Skype ora è più leggero e 4.0

Rilasciata la versione definitiva dopo diversi mesi di beta. Nuova interfaccia, nuovi codec, più attenzione per chiamate e videochiamate

La versione 4.0 di Skype, tra le più quotate soluzioni per il VoIP in circolazione, segna una sorta di ritorno alle origini: più attenzione a chiamate e videochiamate , anche di alta qualità, e meno a tutti quei servizi accessori di chat e chiacchiere di gruppo che avevano caratterizzato le versioni precedenti. Una mossa dettata probabilmente dal desiderio di migliorare i propri punti di forza, e fare un po’ di pulizia in un’offerta che non sempre era risultata completamente accattivante.

Come annunciato a giugno, in Skype 4.0 fanno il loro debutto nuovi codec audio e video . Entrambi consentono di diminuire la banda necessaria per tenere in piedi una conversazione, sia essa soltanto vocale o che comprenda anche le immagini riprese da una webcam: secondo quanto riportato nel comunicato stampa di lancio, i requisiti si sarebbero abbassati del 50 per cento rispetto alle versioni precedenti, e ai tempi della beta venivano stimati in circa 2Kb/sec per l’audio e 90Kb/sec per il video.

Esiste poi una nuova modalità ad alta qualità, denominata super wideband , per avviare una conversazione: richiede una connessione da almeno 400Kb/sec e dovrebbe garantire una visione di alta qualità del proprio interlocutore (sempre che abbia una webcam adeguata e compatibile), nonché un audio cristallino. Per entrambe queste due opzioni pare che al momento manchino i dispositivi adatti (soprattutto la parte audio), ma Skype ha già fatto sapere che nuove uscite in questo senso sono previste nei prossimi mesi.

In Skype 4.0 fa il suo debutto anche una nuova interfaccia , che ora mette in maggiore evidenza i numeri di telefono e le modalità per avviare una conversazione con ogni singolo contatto della propria lista: audio, video, telefono o sms. Il prezzo da pagare è una finestra un po’ più grande, che può essere comunque ridotta, ma che nelle intenzioni degli sviluppatori dovrebbe offrire maggiore chiarezza e un più facile utilizzo delle funzioni fondamentali. Novità, inoltre, anche sul piano estetico: la nuova skin di default, non ancora personalizzabile, si chiama Chrome .

I primi giudizi sul nuovo codec sembrano positivi, sia per quanto riguarda la parte audio che la parte video. I risultati finanziari di Skype per il 2008 sono incoraggianti, avendo fatto segnare utili per oltre 100 milioni di euro grazie a una crescita robusta del parco clienti salito fino a 400 milioni di account. Valori in controtendenza rispetto alla casa madre di Skype, il sito d’aste eBay.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • paolo rossi scrive:
    critica
    e' l'era decadente di questi venduti.ed i media veterotradizionali .....li esaltano e fanno emergere.senza TV sarebbero il niente e nessuno se li cag...bbe
  • Sandro kensan scrive:
    Emigrare
    Google può certamente emigrare e non fornire più i servizi più censurabili sotto i domini .it. Però mi chiedo come i cittadini italiani possano evitare le lame della censura se hanno un blog o un sito: esistono stati che difendono i bloggher perseguitati in Italia?
  • lufo88 scrive:
    Ridicolo
    "Vittorio Sgarbi, sentitosi diffamato da parole che Marco Travaglio avrebbe pronunciato a Pisa nel maggio scorso e che sarebbero poi rimbalzate su YouTube,"Come denunciare Mediaset o un giornale se riporta parole diffamanti........ Questa gente e' ignorante! Mandateli a lavorare i campi! Cosi' imparano qualcosa!
    • -ToM- scrive:
      Re: Ridicolo
      vittorio sgarbi si sentirebbe offeso da un cane che non parla se lui gli dicesse per primo "ehi bello!"-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 febbraio 2009 16.53-----------------------------------------------------------
  • senso di nausea scrive:
    Ipocriti
    Coloro che se la prendono con Google per questa vicenda sono ipocriti. Non hanno minimamente a cuore la vicenda di quel disabile ma solo la ricerca di capri espiatori, possibilmente diversi dai reali responsabili, e non sono minimamente disturbati dall'idea che se non fosse stato per merito di Google quel ragazzo lo stavano menando ancora adesso. Ma d'altra parte l'Italia è un paese di ipocriti, come dimostra anche la vicenda di Eluana Englaro. "Sepolcri imbiancati" li chiamava già qualche annetto fa un tizio che evidentemente aveva capito un po' di cose, e che infatti hanno prontamente "messo a tacere".
    • petrestov scrive:
      Re: Ipocriti
      - Scritto da: senso di nausea
      e non sono minimamente
      disturbati dall'idea che se non fosse stato per
      merito di Google quel ragazzo lo stavano menando
      ancora adesso. veramente Google non ha alcun merito. copio/incollo la parte dell'articolo riferita alla parte del ragazzo down e all'atto di bullismo: La clip, stralci di angherie esercitate su un ragazzo down, aveva innescato la denuncia dell'associazione Vividown e un'indagine della Procura di Milano .
      • senso di nausea scrive:
        Re: Ipocriti
        - Scritto da: petrestov
        veramente Google non ha alcun merito.Vedi che ho ragione ? Tu ritieni che Google non abbia merito, però ritieni che abbia colpa. Se non ha meriti non ha nemmeno colpe, com'è giusto che sia. Google è un mezzo e come tale andrebbe considerato neutrale. Il "merito" di Google (e nel caso particolare di YouTube) è semplicemente quello di esistere, e di permettere agli aguzzini di "auto-denunciarsi" grazie proprio alla loro stupidità di bulli. Tempo fa grazie a YouTube era stato "pizzicato" un furbetto che correva in moto a tutta birra e che trattava le strade come una pista. Come mai nessuno ha denunciato YouTube per questo ? E` questo che io definisco "ipocrisia". Se io fossi in quel povero ragazzo down manderei una lettera di ringraziamento a Google e darei un sentito calcio nel c... all'associazione Vividown, perchè lo sta palesemente stumentalizzando.
        • petrestov scrive:
          Re: Ipocriti
          - Scritto da: senso di nausea
          - Scritto da: petrestov


          veramente Google non ha alcun merito.

          Vedi che ho ragione ? Tu ritieni che Google non
          abbia merito, però ritieni che abbia colpa. Se
          non ha meriti non ha nemmeno colpe, com'è giusto
          che sia. Google è un mezzo e come tale andrebbe
          considerato neutrale. non fare il sofista con me, non attacca. questo tuo metodo da azzeccagarbugli che sostiene chi non ha merito non ha nemmeno colpa mi fa soltanto ridere.
          • marco scrive:
            Re: Ipocriti
            ma in realtà sei tu che non si capsice cosa sostieni, in quello che hai incollato c'è scrittovideo su youtube -
            indagine e denunciain particolare senza video -
            no indaginecos'è di preciso che ti appare sbagliato nel post iniziale??
          • petrestov scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: marco
            ma in realtà sei tu che non si capsice cosa
            sostieni, in quello che hai incollato c'è
            scritto

            video su youtube -
            indagine e denuncia

            in particolare senza video -
            no indagine

            cos'è di preciso che ti appare sbagliato nel post
            iniziale??che lui sosteneva i meriti di YouTube. dove sono i meriti? ha quasi santificato il servizio di YouTube perché grazie alla visione del video è stato possibile scovare il fatto. il fatto è stato denunciato da soggetti esterni a Google. Google è stata costretta a dare le informazioni necessarie a scovare i responsabili. qui si discute se sia legittimo o meno considerare co-responsabile Google per non aver filtrato contenuti dichiaratamente illegali. tenuto conto anche del fatto che c'è lucro in tutto questo.
          • senso di nausea scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: petrestov
            qui si
            discute se sia legittimo o meno considerare
            co-responsabile Google per non aver filtrato
            contenuti dichiaratamente illegali.Supponiamo che Google li avesse filtrati, come auspichi tu. Quale sarebbe stata la conseguenza ? Prova a rispondere a questa domanda (innanzi tutto a te stesso) e poi rifletti.
          • petrestov scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: senso di nausea
            Supponiamo che Google li avesse filtrati, come
            auspichi tu. Quale sarebbe stata la conseguenza ?
            Prova a rispondere a questa domanda (innanzi
            tutto a te stesso) e poi
            rifletti.ti rispondo come se fossi una redazione giornalistica o televisiva che riceve un filmato del genere down oggetto di scherzi: non avrei reso pubblico il video; avrei chiamato le forze dell'ordine e gli avrei consegnato il materiale e tutto quanto era necessario per risalire agli autori del crimine.ti piace come risposta? forse non era quella che intendevi. già, forse avresti preferito una del tipo "ah giusto, se google non avesse pubblicato un video del genere, nessuno se ne sarebbe mai accorto. viva google; cento, anzi mille di questi video!" è questa la risposta che auspicavi??? crescete. sembra quasi che dobbiamo fare un monumento a google per esistere.per me è come se italia1 nei suoi celebri sketch creati dagli utenti avesse mandato in onda quel filmato e messo un bel "ItaliaUnOOOooooooOOO!".
          • senso di nausea scrive:
            Re: Ipocriti
            Mi era quasi sfuggito:- Scritto da: petrestov
            contenuti dichiaratamente illegali.Illegale era l'azione che veniva filmata, non il film che la ritraeva. Altrimenti sarebbe illegale qualunque documentario sull'olocausto o su qualsiasi altra verità storica tragica. L'unica differenza è che in questo caso i "documentaristi" sono gli stessi autori del fatto, che facendo onore ai 2 o 3 neuroni che hanno in testa si sono auto-denunciati (per fortuna, e grazie *all'esistenza* di YouTube, il cui ruolo è o dovrebbe essere "agnostico", che a te piaccia o no). Inutile dire che tutto questo si risolverà in un po' di effimera notorietà per Vividown, qualche grassa parcella per i suoi avvocati, pagata dai loro iscritti, e poco o nullo effetto su Google, ci puoi scommettere.
          • petrestov scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: senso di nausea
            hanno in testa si sono auto-denunciati (per
            fortuna, e grazie *all'esistenza* di YouTube, il
            cui ruolo è o dovrebbe essere "agnostico", che a
            te piaccia o no). che sia agnostico lo stai decidendo tu in base ai tuoi pensieri (e alle tue preferenze). perché temete così tanto il giudizio della magistratura??? cosa temete di scoprire se la sentenza fosse sfavorevole a YouTube?! che il modello di business user generated content è potenzialmente illegale e quindi va sostanzialmente rivisto, filtrato, reso aderente alle normative vigenti per tutti gli altri soggetti operanti nel settore??? perché vi rendete paladini solo di un soggetto e non di tutti gli altri??? dov'è la differenza???se mediaset avesse mandato il filmato tout court anche di notte come un filmato qualsiasi, e non nella cornice di un reportage d'inchiesta, voi come avreste reagito? tu avresti professato l'agnosticismo della emittente???
          • senso di nausea scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: petrestov
            se mediaset avesse mandato il filmato tout court
            anche di notte come un filmato qualsiasi, e non
            nella cornice di un reportage d'inchiesta, voi
            come avreste reagito? tu avresti professato
            l'agnosticismo della emittente???Se mediaset funzionasse sul principio dei contenuti generati dagli utenti e post-moderati a campione assolutamente si, e nulla avrei potuto imputare a mediaset. Se invece una TV mandasse in onda un simile filmato come frutto di una scelta redazionale allora si dovrebbe necessariamente entrare nel merito del se il film venga pubblicato come modello da emulare o come episodio da denunciare. Ma mi rendo conto che le dinamiche della rete sono ancora tabù per molti.
          • petrestov scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: senso di nausea
            Ma mi rendo conto che le
            dinamiche della rete sono ancora tabù per
            molti.non sono tabù. è che quando le regole non sono scritte, chiunque le interpreta alla propria maniera. hai comunque dimostrato che in altro contesto il tuo pensiero cambia diametralmente. mediaset è colpevole, youtube no. io questo lo chiamo avere due pesi e due misure diverse di giudizio.
          • senso di nausea scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: petrestov
            hai comunque dimostrato che in altro
            contesto il tuo pensiero cambia diametralmente.
            mediaset è colpevole, youtube no.Sei tu che hai tirato in ballo mediaset, ed io su quello ti ho risposto. Per quanto mi riguarda (e credo anche di averlo scritto) sarebbe la stessa cosa se fosse rai3 o qualsiasi altro soggetto, televisivo o cartaceo, la cui attività di pubblicazione sia frutto di una attività redazionale svolta a monte. Non cercare di tendere tranelli puerili per favore.
          • petrestov scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: senso di nausea
            Sei tu che hai tirato in ballo mediaset, ed io su
            quello ti ho risposto. Per quanto mi riguarda (e
            credo anche di averlo scritto) sarebbe la stessa
            cosa se fosse rai3 o qualsiasi altro soggetto,
            televisivo o cartaceo, la cui attività di
            pubblicazione sia frutto di una attività
            redazionale svolta a monte. Non cercare di
            tendere tranelli puerili per
            favore.qui non si tratta di rendere un servizio pubblico informando la gente su un fatto accaduto nella scuola, quindi di un pezzo d'inchiesta, di un reportage o di un documentario dietro cui c'è una precisa linea editoriale. qui si discute sul fatto che taluni contenuti siano pubblicati su un sito e resi pubblici senza alcuno dei predetti scopi. un soggetto che fa broadcasting di video, può farlo in base alle norme vigenti senza filtrare preventivamente il contenuto? è un modello di business legale? gli altri soggetti sono liberi di fare altrettanto???
          • senso di nausea scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: petrestov
            un soggetto che fa broadcasting di video,
            può farlo in base alle norme vigenti senza
            filtrare preventivamente il contenuto? è un
            modello di business legale? gli altri soggetti
            sono liberi di fare
            altrettanto???Oh, mi fa piacere che finalmente la discussione sia arrivata alla domanda fondamentale. Ora, la mia risposta è "si", e naturalmente (immagino) la tua è "no". Tutto qui. Aggiungo però che il mio "si" vale solo se non c'è "filtro redazionale", perché se invece c'è allora è necessario che la redazione chiarisca la propria posizione al riguardo. Ma se questo filtro redazionale non c'è allora stiamo parlando di un "postino".Comunque per quanto mi riguarda credo di aver detto tutto ciò che avevo da dire, e non prenderò altro spazio a PI per questo thread.
          • MArco scrive:
            Re: Ipocriti
            Concordo, tirare in ballo mediaset non è adeguato e paragonabile con youtube/google. Le modalità di selezione dei video sono redazionali, l'utente non può sceglierle. Questo è uno dei vantaggi di youtube. TU scegli, TU posti, e sei responsabile di quello che posti, con tanto di regolina scritta. Su mediaset i responsabili della redazione sarebberò più diretti, perchè hanno scelto il video; oltre alle responsabilità di chi pubblica(la redazione) ci sarebbero poi quelle di chi filma.TU invii LORO scelgono per tutti.
          • petrestov scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: MArco
            Concordo, tirare in ballo mediaset non è adeguato
            e paragonabile con youtube/google. Le modalità di
            selezione dei video sono redazionali, l'utente
            non può sceglierle. Questo è uno dei vantaggi di
            youtube. TU scegli, TU posti, e sei responsabile
            di quello che posti, con tanto di regolina
            scritta.
            Su mediaset i responsabili della
            redazione sarebberò più diretti, perchè hanno
            scelto il video; oltre alle responsabilità di chi
            pubblica(la redazione) ci sarebbero poi quelle di
            chi filma.TU invii LORO scelgono per
            tutti.la questione è meramente organizzativa, secondo voi. mediaset ha la redazione, youtube no (e non dovrebbe nemmeno avercela). quindi, basta che tutti tolgano di mezzo le redazioni e mandino in onda i filmati senza filtro preventivo, per diventare automaticamente dei postini. se c'è qualche responsabile di qualche emittente, ecco il vostro business del futuro: video non filtrati (ci risparmiate in manodopera), nessuna responsabilità e tanti guadagni (anche se nello specifico youtube pare che non guadagni molto rispetto ai costi sopportati).
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ipocriti
            contenuto non disponibile
          • petrestov scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Ao'... la premoderazione nel web2.0 non viene
            fatta da nessuno.che non si faccia, mi pare evidente. chi è responsabile in caso di violazioni gravi, non appare molto evidente.
          • Stein Franken scrive:
            Re: Ipocriti
            Scrivi allora una lettera all'ONU invece che rompere qua.
          • petrestov scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: Stein Franken
            Scrivi allora una lettera all'ONU invece che
            rompere
            qua.sto rompendo? veramente? e lo decidi tu? caspita! paladini del web 2.0 non accettano critiche al web 2.0. che bel controsenso!faccio come si fa con i bambini offesi: avete ragione voi! sei contento adesso?? il tuo 2.0 non è più in pericolo. stanotte puoi dormire sogni tranquilli. vuoi che ti canto la ninna nanna?! e va bene, ma solo per questa volta:ninna nanna ninna ohquesto bimbo a chi lo doglielo do alla befana che se lo tiene una settimanaglielo do all'uomo intero che lo tiene un anno interometto il suo video su YouTube speranndo che la polizia se lo tenga di più(smack) buonanotte pargoletto
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ipocriti
            contenuto non disponibile
          • sigsegv scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: petrestov
            che non si faccia, mi pare evidente. chi è
            responsabile in caso di violazioni gravi, non
            appare molto
            evidente.L'autore.Esattamente come per un giornale. Il responsabile è chi scrive l'articolo, non lo stampatore. Cos'è che non ti è chiaro?
          • petrestov scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Premoderare significa non partire nemmeno e far
            fallire ogni
            idea.io seguo molti forum moderati, spesso ci posto pure: hanno una redazione che controlla il messaggio prima di pubblicarlo. vivono e ci sono discussioni anche molto animate. non mi sembra poi un gran fallimento. mi sembra che stiate solo esagerando le conseguenze.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ipocriti
            Sei pregato di non usare un mezzo che vorresti vietare agli altri o passerai solo per un povero ipocrita.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 febbraio 2009 18.10-----------------------------------------------------------
          • petrestov scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Sei pregato di non usare un mezzo che vorresti
            vietare agli altri o passerai solo per un povero
            ipocrita.vietare? regolamentare è per te vietare??? quando avrei detto una cosa del genere???chiedo formalmente a Punto Informatico di cancellare il post di unaDuraLezione perché diffama la mia immagine. mi sta attribuendo dichiarazioni in maniera apocrifa. scherzo.
          • sigsegv scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: petrestov
            la questione è meramente organizzativa, secondo
            voi. mediaset ha la redazione, youtube no (e non
            dovrebbe nemmeno avercela). quindi, basta che
            tutti tolgano di mezzo le redazioni e mandino in
            onda i filmati senza filtro preventivo, per
            diventare automaticamente dei postini. Ma scusa, ma tu youtube (o vimeo, o google video, o chi per lui) l'hai usato qualche volta? Ma come fai a paragonarlo ad un canale televisivo? Le affinità finiscono con il fatto che entrambi forniscono un contenuto audiovisivo. A questo punto paragoniamo la mia agenda con il corriere della sera, visto che entrambi usano il linguaggio scritto...
          • petrestov scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: sigsegv
            Ma scusa, ma tu youtube (o vimeo, o google video,
            o chi per lui) l'hai usato qualche volta? Ma come
            fai a paragonarlo ad un canale televisivo? Le
            affinità finiscono con il fatto che entrambi
            forniscono un contenuto audiovisivo. A questo
            punto paragoniamo la mia agenda con il corriere
            della sera, visto che entrambi usano il
            linguaggio
            scritto...detto sinceramente, la mia azzardata ipotesi (che youtube sia assimilabile alla televisione) è meno campata in aria della ipotesi usata da Google per definire il suo servizio (postale). sarà perché i videoclip musicali il mio postino non me li ha mai recapitati, sarà perché molti programmi televisivi il mio postino non me li ha mai recapitati, sarà che molti contenuti generati dagli utenti sono video e produzioni che si rifanno al modo di produrre contenuti per la televisione. tutto questo il mio postino non me lo ha mai portato. la televisione sì. strana coincidenza, non trovi?
          • sigsegv scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: petrestov
            detto sinceramente, la mia azzardata ipotesi (che
            youtube sia assimilabile alla televisione) è meno
            campata in aria della ipotesi usata da Google per
            definire il suo servizio (postale). sarà perché i
            videoclip musicali il mio postino non me li ha
            mai recapitati, sarà perché molti programmi
            televisivi il mio postino non me li ha mai
            recapitati, sarà che molti contenuti generati
            dagli utenti sono video e produzioni che si
            rifanno al modo di produrre contenuti per la
            televisione. tutto questo il mio postino non me
            lo ha mai portato. la televisione sì. strana
            coincidenza, non
            trovi?Uhm. Ok, proprio un bel dito, ti spiace se diamo un'occhiata alla luna? Meglio, se tu credi che un video diffamatorio abbia valenza diversa da un articolo diffamatorio, il tuo intervento ha senso. Se invece li ritieni assimilabili allora possiamo passare al punto successivo: Blogspot o Blogger hanno responsabilità per quello che gli utenti scrivono usando la loro piattaforma? Perchè per Youtube dovrebbe essere diverso?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 febbraio 2009 21.45-----------------------------------------------------------
          • senso di nausea scrive:
            Re: Ipocriti
            - Scritto da: petrestov
            cosa temete di scoprire se la
            sentenza fosse sfavorevole a YouTube?! che il
            modello di business user generated content è
            potenzialmente illegale e quindi va
            sostanzialmente rivisto, filtrato, reso aderente
            alle normative vigenti per tutti gli altri
            soggetti operanti nel settore???Esatto. Comunque sono fiducioso che non succederà.
      • lufo88 scrive:
        Re: Ipocriti
        Scusa, ma ti ricordi come e' uscito lo scandalo? Proprio perche' molta gente l'ha visto su Google, fai te poi.
  • Grande Saggio scrive:
    Peggio degli altri ... eppure urla
    E' passato inosservato, l'articolo de La Repubblica che il mese scorso denunciava il plagio di Sgarbi in un suo "lavoro" pagato profumatamente e poi rivelatosi copiato di sana pianta da un libretto d'arte pubblicato nel lontano 1968.Questo è l'articolo di Repubblica:http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/12/02/sgarbi-il-plagio-su-botticelli.html
  • H5N1 scrive:
    2000/31/CE Art.li 12,13,14 e 15
    "Articolo 12Semplice trasporto ("mere conduit")1. Gli Stati membri provvedono affinché, nella prestazione di un servizio della società dell'informazione consistente nel trasmettere, su una rete di comunicazione, informazioni fornite da un destinatario del servizio, o nel fornire un acXXXXX alla rete di comunicazione, il prestatore non sia responsabile delle informazioni trasmesse a condizione che egli:a) non dia origine alla trasmissione;b) non selezioni il destinatario della trasmissione;c) non selezioni né modifichi le informazioni trasmesse.2. Le attività di trasmissione e di fornitura di acXXXXX di cui al paragrafo 1 includono la memorizzazione automatica, intermedia e transitoria delle informazioni trasmesse, a condizione che questa serva solo alla trasmissione sulla rete di comunicazione e che la sua durata non ecceda il tempo ragionevolmente necessario a tale scopo.3. Il presente articolo lascia impregiudicata la possibilità, secondo gli ordinamenti degli Stati membri, che un organo giurisdizionale o un'autorità amministrativa esiga che il prestatore impedisca o ponga fine ad una violazione.-------------------------------------------------------Articolo 13Memorizzazione temporanea detta "caching"1. Gli Stati membri provvedono affinché, nella prestazione di un servizio della società dell'informazione consistente nel trasmettere, su una rete di comunicazione, informazioni fornite da un destinatario del servizio, il prestatore non sia responsabile della memorizzazione automatica, intermedia e temporanea di tali informazioni effettuata al solo scopo di rendere più efficace il successivo inoltre ad altri destinatari a loro richiesta, a condizione che egli:a) non modifichi le informazioni;b) si conformi alle condizioni di acXXXXX alle informazioni;c) si conformi alle norme di aggiornamento delle informazioni, indicate in un modo ampiamente riconosciuto e utilizzato dalle imprese del settore;d) non interferisca con l'uso lecito di tecnologia ampiamente riconosciuta e utilizzata nel settore per ottenere dati sull'impiego delle informazioni;e) agisca prontamente per rimuovere le informazioni che ha memorizzato, o per disabilitare l'acXXXXX, non appena venga effettivamente a conoscenza del fatto che le informazioni sono state rimosse dal luogo dove si trovavano inizialmente sulla rete o che l'acXXXXX alle informazioni è stato disabilitato oppure che un organo giurisdizionale o un'autorità amministrativa ne ha disposto la rimozione o la disabilitazione dell'acXXXXX.2. Il presente articolo lascia impregiudicata la possibilità, secondo gli ordinamenti degli Stati membri, che un organo giurisdizionale o un'autorità amministrativa esiga che il prestatore impedisca o ponga fine ad una violazione.-------------------------------------------------------Articolo 14"Hosting"1. Gli Stati membri provvedono affinché, nella prestazione di un servizio della società dell'informazione consistente nella memorizzazione di informazioni fornite da un destinatario del servizio, il prestatore non sia responsabile delle informazioni memorizzate a richiesta di un destinatario del servizio, a condizione che detto prestatore:a) non sia effettivamente al corrente del fatto che l'attività o l'informazione è illecita e, per quanto attiene ad azioni risarcitorie, non sia al corrente di fatti o di circostanze che rendono manifesta l'illegalità dell'attività o dell'informazione;b) non appena al corrente di tali fatti, agisca immediatamente per rimuovere le informazioni o per disabilitarne l'acXXXXX.2. Il paragrafo 1 non si applica se il destinatario del servizio agisce sotto l'autorità o il controllo del prestatore.3. Il presente articolo lascia impregiudicata la possibilità, per un organo giurisdizionale o un'autorità amministrativa, in conformità agli ordinamenti giuridici degli Stati membri, di esigere che il prestatore ponga fine ad una violazione o la impedisca nonché la possibilità, per gli Stati membri, di definire procedure per la rimozione delle informazioni o la disabilitazione dell'acXXXXX alle medesime.-------------------------------------------------------Articolo 15Assenza dell'obbligo generale di sorveglianza1. Nella prestazione dei servizi di cui agli articoli 12, 13 e 14, gli Stati membri non impongono ai prestatori un obbligo generale di sorveglianza sulle informazioni che trasmettono o memorizzano né un obbligo generale di ricercare attivamente fatti o circostanze che indichino la presenza di attività illecite.2. Gli Stati membri possono stabilire che i prestatori di servizi della società dell'informazione siano tenuti ad informare senza indugio la pubblica autorità competente di presunte attività o informazioni illecite dei destinatari dei loro servizi o a comunicare alle autorità competenti, a loro richiesta, informazioni che consentano l'identificazione dei destinatari dei loro servizi con cui hanno accordi di memorizzazione dei dati."-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 febbraio 2009 10.27-----------------------------------------------------------
    • petrestov scrive:
      Re: 2000/31/CE Art.li 12,13,14 e 15
      - Scritto da: H5N1
      "Articolo 12
      Semplice trasporto ("mere conduit")[CUT]ehm, quella direttiva europea tratta di commercio elettronico. dopo il tentativo di equiparare youtube a un servizio di posta elettronica, adesso c'è il tentativo di assimilarlo al commercio elettronico.copio e incollo:IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL'UNIONEvisto il trattato che istituisce la Comunità europea, in particola re l'articolo 47, paragrafo 2, l'articolo 55 e l'articolo 95,vista la proposta della Commissionevisto il parere del Comitato economico e socialedeliberando in conformità della procedura di cui all'articolo 251 del trattato,considerando quanto segue:(1) L'Unione europea intende stabilire legami sempre più stretti tra gli Stati ed i popoli europei, garantire il progresso economico e sociale. Secondo l'articolo 14, paragrafo 2, del trattato, il mercato interno implica uno spazio senza frontiere interne, in cui sono garantiti la libera circolazione delle merci e dei servizi, nonché il diritto di stabilimento. Lo sviluppo dei servizi della società dell'informazione nello spazio senza frontiere interne è uno strumento essenziale per eliminare le barriere che dividono i popoli europei.(2) Lo sviluppo del commercio elettronico nella società dell'informazione offre grandi opportunità per l'occupazione nella Comunità, in particolare nelle piccole e medie imprese. Esso faciliterà la crescita delle imprese europee, nonché gli investimenti nell'innovazione ed è tale da rafforzare la competitività dell'industria europea a condizione che Internet sia accessibile a tutti.
      • H5N1 scrive:
        Re: 2000/31/CE Art.li 12,13,14 e 15
        In Europa sono solo 2 le direttive che riguardano Internet e purtroppo bisogna rifarsi a quelle che ci sono.
        • petrestov scrive:
          Re: 2000/31/CE Art.li 12,13,14 e 15
          - Scritto da: H5N1
          In Europa sono solo 2 le direttive che riguardano
          Internet e purtroppo bisogna rifarsi a quelle che
          ci
          sono.ehm non riguardano internet . quella che hai citato tu si riferisce al commercio elettronico . magari sarebbe più opportuno non farsi abbindolare dalla tecnologia comunicativa; forse sarebbe più opportuno rispondere a questa domanda: cos'è Youtube? un servizio di posta elettronica? un portale per il commercio elettronico? una televisione su internet con contenuti generati dagli utenti?? a mio parere youtube è un servizio di broadcasting televisivo. ora tu potrai dire che va su internet, mentre la televisione va sull'etere. ma questa è semplicemente una disquisizione sulla tecnologia utilizzata per veicolare il contenuto. un contenuto televisivo può essere veicolato via etere, o via cavo (come accade negli stati uniti). ed è evidente che può essere veicolato anche tramite internet. ma internet non cambia la natura del servizio. youtube è un servizio televisivo e va sottoposto alle legislazioni vigenti in materia di contenuti televisivi e di responsabilità civili e penali per l'uso scorretto di questo servizio. dire che YouTube non è responsabile alla pari di SKY, Mediaset o TeleMilanoCentro significa ammettere che le regole non sono uguali per tutti e che quindi Google, a differenza dei suoi concorrenti, può fare quello che vuole.non si tratta di ammazzare un servizio. in questo forum si è addirittura parlato di censura cinese . le regole valgono per tutti, senza nessuna eccezione.
          • H5N1 scrive:
            Re: 2000/31/CE Art.li 12,13,14 e 15
            Chiariamo.Il D.lgs 70/2003 attua la 200/31/CE e si riferisce oltre che al commercio elettronico la "circolazione dei servizi dell'informazione" (art.1).All'art 2 comma 1 troviamo:"1. Ai fini del presente decreto si intende per:a) "servizi della societa' dell'informazione": le attivita' economiche svolte in linea -on line-, nonche' i servizi definiti dall'articolo 1, comma 1, lettera b), della legge 21 giugno 1986, n. 317, e successive modificazioni;"La legge 21 giugno 1986 n. 317 espressamente sancisce:"1. Ai fini della presente legge[OMISSIS] si intende per:[OMISSIS]b) «servizio»: qualsiasi servizio della società dell'informazione, vale a dire qualsiasiservizio prestato normalmente dietro retribuzione, a distanza, per via elettronica ea richiesta individuale di un destinatario di servizi." Normalmente dietro retribuzione.Pertanto Google, Telecom o Tiscali o Fastweb che siano, Yahoo e quanti altri rientrano in tale descrizione...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 febbraio 2009 12.29-----------------------------------------------------------
          • petrestov scrive:
            Re: 2000/31/CE Art.li 12,13,14 e 15
            - Scritto da: H5N1
            Normalmente dietro retribuzione.

            Pertanto Google, Telecom o Tiscali o Fastweb che
            siano, Yahoo e quanti altri rientrano in tale
            descrizione...è tutta una questione interpretativa. youtube è una televisione, o meglio un portale di contenuti visivi. non è un ISP per cui dà acXXXXX a Internet a chiunque e non è responsabile dei contenuti accessibili sul Web. google non è ad esempio responsabile per l'indicizzazione dei video nel suo servizio di ricerca; ma lo stesso metodo di giudizio non può estendersi anche al suo portale. ed infatti non si obbietta sul fatto che ISP e motori di ricerca siano irresponsabili per i contenuti hostati nel web. qui si parla di un servizio di bradcastig televisivo il cui modello di business si avvicina molto a quello della televisione tradizionale.ti chiedo: in un caso analogo che coinvolgesse mediaset, ad esempio Paperissima che manda in onda il servizio del down, tu ti saresti comportato alla stessa maniera?? a me sembra che vogliate trovare un qualsiasi capro espiatorio o cavillo legale per scagionare google. personalmente credo che se venissero applicate tutte le regole attualmente vigenti per la televisione tradizionale anche a YouTube, quest'ultima perderebbe tutto il suo fascino.
          • H5N1 scrive:
            Re: 2000/31/CE Art.li 12,13,14 e 15
            E' molto diverso: il "mandare in onda" presuppone una pre-visione del materiale del palinsesto mentre i servizi di hosting ed affini lo fanno in tempo reale.Giusto è che il materiale non conforme al regolamento o contrario a norme, leggi e morale sia tempestivamente rimosso, ma niente più.Figuriamoci se bisogna mettersi a fare gli ispettori!In uno Stato di Diritto c'è una legge che va rispettata e solo gli organi preposti sono tenuti a verificarne l'applicazione ed a punire i contravventori che, nel caso specifico, sono gli utenti che pubblicano e non il "mere conduit".
          • petrestov scrive:
            Re: 2000/31/CE Art.li 12,13,14 e 15
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: H5N1


            Normalmente dietro retribuzione.



            Pertanto Google, Telecom o Tiscali o Fastweb che

            siano, Yahoo e quanti altri rientrano in tale

            descrizione...

            è tutta una questione interpretativa. ed è comunque tutto da dimostrare il fatto che YouTube sia sottoposta alla direttiva 2000/31/CE. ad esempio la direttiva definisce cosa intende per "servizi per la società della informazione"(17) La definizione di "servizi della società dell'informazione" già esiste nel diritto comunitario, nella direttiva 98/34/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 giugno 1998, che prevede una procedura d'informazione nel settore delle norme e delle regolamentazioni tecniche, e nella direttiva 98/84/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 novembre 1998, sulla tutela dei servizi ad acXXXXX condizionato e dei servizi di acXXXXX condizionato. Tale definizione ricopre qualsiasi servizio prestato dietro retribuzione , a distanza, per via elettronica, mediante apparecchiature elettroniche di elaborazione (compresa la compressione digitale) e di memorizzazione di dati, e a richiesta individuale di un destinatario di servizi. I servizi di cui all'elenco indicativo di figurante nell'allegato V della direttiva 98/34/CE, non essendo forniti attraverso sistemi elettronici di trattamento e memorizzazione di dati, non sono compresi in tale definizione.
          • senso di nausea scrive:
            Re: 2000/31/CE Art.li 12,13,14 e 15
            - Scritto da: petrestov
            ... . Tale definizione ricopre qualsiasi
            servizio prestato dietro retribuzione Aria fritta. Quasi sempre qualcuno viene retribuito, ma non necessariamente dal soggetto a cui presta la propria opera. Siccome a me Google non chiede un soldo, ai fini del mio "contratto" con Google il servizio non è retribuito, e quindi è gratuito. Un buon avvocato, come quelli che di certo a Google non mancano, saprebbe come far valere questo elementare principio.n.b.: non sto difendendo Google in via pregiudiziale, sto solo valutando questo caso specifico, ma emblematico.
          • petrestov scrive:
            Re: 2000/31/CE Art.li 12,13,14 e 15
            - Scritto da: senso di nausea
            Aria fritta. Quasi sempre qualcuno viene
            retribuito, il tenore letterale è abbastanza inequivoco: servizio prestato dietro retribuzione come dire: ceduto dietro compenso. non mi pare che si presti a molte interpretazioni.
          • senso di nausea scrive:
            Re: 2000/31/CE Art.li 12,13,14 e 15
            - Scritto da: petrestov
            il tenore letterale è abbastanza inequivoco:
            servizio prestato dietro
            retribuzione Esatto, e a coloro cui presta il servizio google non chiede un soldo.
          • petrestov scrive:
            Re: 2000/31/CE Art.li 12,13,14 e 15
            - Scritto da: senso di nausea
            Esatto, e a coloro cui presta il servizio google
            non chiede un
            soldo.hai appena affermato che non rientra nelle definizioni dei soggetti sottoposti alla tutela della direttiva europea 2000/31/CE e che quindi non è legalmente irresponsabile per i contenuti che vengono trasmessi mediante il suo portale.adesso vuoi spiegarmi sotto quale definizione è possibile incasellare YouTube?! cos'é? un servizio postale? una televisione su internet? e quale legge è più idonea a disciplinare il suo operato?
          • senso di nausea scrive:
            Re: 2000/31/CE Art.li 12,13,14 e 15
            - Scritto da: petrestov
            adesso vuoi spiegarmi sotto quale definizione è
            possibile incasellare YouTube?! cos'é? un
            servizio postale? una televisione su internet? e
            quale legge è più idonea a disciplinare il suo
            operato?Non vedo alcuna necessità di regolamentarlo che non corrisponda più ad una volontà di controllo preventivo che non ad un amore sviscerato per il senso di giustizia. Tutto quello che si dovrebbe pretendere da YouTube è il diritto di replica ed il diritto di chiedere la rimozione di un filmato. Questo è a mio avviso il giusto equilibrio, e mi pare che sia esattamente quello che è sucXXXXX nel caso in questione.
          • misto scrive:
            Re: 2000/31/CE Art.li 12,13,14 e 15
            - Scritto da: petrestov
            ti chiedo: in un caso analogo che coinvolgesse
            mediaset, ad esempio Paperissima che manda in
            onda il servizio del down, tu ti saresti
            comportato alla stessa maniera??Questo e' un caso diverso, ed e' molto delicato decidere.caso 1) Supponi che il filmato sia mandato in onda su paperissima con scopo di far ridere il pubblico caso 2) Supponi che il filmato sia mandato in onda su un servizio di opinioni e/o condanna sociale, come potrebbe essere un Santoro o un Vespa.caso 3) google fornisce una piattaforma su cui chiunque pubblica quello che vuole, e qualcuno ci mette su quel filmato.Per il mio criterio di correttezza e giustizia, condanno mediaset nel primo caso, non la condanno nel secondo, e non condanno google nel terzo.
          • misto scrive:
            Re: 2000/31/CE Art.li 12,13,14 e 15
            - Scritto da: misto
            - Scritto da: petrestov

            ti chiedo: in un caso analogo che coinvolgesse

            mediaset, ad esempio Paperissima che manda in

            onda il servizio del down, tu ti saresti

            comportato alla stessa maniera??

            Questo e' un caso diverso, ed e' molto delicato
            decidere.

            caso 1) Supponi che il filmato sia mandato in
            onda su paperissima con scopo di far ridere il
            pubblico

            caso 2) Supponi che il filmato sia mandato in
            onda su un servizio di opinioni e/o condanna
            sociale, come potrebbe essere un Santoro o un
            Vespa.
            caso 3) google fornisce una piattaforma su cui
            chiunque pubblica quello che vuole, e qualcuno ci
            mette su quel
            filmato.

            Per il mio criterio di correttezza e giustizia,
            condanno mediaset nel primo caso, non la condanno
            nel secondo, e non condanno google nel
            terzo.aggiungo. Il fatto e' che e' difficile dire cosa e' condannabile e cosa no. La condannabilita' giuridica e' qualcosa che e' diverso dalla condannabilita' per comportamento deplorevole. Uno puo' mantenere un comportamento deplorevole (per esempio, urlare sempre, non lasciar parlare l'interlocutore) senza per forza essere condannabile giuridicamente. Il problema che noto e' la volonta' di far ricadere i comportamenti deplorevoli come condannabili giuridicamente. E' un fatto di educazione, non di giustizia legale. Personalmente, se paperissima mandasse in onda quel filmato, potrebbe persino non essere condannabile, semplicemente chiederei istantaneamente le dimissioni del tizio che l'ha messo su in quanto ha potuto effettuare una azione di scelta e screening con una finalita' (far ridere) su un qualcosa che non e' affatto ridicolo. Come tale, non sa fare il suo lavoro, o lo fa in modo deplorevole, e come conseguenza andrebbe licenziato o richiamato pesantemente.
  • andy61 scrive:
    causa ed effetto ...
    L'accaduto conferma il fatto che in Italia tendiamo sempre a prendercela con gli effetti piuttosto che con le cause.Il problema da risolvere, in questo caso, è il bullismo, e identificare e condannare chi ha commesso il crimine.Se non ci fosse stato crimine, non ci sarebbe stata alcuna pubblicazione di filmati.Ma preferiamo sempre nasconderci dietro a un dito, ed accettare di non sapere che nostro figlio viene sottoposto a violenze, piuttosto che scoprirlo attraverso canali che non controlliamo.Ci preoccupa più l'immagine ( o cielo! su Internet hanno scritto che ... ) piuttosto che la sostanza, cercando di avere comportamenti al di sopra di ogni sospetto.Cosa sia Internet, e Google, e Yahoo, e YouTube, ormai lo sanno tutti (o no?), come il fatto che non siano organizzazioni benefiche ma a fine di lucro.Ma nonostante ciò, è anche grazie a loro che è stato possibile identificare i colpevoli del crimine.Resta comunque il sospetto che si cerchi di cavalcare l'evento per lucrarci sopra, distribuendo denunce a destra e a manca, sperando che da una parte o dall'altra qualche soldo entri.Viene anche il sospetto che qualche avvocato abbia mal consigliato (in malafede) il denunciante perché, come forse si dimentica troppo spesso, gli avvocati sono gli unici che guadagnano sempre e comunque, sia che le cause vengano vinte o perse, e quindi più carne mettono al fuoco, più è certo che guadagnano.
    • pabloski scrive:
      Re: causa ed effetto ...
      o meglio che l'Itaglia preferisce nascondere la polvere sotto il tappetoda notare che si è permesso a Cosa Nostra di spadroneggiare per 50 anni, salvo poi reagire quando gli omicidi erano diventati troppi, troppo efferati, troppo in alto e generavano un gran clamore socialeinsomma, rubate ma di nascosto questo è in sintesi il pensiero della nomenclatura italiota
    • Carlo scrive:
      Re: causa ed effetto ...
      - Scritto da: andy61
      L'accaduto conferma il fatto che in Italia
      tendiamo sempre a prendercela con gli effetti
      piuttosto che con le
      cause.Quoto e sottoscrivo:http://www.strozzi.it/cgi-bin/CSA/tw7/I/it/LRI/Attualit%E0%2EPerle%20di%20ipocrisia
    • pippo75 scrive:
      Re: causa ed effetto ...
      - Scritto da: andy61
      L'accaduto conferma il fatto che in Italia
      tendiamo sempre a prendercela con gli effetti
      piuttosto che con le cause.secondo me è il buonismo, fino a quando non fa clamore si dice " me poveretti " o qualcosa di simile.
      Il problema da risolvere, in questo caso, è il
      bullismo, e identificare e condannare chi ha
      commesso il crimine.prendersela con il bullismo vorrebbe dire prendersela con questi poveretti, meglio dare la colpa a google che almeno lei è una ditta ( non si dice poveretti a loro ).Prendi uno di questi bulli a scula e sospeso con bucciatura immediata ( cosa succederebbe ai sensi di buonismo ? ).
      Ci preoccupa più l'immagine ( o cielo! su
      Internet hanno scritto che ... ) piuttosto che
      la sostanza, cercando di avere comportamenti al
      di sopra di ogni
      sospetto.perchè l'abito fa il monaco.
      Resta comunque il sospetto che si cerchi di
      cavalcare l'evento per lucrarci sopra,
      distribuendo denunce a destra e a manca, sperando
      che da una parte o dall'altra qualche soldo
      entri.li è il minimo, ma moltissimi lo farebbero.

      Viene anche il sospetto che qualche avvocato
      abbia mal consigliato (in malafede) ilBrutto a dirsi ma è il loro lavoro.Non penserai mica che l'avvocato deve sempre difendere?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 febbraio 2009 13.01-----------------------------------------------------------
  • Messagero scrive:
    Google, vai OFFLINE,
    Google, vai offline, vedi come verranno a pregarti,vedi come ti condonerranno tutte le accusemostra i muscoli google.Senza google, internet vale la meta`.Milioni di server chiuderanno senza google, favorendo la crisi economica.
    • petrestov scrive:
      Re: Google, vai OFFLINE,
      - Scritto da: Messagero
      Google, vai offline,
      vedi come verranno a pregarti,
      vedi come ti condonerranno tutte le accuse

      mostra i muscoli google.

      Senza google, internet vale la meta`.
      Milioni di server chiuderanno senza google,
      favorendo la crisi
      economica.mai sentito il detto "morto un papa se ne fa un altro"?
      • pabloski scrive:
        Re: Google, vai OFFLINE,
        il problema è che morto Google sarà il caos nella ricercasi ritornerà ai tempi in cui bastava riempire di keyword le pagine web per vederle in prima pagina....
        • ping laden scrive:
          Re: Google, vai OFFLINE,
          un motore di ricerca vale l'altro.che muoia google, chissenefrega.Sto monopolio di google sulla ricerca mi sta proprio sulle palle.
          • pabloski scrive:
            Re: Google, vai OFFLINE,
            non è verodal punto di vista tecnologico Yahoo forse può competere, ma Live Search fa penanon sono tutti uguali....tu su Google cerchi nel 90% quello che trovi, negli altri motori trovi tonnellate di spazzatura prima di riuscire a trovare qualcosa di utilequesto non sarà un problema per il ragazzino che usa il PC per cazzeggiare, ma è di certo un problema per l'azienda, il professionista, ecc...
          • Sgabbio scrive:
            Re: Google, vai OFFLINE,
            Appunto, se Google decidesse di non offirere più i suoi servizi all'italia, sarebbe il caos totale.
    • pippo75 scrive:
      Re: Google, vai OFFLINE,


      Senza google, internet vale la meta`.
      Milioni di server chiuderanno senza google,
      favorendo la crisi
      economica.in un certo senso avresti ragione, ma ci sarebbe la possibilità di avere altri motori di ricerca.Spero che vinca il buon senso, pero....Domanda, le stesse cose le avesse fatte una rete fininvest l'avreste difesa/attaccata allo stesso modo?E se fosse stata rai/sky/la7/tv locali ?
  • unaDuraLezione scrive:
    che li mandino in galera...
    contenuto non disponibile
    • pabloski scrive:
      Re: che li mandino in galera...
      no sbagliuna multinazionale come Google non sarebbe proprio nata in Italiacioè non è che ti bloccano dopo, ti stroncano sul nasceredel resto lo sappiamo che l'Itaglia è un Paese buono solo per truffatori, immigrati assassini, stupratori e furbetti del quartierino
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: che li mandino in galera...
        contenuto non disponibile
        • pabloski scrive:
          Re: che li mandino in galera...
          l'hai sentito anche tu :Dmi ricordo che alcuni mesi fa in famiglia ci capitò di guardare in tv questi truffatori, al che tutti meravigliati mi chiesero come facessero a guadagnare, che in fondo le domande erano talmente semplici che tutti potevano vincereal che io risposi: "semplice, rispondono e poi fanno cadere la linea"comunque vedrai che quei tipi non faranno nemmeno un giorno di carcere, pagheranno 50000-100000 euro di multa e potranno ritornare a fare ciò che facevanodel resto un altro di questi simpaticoni lo presero l'hanno scorso....era il proprietario di una nota ditta di dialer di servizi per adulti sammarinense ( ma lui abita in romagna ovviamente )....ebbene fecero una caciara incredibile in tv, sui giornali....risultato? il tizio è stato multato, una multa ridicola rispetto ai 20 milioni di euro incamerati ( che poi il tipo truffava pure i webmaster che gli portavano clienti )....adesso vive all'estero e si sta godendo i suoi miliardima del resto c'è il caso Wanna Marchi....condannate lei e la figlia, sono fuori....Do Nascimiento sta bello spaparanzato sulle spiagge di Bahia
          • Sgabbio scrive:
            Re: che li mandino in galera...
            - Scritto da: pabloski
            l'hai sentito anche tu :D

            mi ricordo che alcuni mesi fa in famiglia ci
            capitò di guardare in tv questi truffatori, al
            che tutti meravigliati mi chiesero come facessero
            a guadagnare, che in fondo le domande erano
            talmente semplici che tutti potevano
            vincere

            al che io risposi: "semplice, rispondono e poi
            fanno cadere la
            linea"

            comunque vedrai che quei tipi non faranno nemmeno
            un giorno di carcere, pagheranno 50000-100000
            euro di multa e potranno ritornare a fare ciò che
            facevano

            del resto un altro di questi simpaticoni lo
            presero l'hanno scorso....era il proprietario di
            una nota ditta di dialer di servizi per adulti
            sammarinense ( ma lui abita in romagna ovviamente
            )....ebbene fecero una caciara incredibile in tv,
            sui giornali....risultato? il tizio è stato
            multato, una multa ridicola rispetto ai 20
            milioni di euro incamerati ( che poi il tipo
            truffava pure i webmaster che gli portavano
            clienti )....adesso vive all'estero e si sta
            godendo i suoi
            miliardi

            ma del resto c'è il caso Wanna
            Marchi....condannate lei e la figlia, sono
            fuori....Do Nascimiento sta bello spaparanzato
            sulle spiagge di
            BahiaWanna Marchi e figlia hanno avuto una pena ridicola rispetto al danno causato alle persone.Do Nascimiento, l'avevano trovato in brasile è avevano scoperto che lavorava come parruchiere, insomma non è che se la passava tanto bene :/
          • pippo scrive:
            Re: che li mandino in galera...

            Wanna Marchi e figlia hanno avuto una pena
            ridicola rispetto al danno causato alle
            persone.
            Do Nascimiento, l'avevano trovato in brasile è
            avevano scoperto che lavorava come parruchiere,
            insomma non è che se la passava tanto bene
            :/Sempre meglio che sulle spiaggie di san vittore...
  • flagg scrive:
    Perchè Google non denuncia Mediaset?
    Perchè Google non denuncia Mediaset per uso indiscriminato dei suoi servizi all'interno dei suoi telegiornali (Studio Aperto in primis)?
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Perchè Google non denuncia Mediaset?
      contenuto non disponibile
      • Sgabbio scrive:
        Re: Perchè Google non denuncia Mediaset?
        C'è stata una trasmissione su mediaset, precisamente su italia 1, dove hanno fatto vedere praticamente solo dei filmati presi da youtube è non era un telegiornale.Seguendo lo stesso ragionamento demente di Mediaset, Google dovrebbe chiedere una crifra astronomica per mancati visualizzazioni.Ah....Google non ha certamente avuto Matteo G.P. Flora come consulente....
        • Davide Impegnato scrive:
          Re: Perchè Google non denuncia Mediaset?
          Che ne sai, magari Mediaset ha pagato i diritti a Youtube... sicuramente, non agli autori, ma questo è un altro paio di maniche...
          • Sgabbio scrive:
            Re: Perchè Google non denuncia Mediaset?
            Ho i miei dubbi sinceramente che abbia pagato i diriti a youtube :D Ma qui non si hanno prove se hanno pagato o meno dopo tutto.
    • MArco scrive:
      Re: Perchè Google non denuncia Mediaset?
      CI avevo pensato anche io....poi mi sono reso conto che anche mediaset,che voleva far causa a youtube perchè pubblicava i contenuti mediaset, è molto presente su youtube.Probabilmente c'è qualche accordo di collaborazione/tolleranza, commerciale o no che sia. Se così fosse mi sembra una bella cosa.
  • flagg scrive:
    Posso testimoniare a favore di Google?
    Come da oggetto.
  • giagia scrive:
    Ma ancora lui ???
    Ma non si puo oscurarlo, dice solo XXXXXXX ma che vada a lavorare !!!
  • Linux Fedora 10 scrive:
    Perchè Sgarbi si lamenta ... Ora?
    Perchè lo si vede in un video mentre, come al solito, che dice parolacce e un certo Giuseppe gli ricorda le sue nefandezze, difendendo la sua terra da personaggi come lui.http://www.youtube.com/watch?v=bOPilAqEt20Ma che è sucXXXXX dopo quanto mostrato nel video?Questo:
    Dopo oltre unora e mezza mi dicono che non ci sono elementi
    per essere trattenuto ulteriormente, mi fanno fermare il
    verbale di perquisizione e mi congedano con una frase che
    non posso dimenticare: Devi capire che ti sei messo contro
    Sgarbi, che è stato onorevole e ministro.Leggete qui: http://www.lamiaterraladifendo.it/?p=47Ma per chi non sa la tutta la storia il "bello" (anzi brutto, bruttissimo!) arriva adesso:
    Agrigento, 31 gen. - Un ragazzo di 24 anni, Giuseppe Gati'
    e' morto folgorato nel primo pomeriggio di oggi in un caseificio
    di proprieta' del padre . Il giovane e' stato trovato nei pressi
    di un recipiente di metallo e il cadavere presentava i
    polpastrelli delle dita di una mano completamente carbonizzati.Morto folgorato ... Ma pensa che coincidenze...Ciao
  • wild scrive:
    Difendiamo Google e internet
    Ciao a tutti,premetto che non sono debitamente informato sulla questione, ma mi pare che si stia andando un po troppo oltre con le denunce ai provider e ai fornitori di servizi internet.Credo che Google come ogni altro provider non sia responsabile dei contenuti messi in rete dagli utenti, ogni utente credo che sia identificato in qualche modo quindi responsabile. Il provider potrebbe al massimo essere obbligato a fornire l'identificazione dell'utente.La vicenda del ragazzo down e' sicuramente una cosa orrenda, poi piazzare il video su internet lo e' ancora di piu', ma se questi ragazzi avessero attaccato delle foto sui muri di casa vostra? avrebbero dovuto denunciarvi per diffamazione?solo perche' voi avete fornito il mezzo per la diffusione? :D che ridere...Google e' un mezzo per la diffusione e la raccolta di idee, nient'altro, certo si fa pagare, ma non da chi usa i servizi, bensi' dalla pubblicita'.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Difendiamo Google e internet
      - Scritto da: wild
      La vicenda del ragazzo down e' sicuramente una
      cosa orrenda, poi piazzare il video su internet
      lo e' ancora di piu', ma se questi ragazzi
      avessero attaccato delle foto sui muri di casa
      vostra? avrebbero dovuto denunciarvi per
      diffamazione?solo perche' voi avete fornito il
      mezzo per la diffusione?Il muro di casa mia non è un mezzo di diffusione aperto al pubblico dove è permesso attaccare manifesti. E' ovvio che materialmente puoi farlo, ma è altrettanto ovvio che sei tu ad evadere la legge nell'attaccarlo.Youtube è ben diverso dal muro di casa mia.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Difendiamo Google e internet
        Il muro di casa e liberamente visibile da tutti però, come un portale video :DSe io scrivo "tua sorella fa il risucchio e ti paga anche" su un muro di casa, ad esempio, cosa dovrebbe succedere ? Incriminano chi vive nella casa dove nel muro c'è quella scritta, per coresponsabilità ?Oppure se in una bacheca pubblica accessibile a tutti, metto quella scritta diffamatoria nei confronti di tua sorella, accusiamo di coresponsabilità chi ha messo a disposizione la bacheca ? Sono esempi per far capire che accusare chi ha un muro o una bacheca, solo per l'uso distorto che ne fanno terzi è sbagliato.Per tanto cosi si dovrebbero incriminare i produttori d'armi :D
        • rino scrive:
          Re: Difendiamo Google e internet
          - Scritto da: Sgabbio
          Il muro di casa e liberamente visibile da tutti
          però, come un portale video
          :D

          Se io scrivo "tua sorella fa il risucchio e ti
          paga anche" su un muro di casa, ad esempio, cosa
          dovrebbe succedere ? Incriminano chi vive nella
          casa dove nel muro c'è quella scritta, per
          coresponsabilità
          ?

          Oppure se in una bacheca pubblica accessibile a
          tutti, metto quella scritta diffamatoria nei
          confronti di tua sorella, accusiamo di
          coresponsabilità chi ha messo a disposizione la
          bacheca ?


          Sono esempi per far capire che accusare chi ha un
          muro o una bacheca, solo per l'uso distorto che
          ne fanno terzi è
          sbagliato.

          Per tanto cosi si dovrebbero incriminare i
          produttori d'armi
          :Dil problema è che manca una legge che metta un po' di ordine nella giungla dei vili anonimipur di tutelare la libertà di espressione e di parola non è possibile e accettabile che chiunque scriva o pubblichi video di qualunque cosa su un portale dietro un nick anonimo... e fin troppo facile e prevedibile qualsiasi forma di abusosecondo me ci troviamo davanti a qualcosa di difficile risoluzione, qualcosa che prima non esisteva, ovvero non esisteva un modo così facile e sicuro di diffamare qualcuno senza essere facilmente scopertiil problema c'è, bisogna trovare una soluzione
  • harpo scrive:
    ma è diffamazione?
    Ma se io riporto quello che ha detto un'altra persona riguardo un terzo xché sarebbe diffamanzione? Se io posto un video in cui faccio vedere un giornalista che dice le sue idee a riguardo di un politico o di qualsiasi altra cosa perché io posso venire accusato di diffamazione? Io sto riportando una notizia, non la sto usando per avallare mie idee, io sto facendo vedere ciò che è accaduto per cui non dovrebbe sussistere il reato di diffamazione (e comunque non contro Google, nel caso contro chi ha caricato il video). Secondo, se il video sulle violenze del ragazzo diversamente abile lo avesse mandato la televisione dicendo "guardate che vergogna" nessuno avrebbe accusato la tv per la storia della diffamazione... e per quanto riguarda la violazione della privacy, boh secondo me stanno letteralmente sclerando e comunque nel caso è colui che ha postato il video a doversi assumere le responsabilità perché se è vero che su un quotidiano le lettere dei lettori vengono filtrate dal quotidiano stesso in quanto c'è un atto del redattore a monte della pubblicazione di un articolo, non si accuserà mai l'edicolante se in un giornale venduto vi erano articoli che andavano contro la legge italiana. P.s. Per chi dice che chi non ha i mezzi per controllare cosa la gente scrive nel suo sito allora dovrebbe chiudere il sito... per lo stesso motivo allora non dovrebbero esistere i server al cui interno vi sono siti personali non censurati dal provider, e per lo stesso motivo non dovrebbero esistere tutti i servizi tipo "commenta una notizia", forum e quant'altro... Forse si dovrebbe accettare che c'è la libertà di parola, di pensiero anche quando questa è contraria alla morale comune e nel caso questa libertà venga usata per atti illeciti dovrebbe essere perseguitato colui che ha compiuto l'atto mentre il soggetto che la veicola soltanto nel caso sia stato attivamente (e palesemente) consensuale.Vabbé ho finito sto sfogo... forse sono stato un po' grafomane :)
  • babelzeta scrive:
    postino?
    Il mio postino non guadagna con la pubblicità associata ai contenuti delle mie lettere... quindi non diciamo XXXXXXX.
    • unoduetre scrive:
      Re: postino?
      guadagna portandoti la lettera peròperchè google guadagni per portarti la lettera mette la pubblicità :)tu mica lo paghi il postino quando ti porta la bolletta :)tu mica paghi google quando apri un videopaga i server a google e google toglie la pubblicità
    • beebox scrive:
      Re: postino?
      Il tuo postino viene pagato per portarti le lettere, e non è suo compito/diritto decidere se consegnartele o no se sono lettere minatorie o materiale pedoXXXXXgrafico. Così come viene pagato il guidatore di un autobus che magari porta in giro anche mafiosi e camorristi, ma non è suo compito/diritto farli scendere per paura di venire incriminato per favoreggiamento.
      • Enry scrive:
        Re: postino?
        Google non è il postino. Il postino non fa leggere la tua posta a tutto il vicinato. Google si. Punto. In più, guadagna dal fatto che il vicinato guardi la tua posta....Dire che Google è come il postino è da idioti. Idioti che evidentemente meritano lo stesso trattamento riservato a quel video... però stavolta con loro come "protagonisti"...Poi vedi come il postino si affiderebbe al "corriere", più sicuro e discreto...Altro che palle....Enry
        • beebox scrive:
          Re: postino?
          - Scritto da: Enry
          Dire che Google è come il postino è da idioti.
          Idioti che evidentemente meritano lo stesso
          trattamento riservato a quel video... però
          stavolta con loro come "protagonisti"...

          Altro che palle....Se tu puoi dare impunemente dell'idiota ad altri su un forum è proprio perché qualcuno ti permette di farlo, proprio come YouTube ha permesso a quei tuoi pari di postare il loro filmato.Altro che palle....
        • beebox scrive:
          Re: postino?
          - Scritto da: Enry
          Dire che Google è come il postino è da idioti.
          Idioti che evidentemente meritano lo stesso
          trattamento riservato a quel video... però
          stavolta con loro come "protagonisti"...Inoltre stai dando dell'idiota anche all'involontario protagonista di quel video. Complimenti, se volevi fare una pessima figura ci sei riuscito alla grande.
  • Prostata scrive:
    google alla diossina
    Adesso compro una pagina del corriere della sera per scriverci "picchiate tutti i ragazzi portatori di handicap"...in questo caso scommetto che il controllo preventivo da parte del corriere sia da voi ben visto, giusto e doveroso.Dov'è la differenza tra il corriere e google allora?Sta nel fatto che il corriere in questo caso dovrebbe controllare un solo pazzo mentre google ne deve controllare migliaia ogni giorno. Quindi deve passare il concetto che se io non sono in grado di gestire ciò che creo sono assolto da qualsiasi dovere nel gestirlo al meglio...cosi posso creare un mostro per far soldi che mi metto in tasca facendone pagare però le conseguenze ad altri.Se google non è in grado di gestire un suo servizio, perchè questo gli costerebbe più di quanto ne ricava, che lo chiuda, cosi come pretenderemmo che faccia qualsiasi altra azienda che ci vendesse mozzarelle adulterate perchè incapace di controllare la qualità del latte che le portano.
    • Anonymous scrive:
      Re: google alla diossina
      se non riesci a gestire le mani evita di scrivere, chiudile.
      • Funz scrive:
        Re: google alla diossina
        Buonsenso, questo sconosciuto...IMHO, la policy di Youtube per la rimozione dei video illegali è perfettamente adeguata. Al massimo si dovrebbe discutere di quali video debbano essere considerati illegali.
    • misto scrive:
      Re: google alla diossina
      - Scritto da: Prostata
      Adesso compro una pagina del corriere della sera
      per scriverci "picchiate tutti i ragazzi
      portatori di handicap"...in questo caso scommetto
      che il controllo preventivo da parte del corriere
      sia da voi ben visto, giusto e
      doveroso.La cosa e' diversa. E' come se tu scrivessi quel messaggio su un muro cittadino e il comune fosse responsabile per non averlo cancellato in tempi rapidi.Sai quanti sindaci in galera ?
      • Prostata scrive:
        Re: google alla diossina
        non è un muro cittadino google, non è una pagina personale di un blog, google è una società CHE VENDE contenuti. E' quotata in borsa dal 2004 per chi non se ne fosse accorto.e da che mondo e mondo CHI VENDE deve anche preoccuparsi di garantire il proprio prodotto.Ogni società si assume la responsabilità sui propri prodotti mentre invece quelle legate ad internet non dovrebbero, perchè?La GM vende milioni di macchine l'anno, troppe da esser controllate e quindi da dover essere garantite?troppe per preoccuparsi di montare a tutti l'impianto frenante?
        • Ale scrive:
          Re: google alla diossina
          google NON vende i video ! c'e' una bella differenza con la GM come dici te......ma non c'e' peggior sordo di chi non vuol sentire, mi sa...
        • MArco scrive:
          Re: google alla diossina
          La GM controlla che le macchine rispettino gli standard che devono rispettare, ma non controllano quello che l'acquirente ci mette dentro dopo (ad es. una bomba)Google non produce nessun materiale, mette solo a disposizione una piattaforma. Se ti piacciono le metafore è come chi produce coltelli. Chi usa questa piattaforma o i coltelli è responsabile dell'uso che ne fa. Mi sembra che la logica "fili".Se la gente è malata, non è colpa di google. Anzi, il risultato è che 4 deficenti si sono esposti e sono stati catturati/puniti.I problemi sono della gente. Il fatto che venga pubblicato un video del genere è il male minore.
        • misto scrive:
          Re: google alla diossina
          - Scritto da: Prostata
          non è un muro cittadino google, non è una pagina
          personale di un blog, google è una società CHE
          VENDE contenuti. Non vende contenuti, mette a disposizione un luogo per pubblicare contenuti. Come una bacheca. O vuoi forse dire che se uno mette un volantino inneggiante all'odio razziale in una bacheca universitaria, l'universita' e' responsabile ?
          • Prostata scrive:
            Re: google alla diossina
            ho capito, quindi google è un benefattore, ci ha messo a disposizione una bacheca pubblica (pur essendo una società privata e pur ospitando questa bacheca in "suolo" privato) senza trarne nessun profitto e senza doverne dar conto QUINDI a nessuno. sbaglia chi usa questa bacheca no profit in modo poco etico.vista la mia ignoranza chiedo a voi se sapete dirmi la google spa cosa vende, qualcuno mi illumina su come possa esistere una società quotata in borsa che non ha un bilancio ma bensi ha un sacco di bacheche PUBBLICHE NO PROFIT sul web?
          • misto scrive:
            Re: google alla diossina
            - Scritto da: Prostata
            ho capito, quindi google è un benefattore, ci ha
            messo a disposizione una bacheca pubblica (pur
            essendo una società privata e pur ospitando
            questa bacheca in "suolo" privato) senza trarne
            nessun profitto e senza doverne dar conto QUINDI
            a nessuno. sbaglia chi usa questa bacheca no
            profit in modo poco
            etico.
            vista la mia ignoranza chiedo a voi se sapete
            dirmi la google spa cosa vendeInserzioni pubblicitarie che accompagnano i contenuti del web.
            qualcuno mi
            illumina su come possa esistere una società
            quotata in borsa che non ha un bilancio ma bensi
            ha un sacco di bacheche PUBBLICHE NO PROFIT sul
            web?Il web intero e' una bacheca pubblica piu' o meno no profit. Ed e' grazie a questo concetto che puoi avere la liberta' di dire e scrivere quello che vuoi, senza essere iscritto ad un ordine dei giornalisti, senza avere un redattore capo che ti censura, o un governo che ti manda le veline. La responsabilita' di cio' che scrivi e' personale e tutta a carico del primo responsabile: chi scrive. Questo e' il concetto nuovo a cui bisogna abituarsi. Qualsiasi altra soluzione e' lesiva, irrealistica o tipicamente dittatoriale.
          • Prostata scrive:
            Re: google alla diossina
            - Scritto da: misto
            Inserzioni pubblicitarie che accompagnano i
            contenuti del web.si ma ste inserzioni pubblicitarie 1 pagano google e non me, non te, non il ragazzo portatore di handicap 2 vengono messe su qualcosa che non è pubblico ma creato appositamente da google in un luogo accessibile al pubblico proprio per invogliare qualcuno a metterci sopra pubblicità.oppure vuoi farmi credere che google fornisce servizi che solo dopo "oh ma tu guarda" scopre poter sfruttare con la pubblicità? ma per piacere!se i servizi di google fossero differenti, differenti sarebbero le pubblicità e differenti sarebbero i profitti, a me sembra una relazione diretta questa e non una casualità.google ha i mezzi per controllare i video, le basterebbe assumere 200 persone che visionino solo quelli, ma questo avrebbe un costo tale che magari la voglia di fare BENEFICIENZA a noi poveri utilizzatori di internet le verrebbe meno. O)- Scritto da: misto
            Il web intero e' una bacheca pubblica piu' o meno
            no profit. no il web è un mondo in cui confluisce dall'esterno di tutto, dai reati penali alle associazioni benefiche, dai blog personali al commercio elettronico. un mondo a cui puo accedere chiunque (pubblico) ma nel quale non significa si possa fare ognuno quello che si vuole, esattamente come avviene in tutti gli alti luoghi definiti pubblici. e proprio perchè di acXXXXX pubblico il web va ancor piu controllato e ancor piu regolamentato.google facesse accedere alle pubblicità (e si perche quelle abbiam detto che vende) previa registrazione i suoi utenti, facesse firmare un disclaimer, che le costerebbe?!ah si, soldi di pubblicità in meno...chissà magari la stanno valutando sta cosa, secondo me male che va donano un mese di profitti alla famiglia del ragazzo. ah no, sono una spa non possono neppure farlo. non ci capisco piu niente, google è una entità allora, forse vengono da un altro pianeta e non sono neppure uomini. (ghost)Se è una spa americana che deve cambiare i destini del mondo stiamo messi bene :)speriamo di riprenderci (cylon)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 febbraio 2009 16.10-----------------------------------------------------------
          • MArco scrive:
            Re: google alla diossina
            L'acXXXXX è controllato, per postare video non devi essere registrato?Chi invia un video è responsabile di quello che manda. Non c'è scritto su youtube quando accetti la registrazione?Il fatto che girino soldi in maniera indiretta fa solo in modo che tu non debba pagare nulla. Non centra assolutamente niente con l'origine del discorso.
          • MArco scrive:
            Re: google alla diossina
            9. Warranty DisclaimerYOU AGREE THAT YOUR USE OF THE YOUTUBE WEBSITE SHALL BE AT YOUR SOLE RISK. TO THE FULLEST EXTENT PERMITTED BY LAW, YOUTUBE, ITS OFFICERS, DIRECTORS, EMPLOYEES, AND AGENTS DISCLAIM ALL WARRANTIES, EXPRESS OR IMPLIED, IN CONNECTION WITH THE WEBSITE AND YOUR USE THEREOF. YOUTUBE MAKES NO WARRANTIES OR REPRESENTATIONS ABOUT THE ACCURACY OR COMPLETENESS OF THIS SITE'S CONTENT OR THE CONTENT OF ANY SITES LINKED TO THIS SITE AND ASSUMES NO LIABILITY OR RESPONSIBILITY FOR ANY (I) ERRORS, MISTAKES, OR INACCURACIES OF CONTENT, (II) PERSONAL INJURY OR PROPERTY DAMAGE, OF ANY NATURE WHATSOEVER, RESULTING FROM YOUR ACCESS TO AND USE OF OUR WEBSITE, (III) ANY UNAUTHORIZED ACCESS TO OR USE OF OUR SECURE SERVERS AND/OR ANY AND ALL PERSONAL INFORMATION AND/OR FINANCIAL INFORMATION STORED THEREIN, (IV) ANY INTERRUPTION OR CESSATION OF TRANSMISSION TO OR FROM OUR WEBSITE, (IV) ANY BUGS, VIRUSES, TROJAN HORSES, OR THE LIKE WHICH MAY BE TRANSMITTED TO OR THROUGH OUR WEBSITE BY ANY THIRD PARTY, AND/OR (V) ANY ERRORS OR OMISSIONS IN ANY CONTENT OR FOR ANY LOSS OR DAMAGE OF ANY KIND INCURRED AS A RESULT OF THE USE OF ANY CONTENT POSTED, EMAILED, TRANSMITTED, OR OTHERWISE MADE AVAILABLE VIA THE YOUTUBE WEBSITE. YOUTUBE DOES NOT WARRANT, ENDORSE, GUARANTEE, OR ASSUME RESPONSIBILITY FOR ANY PRODUCT OR SERVICE ADVERTISED OR OFFERED BY A THIRD PARTY THROUGH THE YOUTUBE WEBSITE OR ANY HYPERLINKED WEBSITE OR FEATURED IN ANY BANNER OR OTHER ADVERTISING, AND YOUTUBE WILL NOT BE A PARTY TO OR IN ANY WAY BE RESPONSIBLE FOR MONITORING ANY TRANSACTION BETWEEN YOU AND THIRD-PARTY PROVIDERS OF PRODUCTS OR SERVICES. AS WITH THE PURCHASE OF A PRODUCT OR SERVICE THROUGH ANY MEDIUM OR IN ANY ENVIRONMENT, YOU SHOULD USE YOUR BEST JUDGMENT AND EXERCISE CAUTION WHERE APPROPRIATE.
          • misto scrive:
            Re: google alla diossina
            - Scritto da: Prostata
            si ma ste inserzioni pubblicitarie 1 pagano
            google e non me, non te, non il ragazzo portatore
            di handicap 2 vengono messe su qualcosa che non è
            pubblico ma creato appositamente da google in un
            luogo accessibile al pubblico proprio per
            invogliare qualcuno a metterci sopra
            pubblicità.Quindi ? vuoi dire forse che google e' responsabile e deve andare la' fuori e controllare il contenuto di ogni blog in cui viene messo adsense?
            google ha i mezzi per controllare i video, le
            basterebbe assumere 200 persone che visionino
            solo quellila moderazione centralizzata non scala. Chiedi a quelli di slashdot, o di PI. Inoltre, come stabilisci i criteri di moderazione ? Accetti quelli di una nazione comunista, o fondamentalista islamica ?
            no il web è un mondo in cui confluisce
            dall'esterno di tutto, dai reati penali alle
            associazioni benefiche, dai blog personali al
            commercio elettronico. un mondo a cui puo
            accedere chiunque (pubblico) ma nel quale non
            significa si possa fare ognuno quello che si
            vuole, esattamente come avviene in tutti gli alti
            luoghi definiti pubblici.Al contrario. Nel mondo pubblico puoi fare _tutto_ quello che vuoi, ma poi ne paghi le conseguenze in prima persona se fai qualcosa di illegale. Se questo vale per il mondo reale, non vedo perche' non debba valere per una proiezione digitale del mondo reale. L'analogo che tu proponi e' di chiedere il permesso prima di fare qualsiasi cosa (comprare qualcosa, andare in bagno, andare al lavoro, prendere la macchina, o rubare una banca) e solo in caso di valutata risposta affermativa (da parte di chi? con che criteri?) di avere il permesso di farlo. Difficilmente corrisponde alla definizione di uomo libero...
            e proprio perchè di
            acXXXXX pubblico il web va ancor piu controllato
            e ancor piu
            regolamentato.secondo i criteri di chi ?
            google facesse accedere alle pubblicità (e si
            perche quelle abbiam detto che vende) previa
            registrazione i suoi utenti, facesse firmare un
            disclaimer, che le costerebbe?!il disclaimer c'e', ma la responsabilita' e' sempre individuale, tranne nel caso di minorenni, per i quali e' responsabile anche la patria potesta'. Questo in italia, almeno.
            Se è una spa americana che deve cambiare i
            destini del mondo stiamo messi bene
            :)
            speriamo di riprenderci (cylon)Al contrario, andare nella direzione che proponi sarebbe semplicemente lesivo. Ti suggerisco di leggerti un po' di storia e filosofia, troverai esempi di situazioni analoghe che sono gia' state sperimentate e hanno prodotto preoccupanti risultati. I criteri di liberta' di espressione e di non responsabilita' per azioni di terzi derivano da questo tipo di esperienza.
    • lufo88 scrive:
      Re: google alla diossina
      Errore! Google Video non e' come uno spazio sul corriere!
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Ma qualcuno si chiede ancora...
    ... perché i magistrati italiani sono una massa di ignoranti?Se i PM fossero dotati di un briciolo di cervello avrebbero stracciato (non stralciato, stracciato) il fascicolo contro i responsabili di Google non appena fosse loro giunto sulla scrivania.Se i giudici fossero dotati di un briciolo di cervello avrebbero buttato il fascicolo in faccia al PM con tanti calci nel deretano al PM stesso rifiutandosi di firmare il rinvio a giudizio.Né i PM né i giudici l'hanno fatto. Traetene le ovvie conclusioni.
  • Marco Marcoaldi scrive:
    Dal sito di Vittorio Sgarbi (LEGGETE)
    Riportato testualmente da : http://www.vittoriosgarbi.it/images/docs/termsofuse.pdf"Il materiale e le informazioni fornite da vittoriosgarbi.it sono rese accessibili all'Utente esclusivamente per ilproprio uso personale. Non è consentita, neppure in parte, alcuna forma di scaricamento o downloading sudisco fisso."Chi je lo spiega che un browser per poter visionare un sito debba prima fare il downloading dello stesso su disco fisso ?Ah si ... quasi dimenticavo, ora non potete nemmeno più insultarlo sul Guestbook dato che l'ha definitivamente tolto.Certa gente secondo me il sito web farebbe meglio a non averlo !
    • z f k scrive:
      Re: Dal sito di Vittorio Sgarbi (LEGGETE)
      - Scritto da: Marco Marcoaldi
      Riportato testualmente da :
      http://www.vittoriosgarbi.it/images/docs/termsofus

      "Il materiale e le informazioni fornite da
      vittoriosgarbi.it sono rese accessibili
      all'Utente esclusivamente per
      il
      proprio uso personale. Non è consentita, neppure
      in parte, alcuna forma di scaricamento o
      downloading
      su
      disco fisso."

      Chi je lo spiega che un browser per poter
      visionare un sito debba prima fare il downloading
      dello stesso su disco fisso
      ?Crei un disco ramme e ci fai puntare la cache del browser.Oppure usi un browser che la cache la tiene solo in ramme.Oppure usi una distro live, su una macchina priva di hdd.Piuttosto, qualcuno mi spiega la differenza tra "scaricamento" e "downloading"?Se non posso prelevare niente, neppure in parte, come posso accedervi?Come se su una copertina leggessi "Il materiale e le informazioni fornite da questo libro sono rese accessibili all'Utente esclusivamente per il proprio uso personale. Non è consentita, neppure in parte, alcuna forma di apertura del tomo."Hm. Preferisco "Don't Panic!" :DD
      Ah si ... quasi dimenticavo, ora non potete
      nemmeno più insultarlo sul Guestbook dato che
      l'ha definitivamente
      tolto.*snap*CYA
      • babelzeta scrive:
        Re: Dal sito di Vittorio Sgarbi (LEGGETE)
        anche se lo metti nella ram il contenuto lo devi pur sempre scaricare o "dounlodare" ;)
    • tiziocazio scrive:
      Re: Dal sito di Vittorio Sgarbi (LEGGETE)
      Sì, va bene, ma state pur sempre parlando di Sgarbi, una persona condannata in via definitiva per diffamazione del pool antimafia e truffa ai danni dello Stato. Feccia come lui non dovrebbe neanche esistere.
      • The Winner scrive:
        Re: Dal sito di Vittorio Sgarbi (LEGGETE)
        - Scritto da: tiziocazio
        Sì, va bene, ma state pur sempre parlando di
        Sgarbi, una persona condannata in via definitiva
        per diffamazione del pool antimafia e truffa ai
        danni dello Stato. Feccia come lui non dovrebbe
        neanche
        esistere.Se tanto mi da tanto adesso Sgarbi querelerà PI per aver permesso la frase di cui sopra.Ma se gli danno dell'XXXXXXXXX al telefono chi querela, la talecom?
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Dal sito di Vittorio Sgarbi (LEGGETE)
      contenuto non disponibile
    • pippo75 scrive:
      Re: Dal sito di Vittorio Sgarbi (LEGGETE)

      proprio uso personale. Non è consentita, neppure
      in parte, alcuna forma di scaricamento o
      downloading su disco fisso."o non guardi il suo sito o lo metti su disco non fisso o su chiavetta :)
      Chi je lo spiega che un browser per poter
      visionare un sito debba prima fare il downloading
      dello stesso su disco fisso ?penso che voglia intendere download di materiale non download per chache, poi siamo in italia la legge deve essere interpretata.( quando faranno fare la legge ai matematici sarà sicuramente tardi ).
      Ah si ... quasi dimenticavo, ora non potete
      nemmeno più insultarlo sul Guestbook dato che
      l'ha definitivamente tolto.e devo perdere tempo a fare quello?Ma secondo te lui lo leggeva?
      Certa gente secondo me il sito web farebbe meglio
      a non averlo
      !hai provato ad andare su sito del W3 e validare il sito ?
      • controlli scrive:
        Re: Dal sito di Vittorio Sgarbi (LEGGETE)
        - Scritto da: pippo75
        hai provato ad andare su sito del W3 e validare
        il sito
        ?Ammazza... quasi 600 errori, anche piuttosto grossolani e gravi. Fatto con i piedi.
  • DrEvil scrive:
    Google il postino curioso
    Certo che paragonarsi a Gmail dove ogni contenuto diventa AdSense personalizzato... :D :D
  • Henry scrive:
    Articolo d'apertura, perchè in fondo?
    Non condivido la scelta di PI di relegare questo articolo in fondo quando secondo me andava messo assolutamente come prima risorsa.Quello che sta succedendo oltre che ad essere ridicolo, dovesse mai Google perdere, si creerebbe un precedente giuridico senza precedenti (forse al mondo).Chat, forum, blog e tutto il web 2.0 sarebbe spazzato via in un nano-secondo in Italia.Questo, imho, è un proXXXXX IMPORTANTISSIMO per il nostro futuro, molto più che i decreti da "4 soldi" dei nostri politicanti.
    • Il trattato scrive:
      Re: Articolo d'apertura, perchè in fondo?
      E come pensi che lo "spazzano" in Italia? Non esistono i server stranieri? Non esistono le versioni in altre lingue di suddetti siti? È impossibile per l'Italia oscurare un sito a meno che il server non risieda in Italia. Più che altro a farne le spese saranno gli utonti che non sapranno evitare la censura...
  • nome e cognome scrive:
    l'email è servizio da postino,youtube no
    Google sbaglia difesa in modo lampante.Gmail è un servizio da postino. Se io invio una email diffamantoria, Google non ne è certo responsabile. E' un servizio che permette una comunicazione riservata tra due persone.Youtube no. Non è una comunicazione riservata, ma un servizio che permette la condivisione pubblica dei propri video. E chi permette questa visibilità ha il dovere di accertarsi che venga usato in modo regolare. Se non vuole accollarsi gli oneri (nel senso di costi) di questo onere (nel senso di obbligo) sempicemente non dovrebbe farlo.La legge è uguale per tutti, Youtube e Google inclusi.
    • sgnap sgnap scrive:
      Re: l'email è servizio da postino,youtube no
      - Scritto da: nome e cognome
      Autostrade no. Non sono vie di comunicazione stradali riservate, ma
      un servizio che permette l'uso pubblico
      dei nastri d'asfalto. E chi permette questa
      viabilità ha il dovere di accertarsi che venga
      rispettato il codice della strada. Se non vuole accollarsi
      gli oneri (nel senso di costi) di questo onere
      (nel senso di obbligo) sempicemente non dovrebbe
      fare circolare le automobili.

      La legge è uguale per tutti, Autostrade incluseIl buon senso, questo sconosciuto.
    • franco frattali scrive:
      Re: l'email è servizio da postino,youtube no
      nel senso che se qualcuno attacca un manifesto diffamatorio al muro di casa mia, è come se ce lo avessi attaccato io perché non ho controllato?nel senso che se ho una strada privata aperta al pubblico devo pagare un poliziotto che garantisca l'ordine? non basta mettere la corretta segnaletica?io dico che in italia, come al solito, non ci abbiamo capito un emerito. e tutto quello che sappiamo fare è polemizzare, denunciare, querelare, costituirci parte civile.
      • N.C. scrive:
        Re: l'email è servizio da postino,youtube no
        Infatti ,sono d'accordo con franco... e poi alcune cose che per me possono essere diffamanti, possono non esserlo per te. Quindi io posso rimuoverlo il video se mi dici che ti turba, altrimenti rimane lì finchè non me lo fai togliere ... e solo dopo che qualche autorità decide che è lesivo della tua persona o diffonde informazioni false ...
      • nome e cognome scrive:
        Re: l'email è servizio da postino,youtube no
        Già Patrestov ti ha risposto in modo eccellente alla questione del muro.Io aggiungo una considerazione sulla tua strada privata aperta al pubblico: non basta la segnaletica, bisogna anche farne la manutenzione. Se decidi di non farlo e due che transitano hanno un incidente per questa tua mancanza, si, è colpa tua.- Scritto da: franco frattali
        nel senso che se qualcuno attacca un manifesto
        diffamatorio al muro di casa mia, è come se ce lo
        avessi attaccato io perché non ho
        controllato?

        nel senso che se ho una strada privata aperta al
        pubblico devo pagare un poliziotto che garantisca
        l'ordine? non basta mettere la corretta
        segnaletica?

        io dico che in italia, come al solito, non ci
        abbiamo capito un emerito. e tutto quello che
        sappiamo fare è polemizzare, denunciare,
        querelare, costituirci parte
        civile.
      • senso di nausea scrive:
        Re: l'email è servizio da postino,youtube no
        - Scritto da: patrestov
        nel senso che YouTube è più simile a una
        televisione che a un servizio postale. e come
        tale è responsabile dei contenuti che "trasmette"
        alla massa di utenti.E infatti questa è un'altra anomalia che andrebbe sanata, e non rendendo responsabile YouTube, ma rendendo non responsabile anche la TV. Se una TV non mi piace non la guardo. Se mi diffama non denuncio la TV, ma l'autore del servizio. Se in Italia avessimo un po' meno Sgarbi e un po' più persone forse funzionerebbe così.
  • Sergio scrive:
    paura di cadere nel ridicolo...
    Solo da noi non si ha paura di cadere nel ridicolo. La Corte dei Conti dovrebbe iniziare a chiedere i danni per questo spreco di soldi pubblici.
    • Pax scrive:
      Re: paura di cadere nel ridicolo...
      - Scritto da: Sergio
      Solo da noi non si ha paura di cadere nel
      ridicolo. Capita anche perche' il senso della decenza ormai e' inestente soprattutto nella classe politica.E anche perche' non c'e' mai nessuno (o sono veramente pochi) coloro che hanno il coraggio di far notare al politico di turno che sta dicendo una cavolata o una cosa che si contraddice con quanto detto 2 secondi prima...Figuriamoci... in un paese dove Vespa e' considerato "giornalista", e' ovvio che chiuque possa dire qualsiasi scempiaggine senza paura di minima smentita (e poi basta bollare come politicizzata qualsiai opinione contraria...)
    • Matteo B. scrive:
      Re: paura di cadere nel ridicolo...
      Quoto in pieno
  • Pax scrive:
    Mezzo-colpevole
    Come al solito i nostri cari finti-liberali fanno di tutto per mettere la rete al centro della discussione.Come se fosse colpa della "rete" il contenuto che ne viene diffuso attraverso la rete stessa.Invece di ricercare il colpevole nel contenuto o in chi lo produce, preferiscono puntare il dito verso il "mezzo" per cercare di ottenerne il controllo.La Cina insegna e questi le corrono appresso, pero' effettivamente sono piu' bravi. Cominciano con le campagne mediatiche per far bere al cittadino la loro storiella ("i cittadini lo chiedono...", "lo facciamo per i cittadini" e XXXXXXXXX discorrendo).Sgarbi... quando c'e' da fare caciara e' sempre in prima fila, ormai sembra buono solo per reality insulsi (e insulti).
    • Sandro kensan scrive:
      Re: Mezzo-colpevole
      - Scritto da: Pax
      Come al solito i nostri cari finti-liberali fanno
      di tutto per mettere la rete al centro della
      discussione.
      Come se fosse colpa della "rete" il contenuto che
      ne viene diffuso attraverso la rete
      stessa.
      Invece di ricercare il colpevole nel contenuto o
      in chi lo produce, preferiscono puntare il dito
      verso il "mezzo" per cercare di ottenerne il
      controllo.Concordo e aggiungerei che se il centro destra ci va giù pesante, il centro sinistra lo segue a breve distanza.
      La Cina insegna e questi le corrono appresso,
      pero' effettivamente sono piu' bravi. Cominciano
      con le campagne mediatiche per far bere al
      cittadino la loro storiella ("i cittadini lo
      chiedono...", "lo facciamo per i cittadini" e
      XXXXXXXXX
      discorrendo).Hanno più classe, sanno dare da mangiare il polpettone con nonchalance alla maggioranza degli italiani.
      Sgarbi... quando c'e' da fare caciara e' sempre
      in prima fila, ormai sembra buono solo per
      reality insulsi (e
      insulti).Vabbé, sgarbi fa colore.
  • z f k scrive:
    sgarbi...
    il recordman di assenteismo?quello che in piena notte ha fatto alzare il custode di un museo per bullarsi con una qualche "amica" di turno, che tanto "era quello il suo lavoro"?com'e' possibile diffamarlo? qualunque cosa si dica di lui, probabilmente e' vera... :DCYA
  • FinalCut scrive:
    Sgarbi...
    Sgarbi?... Sgarbi?... ah si! Ora me lo ricordo...[yt]ZjpKObi65cI[/yt]
    • Pax scrive:
      Re: Sgarbi...
      - Scritto da: FinalCut
      Sgarbi?... Sgarbi?... ah si! Ora me lo ricordo...
      Mamma mia... e Sgarbi era parlamentare???Che squallore, va bene solo a fare reality show con insulti e cavolte!Si lamenta e lui e' 100 volte peggio di qualunque cosa si lamenti, davvero non ci sono parole per descrivere un taleLOL... con tutte la diffamazione che fa lui e i reati per cui e' stato riconosciuto colpevole dovrebbe seppellirsi, farebbe un favore all'Italia che finge difendere (mentre la diffama con la sua sola presenza)
      • Samuele scrive:
        Re: Sgarbi...
        E' pure evidente che in italia c'è molta gente che si lamenta al solo scopo di non far scoprire al prossimo per chi ha votato.Quindi quello che abbiamo è cio che abbiamo votato, gli italioti superano di gran lunga le persone dotate di giudizio, e non mi riferisco a nessuno o a nessun schieramento in particolare.
    • misto scrive:
      Re: Sgarbi...
      - Scritto da: FinalCut
      Sgarbi?... Sgarbi?... ah si! Ora me lo ricordo...D'accordo con alcune cose che dice. Non d'accordo su come lo dice. Perche' lo invitano ? E' veramente triste.
      • Pax scrive:
        Re: Sgarbi...
        - Scritto da: misto
        - Scritto da: FinalCut

        Sgarbi?... Sgarbi?... ah si! Ora me lo
        ricordo...

        D'accordo con alcune cose che dice. Non d'accordo
        su come lo dice. Perche' lo invitano ? E'
        veramente
        triste.Sei d'accordo con Sgarbi? :)Io mi preoccuperei.Scherzi a parte e' plausibile che ognuno abbia una opinione diversa su certe cose. A volte i fatti si prestano a diverse interpretazioni.ES: Biagi. PRoporgli un altro programma e' era un modo semplice per torglierli il suo e farlo andare via. Ovvio, formalmente non e' "stato cacciato". Ma nella sostanza l'intento era quello, solo che e' stato fatto in modo furbo.Tecnicamente non e' stato cacciato, praticamente si.Volendo entrambe le versioni hanno un fondo di verita' che possono reclamare. Poi Sgarbi e' inqulificabile: si lamenta di diffamazione e lui e' il primo diffamatore!! :DSgarbi dovrebbe tornare a quel reality... dove litigava con quell'altra... non ricordo
        • Sgabbio scrive:
          Re: Sgarbi...
          La fattoria, con la Mussolini, altra rimba...
        • misto scrive:
          Re: Sgarbi...
          - Scritto da: Pax
          Sei d'accordo con Sgarbi? :)
          Io mi preoccuperei.Non credo che Veronesi sia un XXXXX. Che abbia fatto del bene e' indiscutibile. E sulle basi NATO, anche se non credo sia l'unica ragione, sono ragionevolmente convinto che senza l'intervento americano nella seconda guerra mondiale, l'adesione alla NATO e i piani Marshall, l'italia sarebbe finita molto male. Te lo immagini uno stato comunista con questi politici al potere?
          • maancheno scrive:
            Re: Sgarbi...
            La seconda guerra mondiale è finita oltre mezzo secolo fa. Non è che mi sento grato alla Francia attuale per la campagna d'Italia napoleonica, il tricolore e compagnia. Al massimo potrei essere grato a Napoleone.Interessante come Sgarbi dica "se fosse un Paese civile...", illustrandoci in maniera inequivocabile quale debba essere un esempio di civiltà, nell'esprimersi e nel rapportarsi con gli altri.
          • MegaJock scrive:
            Re: Sgarbi...
            Non è questione di gratitudine ma di praticità. L'Europa non ha forze militari degne di questo nome, senza l'aiuto degli USA non avremmo neppure potuto affrontare la Serbia nel 1999. Te la immagini, la grande UE sbaragliata dalla Serbia senza neppure sparare un colpo? Sarebbe stata la fine della nostra credibilità nel mondo.Ora immagina come saremmo messi contro la Russia. Senza la NATO dovremmo affrontare spese militari maledettamente ingenti per avere una frazione della potenza che dovrebbe essere commisurata alle ambizioni europee, e allora addio benessere (se ne sta già andando alla grande in ogni caso).Non teniamo qui gli Americani per "gratitudine", se volessimo potremmo ritirarci dalla NATO, lo faremmo volentieri pur di non doverci impelagare in Afghanistan dove non abbiamo nessun interesse politico o economico. Però ci restiamo perchè l'alternativa è impensabile.Poi, se hai tu i soldi per dotarci di 4 gruppi portaerei al minimo, fatti avanti.
          • misto scrive:
            Re: Sgarbi...
            - Scritto da: maancheno
            La seconda guerra mondiale è finita oltre mezzo
            secolo fa.ma e' comunque storia recente. Alcuni dei protagonisti sono ancora vivi. Non e' questione di "gratitudine". E' questione di strategia, di visione a lungo termine. L'europa e' un paese molto strano, molto importante strategicamente durante la guerra fredda, ed ora per il medio oriente. Se gli americani non avessero avuto nessun interesse a mantenere il controllo dell'europa dell'ovest, e si fossero fatti i fatti loro al di la' della pozzanghera, la russia si sarebbe espansa, militarmente o politicamente. Dove vi e' riuscita, si sono visti i risultati a lungo termine. Dove non vi e' riuscita, se ne sono visti di altri, non sempre migliori, ma sono la base dei valori politici, economici e umanitari a cui ci appoggiamo oggi.
            Non è che mi sento grato alla Francia
            attuale per la campagna d'Italia napoleonica, il
            tricolore e compagnia. Al massimo potrei essere
            grato a
            Napoleone.In questo caso, sono tutti morti
            Interessante come Sgarbi dica "se fosse un Paese
            civile...", illustrandoci in maniera
            inequivocabile quale debba essere un esempio di
            civiltà, nell'esprimersi e nel rapportarsi con
            gli
            altri.perfettamente d'accordo.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Sgarbi...
            contenuto non disponibile
    • Lazarus scrive:
      Re: Sgarbi...
      lolIn questo video ci sono 10 piccoli disturbi della personalità: chi riesce a trovarli tutti?
      • Pax scrive:
        Re: Sgarbi...
        - Scritto da: Lazarus
        lol

        In questo video ci sono 10 piccoli disturbi della
        personalità: chi riesce a trovarli
        tutti?Non sono piccoli!!! :D
    • z f k scrive:
      Re: Sgarbi...
      - Scritto da: FinalCut
      Sgarbi?... Sgarbi?... ah si! Ora me lo ricordo...Carino il filmato, caso esemplare di politicheria italiana, dove quello che urla di piu' ha piu' ragione. :(E ricordate: se ripetete una cosa un numero sufficiente di volte, non importa se all'inizio era vera o falsa, alla fine vera lo e'. A prescindere.CYA
      • Pax scrive:
        Re: Sgarbi...
        - Scritto da: z f k
        - Scritto da: FinalCut

        Sgarbi?... Sgarbi?... ah si! Ora me lo
        ricordo...

        Carino il filmato, caso esemplare di politicheria
        italiana, dove quello che urla di piu' ha piu'
        ragione.
        :(Chi urla _si illude_ di aver ragione (nel caso di Sgarbi).La politicheria italiana e' pure peggio, purtroppo.Anche perche' dopo il teatrino televisivo, sotto sotto si fanno gli affari propri di comune accordo.(poi ci saranno pure gli onesti, of course)

        E ricordate: se ripetete una cosa un numero
        sufficiente di volte, non importa se all'inizio
        era vera o falsa, alla fine vera lo e'. A
        prescindere.Beh, se lo ripete un "media" abbastanza forte spesso funziona...Ma fino ad un certo punto. Non e' che usciremo dalla crisi solo a sentire chi dice "tranquilli, non e' grave"! o "tranquilli, ci pensiamo noi" :D(nel secondo caso io mi preoccupo di piu! :D )
      • maancheno scrive:
        Re: Sgarbi...
        fossero solo i politici a fare così...
        • Il_vendicat ore scrive:
          Re: Sgarbi...
          Se vuole venire a coltivare la terra, una bella zappa da 10 kg gliela regalo io, e poi vediamo se continua a parlare...
    • -ToM- scrive:
      Re: Sgarbi...
      mi sono fermato ad 1 minuto e 59 secondi.non ce la facevo più.Peggio di lui chi lo invita nelle trasmissioni... sgarbi è come Benigni in senso opposto, ti aspetti che faccia qualcosa di esagerato... con la differenza che Benigni è una persona educata.
      • FinalCut scrive:
        Re: Sgarbi...
        - Scritto da: -ToM-
        mi sono fermato ad 1 minuto e 59 secondi.
        non ce la facevo più.
        Peggio di lui chi lo invita nelle trasmissioni...Sono d'accordo, ma a Santoro avevano teso una trappola, Sgarbi era stato mandato come provocatore e speravano che Santoro o Travaglio reagissero per tagliare dal palinsesto Annozero.su internet se ne è parlato tanto di come sono andate le cose, Sgarbi pare nemmeno lo aspettassero quella sera, ci fu un cambio all'ultimo secondo.(linux)(apple)
Chiudi i commenti