Anche Slack si fa le Storie, ma a modo suo

Il servizio, uno dei più impiegati negli ultimi mesi di smart working, sperimenta una funzionalità dall'ispirazione marcatamente social.
Il servizio, uno dei più impiegati negli ultimi mesi di smart working, sperimenta una funzionalità dall'ispirazione marcatamente social.

Tra le realtà che nell’ultimo periodo hanno maggiormente beneficiato della corsa allo smart working facendo registrare crescita e trimestrali da record c’è anche Slack. Oggi l’azienda ha presentato alcune delle funzionalità che a breve saranno implementate nel servizio. Quella che ha più attirato l’attenzione può in tutto e per tutto essere paragonata alle Storie dei social network, qui però reinterpretate in chiave business.

Novità in arrivo per Slack: ci sono anche le Storie

L’annuncio è giunto in occasione della conferenza Frontiers 2020 organizzata per ovvi motivi in un formato 100% digitale. In realtà il nome attribuito alla caratteristica è diverso: Asynchronous Video. Una modalità di comunicazione visiva asincrona che prende vita sotto forma di brevi filmati da pubblicare all’interno di un canale o da inviare tramite messaggi diretti. Il risultato è quello visibile qui sotto.

A differenza di quanto avviene ad esempio su Instagram e Snapchat qui non ci sono (fortunatamente) filtri o effetti speciali di altro tipo. I contenuti condivisi con questa modalità su Slack non scompariranno nemmeno dopo 24 ore dalla creazione.

Un’altra funzionalità sperimentale presentata oggi dal servizio è stata battezzata Anytime Audio ed è ben spiegata dal video qui sopra: consente di avviare in qualsiasi momento e in modo semplice un meeting esclusivamente audio, privo della componente visiva. È pensata per quei momenti in cui è necessario un rapido confronto con gli altri membri del team, su questioni emerse all’improvviso o che non necessitano l’organizzazione di una riunione vera e propria.

Fonte: Slack
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti