Sequestrati 1,5 milioni di CD-R

dalla Dogana di Genova


Roma – Ieri gli agenti dei Servizi di vigilanza antifrode della Dogana di Genova hanno individuato e sequestrato un milione e mezzo di CD-R provenienti dalla Cina e destinati al mercato della riproduzione illegale di musica e software.

I CD-R vergini, marchiati Princo, avevano come destinazione una società di Napoli, e “si ritiene – si legge in una nota – che sarebbero finiti sul mercato della riproduzione illecita che da tempo ha nel napoletano le maggiori basi per la contraffazione di compact disc musicali”.

FPM, Federazione contro la pirateria musicale, ha applaudito l’operazione dei Servizi di Dogana con cui da tempo ha avviato una collaborazione contro la contraffazione.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti