Siti web da registrare, la nuova proposta di legge

Appena ritirata la proposta di legge Levi ecco che entra dall'altra porta del Parlamento, quella del partito di Governo, una nuova misura. Perché debbano essere registrati - si legge - non proprio tutti i siti ma solo alcuni

Roma – Difficile credere che si tratti di una coincidenza: a poche ore da quando Ricardo Levi ha annunciato la cancellazione delle sue criticatissime proposte per la registrazione coatta di siti web e blog, ritiro subito applaudito dagli esperti, ecco che si affaccia una nuova proposta di legge , che conferma alcuni obblighi per i siti web ma con alcuni decisivi distinguo rispetto all’orientamento Levi.

A presentarla, questa volta, non è un esponente del Partito Democratico ma Roberto Cassinelli del Partito Popolo delle Libertà e membro della commissione Giustizia della Camera. Cassinelli sia nelle dichiarazioni con cui ha ieri presentato la sua proposta sia nella introduzione alla stessa sottolinea energicamente come si tratti di un testo che vuole correggere la normativa esistente per liberare, scrive, “blog, social network e community dai lacci e lacciuoli stabiliti dalla legge per i prodotti editoriali”.

In particolare Cassinelli prende di mira la legge 62 del 2001 , quella che i lettori di Punto Informatico conoscono benissimo, una legge che quell’anno ha provocato una mobilitazione in rete all’epoca senza precedenti animata proprio da questo giornale: le ragioni di Cassinelli sono quelle che già all’epoca furono proposte da una petizione firmata da più di 53mila utenti Internet. In quella norma, infatti, la definizione di prodotto editoriale è così generica da comprendere qualsiasi cosa, siti e blog compresi. Da qui parte il parlamentare della maggioranza, spiegando come quella legge di fatto estenda obblighi previsti e considerati necessari per la stampa tradizionale anche a realtà elettroniche che con questa nulla hanno a che spartire. A cominciare, è lecito aggiungere, dalla caccia ai ricchi contributi pubblici per i quali quella norma era nata in primo luogo.

Secondo Cassinelli la sua proposta, dunque, limita qualsiasi obbligo ai prodotti editoriali cartacei oppure solo a quelli che definisce giornali online , “ovvero quei siti internet simili, se non identici, alla stampa tradizionale, con una redazione giornalistica regolarmente stipendiata e con la vendita di spazi pubblicitari al proprio interno”. A detta del parlamentare tutto questo “risponde ad una esigenza di liberalizzare la circolazione delle idee ed il mercato delle opinioni, senza introdurre ulteriori appesantimenti e controlli”, al punto che definisce la sua proposta una legge salvablog “in piena antitesi con il ddl ammazzablog presentato dall’ex sottosegretario all’editoria del governo Prodi Ricardo Franco Levi”. Cassinelli ci va giù molto pesante sull’impianto Levi: “Una misura assolutamente illiberale e inaudita che metteva il bavaglio alla libera circolazione delle idee, per cui apprezziamo che lo stesso onorevole Levi abbia deciso di fare retromarcia ritirando il capitolo della sua proposta dedicato ad Internet”.

Nonostante le buone intenzioni, però, c’è già in queste ore chi ha individuato nella nuova proposta alcuni rischi per una serie di siti .

La falla più pesante, in particolare, si troverebbe nella nuova definizione di prodotto editoriale “pubblicato nella rete Internet”. Perché un sito venga considerato in questo modo, infatti, deve valere una qualsiasi di sette condizioni. Tra queste non c’è solo la sussistenza di una redazione giornalistica o la riproposizione su web dei contenuti di un giornale cartaceo, ma anche quanto previsto dal “punto b” dell’articolo 2 comma 1, un assai più generico “il gestore o gli autori delle pagine ne traggano profitto”. Questa definizione, associata al fatto che la proposta legge si applicherebbe a pressoché qualunque sito si focalizzi su “la pubblicazione o la diffusione di notizie di attualità, cronaca, economia, costume o politica” si può tradurre, dicono gli esperti consultati da Punto Informatico in queste ore, in nuovi obblighi per qualsiasi sito il cui gestore tragga profitto di qualsiasi genere (non solo economico) dalla propria attività .

Peraltro, che l’espressione “traggano profitto” del punto “b” possa non riferirsi per gli autori del sito solo all’aspetto economico ma a qualsiasi genere di profitto anche non economico, ad esempio in termini di visibilità o reputazione professionale, sembra indicarlo anche il successivo punto “f”, in cui riferendosi agli autori o gestori dei siti si parla invece esplicitamente di “compensi periodici o salutari per la propria attività di gestione o redazione”. Sulla stessa linea anche il successivo “g”. Il problema dell’obbligo di registrazione e di dover sottostare alle altre pendenze della legge sulla stampa a cui sono sottoposti i giornali tradizionali, viene sottolineato ora, non sembra dunque affatto risolto . Anzi si confermerebbero gli obblighi della legge sull’editoria per pressoché qualunque sito pubblichi un banner, un annuncio AdSense o, più semplicemente, permetta a chi lo realizza di ottenerne un profitto di qualsiasi genere.

In effetti Cassinelli, che Punto Informatico sta tentando di raggiungere per ulteriori approfondimenti proprio in queste ore, nella presentazione della proposta dichiara che “in questo modo, il numero di siti tenuti ad essere registrati presso il Tribunale si restringe sensibilmente rispetto a quello attuale (ossia quello previsto dalla 62/2001, ndr.) che, se si ottemperasse alle vigenti normative, risulterebbe in pratica pari alla totalità dei siti web”. In altre parole nella proposta Cassinelli c’è una fondamentale presa di coscienza del vulnus giuridico causato dalla controversa legge sull’editoria del 2001, c’è l’intenzione di liberare blog e siti web da obblighi che non hanno senso ma non sembra ancora esserci una corretta definizione di prodotto editoriale, con la conseguenza che si lascia aperta la porta ad una conferma degli obblighi di registrazione e degli altri obblighi previsti per la stampa anche per tutta una serie di altri siti.

Di rilevanza, per quanto generico, il comma 2 dell’articolo 2 di questa proposta che afferma, ed è questa la più importante novità rispetto tanto alla legge sull’editoria quanto alla proposta Levi :

“Sono in ogni caso esclusi dagli obblighi previsti dall’articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, i prodotti editoriali pubblicati sulla rete internet che abbiano quale scopo unico: a) la pubblicazione o la diffusione di idee ed opinioni proprie e personali; b) la pubblicazione o la diffusione, da parte dell’autore o gestore, di informazioni relative alla propria natura ed alla propria attività di società, associazione, circolo, fondazione o partito politico; c) la pubblicizzazione, da parte dell’autore o gestore, della propria attività di istituzione, ente pubblico o persona che ricopra cariche in tale ambito; d) la pubblicazione o la diffusione, da parte dell’autore o gestore, di informazioni autobiografiche, personali o che comunque riguardino la propria attività personale, professionale, politica o pubblica; e) l’aggregazione, in forma automatica, di notizie ed informazioni contenute in altre pagine; f) la creazione di momenti di discussione e dibattito su temi specifici; g) l’aggregazione di utenti terzi in una comunità virtuale”.

Quanto emerge, dunque, è un chiaro tentativo di distinguere come due insiemi separati le attività professionali di informazione da tutte le altre. Il problema, osservano però gli esperti in queste ore, è che questo confine nella realtà delle attività di moltissimi siti è sfumato e quasi impercettibile . Un esperto di cinema, è uno degli esempi che viene fatto, che utilizzasse il suo blog per aggiornare i suoi lettori, esprimendo opinioni e dando informazioni sul cinema, e condisse il tutto con dei banner AdSense, rischierebbe di doversi registrare pur essendo tutto meno che una testata giornalistica, e certo non interessato a recuperare finanziamenti pubblici ma solo a parlare di ciò che lo appassiona con altri utenti della rete.

Come detto, ad ogni modo, quella di Cassinelli è una proposta di legge e come tale potrà essere modificata in corsa eliminando le possibili ambiguità. Nelle prossime ore Punto Informatico conta di poter approfondire la questione con il suo promotore e con altri esperti della materia.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Gianni Bertagnin scrive:
    bbc............= rai e anche peggio!
    Qualche tempo fa ho trascorso 4 mesi circa in UK per motivi di lavoro.Potevo seguire BBC England, BBC Walles, BBC Scotland.............NON VI DICO che ho trovato tutti i programmi rai e mediaset tali e quali........... salvo un paio di programmi a premi (stile Milionario) che qui NON sono arrivati! (per fortuna)NON VI DICO che ho visto in lingua originale sit-com ad incominciare da "Friends" come qui.............NON VI DICO che da programmi stile "mi manda rai 3" ho scoperto che in UK i problemi politici, sanitari, sociali, etc, sono anche PEGGIORI dei nostri..................Vi dico solo che via satellite e via internet si può solo vedere BBC International dove l'UK lava i panni degli altri, mentre qui TELE-MIO-CONDOMINIO è SUL SATELLITE E MOSTRA IL PAIO DI CALZINI SPAIATI MESSI AD ASCIUGARE AL MIO BALCONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!SMETTIAMO DI PIANGERCI ADDOSSO!!!!!!!!!!!!!!!!!Se potessimo veramente sapere i "malaffari" che succedono all'estero con la stessa facilità con cui conosciamo i nostri, vivremmo più felici!!!!!!!!!!!!!!!!!Mi sbaglio oppure Obama sogna l'Italia?
  • Kitty Konosc scrive:
    Il merito di Berlusconi
    Ciao a tutti,Il mio commento non vuole essere ne' di destra ne di sinistra.Finalmente, grazie a Berlusconi, il fatto che la RAI sia lottizzata tra partiti e' finalmente diventato un problema.Lo e' sempre stato a dire il vero. In Germania e UK si paga il canone per garantire l'indipendenza politica della televisione. Anzi, la BBC e' stata criticata perche' non abbastanza cattiva contro il governo.Le TV pubbliche, non avendo bisogno di soldi da spot e partiti, puo' concentrarsi sul suo ruolo di servizio pubblico. Indipendentemente da auditel.In Italia la RAI e' partita politica e morira' cosi'. Ma mentre prima non era un problema (PCI, DC, PSI e altri a dividersela) adesso che c'e' il monopolio il problema esiste...assurdo.Io voglio una RAI con canone, senza pubblicita' e indipendente come la BBC.Ciao
    • chojin scrive:
      Re: Il merito di Berlusconi
      - Scritto da: Kitty Konosc
      In Italia la RAI e' partita politica e morira'
      cosi'. Ma mentre prima non era un problema (PCI,
      DC, PSI e altri a dividersela) adesso che c'e' il
      monopolio il problema
      esiste...assurdo.

      Io voglio una RAI con canone, senza pubblicita' e
      indipendente come la
      BBC.

      CiaoIl monopolio? Che monopolio? E non venirtene fuori con la storiella "Berlusconi controlla tutte le tv" perchè sono 15 anni che la filastrocca viene ripetuta e la gente ha visto sempre da sola che è una stupidaggine e non è la verità (non riesce a controllare neppure le sue aziende visto quanto sono infestate da gente di sinistra e sindacalisti che lo vorrebbero morto).
      • chojin scrive:
        Re: Il merito di Berlusconi
        Ed aggiungo.. controllare un'azienda ed un network tv non significa avere il potere di raccomandare qualche assunzione,cosa che al giorno d'oggi anche un usciere ce l'ha per posti di pari livello almeno MA significa poter dettare le linee guida, la partigianeria politica, assumere solo chi è favorevole ad una certa linea. Chi ha pieno controllo è Rupert Murdoch sui suoi network ad esempio, ed infatti Sky è piena di gente di sinistra essendo lui di sinistra, non ha fatto certo l'errore di Berlusconi di far entrare tutta gente avversa alla sua parte politica nelle proprie aziende.
      • Kenpachi Zaraki scrive:
        Re: Il merito di Berlusconi
        Certo che ne racconti di razziate.Ma sei il figlio nascosto di Berlusca?
      • Darkat scrive:
        Re: Il merito di Berlusconi
        ah non controlla la tv pubblica berlusconi? O.o aspetta io ho sentito una storia più o meno simile, di uno che in tv prima diceva "mando le forze dell'ordine" e poi ha detto "no io non l'ho mai detto", ma tu e questo tizio pensate che siamo tutti rincoglioniti? no perchè di gente rincoglionita ce n'è tanta ma TUTTI????????????? ma per favore!se tutto il parlamento europeo è in stato di allerta per il grave controllo di berlusconi sulla tv pubblica e ci fanno discussioni su discussioni ora arriva lui e dice che non è vero, ma per favore basta con le prese per culo, siamo italiani ma non siamo tutti rincoglioniti(ancora)!
      • ken scrive:
        Re: Il merito di Berlusconi

        Il monopolio? Che monopolio? E non venirtene
        fuori con la storiella "Berlusconi controlla
        tutte le tv" perchè sono 15 anni che la
        filastrocca viene ripetuta e la gente ha visto
        sempre da sola che è una stupidaggine e non è la
        verità (non riesce a controllare neppure le sue
        aziende visto quanto sono infestate da gente di
        sinistra e sindacalisti che lo vorrebbero
        morto).http://www.freedomhouse.org/template.cfm?page=251&country=6986&year=2006
    • sylvaticus scrive:
      Re: Il merito di Berlusconi
      più che altro, sto scrivendo da un albergo dove per farmi accedere ad internet dal pc della hall mi hanno dovuto fotocopiare la CI ed assegnare un codice univoco a causa di una certa leggella che esiste solo in Italia....Vivo 1/2 del tempo in UK, ed a parte quegli esseri che il sabato sera tacchispillati si muovono balenando di poconulla vestiti tra il gelo pungente.. insomma.. a parte questi aspetti nessuno ti chiede un documento per accedere ad internet, o per acquistare una SIM del cellulare...(Però caxxo, al contrario che in Italia non mi hanno fatto provare il CD live di Linux nel negozio dove volevo acquistare il laptop..)
  • Michael Palin scrive:
    Nobody expects the spanish inquisiton!
    Our chief weapon is surprise, surprise and fear.Our two weapon is surprise and fear, and ruthless efficiency ...I Python sono sempre i migliori !!!!!!..Amongst our weaponry are surprise, fear, ruthless efficiency, and an almost fanatical devotion to the pope, and nice red suits. Damn!
  • Fabio Casolari scrive:
    Giusto
    Che la RAI prenda il bell'esempio.....Tutto disponibile online, protetto da user e pass per chi è in regola con il canone.Sono daccordo
  • Guru Meditation scrive:
    La RAI e il canone
    La RAI non ha ancora capito che, invece di mandare in giro ispettori vari per verificare gli utenti non in regola, dovrebbe dare servizi aggiuntivi solo a chi è in regola con il canone.Come fare?Basterebbe creare un accesso al suo portale internet solo agli utenti in regola col canone e, nell'era del digitale, creare canali aggiuntivi sul digitale terrestre visibili solo con una scheda abbinata al titolare dell'abbonamento RAI.In questo modo potrebbe aggiungere nuovi abbonati a quelli già esistenti, senza ricorrere a delatori ed ispettori vari a caccia del "furbo".E' chiaro che il gioco deve valere la candela...
    • marco scrive:
      Re: La RAI e il canone
      La Rai pero' non si regge solo col canone .. anzi. I soldi pubblici che riceve sono di tutti , quindi sta' storia che chi paga il canone vedi e chi non paga no , non e' corretta.Il canone va' abolito. Semplice.
      • Gaetano scrive:
        Re: La RAI e il canone
        Sei di Napoli vero?
      • Paolino scrive:
        Re: La RAI e il canone
        - Scritto da: marco
        La Rai pero' non si regge solo col canone ..Si regge anche col canone, altrimenti tanti saluti...
        anzi. I soldi pubblici che riceve sono di tutti ,
        quindi sta' storia che chi paga il canone vedi e
        chi non paga no , non e'
        corretta.Come non e' corretta? E' giusto che chi non paga abbia gli stessi diritti di chi paga? Strani concetti...
        Il canone va' abolito. Semplice.Beh, abolisci il servizio pubblico pero'...
      • Cognome Nome scrive:
        Re: La RAI e il canone
        Tecnicamente il canone non esiste, esiste una tassa statale per il possesso di apparecchi atti o adattabili alla ricezione di trasmissioni radiotelevisive.Se hai un pc secondo la legge italiana (anzi secondo il regio decreto che l'ha istituita) devi pagare questa tassa perché è adattabile a vederci la tv, basta che compri una scheda pci e puoi vedere tutte le trasmissioni radiotelevisive.La legge sicuramente andrebbe cambiata perché un giudice mi potrebbe venire a dire che un videocitofono se lo modifico e l'attacco all'antenna ci vedo la tv e quindi devo pagare la tassa, questa è un po' una boiata.
  • korova scrive:
    Renzo Arbore docet!!!
    No non è la BBC, questa è la RAI la RAI tv.(stanno ancora dormendo??) Scrivi il codice antispam: 858496(geek)(geek) :p :p @^ @^(anonimo)(anonimo) :) p) p)
  • z f k scrive:
    due domande
    la prima riguarda i programmi: sono fruibili via palinsesto (a orari prefissati) o come singoli stream da scegliere di guardare come e quando ti pare?seconda: per i poveri sudditi di sua maesta' residenti all'estero, tali programmi risultano inaccessibili?CYA
    • Darkat scrive:
      Re: due domande
      per la prima domanda non ne sono sicuro, credo tutti e due i servizi saranno possibili, il loro player serve già per lo streaming(ma non ne sono affatto sicuro :P)per la seconda invece sono abbastanza certo, la fruizione fuori dal regno unito non è possibile per due ragioni pratiche, prima di tutto per usufruire del servizio viene fatto un controllo sull'ip per vedere proprio se risiedi nel paese e poi c'è la questione canone, si può pagare anche essendo residenti all'estero? non lo so ma il servizi comunque è solo per gli abbonati quindi il dubbio è su quello
    • Michele scrive:
      Re: due domande
      I programmi, almeno fino a prima di questa notizia... ora non so, sono disponibile una settimana online ma il file se scaricati hanno durata un mese e poi decadono (ma solo con Win possono essere scaricati, purtroppo).
  • Antonio Macchi scrive:
    sarebbe come ascoltare la radio sulla tv
    guardare la tv sui un sito sarebbe come voler ascoltare la radio sulla tve' assurdo, e il fatto che la gente lo fa dimostra solo che non e' capace di sganciarsi da questo vecchio media fatto di presentatori strapagati, veline seminude, e giornalisti al soldo dei politiciesiste una cosa nuova in rete, ed e' il caso di imparare a prendere quella invece di voler continuare a guardare quei soliti 5 canali monopolizzati dalla classe ricca della societa'.
    • Darkat scrive:
      Re: sarebbe come ascoltare la radio sulla tv
      si soltanto che la tv inglese non è quella italiana, non ci sono 5 canali monopolizzati e non ci sono su tutti e 5 soltanto veline,reality e tronisti per fortuna...quindi direi che sono molto fortunati loro, poi cos'hai contro la radio via web? a me sembra una cosa utile sopratutto il fatto di poter ascoltare le radio fuori dalla tua nazione
      • marco scrive:
        Re: sarebbe come ascoltare la radio sulla tv
        ed e' questo il punto.La rai non si vede via web fuori dai ns confini !!! Che assurdita' limitare la fruizione all'ip nazionale. Ancora non hanno capito la globalita' di internet.
        • Darkat scrive:
          Re: sarebbe come ascoltare la radio sulla tv
          scusa ma una televisione nazionale perchè dovrebbe pagare con i soldi del cananone sempre nazionale,e quindi dei cittadini di quello stato, un servizio a tutti gli utenti del mondo, dall'australia all'amazonia? tu sei contento di pagare per tutti i cittadini del mondo?
          • z f k scrive:
            Re: sarebbe come ascoltare la radio sulla tv
            - Scritto da: Darkat
            scusa ma una televisione nazionale perchè
            dovrebbe pagare con i soldi del cananone sempre
            nazionale,e quindi dei cittadini di quello stato,
            un servizio a tutti gli utenti del mondo,
            dall'australia all'amazonia? tu sei contento di
            pagare per tutti i cittadini del
            mondo?Allora, puntualizziamo.Il costo del servizio si compone di produzione e trasmissione.Raccolto il canone, con quei soldi si deve prima coprire la trasmissione e poi, con quello che avanza, si mettono in campo nuove produzioni.Il costo della produzione e' unico a prescindere dalla trasmissione a pochi eletti o a tutto il mondo.Eventuali costi aggiuntivi possono quantificarsi in sottotitolazioni nelle lingue estere.Quindi la differenza nel costo sta nei canali distributivi e nella loro qualita': emittenti DTT, DST o stream su internet.Le prime due sono praticamente locali al territorio, per i residenti del resto del mondo rimane la terza modalita', i cui costi dipendono dalla qualita' del flusso (bitrate) e dal numero di accessi contemporanei (banda disponibile). Sulla base di questi fattori e della tecnologia scelta (ricordo che esistono anche delle ipotesi di creare un circuito p2p) si quantifica il costo, riconducendolo sostanzialmente in termini di dimensionamento.Ora, il costo che i contribuenti dovranno sostenere per "regalare" i programmi al resto del mondo si quantifica nella sola differenza tra il dimensionamento necessario alla fruizione per i canonizzati italiani e quello per tutti a prescindere.Nota: resta da risolvere il nodo dei diritti di trasmissione all'estero: se tutti si vedessero un serial americano on line, questo avrebbe difficolta' a vendersi ad una emittente italiana che lo deve ridoppiare e trasmettere per poi ritrovarsi un pubblico azzerato perche' tutti l'hanno gia' visto e sono due stagioni avanti...Fatte le debite proporzioni, vale il discorso inverso.Nota 2: si potrebbe ridurre il gap tra "tutti quanti" e "solo i canonizzati italiani" introducendo un accesso per abbonamento a certi titoli (quelli di pubblico servizio IMHO andrebbero lasciati di libera fruizione...).Eccetera eccetera eccetera.CYA
          • krane scrive:
            Re: sarebbe come ascoltare la radio sulla tv
            - Scritto da: Darkat
            scusa ma una televisione nazionale perchè
            dovrebbe pagare con i soldi del cananone sempre
            nazionale,e quindi dei cittadini di quello stato,
            un servizio a tutti gli utenti del mondo,
            dall'australia all'amazonia? tu sei contento di
            pagare per tutti i cittadini del mondo?Pubblicita', lo stesso motivo per cui paghiamo per il sito italia.it.Almeno in teoria, in pratica sappiamo bene... :(
          • Darkat scrive:
            Re: sarebbe come ascoltare la radio sulla tv
            ecco il problema che tra la teoria e la pratica c'è di mezzo il mare...
        • Cognome Nome scrive:
          Re: sarebbe come ascoltare la radio sulla tv
          Trasmettere roba via internet richiede banda, banda richiede soldi, soldi si prendono dai cittadini...Scommetto che ti senti in dovere a pagare perché un _qualsiasinonitaliano_ si guarda la nostra tv nazionale da casa sua a spese nostre, io francamente no =)
          • ken scrive:
            Re: sarebbe come ascoltare la radio sulla tv
            - Scritto da: Cognome Nome
            Trasmettere roba via internet richiede banda,
            banda richiede soldi, soldi si prendono dai
            cittadini...Mai sentito parlare di iptv su piattaforma p2p?
            Scommetto che ti senti in dovere a pagare perché
            un _qualsiasinonitaliano_ si guarda la nostra tv
            nazionale da casa sua a spese nostre, io
            francamente no
            =)Non sia mai che qualcuno che non ha pagato usufruisca gratuitamente di qualcosa!Adoro questo modo di ragionare: io ho pagato, quindi voi che non pagate non dovete avere nulla, altrimenti io mi sento frustrato.
  • Franco scrive:
    In Italia?
    E noi ancora qui a subire le prepotenze del governo in merito alla questione del presidente di commissione vigilanza.Certo che averne uno libero,e non il solito lacchè sottoposto del pd-meno elle,è chiedere troppo.Godiamoci le nostre piccole beghe...fanno cosi tanto proud to be italian.
    • chojin scrive:
      Re: In Italia?
      - Scritto da: Franco
      E noi ancora qui a subire le prepotenze del
      governo in merito alla questione del presidente
      di commissione
      vigilanza.
      Certo che averne uno libero,e non il solito
      lacchè sottoposto del pd-meno elle,è chiedere
      troppo.
      Godiamoci le nostre piccole beghe...fanno cosi
      tanto proud to be
      italian.Solita cavolata del fanatico di sinistra contro il governo. Davvero senza senso tutta la storiella messa in piedi dalla sinistra, linciano uno dei loro, Villari, solo perchè lo ha votato la maggioranza di governo e loro, da perfetti idioti direi, si sono rifiutati per far vedere a DiPietro che appoggiavano l' IDV... Ehh! Che furbata! Che genialata quelli di sinistra,eh! Invece di essere chiari verso i loro stessi elettori e votare uno dei loro con la maggioranza lo hanno tacciato di essere un venduto.. ed il tutto per che cosa? Per appoggiare un DiPietro che è la causa prima della perdita di consensi della sinistra? Il bello è che non se ne rendono conto, e così DiPietro sale nei sondaggi a sinistra ed quelli del PD fanno la figura dei fessi e si credono furbi.
      • 3my78 scrive:
        Re: In Italia?
        Qui il discorso non è dx o sx. Anche perché sfido chiunque a notare le differenze fra PDL e PD. Ma è naturale che hanno dato il tacito consenso a Villari quelli del PDL, per interesse, altrimenti avrebbero fatto fiamme e fuoco per bloccarlo.Dare a Di Pietro la colpa della debacle della sx (intendo quella radicale) mi sembra fuorviante... O ipocrita se detta con cognizione di causa. Poi se ti riferisci al PD... Se quella per te è sx!!!Io sono liberale, di dx, e per liberale non intendo stile P2/Berlusconi, ma dò atto a Di Pietro di essere l'unico, nell'ipocrisia della politica italiana, che in qualche modo cerca di fare le cose al meglio e soprattutto farle con trasparenza. Per quanto riguarda il topic, come ho già detto, in Italia non succederà mai. La Rete è sinonimo di libertà, di informazioni date in tempo reale e discusse in tempo reale... Cosa che la Tv non può darti. In Italia fanno le leggi per bloccare le intercettazioni, per tagliare fondi alla magistratura e per mettere dei paletti che fermano i blog. Quindi è pura utopia pensare che il governo aiuti Internet ad emergere... Altrimenti quanti altarini uscirebbero?E non farti fregare dal giochetto dx e sx... Che ormai non esistono più. Valuta le persone e quello che dicono... (magari senza affidarsi al Tg4 di Fede o Tg1 di Riotta o Tg5 di Mimun...etc. etc. sono tutti uguali)...http://3my78.blogspot.com/
        • styx scrive:
          Re: In Italia?
          - Scritto da: 3my78
          Qui il discorso non è dx o sx. Anche perché sfido
          chiunque a notare le differenze fra PDL e PD. Ma
          è naturale che hanno dato il tacito consenso a
          Villari quelli del PDL, per interesse, altrimenti
          avrebbero fatto fiamme e fuoco per
          bloccarlo."tacito" e' un po forte come espressione.cito : Riccardo Villari neoeletto presidente della commissione di Vigilanza ha ricevuto 23 voti. A votarlo 21 commissari della MAGGIORANZA ma anche due membri dell'opposizione, visto che in totale gli esponenti del Pd e della Lega in Vigilanza sono 22 e che uno era assente. A Leoluca Orlando, candidato dell'opposizione, sono andati 13 voti.Io direi che e' STRALAPALISSIANO che Villari e' un ipocrita venduto (se non altro xche per coerenza col partito doveva rifiutare) e che dentro al PD hanno notevoli (che novita) problemini di coerenza/leadership/correnti. Ovviamente questo a non pensare male. Perche pensando male si potrebbe pensare che fosse gia quasi tutto orchestrato dall'inizio (veltruskoni docet).
          Dare a Di Pietro la colpa della debacle della sx
          (intendo quella radicale) mi sembra fuorviante...
          O ipocrita se detta con cognizione di causa. Poi
          se ti riferisci al PD... Se quella per te è
          sx!!!
          Io sono liberale, di dx, e per liberale non
          intendo stile P2/Berlusconi, ma dò atto a Di
          Pietro di essere l'unico, nell'ipocrisia della
          politica italiana, che in qualche modo cerca di
          fare le cose al meglio e soprattutto farle con
          trasparenza.sostanzialmente concordo. Ogni tanto il dipietrone nazionale fa qualche sparata troppo pro-giudici (anche i giudici andrebbero legnati quando necessario, non spostarli di sede, come 'condanna') pero' e' certamente il meno peggio, e con diverse spanne di lunghezza.
        • Beppaski Laraski scrive:
          Re: In Italia?
          Solo una domanda.Preso atto che da una parte l'equazione PD=Sinistra è assolutamente ridicola (tranne che nella mente obnubliata dalla TV di chojin obv.) riesci dall' altra ad identificare una destra liberale?Ovviamente escludiamo Berlusconi che è l'assoluta antitesi del liberismo, ma morto lui ed escludendo il localismo da quattro soldi della feccia xenofoba e razzista leghista, in chi vedi la possibilità di rappresentare finalmente una "vera" destra europea e liberale? Senza polemica, veramente, perchè sinceramente io non vedo nessuno.- Scritto da: 3my78
          Qui il discorso non è dx o sx. Anche perché sfido
          chiunque a notare le differenze fra PDL e PD. Ma
          è naturale che hanno dato il tacito consenso a
          Villari quelli del PDL, per interesse, altrimenti
          avrebbero fatto fiamme e fuoco per
          bloccarlo.
          Dare a Di Pietro la colpa della debacle della sx
          (intendo quella radicale) mi sembra fuorviante...
          O ipocrita se detta con cognizione di causa. Poi
          se ti riferisci al PD... Se quella per te è
          sx!!!
          Io sono liberale, di dx, e per liberale non
          intendo stile P2/Berlusconi, ma dò atto a Di
          Pietro di essere l'unico, nell'ipocrisia della
          politica italiana, che in qualche modo cerca di
          fare le cose al meglio e soprattutto farle con
          trasparenza.

          Per quanto riguarda il topic, come ho già detto,
          in Italia non succederà mai. La Rete è sinonimo
          di libertà, di informazioni date in tempo reale e
          discusse in tempo reale... Cosa che la Tv non può
          darti. In Italia fanno le leggi per bloccare le
          intercettazioni, per tagliare fondi alla
          magistratura e per mettere dei paletti che
          fermano i blog. Quindi è pura utopia pensare che
          il governo aiuti Internet ad emergere...
          Altrimenti quanti altarini
          uscirebbero?
          E non farti fregare dal giochetto dx e sx... Che
          ormai non esistono più. Valuta le persone e
          quello che dicono... (magari senza affidarsi al
          Tg4 di Fede o Tg1 di Riotta o Tg5 di Mimun...etc.
          etc. sono tutti
          uguali)...

          http://3my78.blogspot.com/
          • chojin scrive:
            Re: In Italia?
            - Scritto da: Beppaski Laraski
            Solo una domanda.
            Preso atto che da una parte l'equazione
            PD=Sinistra è assolutamente ridicola (tranne che
            nella mente obnubliata dalla TV di chojin obv.)
            riesci dall' altra ad identificare una destra
            liberale?
            Ovviamente escludiamo Berlusconi che è l'assoluta
            antitesi del liberismo, ma morto lui ed
            escludendo il localismo da quattro soldi della
            feccia xenofoba e razzista leghista, in chi vedi
            la possibilità di rappresentare finalmente una
            "vera" destra europea e liberale?

            Senza polemica, veramente, perchè sinceramente io
            non vedo
            nessuno.Praticamente vorreste un partito di destra che faccia tutto quello che i leader della sinistra chiedono, così come nelle dittature la sinistra vince e la destra fa finta di esistere anzichè poter governare.Tolti Berlusconi e la Lega che sono le spine nel fianco della sinistra il resto non è certo in grado di opporsi allo strapotere della sinistra.
          • Politicus scrive:
            Re: In Italia?

            Praticamente vorreste un partito di destra che
            faccia tutto quello che i leader della sinistra
            chiedono, così come nelle dittature la sinistra
            vince e la destra fa finta di esistere anzichè
            poter
            governare.Praticamente vorrei che i cerebrolesi non potessero votare.Inoltre che venga mandato al confino (e' abbastanza di destra ti piace?) chiunque usi ancora etichette destra e sinistra perche' e' manifesto che non di cittadino della repubblica si tratta ma di banale pollo che crede agli asini che volano.Chi invece ha capito il concetto che l'alternativa e' tra mafia A e mafia B puo' tranquillamente accomodarsi al seggio e votare per chi gli pare (io li capisco quelli che si vendono il voto, l'evasore che preferisce mafia A per esempio, o il tizio che se vota mafia B si becca una presidenza, non quelli che credono a roba tipo "lava cosi' bianco che piu' bianco non si puo'" oppure "noi siamo di destra" "noi siamo di sinistra".Proviamo a fare un mini trattato e sforzare in qualche cervellino due concetti:la destra teoricasiamo per la legge e l'ordine, per il mercato (anche selvaggio ma si discute per esempio certe destre hanno avuto tendenze populiste neocorporative e dirigiste in termini economici, dipende dai filoni di pensiero e dalle fasi storiche)la sinistra teoricasiamo per la solidarieta' per i piu' deboliLa destra praticatoglie le intercettazioni, depenalizza il falso in bilancio, vota tranquillamente insieme alla sinistra l'indulto, vota leggi che rendono piu' difficili le rogatorie (indagini internazionali) ecc. ecc. Circa il mercato strapara il sedere a una certa Alitalia mettendo nel cestino regole sulla concorrenza (e non dimenticandosi di dire che gli amministratori precedenti sono impuniti per qualunque cosa), si e' incavolata ai tempi con la privatizzazione telecom e in realta' in 5 anni di governo non ha privatizzato un cavolo di quello che resta in mano allo stato. Non ha manco licenziato fannulloni a massa che vandano a lavorare per il privato ecc.Dove sta la legge e l'ordine? Dove sta la passione per il mercato?La sinistra teoricaHa fatto la maggior parte privatizzazioni, se deve scegliere tra aumentare le tasse a un riccone o alla massa abbastanza puntualmente le aumenta alla massa. I suoi leader amano la barca a vela, i buoni ristoranti, le scarpe su misura da qualche migliaia di euro, difficilmente (o quasi mai) hanno lavorato in una fabbrica e in genere se la fanno con banchieri e ricconi vari piuttosto che avere come miglior amico uno spazzino e un operaio. Si e' guardata bene dal toccare le reti di un certo Silvio, si e' guardata bene da stabilire che un concessionario e' ineleggibile e comunque di fare norme per evitare i conflitti di interessi ecc.Stai cominciando, piano, piano, piano, piano ad arrivarci che sono tutte balle?La politica teoricamente e' una cosa seria e tu la affronti con "sono del Milan" "sono dell'Inter", se hai questo tipo di mentalita' vai allo stadio a fare l'ultra' e non rompere a noi.
        • Politicus scrive:
          Re: In Italia?
          - Scritto da: 3my78
          Qui il discorso non è dx o sx. Anche perché sfido
          chiunque a notare le differenze fra PDL e PD.Un punto a tuo favore (anche se la prospettazione e' banalizzante)
          Ma
          è naturale che hanno dato il tacito consenso a
          Villari quelli del PDL,OK
          Dare a Di Pietro la colpa della debacle della sx
          (intendo quella radicale) mi sembra fuorviante...OK
          Io sono liberale, di dx, e per liberale non
          intendo stile P2/Berlusconi, ma dò atto a Di
          Pietro di essere l'unico, nell'ipocrisia della
          politica italiana, che in qualche modo cerca di
          fare le cose al meglio e soprattutto farle con
          trasparenza.Infatti, ci sono tante cose che non mi piacciono di lui ma a differenza di molti politici italiani ha un merito indiscusso, aver mandato a casa Craxi, Forlani, Andreaotti, Gava, Pomicino e tutti quei ladroni prima repubblica che altrimenti avremmo ancora tra le b.... data l'intelligenza dell'elettorato italiano. Solo che sono tornati e gente anche peggio di loro, pero' non e' mica colpa sua se al primo criminale che fa un partito (o ne rinomina uno vecchio) gli elettori corrono a votarlo ... Il merito dei suoi concorrenti invece e' di avere intascato, intascato e intascato. Per il presente e' l'unico che prova a fare un po' di opposizione seria a quello schifo che si chiama si' Centro-Destra ma che in realta' di Centro-Destra secondo teoria politologica classica non ha nulla ed e' soltanto una mafia di potere per spartirsi la torta a cui non frega nulla di noi italiani.

          Per quanto riguarda il topic, come ho già detto,
          in Italia non succederà mai. La Rete è sinonimo
          di libertà, di informazioni date in tempo reale e
          discusse in tempo reale... Cosa che la Tv non può
          darti. In Italia fanno le leggi per bloccare le
          intercettazioni, per tagliare fondi alla
          magistratura e per mettere dei paletti che
          fermano i blog. Quindi è pura utopia pensare che
          il governo aiuti Internet ad emergere...
          Altrimenti quanti altarini
          uscirebbero?Con una informazione un po' piu' di qualita' infatti qualche elettore potrebbe capirci qualcosa, molto pericoloso per la nostra classe politica. Meglio rincretinirli e fuorviarli ancora di piu'. Peraltro c'e' un paradosso di molti media indipendente dalla poltica ovvero: i media campano per larga parte di pubblicita', ora puo' un giornale o una tv fare informazione dicendo che la tal fabbrica inquina e fa crepare operai e chi abita vicino? Puo' dire che il tal palazzinaro (proprietario del giornale e guarda un po' sono tantissimi i palazzinari che hanno giornali) sta facendo una lottizzazione avendo pagato tangenti a destra e a sinistra su un terreno geologicamente dissestato, che la tal assicurazione praticamente truffa i clienti ecc. ecc. quando tutti questi qui sono inserzionisti a pagamento (se non addirittura gli azionisti)?
          E non farti fregare dal giochetto dx e sx... Che
          ormai non esistono più. Valuta le persone e
          quello che dicono... Qui non sono d'accordo, valuta le persone per quello che hanno in tasca. Se loro hanno sempre piu' denaro e tu ne hai sempre di meno e' ovvio che si stanno facendo i cavolacci loro.Per il resto il fatto che, a parte le ali estreme, un elettore medio creda ancora alla palla destra e sinistra come volesse dire qualcosa come dici tu e' la lampante dimostrazione di quanto sono capre gli elettori italiani.
        • chojin scrive:
          Re: In Italia?
          - Scritto da: 3my78
          Dare a Di Pietro la colpa della debacle della sx
          (intendo quella radicale) mi sembra fuorviante...
          O ipocrita se detta con cognizione di causa. Poi
          se ti riferisci al PD... Se quella per te è
          sx!!!
          Io sono liberale, di dx, e per liberale non
          intendo stile P2/Berlusconi, ma dò atto a Di
          Pietro di essere l'unico, nell'ipocrisia della
          politica italiana, che in qualche modo cerca di
          fare le cose al meglio e soprattutto farle con
          trasparenza.Visto quello che dici su DiPietro è evidente che tu di destra non lo sei proprio. Nessuno di destra adorerebbe mai uno come DiPietro, se sei d'accordo con un personaggio simile sei di estrema sinistra, che poi quelli di estrema destra siano uguali a quelli di estrema sinistra è anche vero...
          • Paolino scrive:
            Re: In Italia?
            - Scritto da: chojin
            - Scritto da: 3my78

            Dare a Di Pietro la colpa della debacle della sx

            (intendo quella radicale) mi sembra
            fuorviante...

            O ipocrita se detta con cognizione di causa. Poi

            se ti riferisci al PD... Se quella per te è

            sx!!!

            Io sono liberale, di dx, e per liberale non

            intendo stile P2/Berlusconi, ma dò atto a Di

            Pietro di essere l'unico, nell'ipocrisia della

            politica italiana, che in qualche modo cerca di

            fare le cose al meglio e soprattutto farle con

            trasparenza.

            Visto quello che dici su DiPietro è evidente che
            tu di destra non lo sei proprio. Nessuno di
            destra adorerebbe mai uno come DiPietro, se seiNessuno di destra "adorerebbe" (per usare la tua stupida terminologia da tifoso) Berlusconi.Nessun liberale starebbe mai con un NON-liberale come Belursconi. PEro' se e' fesso, crede alle palle che gli raccontano e credono che Berlusconi sia un liberare di destra... ROTFL...
          • chojin scrive:
            Re: In Italia?
            - Scritto da: Paolino
            - Scritto da: chojin

            - Scritto da: 3my78


            Dare a Di Pietro la colpa della debacle della
            sx


            (intendo quella radicale) mi sembra

            fuorviante...


            O ipocrita se detta con cognizione di causa.
            Poi


            se ti riferisci al PD... Se quella per te è


            sx!!!


            Io sono liberale, di dx, e per liberale non


            intendo stile P2/Berlusconi, ma dò atto a Di


            Pietro di essere l'unico, nell'ipocrisia della


            politica italiana, che in qualche modo cerca
            di


            fare le cose al meglio e soprattutto farle con


            trasparenza.



            Visto quello che dici su DiPietro è evidente che

            tu di destra non lo sei proprio. Nessuno di

            destra adorerebbe mai uno come DiPietro, se sei

            Nessuno di destra "adorerebbe" (per usare la tua
            stupida terminologia da tifoso)
            Berlusconi.
            Nessun liberale starebbe mai con un NON-liberale
            come Belursconi. PEro' se e' fesso, crede alle
            palle che gli raccontano e credono che Berlusconi
            sia un liberare di destra...
            ROTFL...Ah, certo, tu stai con gente come Storace e ti definisci di destra magari,eh? Ma per favore!
          • Politicus scrive:
            Re: In Italia?

            Ah, certo, tu stai con gente come Storace e ti
            definisci di destra magari,eh? Ma per
            favore!Troll rispondi un po' sopra o smamma. E in definitiva smamma, non puoi rispondere, ci sono nomi e cognomi di tizi che dovrebbero teoricamente avere c.v. di centro destra, se centro, destra e sinistra volessero dire qualcosa e invece sono stati comunistacci della peggior specie.
        • Politicus scrive:
          Re: In Italia?
          A troll insisti? Rispondi sopra dove ti ho messo un po' di c.v. della allegra compagnia COMUNISTA di Silvio, ovviamente comunista per modo di dire, come per modo di dire il PD e soci sono sinistra.Di fronte ai fatti i palloncini d'aria dei tuoi post si sgonfiano.Smamma che e' meglio.
      • Beppaski Laraski scrive:
        Re: In Italia?
        Inutile discutere sul senso di di questa triste accozzaglia di parole senza senso, ideata solo con il fine di inserirvi il più alto numero di volte possibile la parola "sinistra". Tra l'altro questo fa il paio con il delirante post su Obama di qualche giorno fa.Sai,io lo spero davvero che ti paghino per scrivere su PI. Te devi essere uno di quei "volontari" sguinzagliati su Internet a spargere la luce e il verbo azzurri.Magari sei anche uno di quelli pagati per fare la claque ogni volta che l' unto del signore va a dispensare le sue perle di saggezza per il mondoNo, perchè le alternative sono o che hai meno di 15 anni, o meno della licenza elementare oppure se ne aprono di ancora più tristi.Quello che mi fa arrabbiare e deprimere allo stesso tempo è che è proprio gente come te che mi fa sentire ormai un alieno in questo paese e io non ci posso purtropppo fare niente. - Scritto da: chojin
        - Scritto da: Franco

        E noi ancora qui a subire le prepotenze del

        governo in merito alla questione del presidente

        di commissione

        vigilanza.

        Certo che averne uno libero,e non il solito

        lacchè sottoposto del pd-meno elle,è chiedere

        troppo.

        Godiamoci le nostre piccole beghe...fanno cosi

        tanto proud to be

        italian.

        Solita cavolata del fanatico di sinistra contro
        il governo. Davvero senza senso tutta la
        storiella messa in piedi dalla sinistra, linciano
        uno dei loro, Villari, solo perchè lo ha votato
        la maggioranza di governo e loro, da perfetti
        idioti direi, si sono rifiutati per far vedere a
        DiPietro che appoggiavano l' IDV... Ehh! Che
        furbata! Che genialata quelli di sinistra,eh!
        Invece di essere chiari verso i loro stessi
        elettori e votare uno dei loro con la maggioranza
        lo hanno tacciato di essere un venduto.. ed il
        tutto per che cosa? Per appoggiare un DiPietro
        che è la causa prima della perdita di consensi
        della sinistra? Il bello è che non se ne rendono
        conto, e così DiPietro sale nei sondaggi a
        sinistra ed quelli del PD fanno la figura dei
        fessi e si credono
        furbi.
        • chojin scrive:
          Re: In Italia?
          - Scritto da: Beppaski Laraski
          Inutile discutere sul senso di di questa triste
          accozzaglia di parole senza senso, ideata solo
          con il fine di inserirvi il più alto numero di
          volte possibile la parola "sinistra".

          Tra l'altro questo fa il paio con il delirante
          post su Obama di qualche giorno
          fa.E certo, ti ho toccato il santino Obama, eh! "poverino".. lui è "il nero più buono che c'è" ... perchè a sinistra insegnano che "il nero è bello gli altri sono brutti" ..ehh!
          Sai,io lo spero davvero che ti paghino per
          scrivere su PI.Purtroppo per me no, e purtroppo per la gente di sinistra come te esiste ancora la libertà di pensiero e di parola, quella democrazia che i vostri eletti cercano sistematicamente di annullare in ogni paese dove governano.
          Te devi essere uno di quei "volontari"
          sguinzagliati su Internet a spargere la luce e il
          verbo
          azzurri.Mai stato iscritto a nessun partito in vita mia. Figurati. Stai proprio fuori. Ma forse parli così perchè tu sei "un volontario" .. magari ti pagano e pensi io sia "un collega" dell'altra parte..
          Magari sei anche uno di quelli pagati per fare la
          claque ogni volta che l' unto del signore va a
          dispensare le sue perle di saggezza per il
          mondoVivi troppo nel giro dei sindacati e del PD da come parli. Non riesci a comprendere che in una democrazia c'è chi ragiona diversamente da te.
          No, perchè le alternative sono o che hai meno di
          15 anni, o meno della licenza elementare oppure
          se ne aprono di ancora più
          tristi.Ecco, vedi? Sai solo denigrare e considerare gli altri inferiori e stupidi solo perchè non ti danno ragione. Questo sì che è razzismo. Ma chi è un fanatico di sinistra e mostra un comportamento comunista come te non sembra proprio in grado di arrivare a capire questo semplice fatto, sono 15 anni che sapete solo insultare e denigrare chiunque voti Berlusconi e la Lega.
          Quello che mi fa arrabbiare e deprimere allo
          stesso tempo è che è proprio gente come te che
          mi fa sentire ormai un alieno in questo paese e
          io non ci posso purtropppo fare niente.1) impara a rispettare gli altri 2) allarga le tue vedute3) cambia atteggiamento e mostra rispetto Se tutti a sinistra seguissero veramente e non recitando questi semplici e banali punti probabilmente la sinistra tornata democratica potrebbe anche vincere le elezioni. Ma è una pia illusione, è evidente che oramai questa sinistra è incancrenita da decenni di '68inesimo che ha distrutto la democratica sinistra e la ha rimpiazzata con un ibrido neo-comunista intollerante, settario e razzista.
          • Nick500 scrive:
            Re: In Italia?
            Basta guardare il TG1Non ti rendi conto che parli come la televisione?Le tue opinioni sono costruite da mezzi di informazione di massa in mano ai politici stessi che tu difendi...SVEGLIATIP.S. Non sono un comunista solo perchè non parlo come te...
          • pippo scrive:
            Re: In Italia?

            Mai stato iscritto a nessun partito in vita mia.
            Figurati. Stai proprio fuori. Ma forse parli così
            perchè tu sei "un volontario" .. magari ti pagano
            e pensi io sia "un collega" dell'altra parte..Troppo stupido anche per la tessera di sforza itaGlia? :D
          • Paolino scrive:
            Re: In Italia?
            - Scritto da: chojin[cut]
            1) impara a rispettare gli altri
            2) allarga le tue vedute
            3) cambia atteggiamento e mostra rispetto Da che pulpito...Le prediche da quelli che non le rispettano, guarda caso come fa sempre la nostra classe politica (di dx e sx).Bravo, tieniteli che te li meriti!
          • Beppaski Laraski scrive:
            Re: In Italia?
            Che pena, poveretto.Un tristo misto di ignoranza assoluta, luoghi comuni da bettola di periferia, beceraggine di infimo ordine e totale incapacità anche solo di formulare un pensiero proprio e personale che vada al di là dell'eucarestia televisiva.Ecco il risultato di venti lunghi anni di TVlobotomia berlusconiana e il brutto è che la maggior parte degli italiani è come costui. Mala tempora currunt, sed peiora parantur- Scritto da: chojin
            - Scritto da: Beppaski Laraski

            Inutile discutere sul senso di di questa triste

            accozzaglia di parole senza senso, ideata solo

            con il fine di inserirvi il più alto numero di

            volte possibile la parola "sinistra".



            Tra l'altro questo fa il paio con il delirante

            post su Obama di qualche giorno

            fa.

            E certo, ti ho toccato il santino Obama, eh!
            "poverino".. lui è "il nero più buono che c'è"
            ... perchè a sinistra insegnano che "il nero è
            bello gli altri sono brutti"
            ..ehh!


            Sai,io lo spero davvero che ti paghino per

            scrivere su PI.

            Purtroppo per me no, e purtroppo per la gente di
            sinistra come te esiste ancora la libertà di
            pensiero e di parola, quella democrazia che i
            vostri eletti cercano sistematicamente di
            annullare in ogni paese dove
            governano.


            Te devi essere uno di quei "volontari"

            sguinzagliati su Internet a spargere la luce e
            il

            verbo

            azzurri.

            Mai stato iscritto a nessun partito in vita mia.
            Figurati. Stai proprio fuori. Ma forse parli così
            perchè tu sei "un volontario" .. magari ti pagano
            e pensi io sia "un collega" dell'altra parte..



            Magari sei anche uno di quelli pagati per fare
            la

            claque ogni volta che l' unto del signore va a

            dispensare le sue perle di saggezza per il

            mondo

            Vivi troppo nel giro dei sindacati e del PD da
            come parli. Non riesci a comprendere che in una
            democrazia c'è chi ragiona diversamente da
            te.


            No, perchè le alternative sono o che hai meno
            di

            15 anni, o meno della licenza elementare oppure

            se ne aprono di ancora più

            tristi.

            Ecco, vedi? Sai solo denigrare e considerare gli
            altri inferiori e stupidi solo perchè non ti
            danno ragione. Questo sì che è razzismo. Ma chi è
            un fanatico di sinistra e mostra un comportamento
            comunista come te non sembra proprio in grado di
            arrivare a capire questo semplice fatto, sono 15
            anni che sapete solo insultare e denigrare
            chiunque voti Berlusconi e la
            Lega.


            Quello che mi fa arrabbiare e deprimere allo

            stesso tempo è che è proprio gente come te che

            mi fa sentire ormai un alieno in questo paese e

            io non ci posso purtropppo fare niente.

            1) impara a rispettare gli altri
            2) allarga le tue vedute
            3) cambia atteggiamento e mostra rispetto

            Se tutti a sinistra seguissero veramente e non
            recitando questi semplici e banali punti
            probabilmente la sinistra tornata democratica
            potrebbe anche vincere le elezioni. Ma è una pia
            illusione, è evidente che oramai questa sinistra
            è incancrenita da decenni di '68inesimo che ha
            distrutto la democratica sinistra e la ha
            rimpiazzata con un ibrido neo-comunista
            intollerante, settario e
            razzista.
      • Bars scrive:
        Re: In Italia?
        Sinistra? Caro, ti informo che la sinistra non ha nemmeno un seggio in parlamento, nessun partito di sinistra ha passato lo sbarramento.
        • chojin scrive:
          Re: In Italia?
          - Scritto da: Bars
          Sinistra? Caro, ti informo che la sinistra non ha
          nemmeno un seggio in parlamento, nessun partito
          di sinistra ha passato lo
          sbarramento.Sì, certo.. Veltroni, D'Alema e compagnucci adesso sarebbero democristiani..? Ehh! Ma per favore!
      • Paolino scrive:
        Re: In Italia?
        - Scritto da: chojin
        - Scritto da: Franco

        E noi ancora qui a subire le prepotenze del

        governo in merito alla questione del presidente

        di commissione

        vigilanza.

        Certo che averne uno libero,e non il solito

        lacchè sottoposto del pd-meno elle,è chiedere

        troppo.

        Godiamoci le nostre piccole beghe...fanno cosi

        tanto proud to be

        italian.

        Solita cavolata del fanatico di sinistra contro
        il governo. Davvero senza senso tutta laVeramente arrivi tu con la solita cavolata da fanatico pro-governo...Soprattutto perche' l'OP chiede qualcuno LIBERO, non sottoposto al PD!Quindi cosa c'entra il fanatismo di sinistra???
        storiella messa in piedi dalla sinistra, linciano
        uno dei loro, Villari, solo perchè lo ha votato
        la maggioranza di governo e loro, da perfetti
        idioti direi, si sono rifiutati per far vedere a
        DiPietro che appoggiavano l' IDV... Ehh! Che
        furbata! Che genialata quelli di sinistra,eh!
        Invece di essere chiari verso i loro stessi
        elettori e votare uno dei loro con la maggioranza
        lo hanno tacciato di essere un venduto.. ed il
        tutto per che cosa? Per appoggiare un DiPietro
        che è la causa prima della perdita di consensi
        della sinistra? Il bello è che non se ne rendono
        conto, e così DiPietro sale nei sondaggi a
        sinistra ed quelli del PD fanno la figura dei
        fessi e si credono
        furbi.Tu, con tutte le tue uscite, fai sempre la figura del fesso fanatico...Non ce la fai proprio a fare il alcche' del governo, anche quando nessuno lo accusa.E non ce la fai proprio a criticare la sinistra anche quando nessuna la difende! ROTFL... le tue uscite a sproposito fanno ridere (o pena...)
        • chojin scrive:
          Re: In Italia?
          - Scritto da: Paolino
          - Scritto da: chojin

          - Scritto da: Franco


          E noi ancora qui a subire le prepotenze del


          governo in merito alla questione del
          presidente


          di commissione


          vigilanza.


          Certo che averne uno libero,e non il solito


          lacchè sottoposto del pd-meno elle,è chiedere


          troppo.


          Godiamoci le nostre piccole beghe...fanno cosi


          tanto proud to be


          italian.



          Solita cavolata del fanatico di sinistra contro

          il governo. Davvero senza senso tutta la

          Veramente arrivi tu con la solita cavolata da
          fanatico
          pro-governo...
          Soprattutto perche' l'OP chiede qualcuno LIBERO,
          non sottoposto al
          PD!
          Quindi cosa c'entra il fanatismo di sinistra???


          storiella messa in piedi dalla sinistra,
          linciano

          uno dei loro, Villari, solo perchè lo ha votato

          la maggioranza di governo e loro, da perfetti

          idioti direi, si sono rifiutati per far vedere a

          DiPietro che appoggiavano l' IDV... Ehh! Che

          furbata! Che genialata quelli di sinistra,eh!

          Invece di essere chiari verso i loro stessi

          elettori e votare uno dei loro con la
          maggioranza

          lo hanno tacciato di essere un venduto.. ed il

          tutto per che cosa? Per appoggiare un DiPietro

          che è la causa prima della perdita di consensi

          della sinistra? Il bello è che non se ne rendono

          conto, e così DiPietro sale nei sondaggi a

          sinistra ed quelli del PD fanno la figura dei

          fessi e si credono

          furbi.

          Tu, con tutte le tue uscite, fai sempre la figura
          del fesso
          fanatico...
          Non ce la fai proprio a fare il alcche' del
          governo, anche quando nessuno lo
          accusa.
          E non ce la fai proprio a criticare la sinistra
          anche quando nessuna la difende!

          ROTFL... le tue uscite a sproposito fanno ridere
          (o
          pena...)Ad ogni vostra uscita dimostrate quello che dico. E' più forte di voi, non riuscirete mai a cambiare ed a rispettare gli altri nè ad accettare la democrazia. Vi sentite degli eletti, degli esseri superiori. Ehh!
          • Paolino scrive:
            Re: In Italia?
            - Scritto da: chojin
            - Scritto da: Paolino

            - Scritto da: chojin


            - Scritto da: Franco



            E noi ancora qui a subire le prepotenze del



            governo in merito alla questione del

            presidente



            di commissione



            vigilanza.



            Certo che averne uno libero,e non il solito



            lacchè sottoposto del pd-meno elle,è
            chiedere



            troppo.



            Godiamoci le nostre piccole beghe...fanno
            cosi



            tanto proud to be



            italian.





            Solita cavolata del fanatico di sinistra
            contro


            il governo. Davvero senza senso tutta la



            Veramente arrivi tu con la solita cavolata da

            fanatico

            pro-governo...

            Soprattutto perche' l'OP chiede qualcuno LIBERO,

            non sottoposto al

            PD!

            Quindi cosa c'entra il fanatismo di sinistra???




            storiella messa in piedi dalla sinistra,

            linciano


            uno dei loro, Villari, solo perchè lo ha
            votato


            la maggioranza di governo e loro, da perfetti


            idioti direi, si sono rifiutati per far
            vedere
            a


            DiPietro che appoggiavano l' IDV... Ehh! Che


            furbata! Che genialata quelli di sinistra,eh!


            Invece di essere chiari verso i loro stessi


            elettori e votare uno dei loro con la

            maggioranza


            lo hanno tacciato di essere un venduto.. ed il


            tutto per che cosa? Per appoggiare un DiPietro


            che è la causa prima della perdita di consensi


            della sinistra? Il bello è che non se ne
            rendono


            conto, e così DiPietro sale nei sondaggi a


            sinistra ed quelli del PD fanno la figura dei


            fessi e si credono


            furbi.



            Tu, con tutte le tue uscite, fai sempre la
            figura

            del fesso

            fanatico...

            Non ce la fai proprio a fare il alcche' del

            governo, anche quando nessuno lo

            accusa.

            E non ce la fai proprio a criticare la sinistra

            anche quando nessuna la difende!



            ROTFL... le tue uscite a sproposito fanno ridere

            (o

            pena...)

            Ad ogni vostra uscita dimostrate quello che dico.No, tu dimostri quello che sei.Un fanatico che accusa gli altri di esserlo.E' stato chiesto dall'OP un presidente LIBERO.E tu difendi il governo e attacchi al sinistra.
            E' più forte di voi, non riuscirete mai a
            cambiare ed a rispettare gli altri nè ad
            accettare la democrazia. Vi sentite degli eletti,
            degli esseri superiori.
            Ehh!E' piu' forte di te. Anche quando uno chiede indipendenza dai partiti, arrivi tu e ti scagli a favore del governo!Sei tu che ti senti un eletto superiore che predica la morale, poi si dimostra un fanatico che non sa distinguere tra la l'indipendenza dai partiti (coem si chiedeva) e il tuo servilismo.Ti e' chiaro cosa significa INDIPENDENDTE?E ti e' chiaro che ti scagliato in difesa del governo, dove non c'era assolutamente necessita'?
          • chojin scrive:
            Re: In Italia?
            - Scritto da: Paolino
            - Scritto da: chojin

            - Scritto da: Paolino


            - Scritto da: chojin



            - Scritto da: Franco




            E noi ancora qui a subire le prepotenze
            del




            governo in merito alla questione del


            presidente




            di commissione




            vigilanza.




            Certo che averne uno libero,e non il
            solito




            lacchè sottoposto del pd-meno elle,è

            chiedere




            troppo.




            Godiamoci le nostre piccole beghe...fanno

            cosi




            tanto proud to be




            italian.







            Solita cavolata del fanatico di sinistra

            contro



            il governo. Davvero senza senso tutta la





            Veramente arrivi tu con la solita cavolata da


            fanatico


            pro-governo...


            Soprattutto perche' l'OP chiede qualcuno
            LIBERO,


            non sottoposto al


            PD!


            Quindi cosa c'entra il fanatismo di
            sinistra???






            storiella messa in piedi dalla sinistra,


            linciano



            uno dei loro, Villari, solo perchè lo ha

            votato



            la maggioranza di governo e loro, da
            perfetti



            idioti direi, si sono rifiutati per far

            vedere

            a



            DiPietro che appoggiavano l' IDV... Ehh! Che



            furbata! Che genialata quelli di
            sinistra,eh!



            Invece di essere chiari verso i loro stessi



            elettori e votare uno dei loro con la


            maggioranza



            lo hanno tacciato di essere un venduto.. ed
            il



            tutto per che cosa? Per appoggiare un
            DiPietro



            che è la causa prima della perdita di
            consensi



            della sinistra? Il bello è che non se ne

            rendono



            conto, e così DiPietro sale nei sondaggi a



            sinistra ed quelli del PD fanno la figura
            dei



            fessi e si credono



            furbi.





            Tu, con tutte le tue uscite, fai sempre la

            figura


            del fesso


            fanatico...


            Non ce la fai proprio a fare il alcche' del


            governo, anche quando nessuno lo


            accusa.


            E non ce la fai proprio a criticare la
            sinistra


            anche quando nessuna la difende!





            ROTFL... le tue uscite a sproposito fanno
            ridere


            (o


            pena...)



            Ad ogni vostra uscita dimostrate quello che
            dico.

            No, tu dimostri quello che sei.
            Un fanatico che accusa gli altri di esserlo.

            E' stato chiesto dall'OP un presidente LIBERO.
            E tu difendi il governo e attacchi al sinistra.



            E' più forte di voi, non riuscirete mai a

            cambiare ed a rispettare gli altri nè ad

            accettare la democrazia. Vi sentite degli
            eletti,

            degli esseri superiori.

            Ehh!

            E' piu' forte di te. Anche quando uno chiede
            indipendenza dai partiti, arrivi tu e ti scagli a
            favore del
            governo!

            Sei tu che ti senti un eletto superiore che
            predica la morale, poi si dimostra un fanatico
            che non sa distinguere tra la l'indipendenza dai
            partiti (coem si chiedeva) e il tuo
            servilismo.

            Ti e' chiaro cosa significa INDIPENDENDTE?
            E ti e' chiaro che ti scagliato in difesa del
            governo, dove non c'era assolutamente
            necessita'?Parli tanto di libertà e vuoi negare la mia libertà di difendere l'operato del governo solo perchè a te rompe la cosa ed odi che ci sia in una democrazia chi la pensa diversamente da te ed approva questo governo ? Molto liberale,ehh!
          • Politicus scrive:
            Re: In Italia?

            Parli tanto di libertà e vuoi negare la mia
            libertà di difendere l'operato del governo solo
            perchè a te rompe la cosa ed odi che ci sia in
            una democrazia chi la pensaSe ci fosse qualcosa in quello che dici che assomiglia al pensiero, o troll, niente in contrario
            diversamente da te ed
            approva questo governo ?Approva quel che ti pare basta che tu non dica che il PD e' di sinistra e il PdL di destra perche' allora non hai capito un cavolo

            Molto liberale,ehh!Molto liberale infatti, in qualsiasi scritto liberale non c'e' per niente scritto che se uno dice, per esempio, che e' retto e giusto costruire le case a partire dal tetto ne devi rispettare il "pensiero", e' trasversale a ogni ideologia che una cavolata e' una cavolata oppure una trollata.Vai a rompere a qualcun altro se sei in malafede che hai stufato, vai ad aprire per la prima volta in vita tua un libro (e leggerlo anche, aprirlo non basta, meglio dare istruzioni passo passo nel tuo caso) e cerca di capire qualcosa del mondo se sei in buona fede.In questo momento stai solo scaricando in questo post immondizia verbale, tienitela a casa tua sta' roba che di inquinamento ce n'e' gia' abbastanza.
          • Politicus scrive:
            Re: In Italia?

            Ad ogni vostra uscita dimostrate quello che dico.
            E' più forte di voi, non riuscirete mai a
            cambiare ed a rispettare gli altri nè ad
            accettare la democrazia. Vi sentite degli eletti,
            degli esseri superiori.
            Ehh!Rispondi a me la' sopra, tanto di nomi e cognomi dei tuoi cd uomini di centro destra, oppure smamma del tutto che fai meglio trollone che non sei altro (o peggio bevistorielle, ma mi sai che sei un trollone sparisci da un post dove non sai piu' dove attaccarti pero' insisti e rompi da qualche altra parte, quindi qualcosetta devi pure aver capito circa le cavolate che spari e percio' sei in malafede)
          • chojin scrive:
            Re: In Italia?
            - Scritto da: Politicus

            Ad ogni vostra uscita dimostrate quello che
            dico.

            E' più forte di voi, non riuscirete mai a

            cambiare ed a rispettare gli altri nè ad

            accettare la democrazia. Vi sentite degli
            eletti,

            degli esseri superiori.

            Ehh!

            Rispondi a me la' sopra, tanto di nomi e cognomi
            dei tuoi cd uomini di centro destra, oppure
            smamma del tutto che fai meglio trollone che non
            sei altro (o peggio bevistorielle, ma mi sai che
            sei un trollone sparisci da un post dove non sai
            piu' dove attaccarti pero' insisti e rompi da
            qualche altra parte, quindi qualcosetta devi pure
            aver capito circa le cavolate che spari e percio'
            sei in
            malafede)Al solito, è propri insito nel vostro comportamento, vi manca totalmente il rispetto per gli altri. E poi parlate tanto di idiozie su razzismo e tolleranza. Che iprociti.
          • Politicus scrive:
            Re: In Italia?
            A troll, rispondi un po' sopra o smamma che ormai e' chiaro che non sai cosa dire se non puro FUD.
          • Franco scrive:
            Re: In Italia?
            Chojin! mi mancavi!era tanto che non ti insultavo!Tu sei buono solo a parlare di playstation3,il resto ti è precluso per manifesti limiti pischici.Sei veramente un cazzo di ignorante che,non consapevole della sua reale demenza,si crede un buon interlocutore politico.MAavvvvvvafffanculo chojin.Con te non ha senso usare le parole,coloro che ti hanno dato retta è perchè non ti conoscono bene.Io so chi sei e so come devi essere trattato.Gli amichetti dei mafiosi come te andrebbero presi a palate sui denti.Saluti - Scritto da: chojin
            - Scritto da: Paolino

            - Scritto da: chojin


            - Scritto da: Franco



            E noi ancora qui a subire le prepotenze del



            governo in merito alla questione del

            presidente



            di commissione



            vigilanza.



            Certo che averne uno libero,e non il solito



            lacchè sottoposto del pd-meno elle,è
            chiedere



            troppo.



            Godiamoci le nostre piccole beghe...fanno
            cosi



            tanto proud to be



            italian.





            Solita cavolata del fanatico di sinistra
            contro


            il governo. Davvero senza senso tutta la



            Veramente arrivi tu con la solita cavolata da

            fanatico

            pro-governo...

            Soprattutto perche' l'OP chiede qualcuno LIBERO,

            non sottoposto al

            PD!

            Quindi cosa c'entra il fanatismo di sinistra???




            storiella messa in piedi dalla sinistra,

            linciano


            uno dei loro, Villari, solo perchè lo ha
            votato


            la maggioranza di governo e loro, da perfetti


            idioti direi, si sono rifiutati per far
            vedere
            a


            DiPietro che appoggiavano l' IDV... Ehh! Che


            furbata! Che genialata quelli di sinistra,eh!


            Invece di essere chiari verso i loro stessi


            elettori e votare uno dei loro con la

            maggioranza


            lo hanno tacciato di essere un venduto.. ed il


            tutto per che cosa? Per appoggiare un DiPietro


            che è la causa prima della perdita di consensi


            della sinistra? Il bello è che non se ne
            rendono


            conto, e così DiPietro sale nei sondaggi a


            sinistra ed quelli del PD fanno la figura dei


            fessi e si credono


            furbi.



            Tu, con tutte le tue uscite, fai sempre la
            figura

            del fesso

            fanatico...

            Non ce la fai proprio a fare il alcche' del

            governo, anche quando nessuno lo

            accusa.

            E non ce la fai proprio a criticare la sinistra

            anche quando nessuna la difende!



            ROTFL... le tue uscite a sproposito fanno ridere

            (o

            pena...)

            Ad ogni vostra uscita dimostrate quello che dico.
            E' più forte di voi, non riuscirete mai a
            cambiare ed a rispettare gli altri nè ad
            accettare la democrazia. Vi sentite degli eletti,
            degli esseri superiori.
            Ehh!
          • chojin scrive:
            Re: In Italia?
            - Scritto da: Franco
            Chojin! mi mancavi!era tanto che non ti insultavo!
            Tu sei buono solo a parlare di playstation3,il
            resto ti è precluso per manifesti limiti
            pischici.
            Sei veramente un cazzo di ignorante che,non
            consapevole della sua reale demenza,si crede un
            buon interlocutore
            politico.
            MAavvvvvvafffanculo chojin.Con te non ha senso
            usare le parole,coloro che ti hanno dato retta è
            perchè non ti conoscono bene.Io so chi sei e so
            come devi essere
            trattato.
            Gli amichetti dei mafiosi come te andrebbero
            presi a palate sui
            denti.
            Saluti Eccolo l'esempio di democratico di sinistra, tollerante, anti-razzista e pacifista.. ehh! Eh, già.. quanto siete buoni voi, eh! A parte insultare altro non sapete fare. Non riuscite a tenere un discorso civile.
    • 3my78 scrive:
      Re: In Italia?
      In Italia aspetta e spera. Fanno le leggi ammazzaBlog figurati se vogliono portare tutto in rete... Il procedimento qui è inverso; cioè bloccare la rete, non svilupparla altrimenti si scopre l'informazione libera.http://3my78.blogspot.com/
  • Michele scrive:
    In UK la tv pubblica è di prim'ordine
    Scrivo da Londra.La TV qui è eccezionale. La BBC offre programmi di altra qualità senza mandare in onda nessuno spot. E il canone lo paghi volentieri perché percepisci di avere in cambio davvero ottimi servizi (e qui ti riesce difficile non pagarlo). La TV digitale poi offre una cinquantina di canali gratuiti (ti porti a casa da Argos il box set per 20 sterline e te lo attacchi all'antenna normale). Massima attenzione ai non udenti: tutti sottotitolati in modo impeccabile (e ottimo per imparare la lingua) e programmi per bambini dove ti insegnano le basi del linguaggio dei segni.Che alto dire... ah sì: il sito iPlayer della BBC. Impensabile una cosa così ben fatta made in Italy.
    • Darkat scrive:
      Re: In UK la tv pubblica è di prim'ordine
      fantastica la BBC, mi è capito di vedere più programmi(registrati) di BBC 2 e devo dire che erano davvero interessanti, si vede che quelli che ci lavorano si impegnano davvero per dare un piacere in più di guardare la tv...io non ne posso più di guardare la tv-spazzatura italiana piena di veline-lecciso-tronisti e compagnia bella...mamma mia per favore! propogo di fare una petizione per estendere il progetto della tv-online della BBC anche in italia lool!!!!
    • chojin scrive:
      Re: In UK la tv pubblica è di prim'ordine
      Alta qualità cosa, la BBC ? Ma per favore!La maggioranza di ciò che producono è veramente squallido. Le serie tv sono inguardabili. DrWho le prime stagioni erano di alto livello ma adesso sono scadute a livelli infimi. Le altre serie prodotte fanno assolutamente pena al pari delle produzioni nostrane ed assolutamente non paragonabili alle produzioni USA ed Australia.
      • fra scrive:
        Re: In UK la tv pubblica è di prim'ordine
        e meno male che le serie fanno schifo. Per fortua la qualità della BBC è altrove, tipo i documentari
        • styx scrive:
          Re: In UK la tv pubblica è di prim'ordine
          e trasmissioni alla Report ne fanno? no,xche anche in UK ne hanno un gran bisogno.
          • Gurnemanz scrive:
            Re: In UK la tv pubblica è di prim'ordine
            E' vero, la BBC non ha Report, ma in compenso trasmette Panorama, Horizon, Hardtalk, Newswatch, programmi in cui nell'arco di una mezz'ora, senza miriadi di ospiti e intervistati vocianti si sviscerano esaurientemente i temi dell'attualità. Anni luce rispetto a noi.
          • Darkat scrive:
            Re: In UK la tv pubblica è di prim'ordine
            inoltre la tv inglese è completamente political correct, in tutti i sensi, sia riguardo alla politica che agli affari esteri che alla società, questa è la tv dove una ragazza può mettere in ridicolo il primo ministro in un dibattito(in italia questo ipotetico video verrebbe censurato o distrutto con la fiamma ossidrica)
          • Gurnemanz scrive:
            Re: In UK la tv pubblica è di prim'ordine
            Esemplare in questo senso il dibattito preelettorale alle ultime politiche, quando Tony Blair fu messo in difficoltà dal pubblico che gli faceva notare che il sistema con cui i medici della mutua prendono gli appuntamenti non funzionava affatto come lui credeve. Il giorno dopo il governo dovette correggere la stortura del sistema.
      • Darkat scrive:
        Re: In UK la tv pubblica è di prim'ordine
        ma sei fuori? la BBC è una delle migliori emittenti di tutto il mondo, riconosciuta anche dagli stessi americani(e proprio in america si può dire tutto tranne che c'è "qualità" nella televisione...), nono dubito che tu abbia mai visto i programmi della BBC altrimenti non avresti mai detto una cosa così assurda
      • Kitty Konosc scrive:
        Re: In UK la tv pubblica è di prim'ordine
        - Scritto da: chojin
        Alta qualità cosa, la BBC ? Ma per favore!
        La maggioranza di ciò che producono è veramente
        squallido. Le serie tv sono inguardabili. DrWho
        le prime stagioni erano di alto livello ma adesso
        sono scadute a livelli infimi. Le altre serie
        prodotte fanno assolutamente pena al pari delle
        produzioni nostrane ed assolutamente non
        paragonabili alle produzioni USA ed
        Australia.Doctor Who e' un classico della TV UK. Bisogna adeguarsi al gusto inglese, ma dopo un po' e' carino.Le prime stagioni del DrWho erano in B/W. Ti riferisci a quelle?David Tennant e' un bravissimo attore ed e' stato votato come miglior DrWho. Guardati la puntata 'Blink' e poi dimmi.Scommetto che sei uno che guarda "un posto al sole"...che orrore! Quando sono in Italia preferisco un bel libro.BBC trasmette anche Heroes in streaming.Pago la BBC con orgoglio e mi arrabbio con gli inglesi quando si lamentano!Saluti,M
    • Mikkelson scrive:
      Re: In UK la tv pubblica è di prim'ordine
      Massima attenzione ai non udenti: tutti
      sottotitolati in modo impeccabile (e ottimo per
      imparare la lingua) e programmi per bambini dove
      ti insegnano le basi del linguaggio dei
      segni.Quoto abbestia. Altro che pagina 777. Se non ricordo male anche alcune trasmissioni in diretta (come il tg della sera) sono sottotitolate in real time! Servizio davvero unico in Europa.
      • Michele scrive:
        Re: In UK la tv pubblica è di prim'ordine
        Sì, tutto è sottotitolato, pure le trasmissioni in diretta.E poi, cosa che io amo un sacco: l'intervistato di turno guarda l'intervistatore, non la telecamera come fanno da noi. Non è l'occasione per farsi pubblicità o campagna elettorale: ti fanno delle domande e a chi te le fa devi rispondere. Punto.
      • Senbee scrive:
        Re: In UK la tv pubblica è di prim'ordine
        Il TG1 delle 20 è sottotitolato in diretta. Non in modo impeccabile, a dir la verità, ma almeno ci provano.Per il resto quoto: BBC è fantastica ed è anni luce rispetto alla nostra povera squallida TV pubblica.
        • Joliet Jake scrive:
          Re: In UK la tv pubblica è di prim'ordine
          Ero negli States nel 2000 e già il TG in diretta era sottotitolato (con qualche errore ogni tanto dovuto all'imprecisione del software del riconoscimento vocale) :)
          • Senbee scrive:
            Re: In UK la tv pubblica è di prim'ordine
            In Italia è fatto chiaramente a mano (si vede che molte frasi sono riassunte). Non so quando è cominciato il servizio, ma di sicuro nel 2004 c'era già.
    • anonimo scrive:
      Re: In UK la tv pubblica è di prim'ordine
      - Scritto da: Michele
      Scrivo da Londra.

      La TV qui è eccezionale. La BBC offre programmi
      di altra qualità senza mandare in onda nessuno
      spot. E il canone lo paghi volentieri La BBC offre qualità, però non sai quanti inglesi conosco che si lamentano del canone e mi dicono: ma io non la guardo mai, perché dovrei pagare?
      • Michele scrive:
        Re: In UK la tv pubblica è di prim'ordine
        Beh, perché la tv pubblica e l'informazione quindi è percepita come un bene pubblico, al pari dell'assistenza medica.Io me la passo peggio di te comunque: a me non importa nulla di calcio eppure ogni domenica ingenti risorse di forze dell'ordine vengono impiegate coi soldi pubblici per tutelare gli amanti dei calcio :D
        • Darkat scrive:
          Re: In UK la tv pubblica è di prim'ordine
          quoto quoto quoto! a me non importa un tubo del calcio però anche i miei soldi vengono spesi per questo sport,quantità sproporzionate, tutto questo solo in italia(e in brasile forse)
Chiudi i commenti