Stallman e il pericolo di Steam su Linux

Il guru del free software commenta la recente mossa di Valve e il prossimo approdo della piattaforma Steam su Linux: è un bene, dice Stallman, ma anche un male. Comunque, meglio su Linux che su Windows

Roma – Cosa pensa Richard Stallman della decisione di Valve di lanciare un client Steam appositamente progettato per girare su Linux ? Nel suo ultimo messaggio alla community , il guru del Free Software evidenzia i pro e i contro dell’iniziativa e invita a supportare progetti giocosi davvero “open” e senza componenti proprietari.

Valve si è mossa verso Linux per garantirsi nuovi sbocchi commerciali nel caso in cui Microsoft decidesse di blindare fino in fondo il suo discusso Windows 8 trasformandolo in un mero ricettacolo di app controllate dall’esterno, ma a Stallman l’idea che su Linux girino giochi proprietari proprio non va giù.

La distribuzione di software closed-source (come i videogiochi di Valve sono) su OS Linux non è “etica”, dice Stallman, perché suddetto software nega agli utenti del Pinguino la libertà di fare quello che vogliono con il codice e gli asset artistici.

Nondimeno, concede il fondatore della Free Software Foundation, far girare Left 4 Dead e gli altri titoli su Linux piuttosto che su Windows è un fatto positivo perché usare Windows è comunque una prospettiva peggiore (dal punto di vista del movimento FOSS) che usare gli OS basati su Linux.

In definitiva Steam su Linux può essere un fatto “sia negativo che positivo”, dice Stallman: la possibilità di installare i giochi Valve su Linux può incoraggiare gli utenti a passare da Windows a un OS open, ma la presenza di software proprietario sul sistema del Pinguino ha effetti educativi sbagliati sulla community. La soluzione al problema, conclude Stallman, è dedicare le proprie energie di sviluppo al supporto di progetti videoludici pienamente aperti.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • il solito bene informato scrive:
    (per i veneti)
    e mi dovaria comprarme un iPhone... per taser?
    • fgdf dfgdg scrive:
      Re: (per i veneti)
      - Scritto da: il solito bene informato
      e mi dovaria comprarme un iPhone... per taser?LOL! battuta a due piani piu' terrazzo e scantinato, complimenti :)
      • il solito bene informato scrive:
        Re: (per i veneti)
        - Scritto da: fgdf dfgdg
        - Scritto da: il solito bene informato

        e mi dovaria comprarme un iPhone... per taser?

        LOL! battuta a due piani piu' terrazzo e
        scantinato, complimenti
        :):D ce l'avevo in canna da mesi
  • Rover scrive:
    Lezioni di fisica...
    ... gratis all'autore.1 - non sapevo che si potessero immagazzinare i Volts2 - 650.00 V. non si usano neppure nelle linee di trasporto elettrico, che usualmente si fermano a 380.000. E qualcuno ha mai sentito quel robusto sfrigolio nelle giornate di nebbia? Figuriamoci con una tensione doppia.3 - come pensa di survoltare da pochi volt in cc a 650.000 Volt? Deve moltiplicare per circa 10000 volte. 4 - E come pensa di isolarsi?
    • Pietro scrive:
      Re: Lezioni di fisica...
      - Scritto da: Rover
      ... gratis all'autore.
      1 - non sapevo che si potessero immagazzinare i
      Voltsle chiamano "pile" o "batterie", si comprano al supermercato in tagli da 1,5 a 9v, ma se ne trovano facilmente di tagli superiori
      2 - 650.00 V. non si usano neppure nelle linee di
      trasporto elettrico, che usualmente si fermano a
      380.000. E qualcuno ha mai sentito quel robusto
      sfrigolio nelle giornate di nebbia? Figuriamoci
      con una tensione
      doppia.
      3 - come pensa di survoltare da pochi volt in cc
      a 650.000 Volt? Deve moltiplicare per circa 10000
      volte.

      4 - E come pensa di isolarsi?Ti lascio il link ad un sito trovato cercado taser su google http://www.earmi.it/armi/taser.htmSpiegano a grandi linee come funziona, se leggi attentamente darà risposta a tutti i tuoi quesiti..Prima di voler insegnare informati..
      • rover scrive:
        Re: Lezioni di fisica...
        1 - Non si immagazzina una tensione, ma energia. Poi in base alle caratteristiche eletrrofisiche della batteria (il termine esatto è accumulatore) viene rilasciata energia ad una certa tensione e con una certa corrente massima. Non ho voglia di continuare, tanto non capiresti e quindi studia, che ti fa bene.Per quanto riguarda il link, convalida la mia ipotesi che non sai di cosa stai parlando, e se non studi non lo saprai mai.
  • easgtfhujk scrive:
    fdfds
    Wow tutti quei soldi solo per aver attaccato qualcosa dietro ad un iphone...Alla fine è una batteria extra con un condensatore...con una canna e una molla su un percussore posso farvi una pistola da iphone sotto con le offerte.Apparte gli scherzi c'è da farci bei soldoni ad attaccare cag... agli iphone.
  • volgare scrive:
    No grazie
    Non ne capisco il senso. Si tratta di trasformare il telefonino in un'arma? Allora non capisco perché non usare direttamente un'arma vera invece di incorporarla a qualcosa che usi in continuazione per uso diverso.Se si tratta di "650 mila Volt, da liberare poi sul corpo del malintenzionato" che sta cercando di rubarti il telefonino... beh, il mio telefonino non è importante fino a quel punto, preferisco un telefonino rubato che un morto sulla coscienza.
    • ... scrive:
      Re: No grazie
      - Scritto da: volgare
      Non ne capisco il senso. Si tratta di trasformare
      il telefonino in un'arma? Allora non capisco
      perché non usare direttamente un'arma vera invece
      di incorporarla a qualcosa che usi in
      continuazione per uso diverso.non sarebbe "fico"
      Se si tratta di "650 mila Volt, da liberare poi
      sul corpo del malintenzionato" che sta cercando
      di rubarti il telefonino... beh, il mio
      telefonino non è importante fino a quel punto,
      preferisco un telefonino rubato che un morto
      sulla coscienza.come si vede che non sei un vero macaco.
      • Sergent Pepper scrive:
        Re: No grazie
        ....o un vero Americano...
        • volgare scrive:
          Re: No grazie
          - Scritto da: Sergent Pepper
          ....o un vero Americano...Hmmm... Ironico visto che lo sono (magari non "vero" perché sono nato in Italia ma sto in America da diverso tempo). :o
          • user_ scrive:
            Re: No grazie
            secondo me è ancora shockato dalla rapina per inventare 'sta boiata
          • volgare scrive:
            Re: No grazie
            - Scritto da: user_
            secondo me è ancora shockato dalla rapina per
            inventare 'sta
            boiataProbabile, la tragedia è che sicuramente ci sono degli esaltati a cui piacerà. :
          • utentilo scrive:
            Re: No grazie
            Non capisco... perchè esaltati.Sei forse contrario alla legittima difesa (e sottolineo, legittima difesa)?
          • tucumcari scrive:
            Re: No grazie
            - Scritto da: utentilo
            Non capisco... perchè esaltati.
            Sei forse contrario alla legittima difesa (e
            sottolineo, legittima
            difesa)?Infatti In America tutti possono comprare un arma ... che poi gli usi siano sempre "legittimi" beh... oddio persino Obama comincia ad avere dubbi!Pare che la "cura" sia peggio del male anzi... molto spesso sia l'origine del male!
    • Pietro scrive:
      Re: No grazie
      - Scritto da: volgare
      .. non capisco
      perché non usare direttamente un'arma ..Perchè uno non va sempre ingiro con la pistola in tasca, ma va sempre in giro con il telefono in tasca o in mano.
      Se si tratta di "650 mila Volt, da liberare poi
      sul corpo del malintenzionato" che sta cercando
      di rubarti il telefonino... o di violentarti o di ferirti o di ucciderti o di fare del male a un tuo caro..Dipende dalla situazione: se la richiesta è minima (cellulare/portafogli) è più conveniente cedere che reagire, ma ci sono delle richieste a cui non puoi sottostare..
      .. preferisco un telefonino rubato che un morto sulla coscienza.verissimo, tieni presente però che "650 mila volt" non uccidono automaticamente, mandano in corto il sistema nervoso per alcuni secondi lasciando il corpo intorpidito per alcune ore (così hai il tempo di scappare o chiamare la polizia). Possono uccidere se hai problemi di cuore..
      • tucumcari scrive:
        Re: No grazie
        - Scritto da: Pietro
        - Scritto da: volgare

        .. non capisco

        perché non usare direttamente un'arma ..
        Perchè uno non va sempre ingiro con la pistola in
        tasca, ma va sempre in giro con il telefono in
        tasca o in
        mano.


        Se si tratta di "650 mila Volt, da liberare
        poi

        sul corpo del malintenzionato" che sta
        cercando

        di rubarti il telefonino...
        o di violentarti o di ferirti o di ucciderti o di
        fare del male a un tuo
        caro..
        Dipende dalla situazione: se la richiesta è
        minima (cellulare/portafogli) è più conveniente
        cedere che reagire, ma ci sono delle richieste a
        cui non puoi
        sottostare..


        .. preferisco un telefonino rubato che un
        morto sulla
        coscienza.
        verissimo, tieni presente però che "650 mila
        volt" non uccidono automaticamente, mandano in
        corto il sistema nervoso per alcuni secondi
        lasciando il corpo intorpidito per alcune ore
        (così hai il tempo di scappare o chiamare la
        polizia). Possono uccidere se hai problemi di
        cuore..Io non sono disposto d usare qualcosa che "può uccidere" per difendere un portafogli neppure se è il mio!
        • Pietro scrive:
          Re: No grazie

          Io non sono disposto d usare qualcosa che "può
          uccidere" per difendere un portafogli neppure se
          è il mio!Sono d'accordo, ma se questi vogliono violentare una donna? La tua compagna, tua figlia o anche una che non conosci..Come scrivo sopra: "Dipende dalla situazione: se la richiesta è minima (cellulare/portafogli) è più conveniente cedere che reagire, ma ci sono delle richieste a cui non puoi sottostare.."
          • krane scrive:
            Re: No grazie
            - Scritto da: Pietro

            Io non sono disposto d usare qualcosa

            che "può uccidere" per difendere un

            portafogli neppure se è il mio!
            Sono d'accordo, ma se questi vogliono
            violentare una donna? La tua compagna, tua
            figlia o anche una che non conosci..
            Come scrivo sopra: "Dipende dalla situazione: se
            la richiesta è minima (cellulare/portafogli) è
            più conveniente cedere che reagire, ma ci sono
            delle richieste a cui non puoi sottostare.."Io sono un convinto sostenitore del: non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te: se qualcuno mi minaccia e ritengo che voglia farmi del male non mi pongo problemi a farglene io.
          • zizzo scrive:
            Re: No grazie
            beh... pensa qualcuno che ti vuole rapinare, uccidere, violentare, fare male a un tuo caro ed è in possesso di un aggeggio che ti manda in tilt il sistema nervoso e intorpidisce... basta che venga da dietro, o incrociandoti ti sfiori la mano e tracchete... E senza lasciare segni.Oppure anche il genitore che ha la paranoia e lo compra al figlio che però è ragazzino XXXXXXXXX...Una volta che c'è non sono solo le vittime, ma anche gli aggressori a poterlo usare.
          • zizzo scrive:
            Re: No grazie
            oppure...trovi uno che ti vuole rapinare invece di stare tranquillo tiri fuori l'aggeggio e... 1 si XXXXXXX 2 te lo prende.
          • Pietro scrive:
            Re: No grazie
            Ovviamente avere un'arma e non saperla usare è peggio che non averla..
          • Pietro scrive:
            Re: No grazie
            Hai assolutamente ragione a preoccuparti però purtoppo entriamo nel solito discorso della libertà di possedere armi..In un mondo ottimale nessuno possiede armi e i cattivi non esistono = nessun problema.Ma nel nostro mondo i cattivi e gli XXXXXXXXX sono armati (coltelli, pistole, siringhe, spranghe) a prescindere da ciò che la legge dice. Nel nostro mondo gli unici a non essere armati sono i "buoni", quelli che come me e come te vorrebbero vivere in pace..
          • il solito bene informato scrive:
            Re: No grazie
            - Scritto da: Pietro

            Io non sono disposto d usare qualcosa che
            "può

            uccidere" per difendere un portafogli
            neppure
            se

            è il mio!
            Sono d'accordo, ma se questi vogliono violentare
            una donna? La tua compagna, tua figlia o anche
            una che non
            conosci..schiaffo forte sull'orecchio alla Bud Spencer
    • Izio01 scrive:
      Re: No grazie
      - Scritto da: volgare
      Non ne capisco il senso. Si tratta di trasformare
      il telefonino in un'arma? Allora non capisco
      perché non usare direttamente un'arma vera invece
      di incorporarla a qualcosa che usi in
      continuazione per uso
      diverso.

      Se si tratta di "650 mila Volt, da liberare poi
      sul corpo del malintenzionato" che sta cercando
      di rubarti il telefonino... beh, il mio
      telefonino non è importante fino a quel punto,
      preferisco un telefonino rubato che un morto
      sulla
      coscienza.Ma guarda che mica uccide, non farti trarre in inganno dal voltaggio :-) Alta tensione, impulsi brevissimi. Stesso discorso della racchetta antizanzare. Fa malino ma certo non ammazza nessuno.
Chiudi i commenti