Square Enix, l'incursione

Una nuova offensiva ha colpito tre siti controllati dalla software house nipponica. Trafugati i dati personali di 80mila utenti, compresi forse 9mila curricula inviati alla divisione canadese. Opera della fazione uscente da Anonymous?

Roma – Una nuova cyberoffensiva, condotta da un gruppo di ignoti contro alcuni siti gestiti dalla software house giapponese Square Enix, ormai nota al grande pubblico per aver sviluppato serie videoludiche di successo come Final Fantasy e Tomb Rider . Un attacco frontale che ha ancora una volta scatenato il panico generale, dopo la gigantesca fuga di dati di PlayStation Network (PSN).

Lo stesso game developer nipponico ha diramato un tempestivo comunicato , nella speranza di rassicurare gli animi più allarmati. Un gruppo di malintenzionati sarebbe riuscito a far breccia in tre specifici spazi web gestiti da Square Enix, arraffando le informazioni personali di circa 80mila giocatori in tutto il mondo . Secondo il comunicato diramato da Square Enix, sarebbero 25mila gli indirizzi di posta elettronica finiti nelle loro mani .

Nel mirino dei cracker è così finito il sito canadese Eidosmontreal.com , da cui sono fuggiti circa 350 curriculum vitae appartenenti ad aspiranti dipendenti della divisione nordamericana di Square Enix. Il colosso del Sol Levante ha tuttavia sottolineato come Eidosmontreal.com non contenesse informazioni relative a carte di credito degli utenti. Gli indirizzi di posta elettronica non sarebbero poi collegati ad alcuna informazione personale ulteriore .

I vertici di Square Enix hanno subito deciso di mettere offline il sito, insieme a quello ufficiale del gioco Deus Ex: Human Revolution . Proprio su quest’ultimo era apparsa in homepage la scritta owned by chippy1337 , seguita da alcuni nomi in codice. Tra questi ci sarebbe un ragazzino britannico legato al collettivo di cyberdissidenti Anonymous. Il gruppo avrebbe intenzione di condividere i dati rubati su alcune reti di file sharing .

Nel frattempo, la società nipponica ha negato qualsiasi sfruttamento illecito delle informazioni trafugate. L’esperto in sicurezza informatica Brian Krebs ha parlato di circa 9mila CV scaricati dal gruppo , appunto guidato da quel Ryan che aveva preso il controllo dei siti anonops.net e anonops.ru , mandando offline i server IRC di Anonymous. Che l’attacco a Square Enix sia la prima dimostrazione di forza dei dissidenti del celebre collettivo?

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Gasogen scrive:
    Se usate Keepass2 sotto Mono
    Provate a esportare in formato KDB 1.x...
  • Paul scrive:
    Patent Mess
    Dal momento la reazione generale sembra essere un accanimento nei confronti di Mono, considerato una sorta di time bomb inventata da Microsft per distruggere il mondo Linux, vi consiglio di leggere questi due articoli:http://tirania.org/blog/archive/2009/Jul-06.htmlhttp://www.jprl.com/Blog/archive/development/mono/2009/Jan-19.html
  • Nome e cognome scrive:
    Lungimiranza della community linux..
    Anziché sostenere una tecnologia che va nella direzione dell'interoperabilità (e quindi a vantaggio dei prodotti open source), noto che come al solito prevalgono sentimenti di divisione e attrito, motivati dall'odio verso microsoft e tutto ciò che gli ruota attorno.Per coerenza andrebbero boicottati anche gli altri prodotti a rischio brevetti, come java.
    • Darwin scrive:
      Re: Lungimiranza della community linux..
      - Scritto da: Nome e cognome
      Anziché sostenere una tecnologia che va nella
      direzione dell'interoperabilità (e quindi a
      vantaggio dei prodotti open source), noto che
      come al solito prevalgono sentimenti di divisione
      e attrito, motivati dall'odio verso microsoft e
      tutto ciò che gli ruota
      attorno.C'è un problema: .NET è pieno zeppo di brevetti. Reimplementarlo senza incorrere a contrasti legali è praticamente impossibile.
      Per coerenza andrebbero boicottati anche gli
      altri prodotti a rischio brevetti, come
      java.Concordo. Infatti la community ha creato e sta continuando a sostenere l'uso di Open JDK al posto dell'Oracle Java.Inoltre c'è da dire che la maggior parte di Java è rilasciato sotto GNU GPL.C# 3.0 e C# 4.0 NO. Non sono standard ECMA/ISO e pertanto Mono, legalmente parlando, DEVE rimanere alla 2.0. Questo significa rendere incompatibile Mono (e quindi Linux) con .NET (quindi Windows).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 maggio 2011 17.55-----------------------------------------------------------
  • AMEN scrive:
    Mi basta sapere cosa
    Mi basta sapere cosa pensa di DeIcaza il pocolavato Stalmann per rendermelo immediatamente simpatico!
    • Darwin scrive:
      Re: Mi basta sapere cosa
      - Scritto da: AMEN
      Mi basta sapere cosa pensa di DeIcaza il
      pocolavato Stalmann per rendermelo immediatamente
      simpatico!Ottimo non-argomento.Comunque Stallman sarà anche un "poco lavato" (secondo i tuoi pensieri) ma rimane uno dei più grandi informatici.Quando sarai al suo livello e avrai alle spalle un quarto dei suoi progetti, allora avrai un minimo di considerazione.
  • kenshemo scrive:
    Previsioni
    Tempo 6 mesi questa piccola azienda verrà comprata per 3,50 dollari da Microsoft Entro un anno Microsoft avrà il controllo di mono e cambierà licenza tempo -1Così si trovano un codice quasi funzionante da completare invece che da scrivere da zero-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 maggio 2011 12.10-----------------------------------------------------------
    • Fred scrive:
      Re: Previsioni
      - Scritto da: kenshemo
      Entro un anno Microsoft avrà il controllo di mono
      e cambierà licenza tempo
      -1Ma se non sai niente di licenze perché parli? Microsoft se comprasse quell'azienda non potrebbe cambiare proprio nessuna licenza.
      • kenshemo scrive:
        Re: Previsioni
        - Scritto da: Fred
        - Scritto da: kenshemo

        Entro un anno Microsoft avrà il controllo di
        mono

        e cambierà licenza tempo

        -1

        Ma se non sai niente di licenze perché parli?
        Microsoft se comprasse quell'azienda non potrebbe
        cambiare proprio nessuna
        licenza.1) siamo persone civili quindi posta con educazione io parlo quanto mi pare, questi toni li usi con dovella2) sei tu che non conosci le licenze, se io sono proprietario di un programma sotto una determinata licenza la cambio quando mi pare (sempre se la licenza lo permette e le varie gpl, lgpl ecc lo permettono), se io faccio un fork devo mantenere la licenza attuale, ma se il programma originario è mio nessuno mi obbliga
        • Darwin scrive:
          Re: Previsioni
          Fermati.Sul cambio di licenza la GNU GPL la mette nel c*lo a chiunque giochi sXXXXX.Infatti, se tu cambi licenza dalla GNU GPL ad una proprietaria, CHIUNQUE abbia preso i sorgenti PRIMA del cambio di licenza ha il diritto di continuare ad usare i sorgenti secondo i termini della GNU GPL e non della tua licenza. Ovvero, l'utente potrà usufruire de diritti che ha accettato usando il tuo software. Praticamente io potrò distribuire e modificare il tuo sorgente anche se tu cambi licenza senza che tu possa fare niente.
          • kenshemo scrive:
            Re: Previsioni
            - Scritto da: Darwin
            Fermati.
            Sul cambio di licenza la GNU GPL la mette nel
            c*lo a chiunque giochi
            sXXXXX.
            Infatti, se tu cambi licenza dalla GNU GPL ad una
            proprietaria, CHIUNQUE abbia preso i sorgenti
            PRIMA del cambio di licenza ha il diritto di
            continuare ad usare i sorgenti secondo i termini
            della GNU GPL e non della tua licenza. Ovvero,
            l'utente potrà usufruire de diritti che ha
            accettato usando il tuo software. Praticamente io
            potrò distribuire e modificare il tuo sorgente
            anche se tu cambi licenza senza che tu possa fare
            niente.si questo lo sapevo ma se non ricordo male mono non è sotto gpl3potrei dire una tafanata dovrei controllare
          • Darwin scrive:
            Re: Previsioni
            - Scritto da: kenshemo
            si questo lo sapevo ma se non ricordo male mono
            non è sotto
            gpl3
            potrei dire una tafanata dovrei controllareÈ rilasciato sotto licenze MIT, LGPL 2 e GPL 2.Le parti sotto (L)GPL v2 sono praticamente quasi tutto il framework, mentre alcune librerie contenenti le varie classi sono sotto licenza MIT.Quindi la maggiorparte del framework rimarrebbe software libero anche dopo un eventuale cambio di licenza da parte di Attachmate/Microsoft. Quelle che otrebbero risentirne sono solo le classi (rilasciate sotto licenza MIT), ma quì il problema non si pone, in quanto le classi sono facilmente reimplementabili.
    • collione scrive:
      Re: Previsioni
      se volevano questo facevano prima a portare .net su linuxil bello di .net è che è indipendente dal sistema operativo, usa una vm e la parte da portare sono solo i bindings verso l'api dell'OSnon esagero se dico che potevano portare .net su linux in 6 mesi
      • nome e cognome scrive:
        Re: Previsioni

        non esagero se dico che potevano portare .net su
        linux in 6
        mesiE perché dovrebbero spendere se c'è chi lo fa gratis? Se su bidonix ci investono poco quelli che ci campano, perché mai dovrebbe farlo microsoft?
        • collione scrive:
          Re: Previsioni
          - Scritto da: nome e cognome
          E perché dovrebbero spendere se c'è chi lo fa
          gratis? Se su bidonix ci investono poco quelli
          che ci campano, perché mai dovrebbe farlo
          microsoft?hanno buttato 5 miliardi di dollari su windows svista diarrea edition e non possono buttarne 5 milioni su .net per linux? (rotfl)GET THE FACTS (rotfl)
      • Darwin scrive:
        Re: Previsioni
        - Scritto da: collione
        se volevano questo facevano prima a portare .net
        su
        linux

        il bello di .net è che è indipendente dal sistema
        operativo, usa una vm e la parte da portare sono
        solo i bindings verso l'api
        dell'OS

        non esagero se dico che potevano portare .net su
        linux in 6
        mesiMa perchè farlo? Se Microsoft porta .NET su Linux, chi ci continua a sviluppare più sul loro OS, visto l'elevato grado di portabilità del linguaggio?
        • collione scrive:
          Re: Previsioni
          sono d'accordo e infatti ho scritto "se volevano questo...", ma è chiaro che non vogliono questo, vogliono solo un cavallo di XXXXX da usare contro linux in futuro e lo vogliono pure aggratisè per questo che ho sempre sparato a zero su mono, non perchè è una versione "ritardata" di .net ma perchè è una bomba legale
          • Darwin scrive:
            Re: Previsioni
            - Scritto da: collione
            sono d'accordo e infatti ho scritto "se volevano
            questo...", ma è chiaro che non vogliono questo,
            vogliono solo un cavallo di XXXXX da usare contro
            linux in futuro e lo vogliono pure
            aggratis

            è per questo che ho sempre sparato a zero su
            mono, non perchè è una versione "ritardata" di
            .net ma perchè è una bomba
            legaleQuoto. E pensa che questa bomba legale è molto usata (Tomboy e ora Banshee) nel terzo sistema operativo più diffuso, ovvero Ubuntu, che continua a ronzare intorno a Microsoft.Spero che Canonical si renda conto della situazione e non abusi troppo di questo framework.
          • Funz scrive:
            Re: Previsioni
            - Scritto da: Darwin
            Quoto. E pensa che questa bomba legale è molto
            usata (Tomboy e ora Banshee) nel terzo sistema
            operativo più diffuso, ovvero Ubuntu, che
            continua a ronzare intorno a
            Microsoft.Per fortuna si può dare un sudo apt-get purge mono-runtime cli-common oppure installare KDE o altro DE.
            Spero che Canonical si renda conto della
            situazione e non abusi troppo di questo
            framework.Speriamo l'abbandonino proprio, d'altronde i programmi che usano mono sono pochi e ci sono alternative altrettanto buone se non migliori.
  • brunoliegib astonliegi scrive:
    Pragmatismi
    Non so che cosa è mono, non so cosa è icaza, sono un idiota cui uno s+ronzo ha installato ubuntu. Apro il google di internet... non so che fare, mah andrò sul sito della rai (ovvero replico compulsivamente un comportamento malsano) mi dicono di installare questo e quello, bho? io clicco installo, non funziona. eppure il sito della rai dice che funziona.Bho? sto linux del caxxo non mi fa neanche guardare il telegiornale. Dove caxxo ho messo quel cd pirata di win??Mono va ABBATTUTO perche su 6 pc diversi con `almeno` 12 distro diverse non ha MAI funzionato per più di un giorno di fila (quando almeno ha fatto finta di funzionare)MONO È UNA FOGLIA DI FICO PER MANTENERE VIVE TECNOLOGIE PROPRIETARIE E CHIUSE CHE NON AVREBBERO ALCUNA RAGIONE DI ESISTERE.... E FUNZIONANDO PURE MALE GETTANDO DISCREDITO SUL SISTEMA OPERATIVO.
    • collione scrive:
      Re: Pragmatismi
      continua ad usare windows alloraper la cronaca la rai usa silverlight e silverlight per linux ( ovvero moonlight ) è praticamente inutilizzabilela colpa non è di linux ma della rai che con i nostri soldi finanzia gli oligarchi della microsoft piuttosto che usare tecnologie interoperabiliflash cos'ha che non va? lo usa il 90% del web, la rai è forse figlia della gallina bianca?
      • nome e cognome scrive:
        Re: Pragmatismi

        flash cos'ha che non va? lo usa il 90% del web,
        la rai è forse figlia della gallina
        bianca?Su linux fa XXXXXX pure flash...
        • collione scrive:
          Re: Pragmatismi
          - Scritto da: nome e cognome

          flash cos'ha che non va? lo usa il 90% del web,

          la rai è forse figlia della gallina

          bianca?

          Su linux fa XXXXXX pure flash...intanto funziona a differenza di moonlightio ci vedo i video su youtube, vimeo, megavideo, ci navigo i siti web con tutti gli orpelli flash, ci gioco ai giochi in flashmi pare che ci sia una bella differenza con moonlight
      • AMEN scrive:
        Re: Pragmatismi
        - Scritto da: collione

        flash cos'ha che non va? Che continua a farmi crashare i driver nvidia sul portatile.
        lo usa il 90% del web,
        la rai è forse figlia della gallina bianca?Scusa, ma Silverlight è un ottimo prodotto. Arrivato dopo flash, ma sta rapidamente recuperando.
        • Darwin scrive:
          Re: Pragmatismi
          - Scritto da: AMEN
          Che continua a farmi crashare i driver nvidia sul
          portatile.Flash è uno schifo dovunque.
          Scusa, ma Silverlight è un ottimo prodotto.
          Arrivato dopo flash, ma sta rapidamente
          recuperando.Silverlight è un prodotto Microsoft implementabile solo su Windows. Me ne frego se è migliore di flash.la RAI è una televisione pubblica pagata con i soldi di tutti, non può e NON DEVE mettere a disposizione contenuti in modo esclusivo per alcune piattaforme.
        • collione scrive:
          Re: Pragmatismi
          - Scritto da: AMEN
          - Scritto da: collione



          flash cos'ha che non va?
          Che continua a farmi crashare i driver nvidia sul
          portatile.
          si ok, pure a me a volte va in crash, ma vuoi metterlo moonlight che è talmente arretrato che non puoi usare il sito della rai?almeno con flash su linux ci fai quello che fai su windows
          Scusa, ma Silverlight è un ottimo prodotto.
          Arrivato dopo flash, ma sta rapidamente
          recuperando.silverlight sarà ma moonlight non lo è, o meglio è stranamente sempre indietro di quel tanto che basta per rendere "certi siti web" non fruibilila rai ha fatto una cagata pazzesca e per di più l'ha fatta in un momento in cui silverlight era palesemente dietro a flash tecnologicamentese proprio vogliono fare qualcosa di serio allora usino html5
  • pisellone scrive:
    speriamo che mono sparisca!
    speriamo che il progetto mono (e derivati) sparisca per sempre:1) mono (e tutto ciò che ha a che fare col mondo m$) è un enorme pericolo per il mondo open2) le applicazioni mono sono pesanti, lente e necessitano di tutto il framework più altre librerie (gtk#, ecc), lasciamo questi sw pachidermici agli utenti m$, e teniamoci i sw leggeri e veloci3) personaggi loschi come de icaza, che si atteggiano come promotori dell'opensource ma vengono pagati da m$, mi sanno tanto di mercenari e spero vivamente che spariscano dalla scena
    • Rito Naetano scrive:
      Re: speriamo che mono sparisca!
      - Scritto da: XXXXXXXXX
      speriamo che il progetto mono (e derivati)
      sparisca per
      sempre:

      1) mono (e tutto ciò che ha a che fare col mondo
      m$) è un enorme pericolo per il mondo
      open
      Sì è 10 anni che c'è mono lo sai? Intanto alla fine i XXXXXX legali sono successi con Java
      2) le applicazioni mono sono pesanti, lente e
      necessitano di tutto il framework più altre
      librerie (gtk#, ecc), lasciamo questi sw
      pachidermici agli utenti m$, e teniamoci i sw
      leggeri e
      velocile gtk# (rotfl) è il graphic toolkit per mono. È come dire che i programmi Gnome sono pesanti perché usano le gtk+ o quelli KDE perché usano le QT.

      3) personaggi loschi come de icaza, che si
      atteggiano come promotori dell'opensource ma
      vengono pagati da m$, mi sanno tanto di mercenari
      e spero vivamente che spariscano dalla
      scenaNon è pagato da Microsoft, sono più loschi quelli come te che non hanno contribuito all'open source con una sola riga di codice e diffamano persone come Icaza.
      • pisellone scrive:
        Re: speriamo che mono sparisca!
        - Scritto da: Rito Naetano
        Sì è 10 anni che c'è mono lo sai? Intanto alla
        fine i XXXXXX legali sono successi con
        Javama quali XXXXXX legali? se java resta il linguaggio più diffuso mi sa che i XXXXXX ce li hai intesta tu.
        le gtk# (rotfl) è il graphic toolkit per mono. È
        come dire che i programmi Gnome sono pesanti
        perché usano le gtk+ o quelli KDE perché usano le
        QT.non hai capito quello che ho scritto. ho detto che non ha senso introdurre una libreria o wrapper delle api native gtk perchè si può programmare nativamente in c o vala senza bisogno di mono&co.
        Non è pagato da Microsoft, sono più loschi quelli
        come te che non hanno contribuito all'open source
        con una sola riga di codice e diffamano persone
        come
        Icaza.tu non sai se io ho contribuito o no al mondo open (è la risposta è si) quindi taci
    • Nome e cognome scrive:
      Re: speriamo che mono sparisca!

      1) mono (e tutto ciò che ha a che fare col mondo
      m$) è un enorme pericolo per il mondo
      openoppure una grande opportunità, basta saperla cogliere
      2) le applicazioni mono sono pesanti, lente e
      necessitano di tutto il framework più altre
      librerie (gtk#, ecc), lasciamo questi sw
      pachidermici agli utenti m$, e teniamoci i sw
      leggeri e
      velocicioè quello che accade, ad esempio, per android
      3) personaggi loschi come de icaza, che si
      atteggiano come promotori dell'opensource ma
      vengono pagati da m$, mi sanno tanto di mercenari
      e spero vivamente che spariscano dalla
      scenaper lasciare il posto a litigiosi paladini dell'open source che si rifiutano di utilizzare tecnologie di derivazione proprietaria, a parte unix, java ...
      • pisellone scrive:
        Re: speriamo che mono sparisca!
        - Scritto da: Nome e cognome
        oppure una grande opportunità, basta saperla
        coglieregrande oppurtinità dove? opportunità di scrivere un sw pesante, pachidermico e che m$ mi può far chiudere dall'oggi al domani? bella roba
        cioè quello che accade, ad esempio, per androidle applicazioni android più complesse sono molto più reattive (su un terminale) di tomboy (su un pc dualcore)
        per lasciare il posto a litigiosi paladini
        dell'open source che si rifiutano di utilizzare
        tecnologie di derivazione proprietaria, a parte
        unix, java
        ...i paladini io li intendo persone che ragionano con la propria testa e fanno scelte ragionate, non dico giuste o sbagliate, ma se non altro volute. gli altri si piegano al volere e alla pubblicità delle multinazionali e fanno solo il loro volere. felici loro...
    • AMEN scrive:
      Re: speriamo che mono sparisca!
      - Scritto da: XXXXXXXXX

      2) le applicazioni mono sono pesanti, lente e
      necessitano di tutto il framework più altre
      librerie (gtk#, ecc), lasciamo questi sw
      pachidermici agli utenti m$, e teniamoci i sw
      leggeri e velociEsatto. Purezza ci vuole. Da domani tutti a lavorare su Hurd :-P
  • anonimo scrive:
    Alcune imprecisioni
    "Novell, potrebbe anche storcere il naso ed esercitare i diritti di copyright sul nome "Mono"Primo non si tratta di copyright, ma di trademark. Seconda cosa Miguel De Icaza ha già detto su twitter che come marchio non lo possono usare, infatti hanno creato Xamarin.Poi non c'è nessuna vendetta, già da un anno avevano chiesto di creare uno spin off di Mono, cioè di creare una compagnia esterna a Novell. Ma questa proposta era stata rifiutata. Attachmate era disponibile a vendere le sue proprietà a loro, ma per tutta la faccenda sarebbe dovuto passare troppo tempo e quindi hanno preferito creare una nuova compagnia e riscrivere da zero monodroid e monotouch, perché proprietari e quindi di Attachmate, per tutto il resto non c'è problema grazie alle licenze aperte usate per tutto ilr esto.Si raccoglieranno fondi anche per migliorare il marketing su cui Novell aveva investito 0 dollari.
  • fondamental ista scrive:
    ben gli sta...
    a De Icaza...ha sempre venerato M$, ha fatto di tutto per leccare il XXXX a M$ (a partire dal 1997 con la proposta di portare internet explorer su unix fino ai giorni nostri con mono) e ora M$ gli da ciò che si merita (attraverso attachmate)... peccato perché ha fatto anche cose degne di nota (GNOME per esempio (e guarda caso c'è una specie di registro di sistema pure lì)) e soprattutto ha sempre puntato sull'open source...
    • pisellone scrive:
      Re: ben gli sta...
      concordo, m$ è il male è de icaza è uno dei suoi tanti mercenari. se si vuole vincere la guerra la parola è una: "boicottare, boicottare, boicottare!", per un mondo migliore libero dalle multinazionali
  • sentinel scrive:
    il "nuovo padrone di Novell"...
    ...Non appena ha messo le mani sulla sua nuovaacquisizione, ha semplicemente fatto la cosapiù sensata che potesse fare.Cioè puntare a chiudere quella fesseria di Mono(una piattaforma software che tenta (a tentativi...) diemulare un'altra piattaforma software (pietosa, per giunta...)).;)
    • Nome e cognome scrive:
      Re: il "nuovo padrone di Novell"...

      Cioè puntare a chiudere quella fesseria di Mono
      (una piattaforma software che tenta (a
      tentativi...)
      di
      emulare un'altra piattaforma software (pietosa,
      per
      giunta...)).

      ;)mai usato .net, vero?
      • collione scrive:
        Re: il "nuovo padrone di Novell"...
        e infatti se proprio volevano potevano portare .net su linuxevidentemente a ms serve un .net handicappato da usare come cavallo di XXXXXperò a conti fatti, anche se dovessero riuscire nel loro tentativo, alla fin fine mono minaccerebbe solo alcune applicazioni linux non certo l'intero ecosistemaimho quello di redmon è un tentativo d'infezione fallito in partenza
        • nome e cognome scrive:
          Re: il "nuovo padrone di Novell"...
          - Scritto da: collione
          e infatti se proprio volevano potevano portare
          .net su
          linux

          evidentemente a ms serve un .net handicappato da
          usare come cavallo di
          XXXXXAncora con sto cavallo di XXXXX? Per entrare dove? In cantina? Nel mercato dei server lamp (redditizio, moooolto redditizio).
          imho quello di redmon è un tentativo d'infezione
          fallito in
          partenzaD'infezione de che? Ci deve essere un ospite per avere un'infezione.
          • collione scrive:
            Re: il "nuovo padrone di Novell"...

            Ancora con sto cavallo di XXXXX? Per entrare
            dove? In cantina? Nel mercato dei server lamp
            (redditizio, moooolto
            redditizio).
            considerando i miliardi che fanno rackspace, theplanet e soci, direi che è un mercato redditizioe mi pare che ms stia facendo la pazza per cercare di sfondare in questo mercato
            D'infezione de che? Ci deve essere un ospite per
            avere
            un'infezione.tu di sicuro sei stato già infettato dal virus della stupidità (rotfl)
      • effeuno scrive:
        Re: il "nuovo padrone di Novell"...
        Io sì e poi sono passato ad altro con mooolti vantaggi in più e assai meno mal di testa! :p
      • sentinel scrive:
        Re: il "nuovo padrone di Novell"...
        - Scritto da: Nome e cognome

        Cioè puntare a chiudere quella fesseria di Mono

        (una piattaforma software che tenta (a

        tentativi...)

        di

        emulare un'altra piattaforma software (pietosa,

        per

        giunta...)).



        ;)

        mai usato .net, vero?per mia fortuna, no.
    • effeuno scrive:
      Re: il "nuovo padrone di Novell"...
      ops.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 maggio 2011 18.11-----------------------------------------------------------
  • say no scrive:
    vendite
    Spiacevole battuta d'arresto per i lavori del Mono Project. L'attivissimo team di sviluppo guidato da Miguel de Icaza è stato smantellato dal nuovo padrone di Novell, la società Attachmate, che ha già licenziato il 25 per cento del personale. chi la fa, l'aspettichi si è "venduto" (a M$ e Nov££), si aspetti di essere venduto a sua volta
  • attonito scrive:
    Quello che non capisco...
    e' come campi questa gente.Per esempio: Oracle la mette in XXXX a openoffice? ok, e noi ce ne andiamo e facciamo libreoffice, tie'!Attachmate la mette in XXXX a mono? e noi ce ne andiamo e facciamo una startup tutta nostra, tie'!Quelli di mono sono 25 persone, da pagare tutti i mesi.Ora: o sta gente e' ricca di suo e vive di rendita oppure... come campano? che mangiano? chi paga gli stipendi, affitti, bollette etc?Mah, forse negli USA e' diverso...
    • say no scrive:
      Re: Quello che non capisco...
      - Scritto da: attonito
      e' come campi questa gente.

      Per esempio: Oracle la mette in XXXX a
      openoffice? ok, e noi ce ne andiamo e facciamo
      libreoffice, tie'!c'è una fondazione con moltissimi sponsor e significative donazioni, oltre ai contributi "in natura" (codice, traduzioni ecc.)
      Attachmate la mette in XXXX a mono? e noi ce ne
      andiamo e facciamo una startup tutta nostra,
      tie'!

      Quelli di mono sono 25 persone, da pagare tutti i
      mesi.
      Ora: o sta gente e' ricca di suo e vive di
      rendita oppure... come campano? che mangiano? chi
      paga gli stipendi, affitti, bollette etc?erano ben foraggiati da mamma M$... e probabilmente lo saranno ancora, almeno finché si prestano a "infettare" i sistemi GNU/Linux diffondendo "virus" come Mono e Silverlight (ovvero i brevetti M$)
      • krane scrive:
        Re: Quello che non capisco...
        - Scritto da: say no
        - Scritto da: attonito

        e' come campi questa gente.



        Per esempio: Oracle la mette in XXXX a

        openoffice? ok, e noi ce ne andiamo e facciamo

        libreoffice, tie'!

        c'è una fondazione con moltissimi sponsor e
        significative donazioni, oltre ai contributi "in
        natura" (codice, traduzioni
        ecc.)


        Attachmate la mette in XXXX a mono? e noi ce ne

        andiamo e facciamo una startup tutta nostra,

        tie'!



        Quelli di mono sono 25 persone, da pagare tutti
        i

        mesi.

        Ora: o sta gente e' ricca di suo e vive di

        rendita oppure... come campano? che mangiano?
        chi

        paga gli stipendi, affitti, bollette etc?

        erano ben foraggiati da mamma M$... e
        probabilmente lo saranno ancora, almeno finché si
        prestano a "infettare" i sistemi GNU/Linux
        diffondendo "virus" come Mono e Silverlight
        (ovvero i brevetti M$)Quoto, e mi piace come il nostro Pulito abbia rimarcato la cosa.
      • Darwin scrive:
        Re: Quello che non capisco...
        - Scritto da: say no
        erano ben foraggiati da mamma M$... e
        probabilmente lo saranno ancora, almeno finché si
        prestano a "infettare" i sistemi GNU/Linux
        diffondendo "virus" come Mono e Silverlight
        (ovvero i brevetti
        M$)Quoto. Però c'è da dire che Mono non è sviluppato solo su tecnologie al 100% brevettate da Microsoft..NET è diviso in due parti: una è standard ECMA/ISO ed è liberamente reimplementabile (include il compilatore C#, l'implementazione dei linguaggi C# e ASP.NET, il Common Language Runtime e altre parti), poi c'è la parte proprietaria non standardizzata che dovrebbero essere ADO.NET, Windows Presentation Foundation, Windows Communication Foundation, Windows Workflow Foundation e altre parti.Più che altro Mono rischia parecchio in quanto non reimplementa solo le parti standardizzate, ovvero le parti che Microsoft non può impugnare in tribunale, ma anche le parti proprietarie. Quest'ultime sono state implementate e quindi sono illegali poichè violano il copyright. Finchè c'è stato l'accordo Novell-Microsoft, Mono ha avuto vita facile. Come hai giustamente detto tu Microsoft ha foraggiato il progetto, mettendo persino su CodePlex le librerie per il framework e il plugin per l'IDE per ottenere il supporto ad F#. Questo sicuramente l'ha fatto anche per un effetto boomerang, ovvero attrarre sviluppatori nel circolo vizioso .NET, forse per avvicinarli magari anche a Singularity che è fermo da due anni nonostante sia "Open" (ahahahah) Source e quindi rubare "manodopera" al mondo linux/foss.Comunque che Microsoft avesse messo i bastoni fra le ruote a Mono lo si era capito già da tempo. Basti pensare che l'ultima versione dello standard C# liberamente implementabile risulta essere la versione 2.0, mentre .NET e C# stanno alla 4.0.Mono, se non ricordo male, ha implementato anche le versioni successive del framework (3.0, 3.5, 4.0) ma non so quanto sia libere da infrazioni di copyright.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 maggio 2011 20.12-----------------------------------------------------------
    • collione scrive:
      Re: Quello che non capisco...
      negli USA c'è gente che crede nella tecnologia e nello sviluppo in generale, mica i capitalisti lì sono dei vecchi gretti e pervertiti che spendono migliaia di euro a sera per andare con una sgualdrinella minorenneci sono grandi ricconi che per scaricare le tasse non occultano i soldi all'estero ma finanziano le fondazioni ( tra cui pure quelle del software libero )ci sono anche interessi governativi più o meno evidenti nel mantenere attivi questi progettinon è un mistero che la CIA gestisce centinaia se non migliaia di società di facciata che servono ai più strani ed incomprensibili scopi ( tra cui finanziare lo sviluppo di tecnologie a loro utili )in sostanze Stallman e soci fanno parte dei circoli che contano, altro che povero straccione puzzone come credono i winari
      • say no scrive:
        Re: Quello che non capisco...
        - Scritto da: collione[...]
        in sostanze Stallman e soci fanno parte dei
        circoli che contano, altro che povero straccione
        puzzone come credono i winaria) forse non lo sai ma stallman e icaza non sono propriamente amici...b) stallman povero straccione puzzone? lo credono anche molti sedicenti "linuxiani"... più in generale, non è rilevante la "fede": chi ragiona in questi termini è semplicemente "stolto", winaro o no che sia
        • collione scrive:
          Re: Quello che non capisco...
          - Scritto da: say no
          a) forse non lo sai ma stallman e icaza non sono
          propriamente
          amici...
          il mio post non era riferito a de Icaza ma al movimento foss in generalec'è una diffusa convinzione che foss=barboni e centri socialipoi trovi Stallman a qualche cena con un pezzo grosso dell'amministrazione USA e allora capaci che il foss è penetrato a ben altri livelli, ben al di sopra delle bettole frequentate dai barboni
      • attonito scrive:
        Re: Quello che non capisco...
        - Scritto da: collione
        negli USA c'è gente che crede nella tecnologia e
        nello sviluppo in generale, mica i capitalisti lì
        sono dei vecchi gretti e pervertiti che spendono
        migliaia di euro a sera per andare con una
        sgualdrinella minorennevero, una utentico scandalo, non vanno pagate piu' di 1000 euro a sera, se no poi si montano la testa e finisce che fanno le consigliere regionali o le ministre. Mille euro a monta e andare.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Quello che non capisco...

      Quelli di mono sono 25 persone, da pagare tutti i
      mesi.Pagare... due noccioline e tante pacche sulle spalle. Sono muli opensource, fanno la fine che si meritano.
      • Darwin scrive:
        Re: Quello che non capisco...
        - Scritto da: nome e cognome
        Pagare... due noccioline e tante pacche sulle
        spalle. Sono muli opensource, fanno la fine che
        si
        meritano.Ti classifichi da solo con i tuoi post.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 maggio 2011 20.36-----------------------------------------------------------
      • NewTroll scrive:
        Re: Quello che non capisco...
        Curiosità mia, che modem/router usi?
        • nome e cognome scrive:
          Re: Quello che non capisco...
          - Scritto da: NewTroll
          Curiosità mia, che modem/router usi?Un router penoso, linksys wag160n ... scalda come un tostapane ma costava poco. C'è dentro linux? Spiegherebbe tante cose...
          • collione scrive:
            Re: Quello che non capisco...
            mi spiace per te trollazzo ma non c'è linux dentromagari se guardi meglio c'è windows ceSS (rotfl)
          • Marco scrive:
            Re: Quello che non capisco...
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: NewTroll
            C'è dentro linux? Spiegherebbe tante cose...Pensa se ci fosse dentro windows quanto scalderebbe poco! :D
    • anonimo scrive:
      Re: Quello che non capisco...
      - Scritto da: attonito
      e' come campi questa gente.

      Per esempio: Oracle la mette in XXXX a
      openoffice? ok, e noi ce ne andiamo e facciamo
      libreoffice,
      tie'!

      Attachmate la mette in XXXX a mono? e noi ce ne
      andiamo e facciamo una startup tutta nostra,
      tie'!

      Quelli di mono sono 25 persone, da pagare tutti i
      mesi.
      Ora: o sta gente e' ricca di suo e vive di
      rendita oppure... come campano? che mangiano? chi
      paga gli stipendi, affitti, bollette
      etc?
      Novell forniva consulenza a società che utilizzavano mono. Con quelle campavano e siccome Attachmate non fornisce più supporto per Mono, indovina da chi andranno?Loro adesso raccoglieranno dei soldi da degli investitori, forniranno consulenze e supporto alle aziende con cui già lavoravano e ricreeranno prodotti per il mercato mobile che avevano licenza chiusa.
    • AMEN scrive:
      Re: Quello che non capisco...
      - Scritto da: attonito
      e' come campi questa gente.
      Ti basti pensare che, per fare un esempio, Canonical ha in conti talmente in rosso che farebbero bene a prendere Bertinotti come AD (e la vendita di gadget, cd, ecc sono solo briciole). Shuttleworth ha soldi da buttare e fa bene a fare quello che fa.Io ho il mutuo e non posso permettermelo!
  • Darwin scrive:
    Cosa scontata...
    Attachmate, che si sapeva già essere uno dei tanti cagnolini di Microsoft, alla fine ha esaudito i desideri del padrone Ballmer.Prevedo tra non molto anche la fine di SUSE Linux.Comunque sono contento se gli sviluppatori continuano il progetto in modo autonomo. Resterà da vedere quanto Microsoft & Co. staranno zitte.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 maggio 2011 18.54-----------------------------------------------------------
    • collione scrive:
      Re: Cosa scontata...
      già, questo fatto la dice lunga di cosa pensa ms di monoè chiaro ormai che hanno intenzione di usarlo solo ed esclusivamente come cavallo di XXXXX ed è per questo che de Icaza dovrebbe stare molto molto attento ai brevetti
      • attonito scrive:
        Re: Cosa scontata...
        - Scritto da: collione
        già, questo fatto la dice lunga di cosa pensa ms
        di
        mono

        è chiaro ormai che hanno intenzione di usarlo
        solo ed esclusivamente come cavallo di XXXXX ed è
        per questo che de Icaza dovrebbe stare molto
        molto attento ai brevettiDe Icaza mi da l'impressione di essere quello definibile come "utile idiota"
        • AMEN scrive:
          Re: Cosa scontata...
          - Scritto da: attonito

          De Icaza mi da l'impressione di essere quello
          definibile come "utile idiota"Veramente è stato definito molto peggio di così ed indovina da chi?
          • Darwin scrive:
            Re: Cosa scontata...
            - Scritto da: AMEN
            Veramente è stato definito molto peggio di così
            ed indovina da
            chi?Da uno che ha una competenza in ambito informatico molto alta.
      • Darwin scrive:
        Re: Cosa scontata...
        - Scritto da: collione
        già, questo fatto la dice lunga di cosa pensa ms
        di
        monoMa d'altronde era chiaro...Tant'è che l'accordo Microsoft-Novell di qualche anno fa (che poi è stato il grande passo falso di Novell. Potremmo dire che da lì Microsoft ne è diventato il padrone) tese a favorire solo Microsoft in quanto era lei la padrona di tutti quei brevetti (SMB, .NET ecc.) che Novell violava pienamente.
        è chiaro ormai che hanno intenzione di usarlo
        solo ed esclusivamente come cavallo di XXXXX ed è
        per questo che de Icaza dovrebbe stare molto
        molto attento ai
        brevettiOrmai è tardi per stare attenti, collione.O De Icaza elimina TUTTE le parti che violano il copyright oppure per Mono sarà la fine.E rendiamoci conto che Mono ha fatto la fortuna come miglior reimplementazione di .NET proprio perchè remplementava il framework Microsoft quasi totalmente, rendendo, nelle ultime versioni, il porting diretto da un framework all'altro.Praticamente senza le parti proprietarie Mono diventa inutile e finirà nel dimenticatoio come DotGNU.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 maggio 2011 20.33-----------------------------------------------------------
        • anonimo scrive:
          Re: Cosa scontata...
          - Scritto da: Darwin
          Ormai è tardi per stare attenti, collione.
          O De Icaza elimina TUTTE le parti che violano il
          copyright oppure per Mono sarà la
          fine.Il copyright non c'entra niente per quanto riguarda Mono.Mentre dovrà stare attento per quanto riguarda monotouch e monodroid visto che andranno riscritti da zero.
          • Darwin scrive:
            Re: Cosa scontata...
            - Scritto da: anonimo
            Il copyright non c'entra niente per quanto
            riguarda
            Mono.
            Mentre dovrà stare attento per quanto riguarda
            monotouch e monodroid visto che andranno
            riscritti da
            zero.C'entra eccome, Mono reimplementa aree del framework .NET coperte da copyright e brevetti come ADO.NET e Windows Forms.L'unica salvezza di Mono è stata Microsoft che non ha voluto eseguire azioni legali contro gli sviluppatori.PI fece anche un articolo in proposito.http://punto-informatico.it/2664363/PI/News/microsoft-non-fara-guerra-linux.aspx-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 maggio 2011 14.12-----------------------------------------------------------
          • anonimo scrive:
            Re: Cosa scontata...
            - Scritto da: Darwin
            C'entra eccome, Mono reimplementa aree del
            framework .NET coperte da copyright e brevetti
            come ADO.NET e Windows
            Forms.Brevetti e copyright non sono la stessa cosa. Il codice è stato scritto per conto proprio, tranne quelle parti che Microsoft ha rilasciato con licenze libere. Non c'è nessun problema di copyright.
            L'unica salvezza di Mono è stata Microsoft che
            non ha voluto eseguire azioni legali contro gli
            sviluppatori.Sì vabbe' non famme ride per favore.
          • Darwin scrive:
            Re: Cosa scontata...
            - Scritto da: anonimo
            Brevetti e copyright non sono la stessa cosa.Chi ha mai detto che sono la stessa cosa?Ok. Copyright ti fa schifo. Software Proprietario ti va meglio?
            Il
            codice è stato scritto per conto proprio, tranne
            quelle parti che Microsoft ha rilasciato con
            licenze libere.Il codice è stato scritto per sfruttare tecnologie proprietarie (quindi coperte da copyright).Microsoft è stata zitta (per motivi di convenienza) ma questo non vuol dire nulla.
            Non c'è nessun problema di
            copyright.No? Dimostra che ADO.NET e Windows Forms non sono proprietari.
            Sì vabbe' non famme ride per favore.Quì quello che sta facendo ridere sei tu.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 maggio 2011 15.51-----------------------------------------------------------
          • anonimo scrive:
            Re: Cosa scontata...
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: anonimo

            Brevetti e copyright non sono la stessa cosa.
            Chi ha mai detto che sono la stessa cosa?
            Ok. Copyright ti fa schifo. Software Proprietario
            ti va
            meglio?
            Non è una questione di schifo. Usi i termini in modo errato, se non li capisci è difficile avere un terreno su cui discutere.

            Il

            codice è stato scritto per conto proprio, tranne

            quelle parti che Microsoft ha rilasciato con

            licenze libere.
            Il codice è stato scritto per sfruttare
            tecnologie proprietarie (quindi coperte da
            copyright).
            Microsoft è stata zitta (per motivi di
            convenienza) ma questo non vuol dire
            nulla.


            Non c'è nessun problema di

            copyright.
            No? Dimostra che ADO.NET e Windows Forms non sono
            proprietari.
            Continui ad avere grossa confusione in testa. Proprietario (che tiri fuori adesso) non vuol dire che c'è un problema di copyright, a meno uno non stia copiando del codice in modo illegale, cioè trafugandolo. Ma non è questo il caso.Il fatto che siano brevettati non è questo gran problema, se scrivi 100 righe di codice è probabile che tu stia violando qualche brevetto. Forse non lo sai ma il CEO di Redhat ha detto che in passato sono stati denunciati da diversi Troll Patents e anziché andare in tribunale hanno preferito pagare:Interviewed Red Hat CEO Jim Whitehurst about patents, lawsuits, and settlements as well as Red Hat's corporate culture and future outlook. "Despite some victories -- including one against that same Acacia last year -- Red Hat has elected to settle with what it deems patent trolls in various cases which it cannot disclose, according to Whitehurst. [...] 'When it's so little money, at some point, bluntly, it's better to settle than fight these things out,'. Stessa ragione per cui Tomtom ha preferito pagare per la denuncia sulla Fat32.Se Microsoft dovesse fare una denuncia per brevetti si cercherà di dimostrare che è prior art e se così non sarà si toglieranno quelle parti che fra l'altro non mandano a monte tutto il progetto Mono che per il resto è protetto legalmente anche dai brevetti.Oltretutto quei brevetti da noi in europa non sono validi e niente impedirebbe a sviluppatori open source europei di continuarli o a te di usarle le winforms di mono senza correre nessun rischio legale.Non è che uno non esce più di casa perché può essere investito da una macchina, le cause per i brevetti le possono fare per qualunque cosa, dal kernel in su.
          • Darwin scrive:
            Re: Cosa scontata...
            - Scritto da: anonimo
            Continui ad avere grossa confusione in testa.Allora facciamo un pò di chiarezza:Il copyright è il diritto d'autore ovvero l'autore detiene ogni forma di diritto sul software e concede un minimo di diritti (ovvero l'uso in forma privata e non per fini commerciali, se non espressamente citato) all'utente finale.Tra i diritti non fruibili c'è quello di visionare il software. L'utente infatti non ha il diritto di studiare e/o modificare i sorgenti.Esso viene esercitato assieme ai brevetti (che consentono il monopolio della tecnologia a colui che l'ha inventata), formando insieme i presupposti per il software proprietario.
            Proprietario (che tiri fuori adesso) non vuol
            dire che c'è un problema di copyright, a meno uno
            non stia copiando del codice in modo illegale,
            cioè trafugandolo. Ma non è questo il
            caso.Il fatto che ci siano violazioni di proprietà intellettuale (presunte o reali che siano) non lo dico io. Non me lo sto inventando. È un dato di fatto. Lo diceva anche chiaramente l'articolo (che tra l'altro è un buon articolo. Se fosse stato come tanti altri fatti da PI non l'avrei citato).Infatti si parlava esattamente di violazioni di brevetti e altre proprietà intellettuali. E che io sappia, non c'è molta differenza tra proprietà intellettuale e copyright. Poi magari mi sbaglio.Inoltre, come tu hai giustamente detto nel caso di copyright ci sarebbe un furto del codice. Tu dici di no. Ma chi ci garantisce che ciò non è stato fatto, anche in minima parte? E se fin ora Microsoft è stata zitta, chi ci assicura che ora non farà rivalere i suoi diritti? Dopotutto fare un reverse engineering completo non è facile e incappare nelle violazioni è piuttosto semplice. Basti pensare ai driver nouveau che per evitare questi episodi sconvenienti con NVIDIA procedono a rilento nello sviluppo e ad oggi solo il 2D può definirsi funzionante (definirlo stabile è troppo).Dopotutto le specifiche di ADO.NET e Windows Forms non ci sono.
            Il fatto che siano brevettati non è questo gran
            problema, se scrivi 100 righe di codice è
            probabile che tu stia violando qualche brevetto.No fermati.Dipende da cosa stai scrivendo. Se stai implementando una tecnologia proprietaria, è probabile che tu abbia ragione.Nel caso, ad esempio, del compilatore C# e CLI, Mono non infrange brevetti in quanto ha scritto i software seguendo le specifiche.
            Se Microsoft dovesse fare una denuncia per
            brevetti si cercherà di dimostrare che è prior
            art e se così non sarà si toglieranno quelle
            parti che fra l'altro non mandano a monte tutto
            il progetto Mono che per il resto è protetto
            legalmente anche dai
            brevetti.C'è un problema più grave: Microsoft è stata furba, in quanto C# 3.0 e C# 4.0 non sono standard ECMA/ISO (che risalgono alle specifiche della 2.0). Mono invece reimplementa anche i framework 3.5 e 4.0 (contenenti le reimplementazioni dei linguaggi 3.0 e 4.0).In caso di battaglia legale, Mono dovrebbe eliminare anche queste parti, diventando un clone monco e arretrato.Insomma, Mono veramente sta rischiando parecchio.Anche perchè ragioniamo insieme: Come ha fatto Mono a reimplementare così velocemente le due versioni del linguaggio e le API che sono protette da brevetti e copyright in tempi così rapidi, pur essendo quattro gatti? Se così fosse i driver nouveau sarebbero già dovuti essere pronti da un pezzo (per lo meno per alcune schede video), no?
            Oltretutto quei brevetti da noi in europa non
            sono validi e niente impedirebbe a sviluppatori
            open source europei di continuarli o a te di
            usarle le winforms di mono senza correre nessun
            rischio
            legale.Si ma le applicazioni risultanti, qualora si usassero le WinForms, non dovrebbero essere circoscritte al solo suolo europeo?
            Non è che uno non esce più di casa perché può
            essere investito da una macchina,No, hai ragione. Però bisogna fare attenzione ad investire su una piattaforma non legalmente sicura. E secondo me Microsoft sta aspettando questo: un passo falso di Linux verso Mono e Redmond non avrà più il pinguino fra le scatole.
            le cause per i
            brevetti le possono fare per qualunque cosa, dal
            kernel in
            su.Naturalmente.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 maggio 2011 17.45-----------------------------------------------------------
    • attonito scrive:
      Re: Cosa scontata...
      - Scritto da: Darwin
      Attachmate, che si sapeva già essere uno dei
      tanti cagnolini di Microsoft, alla fine ha
      esaudito i desideri del padrone
      Ballmer.
      Prevedo tra non molto anche la fine di SUSE Linux.

      Comunque sono contento se gli sviluppatori
      continuano il progetto in modo autonomo. Resterà
      da vedere quanto Microsoft & Co. staranno
      zitte.lo schema e' il solito, vecchio ma collaudato: FUD, ricatto, minaccia, e acquisto dei vari membri del team.
Chiudi i commenti