VoIP, spuntano le numerazioni italiane su Skype

Mancano conferme ufficiali, ma pare sia già possibile dotarsi di un numero virtuale a cui rispondere via web come fosse un telefono normale. Nulla di fatto, ancora, per la numerazione nomadica

Roma – Tra le nazioni comprese nel mondo Skype , l’Italia fino ad oggi non ha potuto fruire di tutte le feature offerte dal diffuso sistema VoIP: all’appello è sempre mancato il servizio SkypeIn , che consente ad un utente di ricevere chiamate da un’utenza telefonica tradizionale attraverso un numero virtuale. Questa lacuna ha fatto soffrire molti utenti del Belpaese, ma ecco in questi giorni arrivare la svolta: i numeri telefonici di Skype per i navigatori italiani.

La segnalazione proviene da un articolo di Massimiliano Bucciol che svela due novità importanti: l’introduzione dei numeri “italiani” per ricevere chiamate da SkypeIn e l’attivazione del servizio CLI, ossia la visualizzazione dell’identificativo di chi chiama da un’utenza telefonica convenzionale.

L’introduzione dei numeri SkypeIn per gli utenti dello Stivale non sembra godere ancora di tutti i crismi dell’ufficialità e sul sito di Skype non tutto è ancora pronto per questa novità: in alcune pagine web sono ancora solo 21 i Paesi che offrono questa possibilità, mentre entrando nella gestione del proprio account per acquistare un numero online si scopre che questa possibilità è stata ora estesa anche ad Italia e Corea del Sud.

L’utente intenzionato a dotarsi di un numero SkypeIn potrà sceglierlo a una lista che propone prefissi geografici legati ad alcuni distretti italiani come Milano, Genova, Padova, Venezia, Bologna, Firenze, Roma. Sarà necessario confermare esplicitamente la propria cittadinanza italiana, fornendo obbligatoriamente nome e indirizzo completo, un numero telefonico di telefonia mobile, un indirizzo e-mail e il proprio codice fiscale, e sottoscrivere una sorta di autocertificazione confermando di essere residenti nell’area geografica corrispondente al prefisso scelto.

È una particolarità che – si legge sul sito Skype al momento della sottoscrizione – è dovuta alla legislazione italiana. Un utente nostrano, infatti, poteva già acquistare in precedenza un numero telefonico di un altro Paese pur senza esservi residente, e questa era una eventualità tutt’altro che infrequente. Enrico Noseda, Business Development Director di Skype, in un’ intervista concessa a VoipBlog.it , lo aveva confermato: “I numeri SkypeIn sono già disponibili in Italia: ci sono moltissime aziende che fanno business all’estero e che usano numeri di New York, Londra, Stoccolma, Hong Kong o Bucarest per farsi chiamare da colleghi e business partners al costo di una chiamata locale”.

Il vantaggio di questa soluzione è evidente e risiede nella possibilità, per un utente Skype, di essere reperibile quando è connesso ad Internet – magari attraverso una linea naked , o tramite un hotspot WiFi – anche da utenti che non fruiscono di servizi VoIP, a prescindere dalla località in cui si trova realmente. Qualcuno potrebbe obiettare che in fondo non si tratti ancora di “vero VoIP”, intendendo come tale il servizio legato alla sospirata introduzione dei numeri nomadici in decade 55 che – come rilevato da Assoprovider , attende regolamentazione da oltre due anni: ma è comunque un primo passo in avanti.

In ogni caso, almeno per l’utenza italiana, si tratta di una novità importante. Che ovvialmente non può essere fornita gratuitamente: SkypeIn, già incluso nelle tariffe previste per alcune offerte , sottoscritto come servizio a se stante prevede un costo di 15 Euro più IVA per tre mesi, oppure di 50 euro più IVA all’anno.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • belero fonte scrive:
    crisi
    Su questo sito http://www.ciaomondo.it/ ho letto una notizia piutosto sconcertante riguardo la crisi.
  • Er Puntaro Ubuntaro scrive:
    La crisi, gne gne gne gne gne!
    Hi hi hi, la crisi! :D Non fai a tempo a veder comparire l'immagine sullo schermo della tv appena accesa, che già senti la parola crisi. Stesso discorso per la radio in auto. Tutti hanno in bocca la parola crisi. E' il termine più in voga del momento (a ruota segue facebook). Ma quella che stiamo vivendo ora, è una crisi modaiola. LA CRISI VERA , NON E' ANCORA ARRIVATA! Mi vien da ridere a sentir parlare di crisi mentre si intervistano le persone che dicono "no, al regalo di natale non ci si rinuncia! Natale è natale!" (rotfl)E la chiamano crisi? Coi negozi ancora pieni di gente a sputtanare soldi?Aspettate che cominci il 2009.[yt]DCoOJ3UDIZc[/yt]A quel punto cominceranno i veri problemi! Altro che cambiare il telefonino!
    • orange scrive:
      Re: La crisi, gne gne gne gne gne!
      Ma quale crisi. Ma per favore...Oggi ho visto una bambina che avrà avuto massimo 6 anni con il telefonino... era in gita scolastica e scattava foto con il cellulare. E questa sarebbe la crisi ??E poi scusate, ma la situazione economica odierna di una famiglia tipo, cos'à di diverso da quella di 6 mesi fà ??Non mi pare che siano diminuiti gli stipendi, ne ci siano stati aumenti vertiginosi dei prezzi tali da giustificare una recessione di massa. Comunque ben venga la crisi, se questa è capace di livellare i prezzi verso il basso: un appartamento che prima si vendeva a 100 milioni oggi si vende a 200 mila euro, grazie agli eurofurbastri. Ben venga la crisi, almeno ridiamo valore ai nostri stipendi !
      • roberto scrive:
        Re: La crisi, gne gne gne gne gne!
        daccordissimo, figurati!!! e' l'unica cosa positiva, ridare valore al lavoro rispetto ai parassiti!!!purche pero lo stipendio continuino a dartelo, potrebbero chiudere il posto dove lavori, chiaro il concetto della crisi?
  • gino pino scrive:
    al quinto cellulare
    al quinto cellulare con cui ti limiti ad inviare sms e telefonare lo capisci che non ti serve il cellulare nuovo con l'UFO integrato
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: al quinto cellulare
      - Scritto da: gino pino
      al quinto cellulare con cui ti limiti ad inviare
      sms e telefonare lo capisci che non ti serve il
      cellulare nuovo con l'UFO
      integratoVallo a spiegare ai vari pipparoli Iphone dotati
  • Enjoy with Us scrive:
    Ah ecco dicevo IO!
    Mi sembrava una follia che Nokia potesse sfondare in un mercato competitivo come quello giapponese dove anche l'iphone aveva fatto un buco nell'acqua!
    • .pp scrive:
      Re: Ah ecco dicevo IO!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Mi sembrava una follia che Nokia potesse sfondare
      in un mercato competitivo come quello giapponese
      dove anche l'iphone aveva fatto un buco
      nell'acqua!in realtà è vero il contrario: nokia ha in teoria più possibilità di entrare nel mercato giapponese rispetto ad apple, quindi se fallisce nokia a maggior ragione fallisce apple. e comunque apple non entrerà mai nel mercato giapponese senza supporto per MMS.
    • picchiatello scrive:
      Re: Ah ecco dicevo IO!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Mi sembrava una follia che Nokia potesse sfondare
      in un mercato competitivo come quello giapponese
      dove anche l'iphone aveva fatto un buco
      nell'acqua!io sono rimasto ancora al nokiaovo , ma non mi sembra che in questo periodo brilli per cellulari robusti come un tempo...
      • lellykelly scrive:
        Re: Ah ecco dicevo IO!
        ho un 6150 che dopo essere caduto in un boccale di birra, aver attraversato del fuoco, ed essere caduto in corsa dal finestrino della macchina, va ancora. ha dei "graffi", ma ci telefono.il 6610 che ho preso successivamente come telefono privato, è durato quasi 3 anni e poi si è offeso tanto da dirmi contact service... adesso con l'E50 a parte la supervelocità :) sembra che duri... però la sensazione di massiccio non ci sta più
        • picchiatello scrive:
          Re: Ah ecco dicevo IO!
          - Scritto da: lellykelly
          ho un 6150 che dopo essere caduto in un boccale
          di birra, aver attraversato del fuoco, ed essere
          caduto in corsa dal finestrino della macchina, va
          ancora. ha dei "graffi", ma ci
          telefono.
          il 6610 che ho preso successivamente come
          telefono privato, è durato quasi 3 anni e poi si
          è offeso tanto da dirmi contact service... adesso
          con l'E50 a parte la supervelocità :) sembra che
          duri... però la sensazione di massiccio non ci
          sta
          piùcontinuando nel discorso per me le serie Nxx non hanno lacun senso come cellulare .... per le reti e le .... "mani" italiane almeno.
          • lellykelly scrive:
            Re: Ah ecco dicevo IO!
            allargandolo, in luoghi dove c'è tanta gente in america ci sta la wifi anche in strada, tanto da essere usata dalle autoradio, in questo ambito tutti i cellulari multimediali hanno anche senso di esistere per poter usufruire di questo servizio.in italia appunto questo non accade, quindi si ripiega su tecnologie inferiori e a costi assurdi, quindi decade lo scopo per cui sono stati creati.IMHO
  • Nibiru scrive:
    Era ora
    E' da tempo che mi domando: la gente si lamenta del fatto di non arrivare alla fine del mese e poi cambia il telefonino tutti gli anni.Il consumismo selvaggio è forse finito? Forse la gente sta capendo che il consumismo selvaggio non da qualità di vita?... O)
    • lellykelly scrive:
      Re: Era ora
      nono, la gente non sta capendo niente come prima, se adesso che non ha soldi non li spende in telefoni, non vuol dire che appena ce li ha se li tiene per i momenti di carestia.
      • 0verture scrive:
        Re: Era ora
        Basta pensare al primo eroe (pirla) che ha comprato l'iSaponetta qui in Italia dopo una lunga ed estenuante battaglia a suon di spintoni per non perdere il primo posto in fila a Roma davanti al centro Tim: addetto al call center.Cioè, guadagna una miseria, non ha un posto fisso e si spende tutto in quel coso ? Il vero ritratto dell'itagliano medio.
        • Genoveffo il Terribile scrive:
          Re: Era ora
          - Scritto da: 0verture
          ............i spende tutto in quel coso ?


          Il vero ritratto dell'itagliano medio.E dell'acquirente medio di Iphone.Lo sfruttamento dell'utonto .... t
          • Terminator scrive:
            Re: Era ora
            Ho pensato anche io la stessa cosa! :-D
          • silvio b scrive:
            Re: Era ora


            ............i spende tutto in quel coso ?





            Il vero ritratto dell'itagliano medio.

            E dell'acquirente medio di Iphone.
            Lo sfruttamento dell'utonto .... tNoooooooo, avete svegliato la scimmietta di stiv ;)
          • pippo scrive:
            Re: Era ora

            E dell'acquirente medio di Iphone.
            Lo sfruttamento dell'utonto .... tE finalmente anche loro potranno allevare virus:http://support.apple.com/kb/HT2550 O)
          • lellykelly scrive:
            Re: Era ora
            peccato che servano ai virus del system 9, a quelli di windows e alle macro di office.quando li avrà linux li avrà pure macosx
          • pippo scrive:
            Re: Era ora

            peccato che servano ai virus del system 9, a
            quelli di windows e alle macro di
            office.
            quando li avrà linux li avrà pure macosxChissene... da qualche parte devono pure iniziare :D
          • lellykelly scrive:
            Re: Era ora
            secondo me non è sfruttamento da parte dei produttori ma è solo illudersi di sentirsi realizzai comprando cose che non si ha bisogno, perchè sinceramente, non si può avere bisogno di un iphone.avere bisogno vuol dire che ti serve per viviere.
Chiudi i commenti