Se ne va il portavoce del #TunnelGelmini

Dopo la gaffe sui neutrini, il portavoce del Ministro rassegna le dimissioni da quel ruolo. Rimanendo comunque dirigente del ministero. Ma è davvero lui il responsabile dell'accaduto?

Roma – La gaffe del Ministero dell’istruzione di Mariastella Gelmini, che per congratularsi della scoperta scientifica sui neutrini fatta nei giorni scorsi ha dato per esistente un tunnel “tra il Cern e i laboratori del Gran Sasso”, miete (almeno in parte) la prima vittima: Massimo Zennaro, dirigente del Ministero, ha dato le sue “irrevocabili” dimissioni dal ruolo di portavoce del Ministro.

Il suo nome era circolato tra quelli indicati come responsabili dell’imbarazzante comunicato.

Difficile stabilire se si tratti realmente del responsabile dell’accaduto. Difficile anche comprendere quale sia stato il processo che ha portato a questa decisione. In ogni caso, da quanto si apprende da fonti giornalistiche , Zennaro lascia il suo incarico di portavoce ma non la qualifica di dirigente (e lo stipendio) del Ministero. ( C.T. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Certo certo scrive:
    2 minuti del primo episodio.
    E' il massimo che posso concedere a queste serie. Ho già accennato al bombardamento di contenuti a cui è soggetto il povero navigatore (dentro e fuori) della rete?[img]http://www.usg.edu/galileo/skills/unit08/images/08_01_info_overload.jpg[/img]
Chiudi i commenti