Spazio: accordo di cooperazione tra Italia e Axiom

Spazio: accordo di cooperazione tra Italia e Axiom

Il governo italiano e Axiom Space hanno firmato un accordo di cooperazione per lo sviluppo e l'attuazione di progetti in ambito aerospaziale.
Il governo italiano e Axiom Space hanno firmato un accordo di cooperazione per lo sviluppo e l'attuazione di progetti in ambito aerospaziale.

Il Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale Vittorio Colao ha firmato un memorandum d’intesa tra il governo italiano e Axiom Space, rappresentata dal Presidente e CEO Michael Suffredini. L’accordo prevede l’avvio di una cooperazione per lo sviluppo e l’attuazione di progetti in ambito aerospaziale. Rimanendo in tema, Samantha Cristoforetti ha annunciato il nome della costellazione di satelliti che verrà utilizzata per l’osservazione della Terra.

Accordo Italia-Axiom Space per progetti spaziali

All’inizio di maggio, il Sottosegretario degli Affari esteri Manlio Di Stefano aveva visitato la sede di Axiom Space per conoscere i progressi fatti nella costruzione della stazione spaziale commerciale che sostituirà la ISS tra qualche anno. Due moduli della Axiom Station sono in costruzione presso gli stabilimenti di Thales Alenia Space e verranno lanciati in orbita nel 2024-2025.

Il colonnello Walter Villadei dell’Aeronautica Militare ha iniziato l’addestramento presso il Johnson Space Center della NASA, in preparazione di future missioni sponsorizzate da Axiom. La collaborazione tra l’azienda del Texas e il governo italiano è stato estesa con la firma dell’accordo che prevede:

  • la promozione del mercato nell’orbita bassa terrestre per sviluppare concretamente un’economia spaziale resiliente
  • lo sviluppo di un modello di collaborazione pubblico-privata per un’infrastruttura spaziale efficiente ed economica, integrata alla futura stazione spaziale di Axiom, che possa consentire la ricerca in microgravità e dare continuità agli sviluppi tecnologici dopo la disattivazione della Stazione Spaziale Internazionale
  • la promozione di progetti di ricerca collaborativi nel campo dei materiali avanzati, prodotti farmaceutici, produzione in orbita di tecnologie innovative per applicazioni suborbitali, sicurezza e protezione dello spazio, modellazione e simulazione, medicina aerospaziale, intelligenza artificiale e robotica
  • l’arricchimento delle eccellenti e storiche relazioni bilaterali tra gli Stati Uniti e l’Italia con una cooperazione anche nel campo del volo spaziale commerciale

L’interesse dell’Italia verso il settore spaziale è testimoniato anche dalla futura costellazione satellitare che diventerà il più importante programma europeo di osservazione della Terra a bassa quota. Samantha Cristoforetti, attualmente sulla ISS con la missione Crew-4, ha annunciato il nome della costellazione: Iride.

I satelliti verranno realizzati in Italia entro cinque anni con le risorse del PNRR. La costellazione supporterà anche la Protezione Civile per contrastare il dissesto idrogeologico e gli incendi, tutelare le coste, monitorare le infrastrutture critiche, la qualità dell’aria e le condizioni meteorologiche. Fornirà, infine, dati analitici per lo sviluppo di applicazioni commerciali da parte di startup, piccole e medie imprese e industrie di settore.

Fonte: MITD
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 20 mag 2022
Link copiato negli appunti