SimCity, finalmente offline

L'"impossibile" modalità offline del nuovo manageriale di Maxis/EA diventa improvvisamente possibile, anzi ufficiale. E il publisher statunitense pensa anche al modding ma con molta, molta moderazione

Roma – Archiviato il lancio disastroso con gli acquirenti impossibilitati a connettersi ai server di gioco, le stroncature da parte di giocatori e critici e le polemiche durate mesi e mesi, SimCity (5) si avvia a diventare un titolo quantomeno accessibile a tutti: lo sviluppatore Maxis ha annunciato la prossima disponibilità di un nuovo aggiornamento con l’introduzione di una modalità di gioco che non obbliga alla connessione a Internet.

La caratterizzazione “always-online” di SimCity ha scatenato discussioni furenti sin dai primi annuncio dell’esistenza del gioco. Alla sollevazione popolare dei fan della serie il publisher (Electronic Arts) aveva risposto parlando di un gioco pensato per girare online: i server sono responsabili di gran parte dei calcoli in-game, aveva sostenuto EA, quindi SimCity non può girare offline.

La comparsa di hack Internet-indipendenti e le ulteriori polemiche seguite alle dichiarazioni hanno poi spinto la corporation ad aggiustare il tiro : SimCity potrebbe girare offline, avevano ammesso a Maxis, ma tale impostazione finirebbe per cozzare con la visione strategica scelta dal team di sviluppo ed entusiasticamente sposata dal publisher.

Ora scompare anche l’ ultima foglia di fico della prospettiva always-on, e SimCity si prepara a offrire quella “impossibile” modalità di gioco locale chiesta a gran voce dagli utenti nel corso di questi anni. Il gioco offline verrà introdotto con l’upgrade 10 in arrivo nel prossimo futuro, ad appena 9 mesi dalla commercializzazione del titolo.

EA coglie poi l’occasione per rinnovare anche la policy per il modding di SimCity, una pratica storicamente molto apprezzata nel genere dei manageriali – e nella saga di SimCity in particolare – ma che nel caso di SimCity 5 sarà apparentemente limitata a modifiche di tipo estetico e poco altro. EA non si smentisce, mai.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Skywalkersenior scrive:
    500 volte al giorno
    1250$ al giorno... da sputarci sopra... :-)
    • Nome e cognome scrive:
      Re: 500 volte al giorno
      - Scritto da: Skywalkersenior
      1250$ al giorno... da sputarci sopra... :-)Se gli metti i costi di una piccola azienza con dipendenti, che mantiene la app e i servizi.Oltre all'enorme rischio che esiste nel settore.
      • Skywalkersenior scrive:
        Re: 500 volte al giorno
        - Scritto da: Nome e cognome
        - Scritto da: Skywalkersenior

        1250$ al giorno... da sputarci sopra... :-)

        Se gli metti i costi di una piccola azienza con
        dipendenti, che mantiene la app e i
        servizi.
        Oltre all'enorme rischio che esiste nel settore.Rispondo a uno per tutti... mi pare ovvio che intendessi "per una persona sola": la classica App fatta dallo smanettone che fa tutto da solo e viene scaricata 500 volte al giorno direi che è più che soddisfaciente.La software house che deve pagare affitti, dipendenti, frizzi e lazzi, non baserà certo tutta la sua ragion d'essere su una singola app.
    • Joshthemajor scrive:
      Re: 500 volte al giorno
      L'azienda di un mio amico fatturava 50 milioni l'anno ed è fallita. Sai che i numeri in economia contano come il due di picche se non hai un guadagno?
    • TADsince1995 scrive:
      Re: 500 volte al giorno
      - Scritto da: Skywalkersenior
      1250$ al giorno... da sputarci sopra... :-)Se sei da solo o massimo in due è tutto fantastico, se però hai un'azienda, anche piccola, con qualche dipendente da pagare, irpef, irap, inps, inail, bollette, attrezzature, affitti e XXXXX e mazzi è una miseria.
    • ruppolo scrive:
      Re: 500 volte al giorno
      - Scritto da: Skywalkersenior
      1250$ al giorno... da sputarci sopra... :-)Non ci paghi nemmeno 5 dipendenti.
      • Funz scrive:
        Re: 500 volte al giorno
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Skywalkersenior

        1250$ al giorno... da sputarci sopra... :-)

        Non ci paghi nemmeno 5 dipendenti.povero te, che installi solo app a pagamento. Come farai adesso che il tuo "ecosistema" sta asfissiando?Farai la fine dei dinosauri, ecco cosa :p
        • Prozac scrive:
          Re: 500 volte al giorno
          - Scritto da: Funz
          Come farai adesso che il tuo "ecosistema" sta
          asfissiando?Hai sbagliato... Lui non ha un "ecosistema" ma un "eco sistema". Praticamente ogni volta che usa il sui iPhone per chiamare qualcuno ha sempre il ritorno della sua voce...
    • Gyzr0x scrive:
      Re: 500 volte al giorno
      - Scritto da: Skywalkersenior
      1250$ al giorno... da sputarci sopra... :-)Bisogna capire se la cifra è una media o è il totale previsto di tutte le app a pagamento.
      • Skywalkersenior scrive:
        Re: 500 volte al giorno
        - Scritto da: Gyzr0x
        - Scritto da: Skywalkersenior

        1250$ al giorno... da sputarci sopra... :-)

        Bisogna capire se la cifra è una media o è il
        totale previsto di tutte le app a
        pagamento.Mi sembra un po' bassino per essere un totale. Secondo me è una media.
  • Etype scrive:
    App gratuite
    Questa cosa con il tempo mi sembrava abbastanza scontata.Chi compra uno smartphone o un tablet ha già speso dei soldi,non vuole avere una sorta di canone fisso anche per il suo utilizzo a meno che non sia proprio strettamente necessario.Infondo è lo stesso discorso dei pc,sappiamo che il 90% del mercato è di windows,togliendo le aziende o comunque per scopi di lavoro dove serve software proprietario,quanti utenti anzichè comprare programmi installano soluzioni gratuite ? Un caso lampante gli antivirus,quanti privati oggi comrpano un antivirus ? oppure il famoso winzip o comunque tutti quei software dove esiste un'alternativa gratuita.
    • bradipao scrive:
      Re: App gratuite
      - Scritto da: Etype
      Questa cosa con il tempo mi sembrava abbastanza
      scontata.Sono d'accordo. Semplicemente è la monetizzazione che si sta "spostando", prima dai sistemi operativi alle app, adesso dalle app ai servizi/contenuti a valore aggiunto o agli ads.
Chiudi i commenti