Solve for Tomorrow: le premiazioni Samsung a Didacta 2022

Solve for Tomorrow: le premiazioni Samsung a Didacta 2022

All'interno di Didacta 2020 si è svolto Solve for Tomorrow, con il quale Samsung ha catturato riflessioni per sviluppare l'ecosistema digitale.
All'interno di Didacta 2020 si è svolto Solve for Tomorrow, con il quale Samsung ha catturato riflessioni per sviluppare l'ecosistema digitale.

Seminare, crescere, progettare: tre aspetti che fanno riferimento a tre fasi della nostra vita e che a Didacta 2022 sono state fatte corrispondere da Samsung a tre fasce d’età con peculiarità, programmi e aspettative differenti. Per tutte e tre, però, un obiettivo comune: “Solve fot Tomorrow“, applicando i servizi digitali per migliorare il futuro.

Samsung Solve for Tomorrow è un progetto che rientra a pieno titolo nella vision di Corporate Social Responsibility di Samsung “Together for Tomorrow! Enabling People”. Offrendo momenti di formazione a vari livelli, Samsung è al fianco di studenti, insegnanti, universitari per aiutarli ad acquisire le competenze fondamentali legate al mondo dell’innovazione e del digitale, per favorire lo sviluppo di soft skill e l’inserimento nel mondo del lavoro e per permettere agli innovatori di domani di raggiungere il loro pieno potenziale e diventare i nuovi leader che guideranno i processi di evoluzione positiva in ambito sociale.

Solve for Tomorrow

Proprio a Didacta 2022 sono stati annunciati i vincitori del contest lanciato dal gruppo, iniziativa pensata per imporre una riflessione sull’importanza della tecnologia nei metodi e nelle pratiche di apprendimento per le nuove generazioni:

Studenti e docenti hanno avuto accesso gratuito a contenuti educativi online sul tema della cittadinanza digitale, con l’obiettivo di offrire alle nuove generazioni l’opportunità di acquisire senso critico e crescere responsabili, nel rispetto delle norme comportamentali all’interno dell’ecosistema digitale, e in grado di valutare accuratamente le molteplici informazioni proposte dalla rete. Lo scopo è rendere le nuove generazioni capaci di utilizzare i servizi digitali sia per la propria crescita personale sia a beneficio della società, tutelando al contempo la propria privacy e il proprio benessere fisico, psicologico e relazionale. Dopo una prima parte teorica, le classi hanno sviluppato un progetto sull’educazione civica digitale, mettendo così in pratica quanto appreso, e acquisendo allo stesso tempo principi e norme che regolano la realtà digitale.

Senso critico, consapevolezza, responsabilità: ingredienti essenziali per poter vivere all’interno di un ecosistema digitale le cui regole sono in riscrittura, le cui prassi sono in definizione e nelle cui dinamiche spesso è facile perdersi con gravi effetti collaterali sulla socialità e sulle capacità di esprimere appieno il proprio potenziale.

Negli ultimi anni il digitale ha assunto una rilevanza sempre maggiore nelle nostre vite: dalle comunicazioni all’intrattenimento, dall’informazione allo studio, dai pagamenti ai nuovi servizi. Questa pervasività del digitale deve essere accompagnata da una conoscenza sempre più approfondita, nel nome della consapevolezza, della sicurezza e del suo pieno utilizzo, soprattutto tra i giovani, di tutte le età. Il digitale deve essere uno strumento che i nostri ragazzi possano sfruttare per cogliere nuove opportunità e farsi promotori di un cambiamento positivo nel mondo. Con Solve for Tomorrow abbiamo messo a disposizione le nostre competenze e la nostra esperienza per aiutare i docenti delle scuole italiane a promuovere una cultura digitale, insegnando ai ragazzi come utilizzare i nuovi strumenti con consapevolezza

Anastasia Buda, Corporate Citizenship & Internal Communication  Manager di Samsung Electronics Italia.

Mentre la categoria “Progettare” vede ancora in corso il contest, Samsung ha già annunciato i vincitori delle altre due categorie:

  • Seminare –  classe 3D dell’Istituto Angelo Maria Ricci di Rieti
    La classe ha elaborato un nuovo capitolo della storia «Ettore e il Labirinto del Vegotauro» dal titolo «Il ricettario delle nonne». Il protagonista Ettore trasferisce le conoscenze sul digitale acquisite a scuola alla vita quotidiana: per salvare il ricettario della bisnonna finito per sbaglio nel camino, Ettore insegna alla nonna a scrivere le sue squisite ricette in formato digitale e a pubblicarle su Instagram. I compagni di scuola supportano Ettore attraverso un gruppo Whatsapp per scambiare idee e ricette di altre nonne. La narrazione ideata insegna come il web, se utilizzato correttamente e con il giusto controllo degli adulti, rappresenti un valido strumento di condivisione in grado di unire generazioni differenti“;
  • Crescere – Classe 2G, Istituto Comprensivo Modugno – Moro di Barletta
    L’idea creativa parte dall’esperienza concreta dei ragazzi, i quali, durante la pandemia avevano notato un peggioramento del loro profitto, non avendo potuto incontrarsi e andare a scuola regolarmente. Il loro progetto ambisce a ridurre progressivamente, durante la settimana, il tempo trascorso davanti a uno schermo, valorizzando di più il tempo trascorso offline. “Accumulando” minuti risparmiati sullo schermo, a fine settimana gli studenti raggiungono il traguardo della disconnessione, raggiungendo così il giusto equilibrio tra dimensione offline e realtà virtuale“.

Per le classi vincitrici Samsung ha messo a disposizione prezioso materiale per l’insegnamento e l’apprendimento, portando strumenti come la LIM Samsung FLIP 65″ nelle classi che hanno sviluppato i migliori progetti.

Didacta 2022 proseguirà fino al 22 maggio, concentrando gli sforzi del mondo della formazione per una trasformazione che vede il digitale inestricabilmente al centro del villaggio. Samsung, brand che ha più di un asset da mettere a disposizione per questa storica traslazione, mette in campo la propria esperienza per leggere nel migliore dei modi questa fase di passaggio e farne così pulsione evolutiva di mercato.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 20 mag 2022
Link copiato negli appunti