Snowden, soffiata sul Premio Nobel

Nominato fra i candidati al Nobel per la pace, si è guadagnato la nomina per aver combattuto contro le pratiche avallate da un altro premio Nobel per la pace, il Presidente degli Stati Uniti Obama

Roma – Edward Snowden è stato candidato al premio Nobel per la pace : dal momento che il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha avuto l’onore di riceverlo nel 2009, se lo vincesse sarebbe la prima volta che due premi Nobel per la pace si fanno la guerra .

L’ex spia della National Security Agency ( NSA ) è scappato dagli Stati Uniti, dove ora è ricercato per tradimento e furto di contenuti segreti, e si è rifugiato in Russia, da dove periodicamente smista documenti che svelano le operazioni di intelligence e le intercettazioni massive portate avanti dalle spie statunitensi che hanno dato il via allo scandalo conosciuto con il nome Datagate . Snowden ha scoperchiato un vaso di Pandora che ha saputo avviare una profonda riflessione sulle normative in materia di tecnocontrollo e tutela della privacy dei cittadini.

A sostenere la sua candidatura sono due politici norvegesi, i socialisti Baard Vegar Solhjell e Snorre Valen, secondo cui le sue rivelazioni (e il conseguente dibattito) hanno “contribuito ad un ordine mondiale più stabile e pacifico”.

Con motivazioni simili già nel 2011 erano stati candidati al premio Wikileaks e Internet. Alla fine, a decidere chi tra i candidati (la maggior parte dei quali rimane segreta) sarà degno del prestigioso riconoscimento (con premio in denaro) è il Comitato di Oslo che conferisce i Nobel.

Tra l’altro non si tratta dell’unica beffa per l’NSA: mentre il direttore James Clapper cerca di chiedere ai giornali di restituire i documenti divulgati da Snowden, il suo logo è finito ironicamente in fronte ad uno degli uccelli di Angry Birds in seguito ad una attacco informatico subito da Rovio e sicuramente legato alla recente notizia che, attraverso un partner commerciale, fosse sfruttato dall’intelligence per spiarne gli utenti.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sisko212 scrive:
    Posso immaginare
    Che con l'aumento dei servizi cloud, data la fame di energia dei datacenter, e anche, perchè no, dei pc a basso consumo, per gli utenti finali non evoluti, l'architettura ARM, sia una buona risposta, che ovviamente nessuno si vuole far scappare... e una standardizzazione non potrà che fare bene, ed aumentare la concorrenza in un mercato fermo solo sugli x86.
    • i486 scrive:
      Re: Posso immaginare

      un
      mercato fermo solo sugli
      x86.gli x86 che sono CPU complete, migliori e più veloci degli ARM.Di conseguenza consumano di più, ma fanno tutto quello che fanno gli ARM in molto meno tempo. Quindi alla fine dal costo maggiore, ritorna un bel vantaggio non indifferente... specialmente per i datacenter.I datacenter usano solo: Intel x86/AMD64 oppure, più costosi, Intel Xeon. Al momento, gli ARM sono ridicoli in confronto.
      • collione scrive:
        Re: Posso immaginare
        - Scritto da: i486

        un

        mercato fermo solo sugli

        x86.

        gli x86 che sono CPU complete, Complete??? migliori e più
        veloci degli
        ARM.Migliori??? E più veloci che significa? Gli ARM hanno un maggior rapporto prestazioni/watt, ergo sono più efficienti.
        Di conseguenza consumano di più, ma fanno tutto
        quello che fanno gli ARM in molto meno tempo.

        Quindi alla fine dal costo maggiore, ritorna un
        bel vantaggio non indifferente... specialmente
        per i
        datacenter.
        I datacenter usano solo: Intel x86/AMD64 oppure,
        più costosi, Intel Xeon. Al momento, gli ARM sono
        ridicoli in
        confronto.
        • i486 scrive:
          Re: Posso immaginare


          gli x86 che sono CPU complete,
          Complete??? ARM ha un'unità multimediale? ha registri a 512 bits come l'AVX?
          migliori e più

          veloci degli

          ARM.

          Migliori??? Certo, ma non mi aspetto che tutti capiscano.
          E più veloci che significa? Siignifica che (tra le istruzioni più comuni) meglio di un'istruzione per ciclo di clock non si può fare. Cosa che fà l'x86.E ovviamente più istruzioni diverse possono essere fatte contemporaneamente dalle superpipeline in un solo ciclo di clock. Come fai a far di meglio?
          Gli ARM
          hanno un maggior rapporto prestazioni/watt, Si, ma perché confonrti cose che hanno sia gli ARM che l'x86.Se confrontassi ciò che l'x86 ha e che ARM non ha (e quindi che deve fare con più istruzioni) vedi che ARM non è così conveniente.Poi, capisco, che su un gadget (un non-computer) come un Tablet registri a 128, 256 e 512 bit non servono. Il vecchio SSE2 che sul pentium4 nel 2000 introduceva le operazioni su interi a 128bit è, per dire, una di quelle cose che su un telefonino o su un Tablet non servono. Quindi ci metti ARM e sembra tutto fantastico e i consumi sono minori: ma solo perché certe cose non le fai o comunque NON LE PUOI fare con le stesse prestazioni dell'x86...e nel momento in cui vai a farlo ARM consuma di più (sia in watt che in tempo) dell'x86. Nei server, ARM è solo apparentemente migliore. x86 ha per esempio un'estensione con le istruzioni per la crittografia col cifrario AES (che usano solo un paio di cicli di clock). Quindi x86 cifra più velocemente di quanto "anche-solo-teoricamente" può fare ARM. In un server, la crittografia simmetrica viene usata spesso (ad esempio per l'SSL... che usa un misto di cifratura asimmetrica e simmetrica).E' vero che per un server che stà in idle 24/24 ARM può essere migliore, ma se il server fa qualcosa finisce che ti servono 4 ARM per fare quello che facevi con un x86. Tanto vale tenere l'x86 che alla fine costa di meno PERCHÈ è più veloce, cioè tiene più workload di un ARM.I vantaggi di ARM sui server sono solo apparenti. Ma come ti ho detto capisco che sul tablet che deve solo mostrare una pagina HTML possa essere vantaggioso.Se poi in futuro ARM aggiungerà estensioni come quelle che ha l'x86... beh, vedrai che consumerà di più ...e poi tanto vale tenere l'x86 a questo punto senza aspettare.
          ergo
          sono più
          efficienti.No. Ecco, questo è comunque il punto:apparentemente sulle cose che ARM fa, è più efficiente, vero, ma solo perché fa poche cose (e bene). Ma se esci da questo piccolo giardino, vedi che nel mondo reale dove serve di più di uno "SHIFT" e una "SOMMA", allora ARM perde in efficienza. Perché le istruzioni che ha ARM non tengono testa all'x86.
          • collione scrive:
            Re: Posso immaginare
            - Scritto da: i486


            gli x86 che sono CPU complete,

            Complete???

            ARM ha un'unità multimediale? ha registri a 512
            bits come
            l'AVX?
            allora non sai di cosa parliNEON cos'è secondo te? e non sai che i SoC arm non vengono mai prodotti con la sola cpu ARM, ma dentro ci mettono svariati coproXXXXXri e dsp?ripeto, informati meglio prima di scrivere castronerie
          • contrario alla policy scrive:
            Re: Posso immaginare
            Confrontare NEON con l'AVX (rotfl)NEON è negli x86 come l'MMX del 1997 ;)
          • collione scrive:
            Re: Posso immaginare
            eh???? mi sa che parli di qualche altro neonio parlo di questo http://www.arm.com/products/proXXXXXrs/technologies/neon.phpse poi ti riferisci alla dimensione dei registri, allora sappi che 512 bits ti servono per la crittografia e poc'altro, attività per le quali i SoC arm usano coproXXXXXri specifici
          • 2014 scrive:
            Re: Posso immaginare
            - Scritto da: collione
            eh???? mi sa che parli di qualche altro neon

            io parlo di questo
            http://www.arm.com/products/proXXXXXrs/technologie

            se poi ti riferisci alla dimensione dei registri,
            allora sappi che 512 bits ti servono per la
            crittografia e poc'altro, attività per le quali i
            SoC arm usano coproXXXXXri
            specificitutti rigorosamente incompatibili fra di loro...
          • collione scrive:
            Re: Posso immaginare
            E adesso questo che c'entra? E comunque di che parli? Dell'ISA ARM, dei singoli acceleratori o di che altro?Del resto non mi pare che le periferiche sata o pci abbiamo tutte la stessa interfaccia di programmazione.
          • 2014 scrive:
            Re: Posso immaginare
            - Scritto da: collione
            E adesso questo che c'entra? E comunque di che
            parli? Dell'ISA ARM, dei singoli acceleratori o
            di che
            altro?Chiedilo a Torvalds :D
          • collione scrive:
            Re: Posso immaginare
            - Scritto da: 2014
            - Scritto da: collione

            E adesso questo che c'entra? E comunque di
            che

            parli? Dell'ISA ARM, dei singoli
            acceleratori
            o

            di che

            altro?

            Chiedilo a Torvalds :Dno lo chiedo a te, perchè sei tu che hai lanciato il sassoma parlate sempre a vanvera?
          • 2014 scrive:
            Re: Posso immaginare
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: 2014

            - Scritto da: collione


            E adesso questo che c'entra? E comunque
            di

            che


            parli? Dell'ISA ARM, dei singoli

            acceleratori

            o


            di che


            altro?



            Chiedilo a Torvalds :D

            no lo chiedo a te, perchè sei tu che hai lanciato
            il
            sassoLui ha sicuramente un peso maggiore del mio...Chiedi a un motore di ricerca: "linus torvalds arm rant"buona lettura :D
          • collione scrive:
            Re: Posso immaginare
            ma tutto questo non c'entra niente col discorso della potenza dei proXXXXXriTorvalds si è lamentato del fatto che non esista uno standard a livello di SoC, o almeno uno standard a livello dei sistemi di interconnectpci, pci express, isa sono stati e sono gli standard che consentono al sistema operativo di fare almeno il boot senza dover supportare esplicitamente un determinato SoCnon sto qui a negare la mancanza di standardizzazione nel mondo ARM, infatti è di questo che discute l'articolo e della soluzione che ARM ha deciso di adottarema non è che che uno standard implicherà che automagicamente non avremo più driver per gestire le millemila periferiche che esistono sia per pc sia per tutti i dispositivi basati su ARM
          • iRoby scrive:
            Re: Posso immaginare
            Appena ARM sarà standardizzato inizieremo a vederne la diffusione anche nei server e forse molti PC futuri.x86 sta stagnando di brutto...
          • 2014 scrive:
            Re: Posso immaginare
            - Scritto da: iRoby
            Appena ARM sarà standardizzato inizieremo a
            vederne la diffusione anche nei server e forse
            molti PC
            futuri.

            x86 sta stagnando di brutto...continua a sognare...
          • i486 scrive:
            Re: Posso immaginare
            E' vero che su ARM puoi farti installare una parte di proXXXXXre personalizzata. Per alcuni può essere un vantaggio non da poco, ma è comunque un servizio per una minoranza degli utenti business. Intel e AMD non si sono mai interessate a offrire un servizio simile sugli x86. Non perchè sia impossibile, sarebbe fattibile anche su x86, ma evidentemente, almeno dentro l'x86, non valeva la pena di farlo.NEON è sicuramente un SIMD entrylevel, ma è difficile insitere sul fatto che sia equivalente all'x86....
          • collione scrive:
            Re: Posso immaginare
            - Scritto da: i486
            E' vero che su ARM puoi farti installare una
            parte di proXXXXXre personalizzata. Per alcuniehm no, non ci siamo capiti alloranon si tratta di nessuna parte di proXXXXXre personalizzata da installare, ma di progettazione e produzione di Systems On a Chip, ovvero di computer su singolo chip, contenenti uno o più core ARM, svariati coproXXXXXri e acceleratori di terze parti, i quali svolgono le più svariate funzionipuoi benissimo metterci sopra un'unità crittografia che supporta vettori a 2048 bit, così bruci i peli nel naso ad avx di intel
            può essere un vantaggio non da poco, ma è
            comunque un servizio per una minoranza degli
            utenti business. Intel e AMD non si sono mainon direi, perchè gli utenti business pure hanno necessità computazionali significativepoi dipende dal tipo di business a cui ti stai riferendo, perchè una workstation grafica non ha le stesse necessità di un pc d'ufficioi SoC ARM contengono uno o più coproXXXXXri di varia natura, a cominciare dai SoC per smartphone che supportano decodifica video hardware, gpu, dsp per il riconoscimento vocale, ecc...pensa che questa variabilità possa meglio adattarsi a tutte le esigenze, molto meglio di quanto possa fare la rigida architettura x86senza contare che non puoi chiedere ad intel di produrti proXXXXXri custom, aggiungendo questo o quello, e nemmeno amd lo fa ( ovviamente )
            interessate a offrire un servizio simile sugli
            x86. Non perchè sia impossibile, sarebbee infatti è questa inesistente flessibilità uno dei motivi per cui i mercati più dinamici si sono rivolti ad ARM
            fattibile anche su x86, ma evidentemente, almenoe infatti intel lo fa con gli atom e ha cominciato a farlo pure con i core, essendosi accorta che con un core generico + software appropriato non si riesce ad ottenere le stesse performance/watt della concorrenza
            NEON è sicuramente un SIMD entrylevel, ma è
            difficile insitere sul fatto che sia equivalente
            all'x86....non ho parlato di equivalenza in termini di ipc, ma in termini di varietà che l'ecosistema ARM offrein altre parole, non è vero che certe cose sono appannaggio solo di x86, è solo che se non ci sono 10 alu in un core ARM, è solo perchè tali core non sono indirizzati al mercato del computing intensivosono scelte di mercato, non limiti architetturalipiuttosto è facilissimo trovare SoC ARM che offrano acceleratori hardware per funzioni esotiche, mentre nel campo x86 semplicemente tali acceleratori non sono mai stati presi in considerazionecerto, all'utente di pc d'ufficio che gli frega, ma ad un produttore di soluzioni industriali può XXXXXXX eccome
        • bradipao scrive:
          Re: Posso immaginare
          - Scritto da: collione

          migliori e più

          veloci degli ARM.

          Migliori??? E più veloci che significa? Gli ARM
          hanno un maggior rapporto prestazioni/watt, ergo
          sono più efficienti.Dici bene, attualmente il rapporto prestazioni/watt è a favore di ARM, ma ci sono applicazioni in cui questo aspetto è secondario. Ci sono applicazioni in cui conta la prestazione pura. Per esempio dove conta la prestazione-per-cpu gli x86 hanno il vantaggio sugli ARM. E dove invece contano i FLOPS comandano le GPU.Sostanzialmente dipende dall'applicazione. Se il tuo collo di bottiglia prestazionale è la performance di picco e la velocità di risposta, x86 dovrebbe convenire rispetto ad ARM, dove invece hai un carico costante nel tempo potrebbe convenire ARM.Nel campo dei supercomputer questa tendenza è palese: quasi tutte le installazioni usano x86 a parte qualceh PowerBQC, le installazioni TOP come performance hanno acceleratori tipo GPU e sono quelle con la massima perfomance/watt. Esempio il secondo in classifica fa quasi 18 PetaFlop a 2 GigaFlop-per/watt.
          • collione scrive:
            Re: Posso immaginare
            - Scritto da: bradipao
            Ci sono applicazioni in cui conta la prestazione
            pura. Per esempio dove conta laovviamente, ma non che i SoC ARM non possono essere veloci quanto gli x86, piuttosto sono ARM e i suoi partner a non volerli produrre ( perchè a loro interessa il segmento mobile, ovvero quello dei consumi ridotti )alcuni test fatti da anandtech sulle cpu Calxeda, hanno mostrato che raggiungono la potenza degli Xeon ma con consumi pari ad 1/7
            prestazione-per-cpu gli x86 hanno il vantaggio
            sugli ARM. E dove invece contano i FLOPS
            comandano le
            GPU.esatto, hai fatto bene a nominare le gpu, perchè il computing eterogeneo ( amd lo chiama hsa ) creerà un gap ancor più drammatico tra x86 e ARM ( a favore di quest'ultimo )
            Sostanzialmente dipende dall'applicazione. Se il
            tuo collo di bottiglia prestazionale è la
            performance di picco e la velocità di risposta,
            x86 dovrebbe convenire rispetto ad ARM, dove
            invece hai un carico costante nel tempo potrebbe
            convenire
            ARM.
            se confrontiamo gli x86 e gli ARM in commercio, allora sima se confrontiamo le architettura non c'è nessun limite strutturale al potenziamento dei SoC ARMsenza contare che i SoC ARM non affidano mai compiti gravosi alla cpu, ma sfruttano ogni genere di acceleratore hardware concepibile
            Nel campo dei supercomputer questa tendenza è
            palese: quasi tutte le installazioni usano x86 a
            parte qualceh PowerBQC, le installazioni TOP comeovviamente, ma considera che i supercomputer non vanno cambiati ogni giorno, e che ARM ( fino ad oggi ) non si è interessata a nessun altro settore che non fosse embedded o mobileinsomma è il discorso di prima, cioè ARM non ha limiti tecnologici ma limiti di mercato
            performance hanno acceleratori tipo GPU e sono
            quelle con la massima perfomance/watt. Esempio il
            secondo in classifica fa quasi 18 PetaFlop a 2
            GigaFlop-per/watt.appunto, pure lì le gpu la stanno facendo sempre più di padrone, il che rende irrilevante l'uso di x86 al posto di ARM o viceversax86 è stato storicamente utilizzato per costruire supercomputer economici, e ci sono vagonate di software hpc per quest'architettura, software il cui porting verso ARM nemmeno viene considerato
          • i486 scrive:
            Re: Posso immaginare
            dove conta la
            prestazione-per-cpu gli x86 hanno il vantaggio
            sugli ARM. Esatto.Se il
            tuo collo di bottiglia prestazionale è la
            performance di picco e la velocità di risposta,
            x86 dovrebbe convenire rispetto ad ARMEsatto.
            Nel campo dei supercomputer questa tendenza è
            palese: quasi tutte le installazioni usano x86 a
            parte qualceh Infatti, ben detto.ARM sul Tablet, sul telefonino e nella lavatrice. X86 sui computer.
          • collione scrive:
            Re: Posso immaginare
            - Scritto da: i486
            dove conta la

            prestazione-per-cpu gli x86 hanno il
            vantaggio

            sugli ARM.

            Esatto.
            dissento su questo punto, perchè si stanno valutando le soluzioni attualmente sul mercato e non le architettureè noto a tutti gli addetti del settore che ARM ha un rapporto prestazioni/watt superiore ad x86
            Se il

            tuo collo di bottiglia prestazionale è la

            performance di picco e la velocità di
            risposta,

            x86 dovrebbe convenire rispetto ad ARM

            Esatto.
            ma anche qui si stanno confrontando le soluzioni in commercioanandtech fece uno studio di una soluzione calxeda, concludendo che la potenza di picco era pari a quella di uno xeon high-end, ma i consumi erano un settimoecco, questo è il vantaggio di ARM

            Nel campo dei supercomputer questa tendenza è

            palese: quasi tutte le installazioni usano
            x86
            a

            parte qualceh

            Infatti, ben detto.
            ARM sul Tablet, sul telefonino e nella lavatrice.
            X86 sui
            computer.no, non c'è nessuno motivo per cui ARM non possa andare sui computer, tant'è che AMD è pronta a piazzarli sui serverx86 nel settore hpc si è imposta per vari motivi:1. economie di scala unite ad un buon ipc, ovvero alpha, power e compagnia costavano troppo, i relativi produttori hanno fatto pure XXXXXXX commerciali ( la digital è fallita infatti ), gli x86 offrivano una soluzione discretamente potente ( confrontata con i mostri tipo sparc, alpha, power ), a costi contenuti e con una disponibilità pressochè illimitata2. il software andrebbe portato su ARM, ma questo non avverrà finchè qualche azienda non dimostrerà di voler proporre soluzioni ARM ( in quantità, con tutte le garanzie del caso ) al settore hpctanto nei moderni supercomputer, i flops li producono le gpu non certo i core x86giusto a proposito, c'è chi considera ARM per supercomputer e server come una scelta possibile e sensatahttp://on-demand.gputechconf.com/gtc/2013/presentations/S3064-Pedraforca-ARM-GPU-Cluster-HPC.pdfhttp://insidehpc.com/2013/06/21/nvidia-launches-cuda-support-for-arm-server-chips/
          • 2014 scrive:
            Re: Posso immaginare
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: i486

            dove conta la


            prestazione-per-cpu gli x86 hanno il

            vantaggio


            sugli ARM.



            Esatto.



            dissento su questo punto, perchè si stanno
            valutando le soluzioni attualmente sul mercato e
            non le
            architetture

            è noto a tutti gli addetti del settore che ARM ha
            un rapporto prestazioni/watt superiore ad
            x86
            E se lo dici tu...
          • collione scrive:
            Re: Posso immaginare
            - Scritto da: 2014
            - Scritto da: collione

            - Scritto da: i486


            dove conta la



            prestazione-per-cpu gli x86 hanno
            il


            vantaggio



            sugli ARM.





            Esatto.






            dissento su questo punto, perchè si stanno

            valutando le soluzioni attualmente sul
            mercato
            e

            non le

            architetture



            è noto a tutti gli addetti del settore che
            ARM
            ha

            un rapporto prestazioni/watt superiore ad

            x86


            E se lo dici tu...no, lo dicono tutti gli addetti ai lavori ( google is your friend )
Chiudi i commenti