Sistri, i rifiuti vanno nel cestino

Sospeso il discusso sistema di tracciabilità elettronica dei rifiuti, che verrà rimandato alla fine del 2013 dal prossimo decreto sviluppo del governo. Annullato il contratto con Selex. Le imprese smetteranno di pagare i contributi - UPDATE

UPDATE 16:30 Nel pomeriggio Selex ha inviato una nota alla stampa in cui effettua delle precisazioni sulle notizie in diffusione a mezzo stampa. Abbiamo riportato alcuni estratti del comunicato in calce all’articolo.

Roma – Prorogata all’ultimo giorno del 2013, l’entrata in vigore del Sistri è sempre più lontana. Il sistema per il tracciamento elettronico dei rifiuti non è pronto, almeno secondo la bozza del decreto sviluppo annunciato dal ministero dello Sviluppo economico. Sistri verrà rinviato “al fine di consentire la prosecuzione delle attività necessarie per la verifica del funzionamento del sistema”.

A confermarlo è stato lo stesso ministro Corrado Passera, che ha tuttavia gettato più di un’ombra sul futuro del sistema di tracciamento dei rifiuti. “Guerrini – attuale presidente di Confartigianato, ndr – mi aveva detto: una cosa su cui ti misureremo e ti misureranno gli imprenditori è il Sistri. Mi sono convinto che il sistema andasse sospeso e questo succederà attraverso il prossimo decreto cui stiamo lavorando”.

Ed è dunque un’ombra mortale che sembra proiettarsi sul Sistri. Con lo stesso decreto sviluppo, il governo annullerà il contratto stipulato tra il ministero dell’Ambiente e Selex Service , l’azienda del gruppo Finmeccanica che ha realizzato il sistema. Le imprese non dovranno più versare – almeno a partire dall’anno 2012 – i contributi legati alla loro presenza nel progetto.

Lo stesso Guerrini ha già ricordato come negli ultimi due anni più di 325mila imprenditori italiani abbiano speso circa 70 milioni di euro per iscriversi al sistema, per acquistare oltre 500mila chiavette USB e 90mila black box . Risultato: il Sistri non è mai partito, e molto probabilmente mai partirà. Chi rimborserà in quel caso le aziende? Si attendono ovviamente novità da parte del governo.

Assolutamente contrario alla sospensione del Sistri è il segretario nazionale dell’Unione Italiana Lavoratori Metalmeccanici (UILM) Giovanni Contento: “è una virata improvvisa da parte del Governo sulla spinta della lobby del trasporto su gomma che parla di un servizio che fa lievitare i costi della burocrazia, ma che in realtà serviva proprio ad abbattere quei costi una volta andato a regime”. Per Contento, il sistema di tracciabilità dei rifiuti messo a punto da Selex Service sarebbe stato particolarmente utile per la lotta alle cosiddette eco-mafie . “Il pensiero va ai circa duecento assunti della società del gruppo Finmeccanica che finora hanno lavorato al progetto del sistema in questione, che rischiano il posto dal primo del mese prossimo. E c’è da considerare le oltre 325mila imprese finora iscritte al suddetto sistema, che saranno soggette a vere e proprie condizioni di competitività illegittima. Il governo lo tenga presente”.

“È una storia che va definita – ha spiegato il ministro dell’Ambiente Corrado Clini – Ho chiesto la sospensione e non un’altra proroga al Consiglio dei Ministri in attesa di arrivare a verifiche decisive”. La decisione per la sospensione è stata dunque presa per effettuare le verifiche richieste dopo il parere del Digitpa . “Il Digitpa – ha aggiunto Clini – ha trasmesso al ministero le sue valutazioni solo lo scorso 16 maggio 2012, alla vigilia dell’entrata in funzione del Sistri prevista dal 1 luglio 2012, dopo una serie di rinvii stabiliti a partire dal 2009”. Tra un rinvio e l’altro, l’Italia è ancora senza un sistema avanzato per la tracciabilità elettronica dei rifiuti, richiesto tempo fa dall’Unione Europea.

Nel pomeriggio, Selex ha voluto dire la sua su alcune delle questioni in ballo: “La piattaforma digitale è attiva e funzionante dal 13 gennaio 2010 ed è stata progettata in modo da applicare le normative vigenti al momento della sua introduzione – recita il testo pervenuto a Punto Informatico – (…) Il SISTRI è basato su una piattaforma tecnologica che utilizza le migliori soluzioni presenti sul mercato. I test effettuati, anche con la supervisione di terzi, su un carico di utenti contemporanei di 4 volte superiore a quello contrattualmente definito, non hanno evidenziato anomalie. (…) Lo slittamento dell’entrata in vigore del SISTRI, verificatosi per ben 7 volte, è sempre stato dovuto a fattori esterni alla nostra Società. (…) Rinviare ancora la data del 30 Giugno prossimo o addirittura sospendere l’entrata in vigore del Sistema farebbe perdere al nostro Paese il vantaggio tecnologico finora acquisito rispetto ai partner europei e non sarebbe di certo un aiuto per le Imprese che chiedono oggi soprattutto certezza delle regole e riduzione della burocrazia negli adempimenti”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • gizoth scrive:
    il sesso a 13 anni...
    salve a tutti, ho 55 anni e vorrei lasciarvi il mio pensiero, se gradito...vi dico subito che capisco godmars, o meglio ne capisco i principi, data la mia esperienza sul campo, ma non li posso condividere proprio per l'esperienza fatta prima di persona ( ho ricordi vivissimi dei miei 13 anni...caro godmars, dimmi se tu a quell'età non ti ammazzavi di s***e come me e come tutti...! e dai...! )e poi come padre di un figlio che ha fatto tutti i percorsi che farebbe qualunque adolescente, dalle prime masturbazioni alla scoperta dell'altro sesso..! mio figlio ha perso 2 anni di scuola superiore perchè usciva regolarmente di casa con lo zainetto e il motorino però andava ad infilarsi tra le lenzuola di una ragazzina con genitori molto moderni, diciamo così e...vai di sesso!! quando l'ho saputo, gli ho semplicemente detto: se non vuoi studiare, ti aiuto a cercarti un lavoro, oppure puoi vederti con la ragazzina dopo la scuola, come fanno tutti...forse lui mi temeva invece è rimasto sorpreso della mia disponibilità nell'accettare la sua mancanza anche di rispetto ( mi ha preso per il XXXX per quasi due anni! scemo io, ovvio..)ma siccome non sono mai stato cieco o finto-perbenista-ottuso, sapevo benissimo che a 14 anni ( ed anche prima, io ho scoperto il sesso a 12..)il sesso entra PREPOTENTEMENTE nella tua vita, quindi per quale motivo avrei dovuto punire severamente un ragazzino cui neppure un terremoto avrebbe inibito le pulsioni sessuali? piuttosto ho cercato di responsabilizzarlo, istruirlo su come " seguire " la propria natura evolutiva senza commettere sciocchezze e ho ottenuto il doppio risultato di " ritrovare " un figlio, e fargli prendere il diploma senza fatica....poi sono cmq d'accordo in generale, che bisogna limitare i giovani all'esposizione alla XXXXXgrafia e alle cattive abitudini in genere, ma questo a prtescindere dal sesso, il sesso è bello e deve essere vissuto quando arriva il proprio momento senza traumi, senza inutili limitazioni bigotte e anacronistiche...e noi genitori DOBBIAMO controllare un minimo le chat, anche per stare al passo con i tempi...ciao a tutti...
  • ciccio scrive:
    mah...
    i proprietari delle chat non sono dio, non possono essere onnipresenti in ogni luogo, è impossibile impedire che si parli di queste cose. e poi dai cosa c'è di male? io ho scoperto la masturbazione a 11 anni, ho saputo cos'era il sesso molto prima, eppure ora non uccido prostitute per la strada o faccio sesso selvaggio con scimmie bonobo... è normalissimo che a 13 14 anni si parla di sesso! io ne ho 19 e mi ricordo bene quel periodo, e TUTTI parlavamo di sesso a quell'età, e anche molto prima. eppure i miei vecchi amici non sono diventati una massa di serial killer.
  • lol scrive:
    LOL
    Sono contento di essere contento.
  • Ubunto scrive:
    Ma è così difficile capire?
    E' così difficile capire che una chat, un gioco, un generico servizio, dove sia prevista interattività NON è considerabile alla stessa stregua di un contenuto televisivo? <i
    La chat del sito è "perversa, violenta e XXXXXgrafica" </i
    .La chat non ha una personalità, Rachel Seifert invece è stupida, deficente mentale o cosa? Da quel che ricordo io la chat di habbo ha dei filtri su alcune parole, non diversamente da WOW ed altri giochi on-line: nulla più nulla meno. A tenere discussioni del tenore che è stato fatto notare, Rachel Seifert è sicura si trattasse "solo" di adulti predatori sessuali?Io ormai sono abbastanza distante dall'adolescenza, dato che di anni ne ho 32, ma sinceramente dai miei ricordi quello tra i 13 ed i 18 anni, cioé il periodo delle scuole superiori è stato il periodo di maggiori tempeste ormonali. Invece questa "signora" ritiene che a quella età i ragazzi e le ragazza siano asessuati?Ma dove vive sta donna? In un freezer?O è solo una delle tanti opportuniste pronta ad esporre quello che tutti sanno ma nessuno dice per mettere sé stessa in mostra?
    • godmars scrive:
      Re: Ma è così difficile capire?
      Spero tu non abbia mai figli visto che non sei pronto a educarli in maniera corretta.I minori di diciotto anni devono essere tenuti alla larga da certe cose per la loro sicurezza e la loro crescita.Gli adulti facciano gli adulti e i minori i minori.
      • Thep scrive:
        Re: Ma è così difficile capire?
        mi sa che sei tu a non avere figli se dici queste XXXXXXX. non so in che mondo vivi ma parlare di sesso dai 13-14 in su è una cosa normale.che poi concordo sopra, sembra la solita telenovela per attirare attenzione mediatica su un non problema.chat con bimbiXXXXXXX in tempesta ormonale ce ne sono in qualsiasi gioco online, nessuno escluso.ma se credi che i tuoi figli non debbano parlarne semplicemente tu genitore non acconsentire che chattino online, la responsabilità è tua non del mezzo.- Scritto da: godmars
        Spero tu non abbia mai figli visto che non sei
        pronto a educarli in maniera
        corretta.
        I minori di diciotto anni devono essere tenuti
        alla larga da certe cose per la loro sicurezza e
        la loro
        crescita.
        Gli adulti facciano gli adulti e i minori i
        minori.
        • godmars scrive:
          Re: Ma è così difficile capire?
          Io i miei figli li educo non temere, gli ho dato dei valori, loro sanno cosa mi aspetto da loro e sanno soprattutto qual è il valore di aspettare il momento giusto per ogni cosa senza bruciare le tappe.I miei figli non sono quelli che trovi in discoteca o che vogliono imitare il grande fratello.E a 13 anni un bambino deve pensare a giocare e studiare, mica al sesso che non è pronto nemmeno fisicamente figuriamoci emotivamente.E se un genitore non è in grado di badare al figlio e a 13 anni questo finisce a fare discussioni inappropriate su internet stà sicuro che sono il primo ad auspicare un intervento delle autorità.I genitori devono fare i genitori ma dove non sono capaci di farlo è giusto che qualcuno intervenga per il bene degli stessi figli.
          • tizio scrive:
            Re: Ma è così difficile capire?
            Lol stai dicendo che tu a tredici anni non pensavi al sesso? Chi sei, il presidente del moige?
          • Thep scrive:
            Re: Ma è così difficile capire?
            - Scritto da: tizio
            Lol stai dicendo che tu a tredici anni non
            pensavi al sesso? Chi sei, il presidente del
            moige?Probabilmente è stato cresciuto molto male in una campana di vetro, fra l'altro delega l'educazione dei suoi figli allo stato in quanto lui è un incompetente e se vanta, quindi c'è qualcosa che non va già partendo da questo presupposto. Inorridisco al solo pensiero che un tipo come questo si riproduca e invada la nostra società con i suoi principi senza arte e ne parte.
          • SuperFiask scrive:
            Re: Ma è così difficile capire?
            - Scritto da: Thep
            - Scritto da: tizio

            Lol stai dicendo che tu a tredici anni non

            pensavi al sesso? Chi sei, il presidente del

            moige?

            Probabilmente è stato cresciuto molto male in una
            campana di vetro, fra l'altro delega l'educazione
            dei suoi figli allo stato in quanto lui è un
            incompetente e se vanta, quindi c'è qualcosa che
            non va già partendo da questo presupposto.
            Inorridisco al solo pensiero che un tipo come
            questo si riproduca e invada la nostra società
            con i suoi principi senza arte e ne
            parteMa te lo immagini uno che pensa che suo figlio 14enne non pensi al sesso e che ritiene "immorale" che ci pensi!?! :o Spero per lui che sia un troll che lo fa per provocare perché se ci crede veramente è FOLLE!
          • Piero scrive:
            Re: Ma è così difficile capire?
            Ci pensa e come, ma come i tizi che ti stanno rispondendo in questa discussione. Per loro è una cosa "proibita" e bellissima, qua invece sembra di parlare di YouPorn
          • Piero scrive:
            Re: Ma è così difficile capire?
            Volevo dire: ma *non* come i tizi blabla
          • nonzo scrive:
            Re: Ma è così difficile capire?
            Adesso i sapputelli di qusto forum spaziano anche sulla psichiatria ?fantastico !!!
          • nome troppo corto scrive:
            Re: Ma è così difficile capire?
            - Scritto da: nonzo
            Adesso i sapputelli di qusto forum spaziano anche
            sulla psichiatriaAlmeno loro sanno scrivere. (anonimo)
          • Marco scrive:
            Re: Ma è così difficile capire?

            Se potessi identificarti non esiterei a mandare
            degli assistenti sociali a casa tua. Sei un tipo
            pericoloso.Ma no dai... lui fa crescere i suoi figli in modo sano: sottopone sua figlia ogni sei mesi a una visita ginecologica per stabilirne la verginità.Un po' come il suo amico torinese, la cui figlia era cresciuta con valori così SBAGLIATI E DISTORTI da accusare di stupro un intero campo Rom piuttosto che confessare di aver fatto sesso col suo ragazzo (infatti anch'ella veniva regolarmente visitata da un ginecologo).A questa gente andrebbe tolta la potestà genitoriale.
          • Thep scrive:
            Re: Ma è così difficile capire?
            - Scritto da: godmars
            I genitori devono fare i genitori ma dove non
            sono capaci di farlo è giusto che qualcuno
            intervenga per il bene degli stessi
            figli.Se tu non sei in grado di farlo allora non fai figli o affidi i tuoi figli ai servizi sociali che penseranno loro a crescerli. Fai abbastanza schifo come genitore e infatti le nuove generazioni sono tutte fumate e corrotte grazie proprio a gente cime te che delega a terzi l'educazione e le responsabilità. Bell'esempio che sei, ripeto fai schifo.
          • trollolo scrive:
            Re: Ma è così difficile capire?
            Fisicamente e proprio quelle l'eta in cui uno diventa pronto. Poi emotivamente e socialmente chissa, ma mi sembra una questione parecchio complicata per poter dare un giudizio del genere senza nessun elemento a sostegno.Cmq nei paesi nordici l'eta media e intorno ai 16 anni, questo vuol dire che c'e gente che lo fa la prima volta a 20 anni (o piu) e gente che lo fa a 14http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/articoli/articolo466924.shtml
          • ZLoneW scrive:
            Re: Ma è così difficile capire?
            - Scritto da: godmars
            E a 13 anni un bambino deve pensare a giocare e
            studiare, mica al sesso che non è pronto nemmeno
            fisicamente figuriamoci emotivamente.Statisticamente il menarca viene raggiunto tra i 12 ed i 13 anni, e pare che l'età sia in diminuzione; questo basti a demolire la tua convinzione sull'immaturità sessuale di una donna di 13 anni. Per l'uomo non c'è uno spartiacque equivalente, ma le polluzioni notturne cominciano ancora prima.Quando gli ormoni comandano, corpo e cervello seguono. E se una persona non è ancora pronta durante la maturazione sessuale, ritengo che buona colpa sia di chi la educa.Non sarai pure creazionista?
            I genitori devono fare i genitori ma dove non
            sono capaci di farlo è giusto che qualcuno
            intervenga per il bene degli stessi
            figli.Qualcun altro, naturalmente.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 giugno 2012 15.26-----------------------------------------------------------
      • panda rossa scrive:
        Re: Ma è così difficile capire?
        - Scritto da: godmars
        Spero tu non abbia mai figli visto che non sei
        pronto a educarli in maniera
        corretta.
        I minori di diciotto anni devono essere tenuti
        alla larga da certe cose per la loro sicurezza e
        la loro
        crescita.
        Gli adulti facciano gli adulti e i minori i
        minori.Giusto, bravo.Gli adolescenti devono stare in una gabbia di vetro fino a che non hanno 17 anni e 364 giorni.Alla larga dalle brutte cose!
      • Ubunto scrive:
        Re: Ma è così difficile capire?
        - Scritto da: godmars
        Spero tu non abbia mai figli visto che non sei
        pronto a educarli in maniera
        corretta.Educarli significa insegnare a distinguere cosa è bene e cosa è male, a pensare prima di fare qualcosa, ad usare il proprio cervello per agire secondo quello che si recepisce come giusto piuttosto che sbagliato. Capire con l'esperienza personale, pur sotto l'ala protettiva dei genitori, è un percorso inevitabile per qualsiasi individuo che vada a scuola, faccia uno sport, frequenti altre persone. Si chiama vita.E' comprendere come funzionano le cose e sapersi assumere delle responsabilità che porta alla maturità, non viceversa.
        I minori di diciotto anni devono essere tenuti
        alla larga da certe cose per la loro sicurezza e
        la loro
        crescita.Tranquillo che se le trovano da sé certe cose, proprio perché crescono. Ed è normale che sia così! (rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 giugno 2012 23.25-----------------------------------------------------------
      • Rizzo Master scrive:
        Re: Ma è così difficile capire?
        - Scritto da: godmars
        Spero tu non abbia mai figli visto che non sei
        pronto a educarli in maniera
        corretta.
        I minori di diciotto anni devono essere tenuti
        alla larga da certe cose per la loro sicurezza e
        la loro
        crescita.
        Gli adulti facciano gli adulti e i minori i
        minori.in b4 di "figlio 13enne tossicodipendente e figlia 12enne incinta"
  • Gloria Teleborsa scrive:
    Ma che strano
    Ma che strano che dei ragazzini dai 13 ai 16 anni parlino di sesso eh? Incredibile direi. (newbie)
    • Sgabbio scrive:
      Re: Ma che strano
      - Scritto da: Gloria Teleborsa
      Ma che strano che dei ragazzini dai 13 ai 16 anni
      parlino di sesso eh? Incredibile direi.
      (newbie)NO! MA CHE DICI! Sono sicuramente dei predatori sessuali!
Chiudi i commenti