei confronti perchè uso il tuo software!ritengo che dovresti pagarmi se uso il software che hai fatto per me, così siamo pari (anche secondo angros suppongo)
          • krane scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: calunnioso o diffamante
            no perchè tu non sarai mai veramente grato nei
            miei confronti perchè uso il tuo software!Ma infatti io il software lo scrivo per me, poi se serve anche a te usatelo pure.
            ritengo che dovresti pagarmi se uso il software
            che hai fatto per me, così siamo pari (anche
            secondo angros suppongo)E io non ti pago, poi se vuoi usarlo gratis fai pure.
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Scusa, ma se tu ti compri un panino, paghi solo il prezzo del pane e del ripieno, o paghi qualcosa di più? Al ristorante, non paghi solo gli ingredienti, ma anche il lavoro del cuoco.Se fai una assicurazione (che è immateriale) non paghi?La distinzione non è tra materiale e immateriale: è tra replicabile e non replicabile.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            allora le automobili dovrebbero costare meno di 3000 euro... le replica un robot spendendo circa quella cifra
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: calunnioso o diffamante
            allora le automobili dovrebbero costare meno di
            3000 euro... le replica un robot spendendo circa
            quella
            cifraFonti, prego? (te lo chiedo perchè tu, una vlta, mi dicevi che anche Steve Jobs si faceva costruire i computer da un robot, e poi ti sei accorto di aver sbagliato : http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2776865&m=2777500#p2777500 )
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            scusami ma le automobili come costi di produzione non costano 15000 euro... sbaglio passato o meno
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Vero: ci sono anche tutti i controlli di qualità necessari all'immatricolazione, che vanno fatti su ogni esemplare, ed hanno un costo. Ci sono le tasse, c'è l'immatricolazione, c'è l'assicurazione.Altrimenti, puoi comprare solo il ferro, ma poi lo usi solo sulle strade di tua proprietà, non sulle strade pubbliche.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            si e non fa 15000
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Ci sono auto che costano meno.E comunque, dillo agli operai della fiat che le auto sono fabbricate unicamente da robot... sentiamo cosa ti rispondono...
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            OK allora dietro ad auto da 10.000 euro ci sono comunque costi di produzione molto più bassi
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Fonti? Link?
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Se viene sviluppato open, e mi interessa magari contribuisco anche io allo sviluppo: scrivendone un pezzo, non mandando soldi.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            sarebbe meglio che inviassi a questa gente un pezzo di formaggio invece di scrivergli un pezzo di una cosa che per te non vale niente
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: calunnioso o diffamante
            sarebbe meglio che inviassi a questa gente un
            pezzo di formaggio invece di scrivergli un pezzo
            di una cosa che per te non vale
            nienteLoro mi hanno dato un bene digitale, io dò a loro un bene digitale; dov'è il problema?
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            che se ci scambiamo solo beni digitali non mangiamo.I soldi sono un bene generico nel senso che li scambi con cosa vuoi
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            che se ci scambiamo solo beni digitali non
            mangiamo.Non puoi scambiare beni digitali con il cibo: i beni digitali sono replicabili all'infinito, quindi ne hai una provvista infinita. Il cibo non lo è, quindi se si potesse scambiare una copia di un programma con un pezzo di formaggio, tu potresti scambiare infinite copie con infiniti pezzi di formaggio, e mangiare a vita con un programma che ti è costato un solo mese di lavoro. Questo non ha senso, sarebbe l'equivalente economico del moto perpetuo: è impossibile, come è impossibile aspettarsi di viaggiare per distanze infinite con solo un litro di benzina.
            I soldi sono un bene generico nel senso che li
            scambi con cosa
            vuoiI soldi sono un bene finito, e puoi scambiarli con altri beni finiti; non con un bene replicabile all'infinito. Se tu mi dai una copia di un software (e puoi fare quante copie vuoi), a rigor di logica ti meriteresti di ricevere la fotocopia di una banconota (che io posso replicae quante volte voglio); ma cosa te ne faresti?
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            anche le tue lezioni universitarie sono replicabili all'infinito... basta una telecamera da 4 soldi.Forse dovrebbero pagarti lo stipendio con nuove lezioni di altre materie. Tu insegni fisica e in cambio ti pagano con delle lezioni di economia o latino
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Ehm... lo sai, vero, che le lezioni universitarie sono pubbliche, chiunque può entrare e seguirle (anche senza essere iscritto), che su Rai Nettuno le trasmettono in chiaro, e che le trascrizioni di tali lezioni si possono trovare in tutte le copisterie vicino all'università, pagando praticamente solo il prezzo della fotocopia? E lo sai che in moltissimi casi sono anche scaricabili da Internet?
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: angros
            Ehm... lo sai, vero, che le lezioni universitarie
            sono pubbliche, chiunque può entrare e seguirle
            (anche senza essere iscritto), che su Rai Nettuno
            le trasmettono in chiaro, e che le trascrizioni
            di tali lezioni si possono trovare in tutte le
            copisterie vicino all'università, pagando
            praticamente solo il prezzo della fotocopia? E lo
            sai che in moltissimi casi sono anche scaricabili
            da
            Internet?e allora a che pro pagare i professori per farle ? si preparano lezioni uniche nazionali, e le aggiorni ogni cinque anni*, si prepara una batteria di test unica nazionale e le università vengono convertite in centri di somministrazione test e mandi a coltivare pomodori il 99% dei parassiti dell'università.*e ovviamente paghi solo un unica lezione.
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            e allora a che pro pagare i professori per farle
            ? si preparano lezioni uniche nazionali, e le
            aggiorni ogni cinque anni*, si prepara una
            batteria di test unica nazionale e le università
            vengono convertite in centri di somministrazione
            test e mandi a coltivare pomodori il 99% dei
            parassiti
            dell'università.

            *e ovviamente paghi solo un unica lezione.Tipo le lezioni di Rai Nettuno? Funziona così.Infatti i professori non ripetono a pappagallo una lezione: rispondono alle domande, e personalizzano la lezione in base alle persone con cui hanno a che fare.E questo capita anche dove l'università non è finanziata dallo stato, segno che evidentemente gli studenti considerano il lavoro del professore insostituibile, e non replicabile.
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            Tipo le lezioni di Rai Nettuno? Funziona così.
            Infatti i professori non ripetono a pappagallo
            una lezione: rispondono alle domande, e
            personalizzano la lezione in base alle persone
            con cui hanno a che
            fare.
            (ROTFL)
            E questo capita anche dove l'università non è
            finanziata dallo stato, segno che evidentemente
            gli studenti considerano il lavoro del professore
            insostituibile, e non
            replicabile.io non lo giudico utile. Posso rifiutarmi di pagare la quota delle tasse che finanzia l'istruzione ?
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            io non lo giudico utile. Posso rifiutarmi di
            pagare la quota delle tasse che finanzia
            l'istruzione
            ?Certo: mica paghi le tasse universitarie, se non sei iscritto (e puoi comunque assistere alle lezioni)
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: angros

            io non lo giudico utile. Posso rifiutarmi di

            pagare la quota delle tasse che finanzia

            l'istruzione

            ?

            Certo: mica paghi le tasse universitarie, se non
            sei iscritto (e puoi comunque assistere alle
            lezioni)ma l'università non è finanziata solo con le tasse universitarie.PSalle lezioni non fanno molto gli schizzinosi perché a pochi interessa seguire lezioni universitarie a sbafo. Se corsi con 4 iscritti si trovano di botto ad avere aule strapiene e gente in piedi per seguire la lezione la prima cosa che fanno è far accedere solo chi ha il libretto o il tesserino di riconoscimento. Idem per i laboratori.
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            PS
            alle lezioni non fanno molto gli schizzinosi
            perché a pochi interessa seguire lezioni
            universitarie a sbafo. Se corsi con 4 iscritti si
            trovano di botto ad avere aule strapiene e gente
            in piedi per seguire la lezione la prima cosa che
            fanno è far accedere solo chi ha il libretto o il
            tesserino di riconoscimento. Idem per i
            laboratori.Appunto: le risorse non bastano per tutti -
            qualcuno deve rinunciare.Se la stanza è troppo affollata, o se in laboratorio ci sono pochi posti, alcuni vengono allontanati.Ma se un bene è duplicabile, basta sempre per tutti.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Senti, ma mi spieghi come fai a rivendere le stesse lezioni tutti gli anni, a fare un lavoro dove se i tuoi clienti sono insoddisfatti (parlo degli studenti) non perdi il posto.Ma tu prendi X-mila euro garantiti tutti i mesi e ti permetti di parlare di chi deve timbrare il cartellino e cercare di inventarsi qualcosa per sopravvivere tutti i giorni!!!!!P.S.I libri spesso non sono manco gratis e ci prendete una bella percentuale
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            Senti, ma mi spieghi come fai a rivendere le
            stesse lezioni tutti gli anni, a fare un lavoro
            dove se i tuoi clienti sono insoddisfatti (parlo
            degli studenti) non perdi il
            posto.Un professore non "rivende" le stesse lezioni tutti gli anni, le aggiorna ogni anno (spesso con contributi originali); altrimenti, bsta un libro di testo, non serve andare a lezione.
            P.S.
            I libri spesso non sono manco gratis e ci
            prendete una bella
            percentualeMai preso una percentuale su quello che ho scritto.
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            Appunto: le risorse non bastano per tutti -

            qualcuno deve
            rinunciare.
            chi non paga deve rinunciare.
            Se la stanza è troppo affollata, o se in
            laboratorio ci sono pochi posti, alcuni vengono
            allontanati.iniziando da chi non paga. Altrimenti se si adottano altri criteri di scelta il rischio è che poi nessuno paghi.
            Ma se un bene è duplicabile, basta sempre per
            tutti.Ma non è detto che la produzione del bene, sia esso un progetto, sia esso un programma, sia a costo zero. Si torna sempre al solito discorso: se si vuole avere un programma o un servizio è logico ricompensare in qualche modo chi tale programma scrive o fornisce tale servizio. Altrimenti corri seriamente il rischio che tale servizio non ti sia fornito, che l'artista rinunci ad andare a suonare e preferisca andare a coltivare pomodori, che l'autista pianti pullman e scrocconi e vada a coltivare patate.Quindi devi far si che la gente paghi per i servizi cui usufruisce, o in maniera diretta (fattura al medico) oppure in maniera indiretta (tasse rigirate al SSN) e conseguentemente che chi non paghi venga sanzionato. Poi si può discutere quanto si vuole se sia meglio la politica dell'offerta libera o l'uso del CR, se è meglio avere il pagamento diretto od indiretto. Ma il punto irrinunciabile è che qualcuno deve pagare.
          • krane scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: shevathas

            Appunto: le risorse non bastano per tutti -


            qualcuno deve rinunciare.
            chi non paga deve rinunciare.

            Se la stanza è troppo affollata, o se in

            laboratorio ci sono pochi posti, alcuni vengono

            allontanati.
            iniziando da chi non paga. Altrimenti se si
            adottano altri criteri di scelta il rischio è che
            poi nessuno paghi.

            Ma se un bene è duplicabile, basta sempre per

            tutti.
            Ma non è detto che la produzione del bene, sia
            esso un progetto, sia esso un programma, sia a
            costo zero. Si torna sempre al solito discorso:
            se si vuole avere un programma o un servizio è
            logico ricompensare in qualche modo chi tale
            programma scrive o fornisce tale servizio.
            Altrimenti corri seriamente il rischio che tale
            servizio non ti sia fornito, che l'artista
            rinunci ad andare a suonare e preferisca andare a
            coltivare pomodori, che l'autista pianti pullman
            e scrocconi e vada a coltivare patate.Che non sarebbe male, almeno ci sarebbero piu' patate, ci andassero una buona volta cosi' ci dimostrano quanto abbiamo bisogno di loro...
            Quindi devi far si che la gente paghi per i
            servizi cui usufruisce, o in maniera diretta
            (fattura al medico) oppure in maniera indiretta
            (tasse rigirate al SSN) e conseguentemente che
            chi non paghi venga sanzionato.Perfetto: paghiamo l'equo compenso quindi scarichiamo, visto che abbiamo gia' pagato.
            Poi si può discutere quanto si vuole se sia meglio la
            politica dell'offerta libera o l'uso del CR, se è
            meglio avere il pagamento diretto od indiretto.
            Ma il punto irrinunciabile è che qualcuno deve
            pagare.
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!


            Ma se un bene è duplicabile, basta sempre per

            tutti.

            Ma non è detto che la produzione del bene, sia
            esso un progetto, sia esso un programma, sia a
            costo zero.Queto è irrilevante, se la duplicazione è a costo zero. Qualsiasi cifra, diviso infinito, dà zero.
            Si torna sempre al solito discorso:
            se si vuole avere un programma o un servizio è
            logico ricompensare in qualche modo chi tale
            programma scrive o fornisce tale servizio.
            Altrimenti corri seriamente il rischio che tale
            servizio non ti sia fornitoSe è duplicabile, non c'è bisogno che nessuno me lo fornisca più. Non c'è bisogno che tu riscriva un programma già esistente, o che risuoni un brano già registrato, o che ripeta una lezione già trascritta. Se sai fare solo quello, non servi a niente., che l'artista
            rinunci ad andare a suonare e preferisca andare a
            coltivare pomodori, che l'autista pianti pullman
            e scrocconi e vada a coltivare
            patate.Ottimo: pomodori e patate non sono duplicabili, quindi per averne di più bisogna produrne di più. I beni digitali sono duplicabili, quindi basta produrli una volta sola.
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            Queto è irrilevante, se la duplicazione è a costo
            zero. Qualsiasi cifra, diviso infinito, dà
            zero.
            la duplicazione diciamo che è quasi a costo zero (fissiamola in un epsilon maggiore di zero ma piccolo a piacere, almeno la plastica del CD devo metterla o il costo della memoria per contenere l'originale da scaricare). Ma la produzione del primo originale ? Se nessuno paga per la produzione dell'originale l'originale non esiste, e non mi sembra sia una questione "irrilevante".Seconda cosa: il tuo ragionamento sarebbe fondato se oltre che produrre infinite copie fossi anche sicuro di vendere infinite copie. Se delle infinite copie ne vendo cento e il resto rimane in magazzino guadagno 100 volte epsilon mica infinito.Quindi o illuminaci come fare a vendere infinite copie di un software oppure ti consiglio di migliorare le tue dottrine economiche.
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Ok, ipotizziamo che tu preveda di vendere 100 copie: calcoli il prezzo in modo da dividere i costi di produzione su quelle 100 copie, così ti sei ripagato. Ma a questo punto, la 101esima copia non deve più essere gravata dei costi di produzione.
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: angros
            Ok, ipotizziamo che tu preveda di vendere 100
            copie: calcoli il prezzo in modo da dividere i
            costi di produzione su quelle 100 copie, così ti
            sei ripagato. Ma a questo punto, la 101esima
            copia non deve più essere gravata dei costi di
            produzione.ed è quello che avviene. io prevedo di vendere circa 100 copie, le stampo e le offro per quel prezzo al mercato. Se poi non c'è domanda me le tengo in magazzino o le svendo/butto, se invece c'è domanda e c'è ancora gente pronta ad acquistare per quel prezzo ne stampo altre e continuo a venderle, non vedo cosa ci sia di immorale in questo.Se cala la domanda ovviamente abbasserò i prezzi fin quando, come capita con l'abbandonware, la domanda è talmente bassa da rendere antieconomico predisporre un offerta e chiuderò occhi e bocca se i siti di abbandonware rilanciano i miei prodotti oppure lo offrirò gratis io stesso usandolo come strumento pubblicitario per la versione successiva del mio prodotto.
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            ed è quello che avviene. io prevedo di vendere
            circa 100 copie, le stampo e le offro per quel
            prezzo al mercato.Fin qui, va bene.
            Se poi non c'è domanda me le
            tengo in magazzino o le svendo/butto, se invece
            c'è domanda e c'è ancora gente pronta ad
            acquistare per quel prezzo ne stampo altre e
            continuo a venderle, non vedo cosa ci sia di
            immorale in
            questo.Che, a quel punto, stai guadagnando senza lavorare: e cerchi di costringere gli altri a pagarti, quando magari la copia me la farei tranquillamente da solo: perchè mai devo pagare te? Và a lavorare!
            Se cala la domanda ovviamente abbasserò i prezzi
            fin quando, come capita con l'abbandonware, la
            domanda è talmente bassa da rendere antieconomico
            predisporre un offerta e chiuderò occhi e bocca
            se i siti di abbandonware rilanciano i miei
            prodotti oppure lo offrirò gratis io stesso
            usandolo come strumento pubblicitario per la
            versione successiva del mio
            prodotto.Ok: allora perchè la Microsoft non mi rilascia come pubblico dominio Windows 95?Se ragioni così, diventa nel mio interesse portare il prima posibile la domanda a zero: e allora aspettati pure fud, boicottaggi e pirateria. Il tuo lavoro non è più produrre, ma ostacolare gli altri, perciò è negativo, e va eliminato.
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            Che, a quel punto, stai guadagnando senza
            lavorare: e cerchi di costringere gli altri a
            pagarti, quando magari la copia me la farei
            tranquillamente da solo: perchè mai devo pagare
            te? Và a
            lavorare!
            io il lavoro l'ho fatto. ed è su quello scaffale, se ti piace lo paghi e lo prendi, se non ti piace lo lasci lì dov'è. O sposi la teoria della domanda e dell'offerta e quindi se c'è domanda il prezzo sale oppure sposi la teoria del prezzo imposto ed elimini le fluttuazioni legate a domanda e offerta. Non puoi avere entrambe per lo stesso prodotto.

            Ok: allora perchè la Microsoft non mi rilascia
            come pubblico dominio Windows
            95?
            saranno affari della Microsoft. Ma non ho visto molte multe per copie di Win95 parcheggiate in oramai vecchi bidoni.
            Se ragioni così, diventa nel mio interesse
            portare il prima posibile la domanda a zero: e
            allora aspettati pure fud, boicottaggi e
            pirateria. sei in contraddizione: se il mio prodotto fa schifo e merita di essere boicottato perché piratarlo ? se lo pirati vuol dire che lo vuoi ma non sei disposto a pagare. Se lo boicotti dici che quel prodotto fa schifo e non vale la pena usarlo. Considera anche un altro aspetto: se la domanda va a zero allora non diventa conveniente produrre. Se nessuno compra le mie matite io mi metto a fabbricare quaderni mica mi intestardisco con le matite.
            Il tuo lavoro non è più produrre, ma
            ostacolare gli altri, perciò è negativo, e va
            eliminato.benissimo ma se elimini il mio lavoro elimini anche ciò che con il mio lavoro produco.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 maggio 2010 13.56-----------------------------------------------------------
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            io il lavoro l'ho fatto. ed è su quello scaffale,E sei già stato pagato per quello. Se vuoi essere pagato un'altra volta, lavora un'altra volta.
            se ti piace lo paghi e lo prendi, se non ti piace
            lo lasci lì dov'è.Lo lascio dov'è: per fare una copia, l'originale viene lasciato al suo posto.
            O sposi la teoria della
            domanda e dell'offerta e quindi se c'è domanda il
            prezzo sale oppure sposi la teoria del prezzo
            imposto ed elimini le fluttuazioni legate a
            domanda e offerta. Non puoi avere entrambe per lo
            stesso
            prodotto.Offro lo stesso prodotto, duplicato; se cerchi di impedirmelo, sei tu che vuoi avere il monopolio.
            sei in contraddizione: se il mio prodotto fa
            schifo e merita di essere boicottato perché
            piratarlo ?Non hai afferrato: non è il tuo prodoto che deve essere boicottato e affossato: sei tu , perchè non stai producendo più nulla di utile, e vuoi essere pagato lo stesso; peggio ancora, mi stai ostacolando dall'ottenere qualcosa che, se tu non ci fossi, potrei avere gratis. Quindi, sei nocivo, dal mio punto di vista, e per questo tenterò in ogni modo di farti perdere soldi.

            Il tuo lavoro non è più produrre, ma

            ostacolare gli altri, perciò è negativo, e va

            eliminato.

            benissimo ma se elimini il mio lavoro elimini
            anche ciò che con il mio lavoro
            produco.Ma tu non stai più producendo (o almeno, non stai più producendo nulla di utile)
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: angros

            io il lavoro l'ho fatto. ed è su quello
            scaffale,

            E sei già stato pagato per quello. Se vuoi essere
            pagato un'altra volta, lavora un'altra
            volta.
            se hai acquistato i diritti et il rischio di impresa è un discorso che calza. Altrimenti son solo piagnistei.Come ti stavo scrivendo o prendi tu il rischio di impresa: io produco 100 CD per ripagarmi delle spese, tu gli acquisti insieme ai diritti e ne fai quello che vuoi, oppure se il rischio di impresa è sul mio groppone: se non vendo non mi ripago e perdo allora ritengo sia equo che abbia anche la possibilità di guadagnare se il mio prodotto piace e continua ad esserci una domanda.Ma pretendere che io rischi di perderci se faccio cavolate e che non possa guadagnare da copie extra se il prodotto piace è un controsenso.

            Lo lascio dov'è: per fare una copia, l'originale
            viene lasciato al suo
            posto.
            per fare una copia qualcuno deve mettere mano sull'originale o su una copia autorizzata.
            Offro lo stesso prodotto, duplicato; se cerchi di
            impedirmelo, sei tu che vuoi avere il
            monopolio.
            io ho il monopolio dei miei prodotti, ed è un monopolio naturale ed ineliminabile. Altrimenti puoi sempre provare a denunciare bob dylan per essere l'unico che canta le canzoni come bob dylan. O terry pratchett di scrivere come terry pratchett.
            Non hai afferrato: non è il tuo prodoto che deve
            essere boicottato e affossato: sei tu ,
            perchè non stai producendo più nulla di utile,legge della domanda e dell'offerta: se c'è domanda vuol dire che il prodotto è percepito come utile dalle persone.Altro esempio: io preparo il pane e sono intenzionato a a metterlo in vendita a 10. Arriva uno pronto ad acquistarlo a 20. Devo venderlo per forza a 10 ?
            e
            vuoi essere pagato lo stesso; peggio ancora, mi
            stai ostacolando dall'ottenere qualcosa che, se
            tu non ci fossi, potrei avere gratis. se non ci fossi stato io a produrlo non avresti potuto ottenere niente lo stesso perché non ci sarebbe stato l'originale. O avresti trovato un modo per avere una canzone cantata da me senza che io la canti ?
            Quindi, sei
            nocivo, dal mio punto di vista, e per questo
            tenterò in ogni modo di farti perdere
            soldi.
            ed io di tutelare i miei investimenti, o se non riesco mollando completamente la produzione.
            Ma tu non stai più producendo (o almeno, non stai
            più producendo nulla di
            utile)e che ne sai ? posso essere in sala prove a preparare il nuovo album o al PC a scrivere la versione 3.0 del mio programma.
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            io ho il monopolio dei miei prodotti, ed è un
            monopolio naturale ed ineliminabile. Altrimenti
            puoi sempre provare a denunciare bob dylan per
            essere l'unico che canta le canzoni come bob
            dylan. O terry pratchett di scrivere come terry
            pratchett.bob dylan è l'unico che può cantare come bob dylan; ma non è l'unico a poter fare le copie dei cd di bob dylan. Ed è sbagliato concedergli questo privilegio.


            Non hai afferrato: non è il tuo prodoto che deve

            essere boicottato e affossato: sei tu ,

            perchè non stai producendo più nulla di utile,

            legge della domanda e dell'offerta: se c'è
            domanda vuol dire che il prodotto è percepito
            come utile dalle
            persone.
            Altro esempio: io preparo il pane e sono
            intenzionato a a metterlo in vendita a 10. Arriva
            uno pronto ad acquistarlo a 20. Devo venderlo per
            forza a 10
            ?No, ma devono esserci altri in grado di fare il pane con la stessa riceta, e venderlo al prezzo che vogliono (così, se tu lo vendi a più di 10, altri ti soffieranno i clienti)


            e

            vuoi essere pagato lo stesso; peggio ancora, mi

            stai ostacolando dall'ottenere qualcosa che, se

            tu non ci fossi, potrei avere gratis.

            se non ci fossi stato io a produrlo non avresti
            potuto ottenere niente lo stesso perché non ci
            sarebbe stato l'originale. O avresti trovato un
            modo per avere una canzone cantata da me senza
            che io la canti
            ?Prima avevi prodotto, ed eri stato pagato; ora non stai più cantando quella canzone, quindi anche se finisci in mezzo a una strada, io posso avere la canzone lo stesso.


            Quindi, sei

            nocivo, dal mio punto di vista, e per questo

            tenterò in ogni modo di farti perdere

            soldi.


            ed io di tutelare i miei investimenti, o se non
            riesco mollando completamente la
            produzione.Per me va bene, te l'ho già detto. Molla pure, è un tuo diritto.


            Ma tu non stai più producendo (o almeno, non
            stai

            più producendo nulla di

            utile)

            e che ne sai ? posso essere in sala prove a
            preparare il nuovo album o al PC a scrivere la
            versione 3.0 del mio
            programma.E perchè mai dovrei finanziartela? Magari non mi interessa affatto. Mi bastava la versione vecchia.
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            bob dylan è l'unico che può cantare come bob
            dylan; ma non è l'unico a poter fare le copie dei
            cd di bob dylan. Ed è sbagliato concedergli
            questo
            privilegio.ed è l'unico che può decidere cosa fare delle canzoni cantate da bob dylan.

            No, ma devono esserci altri in grado di fare il
            pane con la stessa riceta, e venderlo al prezzo
            che vogliono (così, se tu lo vendi a più di 10,
            altri ti soffieranno i
            clienti)
            questo è logico ma se la gente giudica il mio pane migliore e lo acquista a 20 ed io lo vendo e guadagno perché dovrei venderlo a 10 per guadagnare come chi se lo mette a 11 non vende un cavolo ?

            Prima avevi prodotto, ed eri stato pagato; hai comprato tu i diritti di sfruttamento economico ? se si allora hai il pieno diritto di fare ciò che vuoi della mia opera, a parte attribuirtela.Se i diritti permangono a me ho il pieno diritto di sfruttarli per il periodo permesso dalla legge*
            ora
            non stai più cantando quella canzone, quindi
            anche se finisci in mezzo a una strada, io posso
            avere la canzone lo
            stesso.
            quindi quello che ti interessa alla fine è solo avere le canzoncine gratis. e stai arrampica
            E perchè mai dovrei finanziartela? Magari non mi
            interessa affatto. Mi bastava la versione
            vecchia.dunque non vuoi pagare prima perché può non interessarti il nuovo prodotto, non vuoi pagare dopo perché oramai la canzone è incisa perché la puoi copiare a costo zero.L'unico sarebbe di trovare un modo per pagare durante ma lo vedo abbastanza in salita.Sarebbe buffo vedere angroslandia, sarà un posto dove tutti staranno fermi in attesa che passi babbo natale.*fermo restando che sarei per un periodo di tutela più corto.
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            ed è l'unico che può decidere cosa fare delle
            canzoni cantate da bob dylan. No, perchè mai? Semplicemente, è l'unico che può decidere se cantare le canzoni di Bob Dylan (se le canta un altro, non sono di bob dylan).





            No, ma devono esserci altri in grado di fare il

            pane con la stessa riceta, e venderlo al prezzo

            che vogliono (così, se tu lo vendi a più di 10,

            altri ti soffieranno i

            clienti)


            questo è logico ma se la gente giudica il mio
            pane migliore e lo acquista a 20 ed io lo vendo e
            guadagno perché dovrei venderlo a 10 per
            guadagnare come chi se lo mette a 11 non vende un
            cavolo
            ?Se la gente giudica il tuo pane migliore, va benissimo. Ma se il tuo è l'unico pane disponibile, perchè proibisci agli altri di usare la ricetta per fare il pane, non va più bene.È giusto che anche gli altri abbiano la tua ricetta: poi, se la vogliono applicare in altri modi (tu, ad esempio, usi il forno a legna, io per risparmiare uso il forno a gas), i clienti possono scegliere cosa preferiscono (il tuo pane costa più del mio, ma ha quella fragranza in più tipica del forno a legna)




            Prima avevi prodotto, ed eri stato pagato;

            hai comprato tu i diritti di sfruttamento
            economico ?Tali diritti non hanno più senso
            Se i diritti permangono a me ho il pieno diritto
            di sfruttarli per il periodo permesso dalla
            legge*Proprio tale sfruttamento deve sparire.


            ora

            non stai più cantando quella canzone, quindi

            anche se finisci in mezzo a una strada, io posso

            avere la canzone lo

            stesso.


            quindi quello che ti interessa alla fine è solo
            avere le canzoncine gratis. e stai
            arrampicaE a te quello che interessa alla fine è solo avere soldi con il minimo sforzo possibile, quindi non sei tanto migliore.


            E perchè mai dovrei finanziartela? Magari non mi

            interessa affatto. Mi bastava la versione

            vecchia.

            dunque non vuoi pagare prima perché può non
            interessarti il nuovo prodotto, non vuoi pagare
            dopo perché oramai la canzone è incisa perché la
            puoi copiare a costo zero.L'unico sarebbe di
            trovare un modo per pagare durante ma lo vedo
            abbastanza in
            salita.Stiamo cominciando a capirci, vedo: è proprio questo che bisogna sviluppare. Per un concerto, ad esempio, paghi durante. Con la proposta che facevo di "sbloccare" il download quando i soldi sono stati raccolti, in un certo senso si paga durante.Per il software, se paghi l'assistenza e le modifiche paghi durante.Secondo me, occorre ripartire da qui.

            *fermo restando che sarei per un periodo di
            tutela più
            corto.Anche io, ma mooolto più corto (2-5 anni); e soprattutto, indipendente dalla durata della vita dell'autore (anche perchè, se l'autore è una azienda... quando muore?)
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            No, perchè mai? Semplicemente, è l'unico che può
            decidere se cantare le canzoni di Bob Dylan (se
            le canta un altro, non sono di bob
            dylan).
            Se la gente giudica il tuo pane migliore, va
            benissimo. Ma se il tuo è l'unico pane
            disponibile, perchè proibisci agli altri di usare
            la ricetta per fare il pane, non va più
            bene.gli altri possono farsi il pane secondo la loro ricetta e venderlo. Io la mia ricetta personale per il pane la tengo riservata. La questione è semplice: se vuoi musica puoi anche andare a sentire, gratis, dei ragazzi che giocano a strimpellare se vuoi la musica di bob dylan dovresti pagare bob dylan o fare in modo che bob dylan trovi conveniente continuare a cantare invece che coltivare patate.
            È giusto che anche gli altri abbiano la tua
            ricetta: benissimo: mi paghino le notti passate in bianco a far prove e la farina buttata per i test e la comunico a loro.

            Proprio tale sfruttamento deve sparire.
            bene e come tuteleresti gli investimenti in beni immateriali, la ricerca ?supponi di tornare indietro di 20 anni, al 1990 e di bloccare l'innovazione in cambio della possibilità di avere gratis tutto quanto prodotto fino al primo gennaio del 1990. Cosa tutto ti saresti perso ?
            Stiamo cominciando a capirci, vedo: è proprio
            questo che bisogna sviluppare. Per un concerto,
            ad esempio, paghi durante. nell'intervallo fra il primo ed il secondo tempo ? metti una monetina ad ogni canzone ? lo vedo molto difficile pagare per il durante.
            Con la proposta che
            facevo di "sbloccare" il download quando i soldi
            sono stati raccolti, in un certo senso si paga
            durante.rimane il problema di bloccare il download prima che i soldi siano stati raccolti, problema che vedo pieno di rogne:1) dovresti stabilire esattamente le spese di produzione, promozione, annessi e connessi.2) dovresti monitorare puntualmente le vendite per sapere quando è stato raggiunto il punto di pareggio.3) dovresti considerare che più è vicino il punto di pareggio più persone potrebbero considerare più conveniente aspettare che acquistare il CD.Insomma lo vedo come una impossibilità pratica, meglio fissare un congruo lasso di tempo di tutela 5, 10, 20, 100 anni, io sarei favorevole per 20 anni dalla prubblicazione del prodotto, e in quel lasso se guadagna più dei costi buon per lui, se li perde pazienza.
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            gli altri possono farsi il pane secondo la loro
            ricetta e venderlo. Io la mia ricetta personale
            per il pane la tengo riservata.Però posso fare il "reverse engineering" per scoprirla. E tu sei obbligato a indicare gli ingredienti, per legge (potresti aver messo un ingrediente a cui io sono allergico, quindi ho il diritto di saperlo) La questione è
            semplice: se vuoi musica puoi anche andare a
            sentire, gratis, dei ragazzi che giocano a
            strimpellare se vuoi la musica di bob dylan
            dovresti pagare bob dylan o fare in modo che bob
            dylan trovi conveniente continuare a cantare
            invece che coltivare
            patate.E se voglio sentire la musica di de Andrè? Come può continuare a produrre, visto che è morto? E inoltre, la sua musica è ancora godibilissima, anche se so bene che non produrrà mai più. Non mi serve, quindi, che l'artista continui a produrre.


            È giusto che anche gli altri abbiano la tua

            ricetta:

            benissimo: mi paghino le notti passate in bianco
            a far prove e la farina buttata per i test e la
            comunico a
            loro.Ok, va benissimo: ma se la comunichi a me, io poi ne faccio cosa voglio: posso anche rivenderla alla barilla che la usa per la produzione industriale. Non puoi dirmi cosa devo fare, dopo che te l'ho pagata.(Nell'esempio, la ricetta è il codice sorgente, oppure lo spartito di una musica)



            Proprio tale sfruttamento deve sparire.


            bene e come tuteleresti gli investimenti in beni
            immateriali, la ricerca
            ?Non li tutelerei, semplice. La tutela, come il protezionismo, fa più danni che benefici.
            supponi di tornare indietro di 20 anni, al 1990 e
            di bloccare l'innovazione in cambio della
            possibilità di avere gratis tutto quanto prodotto
            fino al primo gennaio del 1990. Cosa tutto ti
            saresti perso
            ?E cosa avrei guadagnato? Probabilmente, ad esempio, avrei tanti di quei film e di quella musica che non mi basterebbe comunque tutta la vita per vederli tutti.



            Stiamo cominciando a capirci, vedo: è proprio

            questo che bisogna sviluppare. Per un concerto,

            ad esempio, paghi durante.

            nell'intervallo fra il primo ed il secondo tempo
            ?Non ci avevo pensato, sai che è una buona idea? Il primo tempo è gratis, poi il film si interrompe nel momento di massima suspence, e io metto la cassetta per la raccolta delle donazioni: volete sapere come va a finire? Pagate, e io proietto il secondo tempo.
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: angros

            gli altri possono farsi il pane secondo la loro

            ricetta e venderlo. Io la mia ricetta personale

            per il pane la tengo riservata.

            Però posso fare il "reverse engineering" per
            scoprirla. E tu sei obbligato a indicare gli
            ingredienti, per legge (potresti aver messo un
            ingrediente a cui io sono allergico, quindi ho il
            diritto di
            saperlo)anche se fai il reverse enginering puoi sapere gli ingredienti ma non le esatte proporzioni od i tempi esatti di cottura.
            E se voglio sentire la musica di de Andrè? Come
            può continuare a produrre, visto che è morto?

            E inoltre, la sua musica è ancora godibilissima,
            anche se so bene che non produrrà mai più. Non mi
            serve, quindi, che l'artista continui a
            produrre.





            È giusto che anche gli altri abbiano la tua


            ricetta:



            benissimo: mi paghino le notti passate in bianco

            a far prove e la farina buttata per i test e la

            comunico a

            loro.

            Ok, va benissimo: ma se la comunichi a me, io poi
            ne faccio cosa voglio: posso anche rivenderla
            alla barilla che la usa per la produzione
            industriale. Non puoi dirmi cosa devo fare, dopo
            che te l'ho
            pagata.
            dipende però da cosa paghi: i diritti completi di sfruttamento economico della ricetta o il semplice diritto a cucinare il pane secondo tale ricetta ?ovviamente nel primo caso i $ da spendere sono molto, ma molto maggiori del secondo caso.
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            dipende però da cosa paghi: i diritti completi di
            sfruttamento economico della ricetta o il
            semplice diritto a cucinare il pane secondo tale
            ricetta
            ?
            ovviamente nel primo caso i $ da spendere sono
            molto, ma molto maggiori del secondo
            caso.Non puoi separare le due cose, visto che ciò che mi dai fisicamente è la stessa cosa (un pezzo di carta con la ricetta scritta sopra)
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: calunnioso o diffamante
            seee e se gli utenti vogliono gratis quello che
            produco perchè dovrei
            produrlo?
            perché in cambio loro ti danno gratis i loro soldi 8)
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            :Dsecondo molti di questo forum, usando software gratuito (ok gratuito non vuol dire open... che noia), si aiuta la causa.In pratica queste persone non fanno mai donazioni, ma ritengono che i programmatori dovrebbero dirgli grazie o pagarli perchè usano i loro software
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Ci sono vari modi di contribuire: aggiungere codice, aggiungere documentazione, promouvere il programma (se io non pago, ma convinco altre persone ad usare quel programma, poi una di esse magari ha bisogno di assistenza e paga, indirettamente ho fatto guadagnare al programmatore dei soldi che altrimenti non avrebbe avuto)
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            lavoraci tu sul "magari"
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Se non guadagno abbastanza, faccio un altro lavoro; e mi tengo la programmazione come hobby.
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: angros

            Senza gli utenti, per chi produci il software? E

            se gli utenti sono danneggiati dal closed,
            perchè

            dovrebbero

            piratarlo ?

            Fix'd 8)Qui occorre distinguere tra giochi e software di produttività: per i software di produttività, sono io il primo a dire che non conviene craccarli: rischi il lock in, e non hai nessun supporto. Inoltre, per i software di produttività ci sono diverse alternative, quindi è bene scegliere l'open, e lsciare il closed nel dimenticatoio, a morire di morte naturale.Per i giochi, spesso non ci sono alternative equivalenti, ma solo giochi diversi; inoltre, non ti interessa l'assistenza, e non esiste il lock in (e nemmeno la possibilità di personalizzarlo, a volte, percè a quel punto sarebbe un gioco diverso); la principale differenza tra open e commerciale è il prezzo... e la pirateria toglie quindi gli svantaggi del commerciale.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            ma nooo dai!! ma allora hai detto la verità!!quindi son saltate tutte le bugie che si dicono spesso tipo:1) open non vuol dire gratis (o meglio "anche open è commerciale")2) la differenza tra open e closed è che nell'open ho i sorgenti e posso eventualmente modificarliper fortuna che ogni tanto diventa chiaro che dopo tutti gli idealismi che fate vi interessa solo avere i programmi gratis
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: calunnioso o diffamante
            ma nooo dai!! ma allora hai detto la verità!!

            quindi son saltate tutte le bugie che si dicono
            spesso
            tipo:

            1) open non vuol dire gratis (o meglio "anche
            open è
            commerciale")A volte sì, a volte no. In questo caso specifico, no.Non è possibile generalizzare, ma tanto il caso che stiamo discutendo è questo, quindi lasciamo da parte gli altri.

            2) la differenza tra open e closed è che
            nell'open ho i sorgenti e posso eventualmente
            modificarliO imparare da essi, o sfruttare le modifiche fatte da altri.

            per fortuna che ogni tanto diventa chiaro che
            dopo tutti gli idealismi che fate vi interessa
            solo avere i programmi
            gratisTra le altre cose... se posso scegliere tra due programmi gratuiti, uno open, uno closed, scelgo comunque l'open (ho più garanzie che rimarrà gratis, e non verrà abbandonato, anche in futuro)Comunque, visto che la discussione, in realtà, è incentrata sul software gratis, sono disposto a parlare genericamente di free software (considerandolo open e grtis)
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            io sarei curioso di sapere che mestiere fai e quanto vale, secondo te, quello che fai
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            È meglio che tu non lo sappia... non penso che ci crederesti.Per darti un'idea, ti posso dire che, nel mio lavoro, non solo ho usato beni materiali e immateriali, ma anche antimateria.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            un fisico stipendiato dallo stato?
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Chissà...
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            certo che è facile fare certi discorsi quando si è professori universitari
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Fatti valere, allora: se Torvalds ci è riuscito contro Tanenbaum, tu non dovresti avere difficoltà.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            voglio un posto come il tuo... poi faccio l'idealista anche io
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Non so se il mio lavoro fa per te... comunque, i concorsi sono pubblici, accomodati pure (anzi, se vuoi qualche consiglio, te li dò anche)
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: advange
            Il SW libero è l'unica possibile soluzione: il
            closed può vincere solo in piccole ristrette
            realtà.mah l'ERP non mi sembra una piccola e ristretta realtà, riguardo ai DB di certo non è stata MySQL che si è comprata Oracle, ed esempi se ne possono fare a bizzeffe.Come scritto precedentemente ci sono ambiti come lo sviluppo web dove l'open va alla grande e campi dove invece è minoritario.
            Puntare sul closed è un rischio enorme: le
            aziende americane, ad es., in questo momento non
            possono acquistare Office 2007perché non potrebbero ?
            L'open sta trionfando ovunque:
            - nei server Linux ha spazzato via gli UNIX
            proprietari.grazie anche al fatto che le prestazioni dell'architettura i386 sono diventate comparabili sia come prestazioni che come affidabilità a quelle delle sparc o alle altre architetture proprietarie.
            - su telefonini e smartphone i sistemi operativi
            open la fanno da
            padrone
            - nei tablet Android farà fuori Windows 7
            decretando l'uscita di MS da questo
            mercatoguardacaso tanti ambiti in cui la customizzazione del software pesa molto e invece non è essenziale il supporto delle più disparate periferiche hw.
            La strada è definitivamente segnata: le aziende
            (produttrici e consumatrici) hanno capito che il
            closed ha perso e porta solo a fame e
            miseria.difficile.
          • advange scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            perché non potrebbero ?Perché Office 2007 è un SW illegale: disposizioni del giudice.Su PI trovi tutti i dettagli.
      • angros scrive:
        Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
        Continua a buttare i soldi, allora.
        • calunnioso o diffamante scrive:
          Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
          perchè "buttare"?
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Perchè in cambio cosa ottieni?
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            un videogioco in questo caso
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Che però potresti ottenere anche gratuitamente: qual'è la differenza? (è importante saperlo, perchè è proprio questa differenza che hai pagato)
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            forse dovrebbero smettere di produrli e fare scatole e viti... alla faccia dell'innovazione
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Ottimo: così non si cureranno più di quelli già prodotti, che diventeranno abandonware e liberamente scaricabili. E così noi utenti potremmo avere cento giochi oggi, e gratis, invece che forse averne uno nuovo domani, e doverlo pure pagare.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            esatto!! e lo stesso dovrebbero fare le persone che pagano, direttamente o indirettamente, te!
          • krane scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: calunnioso o diffamante
            esatto!! e lo stesso dovrebbero fare le persone
            che pagano, direttamente o indirettamente,
            te!Ovvio, tutto dipende se fai un prodotto che desta interesse o meno e se sei in grado di farne percepire il valore: meglio i bulloni dai retta.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            infatti!! queste persone non danno valore a nulla ma vogliono tutto.Se per me un software vale ZERO euro allora non mi sforzo manco di scaricarlo e non compro manco il computer per usarlo
          • krane scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: calunnioso o diffamante
            infatti!! queste persone non danno valore a nulla
            ma vogliono tutto.
            Se per me un software vale ZERO euro allora non
            mi sforzo manco di scaricarlo e non compro manco
            il computer per usarloInfatti, deve valere almeno i centesimi di cent di connessione equivalenti al tempo che ci metto a scaricarlo.Se non fosse cosi' tutti scaricherebbero invariabilmente tutto no ?
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            beh angros pretende almeno di poterlo fare. Vuole mille giochi ma non ritiene che valga la pena di pagarne mezzo
          • krane scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: calunnioso o diffamante
            beh angros pretende almeno di poterlo fare. Vuole
            mille giochi ma non ritiene che valga la pena di
            pagarne mezzoVisto quello che valgono molti giochi probabuilmente pensa che l'equo compenso che si e' gia' abbiamo pagato nel momento in cui si scaricano sia sufficiente.
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            Visto quello che valgono molti giochi
            probabuilmente pensa che l'equo compenso che si
            e' gia' abbiamo pagato nel momento in cui si
            scaricano sia
            sufficiente.il brutto è che facendo così si manda il messaggio che la gente preferisce la spazzatura gratis che roba decente a pagamento.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            o anche il messaggio che niente ha valore e tutto fa schifo... ma intanto tutti vogliono!se non ha valore quello che facciamo perdiamo valore anche noi
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            se non ha valore quello che facciamo perdiamo
            valore anche
            noiNo: perdete valore se fate un lavoro che non è necessario (tipo scrivere un programma identico ad uno che esiste già, o vendere delle semplici copie che chiunque è in grado di farsi da solo); e il "perdere valore" (e soldi) è un invito a cambiare modo di lavorare.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            se sei un professore universitario potresti essere pagato per circa 150 ore per registrare il tuo corso, poi vieni pagato altre ore per scrivere il libro abbinato al corso.Fatto questo il tuo libro e il tuo corso vengono dati gratis agli studenti e tu stai a casa senza lavoro (ovviamente verrai pagato 1 o 2 ore la settimana per ricevere gli studenti che hanno domande da farti)Ti vanno bene 200 euro al mese? per 8 ore mensili di consulenza agli studenti mi sembra buono
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: calunnioso o diffamante
            se sei un professore universitario potresti
            essere pagato per circa 150 ore per registrare il
            tuo corso, poi vieni pagato altre ore per
            scrivere il libro abbinato al
            corso.E ti sembrerebbe giusto lavorare 150 ore e poi essere pagato a vita?Perchè i corsi registrati esistono, nel caso tu non lo sapessi.Oppure ti sembra giusto pagare qualcuno per ripetere a pappagallo la stessa cosa ogni volta, quando puoi mettere un registratore? A che servirebbe?
            Fatto questo il tuo libro e il tuo corso vengono
            dati gratis agli studenti e tu stai a casa senza
            lavoro (ovviamente verrai pagato 1 o 2 ore la
            settimana per ricevere gli studenti che hanno
            domande da
            farti)No: un professore organizza gli esami, fa ricerca, e aggiorna i libri di testo. Ed è per questo che viene pagato, non per ripetere sempre la stessa cosa.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            hahahahahahaa meglio che sto zitto. Voglio dimenticarvi
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Ti stai chiudendo in un angolo. Forse avevi ragione, quando dicevi che dovresti cambiare mestiere.Una curiosità: tu sei stato per parecchio tempo un frequentatore assiduo di PI, poi per parecchio tempo sei sparito, e ti facevi vivo solo per mezza giornata, dialogavi parecchio, poi sparivi di nuovo. Cosa ti è capitato? Spero nulla di grave (ti confesso che mi mancavano i confronti con te)
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Ah non avevo più voglia di scrivere.Riguardo al:"No: un professore organizza gli esami, fa ricerca, e aggiorna i libri di testo. Ed è per questo che viene pagato, non per ripetere sempre la stessa cosa."cioè voi prendete x-mila euro al mese per 3 appelli l'anno che fate e per aggiornare una volta ogni x anni 4 righe su un libro?poi sulla ricerca non posso dimostrare nulla ma ricordo molto bene certe cose... poi forse io sono stato nell'università sbagliata
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            poi sulla ricerca non posso dimostrare nulla ma
            ricordo molto bene certe cose... poi forse io
            sono stato nell'università
            sbagliataDa quanto dici dell'università, mi sembra che tu non ne abbia capito molto. Forse non ci sei stato abbastanza.
          • krane scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            - Scritto da: shevathas

            Visto quello che valgono molti giochi

            probabuilmente pensa che l'equo compenso che si

            e' gia' abbiamo pagato nel momento in cui si

            scaricano sia sufficiente.
            il brutto è che facendo così si manda il
            messaggio che la gente preferisce la spazzatura
            gratis che roba decente a pagamento.Forse perche' non esce roba DECENTE a pagamento che sia concorrenziale alla spazzatura gratis.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            escono almeno 4 titoli buoni ogni anno... poi i gusti son gusti
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Che sono cloni dei giochi dell'anno prima
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            come le tue lezioni, con la differenza che i programmatori non hanno x-mila euro garantiti dallo stato e se non producono qualcosa ogni anno fanno la fame.Tra l'altro se sei un programmatore e il tuo lavoro non piace o i clienti non son soddisfatti hai finito di lavorare.Se gli studenti sono insoddisfatti riguardo quello che fai tu gli tocca stare zitti
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            come le tue lezioni, con la differenza che i
            programmatori non hanno x-mila euro garantiti
            dallo stato e se non producono qualcosa ogni anno
            fanno la
            fame.In qualunque mestiere se non produci qualcosa ogni anno muori di fame: il contadino se non produce qualcosa ogni anno muore di fame, il muratore se non costruisce qualcosa ogni anno muore di fame, il medico se non cura dei pazienti ogni anno muore di fame, il professore se non parla agli studenti e non fa esami ogni anno muore di fame.Tu hai detto che volevi andare a fabbricare viti e bulloni: lo sai che li devi fabbricare tutti i giorni? Che non puoi fabbricarli una volta sola e poi campare di rendita?
            Tra l'altro se sei un programmatore e il tuo
            lavoro non piace o i clienti non son soddisfatti
            hai finito di
            lavorare.Questo vale per qualsiasi lavoro
            Se gli studenti sono insoddisfatti riguardo
            quello che fai tu gli tocca stare
            zittiS gli studenti non hanno imparato nulla dalle lezioni il professore perde il posto (e, guarda caso, gli studenti vengono valutati anche da alri professori, che quindi possono scoprirlo subito)
          • shevathas scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            In qualunque mestiere se non produci qualcosa
            ogni anno muori di fame: il contadino se non
            produce qualcosa ogni anno muore di fame, il
            muratore se non costruisce qualcosa ogni anno
            muore di fame, vero.
            il medico se non cura dei pazienti
            ogni anno muore di fame, teoricamente potrebbe anche non curare alcun paziente eppure non morire di fame, considera un medico del pronto soccorso e che in quell'anno, miracolosamente, non c'è stato bisogno del suo intervento.
            il professore se non
            parla agli studenti e non fa esami ogni anno
            muore di
            fame.
            purtroppo non muore di fame anche se parla di calcio agli studenti e si limita a firmare esami svolti dai suoi tirapiedi assistenti.
            S gli studenti non hanno imparato nulla dalle
            lezioni il professore perde il posto (e, guarda
            caso, gli studenti vengono valutati anche da alri
            professori, che quindi possono scoprirlo
            subito)quanti docenti universitari, in italia, son stati cacciati via a calci nel cubo perché palesemente inadatti all'insegnamento ?
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Angros vive in una realtà diversa dalla mia. Secondo me, in questo paese, ad un professore in grado di bocciare 400 persone su 400 a tutti gli appelli vengono assegnati degli aiutanti (servono a calmarlo) così passano 10 persone su 400.Secondo me, in questo paese, un professore può presentarsi puzzolente di vino a lezione, può insultare con gravissimi termini, può fare cosa vuole con il ricatto di bocciare la gente!Ma solo secondo me che sogno cose falseArticoli come questo sono probabilmente falsi:http://www.corriere.it/cronache/09_febbraio_11/paese_baroni_universita_gori_6a989304-f879-11dd-9277-00144f02aabc.shtml
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Aggiungo questo: quello che ho detto è tutto falsoLe nostre università sono popolate di professori molto bravi, i concorsi truccati non esistono e un professore che non faccia bene il suo dovere rischia il posto, ma mi piace raccontare le mie fantasie riguardo a realtà parallele. Siete pregati di ignorare cosa scrivo perchè è frutto di una mente molto fantasiosa
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Anche tu sei vittima di un sosia? :-P
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!

            Angros vive in una realtà diversa dalla mia. ......
            Ma solo secondo me che sogno cose falseForse sì... rileggiti bene i miei post, e ti accorgerai che le tue sono tutte supposizioni.
          • calunnioso o diffamante scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            nel senso che magari tu non sei un professore...ma sono false anche le cose che dico dei professori universitari...
          • angros scrive:
            Re: TUTTO SOTTO GPL!!!!!!!!!
            Scusa, se tutti i tuoi discorsi sono basati su "magari", "forse", e così via, non sei affatto credibile.Forse non hai avuto molta fortuna, ma ti ricordo questo: quello che tu sai fare è importante solo se c'è qualcuno che vuole che tu lo faccia. Tu in alre occasioni ti sei sempre lamentato della difficoltà di trovare un lavoro, o di andare a fare dei lavori che non ti piacevano. Ma che lavoro vorresti fare?E, soprattutto, chi potrebbe aver bisogno del tuo lavoro, tanto da pagarti uno stipendio?Cerca di rispondere a questo.
  • nome e cognome scrive:
    finalmente qualcuno capisce
    ...capisce che una volta aperto il vaso di pandora non c'e ritorno. una volta diffusi i mezzi per praticare la pirateria dei contenuti audiovisivi e dei programmi nonché per scambiarli in rete il diritto degli autori diviene impossibile da proteggere, e tentare di rendere la vita difficile ai pirati significa distruggere internet e rendere arbitrariamente la vita dei netizen molto piu complicata, ammesso che sia possibile tout court (e non lo credo). tanto vale quindi cercare strade nuove per garantire agli autori e ai copyright holders un guadagno. rassegnatevi, l'era in cui chi ha i soldi per il biglietto guarda lo spettacolo e chi non ce li ha rimane inesorabilmente fuori, ormai, sono tramontati per sempre. ed e stato per opera delle stesse corporations che ci hanno venduto i mezzi per esercitare la pirateria e ora si stupiscono del risultato. ricordate che sono le stesse persone mostruosamente avide e prepotenti che vogliono abolire le biblioteche pubbliche perche ritengono che la gente debba essere obbligata a pagare ogni libro che legge. di questo passo reclameranno il carcere per chi presta un libro ad un amico !!!
    • nOra scrive:
      Re: finalmente qualcuno capisce
      Sei un grillino troller?
    • angros scrive:
      Re: finalmente qualcuno capisce
      - Scritto da: nome e cognome
      ...capisce che una volta aperto il vaso di
      pandora non c'e ritorno. una volta diffusi i
      mezzi per praticare la pirateria dei contenuti
      audiovisivi e dei programmi nonché per scambiarli
      in rete il diritto degli autori diviene
      impossibile da proteggere, e tentare di rendere
      la vita difficile ai pirati significa distruggere
      internet e rendere arbitrariamente la vita dei
      netizen molto piu complicata, ammesso che sia
      possibile tout court (e non lo credo). tanto
      vale quindi cercare strade nuove per garantire
      agli autori e ai copyright holders un guadagno.
      rassegnatevi, l'era in cui chi ha i soldi per il
      biglietto guarda lo spettacolo e chi non ce li ha
      rimane inesorabilmente fuori, ormai, sono
      tramontati per sempre. ed e stato per opera delle
      stesse corporations che ci hanno venduto i mezzi
      per esercitare la pirateria e ora si stupiscono
      del risultato. ricordate che sono le stesse
      persone mostruosamente avide e prepotenti che
      vogliono abolire le biblioteche pubbliche perche
      ritengono che la gente debba essere obbligata a
      pagare ogni libro che legge. di questo passo
      reclameranno il carcere per chi presta un libro
      ad un amico
      !!!Quoto in toto
      • nOra scrive:
        Re: finalmente qualcuno capisce
        - Scritto da: angros
        - Scritto da: nome e cognome

        ...capisce che una volta aperto il vaso di

        pandora non c'e ritorno. una volta diffusi i

        mezzi per praticare la pirateria dei contenuti

        audiovisivi e dei programmi nonché per
        scambiarli

        in rete il diritto degli autori diviene

        impossibile da proteggere, e tentare di rendere

        la vita difficile ai pirati significa
        distruggere

        internet e rendere arbitrariamente la vita dei

        netizen molto piu complicata, ammesso che sia

        possibile tout court (e non lo credo). tanto

        vale quindi cercare strade nuove per garantire

        agli autori e ai copyright holders un guadagno.

        rassegnatevi, l'era in cui chi ha i soldi per il

        biglietto guarda lo spettacolo e chi non ce li
        ha

        rimane inesorabilmente fuori, ormai, sono

        tramontati per sempre. ed e stato per opera
        delle

        stesse corporations che ci hanno venduto i mezzi

        per esercitare la pirateria e ora si stupiscono

        del risultato. ricordate che sono le stesse

        persone mostruosamente avide e prepotenti che

        vogliono abolire le biblioteche pubbliche perche

        ritengono che la gente debba essere obbligata a

        pagare ogni libro che legge. di questo passo

        reclameranno il carcere per chi presta un libro

        ad un amico

        !!!

        Quoto in totoHehehe lo sapevo che lo avresti quotato in toto!!!!
  • Internetcrazia scrive:
    Bad Company
    multiplayer con acquisto online della chiave (17 euro sono giustissimi).Che ne pensate?Ciao a tutti.
    • nOra scrive:
      Re: Bad Company

      multiplayer con acquisto online della chiave (17
      euro sono
      giustissimi).
      Che ne pensate?
      Ciao a tutti.Già avviene. Ci sono le versioni DEMO anche all'interno dei videogiochi (x il mondo console), per esempio quelli per l'Xbox360. Se ti piace vai in negozio a prenderti il cofanetto oppure se è disponibile su Xbox Live te lo scarichi direttamente da casa.
      • Internetcrazia scrive:
        Re: Bad Company
        Giustissimo, ma io mi riferivo al prezzo, 17 euro sono spendibilissimi per una novità e per servizi che la pirateria non può offrirti.Questi 17 euro mi hanno incentivato ad acquistare la copia originale, i 55euro di gamestop mi hanno sempre fatto desistere.17euro
        0euro.
        • nOra scrive:
          Re: Bad Company
          - Scritto da: Internetcrazia
          Giustissimo, ma io mi riferivo al prezzo, 17 euro
          sono spendibilissimi per una novità e per servizi
          che la pirateria non può
          offrirti.
          Questi 17 euro mi hanno incentivato ad acquistare
          la copia originale, i 55euro di gamestop mi hanno
          sempre fatto
          desistere.
          17euro
          0euro.Ah ok. Tuttavia ribadisco che il prezzo, e non è il tuo caso evidemente, non è l'elemento principale che determina la pirateria, concorre.
  • utonto scrive:
    I più generosi sono:
    "il bollino della generosità va agli utenti Linux che in media versano il doppio di quelli Windows (e il 60% in più di quelli Mac)."Ovvero pagano !Strano il mondo, eh?I fessi pagano per un os e poi , quando si tratta di donare anche ad associazioni no-profit, si tirano indietro!Questa frase chiude la bocca a chi crede che si usi perché gratis!
    • nOra scrive:
      Re: I più generosi sono:
      - Scritto da: utonto
      "il bollino della generosità va agli utenti Linux
      che in media versano il doppio di quelli Windows
      (e il 60% in più di quelli
      Mac)."

      Ovvero pagano !
      Strano il mondo, eh?
      I fessi pagano per un os e poi , quando si
      tratta di donare anche ad associazioni no-profit,
      si tirano
      indietro!
      Questa frase chiude la bocca a chi crede che si
      usi perché
      gratis!Secondo me gli utenti linux sono utenti che più capiscono il valore di un dato prodotto se realizzato come si deve, del resto si spiega perchè siano utenti linux (scusate la ridondanza).Dunque non mi stupisce che abbiano donato di più rispetto agli altri.Però non credo che si sostenga che chi usa Linux lo fa perchè è gratis. Semmai lo usa perchè sa usarlo, punto.
    • Funz scrive:
      Re: I più generosi sono:
      - Scritto da: utonto
      "il bollino della generosità va agli utenti Linux
      che in media versano il doppio di quelli Windows
      (e il 60% in più di quelli
      Mac)."

      Ovvero pagano !
      Strano il mondo, eh?
      I fessi pagano per un os e poi , quando si
      tratta di donare anche ad associazioni no-profit,
      si tirano
      indietro!Hanno già speso troppo per un os che non vale nulla, possiamo capirli... quando poi si rendono conto che potevano non spendere nulla per un os che vale molto di più, gli rode anche di più :p
    • advange scrive:
      Re: I più generosi sono:
      Perché gli utenti di Windows sono così: non hanno mai acquistato un SW in vita loro.Windows se lo sono trovati prenistallato, Office lo hanno crackato.Poi vengono sui forum e si lamentano del fatto che su Ubuntu non giri Photoshop, programma che hanno crackato e che usano per rimuovere gli occhi rossi (cosa per cui anche Paint è troppo avanzato).Sarebbe interessante capire quale percentuale di pirati è un utente Windows: immagino siamo al 100%.
      • shevathas scrive:
        Re: I più generosi sono:
        - Scritto da: advange
        Perché gli utenti di Windows sono così: non hanno
        mai acquistato un SW in vita
        loro.si come no.
        Windows se lo sono trovati prenistallato, Office
        lo hanno
        crackato.strano che la M$ non abbia mollato office visto che non ne vendeva neppure una copia. Ah no, usa office per tirare le vendite del preinstallato di windows.
        Poi vengono sui forum e si lamentano del fatto
        che su Ubuntu non giri Photoshop, programma che
        hanno crackato e che usano per rimuovere gli
        occhi rossi (cosa per cui anche Paint è troppo
        avanzato).infatti il computer si usa solo per levare gli occhi rossi dalle foto.
        Sarebbe interessante capire quale percentuale di
        pirati è un utente Windows: immagino siamo al
        100%.mah
        • advange scrive:
          Re: I più generosi sono:

          strano che la M$ non abbia mollato office visto
          che non ne vendeva neppure una copia. Ah no, usa
          office per tirare le vendite del preinstallato di windows.Office non vende nessuna copia di Office né di Windows: il secondo lo spaccia preinstallato attraverso gli OEM; il primo alle sole aziende.Non esistono persone che acquistano copie retail di Windows o Office.
          infatti il computer si usa solo per levare gli
          occhi rossi dalle foto.Ho parlato di Photoshop, ma non ho la pretesa che tu riesca a capire l'italiano.
          mahVisto quello che pagano, non ci vuole molto ad immaginarlo.
          • nome e cognome scrive:
            Re: I più generosi sono:
            - Scritto da: advange
            Non esistono persone che acquistano copie retail
            di Windows o
            Office.io a suo tempo lo comprai. Ho ancora i cd originali di office 2000.Ho comprato parecchi software che avevo scaricato pirata. Li utilizzavo molto, mi ci trovavo bene, quindi ho scelto di comperarli dato che il prezzo non era proibitivo (tipo Photoshop).
  • corigan scrive:
    25% è tanto?
    secondo me, i produttori di videogiochi metterebbero la firma col sangue per avere SOLO un 25% di copie pirata in giro. chissa cosa direbbe ubisoft in proposito. Accetto smentite.
    • nOra scrive:
      Re: 25% è tanto?
      - Scritto da: corigan
      secondo me, i produttori di videogiochi
      metterebbero la firma col sangue per avere SOLO
      un 25% di copie pirata in giro. chissa cosa
      direbbe ubisoft in proposito. Accetto
      smentite.La firma non la metterebbero (almeno secondo me), ma ne sarebbero sicuramente entusiasti.Secondo lo Special 301 Report del 2008 (riferito al 2007) il tasso di pirateria per l'Italia nel mondo videoludico era stimato attorno al [rullo di tamburi] 64%!!! e dal 2003 è sempre stato di due cifre e mai inferiore al 30%.
      • Sgabbio scrive:
        Re: 25% è tanto?
        Chi lo dice questo?
        • nOra scrive:
          Re: 25% è tanto?
          - Scritto da: Sgabbio
          Chi lo dice questo?Che la firma non la metterebbero, IMHO, lo dico io.I dati invece li ho presi, per l'appunto, dallo Special 301 Report del 2008.http://www.iipa.com/rbc/2008/2008SPEC301ITALY.pdf
          • Sgabbio scrive:
            Re: 25% è tanto?
            Volevo dire: Chi ha stilato la percentuale ?
          • nOra scrive:
            Re: 25% è tanto?
            - Scritto da: Sgabbio
            Volevo dire: Chi ha stilato la percentuale ?Ma come, ti ho citato la fonte.Trovi anche la metodologia che hanno utilizzato.Ovviamente anche ogni metodologia è discutibile.Io prendo questi dati semplicemente come trend, in salita o in discesa.Non sostengo che questo rapporto sia la "bibbia", ma almeno è un riferimento.
    • Sgabbio scrive:
      Re: 25% è tanto?
      Mah....qualche dubbio
  • Funz scrive:
    Pigrizia
    Un problema è che tanti, specie in Italia, non si fidano di usare la CC, non sanno usare Paypal e non si fidano lo stesso, o non ce l'hanno proprio, la CC. Finché non introdurranno un sistema di micropagamenti serio e non da strozzini, sarà così.Personalmente non ho avuto problemi a dargli l'obolo con Paypal (poco più della media, anche perchè avevo già comprato Penumbra), agli sviluppatori.E dopo questa offerta sbavosa, hanno pure annunciato che rilasceranno i giochi con licenza libera, quindi sono ancora più contento di aver contribuito.Comunque media donazioni:Win: $8.03 Mac: $10.23Tux: $14.55Non sono grandi cifre, ma per giochi non giganteschi e datati mi paiono più che eque.Personalmente compro giochi nuovi solo se intendo giocarci multiplayer e solo in offerta (unico titolo comprato: L4D2 a 19 Euro su Steam)Giochi vecchi massimo 10 Euro in edicola, edizione budget, oppure su Steam a massimo 5 EuroDi più, non spendo.
    • Chrono Trigger scrive:
      Re: Pigrizia
      Metà dei giochi per PC ormai sono.......Edicola, Chronicles of Riddick + Dark Athena a soli 7.9per fortuna che su PC non si supera in media i 49 che peròson pure troppi.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Pigrizia
      E non devi legarti ad una piattaforma proprietaria come Steam :D
  • Sgabbio scrive:
    I soltiti Pirate HATES
    Invece di essere contenti di questa iniziativa vedono sempre il bicchiere mezzo vuoto!"Vedete il prezzo non c'entra nulla!!!11111 Piratano ugualmente!!11111111 *occhi che schizzano via della orbite*"Non si rendono conto che la pirateria e calata notevolmente con questa iniziativa....Vabbè dopo aver letto che è colpa di Geohot se la sony levava il supporto al linux (nonostante che il bug del hypervision sia Hardware e non software....)... la cosa non mi stupisce.Ps: Ovviamente amiga è morto per la pirateria, la microsoft è fallita per la pirateria (sto scrivendo da un SO fantasma) e la Sony dopo la prima PSX si è ritirata dopo 2 anni dal mercato delle console perchè la pirateria l'ha affossata!Ovviamente se un gioco per console costa 70 euro è sempre colpa della pirateria, mica delle royalty e delle licenze aggiuntive ! Ma che dico !
    • DarkOne scrive:
      Re: I soltiti Pirate HATES
      - Scritto da: Sgabbio
      Invece di essere contenti di questa iniziativa
      vedono sempre il bicchiere mezzo
      vuoto!

      "Vedete il prezzo non c'entra nulla!!!11111
      Piratano ugualmente!!11111111 *occhi che
      schizzano via della
      orbite*"

      Non si rendono conto che la pirateria e calata
      notevolmente con questa
      iniziativa....

      Vabbè dopo aver letto che è colpa di Geohot se la
      sony levava il supporto al linux (nonostante che
      il bug del hypervision sia Hardware e non
      software....)... la cosa non mi
      stupisce.

      Ps: Ovviamente amiga è morto per la pirateria, la
      microsoft è fallita per la pirateria (sto
      scrivendo da un SO fantasma) e la Sony dopo la
      prima PSX si è ritirata dopo 2 anni dal mercato
      delle console perchè la pirateria l'ha
      affossata!

      Ovviamente se un gioco per console costa 70 euro
      è sempre colpa della pirateria, mica delle
      royalty e delle licenze aggiuntive ! Ma che dico
      !Non cesseranno mai di combattere i mulini al vento, finchè ci sarà anche un solo pirata nel pianeta.Come è stato detto innumerevoli volte, hanno modalità di business antiquate e dettano prezzi allucinanti. Ma come si fa a pensare di proporre alla massa un gioco a 70 euro...ma andate a vendere le fave và!
      • Sgabbio scrive:
        Re: I soltiti Pirate HATES
        Come possano pretendere che tutti coprano all'uscita :D
      • HappyCactus scrive:
        Re: I soltiti Pirate HATES
        - Scritto da: DarkOne
        allucinanti. Ma come si fa a pensare di proporre
        alla massa un gioco a 70 euro...ma andate a
        vendere le fave
        và!Considerato che lo sviluppo di un gioco di mercato richiede risorse quasi quanto un lungometraggio di un certo livello, non può essere altrimenti.Due alternative: vendere in perdita (sperando che abbassare i prezzi aumenti le vendite, ma è sospetto che non sia così), oppure abbassare la qualità (niente filmati, grafica meno accattivante).
        • DarkOne scrive:
          Re: I soltiti Pirate HATES
          - Scritto da: HappyCactus
          - Scritto da: DarkOne

          allucinanti. Ma come si fa a pensare di proporre

          alla massa un gioco a 70 euro...ma andate a

          vendere le fave

          và!

          Considerato che lo sviluppo di un gioco di
          mercato richiede risorse quasi quanto un
          lungometraggio di un certo livello, non può
          essere
          altrimenti.
          Due alternative: vendere in perdita (sperando che
          abbassare i prezzi aumenti le vendite, ma è
          sospetto che non sia così), oppure abbassare la
          qualità (niente filmati, grafica meno
          accattivante).Forse non te ne sei accorto, ma la qualità è già scesa di parecchio. E per qualità non si intende soltanto la grafica superfica...quella è oramai abbastanza semplice da ottenere, il difficile è tenere incollato il giocatore per ore ed ore senza che si scocci.Ma ti rendi conto che un gioco come half life, viene giocato ancora oggi? Ti rendi conto che un gioco come quake 2 è giocato ancora oggi?
          • HappyCactus scrive:
            Re: I soltiti Pirate HATES
            - Scritto da: DarkOne
            Forse non te ne sei accorto, ma la qualità è già
            scesa di parecchio. E per qualità non si intende
            soltanto la grafica superfica...quella è oramai
            abbastanza semplice da ottenere, il difficile è
            tenere incollato il giocatore per ore ed ore
            senza che si
            scocci.Me ne sono accorto eccome. Non per nulla sugli scaffali si trovano porcherie che non installeresti neppure se ti pagassero. Credo che questi siano "muli" per aumentare i margini globali.
            Ma ti rendi conto che un gioco come half life,
            viene giocato ancora oggi? Ti rendi conto che un
            gioco come quake 2 è giocato ancora
            oggi?E lo dici a me che se avessi tempo avrei installato cose tipo Civilization, Ultima Underworld e Master of Magic?
        • corigan scrive:
          Re: I soltiti Pirate HATES
          al botteghino non ho mai pagato 50 euro per vedere un film.giuro! nemmeno avatar che ho visto in "preview" prima di andare al cinema
          • HappyCactus scrive:
            Re: I soltiti Pirate HATES
            - Scritto da: corigan
            al botteghino non ho mai pagato 50 euro per
            vedere un
            film.
            giuro! nemmeno avatar che ho visto in "preview"
            prima di andare al
            cinemaFai le debite proporzioni .
          • corigan scrive:
            Re: I soltiti Pirate HATES
            http://tekw.org/avatar-vs-modern-warfare-2-campioni-di-incassi-a-confronto/dai un occhiata a questo
    • Funz scrive:
      Re: I soltiti Pirate HATES
      - Scritto da: Sgabbio
      Invece di essere contenti di questa iniziativa
      vedono sempre il bicchiere mezzo
      vuoto!

      "Vedete il prezzo non c'entra nulla!!!11111
      Piratano ugualmente!!11111111 *occhi che
      schizzano via della
      orbite*"Quoto. Il fatto che abbiano tirato su 1,1 M$ con 200 mega di giochi datati (belli però!), non è messo abbastanza in evidenza.
      Ovviamente se un gioco per console costa 70 euro
      è sempre colpa della pirateria, mica delle
      royalty e delle licenze aggiuntive ! Ma che dico
      !Quoto. Se mio figlio mi viene a chiedere settanta sacchi per un gioco lo scapacciono via :D
      • Chrono Trigger scrive:
        Re: I soltiti Pirate HATES
        Se ti va bene, se ti va male va a "battere", e se lo prende lo stesso....
      • Sgabbio scrive:
        Re: I soltiti Pirate HATES
        - Scritto da: Funz
        Quoto. Il fatto che abbiano tirato su 1,1 M$ con
        200 mega di giochi datati (belli però!), non è
        messo abbastanza in
        evidenza.appunto è questo che non vedono. Il bicchiere mezzo vuono vedono sempre!Dovresti leggere il blog "angolodifarenz" li di pirate hetes che non capiscono una cippa (tra cui lo stesso farenz) abbondano :D

        Quoto. Se mio figlio mi viene a chiedere settanta
        sacchi per un gioco lo scapacciono via
        :DLo scarica, mi pare ovvio :D
      • Mr. X scrive:
        Re: I soltiti Pirate HATES
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: Sgabbio

        Invece di essere contenti di questa iniziativa

        vedono sempre il bicchiere mezzo

        vuoto!



        "Vedete il prezzo non c'entra nulla!!!11111

        Piratano ugualmente!!11111111 *occhi che

        schizzano via della

        orbite*"

        Quoto. Il fatto che abbiano tirato su 1,1 M$ con
        200 mega di giochi datati (belli però!), non è
        messo abbastanza in
        evidenza.


        Ovviamente se un gioco per console costa 70 euro

        è sempre colpa della pirateria, mica delle

        royalty e delle licenze aggiuntive ! Ma che dico

        !

        Quoto. Se mio figlio mi viene a chiedere settanta
        sacchi per un gioco lo scapacciono via
        :DIo gli faccio vedere come si comprano all'estero pagandoli molto meno :-)
        • Funz scrive:
          Re: I soltiti Pirate HATES
          - Scritto da: Mr. X

          Quoto. Se mio figlio mi viene a chiedere
          settanta

          sacchi per un gioco lo scapacciono via

          :D

          Io gli faccio vedere come si comprano all'estero
          pagandoli molto meno
          :-)beh anche io ;)
    • nOra scrive:
      Re: I soltiti Pirate HATES
      - Scritto da: Sgabbio
      Invece di essere contenti di questa iniziativa
      vedono sempre il bicchiere mezzo
      vuoto!O suvvia, fino ad ora l'ago della bilancia pende per gli articoli che sostengono che la pirateria faccia bene al business (per esperienza personale di frequentazione di siti che trattano questo tema).Permettici di avere almeno qualche ora di gloria anche noi pro Major :D:D
      Non si rendono conto che la pirateria e calata
      notevolmente con questa
      iniziativa....Ah si??? E che ci stiamo a fare qui allora? :D:D:D
      Ps: Ovviamente amiga è morto per la pirateria, la
      microsoft è fallita per la pirateria (sto
      scrivendo da un SO fantasma) e la Sony dopo la
      prima PSX si è ritirata dopo 2 anni dal mercato
      delle console perchè la pirateria l'ha
      affossata!Le aziende non sono morte, ma almeno per l'Italia posso sostenere che sono state perse molte opportunità, sia in termini di posti di lavoro che di innovazione.Dovrebbe far riflettere come mai in italia, almeno per i videogiochi, esistano pochissime realtà di sviluppatori, mentre in Francia, Germania e Inghilterra, il mondo (l'industria) videoludico è notevolmente avanzato è genera fatturati che contribuisco alla effetiva crescia del PIL del paese.
      Ovviamente se un gioco per console costa 70 euro
      è sempre colpa della pirateria, mica delle
      royalty e delle licenze aggiuntive ! Ma che dico
      !Io non mi posso permettere di pagare 70 euro per un vg, ma mi posso permettere di attendere qualche mese e comprarlo a 29 in versione "classic" o "platinum" oppure ripiegare sull'usato. Almeno sui videogiochi.
      • Sgabbio scrive:
        Re: I soltiti Pirate HATES
        - Scritto da: nOra

        O suvvia, fino ad ora l'ago della bilancia pende
        per gli articoli che sostengono che la pirateria
        faccia bene al business (per esperienza personale
        di frequentazione di siti che trattano questo
        tema).
        Permettici di avere almeno qualche ora di gloria
        anche noi pro Major
        :D:DA dire il vero questo non lo dice l'articolo, parlavo dei commenti delle notizie :D

        Ah si??? E che ci stiamo a fare qui allora? :D:D:DPerchè vi lamentate che una minima parte pirata lo stesso nonostante i grandi guadagni fatti in breve tempo ???

        Le aziende non sono morte, ma almeno per l'Italia
        posso sostenere che sono state perse molte
        opportunità, sia in termini di posti di lavoro
        che di
        innovazione.Ironia portami via....... Quello che dici non è dovuto alla pirateria (sigh!) ma alla mentalità da 1700 che hanno molti qui in italia, quando si parla d'innovazione....
        Dovrebbe far riflettere come mai in italia,
        almeno per i videogiochi, esistano pochissime
        realtà di sviluppatori, mentre in Francia,
        Germania e Inghilterra, il mondo (l'industria)
        videoludico è notevolmente avanzato è genera
        fatturati che contribuisco alla effetiva crescia
        del PIL del
        paese.Perchè la maggioranza degli imprenditori è miope, questo non c'entra con la pirateria.

        Io non mi posso permettere di pagare 70 euro per
        un vg, ma mi posso permettere di attendere
        qualche mese e comprarlo a 29 in versione
        "classic" o "platinum" oppure ripiegare
        sull'usato. Almeno sui
        videogiochi.Facendo cosi si lamentano comunque, perchè "uno che non compra al Day one = Pirata"Poi se lo compri USATO, fai un crimine contro l'industria! Non so se hai sentito cosa vogliono fare contro il mercato dell'usato :D
        • nOra scrive:
          Re: I soltiti Pirate HATES

          A dire il vero questo non lo dice l'articolo,
          parlavo dei commenti delle notizie
          :DL'articolo ne parla indirettamente, dai!




          Ah si??? E che ci stiamo a fare qui allora?
          :D:D:D

          Perchè vi lamentate che una minima parte pirata
          lo stesso nonostante i grandi guadagni fatti in
          breve tempo
          ???Perchè anzichè 1 milione ne avremmo guadagnati 100 :D:D:D




          Le aziende non sono morte, ma almeno per
          l'Italia

          posso sostenere che sono state perse molte

          opportunità, sia in termini di posti di lavoro

          che di

          innovazione.

          Ironia portami via....... Quello che dici non è
          dovuto alla pirateria (sigh!) ma alla mentalità
          da 1700 che hanno molti qui in italia, quando si
          parla
          d'innovazione....Tutto correlato :D:D:D

          Dovrebbe far riflettere come mai in italia,

          almeno per i videogiochi, esistano pochissime

          realtà di sviluppatori, mentre in Francia,

          Germania e Inghilterra, il mondo (l'industria)

          videoludico è notevolmente avanzato è genera

          fatturati che contribuisco alla effetiva crescia

          del PIL del

          paese.

          Perchè la maggioranza degli imprenditori è miope,
          questo non c'entra con la
          pirateria.Imprenditore italiano: fare videogiochi? mica son scemo, li scarico pure io! :D:D:D:D
          Facendo cosi si lamentano comunque, perchè "uno
          che non compra al Day one =
          Pirata"Verissimo quando al Day one fanno il botto e poi non ci sono più vendite, mentre nel monitoraggio dei download quel dato titolo è scaricato alla grande.Non lo potranno invece sostenere, ed è questa la forza del consumatore, se le statistiche di vendita avranno il picco al day-one e poi vendite costanti nel lungo termine.
          Poi se lo compri USATO, fai un crimine contro
          l'industria! Non so se hai sentito cosa vogliono
          fare contro il mercato dell'usato
          :DVero anche questo, ma dubito che approderà mai in Italia.Almeno io mi preoccupo per il Bel Paese.
          • Sgabbio scrive:
            Re: I soltiti Pirate HATES
            - Scritto da: nOra

            L'articolo ne parla indirettamente, dai! C'entra nulla l'articolo! Io parlavo dei commenti.

            Perchè anzichè 1 milione ne avremmo guadagnati
            100
            :D:D:D
            Se mia nonna aveva le ruote, faceva la carriola :D

            Tutto correlato :D:D:DCon la pirateria no.
            Imprenditore italiano: fare videogiochi? mica son
            scemo, li scarico pure io! :D:D:D:DMa quanto semplicismo ! Considerando quanto fattura una software house decente, direi che si potrebbe fare... il vero problema è che non vogliono scucire i soldi per pagare decentemente chi ci deve lavorare...Te la immagini una software house videoludica piena di co co co sotto pagati con un omone grande e grosso che frusta ?

            Verissimo quando al Day one fanno il botto e poi
            non ci sono più vendite, mentre nel monitoraggio
            dei download quel dato titolo è scaricato alla
            grande.
            Non lo potranno invece sostenere, ed è questa la
            forza del consumatore, se le statistiche di
            vendita avranno il picco al day-one e poi vendite
            costanti nel lungo
            termine.Se ad esempio fanno un gioco orrendo è quindi vende pochissimo, incolpano la pirateria :D
            Vero anche questo, ma dubito che approderà mai in
            Italia.
            Almeno io mi preoccupo per il Bel Paese.Bhe La Epic games quando si è corrota con i soldi ha detto che i DLC a pagamento servono per combattere il mercato dell'usato...ovvero giochi incompleti venduti a caro prezzo, con aggiunte vendute a caro prezzo...furbi ?La psp go dove i giochi sono tutti scaricabili è non c'è modo di usare le UMD ?
          • nOra scrive:
            Re: I soltiti Pirate HATES


            La psp go dove i giochi sono tutti scaricabili è
            non c'è modo di usare le UMD
            ?PSP Go non è intaccata dalla pirateria. Tutti i giochi che scarichi sono "legit". Sono le versioni precedenti di PSP ad essere colpite dalla pirateria.
          • Sgabbio scrive:
            Re: I soltiti Pirate HATES
            Se è per questo se la prendono in quel posto chi ha venduto la vecchia psp per prendere la go, anche se molto criticata per certi accorgimenti.Anzi, già il fatto che non ti lasciano convertire i giochi in UMD in iso da usare nella psp go, la dice lunga su come cercano di speculare.Tra l'altro se non sbaglio dovrebbero averla già craccataOo
          • nOra scrive:
            Re: I soltiti Pirate HATES
            - Scritto da: Sgabbio
            Se è per questo se la prendono in quel posto chi
            ha venduto la vecchia psp per prendere la go,
            anche se molto criticata per certi
            accorgimenti.Sicuramente è discutibile.
            Anzi, già il fatto che non ti lasciano convertire
            i giochi in UMD in iso da usare nella psp go, la
            dice lunga su come cercano di
            speculare.Invece qui non sono d'accordo perchè PSP GO e PSP (vecchia) sono difatto due piattaforme diverse, sempre però dello stesso produttore.Hanno cambiato modello di business distribuendo i giochi online, dunque lasciando fuori la filiera della distribuzione tradizionale.
            Tra l'altro se non sbaglio dovrebbero averla già
            craccataOoSolo rumor, ma di fatto anche le versioni più recenti di PSP (vecchia) non sono più craccabili.
          • angros scrive:
            Re: I soltiti Pirate HATES

            Solo rumor, ma di fatto anche le versioni più
            recenti di PSP (vecchia) non sono più
            craccabili.Non esiste una piattaforma non craccabile
          • nOra scrive:
            Re: I soltiti Pirate HATES
            - Scritto da: angros

            Solo rumor, ma di fatto anche le versioni più

            recenti di PSP (vecchia) non sono più

            craccabili.

            Non esiste una piattaforma non craccabileD'accordissimo... maAl momento le protezioni delle PS3 stanno reggendo da quando è stata lanciata.Ritengo sia una questione di tempo, ma sta di fatto che ha retto e regge.Le ultime PSP non sono craccabili. Anche qui sarà una questione di tempo, ma sta di fatto che stanno reggendo.
  • Steve Robinson Hakkabee scrive:
    Cmq una realtà è venuta fuori chiara
    L'utente per un videogame vuole spendere circa 10$. Sveglia produttori!
    • Lallo scrive:
      Re: Cmq una realtà è venuta fuori chiara
      - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
      L'utente per un videogame vuole spendere circa
      10$. Sveglia
      produttori!Non è cosi, IMHO. L'utente vuole spendere per un videogame quello che ritiene giusto. Ti assicuro che quando uscì il primo Unreal, lo pagai più che volentieri i suoi 50 euro dell'epoca (oddio era ancora in lire, non ricordo esattamente quanto costò...) perchè era un capolavoro annunciato!
    • Wolf01 scrive:
      Re: Cmq una realtà è venuta fuori chiara
      Non sono d'accordo, piuttosto spendere 10$ per un bundle di 5 direi di si :PPensavo infatti di sparargli un 10 per scaricarmelo in questi giorni.
  • angros scrive:
    MeX... dove sei?
    Ieri mi avevi risposto che secondo te la soluzione poteva essere "facile distribuzione" e "prezzo basso". Come la mettiamo qui??? Aiuto! :-(
    • nOra scrive:
      Re: MeX... dove sei?
      - Scritto da: angros
      Ieri mi avevi risposto che secondo te la
      soluzione poteva essere "facile distribuzione" e
      "prezzo basso". Come la mettiamo qui??? Aiuto!
      :-(E' naturale che la pirateria esista comunque nonostante si affermino modelli di business alternativi e, forse, più vicini anche al consumatore, tuttavia è anche vero e fisiologico che esista in ogni caso.Il punto di riflessione semmai, secondo me, è dato da quel 25% che difatto non può essere considerato come "fenomeno fisiologico" ma come fenomeno di cui si devono prendere seri provvedimenti.Modello di distribuzione e prezzo del prodotto sicuramente incidono sulla pirateria, ma non sono gli elementi che la determinano.Dunque dove sta il problema?IMHO è che chi scarica non cogliere/comprende il valore della proprietà intellettuale.
      • ruppolo scrive:
        Re: MeX... dove sei?
        - Scritto da: nOra
        IMHO è che chi scarica non cogliere/comprende il
        valore della proprietà
        intellettuale.Non della proprietà intellettuale, ma del LAVORO intellettuale!
        • Sgabbio scrive:
          Re: MeX... dove sei?
          Giusto ! Questi maledetti pirati! Pensa è colpa loro che le due torri gemelle sono crollate, se c'è l'eruzione vulcanica che blocca gli aeri e i treni arrivano in ritardo :D
        • nOra scrive:
          Re: MeX... dove sei?
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: nOra

          IMHO è che chi scarica non cogliere/comprende il

          valore della proprietà

          intellettuale.

          Non della proprietà intellettuale, ma del LAVORO
          intellettuale!La tua puntualizzazione ci sta tutta, ma nella definizione di "proprietà", in questo ambito, rientra anche il concetto, ovviamente, di LAVORO.
          • angros scrive:
            Re: MeX... dove sei?

            La tua puntualizzazione ci sta tutta, ma nella
            definizione di "proprietà", in questo ambito,
            rientra anche il concetto, ovviamente, di
            LAVORO.È qui che ti sbagli: confondi il prodotto finale con il lavoro necessario a produrlo. Il prodotto è duplicabile all'infinito, il lavoro no. Inoltre, del prodotto sono necessarie migliaia di copie, mentre il lavoro è necessario una volta sola.
          • nOra scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            - Scritto da: angros

            La tua puntualizzazione ci sta tutta, ma nella

            definizione di "proprietà", in questo ambito,

            rientra anche il concetto, ovviamente, di

            LAVORO.

            È qui che ti sbagli: confondi il prodotto finale
            con il lavoro necessario a produrlo. Il prodotto
            è duplicabile all'infinito, il lavoro no.
            Inoltre, del prodotto sono necessarie migliaia di
            copie, mentre il lavoro è necessario una volta
            sola.Che piacere risentirti!Il vero angros!!!!
        • angros scrive:
          Re: MeX... dove sei?

          Non della proprietà intellettuale, ma del LAVORO
          intellettuale!Infatti: il bene intellettuale deve essere gratuito, il lavoro no. Io ti pago per scrivere il programma, ma poi il programma non appartiene a nessuno.
          • nOra scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            - Scritto da: angros
            Infatti: il bene intellettuale deve essere
            gratuito, il lavoro no. Io ti pago per scrivere
            il programma, ma poi il programma non appartiene
            a
            nessuno.Bene intellettuale gratuito? Tu paghi il programma ma poi il programma non appertiene a nessuno? E cosa lo paghi a fare dato che POI non è di nessuno?Ma ti rendi conto dell'incongruenza dei ragionamenti che fai?Un bene intellettuale può essere messo a disposizione ANCHE gratuitamente, es. del pro bono, ma sicuramente il DEVE non ci sta altrimenti è una limitazione della propria libertà personale nel poter sfruttare economicamente le proprie idee.
          • angros scrive:
            Re: MeX... dove sei?

            Bene intellettuale gratuito? Tu paghi il
            programma ma poi il programma non appertiene a
            nessuno? E cosa lo paghi a fare dato che POI non
            è di
            nessuno?Non pago il programma; pago il programmatore perchè scriva il programma. Poi, lo uso: e se lo vogliono usare anche gli altri, facciano pure.
            Un bene intellettuale può essere messo a
            disposizione ANCHE gratuitamente, es. del pro
            bono, ma sicuramente il DEVE non ci staNon ho detto che DEVE essere messo a disposizione gratuitamente: puoi anche non metterlo a disposizione, tenertelo e usarlo solo tu.Ma se lo passi ad un altro, insieme al bene digitale cedi anche ogni pretesa su di esso.
          • nOra scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            - Scritto da: angros
            Non pago il programma; pago il programmatore
            perchè scriva il programma. Poi, lo uso: e se lo
            vogliono usare anche gli altri, facciano
            pure.Ma allora devi essere proprio, senza offesa, scemo da pagare il programmatore! Prendi il programma aggratis da un tuo concorrente che fa il tuo stesso mestiere! Perchè la fai così complicata!?!
            Non ho detto che DEVE essere messo a disposizione
            gratuitamente: puoi anche non metterlo a
            disposizione, tenertelo e usarlo solo
            tu.Capita invece che ti venga sotratto senza il tuo volere... come ci si deve comportare in questo caso?
            Ma se lo passi ad un altro, insieme al bene
            digitale cedi anche ogni pretesa su di
            esso.Io non lo passo e non lo cedo, semmai lo concedo a determinate condizioni!Se capisci, comprendi, questa differenza allora sei ufficialmente guarito dalla peste bubbonica piratesca.
          • shevathas scrive:
            Re: MeX... dove sei?

            Non pago il programma; pago il programmatore
            perchè scriva il programma. Poi, lo uso: e se lo
            vogliono usare anche gli altri, facciano
            pure.
            bene.


            Un bene intellettuale può essere messo a

            disposizione ANCHE gratuitamente, es. del pro

            bono, ma sicuramente il DEVE non ci sta

            Non ho detto che DEVE essere messo a disposizione
            gratuitamente: puoi anche non metterlo a
            disposizione, tenertelo e usarlo solo
            tu.

            Ma se lo passi ad un altro, insieme al bene
            digitale cedi anche ogni pretesa su di
            esso.con che costi però ? alla fine il costo sarebbe talmente proibitivo da renderlo praticamente invendibile. Prendi ad esempio i concerti: andresti ad un concerto del tuo cantante preferito se costasse 10, 20 ? probabilmente si.Andresti allo stesso concerto sapendo che paghi 50K e offri l'ingresso gratuito a tutti gli altri che vorrebbero andarci ?
          • angros scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            1) Perchè deve costare 50000? I musicisti faranno bene ad abbassare le pretese.Altrimenti, niente concerto e si taglia la testa al toro.2) Tieni presente che pagheresti una volta sola, e forse neanche quella: se uno paga, e 1000 entrano, è più probabile che tu sia l'unico che paga, o che tu sia uno dei 1000 che entrano?
          • shevathas scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            - Scritto da: angros
            1) Perchè deve costare 50000? I musicisti faranno
            bene ad abbassare le
            pretese.
            considera nell'ordine: il noleggio dell'impianto, le persone che devono lavorare per montare il palco e smontarlo. I tecnici che devono gestire l'impianto audio, l'energia elettrica consumata durante il concerto, il servizio di vigilanza, eventuali assicurazioni, la pulizia ed il ripristino dei luoghi dopo l'evento, un minimo di servizio di sicurezza.c'è altro oltre che i semplici costi dei musicisti.Pensa ad esempio ai maxi concerti nello stadio di S. Siro, quante persone pensi che servano per preparare l'evento e gestirlo ? minimo ne muove un centinaio, musicisti esclusi.
            Altrimenti, niente concerto e si taglia la testa
            al
            toro.
            il che vuol dirti privarti della possibilità di avere qualcosa che potrebbe piacerti a prezzo tutto sommato modico perché tutti vorrebbero fare i furbi.
            2) Tieni presente che pagheresti una volta sola,
            e forse neanche quella: se uno paga, e 1000
            entrano, è più probabile che tu sia l'unico che
            paga, o che tu sia uno dei 1000 che
            entrano?come hai scritto nessuno paga e non si fanno concerti. Alla fine per un ipotetico risparmio ti privi della possibilità di poter usufruire di un bene immateriale.
          • angros scrive:
            Re: MeX... dove sei?

            Pensa ad esempio ai maxi concerti nello stadio di
            S. Siro, quante persone pensi che servano per
            preparare l'evento e gestirlo ? minimo ne muove
            un centinaio, musicisti
            esclusi.Tu vuoi la botte piena e la moglie ubriaca: hai appena detto che costa carissimo, eppure vuoi la cosa che costa cara, e la vuoi pagare poco. Eh no, o la paghi al prezzo pieno, oppure si fa qualcosa che costa meno. Ma non esiste che tu debba costringere gli altri a pagare, così paghi meno tu (come non esiste che io ti costringa a pagare la cifra piena per far entrare me gratis); chi vuole che venga realizzata una cosa, se la paga, e poi ne godono tutti; altrimenti, la cosa non si fa.
          • shevathas scrive:
            Re: MeX... dove sei?

            Tu vuoi la botte piena e la moglie ubriaca: hai
            appena detto che costa carissimo, eppure vuoi la
            cosa che costa cara, e la vuoi pagare poco. se la pago solo io pago un cifrone, se creo un consorzio di N amici e dividiamo le spese ciascuno spende meno per usufruire dello stesso concerto, ok ?
            Eh
            no, o la paghi al prezzo pieno, oppure si fa
            qualcosa che costa meno. Ma non esiste che tu
            debba costringere gli altri a pagare, così paghi
            meno tu E' questo il punto: io non voglio costringere gli altri a pagare, vorrei che gli altri che vogliono usufruire del bene, il concerto, come ne voglio usufruire io paghino allo stesso modo in cui pago io. E' semplice: chi vuole salire sul treno paga il biglietto, chi preferisce andare a piedi va a piedi e si tiene in tasca i suoi soldi.
            chi vuole che venga realizzata una cosa, se la
            paga, e poi ne godono tutti; altrimenti, la cosa
            non si
            fa.questo limiterebbe e di molto le cose realizzabili. Chi può permettersi l'acquisto e la gestione di un pullmann ? chi può permettersi invece di pagare il biglietto del pullmann
          • angros scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            - Scritto da: shevathas

            Tu vuoi la botte piena e la moglie ubriaca: hai

            appena detto che costa carissimo, eppure vuoi la

            cosa che costa cara, e la vuoi pagare poco.

            se la pago solo io pago un cifrone, se creo un
            consorzio di N amici e dividiamo le spese
            ciascuno spende meno per usufruire dello stesso
            concerto, ok
            ?
            Fin qui, siamo d'accordo. Il problema è che tu vuoi anche impedire l'acXXXXX a chi non fa parte del consorzio, e questo non va bene: se tu paghi un prezzo che a te va bene, ed ottieni quello che volevi, perchè ti deve importare qualcosa se qualcun alto entra gratis? Per livore personale?
          • shevathas scrive:
            Re: MeX... dove sei?

            Fin qui, siamo d'accordo. Il problema è che tu
            vuoi anche impedire l'acXXXXX a chi non fa parte
            del consorzio, e questo non va bene: perché ?
            se tu paghi
            un prezzo che a te va bene, ed ottieni quello che
            volevi, perchè ti deve importare qualcosa se
            qualcun alto entra gratis? Per livore
            personale?supponiamo di essere in 5 e che il concerto costi 300. Ognuno paga 60.Se angros che vuole entrare a sentire fosse entrato nel consorzio avrei pagato 50 invece che 60 e magari mi sarei comprato anche 10 di pop corn.Perché dovrei regalare, di fatto, 10 euro ad angros ?ops correzione delle cifre-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 maggio 2010 17.22-----------------------------------------------------------
          • angros scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            - Scritto da: shevathas

            Fin qui, siamo d'accordo. Il problema è che tu

            vuoi anche impedire l'acXXXXX a chi non fa parte

            del consorzio, e questo non va bene:

            perché ?Perchè introduci un limite che non giova a nessuno.


            se tu paghi

            un prezzo che a te va bene, ed ottieni quello
            che

            volevi, perchè ti deve importare qualcosa se

            qualcun alto entra gratis? Per livore

            personale?

            supponiamo di essere in 5 e che il concerto costi
            300. Ognuno paga
            60.
            Se angros che vuole entrare a sentire fosse
            entrato nel consorzio avrei pagato 50 invece che
            60 e magari mi sarei comprato anche 10 di pop
            corn.
            Perché dovrei regalare, di fatto, 10 euro ad
            angros
            ?Se io pago, tu invece di pagare 60 paghi 50: perchè dovrei regalare, di fatto, 10 euro a te? Soprattutto considerando che tu hai appena detto che a me non li regaleresti.
          • shevathas scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            - Scritto da: angros
            - Scritto da: shevathas


            Fin qui, siamo d'accordo. Il problema è che tu


            vuoi anche impedire l'acXXXXX a chi non fa
            parte


            del consorzio, e questo non va bene:



            perché ?

            Perchè introduci un limite che non giova a
            nessuno.
            giova invece al consorzio rendendo vantaggioso partecipare. Se posso avere gratis gli stessi servizi che avrei a pagamento perché dovrei pagare ?ma se nessuno paga non si ha niente ? come uscire dall'impasse ?




            se tu paghi


            un prezzo che a te va bene, ed ottieni quello

            che


            volevi, perchè ti deve importare qualcosa se


            qualcun alto entra gratis? Per livore


            personale?



            supponiamo di essere in 5 e che il concerto
            costi

            300. Ognuno paga

            60.

            Se angros che vuole entrare a sentire fosse

            entrato nel consorzio avrei pagato 50 invece che

            60 e magari mi sarei comprato anche 10 di pop

            corn.

            Perché dovrei regalare, di fatto, 10 euro ad

            angros

            ?

            Se io pago, tu invece di pagare 60 paghi 50:
            perchè dovrei regalare, di fatto, 10 euro a te?E 10 agli altri quattro. Se tu volessi usufruire del bene ed io non pagassi tu, fermo restando che gli altri quattro possano pagare fino a 60, o paghi anche tu 60 o non lo vedi, perché il concerto per mancanza di fondi non si organizza. Se pagassi anche io risparmieresti 10 euro e spenderesti solamente 50. Per il resto se si usufruisce del bene allo stesso modo trovo che sia equo partecipare in maniera equa alle spese.Per il resto ho risposto alla domanda che mi hai fatto: perché vorrei che chi non paga non usufruisse del bene, perché se chi ne vuole usufruire paga la sua quota come gli altri tutti hanno il vantaggio di spendere meno e di avere il bene. L'alternativa sarebbe che qualcuno pagasse di più per avere quello che altri pretendono di avere gratis oppure che nessuno abbia niente perché i costi sono eccessivi se a pagare sono poche persone.Che poi è il punto debole della tua idea di consorzio: cosa succede se tutti ragionano nel tuo stesso modo: se ormai hai già pagato bene si fa e quindi io posso salire gratis, chi sarebbe il primo a pagare ?nessuno farebbe niente ed aspetterebbe la beneficenza altrui.
            Soprattutto considerando che tu hai appena detto
            che a me non li
            regaleresti.c'è una differenza: io pago per il servizio e se angros entra gratis di fatto io pago anche parte del suo biglietto. se entrambi paghiamo per il servizio entrambi paghiamo meno il biglietto di ingresso.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 maggio 2010 19.26-----------------------------------------------------------
          • angros scrive:
            Re: MeX... dove sei?

            Per il resto ho risposto alla domanda che mi hai
            fatto: perché vorrei che chi non paga non
            usufruisse del bene, perché se chi ne vuole
            usufruire paga la sua quota come gli altri tutti
            hanno il vantaggio di spendere meno e di avere il
            bene. E tutti hanno lo svantaggio di continuare a pagare anche quando il bene ormai è stato ripagato e potrebbe diventare gratuito.Il vantaggio è inferiore allo svantaggio.
            L'alternativa sarebbe che qualcuno pagasse
            di più per avere quello che altri pretendono di
            avere gratis Vantaggio superiore allo svantaggio: questo è accettabile
            oppure che nessuno abbia niente
            perché i costi sono eccessivi se a pagare sono
            poche
            persone.Questa è la situazione equa per tutti.

            Soprattutto considerando che tu hai appena detto

            che a me non li

            regaleresti.

            c'è una differenza: io pago per il servizio e se
            angros entra gratis di fatto io pago anche parte
            del suo biglietto. se entrambi paghiamo per il
            servizio entrambi paghiamo meno il biglietto di
            ingresso.No, io pago di più (rispetto al gratis)
          • shevathas scrive:
            Re: MeX... dove sei?

            E tutti hanno lo svantaggio di continuare a
            pagare anche quando il bene ormai è stato
            ripagato e potrebbe diventare
            gratuito.

            Il vantaggio è inferiore allo svantaggio.con il rischio che il bene non venga prodotto in quanto avrebbe costi eccessivi per una singola persona.

            c'è una differenza: io pago per il servizio e se

            angros entra gratis di fatto io pago anche parte

            del suo biglietto. se entrambi paghiamo per il

            servizio entrambi paghiamo meno il biglietto di

            ingresso.

            No, io pago di più (rispetto al gratis)bene, ragioniamo tutti come te: nessuno paga, tutti si tengono i soldi ma nessun concerto.
          • angros scrive:
            Re: MeX... dove sei?

            bene, ragioniamo tutti come te: nessuno paga,
            tutti si tengono i soldi ma nessun
            concerto.Giusto e equo: tutti pagano zero, tutti ottengono zero; nessuna ingiustizia, nessuno paga di più degli altri, nessuno se ne approfitta.
          • shevathas scrive:
            Re: MeX... dove sei?


            L'alternativa sarebbe che qualcuno pagasse

            di più per avere quello che altri pretendono di

            avere gratis

            Vantaggio superiore allo svantaggio: questo è
            accettabilequestione di punti di vista. E se fossi tu il generoso mecenate che offre continueresti a considerarlo un sistema vantaggioso ?
          • angros scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            Se desideravo talmente tanto lo spettacolo, sì.
          • shevathas scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            - Scritto da: angros
            Se desideravo talmente tanto lo spettacolo, sì.bene, appena organizzi posta pure il link.
      • r p scrive:
        Re: MeX... dove sei?
        io credo sia sbagliato generalizzare.In vita mia ho scaricato materiale pirata, ma ho anche comprato giochi in edizione per collezionisti a 70€ ed ho comprato quel bundle per linux a 13$.I giochi che ho scaricato piratati, diversamente non li avrei mai comprati.Detto questo, è anche vero che ci sono un branco di incivili che scaricano a sfregio, fregandosene di tutto e tutti.
        • nOra scrive:
          Re: MeX... dove sei?
          - Scritto da: r p
          io credo sia sbagliato generalizzare.Concordo. A volte serve però per fare presente uno scenario altrimenti non si potrebbe centrare il punto della questione.
          In vita mia ho scaricato materiale pirata, ma ho
          anche comprato giochi in edizione per
          collezionisti a 70€ ed ho comprato quel
          bundle per linux a
          13$.
          I giochi che ho scaricato piratati, diversamente
          non li avrei mai
          comprati.Vedi, secondo me hai toccato il punto e il tuo post ne è un esempio: perchè x alcuni contenuti specifici sei disposto a pagare e altri no, e cmq li acquisisci lo stesso?La risposta che mi do io è perchè accedere ed acquisire questi contenuti che tu in ogni caso non avresti comprato è semplice ed immediato.Tutto qui e non c'entra che sei delinquente o no.Questo, IMHO, mi dimostra che non si da, o non si comprende a priori, il valore dell'opera dell'ingegno.Soluzioni? Boh!!!!!!!!! :D
          • Lallo scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            - Scritto da: nOra
            La risposta che mi do io è perchè accedere ed
            acquisire questi contenuti che tu in ogni caso
            non avresti comprato è semplice ed
            immediato.
            Tutto qui e non c'entra che sei delinquente o no.Semplice ed immediato, a cui aggiungo "sicuro", perchè c'è la percezione diffusa che chi pirata non verrà mai smascherato.
            Questo, IMHO, mi dimostra che non si da, o non si
            comprende a priori, il valore dell'opera
            dell'ingegno.

            Soluzioni? Boh!!!!!!!!! :DAl momento, nessuna. Quel 25% che pirata un bundle praticamente gratuito lo dimostra.
          • r p scrive:
            Re: MeX... dove sei?

            perchè x alcuni contenuti
            specifici sei disposto a pagare e altri no, e cmq
            li acquisisci lo
            stesso?anche io mi sono posto questa domanda da un po' e la mia risposta è: in alcuni casi, semplicemente per curiosità, in altri casi, semplicemente "per averlo"... non hai idea di quanta roba ho che non ho mai visto/usato una sola volta... ecco perché ti dicevo che diversamente non l'avrei mai comprata...Per me, non è una questione di non avere rispetto del lavoro altrui, ma di pensare: ok, questo non mi interessa/serve, però visto che c'é lo prendo.In altri termini, a mio avviso molti pirati non scaricano un software perché gli serve/piace, ma perché c'é sui canali P2p... Anche sul sito della wolfire era riportato uno studio in cui si diceva che la lotta alla pirateria portava un incremento delle vendite dell'1%...Detto ancora in maniera differente, a mio avviso, è sbagliato considerare i1 pirata come un cliente mancato ed è quindi sbagliato considerare la pirateria come un danno per la proprietà intellettuale...Tornando al 25% di pirateria, per me le cose potrebbero anche essere interpretate nel senso che delle persone, per regalare il bundle a più di una persona, abbiano fatto un unico versamento...
      • Sgabbio scrive:
        Re: MeX... dove sei?
        Ma anche no. Sinceramente, considerando l'elevato numero di chi a acquistato, credo di no :DCaso mai io che non uso paypal ad esempio son tagliato fuori :D
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: MeX... dove sei?
          - Scritto da: Sgabbio
          Ma anche no. Sinceramente, considerando l'elevato
          numero di chi a acquistato, credo di no
          :D

          Caso mai io che non uso paypal ad esempio son
          tagliato fuori
          :DPuoi pagare anche con Google Checkout o direttamente con Amazon.
      • angros scrive:
        Re: MeX... dove sei?

        IMHO è che chi scarica non cogliere/comprende il
        valore della proprietà
        intellettuale.Io lo comprendo benissimo: 0
    • corigan scrive:
      Re: MeX... dove sei?
      il problema n°1 è il costo! con buona pace di tutti quanti.tra parentesi ... senti questa!http://www.tomshw.it/cont/news/l-usato-danneggia-di-piu-della-pirateria-nei-giochi/25311/1.html
      • Wolf01 scrive:
        Re: MeX... dove sei?
        Tralasciando il semplice fatto che GameStop sta lucrando in maniera spaventosa.Una volta devo provare a portare indietro un gioco, e ricomprare sempre il mio usato e riportarlo indietro e ricomprarlo, così finchè spendo almeno 10 volte il prezzo originale avendo in mano sempre la stessa cosa e letteralmente regalando loro una montagna di quattrini.Il tutto documentato con videocamera nascosta da portare alla GdF.Se volete vendere i giochi vendeteli ad amici a 10, oppure prendete 2 giochi diversi e scambiateveli quando avete finito, ci guadagnate voi e ci guadagnano i vostri amici.
        • shevathas scrive:
          Re: MeX... dove sei?
          - Scritto da: Wolf01
          Tralasciando il semplice fatto che GameStop sta
          lucrando in maniera
          spaventosa.???
          Una volta devo provare a portare indietro un
          gioco, e ricomprare sempre il mio usato e
          riportarlo indietro e ricomprarlo, così finchè
          spendo almeno 10 volte il prezzo originale avendo
          in mano sempre la stessa cosa e letteralmente
          regalando loro una montagna di
          quattrini.quello di gamestop comunque non è un comportamento scorretto, anche se può sembrare il contrario.Loro acquistano l'usato e lo mettono in vendita aggiungendoci il loro margine, margine dovuto anche al fatto che tu i soldi li prendi subito, loro forse. Se il gioco non si vende rimane nel groppone a loro e non a te.
          Se volete vendere i giochi vendeteli ad amici a
          10, oppure prendete 2 giochi diversi e
          scambiateveli quando avete finito, ci guadagnate
          voi e ci guadagnano i vostri
          amici.cosa opportuna.
          • Wolf01 scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            In ogni caso un margine di 20 o più Euro non è tollerabile.Con un gioco nuovo pagato 65 ti danno anche 30, loro lo rivendono nuovamente a 59Con un gioco vecchio, o che non viene valutato come best seller ti danno 1, 2 o 3, poi lo rimettono in vendita a 19 o 29.Capisco la necessità di guadagnarci, ma allora se un gioco lo riprendi per 3 lo rivendi a 5, non a 30.E sono riusciti a far storie quando ho portato indietro una decina di giochi per 44, ho comprato un gioco usato a 45 e con la tessera avrei avuto diritto alla supervalutazione del 10% sul rientro mentre una "svalutazione" del 10% sull'usato.Praticamente io avrei dovuto prendere 48.40, loro avrebbero dovuto vendermi l'usato a 40.50, non c'è stato niente da fare, ho dovuto accontentarmi di non usare la tessera perchè gli 8 non me li davano.
          • shevathas scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            - Scritto da: Wolf01
            In ogni caso un margine di 20 o più Euro non è
            tollerabile.come è stato scritto da altri: loro ti fanno quell'offerta e poi sta a te vedere se ti conviene accettare o meno.
            Con un gioco nuovo pagato 65 ti danno anche 30,
            loro lo rivendono nuovamente a
            59metti un annuncio su giornali tipo porta portese e vendilo direttamente a 50.
            Con un gioco vecchio, o che non viene valutato
            come best seller ti danno 1, 2 o 3, poi lo
            rimettono in vendita a 19 o
            29.non per difendere a spada tratta i tizi ma quanti di questi giochi messi in vendita vengono venduti e quanti pensi li rimangono sul groppone ?
            Capisco la necessità di guadagnarci, ma allora se
            un gioco lo riprendi per 3 lo rivendi a 5, non
            a
            30.sarebbe un ragionamento calzante se il 99.9% dei giochi ritirati a 3 vengono venduti a 5.Alle condizioni che hai detto tu: acquisto per 3 e vendo per 5, senza considerare altri costi per andare in pareggio devi vendere 3 giochi ogni 5 ritirati, il 60%. Se aggiungi un paio di costi per gestire lo scambio, il commesso che ti serve suppongo voglia lo stipendio e non campi d'aria, il punto di pareggio si sposta molto in alto.
            E sono riusciti a far storie quando ho portato
            indietro una decina di giochi per 44, ho
            comprato un gioco usato a 45 e con la tessera
            avrei avuto diritto alla supervalutazione del 10%
            sul rientro mentre una "svalutazione" del 10%
            sull'usato.
            Praticamente io avrei dovuto prendere 48.40,
            loro avrebbero dovuto vendermi l'usato a 40.50,
            non c'è stato niente da fare, ho dovuto
            accontentarmi di non usare la tessera perchè gli
            8 non me li
            davano.mi pare di ricordare che per legge i punti e gli omaggi legati a tessere sconto non possano venire monetizzati, ma non ne sono sicuro.
          • corigan scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            quello che volevo dire cmq è che la logica applicata alle copie pirata andrebbe ripetuta sulle copie usate.perche nessuno si pone il problema?
          • Wolf01 scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            Cioè considerare illegali le copie usate oppure rendere legali quelle pirata pagando tipo 10 per poterci giocare?
          • corigan scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            no scusa, intendevo dire che la prospettiva dei produttori, nei confronti delle copie usate dovrebbe essere la stessa usata nei confronti delle copie pirata. In effetti qualche casa si sta muovendo in tal senso, facendo pagare l'utilizzo online.A quanto c'è scritto sul link che ho postato prima, pare che il passamano faccia piu danni delle copie pirata.per quanto mi riguarda è un esempio di strozzinaggio, ma quanto meno mi risulta piu accettabile di altri sistemi.Cio'detto per come la vedo io,la pirateria è un bene assoluto, se oggi siamo nell'era digitale sostanzialmente lo dobbiamo a questo, per non parlare del giro d'affari indotto.
          • Wolf01 scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            Non sono d'accordo con te, che diritto hanno i publisher di arricchirsi nello scambio tra privati, anche se questo fosse rivendita di giochi usati?Dovresti porti lo stesso ragionamento allora anche per l'usato delle automobili, per l'usato dei libri, per l'usato dei mobili.
          • corigan scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            io vorrei focalizzare l'attenzione sul fatto che per un produttore non c'è differenza su usato e pirateria, dato che l'obiettivo è il profitto.sulla pirateria si puo sparare ad alzo zero, sull'usato ovviamente no, ma i "danni" sono gli stessi (danni invisibili per me).riguardo l'online, è vero che se compri una macchina la fiat non ti chiede niente (l'erario qualcosina si e te l'aveva gia chiesta)ma è pur vero che che se vai in officina la riparazione la paghi.voglio dire che il multiplayer è una cosa un po diversa, ci sono i server da mantenere, le patch da sviluppare, la comunita da incoraggiare ecc...
          • Wolf01 scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            - Scritto da: corigan
            io vorrei focalizzare l'attenzione sul fatto che
            per un produttore non c'è differenza su usato e
            pirateria, dato che l'obiettivo è il profitto.Certo, questo non lo metto in dubbio.
            sulla pirateria si puo sparare ad alzo zero,
            sull'usato ovviamente no, ma i "danni" sono gli
            stessi (danni invisibili per me).Effettivamente.Però sulla pirateria si condivide e quindi in 2 o più persone si può usufruire della stessa copia del prodotto.Sull'usato chi rivende la propria copia se ne separa, se vuole riutilizzarla la ricompra, quindi non vedo dove sia il problema.Per i produttori sarebbe reato anche il semplice prestito.
            riguardo l'online, è vero che se compri una
            macchina la fiat non ti chiede niente (l'erario
            qualcosina si e te l'aveva gia chiesta)ma è pur
            vero che che se vai in officina la riparazione la
            paghi.Scusa ma non vedo il nesso, la riparazione dal meccanico la paghi anche se sei il primo proprietario e talvolta pure anche se sei in garanzia.
            voglio dire che il multiplayer è una cosa un po
            diversa, ci sono i server da mantenere, le patch
            da sviluppare, la comunita da incoraggiare ecc...E quindi?I prodotti Blizzard prevedono delle spawned copy proprio per consentire agli amici di giocare in multiplayer con chi ha la versione completa.Mi pare che la Blizzard sia fallita per pirateria già da vari anni no?Ah no, è ancora lì, e pensa che stanno per uscire pure Starcraft 2 e Diablo 3 che consentono ancora le installazioni spawned!
          • Wolf01 scrive:
            Re: MeX... dove sei?
            Non sono punti o omaggi.Se io avessi semplicemente portato indietro i giochi senza comprarne altri mi avrebbero dato in mano 48.40 come mi hanno dato quelli di AvP supervalutato 32 (senza tessera era 29).Quella volta non hanno voluto darmi gli 8, anzi, ho dovuto io dargli 1 (l'altro usato veniva 45).Inoltre basterebbe solo un po' di accortezza nel gestire la compravendita dell'usato: io ti prendo i giochi, non ti do niente subito, li metto in vendita con un margine del 10, 20, 150%, il prezzo di partenza lo decidi tu.Quando qualcuno compra il gioco, io faccio lo scontrino a lui di quanto ha pagato, e a te senza il margine precedentemente concordato.Praticamente a te arrivano i soldi a cui hai chiesto di venderlo, a me quelli del margine.Loro non ci perderanno mai, se non riesci a venderlo vai lì e lo ritiri e te lo tieni, loro fanno semplicemente da bacheca annunci.Inoltre se chi vende i giochi si tiene basso con i prezzi (bhe certo, se il gioco lo porti nuovo di zecca giocato per 2 ore magari chiedi anche quasi il prezzo di vendita) tutti ci guadagnano: chi vende l'usato, chi acquista l'usato comprando un gioco nuovo a prezzo ridotto e chi tiene la bacheca annunci.
  • ruppolo scrive:
    L'apoteosi della pirateria:
    Piratare anche ciò che è gratuito.Comunque l'avevo già capito, che il prezzo non è determinante per il fenomeno della pirateria, quando ho visto la pirateria sui programmi per iPhone, che hanno un prezzo ridicolo.Il problema del pirata è solo uno: la mancanza di rispetto del prossimo. E questa deriva da una cattiva educazione, da sberle e scapaccioni mancati.Per eliminare la pirateria bisogna agire all'origine del problema, l'educazione da piccoli e il buon esempio. Purtroppo i giovani genitori di oggi sono già loro pirati, quindi la situazione è già sfuggita di mano.
    • angros2 scrive:
      Re: L'apoteosi della pirateria:

      Il problema del pirata è solo uno: la mancanza di
      rispetto del prossimo. E questa deriva da una
      cattiva educazione, da sberle e scapaccioni
      mancati."angros" ti dice nulla :-)Che roba!
      • nOra scrive:
        Re: L'apoteosi della pirateria:
        - Scritto da: angros2

        Il problema del pirata è solo uno: la mancanza
        di

        rispetto del prossimo. E questa deriva da una

        cattiva educazione, da sberle e scapaccioni

        mancati.

        "angros" ti dice nulla :-)
        Che roba!Chi è angros2? Un clone? :p
      • corigan scrive:
        Re: L'apoteosi della pirateria:
        lui ne avra quindi prese a iosa. poverino
    • poiuy scrive:
      Re: L'apoteosi della pirateria:
      Non concordo. E' una visione semplicistica la tua.Il menefreghismo è la dominante.Non è questione di educazione (anche se come correttamente fai notare la cattiva educazione sicuramente non aiuta), ma di facilità di acXXXXX.Ci sarà sempre chi preferisce approfittarsi delle situazioni... ma il limite principale che vedo io è la differenza tra "click e download" e "click, paypal (o chi per lui) e download". A oggi le transazioni via internet, in Italia e non solo, non sono ancora molto diffuse.Se inoltre aggiungi il fatto che un ragazzo sotto i 18 anni probabilmente non ha gli strumenti per comprare on-line, vedrai come il fenomeno della pirateria sia molto ampliato da questo fatto.Sono proprio le soluzioni che permettono di pagare con il credito del cellulare che vanno tanto oggi come oggi.E' l'acXXXXX immediato all'opera che premia.
      • ruppolo scrive:
        Re: L'apoteosi della pirateria:
        - Scritto da: poiuy
        Non concordo. E' una visione semplicistica la tua.
        Il menefreghismo è la dominante.Non stiamo dicendo cose diverse: il menefreghismo riguarda appunto il rispetto altrui.
        Non è questione di educazione (anche se come
        correttamente fai notare la cattiva educazione
        sicuramente non aiuta), ma di facilità di
        acXXXXX.
        Ci sarà sempre chi preferisce approfittarsi delle
        situazioni... ma il limite principale che vedo io
        è la differenza tra "click e download" e "click,
        paypal (o chi per lui) e download". A oggi le
        transazioni via internet, in Italia e non solo,
        non sono ancora molto
        diffuse.Non è così, AppStore è un sistema "click e download".
        Se inoltre aggiungi il fatto che un ragazzo sotto
        i 18 anni probabilmente non ha gli strumenti per
        comprare on-line, vedrai come il fenomeno della
        pirateria sia molto ampliato da questo
        fatto.Gli strumenti li ha: le iTunes Card sono in vendita nei negozi, il meccanismo è identico alle ricariche dei cellulari: immetti il codice e via, direttamente nel terminale.
        Sono proprio le soluzioni che permettono di
        pagare con il credito del cellulare che vanno
        tanto oggi come
        oggi.

        E' l'acXXXXX immediato all'opera che premia.Ripeto, AppStore è esattamente così, e il software costa pochissimo, eppure la pirateria è ben presente anche in questa piattaforma.Si tratta quindi di menefreghismo nei confronti del prossimo, o mancanza di rispetto, come vuoi.
        • Sgabbio scrive:
          Re: L'apoteosi della pirateria:
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: poiuy

          Non concordo. E' una visione semplicistica la
          tua.

          Il menefreghismo è la dominante.

          Non stiamo dicendo cose diverse: il menefreghismo
          riguarda appunto il rispetto
          altrui.Riguarda il non rispetto delle persone altrui semmai :DTu ne sei un esempio.
          Non è così, AppStore è un sistema "click e
          download".Certo, ma devi avere sempre carta di credito cosa che i minorenni non possono di certo avere, come non possono avere una postepay in completa autonomia :D Cioè ci sono delle barriere.

          Gli strumenti li ha: le iTunes Card sono in
          vendita nei negozi, il meccanismo è identico alle
          ricariche dei cellulari: immetti il codice e via,
          direttamente nel
          terminale.Non sono cosi diffuse in italia.... E già tanto se trovi le PSN Card...

          Ripeto, AppStore è esattamente così, e il
          software costa pochissimo, eppure la pirateria è
          ben presente anche in questa
          piattaforma.In minor misura visti gli introiti che girano li, ma comunque ripeto, per registrarti devi dare obbligatoriamente i dati della carta di credito, cosa che non è accessibile a tutti.
          Si tratta quindi di menefreghismo nei confronti
          del prossimo, o mancanza di rispetto, come
          vuoi.No, il problema è che bisogna creare dei mezzi di facile acXXXXX, oltre ovviamente di facile reperibilità
          • Philip Kotler scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            Lo sapevate che gli iPhone G4 ormai si trovano in ogni Pub casualmente ne perdono uno ogni volta che le riviste e i media smettono di parlarne, dopo non è Marketing Virale, si tratta in realtà di "Casualità" povera Apple.http://www.youtube.com/watch?v=6AAnUHePbe4&feature=player_embeddedPer la Goduria di Ruppolo (Marketing Blog Manager di Apple Italia)
        • ChronoTrigg er scrive:
          Re: L'apoteosi della pirateria:
          ....Madooo....che PALLE !Sempre sto iPhone e Apple store di mezzo !!FANXXXX ! (Si può Dire ?)
        • angros scrive:
          Re: L'apoteosi della pirateria:
          Secondo me hai ragione.Il menefreghismo e, aggiungo, l'intrinseca "ebrezza" di fare qualcosa contro le regole, sono le ragioni che IMHO porta la gente a sbattersi per scaricare, pur di non spendere 1 per un download in regola...Idem per la musica. Da quando esistono gli store (e non esiste solo quello della Apple), i prezzi sono crollati (0,99 - 1,29) e la libertá di scegliere e prendere SOLO quello che ti piace é aumentata.
          • nOra scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            - Scritto da: angros
            Secondo me hai ragione.
            Il menefreghismo e, aggiungo, l'intrinseca
            "ebrezza" di fare qualcosa contro le regole, sono
            le ragioni che IMHO porta la gente a sbattersi
            per scaricare, pur di non spendere 1 per un
            download in
            regola...

            Idem per la musica. Da quando esistono gli store
            (e non esiste solo quello della Apple), i prezzi
            sono crollati (0,99 - 1,29) e la libertá di
            scegliere e prendere SOLO quello che ti piace é
            aumentata.Ma sei veramente angros? Non mi sarei mai aspetto un post così da te...
          • Sgabbio scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            Occhio c'è un troll che usa il suo nick
          • nOra scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            - Scritto da: Sgabbio
            Occhio c'è un troll che usa il suo nickEh infatti. E' quello che ho pensato. Non sono risposte da lui.
          • nOra scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            Attento alla stega cattiva!
          • nOra scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            - Scritto da: nOra
            Attento alla stega cattiva!Plagio!!! (dal vero nOra)Oh, guardate che chiedo a PI di verificare l'IP!Diffido dunque e chiunque a usare il mio nick non registrato nOra :D
          • angros scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            Non lo è, infatti.Sai bene che io disprezzo iTunes, e lo considero una truffa.Comunque, grazie: vedo che mi riconosci.
          • angros scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            Idem per la musica. Da quando esistono gli store
            (e non esiste solo quello della Apple), i prezzi
            sono crollati (0,99 - 1,29) e la libertá di
            scegliere e prendere SOLO quello che ti piace é
            aumentata.Non sono affatto crollati: un cd da 20 euro, che contiene magari 18 brani... quanto ti costa il singolo brano?Il costo è rimasto lo stesso (al quale aggiungi download e supporto fisico). Solo un ingenuo si illude di risparmiare, con iTunes et similia.
    • Sgabbio scrive:
      Re: L'apoteosi della pirateria:
      - Scritto da: ruppolo
      Piratare anche ciò che è gratuito.

      Comunque l'avevo già capito, che il prezzo non è
      determinante per il fenomeno della pirateria,
      quando ho visto la pirateria sui programmi per
      iPhone, che hanno un prezzo
      ridicolo.Se hai letto l'articolo la percentua di chi "pirata" è molto bassa....
      Il problema del pirata è solo uno: la mancanza di
      rispetto del prossimo. E questa deriva da una
      cattiva educazione, da sberle e scapaccioni
      mancati.Certo....usiamo la violenza.....
      Per eliminare la pirateria bisogna agire
      all'origine del problema, l'educazione da piccoli
      e il buon esempio. Purtroppo i giovani genitori
      di oggi sono già loro pirati, quindi la
      situazione è già sfuggita di
      mano.Lasciamo che un manipolo di multinazionali plagino i nostri figli ? Ingigantendo un fenomento che dovrebbe stroncarli, quando poi sono sempre li ?
      • ba1782 scrive:
        Re: L'apoteosi della pirateria:
        - Scritto da: Sgabbio
        Se hai letto l'articolo la percentua di chi
        "pirata" è molto
        bassa...."Wolfire stima che il 25% dei download siano "non autorizzati"..."Il 25% di "pirateria" su una cosa pagabile anche solo 1 cent è una quantità vergognosamente alta, dannazione...

        Il problema del pirata è solo uno: la mancanza
        di

        rispetto del prossimo. E questa deriva da una

        cattiva educazione, da sberle e scapaccioni

        mancati.

        Certo....usiamo la violenza.....La violenza verso i figli è l' abuso di tali atti.A seconda del carattere(leggi: vivacità) del bambino bisogna prendere adeguati provvedimenti, credo.Che poi il fatto che i pirati siano bambini viziati è un po' troppo riduttivo...
    • attonito scrive:
      Re: L'apoteosi della pirateria:
      - Scritto da: ruppolo
      Piratare anche ciò che è gratuito.mi sembra una contraddizione in termini.Se e' liberamente scaricabile, come si puo' configurare il "reato" di download illegale e quindi pirata?
      • ba1782 scrive:
        Re: L'apoteosi della pirateria:
        Non ho approfondito, ma immagino abbiano seguito l'andamento su tracker e affini...
        • advange scrive:
          Re: L'apoteosi della pirateria:
          No, non è così: una volta pagato ti è reso disponibile un link: tale link può essere usato da chiunque e non ci sono controlli.Sul blog è spiegato come è fatto il calcolo: metodo un po' discutibile, ma è detto chiaramente che i torrent non sono contati.
    • Philip Kotler scrive:
      Re: L'apoteosi della pirateria:
      Off Topic per Ruppolo----------------------Hanno "Perso" un altro iPhone G4, giusto quando nessuno ne parlava più, povera apple innocente, non è marketing virale, è marketing sbadato, un nuovo formarto.... (rotfl)
    • angros scrive:
      Re: L'apoteosi della pirateria:

      Il problema del pirata è solo uno: la mancanza di
      rispetto del prossimo.La mancanza di rispetto è quella di chi pretende di venderti una cosa e rimanerne il padrone, e di dirti cosa devi fare in casa tua con il tuo computer.
      Per eliminare la pirateria bisogna agire
      all'origine del problema, l'educazione da piccoliTi dice niente la storia di Capitan Copyright? Perfino i bambini dell'asilo gli ridevano dietro.Questa è l'educazione da dare ai bambini:http://yanfry.wordpress.com/2009/12/30/il-porcellino-e-la-scatola-i-danni-del-drm-spiegati-ai-bambini/
      e il buon esempio. Purtroppo i giovani genitori
      di oggi sono già loro pirati, quindi la
      situazione è già sfuggita di
      mano.Il concetto di "giusto" e "sbagliato" che hai tu è diverso da quello di molti altri.Facciamo un esempio: siamo in una nazione nuova, appena fondata, dove non c'è ancora nessuna legge: io e te abbiamo il compito di scriverla. Io propongo di mettere la libera circolazione dell'informazione, tu proponi il copyright: che argomenti usi? (non puoi dire "la legalità", perchè la legge non c'è: bisogna farla)
      • shevathas scrive:
        Re: L'apoteosi della pirateria:

        La mancanza di rispetto è quella di chi pretende
        di venderti una cosa e rimanerne il padrone, e di
        dirti cosa devi fare in casa tua con il tuo
        computer.
        cosa che capita di sovente quando ti noleggiano una cosa.

        Facciamo un esempio: siamo in una nazione nuova,
        appena fondata, dove non c'è ancora nessuna
        legge: io e te abbiamo il compito di scriverla.
        Io propongo di mettere la libera circolazione
        dell'informazione, tu proponi il copyright: che
        argomenti usi? (non puoi dire "la legalità",
        perchè la legge non c'è: bisogna
        farla)una semplice questione di pragmatismo: se non tuteli la produzione e la creazione di opere intellettuali automaticamente rifiuti gli investimenti e le imprese in quel campo. Quindi avresti una produzione scarsa di nuovi contenuti e tali contenuti spesso saranno di qualità decisamente bassa; pochi affronterebbero i costi per la produzione di un prodotto di qualità sapendo che difficilmente rientreranno dalle spese.Con il rischio di essere surclassato da altri dal punto di vista della ricerca e snobbato dai produttori di contenuti esteri. Ad esempio i film difficilmente verrebbero doppiati nel tuo linguaggio da doppiatori professionisti per venire trasmessi nelle sale cinematografiche del tuo paese, lo si farebbe solo nel caso di trasmissione televisiva. Oppure verrebbero massacrati di pubblicità molto invasiva tipo un quadratino con degli spot che si muove qua e là per lo schermo durante la proiezione del film.Non uscirebbero i DVD ufficiali in quanto sarebbe difficile che i costi di produzione e distribuzione vengano ripagati e avresti pochi CD prodotti decentemente.
        • angros scrive:
          Re: L'apoteosi della pirateria:

          cosa che capita di sovente quando ti noleggiano
          una
          cosa.E allora perchè parlano di vendita?E poi, il noleggio è morto (vedi Blockbuster); non ha senso. Si noleggia ciò che si restituisce, e un bene digitale non si può "restituire", non più di quanto tu non possa restituire un fax o una email.



          Facciamo un esempio: siamo in una nazione nuova,

          appena fondata, dove non c'è ancora nessuna

          legge: io e te abbiamo il compito di scriverla.

          Io propongo di mettere la libera circolazione

          dell'informazione, tu proponi il copyright: che

          argomenti usi? (non puoi dire "la legalità",

          perchè la legge non c'è: bisogna

          farla)

          una semplice questione di pragmatismo: se non
          tuteli la produzione e la creazione di opere
          intellettuali automaticamente rifiuti gli
          investimenti e le imprese in quel campo.Bene: i soldi saranno impiegati in qualcos'altro. Non ci saranno più sprechi come attori e cantanti con stipendi miliardari.
          Quindi
          avresti una produzione scarsa di nuovi contenuti
          e tali contenuti spesso saranno di qualità
          decisamente bassa; pochi affronterebbero i costi
          per la produzione di un prodotto di qualità
          sapendo che difficilmente rientreranno dalle
          spese.Dipende dalla definizione di "qualità". Comunque, gli investimenti devono rimanere bassi; altrimenti, pochi potranno farli.Un tempo, la gente per avere un po' di musica si prendeva lo spartito e la suonava; studiare musica aveva quindi senso, tanti sapevano farlo, e ci si poteva anche guadagnare qualcosa (ad esempio, suonando nella banda di paese). Il mercato dei dischi ha distrutto tutto questo: per uno che riesce a sfondare, cento studiano musica e non ne ricavano nulla. Questa perversione deve fermarsi.
          Con il rischio di essere surclassato da altri dal
          punto di vista della ricercaOttimo: io copierò i loro risultati, e li avrò gratis, invece di spendere un mucchio di soldi per re-inventarli da zero, e avere poi la stessa cosa.
          e snobbato dai
          produttori di contenuti esteri. Ad esempio i film
          difficilmente verrebbero doppiati nel tuo
          linguaggio da doppiatori professionistiAllora saranno doppiati da doppiatori non professionisti (e magari dello stesso film ci saranno due o tre versioni diverse)
          per
          venire trasmessi nelle sale cinematografiche del
          tuo paese, lo si farebbe solo nel caso di
          trasmissione televisiva. Oppure verrebbero
          massacrati di pubblicità molto invasiva tipo un
          quadratino con degli spot che si muove qua e là
          per lo schermo durante la proiezione del
          film.E non è già così, in tv?
          Non uscirebbero i DVD ufficiali in quanto sarebbe
          difficile che i costi di produzione e
          distribuzione vengano ripagati e avresti pochi CD
          prodotti
          decentemente.E chi se ne frega? I cd sono obsoleti, e i DVD ci sono vicini.
          • shevathas scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            Bene: i soldi saranno impiegati in qualcos'altro.
            Non ci saranno più sprechi come attori e cantanti
            con stipendi
            miliardari.
            e neppure tutto l'indotto che ci gira intorno, gestori di sale cinematografiche ed addetti, commessi, autotrasportatori che ti portano i CD, tipografie etc. etc. l'attore straricco è solo la cima di una piramide.

            Dipende dalla definizione di "qualità". Comunque,
            gli investimenti devono rimanere bassi;
            altrimenti, pochi potranno
            farli.generalmente la qualità è anche proporzionale agli investimenti.
            Un tempo, la gente per avere un po' di musica si
            prendeva lo spartito e la suonava; studiare
            musica aveva quindi senso, tanti sapevano farlo,
            e ci si poteva anche guadagnare qualcosa (ad
            esempio, suonando nella banda di paese). mah qui a cagliari è normale d'estate andare a sentirsi concertini di complessi locali vari che suonano nei vari locali della spiaggia del Poetto.
            Il
            mercato dei dischi ha distrutto tutto questo: per
            uno che riesce a sfondare, cento studiano musica
            e non ne ricavano nulla. Questa perversione deve
            fermarsi.
            ma è nell'ordine delle cose, se vuoi qualità devi selezionare, aspettarsi che chiunque inizi nei pulcini di qualche squadretta di calcio arrivi in serie A è irrealistico al massimo.O che chiunque inizi la prima elementare riesca a diventare top manager.
            Ottimo: io copierò i loro risultati, e li avrò
            gratis, invece di spendere un mucchio di soldi
            per re-inventarli da zero, e avere poi la stessa
            cosa.
            c'è però un rischio grosso, so copiare ma non so dove e come metterci le mani sopra se devo muovermi un poco fuori dalle righe. Di fatto si finirebbe come i giapponesi di un tempo, bravissimi a copiare ma completamente incapaci di creare qualcosa di nuovo.Senza considerare che comportamenti da sanguisuga nei confronti dei paesi che finanziano la ricerca pura ed applicata espongono a rischi di ritorsioni commerciali.Secondariamente per copiare bene dovresti formarti la gente capace di smontare un motore per capire come funziona, senza investimenti nella ricerca o con solo investimenti statali rischi seriamente di tirar su solo solenni incompetenti.

            Allora saranno doppiati da doppiatori non
            professionisti (e magari dello stesso film ci
            saranno due o tre versioni
            diverse)
            se ti accontenti.

            per

            venire trasmessi nelle sale cinematografiche del

            tuo paese, lo si farebbe solo nel caso di

            trasmissione televisiva. Oppure verrebbero

            massacrati di pubblicità molto invasiva tipo un

            quadratino con degli spot che si muove qua e là

            per lo schermo durante la proiezione del

            film.

            E non è già così, in tv?
            e infatti la visione televisiva non la paghi, ovvero la paghi poco. Considera che chi produce contenuti lo fa anche per guadagnare e se non può usare il cr per tirar fuori i soldi o tira fuori i soldi da qualche altra parte oppure rinuncia direttamente a produrre.

            Non uscirebbero i DVD ufficiali in quanto
            sarebbe

            difficile che i costi di produzione e

            distribuzione vengano ripagati e avresti pochi
            CD

            prodotti

            decentemente.

            E chi se ne frega? I cd sono obsoleti, e i DVD ci
            sono
            vicini.bene vediamo allora il DVD ufficiale di un concerto o di un film e lo stesso concerto o film ripreso da una telecamera amatoriale da qualcuno del pubblico e vediamo se i due prodotti hanno la stessa qualità intesa come pulizia del suono o precisione delle riprese.
          • angros scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            e neppure tutto l'indotto che ci gira intorno,
            gestori di sale cinematografiche ed addetti,
            commessi, autotrasportatori che ti portano i CD,
            tipografie etc. etc. l'attore straricco è solo la
            cima di una
            piramide.Ottimo: un mucchio di soldi risparmiati, e un mucchio di gente che potrà essere impiegata in modo più utile. Inutile avere autotrasportatori che ti portano il cd, se la musica ti arriva via cavo: fanno un lavoro superfluo, e sprecano benzina per niente; quegli stessi autotrasportatori, invece dei cd, potranno trasportare patate, e faranno qualcosa di utile



            Dipende dalla definizione di "qualità".
            Comunque,

            gli investimenti devono rimanere bassi;

            altrimenti, pochi potranno

            farli.

            generalmente la qualità è anche proporzionale
            agli investimenti.Ma anche no



            Un tempo, la gente per avere un po' di musica si

            prendeva lo spartito e la suonava; studiare

            musica aveva quindi senso, tanti sapevano farlo,

            e ci si poteva anche guadagnare qualcosa (ad

            esempio, suonando nella banda di paese).

            mah qui a cagliari è normale d'estate andare a
            sentirsi concertini di complessi locali vari che
            suonano nei vari locali della spiaggia del
            Poetto.


            Il

            mercato dei dischi ha distrutto tutto questo:
            per

            uno che riesce a sfondare, cento studiano musica

            e non ne ricavano nulla. Questa perversione deve

            fermarsi.


            ma è nell'ordine delle cose, se vuoi qualità devi
            selezionare, aspettarsi che chiunque inizi nei
            pulcini di qualche squadretta di calcio arrivi in
            serie A è irrealistico al
            massimo.
            O che chiunque inizi la prima elementare riesca a
            diventare top
            manager.Dillo a chi ha investito e non è arrivato, vediamo cosa ti risponde.


            Ottimo: io copierò i loro risultati, e li avrò

            gratis, invece di spendere un mucchio di soldi

            per re-inventarli da zero, e avere poi la stessa

            cosa.


            c'è però un rischio grosso, so copiare ma non so
            dove e come metterci le mani sopra se devo
            muovermi un poco fuori dalle righe. Di fatto si
            finirebbe come i giapponesi di un tempo,
            bravissimi a copiare ma completamente incapaci di
            creare qualcosa di
            nuovo.Infatti il giappone, da nazione disastrata, in questo modo è diventato un leader tecnologico ed economico, ed è rimasto sulla cresta dell'onda per un po' di anni.
            Secondariamente per copiare bene dovresti
            formarti la gente capace di smontare un motore
            per capire come funziona, senza investimenti
            nella ricerca o con solo investimenti statali
            rischi seriamente di tirar su solo solenni
            incompetenti.Quindi anche chi copia deve investire nella formazione? E allora perchè dicevi che copiando nessuno avrebbe più investito nulla?Sei caduto in contraddizione.




            Allora saranno doppiati da doppiatori non

            professionisti (e magari dello stesso film ci

            saranno due o tre versioni

            diverse)



            se ti accontenti.Se non ti accontenti, pagati un doppiatore professionista. Poi il film doppiato sarà di pubblico dominio.
            e infatti la visione televisiva non la paghi,
            ovvero la paghi poco. Considera che chi produce
            contenuti lo fa anche per guadagnare e se non può
            usare il cr per tirar fuori i soldi o tira fuori
            i soldi da qualche altra parte oppure rinuncia
            direttamente a
            produrre.È nel suo pieno diritto: nessuna delle due opzioni limita in alcun modo la libertà degli altri. Il copyright, invece, sì.
          • shevathas scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:


            O che chiunque inizi la prima elementare riesca
            a

            diventare top

            manager.

            Dillo a chi ha investito e non è arrivato,
            vediamo cosa ti
            risponde.
            può rispondere quello che vuole. Ma rimane il fatto che è irrealistico pensare che tutti quelli che partecipino alla gara di corsa arrivino primi.
            Infatti il giappone, da nazione disastrata, in
            questo modo è diventato un leader tecnologico ed
            economico, ed è rimasto sulla cresta dell'onda
            per un po' di
            anni.
            quando ha iniziato ad innovare non di certo quando si limitava semplicemente a copiare.
            Quindi anche chi copia deve investire nella
            formazione? se vuoi avere gente che capisce cosa sta copiando si. Altrimenti rischi di far la figura dello studente poco accorto che copia ma non capisce assolutamente cosa ha copiato trasformando il suo compito in una barzelletta.
            E allora perchè dicevi che copiando
            nessuno avrebbe più investito
            nulla?qualcuno deve investire, e se al privato a causa della mancata tutela dei diritti non conviene preparare e vendere libri con annessi e connessi qualcun altro, spesso lo stato, deve mettere i soldi che servono per la preparazione dei libri e del materiale didattico.
            Sei caduto in contraddizione.
            apparente.
            Se non ti accontenti, pagati un doppiatore
            professionista. Poi il film doppiato sarà di
            pubblico
            dominio.
            hai idea dei costi ? si dovrebbe organizzare un consorzio ma chi ci mette tempo e soldi per tentare di crearlo con il rischio che molti preferiscano aspettare per avere la pappa pronta ?
            È nel suo pieno diritto: nessuna delle due
            opzioni limita in alcun modo la libertà degli
            altri. Il copyright, invece,
            sì.
          • angros scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            qualcuno deve investire, e se al privato a causa
            della mancata tutela dei diritti non conviene
            preparare e vendere libri con annessi e connessi
            qualcun altro, spesso lo stato, deve mettere i
            soldi che servono per la preparazione dei libri e
            del materiale
            didattico.Del resto, i libri di scuola chi li finanzia, di solito? E i testi universitari?

            Se non ti accontenti, pagati un doppiatore

            professionista. Poi il film doppiato sarà di

            pubblico

            dominio.


            hai idea dei costi ? si dovrebbe organizzare un
            consorzio ma chi ci mette tempo e soldi per
            tentare di crearlo con il rischio che molti
            preferiscano aspettare per avere la pappa pronta
            ?Me ne rendo conto; del resto, sei tu che vuoi il film doppiato da professionisti... ebbene, pagati i doppiatori professionisti. Non vuoi pagare? Niente doppiaggio.
          • shevathas scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            Del resto, i libri di scuola chi li finanzia, di
            solito? E i testi
            universitari?
            adesso non di certo lo stato, altrimenti non si spiegherebbero le puntuali polemiche sui costi della "cultura".

            Me ne rendo conto; del resto, sei tu che vuoi il
            film doppiato da professionisti... ebbene, pagati
            i doppiatori professionisti. Non vuoi pagare?
            Niente
            doppiaggio.Ma il doppiaggio una volta svolto è duplicabile, insieme al film, infinite volte. Quindi secondo le tue teorie dovrebbe valere zero e per quale motivo dovrei pagare per avere qualcosa che vale zero ? Se vale zero dovrebbe essere gratis.
          • angros scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            Ma il doppiaggio una volta svolto è duplicabile,
            insieme al film, infinite volte. Quindi secondo
            le tue teorie dovrebbe valere zeroInfatti: il lavoro per farlo non vale zero, ma tale lavoro va fatto una volta sola (e quindi, va pagato una volta sola)
            e per quale
            motivo dovrei pagare per avere qualcosa che vale
            zero ? Infatti non dovresti: non pagarlo.Eri tu a volere che il film venisse doppiato da quel doppiatore lì; non io.
          • shevathas scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            Infatti: il lavoro per farlo non vale zero, ma
            tale lavoro va fatto una volta sola (e quindi, va
            pagato una volta
            sola)
            giustamente. La questione è un altra: il lavoro va pagato in contanti subito o può essere pagato mediante pagamenti, da parte di più persone, dilazionati nel tempo ?

            e per quale

            motivo dovrei pagare per avere qualcosa che vale

            zero ?

            Infatti non dovresti: non pagarlo.ma se nessuno paga il film non viene doppiato.
            Eri tu a volere che il film venisse doppiato da
            quel doppiatore lì; non
            io.ok, io pago e tu no, quindi dovrei sentire il film doppiato e tu no visto che ne puoi fare a meno.
          • angros scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            giustamente. La questione è un altra: il lavoro
            va pagato in contanti subito o può essere pagato
            mediante pagamenti, da parte di più persone,
            dilazionati nel tempo
            ?Va pagato subito. Se riesci a trovare persone disposte a dividere la spesa, mettiti pure d'accordo con loro, e raccogliete i soldi..



            e per quale


            motivo dovrei pagare per avere qualcosa che
            vale


            zero ?



            Infatti non dovresti: non pagarlo.

            ma se nessuno paga il film non viene doppiato.Evidentemente perchè a nessuno interessa abbastanza.


            Eri tu a volere che il film venisse doppiato da

            quel doppiatore lì; non

            io.

            ok, io pago e tu no, quindi dovrei sentire il
            film doppiato e tu no visto che ne puoi fare a
            meno.Se il film doppiato ce l'hai solo tu, lo senti solo tu. Se però lo metti in un posto dove è accessibile, io me lo posso scaricare. O magari possiamo fare uno scambio: tu mi passi il film che hai fatto doppiare, io te ne passo un altro (così, ognuno di noi avrà due film doppiati, e ne avrà pagato solo uno)
          • shevathas scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            Va pagato subito. Se riesci a trovare persone
            disposte a dividere la spesa, mettiti pure
            d'accordo con loro, e raccogliete i
            soldi..
            ergo si paga sempre in anticipo.

            Se il film doppiato ce l'hai solo tu, lo senti
            solo tu. Se però lo metti in un posto dove è
            accessibile, io me lo posso scaricare. quindi sarebbe lecito che io imponga DRM sulla mia copia personale onde evitare possa finire in un posto da dove sia facile scaricarlo ?
            O magari
            possiamo fare uno scambio: tu mi passi il film
            che hai fatto doppiare, io te ne passo un altro
            (così, ognuno di noi avrà due film doppiati, e ne
            avrà pagato solo
            uno)potrebbe essere equo ma anche no. Non è detto che il film che tu fai doppiare mi possa interessare mentre il film che ho fatto doppiare io a te interessa o viceversa. Magari io sono uno che prende di tutto mentre tu sei uno di bocca buona che apprezza ed ha interesse solamente verso il cinema cecoslovacco esistenzialista degli anni 70 e di Strambo 25 te ne può fregar di meno. Io guadagno un film che mi può interessare tu invece guadagni un film che magari detesti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 maggio 2010 10.27-----------------------------------------------------------
          • angros scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            quindi sarebbe lecito che io imponga DRM sulla
            mia copia personale onde evitare possa finire in
            un posto da dove sia facile scaricarlo
            ?Perchè la fai così complicata? Sarebbe lecito che tu ti tenessi la tua copia personale sul tuo hard disk, non connesso al web, così sei sicuro che nessuno te la tocca.Se la metti online, poi è ovvio che può essere scaricata, ma che bisogno hai di metterla online, se non vuoi?Se la passi a qualcun altro, poi può metterla online lui, e tu non puoi impedirglielo (come faresti?). Il drm non ha proprio senso, perchè a chi lo metti?


            O magari

            possiamo fare uno scambio: tu mi passi il film

            che hai fatto doppiare, io te ne passo un altro

            (così, ognuno di noi avrà due film doppiati, e
            ne

            avrà pagato solo

            uno)

            potrebbe essere equo ma anche no. Non è detto che
            il film che tu fai doppiare mi possa interessare
            mentre il film che ho fatto doppiare io a te
            interessa o viceversa.Del resto, cosa hai da perdere? Non perdi il film che ti interessa, ne guadagni uno che magari ti interessa meno, o magari ti interessa di più.
            Magari io sono uno che
            prende di tutto mentre tu sei uno di bocca buona
            che apprezza ed ha interesse solamente verso il
            cinema cecoslovacco esistenzialista degli anni 70
            e di Strambo 25 te ne può fregar di meno. Io
            guadagno un film che mi può interessare tu invece
            guadagni un film che magari
            detesti.Lo scambierò con qualcos'altro, allora: posso darti magari 5 film così così in cambio di un film veramente bello. E comunque, se tu hai guadagnato più di me (hai ottenuto un bel film, e io solo un film mediocre), cosa me ne importa? Io, il film che volevo, l'ho avuto.
          • nOra scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            Perchè la fai così complicata? Sarebbe lecito che
            tu ti tenessi la tua copia personale sul tuo hard
            disk, non connesso al web, così sei sicuro che
            nessuno te la
            tocca.
            Se la metti online, poi è ovvio che può essere
            scaricata, ma che bisogno hai di metterla online,
            se non
            vuoi?Che tu la metta online oppure no è irrilevante.Tu non hai il DIRITTO di sub-distribuirlo senza l'autorizzazione di chi l'ha prodotto. Punto. Il resto è fuffa anarchica comunista illiberale!
            Lo scambierò con qualcos'altro, allora: posso
            darti magari 5 film così così in cambio di un
            film veramente bello. E comunque, se tu hai
            guadagnato più di me (hai ottenuto un bel film, e
            io solo un film mediocre), cosa me ne importa?
            Io, il film che volevo, l'ho
            avuto.Scambio senza autorizzazione. Punto. Il resto è fuffa anarchica comunista illiberale!
          • angros scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            Che tu la metta online oppure no è irrilevante.
            Tu non hai il DIRITTO di sub-distribuirlo senza
            l'autorizzazione di chi l'ha prodotto.Almeno, prima di intervenire, leggi la conversazione dall'inizio: qui si stava parlando dell'ipotesi di una nazione nuova, in cui la legge è ancora da fare, e delle motivazioni per mettere o meno il copyright.E comunque, tu non hai il DIRITTO di dirmi cosa devo fare sul mio computer: se ti senti autorizzato a calpestare i miei diritti, io non mi faccio problemi a calpestare i tuoi (ammesso che siano diritti)
            Punto. Il
            resto è fuffa anarchica comunista
            illiberale!Sei il vero nOra? O hanno clonato anche te? Perchè di solito i tuoi commenti sono più intelligenti.
          • nOra scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:


            Almeno, prima di intervenire, leggi la
            conversazione dall'inizio: qui si stava parlando
            dell'ipotesi di una nazione nuova, in cui la
            legge è ancora da fare, e delle motivazioni per
            mettere o meno il
            copyright.Ha ragione.
            E comunque, tu non hai il DIRITTO di dirmi cosa
            devo fare sul mio computer: se ti senti
            autorizzato a calpestare i miei diritti, io non
            mi faccio problemi a calpestare i tuoi (ammesso
            che siano
            diritti)Io non ti sto dicendo cosa devi o non devi fare sul tuo computer. Sto solo ribadendo che esistono beni immateriali il quale acXXXXX non significa proprietà e per cui vi dovrebbe essere il rispetto dei diritti altrui, proprio per affermare anche un tuo diritto!
            Punto. Il

            resto è fuffa anarchica comunista

            illiberale!

            Sei il vero nOra? O hanno clonato anche te?
            Perchè di solito i tuoi commenti sono più
            intelligenti.Hehehe: Lassia stare(R)
          • angros scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            Io non ti sto dicendo cosa devi o non devi fare
            sul tuo computer. Sto solo ribadendo che esistono
            beni immateriali il quale acXXXXX non significa
            proprietà e per cui vi dovrebbe essere il
            rispetto dei diritti altrui, proprio per
            affermare anche un tuo
            diritto!Non ha molto senso: quale sarebbe il mio diritto, e in che modo lo affermerei?


            Punto. Il


            resto è fuffa anarchica comunista


            illiberale!



            Sei il vero nOra? O hanno clonato anche te?

            Perchè di solito i tuoi commenti sono più

            intelligenti.

            Hehehe: Lassia stare(R)Ok, sei tu!
          • ThEnOra scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            Non ha molto senso: quale sarebbe il mio diritto,
            e in che modo lo
            affermerei? Il diritto ad avere la proprietà delle tue idee, e lo puoi affermare solo rispettandolo.Poi è solo una questione di scelta (dunque libertà) la volonta di sfruttarle economicamente o no, di diffonderle pro-bono o no, di condividerla o no, ecc...
          • angros scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            Il diritto ad avere la proprietà delle tue idee,
            e lo puoi affermare solo
            rispettandolo.Non è un diritto; si può avere la paternità di una idea, non la proprietà. E io non voglio affatto permettere che esista una "proprietà" delle idee; mie o degli altri.
          • ThEnOra scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            Non è un diritto; si può avere la paternità di
            una idea, non la proprietà. E io non voglio
            affatto permettere che esista una "proprietà"
            delle idee; mie o degli
            altri.Sia parternità che proprietà sono e devono essere tuoi diritti, e io voglio essere libero di avere la proprietà delle mie idee (che possono essere anche uniche al mondo) per farci quello che voglio!
          • krane scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            - Scritto da: ThEnOra

            Non è un diritto; si può avere la paternità di

            una idea, non la proprietà. E io non voglio

            affatto permettere che esista una "proprietà"

            delle idee; mie o degli altri.
            Sia parternità che proprietà sono e devono essere
            tuoi diritti, e io voglio essere libero di avere
            la proprietà delle mie idee (che possono essere
            anche uniche al mondo) per farci quello che
            voglio!Ma neanche un po', le idee sono dell'umanita' perche' tu sei un essere umano !
          • ThEnOra scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:


            Ma neanche un po', le idee sono dell'umanita'
            perche' tu sei un essere umano
            !Ti rispondo in due modi:1.Esempio: la formula della Coca-Cola oppure del Campari... non sono brevettate. Sono segreti industriali, frutto dell'ingegno (idee) di una o più persone. Sono dell'umanità? Si, perchè come dici tu sono uomini. Ma dimmi, tu le conosci ste formule?2.Chi ti dice che io siamo umano? Potrei essere un troll-cyborg dotato di IA-pro-major!?!
          • angros scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            2.
            Chi ti dice che io siamo umano? Potrei essere un
            troll-cyborg dotato di
            IA-pro-major!?!Non avevi detto di avere una moglie?Comunque, c'è una cosa che volevo chiederti da un po': se sei un uomo, perchè usi un nick con un nome femminile?
    • Dan scrive:
      Re: L'apoteosi della pirateria:
      Quoto. Chi scrive il contrario deve avere circa 12 anni, perche' e' chiaro che non passa la giornata a lavorare.
      • angros scrive:
        Re: L'apoteosi della pirateria:
        Bella trollata. Dimostra che non comprendi nemmeno i principi di base di un mercato, e quel poco che sai lo hai imparato sui volantini pubblicitari.
    • krane scrive:
      Re: L'apoteosi della pirateria:
      - Scritto da: ruppolo
      Per eliminare la pirateria bisogna agire
      all'origine del problema, l'educazione da piccoli
      e il buon esempio. Purtroppo i giovani genitori
      di oggi sono già loro pirati, quindi la
      situazione è già sfuggita di mano.Quindi e' tardi: arrenditi e pirata anche tu.
      • angros scrive:
        Re: L'apoteosi della pirateria:
        Infatti: se tutti ritengono giusta la pirateria, è chi si oppone a sbagliare, e a doversi adeguare.
        • nOra scrive:
          Re: L'apoteosi della pirateria:
          - Scritto da: angros
          Infatti: se tutti ritengono giusta la pirateria,
          è chi si oppone a sbagliare, e a doversi
          adeguare.Mi ricorda un affermazione che tu feci in un altro post, per cui secondo il tuo ragionamento visto che la schiavitù era ritenuta giusta, chi vi si oppenava sbagliava e doveva adeguarsi!Poi, chi è che dice che tutti ritengono giusta la pirateria?Voglio dati e non fuffa!Se in autostrada tutti vanno ad oltre 150 km/h non vuol dire che sia giusto e che quindi la PolStrada fa male a fare contravvezioni, se tutti non pagano il biglietto del tram non vuol dire che sia giusto così! Mi spiego?Ho semplicemente applicato il tuo ragionamento...
          • krane scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            - Scritto da: nOra
            - Scritto da: angros

            Infatti: se tutti ritengono giusta la pirateria,

            è chi si oppone a sbagliare, e a doversi

            adeguare.
            Mi ricorda un affermazione che tu feci in un
            altro post, per cui secondo il tuo ragionamento
            visto che la schiavitù era ritenuta giusta, chi
            vi si oppenava sbagliava e doveva adeguarsi!E' andata esattamente cosi' infatti, finche' le persone che la ritenevano ingiusta ha raggiunto un numero sufficiente. O tu pensavi che si fossero alzati tutti insieme un mattino con la stessa idea ?
          • angros scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            Mi ricorda un affermazione che tu feci in un
            altro post, per cui secondo il tuo ragionamento
            visto che la schiavitù era ritenuta giusta, chi
            vi si oppenava sbagliava e doveva
            adeguarsi!Per dirimere la questione è stata necessaria una guerra, vedi tu....

            Poi, chi è che dice che tutti ritengono giusta la
            pirateria?
            Voglio dati e non fuffa!Semplicemente, tutti quelli che piratano
            Se in autostrada tutti vanno ad oltre 150 km/h
            non vuol dire che sia giusto e che quindi la
            PolStrada fa male a fare contravvezioniIn tal caso, vanno corretti i limiti.
            , se tutti
            non pagano il biglietto del tram non vuol dire
            che sia giusto così!Se il tram non rende, lo fermi.
          • shevathas scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            Se il tram non rende, lo fermi.o costringi ad andare a piedi chi non vuole partecipare alle spese.
          • angros scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            Quello lo puoi fare solo se sei in grado di controllare chi sale sul tram; e non è possibile farlo, per i beni digitali. Non puoi mettere una "porta di ingresso" sorvegliata, perchè sarebbe una porta in mezzo al nulla: non serve attraversarla, puoi aggirarla.
          • shevathas scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            - Scritto da: angros
            Quello lo puoi fare solo se sei in grado di
            controllare chi sale sul tram; e non è possibile
            farlo, per i beni digitali. però esiste il piano B: far salire il controllore e multare chi è senza biglietto. Magari peschi un portoghese su trenta ma lo sfigato paga una sanzione pari a 50 volte il biglietto.
          • angros scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            Due problemi:1) Sul tram, che è tuo, puoi far salire il controllore. Ma non puoi farlo entrare in casa mia, o nel mio computer, senza il mio permesso.2) Se invece di beccarne uno su 30, ne becchi uno su 1000? O uno su 100000? Cosa fai, in quel caso?
          • shevathas scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            - Scritto da: angros
            Due problemi:

            1) Sul tram, che è tuo, puoi far salire il
            controllore. Ma non puoi farlo entrare in casa
            mia, o nel mio computer, senza il mio
            permesso.
            quindi nell'ipotetico codice legale dello stato di agrosia non è prevista la possibilità di perquisizioni domiciliari ?logicamente il perseguire tutti gli utenti che scaricano è improponibile e generalmente si cerca di pescare chi condivide tera e tera di dati.
            2) Se invece di beccarne uno su 30, ne becchi uno
            su 1000? O uno su 100000? Cosa fai, in quel
            caso?a) alzo le multeb) pubblicizzo al massimo, colpirne uno per educarne 100 (o 1000)
          • krane scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: angros

            Due problemi:

            1) Sul tram, che è tuo, puoi far salire il

            controllore. Ma non puoi farlo entrare in casa

            mia, o nel mio computer, senza il mio

            permesso.
            quindi nell'ipotetico codice legale dello stato
            di agrosia non è prevista la possibilità di
            perquisizioni domiciliari
            ?
            logicamente il perseguire tutti gli utenti che
            scaricano è improponibile e generalmente si cerca
            di pescare chi condivide tera e tera di
            dati.



            2) Se invece di beccarne uno su 30, ne becchi
            uno

            su 1000? O uno su 100000? Cosa fai, in quel

            caso?

            a) alzo le multe
            b) pubblicizzo al massimo, colpirne uno per
            educarne 100 (o 1000)E qui sta il problema : ad un certo punto la gente non potra' piu' pagare e preferira' andare in galera; a quel punto tu non vedrai piu' una lira ed andrai fallito.
          • shevathas scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: shevathas

            - Scritto da: angros


            Due problemi:



            1) Sul tram, che è tuo, puoi far salire il


            controllore. Ma non puoi farlo entrare in casa


            mia, o nel mio computer, senza il mio


            permesso.


            quindi nell'ipotetico codice legale dello stato

            di agrosia non è prevista la possibilità di

            perquisizioni domiciliari

            ?

            logicamente il perseguire tutti gli utenti che

            scaricano è improponibile e generalmente si
            cerca

            di pescare chi condivide tera e tera di

            dati.






            2) Se invece di beccarne uno su 30, ne becchi

            uno


            su 1000? O uno su 100000? Cosa fai, in quel


            caso?



            a) alzo le multe

            b) pubblicizzo al massimo, colpirne uno per

            educarne 100 (o 1000)

            E qui sta il problema : ad un certo punto la
            gente non potra' piu' pagare e preferira' andare
            in galera; a quel punto tu non vedrai piu' una
            lira ed andrai
            fallito.non è detto. potrebbe anche capitare che la gente invece di scaricare 1000 preferisca comprare 10 e scaricare 10. un minimo di pirateria c'è sempre stata, i dischi e le cassette si condividevano con gli amici, ma 1 compra e 5 piratano è economicamente tollerabile, 1 compra e 1.000 piratano non diventa economicamente sostenibile
          • krane scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: shevathas


            - Scritto da: angros



            Due problemi:



            1) Sul tram, che è tuo, puoi far salire il



            controllore. Ma non puoi farlo entrare in



            casa mia, o nel mio computer, senza il mio



            permesso.


            quindi nell'ipotetico codice legale dello


            stato di agrosia non è prevista la


            possibilità di perquisizioni domiciliari ?


            logicamente il perseguire tutti gli utenti


            che scaricano è improponibile e


            generalmente si cerca di pescare chi


            condivide tera e tera di dati.



            2) Se invece di beccarne uno su 30, ne



            becchi uno su 1000? O uno su 100000?



            Cosa fai, in quel caso?


            a) alzo le multe


            b) pubblicizzo al massimo, colpirne uno per


            educarne 100 (o 1000)

            E qui sta il problema : ad un certo punto la

            gente non potra' piu' pagare e preferira' andare

            in galera; a quel punto tu non vedrai piu' una

            lira ed andrai fallito.
            non è detto. potrebbe anche capitare che la gente
            invece di scaricare 1000 preferisca comprare 10 e
            scaricare 10.
            un minimo di pirateria c'è sempre stata, i dischi
            e le cassette si condividevano con gli amici, ma
            1 compra e 5 piratano è economicamente
            tollerabile, 1 compra e 1.000 piratano non
            diventa economicamente sostenibileAppunto : quindi il rapporto ( non solo per un caso cosi' specifico, ma e' materia di studio sociale) e' tra : valore percepito : rischio e penaNessuno dei due lati puo' eccedere piu' di tanto altrimenti il sistema crolla e non e' piu' gestibile.
          • shevathas scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:


            valore percepito : rischio e pena

            Nessuno dei due lati puo' eccedere piu' di tanto
            altrimenti il sistema crolla e non e' piu'
            gestibile.infatti.
          • krane scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            - Scritto da: shevathas

            valore percepito : rischio e pena

            Nessuno dei due lati puo' eccedere piu' di tanto

            altrimenti il sistema crolla e non e' piu'

            gestibile.
            infatti.Quindi ora avrai capito perche' in effetti lo stato HA paura di eccedere con le pene ?
          • shevathas scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            Quindi ora avrai capito perche' in effetti lo
            stato HA paura di eccedere con le pene
            ?dipende dalla situazione. Generalmente le major evitano di rompere troppo le scatole ai semplici utenti e cercano di beccare i grossi condivisori. Perseguire mario rossi perché s'è scaricato due o tre film è inutile ed il gioco non vale assolutamente la candela, anzi risulta essere controproducente.Colpire Giuseppe Verdi che di film s'è ne è scaricato e ne ha condiviso 10.000 invece può essere conveniente soprattutto se la multa è proporzionale al numero di film scaricati.Anche se diciamo che la multa serve più come spauracchio. In realtà si preferisce ricorrere ad altre fonti indirette di guadagno se le vendite del prodotto diventano sporadiche come pubblicità maggiormente invasive e XXXXXXXXXX.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 maggio 2010 19.36-----------------------------------------------------------
          • angros scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            quindi nell'ipotetico codice legale dello stato
            di agrosia non è prevista la possibilità di
            perquisizioni domiciliari
            ?Solo con un mandato emesso dal giudice, e solo se svolto dalla polizia, come in ogni paese civile che rispetti i diritti umani.

            2) Se invece di beccarne uno su 30, ne becchi
            uno

            su 1000? O uno su 100000? Cosa fai, in quel

            caso?

            a) alzo le multeImpossibile: se dai una multa da 10 milioni, l'altro non ti paga perchè probabilmente non li ha; anzi, già che c'è viene a casa tua e ti spacca tutto, tanto, anche se ti fa danni per un altro milione o due, a quel punto per lui non cambia più nulla (se non è in grado di pagare, cambia qualcosa un debito di 10 milioni o di 12?); e a quel punto, tu avresti pure paura a multare qualcun altro.Una pena deve essere proporzionata al reato: altrimenti, incoraggia reati peggiori. Ad esempio, non puoi mettere la pena capitale per il furto: se tu lo facessi, a quel punto al ladro converrebbe di più eliminare ogni testimone, tanto, se viene catturato, la pena sarebbe la stessa, e la probabilità di essere catturato diminuirebbe, senza testimoni.
            b) pubblicizzo al massimo, colpirne uno per
            educarne 100 (o
            1000)Per quanto detto prima, non funzionerebbe.
          • shevathas scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            cambia qualcosa un debito di 10 milioni o di
            12?); e a quel punto, tu avresti pure paura a
            multare qualcun
            altro.
            secondo il tuo ragionamento allora lo stato dovrebbe aver paura a mettere le multe per ecXXXXX di velocità o ad arrestare ladri et mafiosi.
            Una pena deve essere proporzionata al reato:appunto: rubi una mela e la multa è di 10. se ti becco con un magazzino pieno di tonnellate di mele rubate...
          • angros scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:

            secondo il tuo ragionamento allora lo stato
            dovrebbe aver paura a mettere le multe per
            ecXXXXX di velocità o ad arrestare ladri et
            mafiosi.Quanto è una multa per ecXXXXX di velocità?
          • shevathas scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            - Scritto da: angros

            secondo il tuo ragionamento allora lo stato

            dovrebbe aver paura a mettere le multe per

            ecXXXXX di velocità o ad arrestare ladri et

            mafiosi.

            Quanto è una multa per ecXXXXX di velocità? Chiunque supera di oltre 60 km/h i limiti massimi di velocità è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 500 a euro 2000. Dalla violazione consegue la sanzione amministrativa acXXXXXria della sospensione della patente di guida da sei a dodici mesi, ai sensi delle norme di cui al capo I, sezione II, del titolo VI. e a seconda dei casi la sanzione acXXXXXria della sospensione della patente può, portarti molti più danni del mero valore della multa.
          • krane scrive:
            Re: L'apoteosi della pirateria:
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: angros

            Quello lo puoi fare solo se sei in grado di

            controllare chi sale sul tram; e non è possibile

            farlo, per i beni digitali.
            però esiste il piano B: far salire il controllore
            e multare chi è senza biglietto. Magari peschi un
            portoghese su trenta ma lo sfigato paga una
            sanzione pari a 50 volte il biglietto.Il che ti fa rientrare se erano in 50 o meno a non aver pagato il biglietto per ogni multato, se sono 5000 non ci stai dentro.
    • terribile scrive:
      Re: L'apoteosi della pirateria:
      - Scritto da: ruppolo
      Piratare anche ciò che è gratuito.

      Comunque l'avevo già capito, che il prezzo non è
      determinante per il fenomeno della pirateria,
      quando ho visto la pirateria sui programmi per
      iPhone, che hanno un prezzo
      ridicolo.

      Il problema del pirata è solo uno: la mancanza di
      rispetto del prossimo. E questa deriva da una
      cattiva educazione, da sberle e scapaccioni
      mancati.

      Per eliminare la pirateria bisogna agire
      all'origine del problema, l'educazione da piccoli
      e il buon esempio. Purtroppo i giovani genitori
      di oggi sono già loro pirati, quindi la
      situazione è già sfuggita di
      mano.Tu parli, proprio tu? Che non perdi giorno per non dare del pezzente a chiunque non abbia un iPhone! Cosa mi dici del seguente passagio preso dall'articolo: " e il bollino della generosità va agli utenti Linux che in media versano [...] il 60% in più di quelli Mac.Chi sono i barboni e pezzenti come li chiami tu ora?HA HA HA
  • lavos scrive:
    Perchè non fanno il balzo completo?
    Libera donazione (qualunque cifra, incluso lo zero), e così non esiste più la pirateria.
    • Nome e Cognome scrive:
      Re: Perchè non fanno il balzo completo?
      E' scritto nell'articolo stesso: la pirateria non usa il server ufficiale- Scritto da: lavos
      Libera donazione (qualunque cifra, incluso lo
      zero), e così non esiste più la
      pirateria.
    • Samuele DellAquila scrive:
      Re: Perchè non fanno il balzo completo?
      - Scritto da: lavos
      Libera donazione (qualunque cifra, incluso lo
      zero), e così non esiste più la
      pirateria.infatti, vedreste che la pirateria si abbasserebbe di molto, e la gente pagherebbe più volentieri ;)
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Perchè non fanno il balzo completo?
      Ed é quello che hanno fatto. La cifra la decidi tu, non puoi mettere proprio 0, ma 1 centesimo di dollaro si.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Perchè non fanno il balzo completo?
        - Scritto da: Nome e cognome
        Ed é quello che hanno fatto. La cifra la decidi
        tu, non puoi mettere proprio 0, ma 1 centesimo di
        dollaro
        si.Non è proprio così, il minimo è un dollaro. Se non ci credi prova a mettere un centesimo (tanto l'ammontare lo decidi molto prima del checkout e dell'inserimento del numero di carta) e vedi che non ti fa proseguire
    • ChronoTrigg er scrive:
      Re: Perchè non fanno il balzo completo?
      - Il problema è che con la donazione Zero, bisogna pur semprecompilare un Form e quindi molti usano la pirateria lo stesso.
      • angros scrive:
        Re: Perchè non fanno il balzo completo?
        Lavos, Chrono Trigger... A quando Lucca, Magus e Azala?
        • Chrono Trigger scrive:
          Re: Perchè non fanno il balzo completo?
          la mejo di tutte Ayla uno sprite piccolissimo ma con due..cocomeri.... :Dhttp://it.wikipedia.org/wiki/Chrono_Trigger
          • angros scrive:
            Re: Perchè non fanno il balzo completo?
            Avevi provato a presentarla alla madre di Crono? Da piegarsi dal ridere!
  • Quel dal Formai scrive:
    Hanno scoperto la natura umana
    Acuti.
Chiudi i commenti