Sony e Panasonic spingono sui player 3D

Sulla scia del successo di Avatar, i due giganti giapponesi hanno annunciato i loro primi player a supportare i film Blu-ray stereoscopici
Sulla scia del successo di Avatar, i due giganti giapponesi hanno annunciato i loro primi player a supportare i film Blu-ray stereoscopici

Due fra i massimi giganti giapponesi dell’elettronica consumer, Sony e Panasonic, nei giorni scorsi hanno annunciato l’introduzione di player e aggiornamenti al firmware capaci di supportare il 3D o, per essere più precisi, i film in stereoscopia.

Gli annunci delle due aziende arrivano dopo che tutti i pezzi del mosaico 3D sono andati al loro posto: negli scorsi mesi gli standard HDMI e Blu-ray sono stati aggiornati per supportare la stereoscopia, e un po’ tutti i principali produttori di televisori digitali hanno lanciato o annunciato modelli capaci di supportare il 3D. A dare poi una forte spinta a questa tecnologia è stata la seducente favola cinematografica di James Cameron, Avatar , che ha definitivamente convinto l’industria del settore ad investire nel cinema 3D.

Panasonic ha in piano il lancio di due modelli di televisori al plasma 3D, provvisti di occhiali 3D Eyewear, e di un player Blu-ray 3D, il DMP-BDT900 , che verrà venduto in Giappone al prezzo di 130mila yen (circa 1065 euro).

Sony ha invece annunciato che il suo nuovo player Blu-ray BDP-S470, insieme ai precedenti BDP-S570, BDV-E770W e BDV-E570, questa estate potrà beneficiare di un aggiornamento al firmware che gli consentirà di riprodurre i film 3D. L’aspetto più interessante è che alcuni di questi player hanno un prezzo molto abbordabile, il più basso dei quali è di circa 150 euro.

Lo scorso dicembre il colosso ha rivelato l’intenzione di rilasciare un firmware con supporto ai Blu-ray stereoscopici anche per la PlayStation 3.

Alessandro Del Rosso

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti