SpaceX Starshield: satelliti per la sicurezza nazionale

SpaceX Starshield: satelliti per la sicurezza nazionale

SpaceX ha annunciato Starshield, nuovo servizio che prevede l'uso di satelliti per osservazioni della Terra e comunicazioni militari.
SpaceX ha annunciato Starshield, nuovo servizio che prevede l'uso di satelliti per osservazioni della Terra e comunicazioni militari.

SpaceX ha annunciato il nuovo servizio Starshield riservato alle agenzie governative, in particolare a quelle che garantiscono la sicurezza nazionale. È chiaro quindi che i futuri satelliti potranno essere utilizzati per applicazioni militari. Continuano intanto i lanci con il razzo Falcon 9, ma stavolta l’azienda di Elon Musk ha dato un “passaggio” al concorrente OneWeb.

SpaceX Starshield: satelliti per uso governativo

Starlink è il noto servizio per uso consumer e commerciale che permette ad utenti e aziende di accedere alla connettività satellitare. Il “gemello” Starshield è invece per uso governativo. Nella pagina ufficiale sono indicati alcuni settori interessati, tra cui osservazione della Terra e comunicazioni. Anche se non ci sono conferme, i futuri satelliti potrebbero essere utilizzati per le comunicazioni militari sul campo di battaglia (come in Ucraina) e per spiare governi stranieri.

La caratteristica più importante è quindi la sicurezza. Starlink offre già la crittografia end-to-end, ma Starshield aggiunge un’ulteriore “capacità crittografica per ospitare payload classificati ed elaborare i dati in modo sicuro, soddisfacendo i requisiti governativi più esigenti“. I satelliti garantiscono inoltre l’interoperabilità. Grazie alla comunicazione laser possono essere integrati nelle costellazioni dei partner.

Recentemente, la FCC ha rilasciato la licenza per il lancio di 7.500 satelliti Starlink di seconda generazione, per i quali servirà il razzo Starship.

SpaceX ha lanciato ieri 40 satelliti di OneWeb con il razzo Falcon 9. L’azienda londinese ha sospeso i lanci con i razzi Soyuz, dopo l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia. Con il prossimo lancio, previsto per l’11 dicembre, verranno portati nello spazio il lander lunare giapponese Hakuto-R e il CubeSat Lunar Flashlight della NASA.

Fonte: SpaceX
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 9 dic 2022
Link copiato negli appunti