Stazione spaziale cinese: lanciato secondo modulo

Stazione spaziale cinese: lanciato secondo modulo

La Cina ha lanciato il secondo modulo della stazione spaziale Tiangong con il razzo Long March 5B (il fissaggio è avvenuto circa 13 ore dopo).
La Cina ha lanciato il secondo modulo della stazione spaziale Tiangong con il razzo Long March 5B (il fissaggio è avvenuto circa 13 ore dopo).

La Cina ha aggiunto un altro pezzo alla stazione spaziale Tiangong. Ieri pomeriggio è stato lanciato il modulo Wentian dal Wenchang Space Launch Site in Hainan. Dopo circa 13 ore è stato fissato al modulo Tianhe in orbita da oltre un anno. Anche stavolta ci sono preoccupazioni in merito al rientro nell’atmosfera del primo stadio del razzo Long March 5B.

Stazione spaziale quasi completata

La costruzione della stazione spaziale cinese è iniziata ad aprile 2021 con il lancio del modulo abitativo Tianhe che ha ospitato i sei astronauti delle missioni Shenzhou 12 e 13. I tre astronauti della missione Shenzhou 14, in orbita dal 5 giugno scorso, hanno atteso l’arrivo del modulo Wentian che verrà utilizzato per gli esperimenti scientifici (ma ci sono anche tre spazi aggiuntivi per dormire e un altro airlock per le passeggiate spaziali).

Il terzo e ultimo modulo (Mengtian) verrà lanciato ad ottobre. Al termine dell’assemblaggio, la stazione spaziale Tiangong avrà una forma a T, sarà grande circa un quinto della Stazione Spaziale Internazionale e potrà ospitare tre astronauti per sei mesi (sei solo per una durata inferiore). I rifornimenti verranno inviati con le navicelle cargo Tianzhou. La stazione spaziale cinese potrà ospitare anche astronauti stranieri o turisti paganti.

Il lancio del modulo Wentian è stato effettuato con il razzo Long March 5B. Solitamente il primo stadio di un razzo cade nell’oceano in maniera controllata. Quello del razzo cinese porta il carico nell’orbita terrestre bassa, quindi rientra nell’atmosfera. Come accaduto con il lancio del modulo Tianhe, anche stavolta non si conosce la traiettoria dello stadio da 21 tonnellate. Fortunatamente le probabilità che un detrito possa colpire cose o persone sono molto basse, in quanto dovrebbe bruciare completamente durante il rientro.

Fonte: SpaceNews
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 25 lug 2022
Link copiato negli appunti