Se Steve Ballmer non prende il bonus

Dimezzato il premio produttività per il CEO di Microsoft. Guadagnerà soltanto 670mila dollari. Tra i suoi errori, il fiasco dei socialfonini KIN e la mancata concorrenza ad iPad

Roma – I soddisfacenti ritmi di vendita non sembrano bastati. Nemmeno il record d’incassi – 62,5 miliardi di dollari – raggiunto alla chiusura dell’ultimo anno fiscale. La board di Microsoft ha così deciso di sborsare solo 670mila dollari per garantire al CEO Steve Ballmer il tradizionale bonus relativo a produttività e risultati aziendali raggiunti.

Risultati che in parte sembrano appunto aver soddisfatto gli alti vertici dell’azienda di Redmond. Ballmer avrebbe infatti ridotto sensibilmente i costi totali, oltre che spinto a dovere i lanci di Windows 7 e del nuovo pacchetto Office. In aggiunta, un buon lavoro sarebbe stato svolto nei settori del gaming e del cloud computing .

Quello che non pare andato giù ai vertici di Microsoft è invece il roboante fallimento dei due socialfonini KIN One e Two . Lanciati sul mercato nello scorso maggio, i due piccoli device erano stati acquistati da pochissime migliaia di utenti. Prima di essere giustiziati appena un mese dopo.

Il bonus a disposizione di Ballmer si è dunque dimezzato. Tra le colpe del CEO di BigM, anche la fiacca reazione all’uscita del nuovo tablet made in Cupertino, iPad . Le quotazioni del colosso nel mercato mobile sarebbero quindi scese, trascinate giù dal pubblico funerale dei due piccoli socialfonini.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • webp scrive:
    webp
    http://webp-webm.blogspot.com/http://www.youtube.com/watch?v=PvQXhYdrVH0http://webp.ucoz.com/
  • Roberto Fumarola scrive:
    Basterà dire ai SEO che ...
    ... si posiziona meglio un sito con WebP.Vedrete come si diffonde così :P
  • Nycho scrive:
    How to make an open software successful
    Ok, oggi sono in vena, ed ho creato una lista durante la pausa pranzo, fatemi sapere, sono abituato a scrivere draft in inglese, scusate gli errori.How to make an open software successful for both niche and masses- don't try to satisfy just yourself if you want to make the app successful, try to satisfy others especially non-technical or business people who understand very little about techie stuff.- Visual appealing, in line with commercial products, good naming,splash, visual layout and logo, follow the trend and find what really count, look at the commercial competitors and ask to normal users what they like in those commercial apps.- create relationships with business people (not only techies, they can give you more hands than techies sometimes), expand the brand of the product with them- launch stable software from the beginning, not alpha and subversions, masses doesn't like (and a so-so start can give problems in the future), they want beautiful and stable products that just works, only techies are happy with endless alphas, betas and subversions.- for small applications, create partnerships with other open software and merge interfaces and create group of software with complementary visual approach, shared functions keys and other similarities, look more professional to the end user with a global visual approach. Would you dream of having Inkscape, Scribus, Gimp and Blender with a global graphic approach and their features displayed in a coherent approach, and create a suite like open office that could be installed eventually also as single products? Eventually choose for example the blender colour style similar to the latest commercial apps for every app, and redesign the others to keep some traits and rounding fonts, colors, windows and icons? It's a big job, but can you image the outcome? To me it could be some users unhappy, but after the initial pain, will be a party and possibly more used even in professional environments.- make the software possible simple to use, and test it with test users not only geeks and specific users, but collect feedback from very normal users and business one without knowledge of the software.- forget the donation concept and possibly try to think about a commercial open source future with investments from big companies if necessary, be appealing in code substance and visual approach.- be minimalist and show the functions and buttons that really matters, and make your applications portable, lightweight, easy to install and uninstall, and as much as you can bug free and optimized- create one comprehensive project but still minimalist and lightweight enough to have potential, dont make many very small ones that no one cares in the end or will remember apart from a niche of geeksby nycolus@gmail.com :)
    • krane scrive:
      Re: How to make an open software successful
      - Scritto da: Nycho
      Ok, oggi sono in vena, ed ho creato una lista
      durante la pausa pranzo, fatemi sapere, sono
      abituato a scrivere draft in inglese, scusate gli
      errori.
      How to make an open software successful for both
      niche and masses
      - don't try to satisfy just yourself if you want
      to make the app successful, try to satisfy others
      especially non-technical or business people who
      understand very little about techie
      stuff.
      - Visual appealing, in line with commercial
      products, good naming,splash, visual layout and
      logo, follow the trend and find what really
      count, look at the commercial competitors and ask
      to normal users what they like in those
      commercial
      apps.
      - create relationships with business people (not
      only techies, they can give you more hands than
      techies sometimes), expand the brand of the
      product with
      them
      - launch stable software from the beginning, not
      alpha and subversions, masses doesn't like (and a
      so-so start can give problems in the future),
      they want beautiful and stable products that just
      works, only techies are happy with endless
      alphas, betas and
      subversions.
      - for small applications, create partnerships
      with other open software and merge interfaces and
      create group of software with complementary
      visual approach, shared functions keys and other
      similarities, look more professional to the end
      user with a global visual approach. Would you
      dream of having Inkscape, Scribus, Gimp and
      Blender with a global graphic approach and their
      features displayed in a coherent approach, and
      create a suite like open office that could be
      installed eventually also as single products?
      Eventually choose for example the blender colour
      style similar to the latest commercial apps for
      every app, and redesign the others to keep some
      traits and rounding fonts, colors, windows and
      icons? It's a big job, but can you image the
      outcome? To me it could be some users unhappy,
      but after the initial pain, will be a party and
      possibly more used even in professional
      environments.
      - make the software possible simple to use, and
      test it with test users not only geeks and
      specific users, but collect feedback from very
      normal users and business one without knowledge
      of the
      software.
      - forget the donation concept and possibly try to
      think about a commercial open source future with
      investments from big companies if necessary, be
      appealing in code substance and visual
      approach.
      - be minimalist and show the functions and
      buttons that really matters, and make your
      applications portable, lightweight, easy to
      install and uninstall, and as much as you can bug
      free and
      optimized
      - create one comprehensive project but still
      minimalist and lightweight enough to have
      potential, dont make many very small ones that no
      one cares in the end or will remember apart from
      a niche of
      geeks

      by nycolus@gmail.com :)Sai cosa temo... che se i lettori leggessero fluidametne inglese o a vessero voglia di leggere roba in inglese non verrebbero a leggere le notizie qua...
      • Nycho scrive:
        Re: How to make an open software successful
        Capisco, ma avevo poco tempo e me la passo meglio in inglese, il target del discorso non credo che avra' problemi.
      • ... scrive:
        Re: How to make an open software successful
        - buy an english/italian dictionary and translate all text because this is an italian forum.
    • ... scrive:
      Re: How to make an open software successful
      - buy an english/italian dictionary and translate all text because this is an italian forum.
    • vuoto scrive:
      Re: How to make an open software successful

      sono abituato a scrivere draft in ingleseSe permetti un suggerimento, cerca di usare meno proposizioni secondarie. Suoni molto "italiano" se fai altrimenti.Separa in paragrafi consistenti il pensiero.Usa il conteggio risultati di google per verificare la popolarità di una frase che ritieni idiomatica prima di utilizzarla.E.g. "How to make successful free software" vs. il tuo aborto di titolo.Ciao! (troll)
      • Nycho scrive:
        Re: How to make an open software successful
        Grazie per i consigli, se capitera' di nuovo, la prossima volta rileggo i miei collage di idee.
        • Joliet Jake scrive:
          Re: How to make an open software successful
          Invece di fare i grammar nazi, perchè nessuno commenta nel merito?Nycho ha detto molte cose giuste.Riassumendo in breve, quello che manca ai piccoli sviluppatori indipendenti (open e non) è semplicemente qualche nozione basilare di marketing e di usability.Basterebbero piccoli accorgimenti come quelli suggeriti qui sopra e molti software validi uscirebbero dall'ombra!
          • krane scrive:
            Re: How to make an open software successful
            - Scritto da: Joliet Jake
            Invece di fare i grammar nazi, perchè nessuno
            commenta nel merito?Perche' se siamo qui vuol dire che non siamo in grado o non abbiamo voglia di leggere fluidamente riviste inglesi.
            Nycho ha detto molte cose giuste.
            Riassumendo in breve, quello che manca ai piccoli
            sviluppatori indipendenti (open e non) è
            semplicemente qualche nozione basilare di
            marketing e di usability.In effetti...
            Basterebbero piccoli accorgimenti come quelli
            suggeriti qui sopra e molti software validi
            uscirebbero dall'ombra!Quali piccoli accorgimenti ? marketing e usability ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 ottobre 2010 11.56-----------------------------------------------------------
          • Nycho scrive:
            Re: How to make an open software successful
            Se dai un'occhio agli sforzi fatti da Adobe nel creare un suite di programmi ben integrati tra loro, o anche openoffice, con una coerenza grafica, di posizionamento, di splash screen, font, dimensionamenti vari, vedrai che questi sforzi ed investimenti non sono stati puramente uno sfizio, ma hanno degli obiettivi precisi ed hanno richiesto il lavoro di top designer di interfaccia utente, che sono anche pagati veramente bene.Se tu immagini per un momento la suite adobe con un programma diverso dall'altro, o anche openoffice che e' gratuita, fa un effetto diverso, ed e' quell'effetto che fa la differenza. Se openoffice viene installato in alcuni governi, amministrazioni ed uffici vari, imho e' perche' si presenta come una suite interessante non soltanto per le funzionalita' ma anche per la coerenza grafica e soprattutto il branding piu' che decente.Sono cose che non si sentono spesso, perche' non facilmente misurabili e facili da flamare per la gente che ragiona in modo prettamente logico guardando soltanto le caratteristiche tecniche.
          • Nycho scrive:
            Re: How to make an open software successful
            Oltretutto parliamo di situazioni diverse, un conto e' installare i programmi nel tuo pc da freelance probabilmente, un altro e' creare dei mirror in un'azienda enterprise con 20-50 pc/mac, stesse applicazioni, fonts, con l'art director che vuole tutte le postazioni allineate in modo da raggiungere il miglior compromesso. Le persone che lavorano seriamente nella grafica ed a certi ritmi, hanno bisogno del miglior software per migliorare la produttivita' il piu' possibile, ed una suite ben integrata di prodotti e' essenziale al giorno d'oggi per varie realta', ovviamente se vogliamo portare questi grandi progetti opensource un ordine di grandezza maggiore, altrimenti resteranno sempre dei buoni software semisconosciuti.
    • Pinochef scrive:
      Re: How to make an open software successful
      - Scritto da: Nycho
      Ok, oggi sono in venaSe ero in vena di leggere inglese che venivo qua ?
      • Nycho scrive:
        Re: How to make an open software successful
        Pensa che io vengo qui a leggere per non perdere l'italiano, visto che lavoro e vivo in inglese, parlo con la moglie in inglese e con i genitori, amici e parenti in dialetto. La vita...
        • krane scrive:
          Re: How to make an open software successful
          - Scritto da: Nycho
          Pensa che io vengo qui a leggere per non perdere
          l'italiano, visto che lavoro e vivo in inglese,
          parlo con la moglie in inglese e con i genitori,
          amici e parenti in dialetto. La vita...Allora fai allenamento e scrivi in italiano no ? (rotfl) Che stai perdendo l'italiano e pure velocemente.
  • Nycho scrive:
    Serve...
    un formato unico che si adatti a diverse situazioni tra jpg, gif, png e jpeg2000 e compagnia, con un'implementazione non complessa, pulita, definitiva e senza bachi, soprattutto serve il si del 99% delle aziende per l'implementazione nelle loro applicazioni, sistemi, telefonini e cosi via senza troppe storie.Insomma in breve serve un formato che faccia wow in maniera colossale e sia supportato a livello planetario in poco tempo, altrimenti mobilitare un mondo per qualche miglioramento superficiale non esiste, e come altri formati verra' utilizzato da geek ed altre popolazioni "niche" minori, che alla fine non fanno testo per una diffusione globale. Oltretutto il naming e' decisamente mediocre, e chi fa pubblicita' sa che un nome o logo azzeccati spingono ancora meglio i prodotti, non parlo di geek, quelli se ne fregano pensano alle prestazioni e al codice, ma a livello globale e' un'altra storia.Ad ogni modo il formati attuali sono ancora "in" per quel che servono, e con l'aumento della capacita' delle memorie dovunque da telefoni ad hdd, non lo vedo come necessaria questa impresa nell'immediato futuro.Le cose potrebbero cambiare quando le immagini saranno realmente 3d, proiettate con periferiche futuristiche e serviranno altri formati, ed ovviamente quando quest'ultime diventeranno comuni e non si utilizzeranno piu' le immagini normali.
    • Nycho scrive:
      Re: Serve...
      Dimenticavo "veloce in e out". E' inutile avere un formato supersupportato, dove un'immagine da 4kb equivale ad un jpeg da 20kb se poi devi aspettare 10 secondi prima di caricare l'immagine nella pagina, a questo punto non serve a nulla, e magari lo rimandiamo nel lab ad attendere il proXXXXXre a 32 core consumer 10GHz che puo' decodificarlo nello stesso tempo di un jpeg con un celeron antiquato in questo momento.Un formato per essere supportato dal wow globale, non deve solo servire come formato storage, dove hai tutto il tempo volendo di comprimere e risparmiare spazio.
      • ... scrive:
        Re: Serve...
        Non può esistere un formato unico.Ogni formato è pensato per immagini di un certo tipo ed è giusto che sia così.Un formato unico è pure e semplice utopia.
        • Nycho scrive:
          Re: Serve...
          Nah, ci sono un'infinita' di casi in cui certe evoluzioni sembrano utopie, torna indietro nel tempo e parla di avatar ai produttori di charlie chaplin o ai primi topolino bianco e nero e cosi via.
          • ... scrive:
            Re: Serve...
            Qui non si sta parlando di un'evoluzione nella tecnica. Si sta parlando di casi d'uso. Se un algoritmo di compressione va bene per certi scopi non può andare bene per scopi opposti. Si parla sempre di immagini, ma una fotografia è l'opposto di una icona per intenderci. Dimensioni opposte (una grandissima e una Medio/piccola);nella foto puoi permetterti di perdere dettagli insignificanti mentre l'icona deve essere identica a come la disegni;La foto non ha senso che abbia dei livelli di trasparenza mentre l'icona ne ha assoluto bisogno;L'unica cosa che hanno in comune è la necessità di un algoritmo veloce e che abbia un rapporto dimensioni/qualità idoneo all'utilizzo.Ecco perchè serve un algoritmo specifico per ogni caso d'uso.Io posso anche salvare una immagine in BMP (ovvero tutti i pixel con tutte le informazioni di ogni pixel) e comprimere tutti in UHA e avere un file ridottissimo.... però se devo aspettare 15 secondi prima di riaprirla non mi serve a niente.
          • Nycho scrive:
            Re: Serve...
            Metti un algoritmo ed un file contenitore di base che sta bene in tutti i casi, ed aggiungi in modo modulare delle funzionalita' di compressione secondarie che scegli a secondo dell'uso attraverso le opzioni, se fatta bene un cosa del genere, secondo me e' fattibile.
          • ... scrive:
            Re: Serve...
            OK, va bene, un po come funziona l'avi e l'mkv, un contenitore con all'interno flussi codificati in modo diverso. Però per dei risultati ottimali bisognerà guidare comunque il convertitore indicando il tipo di contenuto (cosa fattibile anche in automatico ma con margini di errore o ottimizzazioni non eccellenti).Sono d'accordo con te, ma si tratterebbe comunque di un insieme di algoritmi (uno per ogni esigenza) e non di uno solo. Quindi dai ragione anche a me :)
          • Nycho scrive:
            Re: Serve...
            Praticamente si, ci sarebbe tutta una serie di sub algoritmi opzionali collegati ad uno centrale. Mi avete fatto venire in mente qualche idea per un casual blog. :)
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Serve...
        contenuto non disponibile
        • logicaMente scrive:
          Re: Serve...
          - Scritto da: unaDuraLezione
          Un jpeg full screen sul mio PC impega 31
          millisecondi a decomprimersi (fonte irfanview).
          Se fossero 62ms forse non mi cambierebbe granché
          o forse sì (62 ms è più di mezzo decimo di
          secondo, magari è
          avvertibile).Un decimo veramente... 62 millisecondi = 6,2 centesimi di secondo = 0,62 decimi di secondo = 0,062 secondi. Mezzo decimo di secondo è quasi dieci volte tanto il tempo.(geek)
          Il problema però è il tempo di compressione: 8
          volte maggiore significa Nella maggior parte degli algoritmi di compressione è normale che il tempo di compressione sia (anche molto) maggiore di quello di decompressione: un file viene compresso una sola volta in fase di creazione e decompresso ogni volta che deve essere visto
          tagliarsi fuori dal
          mercato delle
          fotocamere.Non so, andrebbe fatto un confronto tra i tempi di compressione e quelli di memorizzazione per vedere quale è dominante...
          ma il vero ostacolo che vedo per questo formato è
          molto
          semplice.
          Il 99% delle persone non trova nessun difetto
          avvertibile in un jpg compresso con cura (buon
          rapporto qualità/dimensioni).concordo.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Serve...
            contenuto non disponibile
          • logicaMente scrive:
            Re: Serve...
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: logicaMente


            Un decimo veramente...

            62 millisecondi = 6,2 centesimi di secondo =
            0,62

            decimi di secondo = 0,062 secondi. Mezzo decimo

            di secondo è quasi dieci volte tanto il

            tempo.

            Nono, sbagli.
            Un decimo di secondo = 0.1
            mezzo decimo = 0.05 =~0.062Ahem... ho fatto confusione.. sorry! :$
  • Frigghenaue i scrive:
    Complimenti
    Complimenti per l'immagine di copertina. Davvero geniale!
  • kattle87 scrive:
    DLI compression: davvero allucinante
    Sempre visitando i commenti dei link proposti dall'articolo, sono incappato in questo:http://sites.google.com/site/dlimagecomp/HomeDate una occhiata alle immagini di esempio e alla comparison con jpg: stavolta davvero potrebbe valer la pena di mandare a quel paese un formato così vecchio.Questa compressione credo sia realmente superiore a tutte le esistenti, incluse h264, vp8 e tanta altra roba.Riposto per comodità i link alle immagini "sample" prese nel sito. Tenete conto che NON partivano da un bitmap/raw file, e che tutte le immagini compresse sono di dimensione circa pari a 150kbhttp://x264.nl/developers/Dark_Shikari/imagecoding/source.pnghttp://x264.nl/developers/Dark_Shikari/imagecoding/jpeg.pnghttp://x264.nl/developers/Dark_Shikari/imagecoding/vp8.pnghttp://x264.nl/developers/Dark_Shikari/imagecoding/theora.pnghttp://x264.nl/developers/Dark_Shikari/imagecoding/x264.pnghttp://img814.imageshack.us/img814/7184/dli.png
    • LaNberto scrive:
      Re: DLI compression: davvero allucinante
      Cosa c'entra la compressione di singole immagini con codec video come VP8 o H264?
    • Nycho scrive:
      Re: DLI compression: davvero allucinante
      I test lasciano il tempo che trovano, ed impressionano geek come te o me e qualche altro, ma serve gente con gli agganci giusti che lo promuova, cambiare nome e renderlo piu' commerciale. Anche 7z e' un formato avanti rispetto allo zip, ma i neonati nascono pronunciando zip piuttosto che 7z, il cuggino conosce zip o al massimo rar, ma non ha idea se accomunare banane o cipolle con il 7z. Putroppo il programmatori che creano codec ed altro, nella maggior parte sono di mentalita' prettamente tecnica, solitamente abbandonati con la loro passione, e certi ottimi progetti falliscono o restano nel dimenticatoio perche' non c'e' l'elemento commerciale necessario per far spiccare il volo nel mondo corrente, e se non spiccano il volo saranno sempre utilizzati da quattro gatti purtroppo.Aggiungerei, ci sono una marea di progetti open source veramente validi ma che hanno interfacce non al passo coi tempi, splash screen terribili ed in genere non sono curati graficamente, ed insomma, quello serve eccome, gia' abbiamo fatto passi da giganti grazie a collezioni di icone gratuite di buon livello rispetto al passato, ma ancora il software open source rispetto ai commerciali da l'impressione del "livello sotto". Funzionalita' senza l'ottima interfaccia che al giorno d'oggi e' richiesta dai consumatori fa poco.
      • Nycho scrive:
        Re: DLI compression: davvero allucinante
        Ed aggiungo che tutte quelle cacatine di eseguibili da linea di comando che personalmente adoro visto che provengo da dos, e tutte le gui igui vpgui asdgui e cosi via non hanno senso nel mondo "normale" del cug"g"ino che sarebbe il 99% della popolazione degli user. Tanti programmatori e personale vario immersi nel modo dei computer si dimentica che la maggior parte della gente non ne capisce una XXXX e schiaccia a malapena due bottoni, e sono quelli che fanno i numeri e ci tengono legati ad una diffusione del kaiser di prodotti validi ma utilizzabili soltando da "noi" non dalla massa.Scusa ma dovevo farlo sto discorso da qualche parte. :)
    • HappyCactus scrive:
      Re: DLI compression: davvero allucinante
      - Scritto da: kattle87
      Sempre visitando i commenti dei link proposti
      dall'articolo, sono incappato in
      questo:
      http://sites.google.com/site/dlimagecomp/HomeLena mi sembra davvero molto clusterizzata...
  • Shingo Tamai scrive:
    I fatti nell'analisi linkata
    Il resto sono solo parole.http://x264dev.multimedia.cx/archives/541
  • Guybrush scrive:
    La compressione ha dei limiti
    E sono piuttosto stringenti.Jpeg ha moltissimi vantaggi: non richiede grande potenza di calcolo per essere applicato, è scalabile, è diffuso e impiegato in tutte le piattaforme esistenti sul pianeta.Il nuovo formato dovrebbe essere ancora più leggero per il proXXXXXre (così da ridurre i costi di produzione negli apparati fotografici, ad esempio), altrettanto efficiente nella compressione (se non di più) e altrettanto scalabile (se non di più).Vedremo.GT
    • rover scrive:
      Re: La compressione ha dei limiti
      Penso che jpeg avrà ancora lunga vita davanti.Poi non conta solo la qualità, ma anche la strategia delle licenze
    • Cavallo Pazzo scrive:
      Re: La compressione ha dei limiti

      Il nuovo formato dovrebbe essere ancora più
      leggero per il proXXXXXre (così da ridurre i
      costi di produzione negli apparati fotografici,Più che altro si potrebbe finalmente riuscire a scattare fotografie in modo più rapido e consumando meno batteria.Google potrebbe iniziare ad inserire la funzione nel suo android, almeno per una ripresa fotografica allo scatto, e poi eventualmente in un momento subito successivo occuparsi di trasformarla in jpeg (per la trasportabilità), quando poi anche altre applicazioni si saranno adeguate (penso almeno ai browser principali, picasa e il viewer predefinito degli OS più diffusi) si potrà finalmente aprire un varco, poi, se son fiori fioriranno.
      ad esempio), altrettanto efficiente nella
      compressione (se non di più) e altrettanto
      scalabile (se non di
      più).
      Vedremo.

      GT
      • LaNberto scrive:
        Re: La compressione ha dei limiti
        Va considerato che il mercato si muove in senso opposto col RAW: nessuna mediazione, nessuna compressione
        • ... scrive:
          Re: La compressione ha dei limiti
          anche perché passare da un formato loss ad un altro peggiora solamente l'immagine e basta.
          • LaNberto scrive:
            Re: La compressione ha dei limiti
            certo, una volta compressa l'informazione con un metodolossy, l'informazione è persa
        • Nycho scrive:
          Re: La compressione ha dei limiti
          Qui si sogna se si pensa al Raw. Il raw e' una palla al piede nel mondo immagine fino a che non si decidono ad uniformare il tutto e finirla li, i produttori rompono con tutti i loro formati proprietari e non esiste creare un codec globale snello che possa essere introdotto dovunque. Oltretutto pesa troppo e solo un parte veramente esigua della popolazione mondiale puo' permettersi di caricare raw nel loro dispositivi, o per la velocita' di connessione, o per la potenza di calcolo necessaria, da qui che un formato raw diventi diffuso quanto un jpeg, probabilmente un paio di generazioni passeranno ed allora non sara' piu' raw, ma altre storie.
  • Saverio Russo scrive:
    GIF LOSSY?

    ANCHE NO!Il formato GIF NON E' LOSSY (cioè a perdita) ma permette di mantenere i dati originali dell'immagine non compressa.
    • caccamo scrive:
      Re: GIF LOSSY?
      - Scritto da: Saverio Russo
      qualità delle immagini "grezze" per ottenere file
      grafici di dimensioni ridotte,





      ANCHE NO!
      Il formato GIF NON E' LOSSY (cioè a perdita) ma
      permette di mantenere i dati originali
      dell'immagine non
      compressa.sara' anche non lossy, ma fa caga**..256 colori max, trasparenze orribili, gif animate del 1980fortuna non si usa quasi piu' IE6 e via col png a sbafo.
      • ... scrive:
        Re: GIF LOSSY?

        sara' anche non lossy, ma fa caga**..
        256 colori max, trasparenze orribili, gif animate
        del
        1980

        fortuna non si usa quasi piu' IE6 e via col png a
        sbafo.Purtroppo i sedicenti grafici e web designer di oggi non ci capiscono niente di grafica. Basta che utilizzino i loro software che hanno centinaia di azioni preimpostate ed ecco fatto il grafico e/o web designer.Su un forum di web design che compare tra i primi risultati di google italia una volta è stato messo un post riguardo la famosa truffa del "registro italiano in internet". Bè su questo blog sono state postate delle immagini gif ottenute dalla scansione delle pagine della lettera ricevuta per posta. Il risultato erano file abnormi e quasi illegibili. Quando qualcuno gliel'ha fatto notare gli è stato risposto che quello era il formato standard di internet.Ecco, io da uno che lavora così mi terrei lontano, perchè dimostra di non aver capito nulla di web. Non sto a scrivere i casi d'uso, ma i vari tipi di immagine se esistono e ancora durano è perchè sono progettati per diversi scopi e non esistono alternative veramente valide.Gif fa XXXXXX se ci salvi una fotografia. ma se hai bisogno di grafica basilare, di dimesioni ridotte e un algoritmo veloce (proprio perchè con pochissimi colori) o magari qualche semplice animazione usi gif. E' comunque vero che viene utilizzato meno in favore di png, che mette a disposizione più colori ed ha un canale alpha che consente di avere diversi livelli di trasparenza. Ma è anche vero che se ne abusi ecco quello che succedehttp://ceslava.com/blog/wp-content/uploads/2008/11/spinfox.pngquesta png occupa più di 600KB e per cosa? vi immaginate i vari web designer che non capendoci un cavolo riempono i loro lavori di immagini animate in formato apng con 24bit di profondità poi magari lo testano in locale e vedono che il sito è una scheggia, lo mettono online e il sito impiega decine di secondi per caricare tutte le immagini.
        • pippo75 scrive:
          Re: GIF LOSSY?

          Ma è anche vero che se ne abusi ecco quello che
          succede

          http://ceslava.com/blog/wp-content/uploads/2008/11penso che serva per i livelli di trasparenza dell'ombra a occhio direi che solo vari livelli ( comunque come immagine mi piace ).Ho provato ad inserire quell'immagine in un file HTML, su 4 browser due non la mostrano animata.FireFox 3.5.6: animataOpera 10.70: AnimataIE8: indovinate.Chromium 7.0.54: non animata.
          • ... scrive:
            Re: GIF LOSSY?
            si la dimensione è dovuta al canale alfa e al numero di colori, il mio "per cosa?" era inteso come "600KB per cosa, una piccolissima animazione"... a questo punto includo nella pagina una piccola animazione flash, poi chi la può vedere la vede e chi no non la vede. Proprio come questa immagine. Però con la differenza che in flash peserebbe qualche decina di KB al massimo.
          • Teo_ scrive:
            Re: GIF LOSSY?
            - Scritto da: ...
            si la dimensione è dovuta al canale alfa e al
            numero di colori, il mio "per cosa?" era inteso
            come "600KB per cosa, una piccolissima
            animazione"... a questo punto includo nella
            pagina una piccola animazione flash, poi chi la
            può vedere la vede e chi no non la vede. Proprio
            come questa immagine. Però con la differenza che
            in flash peserebbe qualche decina di KB al
            massimo.Dipende da chi prepara il file Flash, può farlo pesare 10 volte tanto il PNG citato dato che hai indicato qualcosa fatto male.Anche altre soluzioni usando PNG possono pesare meno, ma non è detto che sia quello che occorre http://jsfiddle.net/DBvce/
  • tua sorella scrive:
    Ma nessuno ha detto che...
    Dal momento che nessuno l'ha ancora detto:GIF non e' un formato lossy.:)
    • scoreggia potentissi ma scrive:
      Re: Ma nessuno ha detto che...
      - Scritto da: tua sorella
      Dal momento che nessuno l'ha ancora detto:
      GIF non e' un formato lossy.

      :) 8)
    • pippo75 scrive:
      Re: Ma nessuno ha detto che...
      - Scritto da: tua sorella
      Dal momento che nessuno l'ha ancora detto:
      GIF non e' un formato lossy.

      :)questo è l'anno di GIF jpeg al tappeto. non c'è trippa per png.:) :)
      • No a GIF scrive:
        Re: Ma nessuno ha detto che...
        - Scritto da: pippo75
        - Scritto da: tua sorella

        Dal momento che nessuno l'ha ancora detto:

        GIF non e' un formato lossy.



        :)

        questo è l'anno di GIF

        jpeg al tappeto.

        non c'è trippa per png.

        :) :)No a gif. :)Gif sucks. :DLa licenza di Gif fa oltremodo schifo. :@
        • Foobar scrive:
          Re: Ma nessuno ha detto che...

          No a gif. :)

          Gif sucks. :Dil bello e' che per scriverlo usi due emoticon che sono... indovina in che formato? :D
      • Bruco scrive:
        Re: Ma nessuno ha detto che...
        - Scritto da: pippo75
        - Scritto da: tua sorella

        Dal momento che nessuno l'ha ancora detto:

        GIF non e' un formato lossy.



        :)

        questo è l'anno di GIF

        jpeg al tappeto.

        non c'è trippa per png.

        :) :)Per me solo PBM binarie ... al mattino !
  • Shub scrive:
    GIF non e' lossy
    GIF non e' un formato lossy.
    • ephestione scrive:
      Re: GIF non e' lossy
      sì invece, basta avere un programma in grado di salvare le immagini GIF in modalità lossy per salvare spazio, come fireworks.
      • Shub scrive:
        Re: GIF non e' lossy
        Il formato GIF non e' lossy. Alcuni programmi filtrano l'immagine prima di salvarla in GIF, perdendo informazione, ma e' un'operazione che non viene compiuta dagli algoritmi del formato GIF, al contrario di quanto avviene con JPEG."Lossy compression is actually a misnomer for GIFs and PNGs. The compression algorithms used in GIFs and PNGs (LZW and Deflate) are lossless, so there is no loss of data when compressing these palette-based formats. The lossiness comes in when a graphics program automatically prefilters or alters the image to compress more efficiently"
        • ephestione scrive:
          Re: GIF non e' lossy
          il singolo file jpeg è una risorsa di dati binari che viene decodificata come immagine, non include "routine di decodifica".Il singolo programma che gestisce il salvataggio in jpeg si occupa esso stesso di provvedere all'elaborazione dei dati lossy, così come fa con GIF, se salva in gif lossy... voler necessariamente distinguere le cose mi sembra pedanteria ;)Ma siccome anch'io tendo ad essere pignolo, lasciamo stare ed amici come prima :P
          • Shub scrive:
            Re: GIF non e' lossy
            La pendanteria non c'entra, secondo il tuo ragionamento qualsiasi formato e' lossy perche' il programma che lo crea puo' filtrare e rimaneggiare i dati che rappresentano l'immagine prima di passarli attraverso gli algoritmi di codifica previsti dal formato medesimo. Ma non e' cosi'.
          • gerry scrive:
            Re: GIF non e' lossy
            - Scritto da: Shub
            La pendanteria non c'entra, secondo il tuo
            ragionamento qualsiasi formato e' lossy perche'
            il programma che lo crea puo' filtrare e
            rimaneggiare i dati che rappresentano l'immagine
            prima di passarli attraverso gli algoritmi di
            codifica previsti dal formato medesimo. Ma non e'
            cosi'.Però allora è corretto dire che GIF è meno potente del jpeg, infatti non può comprimere immagini con più di 256 colori.
          • Shub scrive:
            Re: GIF non e' lossy
            GIF e JPEG non sono paragonabili, "potenza" vuol dir poco. Hanno destinazioni d'uso diverse, cmq GIF e' stato reso obsoleto da PNG.
          • Gianluca Di Mauro scrive:
            Re: GIF non e' lossy
            Sinceramente do ragione a Shub.Fino a prova contraria il formato GIF, così com'è stato pensato e realizzato dalla Compuserve nel 1987 fa uso di algoritimi di compressione Lossless.Se poi qualche altra ditta, ben distante dalla Compuserve ha modificato l'algoritmo del GIF permettendo di salvare immagini in 'GIF lossy' (...) sicuramente non si può parlare più di GIF ma di un formato differente dal GIF originale.Per arrivare al nocciolo: per me, integralista dei formati grafici, il GIF (come il PNG) è lossless, poi se volete creare un formato che rende lossy il GIF... fate un po' come cavolo vi pare ;)
    • edmaster scrive:
      Re: GIF non e' lossy
      Almeno avete delle basi su qui discutere e sulle quali siete circa tutti daccordo. Questo è importante! Perché se non vi diamo quelle, vi offendete a vicenda e ci tocca censuravi.
      • scoreggia potentissi ma scrive:
        Re: GIF non e' lossy
        - Scritto da: edmaster
        Perché se non vi diamo quelle, vi offendete a
        vicenda e ci tocca
        censuraviMa censurare chi? Ti denunzio! :@
      • Gianluca Di Mauro scrive:
        Re: GIF non e' lossy
        - Scritto da: edmaster
        Almeno avete delle basi su qui discutere e sulle
        quali siete circa tutti
        daccordo.
        Questo è importante!
        Perché se non vi diamo quelle, vi offendete a
        vicenda e ci tocca
        censuravi.Io, l'unica base su CUI mi baso è la nuova guida al comporre...Per chi non lo conosce, la nuova guida al comporre era il mio libro di grammatica usato quando ero scolare delle scuole elementari.Su questo libro c'era scritto:si scrive cui non QUIEffettivamente per questa bestemmia grammaticale dovevano censurare proprio teah ah ah a:P
  • Nome e cognome scrive:
    inutile
    Meglio JPEG, e meglio ancora PNG.Google smetta di perdere tempo.
    • scoreggia potentissi ma scrive:
      Re: inutile
      - Scritto da: Nome e cognome
      Meglio JPEG, e meglio ancora PNG.(rotfl)
      Google smetta di perdere tempo.Ah beh se lo dici tu... (anonimo)
    • pabloski scrive:
      Re: inutile
      Meglio jpeg? Ma se google ha appena dimostrato che questo formato è più efficiente....se si parla di diffusione è probabile che questo formato non scalzerà jpeg a breve, anzi difficilmente lo scalzerànon ho visto se offre funzionalità simile a quelle di png, perchè sul web di oggi ( e di domani ) servono eccomeè un bell'esercizio di stile certamente ma a livello pratico non riuscirà ad avere l'impatto che avrà nei prossimi anni webm nel campo video
      • Nome e cognome scrive:
        Re: inutile
        Ah beh, se avrà meno impatto di WebM siamo messi bene...Il gruppo MPEG ha dichiarato H.264 royalty free per sempre - WebM ha esaurito il proprio compito di grimaldello e adesso può (deve!) sparire dalla circolazione per sempre.
        • Mr Stallman scrive:
          Re: inutile
          H.264 ha il grave difetto di essere inutilizzabile su piattaforme mono-proXXXXXre, La differenza rispetto a MPEG2 o MPEG4 è insignificante ma almeno questi due formati girano anche su sistemi molto datati.
          • Nome e cognome scrive:
            Re: inutile
            Probabilmente intendevi single core, e anche in quel caso ti sbagli.
          • Mr Stallman scrive:
            Re: inutile
            Hai ragione. I sistemi monoproXXXXXre e single core visualizzano il formato.Un fotogramma ogni 3 secondi :)
          • Nome e cognome scrive:
            Re: inutile
            Probabilmente intendevi single core, e anche in quel caso ti sbagli.
          • Mr Stallman scrive:
            Re: inutile
            Hai ragione. I sistemi monoproXXXXXre e single core visualizzano il formato.Un fotogramma ogni 3 secondi :)
        • Shiba scrive:
          Re: inutile
          - Scritto da: Nome e cognome
          Ah beh, se avrà meno impatto di WebM siamo messi
          bene...

          Il gruppo MPEG ha dichiarato H.264 royalty free
          per sempre - WebM ha esaurito il proprio compito
          di grimaldello e adesso può (deve!) sparire dalla
          circolazione per
          sempre.Non dire XXXXXte, se ne è già parlato tonnellate di volte. Chi scrive browser deve pagare.
          • anonimo scrive:
            Re: inutile
            O sei semplicemente male informato, o sei di quelli che dicono che il Trusted Computing serve a cancellare i files tipo Wikileaks dai dischi rigidi attorno al mondo.
          • Sgabbio scrive:
            Re: inutile
            A detto il vero... Per e gratuito per i video gratuiti ma per fare il necessario per vedere quei filmati, si deve pagare.
          • scoreggia potentissi ma scrive:
            Re: inutile
            - Scritto da: Sgabbio
            A detto il vero..."A detto" :
          • Sgabbio scrive:
            Re: inutile
            ottimo apporto alla discussione.
          • scoreggia potentissi ma scrive:
            Re: inutile
            - Scritto da: Sgabbio
            ottimo apporto alla discussione.No... ma rimane il fatto che il tuo era un errore madornale, come la mettiamo? :D
          • Shiba scrive:
            Re: inutile
            [img]http://img267.imageshack.us/img267/2761/piforumtecnologiawebpas.png[/img]
          • advange scrive:
            Re: inutile
            Mi sa che il male informato sei tu.
        • r1348 scrive:
          Re: inutile
          Sì nel mondo delle favole, h.264 è gratuito per la diffusione di video gratuiti su internet (Youtube) ma si deve pagare per tutto il resto, codifica e decodifica compresi.
        • pabloski scrive:
          Re: inutile
          Webm sta avendo un grande impatto, visto che tutti sono corsi ad implementarlo....riguardo H264 dove l'hai letto che è free per tutti e per sempre? hanno detto che per ora è royalty free per gli utenti e per chi fa streaming senza scopo di lucroè molto diverso come vediinoltre H264 non è esente da problemi di brevetti come si vuol far credere e infine i file Webm sono più piccoli e quindi più adatti allo streamingci sono abbastanza ragioni per usare Webm, non altrettante per usare incondizionatamente Webp
        • lordream scrive:
          Re: inutile
          - Scritto da: Nome e cognome
          Ah beh, se avrà meno impatto di WebM siamo messi
          bene...

          Il gruppo MPEG ha dichiarato H.264 royalty free
          per sempre - WebM ha esaurito il proprio compito
          di grimaldello e adesso può (deve!) sparire dalla
          circolazione per
          sempre.no.. non per sempre ma a tempo indeterminato.. è diverso.. e comunque le implementazioni di WebM stanno andando avanti bene
    • Francesco_Holy87 scrive:
      Re: inutile
      Il PNG è buono, ma più pesante di jpeg e questo lo esclude dalla maggior parte dei siti web.
      • pippo75 scrive:
        Re: inutile
        - Scritto da: Francesco_Holy87
        Il PNG è buono, ma più pesante di jpeg e questo
        lo esclude dalla maggior parte dei siti
        web.peccato per le trasparenze.
      • advange scrive:
        Re: inutile
        In verità non lo esclude dai siti web: lo esclude come formato fotografico essendo loseless; PNG è un sostituto di GIF, non di JPEG.
  • Gianluca Di Mauro scrive:
    Precisazione
    Vorrei fare solo una piccola precisazione.Il GIF non è un formato grafico LOSSY bensì Lossless
    • scoreggia potentissi ma scrive:
      Re: Precisazione
      - Scritto da: Gianluca Di Mauro
      Vorrei fare solo una piccola precisazione.
      Il GIF non è un formato grafico LOSSY bensì
      LosslessQuoto, XXXXX se quoto! :@
      • ephestione scrive:
        Re: Precisazione
        il gif è lossy se imposti la caratteristica lossy in programmi che la supportano, è lossless solo di default.
  • advange scrive:
    Una svolta epocale
    o un clamoroso flop?Google ci ha abituato ad entrambe le cose: certo se WebP mantiene quanto promette allora il sucXXXXX sarebbe assicurato, anche se solo tra qualche anno avremo la risposta.
    • Gegio Giorgetti scrive:
      Re: Una svolta epocale
      non credo che la eventuale sostituzione del jpeg possa essere definita una svolta epocale
      • scoreggia potentissi ma scrive:
        Re: Una svolta epocale
        - Scritto da: Gegio Giorgetti
        non credo che la eventuale sostituzione del jpeg
        possa essere definita una svolta
        epocaleIn effetti anche se venisse sostituito nella maggior parte del web definirla una svolta "epocale" mi sembra veramente un po' azzardato... 8)
      • advange scrive:
        Re: Una svolta epocale
        Cioè, in pratica tra WebP, WebM, Vorbis, PNG, HTML, CSS... avremmo TUTTO il web basato su formati e protocolli completamente liberi e non sarebbe una svolta epocale?Evidentemente la pensiamo diversamente.
        • Emoticon e video scrive:
          Re: Una svolta epocale
          ah perchè jpg non è libero? devo pagare per usarlo? gimp paga per usarlo? non si sa come funziona? mi sembra strano, se hai fonti a riguardo sarei molto interessato...
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Una svolta epocale
      - Scritto da: advange
      o un clamoroso flop?
      Google ci ha abituato ad entrambe le cose: certo
      se WebP mantiene quanto promette allora il
      sucXXXXX sarebbe assicurato, anche se solo tra
      qualche anno avremo la
      risposta.secondo me è meno utopica l'eliminazione totale della corruzione dalla politica italiana :-P
  • Jack Rackham scrive:
    PNG
    Ma il PNG ha fatto schifo proprio a tutti?--JackRackham
    • advange scrive:
      Re: PNG
      Sono famiglie diverse: PNG è loseless, quindi ha una capacità di compressione molto bassa per le "foto reali" rispetto a JPG; viceversa può competere con GIF.
      • noproblem scrive:
        Re: PNG
        png surclassa gif praticamente sempre come compressione dati di immagini 8 bit a colori. capita spesso di trovare immagini a 256 toni di grigio che risultano piu' piccoli in gif che png.JPG e' sempre a perdere, io noto subito specialmente il rosso nelle immagini png e' vivo, in jpg anche al 100% e' visibilmente sfumato.
        • pabloski scrive:
          Re: PNG
          il problema è che non sempre si può tollerare il peso dei file png....ci vorrebbe un formato che unisse le qualità di png con la capacità di compressione di jpegdal punto di vista dei web developer, png è lo standard per immagini che necessitano di trasparenze e qualità ( quindi menù, immagini dei bottoni, ecc... ), jpeg è il must per le foto e gif è la scelta obbligata per le piccole immagini animate
          • mela marcia doc scrive:
            Re: PNG
            - Scritto da: pabloski
            il problema è che non sempre si può tollerare il
            peso dei file png....ci vorrebbe un formato che
            unisse le qualità di png con la capacità di
            compressione di
            jpegCi pensavo anche io.Basterebbe un formato pngz che non è altro che una png zippata, un po' come fa M$ con i formati docx.In questo modo il browser scarica più velocemente e poi decomprime il file per visualizzare l'immagine.
          • succhia scrive:
            Re: PNG
            se comprimi un png con zip ottieni un file grosso uguale se non più grande...
          • scoreggia potentissi ma scrive:
            Re: PNG
            - Scritto da: succhia
            se comprimi un png con zip ottieni un file grosso
            uguale se non più
            grande...Beh ma zip come compressione fa pena. Con altri algoritmi di compressione riesci a comprimerli. Ti ricordo che zip fa pena.
          • Foobar scrive:
            Re: PNG
            la teoria dell'infromazione ti fa un baffo :))non puoi comprimere dei dati gia' compressi. Altrimenti paradossalmente, applicando abbastanza passi di compressione, potresti ridurre una quantita' arbitraria di dati ad un solo bit :). (sarebbe molto comodo...)
          • maranos scrive:
            Re: PNG
            - Scritto da: Foobar
            la teoria dell'infromazione ti fa un baffo :))

            non puoi comprimere dei dati gia' compressi.
            Altrimenti paradossalmente, applicando abbastanza
            passi di compressione, potresti ridurre una
            quantita' arbitraria di dati ad un solo bit :).
            (sarebbe molto
            comodo...)informarsi prima di scivere !E infatti si puo ... certo non fino ad arrivare ad un bit ma applicando algoritmi estremamente complessi ... che di solito non si usano poiche altrimenti la cpu impiegherebbe molto piu tempo per decomprimerlo rispetto al tempo per scaricarlo da internet non compresso !!!per esempio Zipx ... ma ce ne sono una marea !!! quindi è una questione di potenza di calcolo a disposizione !!!ps ho letto in giro qualche tempo fa che erano riusciti a mettere una iso stracompressa di windows 95 su un floppy !!!
          • scoreggia potentissi ma scrive:
            Re: PNG
            - Scritto da: maranos
            - Scritto da: Foobar

            la teoria dell'infromazione ti fa un baffo :))



            non puoi comprimere dei dati gia' compressi.

            Altrimenti paradossalmente, applicando
            abbastanza

            passi di compressione, potresti ridurre una

            quantita' arbitraria di dati ad un solo bit :).

            (sarebbe molto

            comodo...)

            informarsi prima di scivere !

            E infatti si puo ... certo non fino ad arrivare
            ad un bit ma applicando algoritmi estremamente
            complessi ... che di solito non si usano poiche
            altrimenti la cpu impiegherebbe molto piu tempo
            per decomprimerlo rispetto al tempo per
            scaricarlo da internet non compresso
            !!!Esatto
            per esempio Zipx ... ma ce ne sono una marea !!!
            quindi è una questione di potenza di calcolo a
            disposizione
            !!!Giusto.
            ps ho letto in giro qualche tempo fa che erano
            riusciti a mettere una iso stracompressa di
            windows 95 su un floppy
            !!!A questa non ci credo se non lo vedo... su un floppy mi sembra veramente impossibile...
          • ... scrive:
            Re: PNG
            Bé windows 95 era su 13 dischetti, Ricordo che giravano giochi in dvd compressi fino a poche centinaia di Mega che poi decompresse (dopo una marea di tempo) arrivavano a oltre 4GB.Quindi non mi meraviglierei di vedere un windows 95 stracompresso su un floppy. Certo, poi bisogna vedere i tempi per ripristinare i file originali :D
          • No a GIF scrive:
            Re: PNG
            - Scritto da: Foobar
            la teoria dell'infromazione ti fa un baffo :))

            non puoi comprimere dei dati gia' compressi.
            Altrimenti paradossalmente, applicando abbastanza
            passi di compressione, potresti ridurre una
            quantita' arbitraria di dati ad un solo bit :).
            (sarebbe molto
            comodo...)Ma che XXXXXXX vai farneticando? Non puoi comprimere dati gia' compressi? Certo che puoi... se l'algoritmo di compressione che usi e' migliore! Prova a comprimere una gif con rar a massima compressione e vedi che si riduce. Con algoritmi di compressione ancora migliori come paqar, si riduce ancora di piu'! Ma informati tu prima di parlare, XXXXX paletta!
          • ... scrive:
            Re: PNG
            Che poi riesci a comprimere anche con lo stesso compressore.Una volta avevo un file di molti, ma molti MB (tutto testo) compresso una volta con winzip e ridotto a qualche MB. Ho ricompresso il file zip risultante e ho ottenuto un file di poco superiore al MB
          • logicaMente scrive:
            Re: PNG
            - Scritto da: mela marcia doc
            - Scritto da: pabloski

            il problema è che non sempre si può tollerare il

            peso dei file png....ci vorrebbe un formato che

            unisse le qualità di png con la capacità di

            compressione di

            jpegSi dovrebbe trovare un algoritmo capace di comprimere senza perdita di informazione (come in png) ma con un'efficienza almeno pari ad uno lossy (come in jpg): la teoria dell'informazione ci dice che questo non è possibile.
            Ci pensavo anche io.
            Basterebbe un formato pngz che non è altro che
            una png zippata, un po' come fa M$ con i formati
            docx.I file png sono già compressi in lossless con zlib, lo stesso algoritmo usato dal formato .zip. La doppia compressione sarebbe inutile. Potrebbe essere applicato un algoritmo più sofisticato al posto di zlib ma i benefici sarebbero (in generale) abbastanza modesti.
          • Giggetto scrive:
            Re: PNG
            - Scritto da: logicaMente
            Si dovrebbe trovare un algoritmo capace di
            comprimere senza perdita di informazione (come in
            png) ma con un'efficienza almeno pari ad uno
            lossy (come in jpg): la teoria dell'informazione
            ci dice che questo non è
            possibile.Tempo fa si parlava di compressione frattale delle immagini che consentiva compressioni spettacolari (poche decine di kb per immagine!) con un degrado qualitativo inferiore a quello del jpg!Chissà che fine ha fatto quel filone di ricerca..
          • logicaMente scrive:
            Re: PNG
            - Scritto da: Giggetto
            - Scritto da: logicaMente

            Si dovrebbe trovare un algoritmo capace di

            comprimere senza perdita di informazione (come
            in

            png) ma con un'efficienza almeno pari ad uno

            lossy (come in jpg): la teoria dell'informazione

            ci dice che questo non è

            possibile.
            Tempo fa si parlava di compressione frattale
            delle immagini che consentiva compressioni
            spettacolari (poche decine di kb per immagine!)
            con un degrado qualitativo inferiore a quello del
            jpg!
            Chissà che fine ha fatto quel filone di ricerca..La compressione frattale ė comunque lossy e quindi si escludono le ipotesi di partenza. Per quanto ne so ha risultati molto interessanti solo in particolari condizioni (come le sfumature continue della pelle) ma non ha applicabilità generale...
          • poiuy scrive:
            Re: PNG

            Basterebbe un formato pngz che non è altro che una png zippata, un po' come fa M$ con i formati docx.Ma anche no. PNG è già compresso bene e servono degli algoritmi molto sofisticati (e lenti) per comprimere poco di più.Riguardo a comprimere più volte, quello che è stato scritto sono una marea di cavolate.Se comprimi a livello massimo di compressione (che tra le altre cose sgnifica comprimere più volte, senza doverlo farlo manualmente) serve a poco ricomprimere. Certo se cambi algoritmo forse qualcosa riesci a guadagnare, ma aumenti tanto il tempo di compressione/decompressione. Mediamente però aumenti la dimenzione del file.Ad ogni modo comprimere più volte è un proXXXXX asintotico. Sicuramente per ogni contenuto esiste un insieme minimo di informazioni sotto il quale non si scende.
        • advange scrive:
          Re: PNG
          È quello che intendevo e concordo con pabloski: sembra che questo WebP è proprio quello che ci serviva per completare la liberazione dai formati proprietari.WebP : JPEG = PNG : Gif (grossolanamente parlando)
  • Giuseppe scrive:
    Gif lossy ?
    Non mi risulta che GIF sia, in se, un formato grafico "lossy", poichè è basato su LZW che è un algoritmo di compressione dei dati lossless, ovvero senza perdita.Ciò che limita il formato GIF è il numero massimo di 256 colori che lo rende inadatto alle fotografie o immagini con sfumature, dunque i più diffusi software di grafica e fotoritocco devono alterare l'immagine per poterla salvare nel formato GIF, rendendola diversa da quella originale. Ma la perdita di qualità è nel software che salva l'immagine, non nel formato grafico in se.
    • giacche scrive:
      Re: Gif lossy ?
      Concordo, non lo si può definire "lossy" solo perché limitato ai 256 colori.E' nato appositamente per quella risoluzione e quello fa!
      • ephestione scrive:
        Re: Gif lossy ?
        avvia fireworks, salva un'immagine in formato GIF con la voce FileExport Preview, e vedrai una casella che ti permette di attivare il salvataggio lossy, impostando anche la compressione
        • pinco pallino scrive:
          Re: Gif lossy ?
          - Scritto da: ephestione
          avvia fireworks, salva un'immagine in formato GIF
          con la voce FileExport Preview, e vedrai una
          casella che ti permette di attivare il
          salvataggio lossy, impostando anche la
          compressioneSanto cielo non c'entra nulla con il formato!E' una funzione dell'applicazione.
          • Roberto Fumarola scrive:
            Re: Gif lossy ?
            - Scritto da: pinco pallino
            - Scritto da: ephestione

            avvia fireworks, salva un'immagine in formato
            GIF

            con la voce FileExport Preview, e vedrai una

            casella che ti permette di attivare il

            salvataggio lossy, impostando anche la

            compressione

            Santo cielo non c'entra nulla con il formato!
            E' una funzione dell'applicazione.Esatto! Quella funzione lossy serve per aumentare il dither nell'immagine, diminuendone i colori, quindi la dimensione.
    • Giggetto scrive:
      Re: Gif lossy ?
      infatti, è lossy solo nel numero di colori salvati, il formato di immagine è lossless.
      • noproblem scrive:
        Re: Gif lossy ?
        Allora anche truecolor-24bit e' "lossy" secondo questa definizione perche' qualche sfumatura anche se infinitesimale viene persa.E' semplicemente sbagliato associare il termine lossy al numero di colori.
        • scoreggia potentissi ma scrive:
          Re: Gif lossy ?
          - Scritto da: noproblem
          E' semplicemente sbagliato associare il termine
          lossy al numero di
          colori.Quoto, XXXXX se quoto! :@
        • Giggetto scrive:
          Re: Gif lossy ?
          infatti, la quantizzazione digitale di un segnale analogico è per forza di cose lossy, in quanto approssimazione finita di un valore analogico virtualmente infinito.Il concetto di lossy si è affermato e diffuso con jpg riguardo al suo metodo di scartare informazioni non significative per l'occhio, ma dal punto di vista formale e sostanziale si può applicare benissimo al gif che quantizza a 8 bit i colori, o all'adpcm o mp3 per il suono.
          • pinco pallino scrive:
            Re: Gif lossy ?
            - Scritto da: Giggetto
            infatti, la quantizzazione digitale di un segnale
            analogico è per forza di cose lossy, in quanto
            approssimazione finita di un valore analogico
            virtualmente
            infinito.
            Il concetto di lossy si è affermato e diffuso con
            jpg riguardo al suo metodo di scartare
            informazioni non significative per l'occhio, ma
            dal punto di vista formale e sostanziale si può
            applicare benissimo al gif che quantizza a 8 bit
            i colori, o all'adpcm o mp3 per il
            suono.Se non fosse che tu parti da una immagine a 256 colori quando applichi l'algoritmo di compressione.
      • Bruco scrive:
        Re: Gif lossy ?
        - Scritto da: Giggetto
        infatti, è lossy solo nel numero di colori
        salvati, il formato di immagine è
        lossless.Se prendi una immagine RGB e fai del dithering per farla diventare a 256 colori sono problemi tuoi non del formato GIF, che è lossless e non lossy.
        • gerry scrive:
          Re: Gif lossy ?
          - Scritto da: Bruco
          Se prendi una immagine RGB e fai del dithering
          per farla diventare a 256 colori sono problemi
          tuoi non del formato GIF, che è lossless e non
          lossy.E' un po' un questione di lana caprina, ma GIF non lossy è impossibile sulla maggior parte delle immagini esistenti sul web.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 ottobre 2010 20.43-----------------------------------------------------------
          • Bruco scrive:
            Re: Gif lossy ?
            Modificato dall' autore il 01 ottobre 2010 20.43
            --------------------------------------------------Lasciamo perdere le capre e la lana. Se prendi un pollo arrosto e gli togli le ali e le cosce per metterlo in un cappello piccolo, quando più tardi tiri fuori il pollo non puoi dire che è il cappello che te le ha fregate. Se invece metti un pollo intero in un cappello e ci tiri fuori un pollo di plastica sicuramente c'è qualcosa che non va. Non so cosa c'entri ma penso di avere reso l'idea.
          • iii scrive:
            Re: Gif lossy ?
            Quando ho iniziato a leggere mi sono chiesto "Ma che c4770 sta dicendo?!?!", arrivato in fondo tutto era chiaro. Sono d'accordo con te
          • gerry scrive:
            Re: Gif lossy ?
            - Scritto da: Bruco
            Lasciamo perdere le capre e la lana. Se prendi un
            pollo arrosto e gli togli le ali e le cosce per
            metterlo in un cappello piccolo, quando più tardi
            tiri fuori il pollo non puoi dire che è il
            cappello che te le ha fregate. Se invece metti un
            pollo intero in un cappello e ci tiri fuori un
            pollo di plastica sicuramente c'è qualcosa che
            non va. Non so cosa c'entri ma penso di avere
            reso
            l'idea.Se devi pubblicare su internet una foto delle tue vacanze e la metti come gif, hai perso informazione(*).So cosa centri e spero di aver reso l'idea.(*) a meno che tu abbia fotografato l'unico paesaggio al mondo con meno di 257 colori (rotfl)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Gif lossy ?
            contenuto non disponibile
        • Giggetto scrive:
          Re: Gif lossy ?
          se salvi in gif un'immagine truecolor il downscaling, la perdita, chiamala come vuoi, dei colori (256) la fa lo stesso gif, che tu lo voglia o no.Sui colori gif si può definire benissimo un formato lossy, anche se il concetto di lossy si è affermato e diffuso per il formato jpg riguardo al suo metodo di scartare informazioni visive "non importanti" dell'immagine.
          • pinco pallino scrive:
            Re: Gif lossy ?
            - Scritto da: Giggetto
            se salvi in gif un'immagine truecolor il
            downscaling, la perdita, chiamala come vuoi, dei
            colori (256) la fa lo stesso gif, che tu lo
            voglia o
            no.
            Sui colori gif si può definire benissimo un
            formato lossy, anche se il concetto di lossy si è
            affermato e diffuso per il formato jpg riguardo
            al suo metodo di scartare informazioni visive
            "non importanti"
            dell'immagine.Sono abbastanza triste di quello che succede alle informazioni quando vengono passate "verbalmente" di "esperto" in "esperto" negli anni.I formati non distruttivi sono quelli che a partire da una file non compresso ne producono uno compresso e da quest'ultimo riescono a risalire esattamente all'immagine non compressa di partenza.Quindi se hai una immagine bitmap a 256 colori e la salvi in gif, da quest'ultima puoi ottenere esattamente una bitmap a 256 colori.Il resto è pura fuffa.
          • Giggetto scrive:
            Re: Gif lossy ?
            è chiaro che un'immagine a 256 colori, magari una clip art, resta preservata, ma cosa succede se salvi in gif un ritratto umano o un paesaggio?Perdi colori, cioè informazioni dell'immagine; in questo senso gif è anche un formato lossy.
          • logicaMente scrive:
            Re: Gif lossy ?
            - Scritto da: Giggetto
            Perdi colori, cioè informazioni dell'immagine; in
            questo senso gif è anche un formato
            lossy.Nel senso in cui lo intendi tu ogni rappresentazione digitale di un'informazione analogica è "lossy", per definizione si riduce ad un valore discreto una grandezza continua...L'utente di cui sopra ha espresso correttamente il senso del termine: se l'operazione di compressione è reversibile allora è lossless, altrimenti si ha perdita di informazione.L'esempio che fai non riguarda la compressione del formato: un paesaggio (che supponiamo sia codificato con 24bit colore) dovrebbe essere prima ridotto in qualità - prima della codifica in gif - e poi, appunto, salvato nel formato.
          • gerry scrive:
            Re: Gif lossy ?
            - Scritto da: logicaMente
            L'esempio che fai non riguarda la compressione
            del formato: un paesaggio (che supponiamo sia
            codificato con 24bit colore) dovrebbe essere
            prima ridotto in qualità - prima della codifica
            in gif - e poi, appunto, salvato nel
            formato.Si, ma siccome la codifica in gif richiede come pre-requisito la riduzione del colore rende questo un discorso accademicamente corretto ma utile solo se l'immagine originaria ha meno di 256 colori.L'encoding JPEG non è molto differente dal gif: infatti dopo la degradazione dell'informazione c'è una stadio di compressione lossless ( http://en.wikipedia.org/wiki/Jpeg#Entropy_coding ).Filosoficamente non ci vedo molta differenza: entrambi i formati preparano un immagine a perdita di informazione in modo che sia molto favorevole alla compressione con un algoritmo lossless.Però questo discorso ha un senso se si tiene conto della fonte dell'immagine, infatti se la fonte ha meno di 256 colori la degradazione in gif non avviene mentre in jpeg avviene comunque.
          • Tonino scrive:
            Re: Gif lossy ?
            Devo immaginare che per un non programatore questi concetti possano essere difficile da digerire, d'altronde l'utente medio prende l'immagine, sceglie il menu file/salva e via ...Non ha idea di quello che succede sotto.
    • Strepy scrive:
      Re: Gif lossy ?
      GIF lossy? Questa è grave...
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Gif lossy ?
      Ok ok, mi cospargo il capo di cenere, l'ho scritto in fretta senza controllare meglio e m'è scappata la fesseria. GIF non è lossy :-P
  • banca scrive:
    jpeg2000
    è stata una meteora nella stessa famiglia??? :)
    • Giggetto scrive:
      Re: jpeg2000
      sì, creato dal JPEG Forum, ma ha fallito :/
      • Pino scrive:
        Re: jpeg2000
        - Scritto da: Giggetto
        sì, creato dal JPEG Forum, ma ha fallito :/Unvero peccato che abbia fallito, personalmente lo ritengo un ottimo formato. Non per niente viene ancora usato come algoritmo per la compressione delle texture di Second Life.Avremmo dei bei pixelloni se si usasse il JPG classico, oppure un mondo al rallentatore con le PNG.Benedetto Jpeg2000!
        • MacBoy scrive:
          Re: jpeg2000
          Credo che anche Acrobat lo utilizzi da qualche recente versione. E' più efficiente, ma molto pesante rispetto al JPEG classico per quello che ho visto.
    • r1348 scrive:
      Re: jpeg2000
      Affondato dalla stessa JPEG e dai suoi assurdi brevetti software.
      • sxs scrive:
        Re: jpeg2000
        - Scritto da: r1348
        Affondato dalla stessa JPEG e dai suoi assurdi
        brevetti
        software.Esatto! Basta leggere nei sorgenti di libjpg 8)
Chiudi i commenti