Starlink: velocità di connessione troppo variabile

Starlink: velocità di connessione troppo variabile

In base ai dati rilevati da Ookla con il tool Speedtest, la velocità di download e la latenza del servizio Starlink non sono ancora ottimali.
In base ai dati rilevati da Ookla con il tool Speedtest, la velocità di download e la latenza del servizio Starlink non sono ancora ottimali.

Il servizio di connettività offerto dall'azienda di Elon Musk è già disponibile in alcune aree di Stati Uniti e Canada (in versione beta). In base ai dati raccolti da Ookla con il tool Speedtest è evidente che la velocità della connessione satellitare non è molto costante. Intanto la costellazione Starlink continua a crescere con il recente lancio di altri 60 satelliti. Alcuni utenti italiani hanno avvistato la “processione” nel cielo notturno.

Starlink: prestazioni da migliorare

L'obiettivo di Elon Musk è fornire un servizio di connettività agli utenti che vivono in aree non coperte dalla tradizionale banda larga (fibra ottica), come le zone rurali lontane dai principali centri abitati. Sul sito viene chiaramente specificato che la velocità può variare tra 50 a 150 Mbps, mentre la latenza è compresa tra 20 e 40 millisecondi. Potrebbe anche esserci brevi intervalli di tempo senza connessione, ma tutti i problemi verranno risolti con l'aumento del numero di satelliti.

In base ai dati di Speedtest, la velocità di download rilevata negli Stati Uniti nel primo trimestre è compresa tra 40,36 e 93,09 Mbps. In Canada invece è stata rilevata una velocità compresa tra 53,61 e 80,57 Mbps. Tutto sommato si tratta di prestazioni accettabili per un servizio in fase beta.

Meno accettabile è il valore della latenza. Negli Stati Uniti è compresa tra 31 e 88 millisecondi, mentre in Canada è compresa tra 34 e 61 millisecondi. Come detto, questi numeri dovrebbero migliorare con il lancio di altri satelliti e successivi aggiornamenti software.

Lo scorso 4 maggio sono stati lanciati in orbita altri 60 satelliti, portando il numero totale a 1.498. Da qualche giorno sono apparse online diverse segnalazioni di utenti italiani che hanno visto nel cielo notturno una scia di puntini luminosi. Si tratta proprio dei satelliti Starlink. Su alcuni siti, tra cui https://findstarlink.com/ e https://satellitemap.space/ è possibile conoscere i dettagli sui vari passaggi.

Fonte: Speedtest
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 05 2021
Link copiato negli appunti