Se la Rete sbaraglia l'FBI

Internet Archive ha ricevuto dai federali la richiesta di consegnare i dati di un utente, nel più assoluto silenzio. La battaglia legale si è conclusa, tutto è sotto gli occhi di tutti: l'FBI ha fatto marcia indietro

Roma – Le procedure messe in moto dall’FBI, agevolate dal Patriot Act sono incostituzionali: lo ha implicitamente ammesso lo stesso Bureau, ritirando la richiesta di consegna dei dati di un utente inoltrata a The Internet Archive , testimone della storia del Web, raccoglitore dei più svariati materiali caduti in pubblico dominio.

Era la metà di novembre dello scorso anno quando è stata recapitata presso gli uffici di The Internet Archive una National Security Letter , la notifica con cui l’FBI può scavalcare le ordinarie lungaggini burocratiche e intimare a provider e operatori telefonici, ad aziende e, fino a un paio di anni fa, anche ad organizzazioni come le biblioteche di consegnare dei dati relativi ai propri utenti. Una procedura agile e silenziosa, concessa ai federali dal discusso Patriot Act, in nome della sicurezza nazionale. Le lettere possono contenere l’ordine di mantenere il più stretto riserbo sulle procedure di consegna dei dati: le informazioni relative al cittadino sospettato dall’FBI devono traslare dal destinatario della Letter all’agenzia investigativa senza sollevare alcuna polemica, senza che l’interessato ne sappia nulla.

L’agenzia governativa era alla ricerca di nome, indirizzo, log delle transazioni elettroniche e delle attività di un utente di Internet Archive: ma le ragioni della sicurezza nazionale non hanno convinto Internet Archive a collaborare, a consegnare i dati dell’utente. Brewster Kahle, padre dell’archivio del web nonché membro di Electronic Frontier Foundation ( EFF ), ha risposto con fermezza all’FBI: ha consegnato gli unici dati che disponeva riguardo all’utente, quelli pubblici, già a disposizione di tutti sulle pagine del sito. Dati inutili per l’agenzia investigativa, alla caccia di materiale più succulento, che avrebbe potuto rivelare qualche informazione preziosa riguardo alla vita del sospetto.

Ma non è tutto: con l’appoggio dei legali di EFF e dell’associazione per i diritti civili ACLU, The Internet Archive ha trascinato in tribunale l’FBI con l’ accusa di aver aver ingaggiato una procedura incostituzionale : chiedendo di far passare il tutto sotto silenzio, l’FBI ha violato il Primo Emendamento, tentando di sopprimere la libertà di esprimersi e la libertà del cittadino ad informarsi. Per questo motivo i legali di Internet Archive hanno chiesto che l’FBI tornasse sui propri passi, che ritirasse la richiesta dei dati e l’ordine di segretezza.

Le National Security Letter, insieme all’intero Patriot Act sono da tempo nel mirino delle associazioni a tutela dei diritti civili, la stessa EFF si è più volte scagliata contro gli abusi di potere delle agenzie investigative. Le testimonianze e i documenti resi pubblici finora sono forse riusciti a smuovere le coscienze dei cittadini, a infrangere il silenzio sulle 200mila lettere recapitate tra il 2003 e il 2006, ma non sembrano aver sortito alcun effetto sulla realtà: il Patriot Act è sotto attacco , ma il suo impatto sembra non essersi attutito.

Il fendente sferrato da Internet Archive potrebbe però far vacillare il controverso provvedimento: l’FBI si è accordato con i legali dell’archivio del Web, ha ritirato la notifica, il giudice incaricato di valutare il caso ha tolto i sigilli ai documenti depositati finora in tribunale dalle due parti. Ora la vicenda è di pubblico dominio e la marcia indietro da parte dell’agenzia investigativa emerge con chiarezza, nonostante un rappresentante dell’FBI abbia assicurato che “le National Security Letter rimangono strumenti indispensabili per il buon corso delle indagini nell’ambito della sicurezza nazionale e per consentire all’FBI di investigare per contrastare il terrorismo e nelle operazioni di controspionaggio”.

Sono finora tre i casi in cui ACLU ha supportato delle organizzazioni raggiunte da una National Security Letter: in ciascuna delle occasioni i federali hanno rinunciato a combattere. Ottenuta la trasparenza sul caso, il nodo della questione è ora incoraggiare i cittadini a difendersi, spiega Melissa Googlman, legale di ACLU che ha sostenuto la causa di The Internet Archive: “Quante altre richieste indebite sono state recapitate senza che il destinatario abbia provato ad opporsi?”.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • luciano pessa scrive:
    energia animale
    Un tapis roulant brevettato negli USA nel 1850 circa, era stato costruito per ricavare energia da cani, cavalli, mucche, animali in genere.Veniva , ma un sistema analogo viene ancora usato nelle comunità AMISH ( credo si scriva così ) per lo stesso scopo.Tanto per inquadrare il problema un cavallo militare veniva alimentato quotidianamente con circa 10 Kg. di avena e 3-4 di fieno ( valore circa 4 )ed era in grado di percorrere affardellato 40- 50 km.L'andatura meno dispendiosa di energia era il galoppo alla velocità di circa 25 Km. all'ora mantenuta ininterrottamente per 30-40 Km.In caso di necessità dopo un intervallo al passo di 10-15 Km. poteva ripartire.
  • luciano pessa scrive:
    equivettura
    Ma forse perchè una certa esperienza del settore in tanti anni di attività me la sono fatta, ritengo questa idea interessante.Analogamente a quello che succede se dotiamo l'uomo di una bicicletta, un cavallo con un attrezzo simile a quello rappresentato, secondo me arrivare a velocità di 100 120 Km. dovrebbe essere alla portata.Considerando poi che un ciclista può percorrere abbastanza facilmente 100 km al giorno, un cavallo dovrebbe avere autonomia da 200 a 400 km.senza grossi problemi.Per avere queste prestazioni l'energia richiesta (alimentazione ) dall'animale cavallo potrebbe aggirarsi intorno a 5-7 quotidiani.Consideriamo in oltre che quando una autovettura è ferma non consuma mentre il cavallo ha bisogno di alimentarsi tutti i giorni, l'energia prodotta potrebbe essere immessa come si fa con i pannelli fotovoltaici sulla rete elettrica.Tanto per spiegarmi, un cavallo può fare con le sue gambe oltre 100 Km al giorno, di cui la più parte di corsa, e produrre più energia di quella fornita dai pannelli fotovoltaici abitualmente installati si tetti delle abitazioni ( 3 Kw )Questa energia la può dare tutti i giorni con sole e senza sole, con vento e senza vento ( dovremo comunque pensare di dargli anche il oppure i giorni di riposo, le ferie , ecc. ecc. )Adesso amici avete materiale per far lavorare il cervello, saluti luciano
  • Mc Laden scrive:
    Chissà che puzza..
    ah poi raggiunge i mirabolanti 20 km/h.. va' proprio a scorreggia!! (rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Marco Marcoaldi scrive:
    Re: Il mio regalo all'umanità.
    Per niente banale come idea .... magari non applicabile ai trasporti .... ma se pensi a quanta energia cinetica si crea nelle palestre ...... lascio fare a te i conti :D
  • iRoby scrive:
    Ermeticamente sigillate
    Ma le due cabine, quella dei passeggeri e quella dove sta il cavallo sono ermeticamente sigillate?No perché se mangia e si abbevera l'animale avrà da fare anche le sue cosine, e se soffre pure di meteorismo come un cavallo di un mio zio, spara pure certe "bombe"... :)
    • Izio scrive:
      Re: Ermeticamente sigillate
      - Scritto da: iRoby
      Ma le due cabine, quella dei passeggeri e quella
      dove sta il cavallo sono ermeticamente
      sigillate?

      No perché se mangia e si abbevera l'animale avrà
      da fare anche le sue cosine, e se soffre pure di
      meteorismo come un cavallo di un mio zio, spara
      pure certe "bombe"...
      :)La versione 2.0 conterrà oltre al resto un motorino a metano per sfruttare adeguatamente queste... ehm, emissioni gassose combustibili!
    • Geek scrive:
      Re: Ermeticamente sigillate
      - Scritto da: iRoby
      Ma le due cabine, quella dei passeggeri e quella
      dove sta il cavallo sono ermeticamente
      sigillate?

      No perché se mangia e si abbevera l'animale avrà
      da fare anche le sue cosine, e se soffre pure di
      meteorismo come un cavallo di un mio zio, spara
      pure certe "bombe"...
      :) Così imparano quegli idioti che non tengono la distanza di sicurezza per strada! :-D
    • Bastard Inside scrive:
      Re: Ermeticamente sigillate
      - Scritto da: iRoby
      Ma le due cabine, quella dei passeggeri e quella
      dove sta il cavallo sono ermeticamente
      sigillate?

      No perché se mangia e si abbevera l'animale avrà
      da fare anche le sue cosine, e se soffre pure di
      meteorismo come un cavallo di un mio zio, spara
      pure certe "bombe"...
      :)E come la mettiamo coi Francesi, che hanno sempre la cicca in bocca? Parigi diventerà più pericolosa di Bagdad, Beirut e Kabul! :D
  • ciko scrive:
    Re: Cavalcare il cavallo no?
    se ho ben capito e' un po' come "bufferizzare" l'energia del cavallo: lui cammina finche'non si stanca, ma il mezzo continua a viaggiare grazie all'energia accumulata...mi sembra piu' un veicolo pubblicitario che non un'applicazione concreta comunque...
    • Bastard Inside scrive:
      Re: Cavalcare il cavallo no?
      - Scritto da: ciko
      se ho ben capito e' un po' come "bufferizzare"
      l'energia del cavallo: lui cammina finche'non si
      stanca, ma il mezzo continua a viaggiare grazie
      all'energia
      accumulata...

      mi sembra piu' un veicolo pubblicitario che non
      un'applicazione concreta
      comunque...E poi, per fare un veicolo veramente efficiente, bisognerebbe con apposita sonda recuperare anche le flatulenze del cavallo, con due grandi vantaggi ecologici, uno anche economico: il cavallo produce energia anche mentre riposa e inoltre aggrava di meno l'effetto serra. (idea) O) :D Addirittura si potrebbe nutrire il cavallo con abbondanza di fagioli, cavoli, cipolle e micidiali caramelle al maltitolo e sfruttare esclusivamente i biogas, senza bisogno di affaticare il cavallo! (idea)(idea)(idea)(geek)(ghost) O) :p :D
      • Fabrix scrive:
        Re: Cavalcare il cavallo no?
        - Scritto da: Bastard InsideZ Addirittura si potrebbe nutrire il cavallo
        con abbondanza di fagioli, cavoli, cipolle e
        micidiali caramelle al maltitolo e sfruttare
        esclusivamente i biogas, senza bisogno di
        affaticare il cavallo! Ancora meglio, si protrebbe nutrire l'autista con abbondanza di fagioli, cavoli, cipolle e micidiali caramelle al maltitolo e sfruttarne il biogas, senza bisogno di usare un cavallo!
  • R. Sleeve scrive:
    Re: Il mio regalo all'umanità.
    mica scema come cosa... anzi tapis roulant che producono energia pulita obbligatori nelle scuole! E così possiamo anche mandare in pensione il test di Cooper...
  • uomo antico scrive:
    Manie animaliste moderne
    Dopo migliaia di anni che l'uomo utilizza il cavallo per lavoro e trasporto, con carri e carrozze, al giorno d'oggi si sente il bisogno di specificare che il "cavallo non è in alcun modo sfruttato o messo in pericolo" e addirittura "ci sono dei sensori a monitorare battito cardiaco e temperatura corporea, e un sistema di allerta arresta la pedana quando avverte l'affaticamento dell'animale".
    • Singer scrive:
      Re: Manie animaliste moderne
      - Scritto da: uomo antico
      Dopo migliaia di anni che l'uomo utilizza il
      cavallo per lavoro e trasporto, con carri e
      carrozze, al giorno d'oggi si sente il bisogno di
      specificare che il "cavallo non è in alcun modo
      sfruttato o messo in pericolo" e addirittura "ci
      sono dei sensori a monitorare battito cardiaco e
      temperatura corporea, e un sistema di allerta
      arresta la pedana quando avverte l'affaticamento
      dell'animale".Dopo migliaia di anni che l'uomo sfrutta i cavallo, sfiancandoli di lavoro e facendoli massacrare in guerre di cui gli animali non hanno nessuna colpa... dopo qualche migliaia di anni, dicevo, evidentemente qualche progresso c'è stato.
      • rotfl scrive:
        Re: Manie animaliste moderne
        - Scritto da: Singer
        - Scritto da: uomo antico

        Dopo migliaia di anni che l'uomo utilizza il

        cavallo per lavoro e trasporto, con carri e

        carrozze, al giorno d'oggi si sente il bisogno
        di

        specificare che il "cavallo non è in alcun modo

        sfruttato o messo in pericolo" e addirittura "ci

        sono dei sensori a monitorare battito cardiaco e

        temperatura corporea, e un sistema di allerta

        arresta la pedana quando avverte l'affaticamento

        dell'animale".

        Dopo migliaia di anni che l'uomo sfrutta i
        cavallo, sfiancandoli di lavoro e facendoli
        massacrare in guerre di cui gli animali non hanno
        nessuna colpa... dopo qualche migliaia di anni,
        dicevo, evidentemente qualche progresso c'è
        statoQUOTO.
      • Bastard Inside scrive:
        Re: Manie animaliste moderne
        - Scritto da: Singer
        - Scritto da: uomo antico

        Dopo migliaia di anni che l'uomo utilizza il

        cavallo per lavoro e trasporto, con carri e

        carrozze, al giorno d'oggi si sente il bisogno
        di

        specificare che il "cavallo non è in alcun modo

        sfruttato o messo in pericolo" e addirittura "ci

        sono dei sensori a monitorare battito cardiaco e

        temperatura corporea, e un sistema di allerta

        arresta la pedana quando avverte l'affaticamento

        dell'animale".

        Dopo migliaia di anni che l'uomo sfrutta i
        cavallo, sfiancandoli di lavoro e facendoli
        massacrare in guerre di cui gli animali non hanno
        nessuna colpa... dopo qualche migliaia di anni,
        dicevo, evidentemente qualche progresso c'è
        stato.Progresso? Il tramonto dell'uso bellico del cavallo ha lasciato un sacco di destrieri disoccupati e sul lastrico! O) :D
      • Vindicator scrive:
        Re: Manie animaliste moderne

        Dopo migliaia di anni che l'uomo sfrutta i
        cavallo, sfiancandoli di lavoro e facendoli
        massacrare in guerre di cui gli animali non hanno
        nessuna colpa... dopo qualche migliaia di anni,
        dicevo, evidentemente qualche progresso c'è
        stato.Bravo. ;)
      • Zozzone scrive:
        Re: Manie animaliste moderne
        certi precari hanno meno attenzione di un cavallo. Dico solo questo.
        • Akiro scrive:
          Re: Manie animaliste moderne

          certi precari hanno meno attenzione di un
          cavallo. Dico solo
          questo.qualcuno ha parlato di precari? no?allora sei OT
          • Izio scrive:
            Re: Manie animaliste moderne
            - Scritto da: Akiro

            certi precari hanno meno attenzione di un

            cavallo. Dico solo

            questo.

            qualcuno ha parlato di precari? no?
            allora sei OTNon è OT, ne ha parlato lui e aveva pieno diritto di farlo. Sottolineare che si hanno più attenzioni per un animale che per un essere umano è pertinente anche a parer mio. O forse mi è sfuggito, che adesso si usino i sensori ECG su chi fa lavori usuranti?
          • Akiro scrive:
            Re: Manie animaliste moderne

            Non è OT, ne ha parlato lui e aveva pieno diritto
            di farlo. no, è OT pieno, s epoi vogliamo allargare il discorso al problema del lavoro è un altro paio di maniche ma cio non toglie che qui si parlava di cavalli, di tecnologia, di energia e di invenzioni... dimmi dove stanno i precari?altrimenti dovremmo tirare in ballo anche del bracconaggio, delle spadare, etc...
            O forse mi è
            sfuggito, che adesso si usino i sensori ECG su
            chi fa lavori
            usuranti?ti è sfuggito che gli animali fanno fatica a comunicare con gli umani...
          • rotfl scrive:
            Re: Manie animaliste moderne
            - Scritto da: Izio
            - Scritto da: Akiro


            certi precari hanno meno attenzione di un


            cavallo. Dico solo


            questo.



            qualcuno ha parlato di precari? no?

            allora sei OT

            Non è OT, ne ha parlato lui e aveva pieno diritto
            di farlo. Sottolineare che si hanno più
            attenzioni per un animale che per un essere umano
            è pertinente anche a parer mio. O forse mi è
            sfuggito, che adesso si usino i sensori ECG su
            chi fa lavori
            usuranti?Ma cosa stai dicendo? Ma ti rendi conto di quanto siano sfruttati i cavalli dall'uomo? Hai presente con che razza di medicinali ingozzano i cavalli da corsa? Hai presente che se un cavallo non riesce piu' a fare il lavoro per il quale e' stato selezionato per un infortunio il piu' delle volte lo fanno fuori perche' inutile? Ti rendi conto che anche minimamente pensare che ci siano persone in Italia (se escludiamo forse quelli tenuti in regime schiavistico dalla malavita) che vengono trattate peggio dei cavalli (e non sto parlando di questo cavallo, ma dei cavalli in generale) e' oltremodo ridicolo?
          • Ramirez scrive:
            Re: Manie animaliste moderne

            Ma cosa stai dicendo? Ma ti rendi conto di quanto
            siano sfruttati i cavalli dall'uomo? Hai presente
            con che razza di medicinali ingozzano i cavalli
            da corsa? Hai presente che se un cavallo non
            riesce piu' a fare il lavoro per il quale e'
            stato selezionato per un infortunio il piu' delle
            volte lo fanno fuori perche' inutile? Ti rendi
            conto che anche minimamente pensare che ci siano
            persone in Italia (se escludiamo forse quelli
            tenuti in regime schiavistico dalla malavita) che
            vengono trattate peggio dei cavalli (e non sto
            parlando di questo cavallo, ma dei cavalli in
            generale) e' oltremodo
            ridicolo? :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o
          • rotfl scrive:
            Re: Manie animaliste moderne
            - Scritto da: Ramirez

            Ma cosa stai dicendo? Ma ti rendi conto di
            quanto

            siano sfruttati i cavalli dall'uomo? Hai
            presente

            con che razza di medicinali ingozzano i cavalli

            da corsa? Hai presente che se un cavallo non

            riesce piu' a fare il lavoro per il quale e'

            stato selezionato per un infortunio il piu'
            delle

            volte lo fanno fuori perche' inutile? Ti rendi

            conto che anche minimamente pensare che ci siano

            persone in Italia (se escludiamo forse quelli

            tenuti in regime schiavistico dalla malavita)
            che

            vengono trattate peggio dei cavalli (e non sto

            parlando di questo cavallo, ma dei cavalli in

            generale) e' oltremodo

            ridicolo?

            :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-oOttima argomentazione, mi hai convinto.
          • Izio scrive:
            Re: Manie animaliste moderne
            - Scritto da: rotfl

            Ma cosa stai dicendo? Ma ti rendi conto di quanto
            siano sfruttati i cavalli dall'uomo? Hai presente
            con che razza di medicinali ingozzano i cavalli
            da corsa? Hai presente che se un cavallo non
            riesce piu' a fare il lavoro per il quale e'
            stato selezionato per un infortunio il piu' delle
            volte lo fanno fuori perche' inutile? Ti rendi
            conto che anche minimamente pensare che ci siano
            persone in Italia (se escludiamo forse quelli
            tenuti in regime schiavistico dalla malavita) che
            vengono trattate peggio dei cavalli (e non sto
            parlando di questo cavallo, ma dei cavalli in
            generale) e' oltremodo
            ridicolo?
            Ti sei incazzato altrettanto per il tecnico nordcoreano lasciato a morire di fame (e intendo letteralmente) in un'isola russa, per di più con 18 mesi di stipendio arretrato?Fare l'ECG al cavallo per paura che si stanchi IO lo trovo assolutamente ridicolo. Padronissimo tu di vederla altrimenti, ma guarda che alle persone che hanno assemblato i PC che stiamo usando, l'ECG anti-stress non lo fanno di sicuro.
          • rotfl scrive:
            Re: Manie animaliste moderne
            - Scritto da: Izio
            Ti sei incazzato altrettanto per il tecnico
            nordcoreano lasciato a morire di fame (e intendo
            letteralmente) in un'isola russa, per di più con
            18 mesi di stipendio
            arretrato?
            Fare l'ECG al cavallo per paura che si stanchi IO
            lo trovo assolutamente ridicolo. Padronissimo tu
            di vederla altrimenti, ma guarda che alle persone
            che hanno assemblato i PC che stiamo usando,
            l'ECG anti-stress non lo fanno di
            sicuro.Il fatto che da qualche parte maltrattino delle persone non giustifica che si possano maltrattare gli animali. O no?
          • Fabrizio scrive:
            Re: Manie animaliste moderne
            - Scritto da: rotfl
            Il fatto che da qualche parte maltrattino delle
            persone non giustifica che si possano maltrattare
            gli animali. O
            no?Ovviamente no, e infatti, da quando ho scoperto il discorso delle uova di tipo 0, 1, 2 e 3, compro solo quelle di tipo 0 o 1 perché con una spesa ragionevole riesco ad evitare trattamenti inumani per degli animali, sulla base di certificazioni affidabili.Però non spenderei 1.000 euro per pagare un massaggiagalline che le aiuti ad evitare lo stress legato al cambio di stagione. Quello lo considero esagerato, e per me un animale non è solitamente altrettanto importante di un essere umano.Per cui: maltrattare gli animali, no, non lo faccio e non lo approvo. Arrivare ad estremi come quello indicato mi sembra paradossale.E a Singer faccio notare che se usa un computer, al 99.5% contribuisce ai maltrattamenti dei poveracci che in Thailandia o in Cina mettono insieme alimentatori o recuperano stagno e metalli preziosi. Non è che "succeda": ne sei in parte responsabile, esattamente come me. Se sei davvero così benevolo e progressista, allora forse per coerenza dovresti piuttosto fare come quei sacerdoti indiani che stanno attenti a non calpestare nemmeno un pidocchio.
          • Singer scrive:
            Re: Manie animaliste moderne
            - Scritto da: Izio
            - Scritto da: rotfl



            Ma cosa stai dicendo? Ma ti rendi conto di
            quanto

            siano sfruttati i cavalli dall'uomo? Hai
            presente

            con che razza di medicinali ingozzano i cavalli

            da corsa? Hai presente che se un cavallo non

            riesce piu' a fare il lavoro per il quale e'

            stato selezionato per un infortunio il piu'
            delle

            volte lo fanno fuori perche' inutile? Ti rendi

            conto che anche minimamente pensare che ci siano

            persone in Italia (se escludiamo forse quelli

            tenuti in regime schiavistico dalla malavita)
            che

            vengono trattate peggio dei cavalli (e non sto

            parlando di questo cavallo, ma dei cavalli in

            generale) e' oltremodo

            ridicolo?



            Ti sei incazzato altrettanto per il tecnico
            nordcoreano lasciato a morire di fame (e intendo
            letteralmente) in un'isola russa, per di più con
            18 mesi di stipendio
            arretrato?
            Fare l'ECG al cavallo per paura che si stanchi IO
            lo trovo assolutamente ridicolo. Padronissimo tu
            di vederla altrimenti, ma guarda che alle persone
            che hanno assemblato i PC che stiamo usando,
            l'ECG anti-stress non lo fanno di
            sicuro.Quindi siccome in Nord-Corea un tizio è morto di fame, questo ci legittima a torturare e seviziare gli animali, o comunque a fregarcene se, quando abbiamo a che fare con animale, gli stiamo facendo del male o lo stiamo facendo soffrire...Che razza di ragionamenti.Allora domani mattina mi alzo e scuoio vivo il cane del mio vicino. E se qualcuno si lamenta, gli dico: "A rega', ma che ci avete da di'?! In Africa ce stanno i bbambini che crepano de fame, e voi me lo venite a mena' a mme solo perché 'sto a strazia' 'sto cane de mmerda?!"
          • rotfl scrive:
            Re: Manie animaliste moderne
            - Scritto da: Singer
            Quindi siccome in Nord-Corea un tizio è morto di
            fame, questo ci legittima a torturare e seviziare
            gli animali, o comunque a fregarcene se, quando
            abbiamo a che fare con animale, gli stiamo
            facendo del male o lo stiamo facendo
            soffrire...
            Che razza di ragionamenti.

            Allora domani mattina mi alzo e scuoio vivo il
            cane del mio vicino. E se qualcuno si lamenta,
            gli dico: "A rega', ma che ci avete da di'?! In
            Africa ce stanno i bbambini che crepano de fame,
            e voi me lo venite a mena' a mme solo perché 'sto
            a strazia' 'sto cane de
            mmerda?!"Ma si' infatti... certe sparate davvero non si capisce come le tirino fuori. E' morto un tizio in Corea per colpa di datori di lavoro che erano degli aguzzini veri e propri. Fatto gravissimo e che fa arrabbiare, e allora? Cosa c'entra col fatto di trattare male i cavalli o meno?
          • Fabrizio scrive:
            Re: Manie animaliste moderne
            - Scritto da: rotfl
            - Scritto da: Singer

            Ma si' infatti... certe sparate davvero non si
            capisce come le tirino fuori. E' morto un tizio
            in Corea per colpa di datori di lavoro che erano
            degli aguzzini veri e propri. Fatto gravissimo e
            che fa arrabbiare, e allora? Cosa c'entra col
            fatto di trattare male i cavalli o
            meno?Ultimo tentativo di spiegarvi: io non maltratto gli animali o approvo che vengano maltrattati. Però non sono persone, e applicare le esagerate attenzioni descritte nell'articolo mi sembra assurdo. Non ci vedo nulla di male nel mettere un cavallo a tirare un carro. Non se viene frustato fino a farlo morire di sfinimento, ma si può benissimo far lavorare un cavallo in condizioni decenti senza riservargli attenzioni che sono negate a ben più della metà della popolazione umana. No, perché mi viene il legittimo sospetto che critichiate tanto i maltrattamenti ai cavalli solo perché siete ragionevolmente sicuri che nessuno comunque chiederà a *voi* di tirare un carro.Se invece mi sbaglio e siete bellissime persone vegetariane, impegnate nel sociale e assolutamente coerenti con i propri ideali animalisti, tanto meglio, avete tutta la mia ammirazione.
          • Drago84 scrive:
            Re: Manie animaliste moderne
            Scusate io direi una cosa invece di litigare se è giusto sfruttarlo o no .. nn sarebbe meglio riunirci davanti a una tavolo e mangiarcelo? a pancia piena si ragiona meglio ^_^
      • PeTer scrive:
        Re: Manie animaliste moderne

        Dopo migliaia di anni che l'uomo sfrutta i
        cavallo, sfiancandoli di lavoro e facendoli
        massacrare in guerre di cui gli animali non hanno
        nessuna colpa... dopo qualche migliaia di anni,
        dicevo, evidentemente qualche progresso c'è
        stato.ASSOLUTAMENTE D'ACCORDO !!!
    • Equi No scrive:
      Re: Manie animaliste moderne
      "un sistema di allerta arresta la pedana quando avverte l'affaticamento dell'animale"ma il cavallo se è stanco non si ferma da solo??
  • 0verture scrive:
    Ha visto i puffi
    C'era un episodio uguale uguale con Gargamella che aveva costruito un carroarmato mosso dall'energia di un gigante o qualcosa del genere
Chiudi i commenti