Se Google sa come ti senti

Le ricerche a sfondo sanitario iniziano a restituire link a Helpouts: Mountain View stabilisce sessioni di videochat a pagamento con i medici per consulti a distanza
Le ricerche a sfondo sanitario iniziano a restituire link a Helpouts: Mountain View stabilisce sessioni di videochat a pagamento con i medici per consulti a distanza

Google sta cercando di farsi largo nel settore dell’e-health e dei servizi sanitari online. E per riuscire nel proprio intento ha scelto di sfruttare un servizio lanciato ormai un anno fa, assecondando la tendenza degli utenti a rivolgersi alla Rete per tentare di documentarsi sul proprio stato di salute.

Mountain View ha infatti ripreso Helpouts , la piattaforma inaugurata nel 2013 per fornire assistenza in tempo reale, basata sulla consulenza (rigorosamente a pagamento tramite Google Wallet) di professionisti del settore via videochat: mentre finora i consulenti online erano accessibili tramite una pagina Google+ ad hoc, ora i link al servizio cominciano ad essere mostrati anche accanto ai risultati ordinari di una ricerca.

In realtà manca ancora un annuncio ufficiale, ma la nuova funzione è stata notata dagli utenti di Reddit: si tratta di una fase di sperimentazione, ha confermato un portavoce della Grande G, volta a verificare l’utilità per gli utenti di una funzione che sappia “garantire le informazioni più utili” quando si tratta di indirizzare l’utente, e non di formulare diagnosi o di sostituire il consulto diretto di uno specialista.

L’interesse di Google per la telemedicina è evidente : la prima testimonianza di uso del servizio riguarda proprio l’offerta, tra i risultati di ricerca per la query “dolori al ginocchio”, di un medico in diretta webcam.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti