Arriverà mai il vero VoIP in Italia?

Assoprovider si chiede dove sia finita la rivoluzione della telefonia digitale, quella che dovrebbe essere scatenata dai numeri telefonici nomadici

Roma – Che fine ha fatto il “vero” VoIP? Se lo chiede Assoprovider che osserva come sia trascorso ormai troppo tempo senza che l’ Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni sia intervenuta con opportuni provvedimenti regolatori sui servizi di telefonia su Internet legati a numeri nomadici.

“Da oltre due anni la regolamentazione del servizio voip nomadico in decade 55 giace presso i tavoli dell’Authority delle Comunicazioni” rileva l’associazione. “La storia si ripete come per il WiFi: quando l’Europa dà indicazioni perché l’accesso ad una tecnologia sia aperto in modo non discriminatorio a tutti i player, l’Italia impiega anni a definire la normativa che ne consenta l’utilizzo”.

“La decade 55 – ricorda Assoprovider – è nata per diventare un vero e proprio numero personale, che possa seguire il cliente indipendentemente dalla locazione geografica del medesimo, ed indipendentemente dal terminale usato sia in Italia o all’estero, quale un computer fisso o un portatile o un cellulare, o tutto ciò che la tecnologia hardware offrirà in futuro”.

Il Consiglio Direttivo dell’associazione, nel ricordare alle istituzioni un aspetto regolatorio che, se dimenticato, contribuisce a frenare l’utilizzo della telefonia su Internet, auspica che si colga l’opportunità “per la creazione di un mercato innovativo e concorrenziale attraverso l’implementazione di protocolli standard ormai consolidati e nativi quali il SIP (Session Initiation Protocol)”.

Assoprovider conclude: “Due anni di ritardo sulla regolamentazione del voip nomadico significano un enorme regalo agli operatori della fonia tradizionale pagato come sempre con i soldi dei consumatori a cui è tolta la possibilità di usufruire di servizi altamente innovativi e concorrenziali nell’attuale panorama della telefonia”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • b4rtman scrive:
    Supporta il VoIP con il 3G ?
    Come da oggetto :D
    • CryO scrive:
      Re: Supporta il VoIP con il 3G ?
      No, sembra supporti il voip solo in wifi, mentre tutti gli altri servizi funzionano in 3g/2g.Sembra propio che quelli di fring abbiano dovuto inserire questa limitazione per far contenta apple e le compagnie telefoniche che vedono il voip sempre come una probabile "fuga" di guadagni.
      • sgurz scrive:
        Re: Supporta il VoIP con il 3G ?
        - Scritto da: CryO
        No, sembra supporti il voip solo in wifi, mentre
        tutti gli altri servizi funzionano in
        3g/2g.
        Sembra propio che quelli di fring abbiano dovuto
        inserire questa limitazione per far contenta
        apple e le compagnie telefoniche che vedono il
        voip sempre come una probabile "fuga" di
        guadagni.sono stati obbligati a inserire la limitazione, tuttavia c'è già una versione patchata che funziona anche su rete 3G/EDGE.
        • CryO scrive:
          Re: Supporta il VoIP con il 3G ?
          Mi sono appena accorto della versione "corretta", la cui esistenza è venuta alla luce propio sul forum di fring dove è ancora visibile il tread.Chi volesse questa versione può semplicemente cercare su google e troverà tutto.Ciao
  • Ahahahahaha scrive:
    Fring
    Nella miglior consuetudine del software per iphone, pare che sia castrato: funziona solo in wifi.Bella roba ....
    • sgurz scrive:
      Re: Fring
      nella migliore consuetudine del software per iphone, puoi sempre sbloccare fring e usarlo in tutta la sua putenza.
Chiudi i commenti