Sorveglianza sul lavoro, nodi da sciogliere

di F.Sarzana di S.Ippolito (www.lidis.it) - Lo Statuto dei lavoratori prevale sulla disciplina della privacy, ma il Garante privacy ha facoltà di regolamentare in via generale i profili relativi alla posta elettronica del dipendente

Roma – Quella emessa negli scorsi mesi dal tribunale di Roma, e pubblicata solo di recente, è un’importante sentenza sui poteri di controllo del datore di lavoro in tema di posta elettronica e uso di Internet e sui poteri generali del Garante Privacy sulla materia del trattamento dei dati personali. La vicenda si riferisce ad una ipotesi nella quale una società, per sostenere le proprie ragioni e il proprio comportamento difforme rispetto a quanto previsto dal Garante Privacy e dallo Statuto dei lavoratori in materia di controlli a distanza del lavoratore, negava efficacia generale al provvedimento del garante privacy sulla posta elettronica ed Internet del marzo 2007, con il quale si stabiliscono alcuni principi a tutela del datore di lavoro ma anche a tutela della segretezza della corrispondenza del lavoratore.

In particolare la società aveva affermato nei propri scritti difensivi che i singoli datori di lavoro non fossero obbligati a seguire le regole prescritte dal Garante privacy, che varrebbero solo nei casi concreti in cui vi siano segnalazioni portate all’attenzione dello stesso garante e non in tutti gli altri casi.

Inoltre si negava che nel caso concreto si applicasse agli strumenti di controllo a distanza del lavoratore la disciplina dell’art 4 dello statuto dei lavoratori, che impone “È vietato l’uso di impianti audiovisivi e di altre apparecchiature per finalità di controllo a distanza dell’attività dei lavoratori ” (c. 1°). ” Gli impianti e le apparecchiatura di controllo che siano richiesti da esigenze organizzative e produttive ovvero dalla sicurezza del lavoro, ma dai quali derivi anche la possibilità di controllo a distanza dell’attività dei lavoratori, possono essere installati soltanto previo accordo con le rappresentanze sindacali aziendali (…) In difetto di accordo, su istanza del datore di lavoro, provvede l’Ispettorato del lavoro, dettando, ove occorra, le modalità per l’uso di tali impianti ” (c. 2°).

Orbene, pur non essendo infrequente che ci si imbatta, non solo in Tribunale, in controversie sull’uso degli strumenti Internet e della posta elettronica da parte del dipendente e sui poteri da parte del datore di lavoro, sia nei casi di licenziamenti che in quelli nei quali ci sia da effettuare una contestazione disciplinare, ovvero anche nel caso di commissione di illeciti (o peggio di reati) da parte dei lavoratori e del relativo potere di controllo difensivo da parte del datore di lavoro, l’intervento del tribunale di Roma risulta essere il primo in cui si stabiliscono in maniera del tutto chiara i confini tra diritto ai controlli del datore di lavoro, l’ambito di applicazione della legge sulla privacy e l’ applicazione dell’art 4 dello statuto dei lavoratori.

Molto spesso infatti i confini tra i poteri di controllo del datore di lavoro sugli strumenti aziendali e le correlative facoltà del lavoratore sono poco chiare al punto di generare confusioni molto evidenti sul diritto all’uso da parte del lavoratore ad esempio dei social network o sull’uso di strumenti peer to peer anche sul luogo di lavoro nonché sull’uso della posta elettronica, anche personale, sul luogo di lavoro.

Il Garante Privacy, come si è detto, ha provato nel corso degli anni a mettere ordine in questo “mare magnum” di situazioni approvando in particolare un provvedimento generale il 1 marzo del 2007, denominato appunto “Lavoro: le linee guida del Garante per posta elettronica e Internet”. Un provvedimento già ampiamente commentato in rete, che opera un bilanciamento tra il diritto del lavoratore a non veder violata la propria corrispondenza e la propria sfera personale con mezzi insidiosi quali quelli elettronici e dall’altro il potere di controllo e sanzionatorio del datore di lavoro.

Proprio questo provvedimento, che sembrava oramai diventato quasi un decalogo in questi ultimi anni, ma che di fatto non ha risolto tutti i casi nei quali si dibatte su cosa può essere controllato e che tipo di controlli possano essere effettuati sugli strumenti informatici del lavoratore, è stato oggetto, a seconda del soggetto che lo impugnava, di contestazioni più o meno evidenti in tribunale, che sono sfociate nella richiesta da parte di una società di disapplicare la norma.

La disapplicazione da parte del Giudice deriverebbe dalla circostanza che le aziende non possono essere chiamate a rispettare provvedimenti che scaturiscono da casi concreti in materia di posta elettronica e di Internet che non li hanno visti come protagonisti o ai quali non abbiano partecipato formulando osservazioni e di conseguenza che una azienda non possa essere obbligata a rispettare quello che tale provvedimento prescrive.

Il Tribunale di Roma ribadisce invece come da un lato lo Statuto dei lavoratori sia da considerare una norma speciale, in particolar modo per quanto attiene all’obbligo da parte del datore di lavoro di concordare con le rappresentanze sindacali l’installazione di strumenti atti a controllare a distanza il lavoratore, dall’altro che tale Statuto prevalga anche sulla disciplina generale dettata dalla legge sulla privacy nonché che il Garante Privacy abbia pieno potere di stabilire provvedimenti generali nelle materie attinenti la privacy, e quindi anche nel settore della posta elettronica e di Internet del lavoratore, con la conseguenza che anche se non sollecitati con una segnalazione specifica, i provvedimenti del Garante si applicano poi a tutti.

Sarà un po’ più difficile da oggi controllare la navigazione, o ancor peggio la posta elettronica del lavoratore, e sostenere che tale attività non sia idonea a violare lo Statuto dei lavoratori o che il Garante Privacy non abbia poteri generali (anche) nel delicato tema dei controlli elettronici sul lavoratore.

Fulvio Sarzana di S.Ippolito
www.lidis.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Daniele Cusumano scrive:
    e poi..
    Criticano le policy della apple per essere così "chiusi"..
  • Imp3 scrive:
    Auto-distruzione del dispositivo?
    Ma come fa un dispositivo ad autodistruggersi via software? Secondo me è una panzana galattica!
    • FU Pi scrive:
      Re: Auto-distruzione del dispositivo?
      Di solito è possibile;per esempio si potrebbero riconfigurare gli input delle linee di ingresso come output e creare un conflitto HW...
      • HappyCactus scrive:
        Re: Auto-distruzione del dispositivo?
        - Scritto da: FU Pi
        Di solito è possibile;
        per esempio si potrebbero riconfigurare gli input
        delle linee di ingresso come output e creare un
        conflitto
        HW...Che non porterebbe a nulla, oggi (a meno di non connettere quelle linee a C4).
    • HappyCactus scrive:
      Re: Auto-distruzione del dispositivo?
      - Scritto da: Imp3
      Ma come fa un dispositivo ad autodistruggersi via
      software? Secondo me è una panzana
      galattica!Basterebbe riprogrammare/azzerare la flash contenente il firmware di base, come fa per esempio l'autoupdate.
      • DarkOne scrive:
        Re: Auto-distruzione del dispositivo?
        - Scritto da: HappyCactus
        - Scritto da: Imp3

        Ma come fa un dispositivo ad autodistruggersi
        via

        software? Secondo me è una panzana

        galattica!

        Basterebbe riprogrammare/azzerare la flash
        contenente il firmware di base, come fa per
        esempio
        l'autoupdate.Dubito che le applicazioni abbiano questi permessi.
        • HappyCactus scrive:
          Re: Auto-distruzione del dispositivo?
          - Scritto da: DarkOne

          Basterebbe riprogrammare/azzerare la flash

          contenente il firmware di base, come fa per

          esempio

          l'autoupdate.

          Dubito che le applicazioni abbiano questi
          permessi.Perché? l'update è una normale applicazione. Poi, chiaro, bisogna andare a valutare caso per caso, ma in linea di principio non v'è alcun motivo per escludere che ciò sia possibile.
          • Imp3 scrive:
            Re: Auto-distruzione del dispositivo?
            Per me è cmq scritto male: se per auto-distruzione si intende l'inoperabilità del telefono, allora ci posso stare.Se vuol dire che ti esplode in mano siamo alla fantascienza.
          • HappyCactus scrive:
            Re: Auto-distruzione del dispositivo?
            - Scritto da: Imp3
            Per me è cmq scritto male: se per
            auto-distruzione si intende l'inoperabilità del
            telefono, allora ci posso
            stare.
            Se vuol dire che ti esplode in mano siamo alla
            fantascienza.Non è proprio un termine azzeccato. Anche l'esplosione della batteria al litio non porterebbe comunque l'annichilamento del dispositivo... Ma si sa come sono i giornalisti...
  • DarkOne scrive:
    Re: Colla vs cacciavite
    - Scritto da: Francesco
    Solo che AS/400 è rimasto li ed ora è roba da
    museo, mentre con i PC oggi si fanno cose che i
    vecchi sistemisti AS/400 faticano a
    comprendere.
    Sei molto ignorante, ma veramente molto.AS400 è ancora usatissimo. Sarà pure preistorico ma ci sono applicativi che ci girano da decine d'anni senza problemi e senza crash.
    • Nicola scrive:
      Re: Colla vs cacciavite

      Sei molto ignorante, ma veramente molto.
      AS400 è ancora usatissimo. Sarà pure preistorico ma ci sono applicativi
      che ci girano da decine d'anni senza problemi e senza crash.Il che non toglie che sia un pezzo da museo, e che ci siano alternative con rapporto prezzo/prestazioni/flessibilita moooooolto migliori. Lavoro in una ditta che usa AS400 per il database clienti e PostGre per gli applicativi VoIP. AS400 richiede una quantita' di risorse allucinante per funzionare, e i suoi sistemisti sono fermi all'anno 1000....
      • xxx scrive:
        Re: Colla vs cacciavite
        veramente, specie in Italia, è un sistema che ha praticaemnte ogni azienda di un certo livello...
    • sadness with you scrive:
      Re: Colla vs cacciavite
      - Scritto da: DarkOne

      Solo che AS/400 è rimasto li ed ora è roba da

      museo, mentre con i PC oggi si fanno cose che i

      vecchi sistemisti AS/400 faticano a

      comprendere.



      Sei molto ignorante, ma veramente molto.
      AS400 è ancora usatissimo.certo... c'è anche chi gira con auto di 30 anni fa, se è per questo...
      Sarà pure preistorico
      ma ci sono applicativi che ci girano da decine
      d'anni senza problemi e senza crash.e...?
  • sadness with you scrive:
    Toh...
    ...i nodi cominciano a venire al pettine
    • OldDog scrive:
      Re: Toh...
      - Scritto da: sadness with you
      ...i nodi cominciano a venire al pettineI calvi (*) non hanno questa opportunità ;-)Battuta a parte, chiaro che in un sistema di rigido controllo alcuni eventi possono accadere solo con maggior difficoltà, ma in cambio si sacrifica qualcosa: la possibilità di avere applicazioni che il controllore non gradirebbe (per ragioni di business, concorrenza, accordi con operatori telefonici, rischi legali o di immagine e morale).L'operatore telefonico partner non gradisce il tethering smartphone-PC per accedere alla rete? Il "controllore del market" non te lo lascia fare. Google può affinare la vigilanza sul market, per intercettare malware palesi, ma per il resto basta che dia visibilità a eventuali allarmi e l'utente possa disinstallare volontariamente una app sospetta come ora ha il servizio che suggerisce di aggiornare una app già installata (Market / Tab Download).(*) Nella battuta Apple è il calvo, ma lo dico senza spregio. Personalmente apprezzo molte cose dei sistemi Apple, solo che ho deciso per un Android invece di un iPhone, senza assolutamente voler disprezzare quello che non scelgo. Sposare una sola donna non vuol dire disprezzare le altre! :D
    • scrotone scrive:
      Re: Toh...
      Non esistono più le mezze stagioni.Vogliamo continuare con l'elencazione degli inutili proverbi?
    • vivo scrive:
      Re: Toh...
      Toh, i troll sparano FUD.FAIL
      • sadness with you scrive:
        Re: Toh...
        - Scritto da: vivo
        Toh, i troll sparano FUD.eccerto... quando si dice qualcosa che non vi aggrada, è FUD...
        FAILautoreferenziale?
        • DarkOne scrive:
          Re: Toh...
          - Scritto da: sadness with you
          - Scritto da: vivo

          Toh, i troll sparano FUD.

          eccerto... quando si dice qualcosa che non vi
          aggrada, è
          FUD...
          Questo mi ricorda il comportamento di non so chi... (ROTFL)
      • ruppolo scrive:
        Re: Toh...
        - Scritto da: vivo
        Toh, i troll sparano FUD.
        FAILLo scrivere a ripetizione FAIL dimostro solo quanto sei INFANTILE.
  • melamarcia scrive:
    criticate Apple....
    tante critiche a apple per la sua politica di store, chissá cosa starebbero dicendo ora a parti invertite se si scoprisse un spyware in appstore.
    • Sickboy scrive:
      Re: criticate Apple....
      - Scritto da: melamarcia
      tante critiche a apple per la sua politica di
      store, chissá cosa starebbero dicendo ora a parti
      invertite se si scoprisse un spyware in
      appstore.Ecco il primo che parla a vanvera, strano, mi sembrava assurdo che ancora non ce ne fossero.Se sai cosa significa FUD, sai anche quanto vale questo articolo.
      • ... scrive:
        Re: criticate Apple....
        vale per quello che c'è scritto.Apple e Google sono i 2 estremi sbagliati. Un controllo sui marketplace è giusto, non devono esserci software pericolosi o offensivi, ma non si possono censurare quelli che non sono di gradimento della casa.
        • 1977 scrive:
          Re: criticate Apple....
          - Scritto da: ...
          vale per quello che c'è scritto.
          Apple e Google sono i 2 estremi sbagliati. Un
          controllo sui marketplace è giusto, non devono
          esserci software pericolosi o offensivi, ma non
          si possono censurare quelli che non sono di
          gradimento della
          casa.tra il marcio e la muffa, meglio questa, che puzza meno.preferisco il controllo di apple, quantomeno sto piu' sicuro.
          • Wolf01 scrive:
            Re: criticate Apple....
            Ok, mi sta bene il controllo sul market ufficiale ma ESIGO di essere libero se voglio infettarmi installando un software da un sito x.Cosa che su iPhone non puoi fare senza XXXXXXXXX, mentre su WM potevi fare solo questo prima dell'avvento di MS Marketplace.
          • 1977 scrive:
            Re: criticate Apple....
            - Scritto da: Wolf01
            Ok, mi sta bene il controllo sul market ufficiale
            ma ESIGO di essere libero se voglio infettarmi
            installando un software da un sito
            x.
            Cosa che su iPhone non puoi fare senza XXXXXXXXX,
            mentre su WM potevi fare solo questo prima
            dell'avvento di MS
            Marketplace.mah. anche no.
          • Wolf01 scrive:
            Re: criticate Apple....
            Mah. Anche si, dimostrami il contrario.
          • 1977 scrive:
            Re: criticate Apple....
            - Scritto da: Wolf01
            Mah. Anche si, dimostrami il contrario.io non devo dimostrarti proprio niente.ma anche no. punto.
          • Wolf01 scrive:
            Re: criticate Apple....
            Peggio dei cristiani a quando dimostri scientificamente la non esistenza del loro dio e che è solo frutto della sua immaginazione... bella figura ci fai a trollare...
          • bohh scrive:
            Re: criticate Apple....
            La dimostrazione univoca del esistenza/inesistenza di un entità (indefinibile) superiore e solo una perdita di tempo ed e un enigma a cui ognuno da solo deve trovare la propria risposta.
          • CesareDrugStore scrive:
            Re: criticate Apple....
            Dimostra scientificamente l'esistenza del Dio in cui credo. Ora devi dimostrarla. Altrimenti chiudi il buco fra naso e mento.
          • ... scrive:
            Re: criticate Apple....
            un po troppo pieno di te stesso
          • 1977 scrive:
            Re: criticate Apple....
            - Scritto da: ...
            un po troppo pieno di te stessopuo' anche essere. ma c'e' poco da spiegare, io sono d'accordo con le politiche Apple, se garantiscono un prodotto e un mercato di alto livello.. cos'altro dovrei aggiungere.
      • ruppolo scrive:
        Re: criticate Apple....
        - Scritto da: Sickboy
        Se sai cosa significa FUD, sai anche quanto vale
        questo
        articolo.FUD? Questa è una arrampicata sugli specchi. È PALESE che se non viene controllata ogni singola applicazione, il malware entra. Ed è altrettanto PALESE che se non c'è un meccanismo per distruggere un eventuale malware da remoto, una volta che si è diffuso farà il suo bravo danno agli ignari utenti.Ma a cosa aspiri? Al malware Windows dentro il cellulare?Tra l'altro ora si smonta la tesi di chi sostiene che Windows è colpito dal malware (mentre Mac no) perché è la piattaforma più diffusa: ebbene, la piattaforma Android è molto meno diffusa e ci sta il malware.
        • vivo scrive:
          Re: criticate Apple....
          La solita montagna di FUD: oramai Apple non ha di meglio da fare che pagare troll patetici come te per buttare me**a su una concorrenza che tenta vanamente di inseguire.FAIL
        • Mr. X scrive:
          Re: criticate Apple....
          Ma infatti in casi normali la politica dell'app store fa proprio questo, ci sono tante applicazioni che sono state bloccate perchè troppo impiccione, o perchè usavano api non documentate. questo è il giusto tipo di controllo.Il problema si ha quando si cominciano a rigettare le applicazioni per motivi culturali, per presunte violazioni di copyright dei grandi colossi, e in generale per pura censura.
    • DarkOne scrive:
      Re: criticate Apple....
      - Scritto da: melamarcia
      tante critiche a apple per la sua politica di
      store, chissá cosa starebbero dicendo ora a parti
      invertite se si scoprisse un spyware in
      appstore.Lo spyware in appstore c'è già: ti tracciano i movimenti in GPS e trattengono tutti i tuoi dati, compresi quella della carta di credito...più spyware di così si muore!
  • Shiba scrive:
    Mi viene da ridere
    Se penso ai soliti noti che leggeranno di sfuggita questa notizia e penseranno belli contenti "e io che avevo detto?" mi viene da ridere. Poi mi ricordo che anche loro hanno il diritto di voto e mi viene da piangere.
  • Shiba scrive:
    Mi viene da ridere
    Se penso ai soliti noti che leggeranno di sfuggita questa notizia e penseranno belli contenti "e io che avevo detto?" mi viene da ridere. Poi mi ricordo che anche loro hanno il diritto di voto e mi viene da piangere.
  • wildspecial scrive:
    e i FEEDBACK cosa ci sono a fare?
    Quando è la comunità padrona di un sistema, allora esistono alcuni strumenti utili a capire se l'app che si sta installando è buona cosa o meno...Uno tra questi sono i feedback...come accade in ebay contro le frodi, così accade nel market contro applicazioni problematiche e/o dannose e/o scadenti....
    • sadness with you scrive:
      Re: e i FEEDBACK cosa ci sono a fare?
      - Scritto da: wildspecial
      Quando è la comunità padrona di un sistema,
      allora esistono alcuni strumenti utili a capire
      se l'app che si sta installando è buona cosa o
      meno...

      Uno tra questi sono i feedback...

      come accade in ebay contro le frodi, così accade
      nel market contro applicazioni problematiche e/o
      dannose e/o scadenti....il problema è il target: stiamo parlando di cellulari, roba che va in mano a "chiunque", dal ragazzino di 10 anni, alla vecchietta di 70, passando sia per il laureato in informatica che per quello che ha preso a malapena la licenza elementare
    • Superunknow n scrive:
      Re: e i FEEDBACK cosa ci sono a fare?
      Ma infatti, in un sistema di questo tipo quando una persona trova qualcosa che non va in genere la segnala subito. Quando iniziano ad essere più di uno i commenti negativi, uno in genere ci fa un pensiero prima di scaricarsi e installarsi tale app.Esistono i commenti e i voti della app. Se una persona installa qualsiasi cosa senza nemmeno informarsi un minimo, si "merita" il danno. A sto punto, se nella descrizione ci fosse scritto a caratteri cubitali "MALWARE" se lo installerebbero comunque, senza farci caso.
  • guast scrive:
    Terrorismo
    Lo stesso stile di tutti quelli che agitano lo spauracchio del terrorismo per convincere la gente ad abbandonare le loro libertà.Ci saranno i polli che si beccheranno le applicazioni truffa come tanti utenti Winzozz adesso hanno i computer pieni di trojans spywares e simili.Gli altri impareranno a difendersi come è già sucXXXXX nel mondo PC
    • Joshthemajor scrive:
      Re: Terrorismo
      - Scritto da: guast
      Lo stesso stile di tutti quelli che agitano lo
      spauracchio del terrorismo per convincere la
      gente ad abbandonare le loro
      libertà.

      Ci saranno i polli che si beccheranno le
      applicazioni truffa come tanti utenti Winzozz
      adesso hanno i computer pieni di trojans spywares
      e
      simili.
      Gli altri impareranno a difendersi come è già
      sucXXXXX nel mondo
      PCQuotone
    • ruppolo scrive:
      Re: Terrorismo
      - Scritto da: guast
      Lo stesso stile di tutti quelli che agitano lo
      spauracchio del terrorismo per convincere la
      gente ad abbandonare le loro
      libertà.

      Ci saranno i polli che si beccheranno le
      applicazioni truffa come tanti utenti Winzozz
      adesso hanno i computer pieni di trojans spywares
      e
      simili.
      Gli altri impareranno a difendersi come è già
      sucXXXXX nel mondo
      PCAllora.. auguri (rotfl)Ah, siete in buona compagnia degli iPhone JB.. auguri a tutti (rotfl)
      • vivo scrive:
        Re: Terrorismo
        Come volevasi dimostrare: parli di polli e di limitazioni alla libertà e arriva il tacchino capo dalla sua gabbia.
      • DarkOne scrive:
        Re: Terrorismo
        - Scritto da: ruppolo
        Allora.. auguri (rotfl)

        Ah, siete in buona compagnia degli iPhone JB..
        auguri a tutti
        (rotfl)Sei patetico, a voler essere buono.
  • lordream scrive:
    fud
    visto chi ha fatto l'analisi è da parte mia un purissimo fud.. cmq non piace manco a me come funziona il googlemarket.. preferisco di gran lunga un sistema a repository come su debian
    • sadness with you scrive:
      Re: fud
      - Scritto da: lordream
      visto chi ha fatto l'analisi è da parte mia un
      purissimo fud.. cmq non piace manco a me come
      funziona il googlemarket.. preferisco di gran
      lunga un sistema a repository come su
      debianil tuo post è tanto ovvio quanto scontato, visto che va contro le tue convinzioni... altro rosikamento eh...?
      • vivo scrive:
        Re: fud
        Potremmo dire lo stesso del tuo post, non trovi?
        • sadness with you scrive:
          Re: fud
          - Scritto da: vivo
          Potremmo dire lo stesso del tuo post, non trovi?no
          • lordream scrive:
            Re: fud
            - Scritto da: sadness with you
            - Scritto da: vivo

            Potremmo dire lo stesso del tuo post, non trovi?

            noconosci qualche malware venuto dallo store di google?.. conosco la risposta per cui cosa parli a fare?.. io stesso ho detto che non mi piace come è fatto e che preferirei un repository come quello di debian.. quello non toglie che ad oggi google store per android NON distribuisce malware e questo è fud.. concetto chiaro?
          • sadness with you scrive:
            Re: fud
            - Scritto da: lordream
            google store per android NON distribuisce malware
            e questo è fud.. concetto chiaro?il tuo livello di alterazione indica chiaramente il rosicamento...
          • lordream scrive:
            Re: fud
            - Scritto da: sadness with you
            - Scritto da: lordream


            google store per android NON distribuisce
            malware

            e questo è fud.. concetto chiaro?

            il tuo livello di alterazione indica chiaramente
            il
            rosicamento...sto davanti una spiaggia con una marea di carne che rosola al sole sotto gli occhi.. mi si sta scaricando il cellulare.. il ds è scarico.. ho dimenticato i caricabatterie in casa e la birra si sta scaldando.. odio il mare.. non dovrei essere alterato?
  • Baz scrive:
    Traduzione
    Non credo che "Autodistruzione" sia la traduzione più corretta del termine "brick"
    • Joshthemajor scrive:
      Re: Traduzione
      Nono, una volta mio cugino è morto causa autodistruzione del suo telefono!
    • nome e cognome scrive:
      Re: Traduzione
      - Scritto da: Baz
      Non credo che "Autodistruzione" sia la traduzione
      più corretta del termine
      "brick"Autodistruzione è più corretta nel caso degli apple, infatti i terminali della mela non si rompono ma decidono quando smettere di funzionare: è una feature.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Traduzione
      Sorry, è la cosa più decente che mi è venuta in mente sul momento :-P
  • Sickboy scrive:
    Indagine di dubbia imparzialità
    http://www.smobilesystems.com/Descrizione della home page:SMobile, Mobile Security Software for smartphones and other mobile devices. Exclusive BlackBerry Antivirus ProviderIl PDF me lo sono scaricato e letto per intero: l'unica applicazione a cui fanno riferimento non esiste più sul Market (da chissà quanto tempo).Tutto ciò si incarna nella frase "Tirare acqua al proprio mulino".Considerando che vendono due app per Android (al prezzaccio di 30 dollari eh, mica bruscolini), e che entrambe le app richiedono le autorizzazioni dell'acXXXXX a:La tua posizioneI tuoi messaggiComunicazioni di reteInformazioni personaliTelefonateControlli HardwareStrumenti di sistemaDirei che dovrebbero solo mettersi una patata in bocca e accontentarsi del mercato Windows Mobile.
  • il solito bene informato scrive:
    La libertà...
    Non può esistere libertà senza consapevolezza, responsabilità e rispetto.
    • scrotone scrive:
      Re: La libertà...
      E ora che hai detto la tua solita ovvietà sparisci per sempre?
      • il solito bene informato scrive:
        Re: La libertà...
        - Scritto da: scrotone
        E ora che hai detto la tua solita ovvietà
        sparisci per
        sempre?Per il tuo bene, fai qualcosa per la tua frustrazione...
        • scrotone scrive:
          Re: La libertà...
          Bene hai dimostrato di conoscere una parola "difficile".Ancora un piccolo sforzo e completerai la prima elementare.
          • lordream scrive:
            Re: La libertà...
            - Scritto da: scrotone
            Bene hai dimostrato di conoscere una parola
            "difficile".
            Ancora un piccolo sforzo e completerai la prima
            elementare.scusa se vado ot.. ma da cosa deriva il tuo nick?
  • Rover scrive:
    Ma sono gratuite?
    Perchè se fossero gratuite avrebbero sicuramente un grande sucXXXXX.Se invece fossero pure a pagamento sarebbe il top della beffa.Certo che una sana via di mezzo tra il modello Apple e in modello Android forse non guasterebbe, soprattutto al malcapitato utente.
    • Innovatore scrive:
      Re: Ma sono gratuite?
      Quale sarebbe la via di mezzo ?Il mondo delle favole con app sicure e gratuite ?Il modello attualmente migliore di distribuzione software rimane quello di Apple
      • Francy scrive:
        Re: Ma sono gratuite?
        Se lo dici tu che sei un innovatore.... Per me il modello migliore rimane quello a repository. Sei libero di installare ciò che vuoi, ma puoi benissimo scegliere di fidati solo del repository ufficiale. Tu si che innovi
        • Innovatore scrive:
          Re: Ma sono gratuite?
          Bhe', APPLE innova,infatti sono tutti a inseguire Apple, male purtroppo
          • mela bacata scrive:
            Re: Ma sono gratuite?
            - Scritto da: Innovatore
            Bhe', APPLE innova,Apple non innova proprio niente: sono gli idioti che comprano i loro prodotti che si rinnovano, perché la loro mamma è sempre incinta.
          • Innovatore scrive:
            Re: Ma sono gratuite?
            NO, sei tu che sei sfigato
          • mela bacata scrive:
            Re: Ma sono gratuite?
            No, io sono un felice utente Android che utilizza da mesi tutte le "innovazioni" di iOS4 e molto più.Continuate a rosicare mentre regalate soldi alla Apple...
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma sono gratuite?
            - Scritto da: mela bacata
            No, io sono un felice utente Android che utilizza
            da mesi tutte le "innovazioni" di iOS4 e molto
            più.

            Continuate a rosicare mentre regalate soldi alla
            AppleRosicare noi? Per cosa? Per avere il malware? Tientelo e goditelo @^
          • Sickboy scrive:
            Re: Ma sono gratuite?
            - Scritto da: ruppolo
            Rosicare noi? Per cosa? Per avere il malware?
            Tientelo e goditelo
            @^Ah no mi sbagliavo, ecco un secondo utente avanzato che sa leggere solo le idiozie e sa tifare quando apple implementa la "videochiamata".Yawn.Tornate a giocare nel box.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma sono gratuite?
            - Scritto da: Sickboy
            - Scritto da: ruppolo


            Rosicare noi? Per cosa? Per avere il malware?

            Tientelo e goditelo

            @^
            Ah no mi sbagliavo, ecco un secondo utente
            avanzato che sa leggere solo le idiozieSolo le idiozie? No no, so anche leggere del bug che manda SMS ad altri (tipo il messaggio per una ragazza ad un'altra..) oppure gli aggiornamenti che vengono forniti se e quando il produttore del terminale, che non è quello del sistema operativo che viene aggiornato, decide di farlo. Oppure della scelta dei display OLED, che si vedono così bene al sole, con quella tinta rosetta oh ma loro fanno i video, magari a 20fps, ma li fanno :@
            e sa
            tifare quando apple implementa la
            "videochiamata".Già, in IP e senza usare alcun software particolare né configurazione, e a gratis. E a 30fps. E a pieno schermo.
            Yawn.
            Tornate a giocare nel box.Il tuo? No grazie.
          • 1977 scrive:
            Re: Ma sono gratuite?
            - Scritto da: mela bacata
            No, io sono un felice utente Android che utilizza
            da mesi tutte le "innovazioni" di iOS4 e molto
            più.

            Continuate a rosicare mentre regalate soldi alla
            Apple...buon divertimento! voglio dire: ti sta bene cosi'? e allora tanti saluti, vai pero' a sfogare la tua frustrazione da un'altra parte.
          • kappesante scrive:
            Re: Ma sono gratuite?
            guarda son d'accordo, coppola è proprio un cretino a usare finalcuthttp://www.apple.com/finalcutstudio/in-action/
          • urrr scrive:
            Re: Ma sono gratuite?
            ehm... quindi?lol che c'entra?
          • Daniele Cusumano scrive:
            Re: Ma sono gratuite?
            per fortuna che le cose nel mondo della mela, in particolare dell'app store..le cose funzionino e pure bene ;)...è bello far parte della setta degli "idioti" e vedere che i normali non sanno dove aggrapparsi.. o sfogarsi ;)- Scritto da: mela bacata
            - Scritto da: Innovatore

            Bhe', APPLE innova,

            Apple non innova proprio niente: sono gli idioti
            che comprano i loro prodotti che si rinnovano,
            perché la loro mamma è sempre
            incinta.
          • vivo scrive:
            Re: Ma sono gratuite?
            Ecco, il cervello di questo è andato: estirpategli la mela dal cranio.
          • uno degli idioti scrive:
            Re: Ma sono gratuite?
            apple o non apple, è comodo offendere le persone al sicuro nella propria cameretta vero?sei patetico e mi fai pena
          • vivo scrive:
            Re: Ma sono gratuite?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Bella questa: ne hai delle altre?Troppo forte.Come ti è venuta?Nella stessa frase "Apple" e "innovazione": e senza una negazione!Sei un genio.Sto piangendo dalle risate.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • CesareDrugStore scrive:
            Re: Ma sono gratuite?
            Ma che ci ridi?
        • Innovatore scrive:
          Re: Ma sono gratuite?
          PS: le app "malevole" sono sulla repository ufficiale, ... immagino cosa diavolo si possa trovare in quelli non ufficiali
          • 1977 scrive:
            Re: Ma sono gratuite?
            - Scritto da: Innovatore
            PS: le app "malevole" sono sulla repository
            ufficiale,

            ... immagino cosa diavolo si possa trovare in
            quelli non
            ufficialiguarda l'altro ieri ho visto un telefono android che si bucava d'eroina sulle scale, fai te. (rotfl)
          • CesareDrugStore scrive:
            Re: Ma sono gratuite?
            Colpa della depressione, dovuta a sua volta dalla consapevolezza di essere condannata al ruolo di eterno secondo...
        • logicaMente scrive:
          Re: Ma sono gratuite?
          - Scritto da: Francy
          Per me il modello migliore rimane quello a repository.Concordo.Ad oggi la sua migliore approssimazione mobile è rappresentata da Apple. Controlli e censura ma anche sostanziale assenza di malware.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Ma sono gratuite?
        Vista la scrizzofrenia con cui lo gestiscono, dove levano via app per i motivi più idioti, non direi.
      • urrr scrive:
        Re: Ma sono gratuite?
        il modo migliore è quello dei repository stile linux. punto.
    • FDG scrive:
      Re: Ma sono gratuite?
      - Scritto da: Rover
      Certo che una sana via di mezzo tra il modello
      Apple e in modello Android forse non guasterebbe,
      soprattutto al malcapitato utente.Condivido. Il market ufficiale per applicazioni che rispettano criteri di qualità condivisibili. Con in più la possibilità di usare altri repository.Sarebbe interessante comunque vedere il risultato della stessa indagine fatta sullo store di Apple per verificare se i filtri funzionano.
    • Fanc scrive:
      Re: Ma sono gratuite?
      - Scritto da: Rover
      Perchè se fossero gratuite avrebbero sicuramente
      un grande
      sucXXXXX.
      Se invece fossero pure a pagamento sarebbe il top
      della
      beffa.
      Certo che una sana via di mezzo tra il modello
      Apple e in modello Android forse non guasterebbe,
      soprattutto al malcapitato
      utente.Mah non so. Ho visto che Nokia per esempio permette di installare applicazioni auto-segnate che non possono accedere ad alcune parti di sistema ed altre invece segnate che lo possono fare. D'altra parte quelle auto-segnate possono fare più o meno tutti a parte agire sul kernel e sulla security, quindi non so bene quale sia la differenza. Magari qualcuno che sviluppa su Nokia me lo può dire (sempre che sia sopravvissuto al suo lavoro).
Chiudi i commenti