Scenari/ A caccia del DVD a prova di copia

L'industria del cinema corre ai ripari e punta su un nuovo sistema anti-copia per i DVD-Video. Ma serve la collaborazione dei produttori di hardware


Roma – Tutto iniziò in quello che ormai sembra un lontanissimo 1999, anno in cui un ragazzino norvegese di 16 anni, Jon Johansen, distribuì un software chiamo DeCSS in grado di decodificare il contenuto di un DVD e trasferirlo su hard disk. Poco tempo dopo un piccolo team di sviluppatori open source rilasciò un hack dei codec video Windows Media di Microsoft, il DivX, che permise di comprimere sensibilmente le dimensioni dei filmati MPEG2 dei DVD-Video facendoli stare su di un solo CD.

Nonostante questo, e nonostante oggi i software dedicati a copiare e comprimere film su DVD si siano moltiplicati come funghi, la pirateria domestica dei film è ben al di là dall’assumere le gigantesche proporzioni di quella musicale. Il motivo è che un film compresso ha generalmente dimensioni oltre 100 volte maggiori di quelle di un tipico file audio, senza contare che in questo settore, ad impedire lo scambio globale di film “rippati”, ci sono anche le barriere linguistiche.

La Motion Picture Association of America (MPAA) sa però bene che questo non durerà a lungo: con la rapida diffusione delle connessioni a larga banda, i film in formato DivX potrebbero progressivamente conoscere la stessa diffusione che oggi hanno i brani musicali MP3. Già oggi esistono alcuni canali IRC in cui è possibile scaricare recentissimi successi di botteghino in lingua italiana.

Per correre ai ripari la MPAA ha pertanto affidato ad un team di tecnici il compito di sviluppare una tecnologia anti-copia che, come sta succedendo con i CD-Audio, possa impedire, o per lo meno fortemente arginare, la duplicazione dei film su DVD.

Vista la pressoché inutilità della protezione originale Content Scrambling System (CSS), ormai aggirabile con una sola riga di codice , l’MPAA sta progettando un watermark (una sorta di filigrana digitale) che possa essere codificato all’interno di un film per renderne impossibile la riproduzione (se un DVD è privo di watermark) o la registrazione (se il DVD ha il watermark) su quelle unità che supporteranno questa protezione.

Per introdurre con successo sul mercato questo sistema anti-copia l’MPAA si dovrà avvalere della collaborazione dei produttori di hardware. E a quanto pare, nessuno dei colossi dell’elettronica di consumo ha finora sollevato obiezioni.

Al solito, la più forte voce di protesta arriva dalla Electronic Frontier Foundation , che ha espresso tutte le sue preoccupazioni nell’estendere una tecnologia anti-copia come questa su tutti i nuovi PC…

Come fa notare qualcuno, anche qualora tutti i più grandi e piccoli produttori di lettori DVD si sottomettessero ai desideri dell’MPAA, ed integrassero nel loro hardware la protezione, rimarrebbe fuori “dal cerchio” la grande quantità di player già in circolazione.

Non sorprende, dunque, che qualcuno consideri quella dell’MPAA una mossa “disperata”, un tentativo – affidato ad un progetto che potrebbe mostrare i propri effetti non prima di molti anni a venire – con cui l’industria cinematografica spera di schivare i guai che stanno passando i colleghi del settore musicale.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    e chi ci dice che lavora per la M$ ??? :-0)
    Charney è stato molti anni alle dipendenze del Dipartimento americano di giustizia come responsabile della divisione "crimini informatici"====
  • Anonimo scrive:
    Zio Billy mi sa che e' alla frutta...
    ormai incapace di cacciare neanche i piu' banalissimi bug di buffer overflow dal suo software sempre piu incasinato e inaffidabile non gli rimane altro che prendere a bastonate dei poveri pischelli scassapalle...
  • Anonimo scrive:
    Uso improprio del termine Hacker
    Consiglio a PI una attenta lettura del jargon file
    • Anonimo scrive:
      Re: Uso improprio del termine Hacker
      - Scritto da: the press
      Di certo al DOJ del Jargon se ne fregano...questo non lo metto in dubbio, quello che dico e' che chi fa' informazione si dovrebbe documentare con le fonti ufficiali (in questo caso il jargon) e non con chicchessia (per quanto possano ritenere autorevole il DOJ) altrimenti si corre il rischio di stravolgere qualsiasi cosa.
  • Anonimo scrive:
    Vulnerabilità Sistemi Operativi
    Security Focus ha pubblicato le statistiche sulla vulnerabilità dei sistemi operativi nel 2001. L'Open Source forse grazie ad un suo costante aumento d'uso inizia a mostrare alcune lacune di sicurezza, Microsoft per conto suo ha sempre i suoi bugs. - DA SWZONE -http://www.swzone.it/forum/showthread.php?threadid=3064
    • Anonimo scrive:
      Re: Vulnerabilità Sistemi Operativi
      - Scritto da: Andrea
      Security Focus ha pubblicato le statistiche
      sulla vulnerabilità dei sistemi operativi
      nel 2001.
      L'Open Source forse grazie ad un suo
      costante aumento d'uso inizia a mostrare
      alcune lacune di sicurezza, Microsoft per
      conto suo ha sempre i suoi bugs. - DA SWZONE
      -

      http://www.swzone.it/forum/showthread.php?thrquelle statistiche valgono nulla dato che una distro GNU/Linux contiene diverse migliaia di applicativi mentre un OS microsoft solo il sistema e poco altro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vulnerabilità Sistemi Operativi
        - Scritto da: z2
        - Scritto da: Andrea

        Security Focus ha pubblicato le
        statistiche

        sulla vulnerabilità dei sistemi operativi

        nel 2001.

        L'Open Source forse grazie ad un suo

        costante aumento d'uso inizia a mostrare

        alcune lacune di sicurezza, Microsoft per

        conto suo ha sempre i suoi bugs. - DA
        SWZONE

        -




        http://www.swzone.it/forum/showthread.php?thr
        quelle statistiche valgono nulla dato che
        una distro GNU/Linux contiene diverse
        migliaia di applicativi mentre un OS
        microsoft solo il sistema e poco altro.Mi sembra troppo facile... quando installi linux ci metti anche le applicazioni o guardi solo il codice del kernel?
        • Anonimo scrive:
          Re: Vulnerabilità Sistemi Operativi
          - Scritto da: Andrea

          quelle statistiche valgono nulla dato che

          una distro GNU/Linux contiene diverse

          migliaia di applicativi mentre un OS

          microsoft solo il sistema e poco altro.

          Mi sembra troppo facile... quando installi
          linux ci metti anche le applicazioni o
          guardi solo il codice del kernel?non ho capito quello che vuoi dire (comunque ci metto ovviamente anche le applicazioni); quel che invece volevo dire io e' che le statistiche sono fatte in base al numero di bug riscontrati negli OS, ma nel caso di GNU/Linux viene presa in considerazione TUTTA una distribuzione che contiene migliaia di applicativi, mentre per quanto riguarda win viene preso in considerazione solo il sistema e i pochi applicativi contenuti nel CD di installazione dell'OS
          • Anonimo scrive:
            Re: Vulnerabilità Sistemi Operativi
            Infatti, secondo me non e' molto corretto fare un confronto tra un sistema che ti da' pochissimo in un numero di applicazioni disponibili contro Linux che invece in una installazione totale ti da' praticamente tutto.E' un po' come includere nei bachi rilevati su Win tutti i bachi rilevati durante il 2001 su tutti i software che possono girare su di esso.Comunque non conosco come siano state calcolate quelle cifre quindi non mi pronuncio + di tanto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vulnerabilità Sistemi Operativi
        - Scritto da: z2
        http://www.swzone.it/forum/showthread.php?thr
        quelle statistiche valgono nulla dato che
        una distro GNU/Linux contiene diverse
        migliaia di applicativi mentre un OS
        microsoft solo il sistema e poco altro.Ma cosa ti sei fumato? Mi vuoi venire a dire che dentro Windows 2000 / XP ci sono meno funzionalità bundled rispetto a Linux? Ma non eravate voi a dire che Windows non lascia libertà perché ha tutto integrato?Ecco una breve ed incompleta lista delle funzionalità (tu le chiameresti "applicazioni") che sono integrate in Windows 2000/XP:interfaccia grafica,browser, server web, file/print server, client/server di message queuing, certificate server,Radius client/serverRAS client/serverVPN client/server,Application Server (COM+),terminal server/client,fax services,personal firewall,IPSec,IPV6,...
        • Anonimo scrive:
          Re: Vulnerabilità Sistemi Operativi
          datti una guardata alle applicazioni contenute in una qualsiasi distro GNU/Linux e ti accorgerai di essere tu quello che ha fumato
          • Anonimo scrive:
            Re: Vulnerabilità Sistemi Operativi
            Il trucco è installare un po' di sfondi per il desktop (diciamo da 10 Mega l'uno?) in una "distro" Linux/Microsoft. Così il rapporto bug/mbyte cala vertiginosamente ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Vulnerabilità Sistemi Operativi
            Ma quali sfondi per desktop da 10 Mb l'uno, è un o.s. concepito principalmente per l'uso server e per ambiti professionali.Certo oggi guarda anche al desktop, e all'user-friendly e purtroppo: i bug così aumentano, sono cmq sempre di meno di win per unità di byte.Mai confrontato apache con iis, o explorer con mozilla?
        • Anonimo scrive:
          Re: Vulnerabilità Sistemi Operativi
          Credo, che ci si riferisca in genere al fatto che su un'o.s. M$ sei "costretto" ad avere roba M$ al di fuori dellla distro base, comprendente o.s. e utility di base.E per "costretto" intendo in modo generale.Poi, sarebbe giusto che mollasse molte delle utility di base che stanno sempre più sconfinando (vedasi progr. di masterizzazione di default in winXP).Fatti un conto: dividi il numero di bug di una distro win per numero di bytes installabili in tot, e quello di una distro Linux per numero di bytes installabili in tot.; poi ripensaci.Si, lo sò che non è un buon metro di valutazione: ma dà sempre un'idea.
  • Anonimo scrive:
    CACCIATORE DI CHE???
    cacciatore di hacker?? Quindi questo tizio da' la caccia a gente come Alan Cox, Andrea Arcangeli, ecc..?? E perche'?
    • Anonimo scrive:
      Re: CACCIATORE DI CHE???
      - Scritto da: z2
      cacciatore di hacker?? Quindi questo tizio
      da' la caccia a gente come Alan Cox, Andrea
      Arcangeli, ecc..?? E perche'?Perché fanno ancora confusione tra "hacker" e "cracker".
      • Anonimo scrive:
        Re: CACCIATORE DI CHE???
        - Scritto da: KK


        - Scritto da: z2

        cacciatore di hacker?? Quindi questo tizio

        da' la caccia a gente come Alan Cox,
        Andrea

        Arcangeli, ecc..?? E perche'?

        Perché fanno ancora confusione tra "hacker"
        e "cracker".Sbaglio o Punto Informatico non dovrebbe fare confusione tra questi due termini? O forse e' la fonte che dice cosi' (vedi ms)?Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: CACCIATORE DI CHE???
      - Scritto da: z2
      cacciatore di hacker?? Quindi questo tizio
      da' la caccia a gente come Alan Cox, Andrea
      Arcangeli, ecc..?? E perche'?per fargli gestire le release come cristo comanda?
  • Anonimo scrive:
    Sigletta Pubblicitaria
    Vieni vieni vieni da Iazzoneke ti aspetta il pisciloneee....
  • Anonimo scrive:
    ER DRAGA SE DEVE AFFIDA' A PADRE PIO....
    ....e confidare nel perdono del Supremo.
    • Anonimo scrive:
      Re: ER DRAGA SE DEVE AFFIDA' A PADRE PIO....
      - Scritto da: ALien
      ....e confidare nel perdono del Supremo....ma se anche Lassu' ormai usano solo Linux!:-))
  • Anonimo scrive:
    l'unico settore? e non crashare più, no?
    "...riguardanti la sicurezza del software, l'unico settore in cui il colosso di Redmond sembra in debito d'ossigeno."???e se smettesse di crashare e impallarsi, non sarebbe meglio, invece?e poi perché togliere il quickbasikkino ... non dava disturbo a nessuno e funzionava!ti risolvevi un milione di problemi ... non serve certo il visualbasic per fare certe operazioni... e lo hanno tolto :-(
    • Anonimo scrive:
      Re: l'unico settore? e non crashare più, no?
      stai parlando di w95/98/Me immagino...con wNT/2k/XP e' tutta un'altra cosa, e' una rarita quando crasha certo... a meno che non lo imputtanti installandoci robaccia o driver sbagliati
      • Anonimo scrive:
        Re: l'unico settore? e non crashare più, no?
        Spiacente di darti una delusione, ma XP crasha anche su alcune piattaforme, si su buona parte di quelle "vecchie", sia su alcune di quelle nuove; e per vecchie/nuove non si intende solo la scheda madre, ma anche periferiche. Tant'è che M$ ha rilasciato un S.P.1 per curare quasi tutti (a detta M$) questi mali.Ma a parte il fatto che questi mali minori (perchè in numero minore) non sono ancora del tutto curati, altro problema sono i sw, che teoricamente non dovrebbero dare problemi con XP.Alcuni sw dei prec. win9x, win2K; fanno o rallentare il sistema o crasharlo, risultato: bisogna attendere sw nuovi che rimpiazzino questi.Quindi non per tutto il parco hw la situazione con XP è rosea come tu la vedi: proprio oggi ho ascoltato a lato di un discorso un rappresentante EMC2 che mi diceva dei problemi di crash di XP con la sua telecamera web, problemi che l'hanno costretto a ritornare su win2000.
        • Anonimo scrive:
          Re: l'unico settore? e non crashare più, no?
          M$ ha rilasciato un aggiornamento per XP, era anche su PI qualche mese fà, non ho inventato proprio niente; e il motivo era proprio che su alcune piattaforme hw (e per hw non intendo solo la scheda madre), che non costituiscono tuttavia la maggioranza dei casi (va onestamente detto) XP presentava dei problemi, di vario genere, fino al crash.A detta della stessa M$ (articolo) l'aggiornamento in questione dovrebbe risolvere quasi tutti i problemi (cioè dovrebbe far andare bene la maggioranza delle piattaforme hw su cui XP prima non andava bene); e per le altre? Considera che le altre sono piattaforme per lo più ante-99, quindi non interessanti per il mercato!Per quel che sò vi sono sw che proprio non girano su XP in nessun modo, e bisognerà attendere la versione scritta apposta per XP; cmq l'esistenza di sw che crea problemi a XP è stato anche riportato tra i post di PI che hai letto; uno dei più famosi è una versione di Partition Magic che fà rallentare il sistema.Per la mancanza di driver appropriati su XP non sò se sia vero (sono abituato che ogni o.s. win venga seguito dai produttori); evidentemente se hai ragione non tutte le periferiche con suscritto "preparato per XP" dicono la verità.Su Linux o sui BSD, non c'è bisogno di quello che dici, neanche su altri UNIX: si presuppone che l'ut. sia esperto o da caricare i moduli del kernel datogli, o meglio da compilarsi il kernel, o ancora meglio da compilarsi il kernel e scaricarsi moduli appropriati al di fuori del kernel stesso, compilarli e lanciarli.Ti assicuro che così l'o.s. lavora meglio, va molto meno in blocco (mi riferisco a Linux, non sto considerando i BSD, che non guardando al desktop, non mi sembrano adatti al paragone) e soprattutto sai cosa sta facendo.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'unico settore? e non crashare più, no?
            - Scritto da: BSD_like
            M$ ha rilasciato un aggiornamento per XP,
            era anche su PI qualche mese fà, non ho
            inventato proprio niente;Non è un aggiornamento. Sono delle fix su problemi specifici. Il Service Pack è un'altra cosa.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'unico settore? e non crashare più, no?
            - Scritto da: Darth Vader


            - Scritto da: BSD_like

            M$ ha rilasciato un aggiornamento per XP,

            era anche su PI qualche mese fà, non ho

            inventato proprio niente;

            Non è un aggiornamento. Sono delle fix su
            problemi specifici. Il Service Pack è
            un'altra cosa.cioe'? Un service pack cosa e'? Una collezione di fix su problemi a caso? Non voglio prenderti in giro, voglio solo capire. Diciamo per esempio che ms scopra tre problemi per un qualunque suo SO XYZ; diciamo anche che non li scopre tutti assieme ma uno al mese e rilascia, una la mese, fix. Secondo la tua filosofia XYZ non e' bacato solo perche' ms ha rilasciato solo delle fix e non il service pack? A me 'sta roba qui ricorda tanto il minver di Orwell.ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: l'unico settore? e non crashare più, no?
            - Scritto da: 1984



            cioe'? Un service pack cosa e'? Una
            collezione di fix su problemi a caso? Non
            voglio prenderti in giro, voglio solo
            capire. Una Service Pack è una serie di fix reverse tested la cui installazione è suggerita in modo generalizzato e sulle quali viene fornito supporto generalizzato.Le singole fix sono patch rilasciate solo su problematiche specifiche a utenti che hanno una certa configurazione: p. es. se non hai il client MSMQ è inutile che ti installi una patch per MSMQ
    • Anonimo scrive:
      AHHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAAHHAHAHAHA
      SicurezzaHAHAHAHAHAmicrodoftHAHAHAHAHAHAAcontinueroAbucarneAmilioniHAHAAHAHAHAHAHAHAHHA
      • Anonimo scrive:
        Re: AHHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAAHHAHAHAHA
        fatti schifo da solo e alzando la testa sputa verso l'alto e cerca poi di fare ricadere il tutto nell'occhio destro !!!p.s. anche il sinistro va bene !
    • Anonimo scrive:
      Re: l'unico settore? e non crashare più, no?
      - Scritto da: nostalgico

      e poi perché togliere il quickbasikkino ...
      non dava disturbo a nessuno e funzionava!
      ti risolvevi un milione di problemi ... non
      serve certo il visualbasic per fare certe
      operazioni...
      e lo hanno tolto :-( guarda che l'hanno tolto perché hanno messo il vbscript con il quale puoi fare tutto e meglio di come facevi con il qbasic. Anzi è di gran lunga meglio ;-)
  • Anonimo scrive:
    La Sfida Continua
    Come Sempre dai tempi dei tempi, la sfida continua.Il gatto rincorre il topo, il poliziotto il ladro, la micro$oft il ragazzino "hacker"...Chi la dura la vince.astalavista #19221
  • Anonimo scrive:
    Il pensatore...
    Dimenticavo: anche Craig Mundle - come innumerevoli altre volte i portaproclami di M$ - perde un'ottima occasione per tacere. Infatti ammette per i posteri (davanti a giornalisti) che finalmente "dovrebbe" essere arrivato in ditta "uno che ne capisce qualcosa", quanto alla sicurezza.E finora??Ehehehehahahaahhehe!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Il cacciatore ...
    Ciao.Scott Charney è ora nel posto giusto. Se cerca "criminali informatici", è fatta: quello che deve cercare, sta ora tutto intorno a lui. E il capo della ghenga ogni tanto torna al covo, al piano di sopra.Sono spacciati.Curioso: l'incapace che finora ha tenuto d'occhio questo branco di nullità, ora se n'è andato a curare gli interessi del governo americano. Grazie all'esperienza maturata in M$?Oh, mamma....
    • Anonimo scrive:
      Re: Il cacciatore ...
      - Scritto da: Tiziano, UD.
      Curioso: l'incapace che finora ha tenuto
      d'occhio questo branco di nullità, ora se
      n'è andato a curare gli interessi del
      governo americano.
      Grazie all'esperienza maturata in M$?

      Oh, mamma....I Meritevoli fanno sempre strada in fretta.God Bless U$/M$ $esurity!
Chiudi i commenti