13 milioni di SPID: la misura del cambiamento

13 milioni di SPID: la misura del cambiamento

Entro fine anno avremo probabilmente attivi quasi 15 milioni di SPID: il ritmo dell'avanzamento digitale resta costante.
Entro fine anno avremo probabilmente attivi quasi 15 milioni di SPID: il ritmo dell'avanzamento digitale resta costante.

Celebrare ogni nuova milestone del sistema SPID non significa fotografare l'andamento di un solo strumento, quanto misurare il cambiamento di una forma mentis. Il fatto che a gennaio in Italia vi fossero meno di 6 milioni di SPID attivi e che oggi siano già più di 13 milioni significa che l'accelerazione impressa dal Covid è stata prorompente, mettendo definitivamente il digitale nell'agenda politica e nella cultura diffusa.

13 milioni di SPID

Erano 2,1 milioni gli SPID a inizio 2018; erano 3,4 milioni a inizio 2019; erano 5,6 milioni a inizio 2020. Poi tutti sappiamo cosa sia successo: l'isolamento, il lockdown, i bonus. SPID è stato messo al centro di questo sistema (anche e soprattutto grazie alla sua crescente utilità sul sito INPS) e si è fatto quindi di necessità virtù. A quel punto lo SPID si è messo ad accelerare e oggi resta fortemente al centro degli interessi degli utenti, perché tutti sappiamo che mancano ancora lunghi mesi dal termine della pandemia e sempre più persone non vogliono farsi trovare impreparate con le richieste di bonus o per altre utilità correlate.

SPID oltre quota 13 milioni

Gli intoppi delle ultime settimane sono acqua passata: colpa di “click day” che mettono i gestori sotto pressione e che determinano pertanto situazioni di confusione laddove invece i vantaggi operativi sarebbero evidenti.

Se il ritmo resterà questo, entro fine anno le registrazioni sfioreranno le 15 milioni di unità, ottenendo in assoluto il maggior risultato mai ricavato dalle precedenti iniziative di formazione per far sì che lo SPID diventasse strumento condiviso. In tutto sarebbero 5286 le pubbliche amministrazioni che utilizzano questo strumento per consentire l'accesso ai propri servizi online, ma il numero è destinato a crescere in parallelo ad un aumento progressivo della domanda.

Solo se domanda e offerta andranno di pari passo allora sarà possibile sostenere l'attuale ritmo di penetrazione dello SPID tra la popolazione italiana. Ma si tratta di una corsa che ormai è incontrovertibile: la strada della digitalizzazione non può trovare ostacoli, la direzione è segnata.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 11 2020
Link copiato negli appunti