Scaricabile il primo album web di plagi

I promotori del singolare progetto italiano, che rivendica il plagio come strumento principe della diffusione della conoscenza e creazione di nuove arti, presentano la loro prima release collaborativa

Roma – Lo avevano proposto solo poche settimane fa e già sono giunti ad un primo risultato: sono i promotori di Plagio Italia , singolare iniziativa che promuove il plagio come strumento necessario , come “arte di vivere” e come “metafora della pratiche esistenziali di costruzione e decostruzione dei mondi che abitiamo”.

Il primo frutto di questo neonato movimento, secondo qualcuno destinato a scontrarsi prima o poi con i paletti del diritto d’autore, è il Volume 1 , un contenitore di brani musicali che, come illustra la sua copertina (vedi immagine), si richiamano tutti allo slogan “Explicit plagiarist italian pop music”.

La copertina di Volume 1 “Per ora – raccontano i promotori dell’iniziativa – sono arrivati 25 brani e abbiamo così deciso di pubblicare un primo volume con i primi 10 brani selezionati”.

L’album, scaricabile direttamente dal sito, comprende musiche che “fondono” Battiato con i PearlJam, oppure Sakamoto con Alvo Noto e Luc Ferrari o, ancora, De Andrè, Gaber, Jannacci, Verdone ed altri. Una decina di mp3 scaricabili anche singolarmente.

“Il plagio – affermano i promotori dell’iniziativa – è l’archetipo dell’attività umana (e quando parliamo di attività non parliamo mai di lavoro…). È rubare le parole agli altri per imparare a parlare. È diventare qualcun’altro per evitare di essere se stessi. È riconnettere il tutto con tutto per farne poi qualcosa di inevitabilmente situato e parziale. Il plagio è un’ecologia della mente, è la riappropriazione e lo smembramento delle culture, è il tritacarne dell’antropocentrismo e dell’individualismo”.

Ma Plagio Italia non si fermerà al primo volume. E spiega: “Altre raccolte verranno, quindi continuate ad inviare, linkare e segnalare”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Elwood_ scrive:
    ma mannaggia a ceppaloni!
    con tutti i casini che ci sono in italia:gente ar telefonino che ti cambia le partite, giornalisti sportivi con orologi da 40 miglioni che "critano" alla corruzione, stipendi medi da 800 euro:Ma cosa cavolo gliene può importare ai monopoli di stato di bloccare un sito per gente che si vuole rovinare. Facessero.Poi però se si presentano a mi manda raitre dicendo: il gioco su internet mi ha rovinato:invece di intervistarli il presentatore gli da un bel calcio nei cog...ni e pedalare.Ma possono (con i soldi delle nostre tasse) perdere tempo per bloccare un sito?ma chi sene fregafacessero come le sigarette: un bel banneronecampo bianco scritta nera:il gioco fa male a te e a chi devi sfamare, ma se sei talmente cretino da farlo.se ti presenti a fare denuncia per truffa, siamo autorizzati a prenderti a calci nei cog...niElwood
  • Anonimo scrive:
    Casinò on-line, recinto per polli...
    Sto per tirare su un casinò online ai caraibi, i giochi fanno vincere solo me e, ogni tanto danno le briciole ai giocatori, perché è tutto truccato. Tanto i polli non se ne accorgono: mica possono venire a controllare il mio server no?(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Casinò on-line, recinto per polli...
      - Scritto da:
      Sto per tirare su un casinò online ai caraibi, i
      giochi fanno vincere solo me e, ogni tanto danno
      le briciole ai giocatori, perché è tutto
      truccato.Se dai le briciole, anche i polli vanno a beccare altrove.
      Tanto i polli non se ne accorgono: mica
      possono venire a controllare il mio server
      no?No pero' vedono quanto perdono da te e quanto altrove.Mica tanto banale insomma 8)
  • Anonimo scrive:
    Re: Traffico sequestrato, i Monopoli non
    Ma veramente io ci accedo benissimo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Traffico sequestrato, i Monopoli non
      - Scritto da:
      Ma veramente io ci accedo benissimo!Anche io, pure usando http://www.astrabet.com/probabilemtne la censura è stata fatta ad personam o alla cazzo :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Traffico sequestrato, i Monopoli non
        - Scritto da:

        Anche io, pure usando http://www.astrabet.com/

        probabilemtne la censura è stata fatta ad
        personam o alla cazzo
        :)Io invece no, quindi direi alla caxxo... :D
        • gerry scrive:
          Re: Traffico sequestrato, i Monopoli non
          - Scritto da:

          probabilemtne la censura è stata fatta ad

          personam o alla cazzo

          :)

          Io invece no, quindi direi alla caxxo... :DLa censura è fatta imponendo ai Provider di modificare i loro DNS in modo da escludere certi domini.Non tutti i DNS italiani sono stati modificati. Per esempio molte aziende private che hanno server DNS privati non hanno fatto modifiche.Anzi, probabilmente non sanno nemmeno di cosa si tratta.EDIT: i dns di alice filtrano www.astrabet.com, ma non astrabet.comI DNS del posto dove lavoro non sono stati mai modificati.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 maggio 2006 13.09-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Traffico sequestrato, i Monopoli non
            Modificato dall' autore il 25 maggio 2006 13.09
            --------------------------------------------------Da me (provider imparentato con Wind) copiaincolli www.astrabet.com e "miracolosamente" appare http://212.56.159.148/astra/home/index.php(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Traffico sequestrato, i Monopoli non
            A me blocca sia con www che senza ...il mio provider è proprio ligio al dovere !
  • Anonimo scrive:
    monopoli?
    chiedo venia per l'ignoranza ma l'unione europea non aveva gia' detto che bisognava chiudere i monopoli di stato? come mai esistono ancora?
    • Anonimo scrive:
      Re: monopoli?
      - Scritto da:
      chiedo venia per l'ignoranza ma l'unione europea
      non aveva gia' detto che bisognava chiudere i
      monopoli di stato?
      come mai esistono
      ancora?Siamo a digiuno di burocrazia spicciola, eh?Chiudere i monopoli, entro quando? E quali sanzioni scattano altrimenti? Qui ci sono ampi margini per tirarla lunga.E lo sai che i monopoli si stanno trasformando in Spa privata?Qui ci sono ampi margini per non dover chiudere un tubo.
    • ryoga scrive:
      Re: monopoli?
      - Scritto da:
      chiedo venia per l'ignoranza ma l'unione europea
      non aveva gia' detto che bisognava chiudere i
      monopoli di stato? come mai esistono
      ancora?E dove andranno a lavorare tutti quei parassiti?O vuoi metterli in strada? Hanno "famiglia"....loro!:'(
  • Anonimo scrive:
    Ma non capite dove sta il problema?
    Allora la Comunita Europea dice:La Corte di Giustizia europea ha affermato in più decisioni (sentenza N. C-67/98 del 21 ottobre 1999 Diego Zenatti - sentenza N. C-243/01 del 6 novembre 2003 Piergiorgio Gambelli) che ogni Stato può porre dei limiti alla libera circolazione dei servizi, a condizione che tali limiti rispondano realmente ad obiettivi tali da giustificarli e che le restrizioni imposte non risultino sproporzionate rispetto a tali obiettivi.Ora. Il problema principale sta nelle tasse. I famosi bookmakers inglesi pagano le tasse in Gran Bretagna, non in Italia, Francia, Spagna, eccetera. E' evidente che in questa fase iniziale i bookmakers inglesi online hanno quasi la totalità del mercato europeo, per non dire mondiale, godono di fama e di prestigio, e tra l'altro pagano tasse bassissime in UK! E' evidente che se tutti i giocatori europei, ma anche solo una buona parte, dovesse giocare e nel 90% dei casi, perdere, come è normale nella statistica, chi ci guadagna è la Gran Bretagna. Guardate che non è una stupidaggine. E' cosi'! Gli altri stati europei vedrebbero cadere le entrate da gioco sul loro territorio nazionale. L'unico modo per superare questo scoglio normativo anche a livello europeo, sarebbe quello di fare una tassazione unica europea, i cui proventi vengano equamente distribuiti tra i singoli stati europei in basa alla percentuale della popolazione. Questo è il problema sollevato dall'Italia e anche da altri paesi europei. Altro caso poi sono i famosi bookmakers con sede legale nei paradisi fiscali.saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non capite dove sta il problema?

      Qui il monopolio è praticamente obbligata a
      effettuare questo metodo secondo me perche deve
      garantire non la lettera della legge... ma la sua
      sopravvivenza come
      sistema.Ma cosa dici, mica e' una pianta, e' un organo dello stato, sopravvive benissimo.
      Perche non ci domandiamo perche costiamo troppo
      come sistema tanto da dover chiudere i siti
      online che ci fanno "concorrenza di
      sistema"?Pecora investe camion.Non ha senso uguale ma almeno e' divertente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non capite dove sta il problema?

      Una domanda che vorrei porvi è questa come fanno
      i bookmekers inglesi a pagare cosi poche
      tasse?Chiediti invece come facciamo noi a pagarne cosi' tante.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non capite dove sta il problema?
      Econommia politica 1 :sono tutti d'accordo su questo punto tutti gli economisti dal 1700 ad oggi ma la storia ci racconta come tale affermazione non viene realizzata esclusivamente per il vantaggio di pochi)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma non capite dove sta il problema?
        scusaguarda che le tasse le pagano in Italia attraverso i distributori autorizzati.Leggi su qualsiasi lattina della cocacola e trovi scritto un "distribuito da ..." e si tratta sempre di un importatore con sede in Italia.Prova a farti arrivare un container di cocacola a nome tuo, e vedi se la guardia di finanza non ti fa pagare .Vorrei ricordare che infatti Pavarotti ad altri "illustri" personaggi con residenza fiscale a Montecarlo oppure altrove, hanno dei contenziosi aperti con il Fisco per le loro attività, perché, non è detto che basti avere la residenza fiscale in un posto e poi vivere a Roma, Milano, eccetera.Allora sarebbe troppo facile! Tutti possiamo farci la residenza a Montecarlo :)saluti
        • gerry scrive:
          Re: Ma non capite dove sta il problema?
          - Scritto da:
          Prova a farti arrivare un container di cocacola a
          nome tuo, e vedi se la guardia di finanza non ti
          fa pagare
          .Solo se sei fuori dall'UE.Gli acquisti di privati in UE non pagano dazi. Esempio lampante sono i CD vergini comprati in Germania perchè la tassa sul supporto è minore.L'IVA viene pagata in Germania e non si può bloccare il prodotto alla dogana.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non capite dove sta il problema?
      Econommia politica 1 :sono tutti d'accordo su questo punto tutti gli economisti dal 1700 ad oggi ma la storia ci racconta come tale affermazione non viene realizzata esclusivamente per il vantaggio di pochi)
    • ryoga scrive:
      Re: Ma non capite dove sta il problema?
      Fino a quando lo Stato mangia, chissenefrega se le famiglie vanno in mezzo ad una strada a causa del gioco eh?( Infatti loro dicono che i siti di scommesse esteri sono d'azzardo e riducono le famiglie in miseria.... mentre il Superenalotto per loro non è d'azzardo :( )Fino a quando lo Stato prende l'iva, chissenefrega se le multinazionali italiane aprono sedi in Cina e Romania per pagare salari bassissimi eh?( Se si compra da un nome prestigioso italiano con fabbriche in Romania o Cina, va tutto bene. Se compriamo direttamente da cinesi, ecco che ci impongono tasse, dazi e pubblicità che l'economia è in crisi )Chissa' perche' ma conto di aprire una società con lo scopo di "truffare" tutti e di versare l'80% delle mie entrate allo Stato, in modo da diventare un loro stretto collaboratore.Ma ci rendiamo conto?
  • gianpietrone scrive:
    Re: Traffico sequestrato, i Monopoli non mollano
    Be... l'arroganza del Potere è dura da morire.Poi... é assolutamente spregiudicato bloccare certi siti, solo perchè tolgono un po di "MANGIME" al Potere nostro (italiano).Internet è libera - Internet è una "ragnatela" - Internet è di tutti. Perchè queste provvocazioni?? Certamente un medio internauta è capace di entrare in qualsiasi sito.Carissimo Stato padrone (o almeno pensi di esserlo), perchè in tanti anni non sei riuscito ad eleminare le macchinette "WIDEOPOKER"??? Semplice: le macchinette vengono costruite e commercializzate da entità potenti che hanno i soldi per ingrassare qualsiasi meccanismo. Purtroppo con certe entità "POTENTI" siete costretti ad usare il guanto di velluto.Nel mio sito: www.dott-bomboi.it ho pubblicato (chiunque lo può leggere e scaricare gratis!!! un libro da 380pagine (circa) dal titolo: "SFIDA AL POTERE CON LA RETE". Ho in cantiere un'altro libro ancora più esplicito e diretto.Coraggio!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Traffico sequestrato, i Monopoli non mollano
      - Scritto da: gianpietrone
      Be... l'arroganza del Potere è dura da morire.Sempre che possa morire.
      Poi... é assolutamente spregiudicato bloccare
      certi siti, solo perchè tolgono un po di
      "MANGIME" al Potere nostro
      (italiano).Di fatto evidentemente hanno spregiudicatezza in abbondanza, e anche soldi e normative da usare.
      Internet è liberaNo, non lo e', sebbene lo vorremmo.
      Internet è di tutti.Di molti, ma non nostra.
      Perchè queste
      provvocazioni??Ti piacciono.
      Certamente un medio internauta è
      capace di entrare in qualsiasi
      sito.Anche uno pivello. Ma questo non ci rende padroni di Internet.
  • Anonimo scrive:
    Forza Astrabet
    Non mi piace scommettere ma detesto la censura.Fategliela pagare a sti ..... dei monopoli...
  • Anonimo scrive:
    La Barzelletta d'Europa
    oltre ai soliti luoghi comuni, che identificano noi italiani in Europa (mafia, spaghetti, pizza e mandolino ecc..), in quest'ultimo periodo ci stiamo dando da fare per portare una svecchiata al repertorio....calcio a puttane....leggi ad minchiam che vanno contro alle stesse direttive europee (e quindi inevitabilmente derise)....blocchi al traffico internet che hanno del ridicolo, pure un bambino di 5 anni saprebbe come bypassarle.....(rotfl)(rotfl) W l'Itaglia
  • Anonimo scrive:
    Esempio
    132.204.102.22:3124 PlanetLab proxy Canada (QC, Montréal)Chi ha orecchie per intendere intenda.Monopolio di Stato sucaaa!
  • Anonimo scrive:
    Ma l'ufficiale giudiziario...
    ...non dovrebbe chiamare i Carabinieri e far eseguire l'ordine?Comunque, in casi come questi il giudice dovrebbe stabilire una penale per ogni giorno di ritardo, per esempio un milione di euro al giorno.
    • ryoga scrive:
      Re: Ma l'ufficiale giudiziario...
      - Scritto da:
      ...non dovrebbe chiamare i Carabinieri e far
      eseguire
      l'ordine?

      Comunque, in casi come questi il giudice dovrebbe
      stabilire una penale per ogni giorno di ritardo,
      per esempio un milione di euro al
      giorno.Contro i Monopoli di Stato?hehehe....Contro la Siae?heheheSuvvia... andiamo a Zelig a raccontarle... :)
  • Anonimo scrive:
    Ma la costituzione
    non dice che la legge è uguale per tutti?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma la costituzione
      - Scritto da:
      non dice che la legge è uguale per tutti?Già, peccato che il governo che ha deciso questa enorme stronzata non la pensasse proprio così.Questo atteggiamento non è altro che la "naturale" continuazione di ciò che è stato per cinque anni e che mi auguro non continui oltre.Dire che provo schifo è usare un eufemismo.Omissis (apple)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma la costituzione
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        non dice che la legge è uguale per tutti?

        Già, peccato che il governo che ha deciso questa
        enorme stronzata non la pensasse proprio
        così.
        Questo atteggiamento non è altro che la
        "naturale" continuazione di ciò che è stato per
        cinque anni e che mi auguro non continui
        oltre.
        Dire che provo schifo è usare un eufemismo.Il solito giovane che non vede piu' indietro di 5 anni.Dire ignorante è usare un eufemismo. I monopoli e tutte le pubbliche amministrazioni hanno questi atteggiamenti di superiorita' di fronte alle leggi da 50 anni e oltre.Hai mai provato a convincere un comune ad agire a norma di legge? Hai mai cercato di ottenere da un ministero l'applicazione delle leggi? Hai mai cercato di avere un risarcimento da un ospedale? Tutte illusioni.le PA sanno difendersi estremamente bene e hanno sempre il tempo dalla loro parte.Se rimediano, lo fanno dopo 15 o 20 anni, quando ormai i precedenti responsabili sono andati in pensione e i beneficiari delle applicazione delle leggi, non di rado sono gia' morti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma la costituzione
      - Scritto da:
      non dice che la legge è uguale per tutti?Dirlo mica basta, (per altro se occorre davvero dirlo vuol dire che non e' cosi) bisogna farlo rispettare. Ora, chi o cosa pensi possa convincere i Monopoli dello Stato?Ovviamente solo un altro potere dello stato. E qui sta il bello, mentre nel caso di magistratura contro di te, tu non hai mezzi, i monopoli, cosi' come altre istituzioni, e' una amministrazione autonoma che le leggi e regolamenti le conosce molto bene, ci lavorano ogni giorno e le interpretano e le applicano (vedi censura dei siti) ed hanno anche risorse economiche (tanti ma tanti soldi), contatti, conoscenze, relazioni dirette con la politica, forze di polizia e magistratura. E' una costola dello stato, piu' propriamente un suo importante organo. Capisci bene quindi che la legge è uguale per tutti, ma di fatto non sono tutti uguali, per cui l'applicazione risulta carente, specie quando parliamo di centri di potere. Nei casi di stato vs stato, non e' detto chi vinca, e qui per giunta c'e' di mezzo l'istanza di un privato.Una strada tutta in salita.
  • Anonimo scrive:
    Mollate l' osso
    Lo stato vuole il controllo di tutte le bische.Ci deve succhiare soldi solo lui.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mollate l' osso
      - Scritto da:
      Lo stato vuole il controllo di tutte le bische.
      Ci deve succhiare soldi solo lui.La cosa paradossale è che se questo bookmaker ha vinto la causa è perchè ha l'autorizzazione ad operare sul suolo italiano...ovvero presumo paghi la concessione!
      • Anonimo scrive:
        Re: Mollate l' osso
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Lo stato vuole il controllo di tutte le bische.

        Ci deve succhiare soldi solo lui.

        La cosa paradossale è che se questo bookmaker ha
        vinto la causa è perchè ha l'autorizzazione ad
        operare sul suolo italiano...ovvero presumo paghi
        la
        concessione!No. Lui opera sul territorio maltese. Sei tu che ti colleghi al suo sito internet e quindi vai ad operare dove esistono legislazioni diverse. Censurare il sito è un po' come mettersi a Ventimiglia e fermare tutti quelli che vogliono attraversare il confine perchè potrebbero andare a scommettere a Montecarlo...
        • Anonimo scrive:
          Re: Mollate l' osso
          - Scritto da:
          Censurare il sito è un po' come mettersi a
          Ventimiglia e fermare tutti quelli che vogliono
          attraversare il confine perchè potrebbero andare
          a scommettere a
          Montecarlo...
          Bella analogia, ma l'interpretazione su quale sia il luogo in cui avviene la transazione è una delle tante cose controverse quando si uniscono le parole internet e legislazione internazionale.Se sia un operazione conclusa a Malta (sede del server) o in Italia (luogo dove sta operando il cliente) è controverso. I più sosterrebbero che è il luogo del consumatore a fare testo (anche per motivi di difesa del consumatore).
          • Anonimo scrive:
            Re: Mollate l' osso
            I più sosterrebbero che è
            il luogo del consumatore a fare testo (anche per
            motivi di difesa del
            consumatore).i più sbaglierebbero. anche perchè i più non conoscono il funzionamento di internet.se io con il mio pc mi connetto con un server di malta o di qualsiasi altro paese, è come se fossi fisicamente sul posto. deve essere così perchè altrimenti lo stesso server si trova ad operare ogni due minuti con un paese differente , e la cosa si complica tanto da impedire il funzionamento di internet.a tutela degli utenti il server dovrebbe specificare in che paese si trova ed elencare per sommi capi la legislazione del posto,ma nulla di più.poi una cosa mi stupisce : i bookmakers inglesi erogano un servizio , in cambio di soldi.ma come mai skype ( che eroga un servizio facendo pagare le telefonate con l'iva del 15 % del lussemburgo anzichè del 20 % ) non ha grane?sarà perchè il proprietario è ebay e con i grossi i nostri amministratori diventano conigli?
Chiudi i commenti