Speciale/ Hackmeeting 2000 a Roma

di Gilberto Mondi. Forte Prenestino ospiterà il più colossale raduno di hacker, in maggioranza italiani. Un evento tutto da vivere partecipandovi il prossimo weekend


Roma – L’emozione per l’avvicinarsi di un attesissimo appuntamento è palpabile nelle liste online frequentate da hacker, ammiratori e aspiranti. A Forte Prenestino, storico centro sociale della capitale, il 16, 17 e 18 giugno si terrà il più importante appuntamento hackeristico dell’anno per quanto riguarda l’Italia e non solo. Sarà un raduno, una tre giorni di esperimenti, di seminari tecnici e filosofici, di esaltanti scambi di esperienze.

Il tutto, com’è ovvio, al di fuori dei riflettori dei media tradizionali, a cui saranno invece consegnati materiali selezionati dall’organizzazione dell’Hackmeeting all’interno di una cultura hacker più viva che mai, come testimoniano i mesi di lavoro che precedono questo incontro. Forte Prenestino, già luogo di appuntamento per tantissimi nonché megastruttura quasi interamente cablata ad alta velocità, sarà per tre giorni un faro da seguire per chiunque voglia saperne di più su tutto quello che non viene detto dai veicoli ufficiali di informazione sul mondo dell’hacking.

La tecnologia la farà da padrone, ma basta guardare l’impressionante elenco dei seminari pubblicato nella terza pagina di questo articolo per rendersi conto che di carne al fuoco ce ne è moltissima e non solo per gli “addetti ai lavori”.

L’URL di riferimento è naturalmente quello di Hackmeeting anche se moltissime informazioni sono comunque accessibili dal sito di Forte Prenestino . Tutto è stato curato nei dettagli off e on line, con la costruzione di cose come pagine ad hoc che indicano la via per Forte Prenestino a tutti quelli che arriveranno nella capitale da lontano o da lontanissimo, con info sui pernottamenti e altro ancora. Si parla di cavetti e mouse intorpiditi ma anche di cucina…

L’organizzazione di questo incontro, come si deduce dal Proclama dell’Hackmeeting proposto nella prossima pagina di questo articolo e nel programma dei seminari in terza pagina, ha coinvolto decine, forse centinaia di persone, in uno sforzo collettivo il cui rilievo è probabilmente destinato ad andare ben oltre la tre giorni prevista a Roma il prossimo week-end. Ciò si deve anche alla speciale contaminazione che si va creando tra l’ambiente dell’hacking e quello dei centri sociali, che in Forte Prenestino ha probabilmente il suo più imponente baluardo italiano. (continua)


Ma ecco il proclama ufficiale di HackIT00:
“La terza edizione del’HACKMEETING avrà luogo il 16, 17, 18 Giugno 2000 a Roma, nel Centro Sociale Occupato e Autogestito Forte Prenestino (Via F.Delpino a Centocelle, Tram 14-19-516, URL: www.forteprenestino.net ).

Dando continuità ai precedenti appuntamenti del 1998 a Firenze (CPA, Centro Popolare Autogestito) e del 1999 a Milano (Laboratorio Studentesco Deposito Bulk), questi tre giorni saranno un territorio libero di comunicazione, informazione, socializzazione, sperimentazione.

L’hackmeeting è un evento collettivo autogestito e autorganizzato attraverso un’apposita mailing list (hackmeeting@kyuzz.org). E ‘ un incontro tra persone che hanno voglia di
condividere le proprie esperienze e conoscenze e che si battono per una comunicazione telematica orizzontale. E ‘ un’occasione di aggiornamento tecnico di alto livello a costo quasi nullo, proprio per lo spirito di condivisione che permea i partecipanti. E ‘ uno stimolo per discutere su molti temi importanti, tra i quali le possibilità di sviluppo del free software, i diritti in rete, la cooperazione sociale.

L’Hackmeeting è un incontro per chi concepisce la tecnologia come qualcosa di smontabile e ricomponibile, su cui agire consapevolmente e collettivamente, su cui mettere le mani, per chi crede che essere un hacker è un’attitudine.

Il 16, 17, 18 Giugno, grazie alla freenet del Forte Prenestino, ci sarà la connessione gratuita 24 ore su 24.

Ci saranno numerosi seminari autogestiti e autorganizzati, concerti serali, campeggio libero, cene e pranzi collettivi, occasioni di incontrare vecchi e nuovi amici.

Tre giornate per collettivizzare le proprie idee sulla tecnologia e sul suo utilizzo pratico, politico e sociale, ma anche tre giorni (e tre notti) di gioco e contaminazione.

URL di riferimento: www.hackmeeting.org .

Assemblea dei promotori di HackIT00″ (continua con il programma dei seminari)


IL PROGRAMMA

Venerdì 16 giugno 2000

PUB
14.00 – 16.00: Telematica di Base – Parte I (Maddler e Mackley)
16.00 – 18.00: Dibattito Cybersyn II (a cura di Avana)
18.00 – 20.00: Seminario sul Packet Radio (Andrea Borgnino)

CINEMA
14.00 – 24.00: Sezione ARTE – Seminario Avanguardie e Neoavanguardie (a cura di T.Tozzi, T_Bazz e Snafu)

CATTEDRALE
14.00 – 16.00: Seminario sull’obiezione di coscienza a software chiusi (freaknet media lab + Osservatorio diritti)
16.00 – 18.00: Seminario sull’ATM (Fausto Saporito)
18.00 – 20.00: Seminario sulla Censura in Rete dell’Osservatorio + intervento delegazione di nodo50
dopo cena – notte: corso sull’hacking delle reti x.25 (a cura di Ivan Verri).
Contemporaneamente, nel pomeriggio: Seminario a cura di radiocybernet trasmesso via radio-ip: radio su ip (jaromil).

SALA DA TE’
14.00 – 16.00: Seminario sul Copyright (Barbara)
16.00 – 18.00: Seminario sulla Crittografia (Billy Milano e Laudano)
18.00 – 20.00: Seminario sullo Zen e l’arte della programmazione (Stefano
Penge)

STANZA VICINO AL CINEMA
Candida: la TV elettrodomestica

Sabato 17 giugno 2000

PUB
11.00 – 13.00: workshop sull’accessibilita’ dell’informazione in Rete (di Ferry Byte, Arclele, Claudio Parrini e Shine).
14.00 – 16.00: Seminario sull’snmp di Tho, Bluca e P@sky
16.00 – 18.00: Seminario sull’accessibilità dell’informazione in Rete (di Ferry Byte, Arclele, Claudio Parrini e Shine).
18.00 – 20.00: Seminario sulle Licenze Free (a cura di Franco Vite: relatori Eugenia Franzoni e Cristopher R. Gabriel).

CINEMA
14.00 -20.00: Sezione ARTE – Situazione Attuale: Arte e Nuove Tecnologie (a cura di T.Tozzi, T_Bazz e Snafu)

CATTEDRALE
10.00 – 13.00: Seminario sul TCP/IP del LOA Hack Lab di Milano.
14.00 – 16.00: Telematica di Base – Parte I (Maddler e Mackley)
16.00 – 18.00: Seminario su reverse engineering (a cura di Letale Malattia, Little John, Tinman e chiunque abbia voglia).
18.00 – 20.00: BlindFold di Shine.
Contemporaneamente, nel pomeriggio: seminario a cura di radiocybernet trasmesso via radio-ip: come costruire un hacklan (asbesto).

SALA DA TE’
14.00 – 16.00: Seminario sulla persuasione di Enkidu.
16.00 – 18.00: Seminario sulle scelte etiche e politiche nell’hacking (The Warlus).
18.00 – 20.00: Seminario sul Tecnocontrollo (Tactical Media Crew).

STANZA VICINO AL CINEMA
Candida: la TV elettrodomestica

PUB ALL’APERTO:
Dalle 15.00: Presentazione di Carlo Formenti del libro “Incantati dalla Rete”

Domenica 18 giugno 2000
ore 11.00: Workshop/dibattito generale conclusivo.

Speciale a cura di Gilberto Mondi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti