Software e scopo imprenditoriale

di Gerardo Costabile - Software senza licenza in azienda: il tribunale di Bolzano sconfessa la Cassazione? Ecco cosa cambia dopo la pronuncia dei magistrati


Roma – Come spesso accade in questi casi, quando qualche illustre commentatore non affronta con la dovuta serenità da giurista argomenti discussi e discutibili, come quelli sul diritto d’autore, ritroviamo sommate, alle affermazioni di una sentenza come quella di Bolzano sui software illeciti in azienda, cose che riguardano poco i fatti ed il diritto ed invece molto una particolare forma di attacco, nascosto dai soliti condizionali, sui metodi asseritamente illegittimi .
Poi, rileggendo con cura gli articoli e più in generale assistendo all’esercizio dello “ius postulandi” nelle aule di tribunale, gli stessi giuristi appaiono reiterare tali atteggiamenti, quasi mai accompagnati dalle norme che giustificherebbero le asserzioni di illegittimità.

Che la legge sia opinabile in quanto, in alcuni passaggi, eccessivamente “penalistica” non vi è dubbio, specialmente per l’uso personale del software. Uno dei problemi principali è che si tratta di una delle materie che hanno visto penalizzazioni e depenalizzazioni nel tempo con forse troppa semplicità.

Sono infatti condivisibili le affermazioni di chi contesta l’eccessiva sanzione penale ai danni di un cittadino per il solo fatto di detenere copie di programmi per elaboratore senza licenza, equiparandolo a chi, di questa attività, ne fa commercio ai fini illeciti oppure, più semplicemente, risparmia sui costi per la propria attività imprenditoriale.

Ma l’ormai famosa sentenza di Bolzano (n. 145/05 del 31 marzo 2005) ha dichiarato non luogo a procedere, perchè il fatto non costituisce reato , in ordine al comportamento di un Architetto il quale utilizzava alcuni software -secondo l’accusa- non originali, a scopo imprenditoriale e per trarne profitto.

Non mi dilungo sulla prova dell’effettiva non titolarità della licenza sul diritto d’autore e quindi sulla dimostrazione della provenienza illecita del software, in quanto appare paradossalmente condivisibile, in molti passaggi, quanto affermato in seno alla stessa sentenza di Bolzano.

Il passaggio più “forte”, invece, appare a mio modesto avviso quello relativo alla definizione di “scopo imprenditoriale” .

L’imprenditore, come definito dall’art. 2082 del codice civile, è colui che esercita professionalmente una attività economica organizzata al fine della produzione e dello scambio di beni o di servizi. Non è imprenditore il professionista o, per usare il linguaggio del legislatore, il “prestatore d’opera intellettuale” (artt. 2229 e ss. del codice civile), come il medico, il commercialista, l’avvocato, etc. Puo’ darsi, pero’, che l’esercizio della professione costituisca elemento di una attività economica organizzata, come ad esempio un medico che dirige una clinica o uno studio legale con un dominus ed alcuni collaboratori. In questi casi, invece, si potranno qualificare i soggetti come imprenditori, con tutte le conseguenze civilistiche che ne derivano.

L’art. 171 bis della legge sul diritto d’autore non chiama in causa esplicitamente il professionista, mentre indica un più generico “scopo imprenditoriale” , al cui soggetto attivo poter ascrivere le fattispecie penale ivi indicate.

Il Giudice di Bolzano, in questa sentenza, ha perso invece l’occasione per far rilevare quanto affermato da qualcuno sulla non riconducibilità delle fattispecie previste e sanzionate dalla legge sul diritto d’autore per quanto concerne i professionisti. Infatti, il GIP Dott.ssa Burei non sembra aver indicato alcuna distinzione tra “imprenditore” e “professionista” , che sarebbe stata probabilmente più condivisibile. La sentenza, si contro, ha posto l’accento sullo “scopo imprenditoriale” specificando che “non appare corretta l’interpretazione secondo cui basta che un programma sia in uso presso un professionista o una ditta per realizzare il
richiesto “scopo imprenditoriale”. Questa interpretazione è senza dubbio
superficiale perché lo scopo imprenditoriale non è costituto dall’uso del
programma da parte di un imprenditore”
, ma sarebbe tale “l’attività di riproduzione, distribuzione, vendita o commercializzazione, importazione di opere tutelate dal diritto d’autore” .

La pronuncia di Bolzano, quindi, sembra confondere l’attività imprenditoriale in senso lato con le attività connesse al “commercio” delle opere di ingegno, dichiarandosi di fatto in controtendenza rispetto alla Suprema Corte di Cassazione la quale, con la Sentenza 28 giugno – 19 settembre 2001 n 2408 (33896), si è soffermata proprio sulla definizione de qua .

I giudici di Cassazione, con riferimento al 1o comma dell’art. 171 bis della legge 22.4.1941, n. 633, avevano prima posto l’accento sul concetto di “detenzione a scopo commerciale” , per poi commentare la modifica intervenuta con la legge 18.8.2000, n. 248, la quale aveva aggiunto la parola “imprenditoriale”.

Secondo la Suprema Corte, quindi, già il solo “scopo commerciale” sarebbe riconducibile all’imprenditore che utilizza il software senza licenza, in quanto le direttive comunitarie riportavano testualmente la frase “possession for commercial purposes” . Il sostantivo “purpose” , secondo i giudici di legittimità, “viene generalmente tradotto nella nostra lingua come “scopo, fine, intenzione, risultato, effetto, funzione” e la traduzione italiana della direttiva comunitaria riporta il lemma in oggetto con l’espressione “detenzione per scopo commerciale”” .
Come già anticipato, intanto, l’art. 171 bis veniva modificato dall’art. 13 della legge 18.8.2000, n. 248, sia (tra l’altro) con riguardo ad una pena più grave che per la sostituzione della nozione di “detenzione per scopo commerciale” con quella di “detenzione per scopo commerciale o imprenditoriale” .
Secondo la citata Sentenza di Cassazione, quindi, tale innovazione non ampliava la sfera della tutela penale , ma consentiva soltanto un “corretto recepimento della direttiva comunitaria, rivolta ad evitare le questioni di ermeneutica già evidenziate. Il legislatore nazionale, in sostanza, non ha inteso sanzionare ulteriori condotte, ma ha soltanto chiarito la delimitazione dell’ambito della tutela già apprestata dal D.Lgs. n. 518 del 1992.”
La sentenza di Bolzano, quindi, oltre che dichiararsi implicitamente in disaccordo con la Corte di Cassazione, ha interpretato la norma in maniera a mio avviso discutibile, sottovalutando l’evoluzione normativa, anche nell’alveo di una più ampia “economia del diritto d’autore”. I software, infatti, sono dei costi a fecondità ripetuta per molte aziende e molti professionisti e, proprio a causa del loro valore “importante”, riescono addirittura ad influenzare, quando si fa ad esempio la scelta di un software non originale, l’intera economia aziendale e la propria quota di mercato, figlia spesso di prezzi più concorrenziali che non si possono attuare quando i costi sono maggiori.

Non stiamo parlando di privati, di studenti, di casalinghe, ma di professionisti ed aziende che producono reddito e si fanno pagare -giustamente- per i loro servigi a fronte di costi più bassi – in tal caso illeciti -, senza affrontare il fenomeno sotto il profilo della concorrenza sleale, certamente da non sottovalutare.

Gerardo Costabile
Iacis Member
www.costabile.net
Curatore del volume Sicurezza e Privacy: dalla Carta ai Bit

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sk scrive:
    Mossa falsa
    Hanno appena dichiarato di avere utili ben oltre alle previsioni, grazie alla gente che lo usa sempre perchè è un buon prodotto e perche ispira fiducia. Con questa mossa sarà più facile perdere utenti. Attendo Google, ci stai per cascare anche tu. Vedremo come andranno gli affari prossimamente. ;-)
  • Anonimo scrive:
    http://www.google-watch.org/
    http://www.google-watch.org/http://www.google-watch.org/http://www.google-watch.org/grr
    • Mazinga@ scrive:
      Re: http://www.google-watch.org/
      - Scritto da: Anonimo
      http://www.google-watch.org/
      http://www.google-watch.org/
      http://www.google-watch.org/

      grrComoda la funzione 100 risultati e niente pubblicita'... ;) ma bisogna tenere anche conto che google campa di quello; se inventassero una trasmissione televisiva che oscurasse gli spot pubblicitari non sarebbe corretto e gli inserzionisti cambierebbero media...
  • Mazinga@ scrive:
    I pay-per-click
    Io sono sempre stato del parere che i pay-per-click sono 1 sòla x i siti che campano di pubblicita' e un grandissimo vantaggio x gli inserzionisti, quindi su quell'aspetto io ritengo che google abbia fatto bene ad andare x impressions (o anche se fosse andata a tempo...).Magari il click sul link potrebbe essere adoperato x le statistiche...Il fatto che metta immagini animate pero' non mi garba x niente... a me danno un gran fastidio. Le uniche che sopporto sono quelle a ciclo unico (cioe' che non si ripetono all'infinito).
  • Anonimo scrive:
    Eliminare AdWord e AdSense
    Come da titolo del thread ... potreste gentilmente consigliarmi un software (meglio se free) per toglierli ? Mi danno troppo ma troppo fastidio durante la mia navigazione con Firefox !!!Grazie in anticipo
    • Anonimo scrive:
      Re: Eliminare AdWord e AdSense
      - Scritto da: Anonimo
      Come da titolo del thread ... potreste
      gentilmente consigliarmi un software (meglio se
      free) per toglierli ? Mi danno troppo ma troppo
      fastidio durante la mia navigazione con Firefox
      !!!Se ti danno fastidio i banner naviga su siti no-profit no?
      • Anonimo scrive:
        Re: Eliminare AdWord e AdSense
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Come da titolo del thread ... potreste

        gentilmente consigliarmi un software (meglio se

        free) per toglierli ? Mi danno troppo ma troppo

        fastidio durante la mia navigazione con Firefox

        !!!

        Se ti danno fastidio i banner naviga su siti
        no-profit no?Lascia perdere, qui tutti credono di avere il diritto di scroccare la banda altrui.
        • Anonimo scrive:
          Re: Eliminare AdWord e AdSense
          In realtà è anche PI che "ama" dare con toni sensazionalistici notizie tutto sommato lineari. Google cambia le regole per i suoi inserzionisti, per un semplice navigatore non cambia nulla: a questo punto viene da chiedersi perchè prendersela con google o gridare allo scandalo per una cosa del tutto ridicola.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eliminare AdWord e AdSense
            - Scritto da: Anonimo
            In realtà è anche PI che "ama" dare con toni
            sensazionalistici notizie tutto sommato lineari.
            Google cambia le regole per i suoi inserzionisti,
            per un semplice navigatore non cambia nulla: a
            questo punto viene da chiedersi perchè
            prendersela con google o gridare allo scandalo
            per una cosa del tutto ridicola.Mah leggendo l'articolo non mi e' sembrato proprio che si gridasse allo scandalo. Semmai e' una grossa novita' e spero da webmaster che non ci siano ripercussioni...
          • Anonimo scrive:
            Re: Eliminare AdWord e AdSense
            -
            .Semmai e'
            una grossa novita' e spero da webmaster che non
            ci siano ripercussioni...Beh diciamo che il sistema dovrebbe mostrare l'annuncio con più alto CPM o che sia a impressione o a clic sarà mostrato quello che fa guadagnare di più. Più interessante è il sistema di asta che si creerà e porterà a gare tra gli inserzionisti per apparire.Ciao
          • Anonimo scrive:
            basta installare AdBlock
            Firefox ha gia' disponibile una plugin chiamata "AdBlock" per bloccare a piacere immagini e contenuti, secondo regole impostabili dall'utente. Cosa serve di piu'?
          • bacarozz83 scrive:
            Re: basta installare AdBlock
            a me interesserebbe sapere come bloccare chi blocca adsense, cosi non lo faccio navigare nei miei siti :-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@
          • Anonimo scrive:
            Re: basta installare AdBlock
            - Scritto da: bacarozz83
            a me interesserebbe sapere come bloccare chi
            blocca adsense, cosi non lo faccio navigare nei
            miei siti
            :-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-AdSense usa script e quindi dovresti mostrare un avviso di abilitazione per script e fino a quando non vengono abilitati mostrare sempre l'annuncio. Similmente a come avviene con i cookieCiao
          • Anonimo scrive:
            Re: basta installare AdBlock
            - Scritto da: bacarozz83
            a me interesserebbe sapere come bloccare chi
            blocca adsense, cosi non lo faccio navigare nei
            miei siti
            :-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-@:-Puppa
    • Anonimo scrive:
      Re: Eliminare AdWord e AdSense
      - Scritto da: Anonimo
      Come da titolo del thread ... potreste
      gentilmente consigliarmi un software (meglio se
      free) per toglierli ? Mi danno troppo ma troppo
      fastidio durante la mia navigazione con Firefox
      !!!
      Grazie in anticipoUsa questo foglio di stilehttp://www.mozilla.org/support/firefox/adblock
    • Anonimo scrive:
      Re: Eliminare AdWord e AdSense
      - Scritto da: Anonimo
      Come da titolo del thread ... potreste
      gentilmente consigliarmi un software (meglio se
      free) per toglierli ? Mi danno troppo ma troppo
      fastidio durante la mia navigazione con Firefox
      !!!
      Grazie in anticipousa il file hosts, mettici l'host da cui vengono scaricati i js di adsense e fallo puntare a 0.0.0.0
  • Anonimo scrive:
    Tradimento
    Chi pensava a Google come a questo ente benefico che fa del bene ci dovra' ripensare.. Google fa quello che fa per tirar su piu' soldi possibili, che poi questo significhi far girare pubblicita' a casaccio a chi importa? Si occupassero del motore che ormai suonerie e porno la fanno da padrone....
    • Anonimo scrive:
      Re: Tradimento
      - Scritto da: Anonimo
      Chi pensava a Google come a questo ente benefico
      che fa del bene ci dovra' ripensare.. Google fa
      quello che fa per tirar su piu' soldi possibili,
      che poi questo significhi far girare pubblicita'
      a casaccio a chi importa? Si occupassero del
      motore che ormai suonerie e porno la fanno da
      padrone....Ma perchè tu hai veramente pensato che google è un ente benefico?? hahahahah. Google è come tutte le altre aziende il cui scopo è fare soldi, ma con un occhio di rigurdo per i consumatori. Per quanto riguarda suonerie e porno da quando hanno aggiornato il motore io non li vedo più. Vatti a vedere l'aritcolo di PI di qualche giorno fa (fatti una ricerca).Max
      • Anonimo scrive:
        Re: Tradimento
        Tradimento? Ma tu mangi? Lo paghi l'affitto? Anche loro. Quindi cosa vuoi? Che ti regalino un servizio a te che non fai altro che criticare quello che fanno gli altri?Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Tradimento
          Nessun tradimento. Grazie a Google e ad ADSense ho potuto smettere di cercare clienti inserzionisti pubblicitari e focalizzarmi sul mio sito. Rendendolo più usabile, promuovendolo di più, aggiornandolo più efficacemente. Grazie ad ADWords riesco a pubblicizzare ogni sito che faccio. Spendo una lira su ADWords e, se il sito che ho realizzato è valido, la raddoppio. Non dovendomi preoccupare di cercare investimenti pubblicitari ho comunque molte più probabilità di realizzare siti redditizi.Io credo che Google abbia rivoluzionato Internet migliorandola, sotto qualsiasi punto di vista.Google vende un clic a partire da 5 centesimi. Chi vuole più promozione o più visitatori pagherà di più. Non lo farà certo per far beneficenza al motore nè si può imputare a Google una colpa se cerca di guadagnare di più. Dopo lo scandaloso periodo dei loghi e suonerie Google è una ventata di aria pura.Certo, il settore lo sta monopolizzando. Ma Yahoo e MSN gli sono in coda, anche se ancora troppo distaccati.L'unico neo che vedo è che sono tutti americani. Possibile che nessuno in Europa o in Italia ha capito dove tira il vento ???
          • Anonimo scrive:
            Re: Tradimento
            "L'unico neo che vedo è che sono tutti americani. Possibile che nessuno in Europa o in Italia ha capito dove tira il vento ???"No, i nostri cari informatici stanno tutto il giorno su punto informatico a piangere invece di fare qualcosa di produttivo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Tradimento

            Non dovendomi preoccupare di cercare investimenti
            pubblicitari ho comunque molte più probabilità di
            realizzare siti redditizi.Riesci davvero a guadagnare con adsense/adwords?Di che settore ti occupi?Quanti visitatori unici gestisci al giorno?
  • Anonimo scrive:
    via ho capito.....
    Datamining a tutta pala! 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: via ho capito.....
      - Scritto da: Anonimo
      Datamining a tutta pala! 8)La pala usala per scavare
      • Anonimo scrive:
        Re: via ho capito.....
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        Datamining a tutta pala! 8)

        La pala usala per scavare...l'arguzia... che bella qualitàce ne fosse di più...
Chiudi i commenti