Steve Jobs e il porno androide

Rispondendo ad una mail di un cliente, il CEO di Apple ha suggerito a chiunque voglia contenuti osceni di comprarsi uno smartphone della concorrenza. La Mela ha un'etica

Roma – L’aveva già spiegato in un’intervista a seguito della presentazione ufficiale di iPhone 4.0 OS: Apple non ha alcuna intenzione di intraprendere la strada della pornografia . Prendendo di mira Android, il CEO della Mela Steve Jobs aveva addirittura parlato di un porn store sulla piattaforma mobile di Google, dove persino un ragazzino alle prime armi con gli smartphone potrebbe scaricare contenuti osceni.

È ora salito alla ribalta uno dei tanti messaggi di posta elettronica spediti di recente all’indirizzo personale di Steve Jobs. Scritto da Matthew Browning, adepto di Apple dal primissimo lancio di iPhone 3GS, per aprire una discussione dal forte sapore filosofico. Secondo la missiva, la Mela deciderebbe sempre più al posto dei suoi utenti , dando loro in pasto contenuti pre-approvati, selezionati.

Browning ha citato il recente caso di Mark Fiore , il cartoonist premio Pulitzer la cui applicazione – NewsToons – era stata rifiutata da Apple in quanto potenzialmente diffamatoria. Lo stesso Steve Jobs aveva parlato di un errore , da riparare al più presto lasciando entrare Fiore nel tempio di App Store. La missiva è poi passata alla questione pornografia, bandita da Apple con una mossa da polizia della morale .

“Il ruolo di Apple non consiste nel fare da poliziotto dell’etica – ha scritto Browning – ma nel progettare e produrre fantastici gadget che facciano esattamente ciò che vuole la gente”. E Steve Jobs ha risposto – non al 100 per cento una risposta originale, come riportato da TechCrunch – con la sua ormai proverbiale eloquenza.

“L’app di Fiore sarà presto disponibile nell’App Store. Si è trattato di un errore. Comunque, crediamo di avere una responsabilità etica nel mantenere il porno fuori da iPhone. La gente che desidera la pornografia può comprarsi un telefono Android”.

Apple ha dunque una responsabilità etica, guidata dal suo leader in una sorta di crociata contro i contenuti osceni (almeno non quelli satirici, visto il ripristino dell’app di Fiore). Ma mentre Bill Gates lasciava il timone di Microsoft per dedicarsi alla filantropia più spinta, Steve Jobs sembra incarnare sempre più il delicato ruolo di CEO miliardario allo stesso tempo impegnato nel segnare una (poco) immaginaria linea divisoria tra bene e male, tra app giuste e app sbagliate.

A breve , la commissione al Senato per la Salute dello stato della California discuterà poi di un disegno di legge che potrebbe modificare significativamente il modo di gestire il meccanismo burocratico di trapianto degli organi. Una proposta ampiamente supportata dallo stesso Jobs, dopo le sue note vicissitudini di salute e la relativa difficoltà a trovare un donatore di fegato. Un CEO dunque impegnato quello di Apple, attivo su vari fronti della vita pubblica, in barba a lunghe code per un trapianto o ai più appassionati smanettoni.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • carlo calindri scrive:
    chrome
    Di proclami anti windows ne abbiamo già sentiti, ma siamo ancora qui ad utilizzarlo....
  • The_GEZ scrive:
    Finalmente !
    Ciao a Tutti !In effetti è dall' annuncio di ChromeOS che non vedo l' ora del suo arrivo ufficiale, tuttavia non sono completamente d'accordo con quanto afferma il sig. Schimidt, specialmente sul prezzo di un netbook.Mi spiego, a tutt' oggi non mi è chiaro cosa sia, o forse sarebbe meglio dire cosa VOGLIA essere un netbook, per ora si tratta di notebook più piccoli e con hardware limitato che non fanno girare benne un fico secco.ChromeOS potrebbe finalmente dare un senso a tutto questo, ovvero un sistema operativo minimale che serva a portare l' utente su Internet il più velocemente possibile utilizzando un terminale estremamente economico.Spero tra l' altro che ChromeOS ed Andorid NON convergano in un' unica piattaforma, magari diventare "interoperabili" (qualunque cosa significhi) ma fondersi no, sono prodotti diversi dedicati a mercati diversi.Android è un VERO OS che deve poter gestire un terminale potente e complesso che può essere sia un smartphone avanzato che un tablet o perchè no, una console per videogiochi ... ma si sta comunque parlando di macchine piuttosto potenti e che devono essere il più versatili possibile.Chrome OS deve essere praticamente solo un Browser "arricchito" e poco più con richieste hardware il più limitate possibili per girare su dispositivi economici e per forza di cose poco versatili (al massimo mi può fare da lettore MP3 ma scordiamoci i film in HD), dove il basso costo finale e l' autonomia sono il requisito fondamentale.Staremo a vedere.
    • LucaS69 scrive:
      Re: Finalmente !
      Ottimo, se costasse 50 $ in versione desktop o 100$ in versione notebook.Altrimenti se costa di più è difficile che la gente non voglia ANCHE che ci girino film in HD (più altre 1000 cose inutili).C'è da domandarsi allora se i produttori di hardware siano interessati ai bassi margini di guadagno che prezzi del genere garantiscono nei mercati "industrializzati", dove si è sempre voluta evitare l'ipotesi di prodotti "economici" relegandoli ai paesi in via di sviluppo.Fortuna che ci sono i cinesi, che potrebbero bellamente infischiarsene di tutto ciò e invadere il mondo con questi prodotti ultraeconomici ma che ti danno un pieno acXXXXX internet.
    • NomeCognome scrive:
      Re: Finalmente !
      - Scritto da: The_GEZ
      Chrome OS deve essere praticamente solo un
      Browser "arricchito" e poco più [...]Scusa, senza risultare offensivo, ma *deve* perchè ce lo dici te? Ma glielo hai detto a BigG? Diglielo, prima che sia troppo tardi ...Secondo me te non hai davvero la minima idea di cosa sia un sistema operativo, di come definirlo, di quali ne siano i requisiti.
  • Enterprise Profession al scrive:
    Nel centro del mirino
    Ormai è chiaro. Microsoft è il nemico assoluto. Non tanto per gli utenti quanto per praticamente tutte le altre aziende. E' potente Microsoft e ha tanti soldi, ha il potere dell'OEM, ma se si riesce a scardinarle questo vantaggio, allora potrebbe dissolversi come un enorme e pesantissimo mostro di ghiaccio portato nel deserto. Resiste solo grazie al potere di due soli prodotti: Windows e, secondariamente, Office, per tutti gli altri settori ci ha provato a infilarsi, ma visto che non aveva il monopolio ha miseramente fallito.Inutile farle multe, bisogna colXXXXX al cuore: Windows. Si inizia con i netbook chiaramente (ci hanno provato con delle improbabili e ridicole distribuzioni custom di linux, tentativo che è stato solo deleterio per il pinguino), se si riesce a fare capire alla gente che ci può essere molto di meglio, questi cominceranno ad abituarsi e a chiedersi se magari non lo possono mettere anche sul PC di casa.E chromeOS è linux, non ce lo dimentichiamo. Le api di linux sono molto più stabili e standard di 10 anni fa. E se si diffonde, i vendor potrebbero decidere di supportarlo con driver e software ad hoc.Microsoft è il nemico totale, le uniche aziende che potrebbero soffrire di un'eventuale sconfitta sono le sparagestionali e tutte le aziende che hanno basato tutto il loro lavoro sui prodotti Microsoft. Peggio per loro, dovranno cambiare o saranno trascinate sul fondo.Non ci è riuscita neanche Apple a colXXXXX. Ma adesso ci sta provando google, non ve ne accorgete?Già da anni sta operando una lenta manovra di accerchiamento, vedi google docs, vedi android che sta facendo sembrare Windows Mobile roba da vecchietti (e non ve ne uscite con Windows 7 mobile, siamo seri!), ora ChromeOS. La manovra è lenta ma efficace, google è giovane, scattante, Microsoft è un dinosauro, relegata a un modello di business vecchio di 40 anni (ancora ste licenze d'uso, eddai!), a un sistema operativo che per forza di cose si tira dietro la vecchiaia dei suoi anni, al di la degli sbirluccichii, dei riscaldamenti e delle nuove DirectX.Potrebbe essere un nuovo rinascimento informatico. Il bersaglio è ormai nel mirino, è ora di fare fuoco.
    • DarkOne scrive:
      Re: Nel centro del mirino
      - Scritto da: Enterprise Profession alChromeOS è un surrogato di sistema operativo che non potrà mai e poi mai rimpiazzare windows, almeno non così come lo hanno presentato.E' un aborto di mega browser con dentro applicazioncine cloud-based. Meglio android a sto punto.Oltreutto vogliono proporre i netbook con ChromeOS allo stesso prezzo di windows...non hanno capito veramente una mazza questi idioti, cosa dovrebbe spingere un utente a fare un salto nel buio per lo stesso prezzo? Solo perchè c'è scritto google? Sveglia, non siete la apple che attira per il marchio.Prevedibile un mega flop colossale, molto peggio del nexus one.
      • collione scrive:
        Re: Nel centro del mirino
        - Scritto da: DarkOne
        - Scritto da: Enterprise Profession al

        ChromeOS è un surrogato di sistema operativo che
        non potrà mai e poi mai rimpiazzare windows,
        almeno non così come lo hanno
        presentato.
        E' un aborto di mega browser con dentro
        applicazioncine cloud-based. Meglio android a sto
        punto.beh fino ad oggi veramente si è visto ben pocoquelle applicazioni RIA se saranno usabili offline non avranno nulla da invidiare a windows e i suoi programmie poi vuoi mettere il fatto che chromeos è praticamente blindato contro i virus?
        Oltreutto vogliono proporre i netbook con
        ChromeOS allo stesso prezzo di windows...non
        hanno capito veramente una mazza questi idioti,
        cosa dovrebbe spingere un utente a fare un salto
        nel buio per lo stesso prezzo? Solo perchè c'è
        scritto google? Sveglia, non siete la apple che
        attira per il
        marchio.
        beh certo il nome google dà più fiducia di quello microsoft e poi non stai considerando il fatto che i netbook con chromeos sono pensati per la mobilità estrema e il cloud computing, quindi si rivolgono al 90% alle aziendema il punto sarà che tipo di applicazioni riusciranno a portare su chromeosse chromeos ti garantisce un sistema zero configuration, senza rogne con virus, spyware e compagnia e totale interoperabilità ( persino i giochi secondo google gireranno nel browser tramite webgl ) non ci sarà motivo di scegliere windowsma le somme si potranno tirare solo dopo l'avvento dei cortex a9 e il prevedibile boom degli smartbookatom fa pena ed è inutile che lo neghiamo, cortex a9 vuole colmare questo gap unendo ad un sistema abbastanza potente un'autonomia d'uso senza eguali
        Prevedibile un mega flop colossale, molto peggio
        del nexus
        one.staremo a vedere, magari sarà invece un grande sucXXXXX come android
        • DarkOne scrive:
          Re: Nel centro del mirino
          - Scritto da: collione
          beh fino ad oggi veramente si è visto ben poco
          Scusa, non l'hai vista la presentazione di chromeos? E' un aborto...
          e poi vuoi mettere il fatto che chromeos è
          praticamente blindato contro i
          virus?
          Blindato è una parola grossa...ancora non c'è in giro ufficialmente, è difficile capire se è veramente così, oppure basta una XXXXXXX a farlo cadere.
          beh certo il nome google dà più fiducia di quello
          microsoft e poi non stai considerando il fatto
          che i netbook con chromeos sono pensati per la
          mobilità estrema e il cloud computing, quindi si
          rivolgono al 90% alle
          aziende
          Non sono affatto d'accordo. Prima di tutto microsoft è una certezza per gli utenti che lo conoscono e lo usano, nel senso che sanno cosa stanno comprando (bene o male che sia), mentre con chromeos sarebbe un autentico salto nel buio. E compiere questo salto sarebbe giustificato soltanto da un prezzo sensibilmente più basso.In quanto al discorso delle aziende sono molto scettico, questo è un sistema operativo che non sembra avere alcuna pretesa in ambito aziendale, considerando che il parco software è praticamente zero. In ambieto aziendale ha molte più chance ipad o android, che questo chromeos.
          ma il punto sarà che tipo di applicazioni
          riusciranno a portare su
          chromeos
          Ah boh...fino ad ora è zero, che non è affatto un segnale positivo.
          se chromeos ti garantisce un sistema zero
          configuration, senza rogne con virus, spyware e
          compagnia e totale interoperabilità ( persino i
          giochi secondo google gireranno nel browser
          tramite webgl ) non ci sarà motivo di scegliere
          windows
          E' tutto da vedere, dalla demo che ho visto mi pare un mezzo schifo.
          ma le somme si potranno tirare solo dopo
          l'avvento dei cortex a9 e il prevedibile boom
          degli
          smartbook

          atom fa pena ed è inutile che lo neghiamo, cortex
          a9 vuole colmare questo gap unendo ad un sistema
          abbastanza potente un'autonomia d'uso senza
          eguali
          Si, però come i macachi ci ricordano, l'hardware non è tutto...se il software fa pena...
          staremo a vedere, magari sarà invece un grande
          sucXXXXX come
          androidSperiamo, ma ci credo poco...
          • collione scrive:
            Re: Nel centro del mirino
            - Scritto da: DarkOne
            Scusa, non l'hai vista la presentazione di
            chromeos? E' un
            aborto...
            si ma era appena un prototipoè come dire che l'ipad è un aborto perchè fino ad oggi abbiamo solo visto una tavoletta senza webcam, programmi di un certo rilievo, ecc...non penso che chromeos uscirà con quei 4-5 programmi offerti da google
            Blindato è una parola grossa...ancora non c'è in
            giro ufficialmente, è difficile capire se è
            veramente così, oppure basta una XXXXXXX a farlo
            cadere.
            beh un sistema crittografato pure nel kernel ( come ps3 dimostra ) è decisamente difficile da violarepoi c'è il fatto che controlla i checksum online e verifica che gli eseguibili di sistema sono stati modificatiforse non sarà invulnerabile ma sicuramente è un passo in avanti anche se è una tecnologia usata dalle consolle da anni
            Non sono affatto d'accordo. Prima di tutto
            microsoft è una certezza per gli utenti che lo
            conoscono e lo usano, nel senso che sanno cosa
            stanno comprando (bene o male che sia), mentre
            con chromeos sarebbe un autentico salto nel buio.per questo esiste il marketing, le presentazioni, gli expo, ecc...nessuno comprerebbe chromeos a scatola chiusa, ma windows è obiettivamente inadatto all'uso per cui sono nati i netbook, motivo per cui apple sta vincendo nel settore mobile
            E compiere questo salto sarebbe giustificato
            soltanto da un prezzo sensibilmente più
            basso.si forse il prezzo è un problema, ma apple insegna che non sempre è così
            In quanto al discorso delle aziende sono molto
            scettico, questo è un sistema operativo che non
            sembra avere alcuna pretesa in ambito aziendale,
            considerando che il parco software è praticamente
            zero. In ambieto aziendale ha molte più chance
            ipad o android, che questo
            chromeos.
            apple è partita da zero più volte eppure ogni volta è riuscita a coinvolgere centinaia di migliaia di sviluppatoriandroid stesso viaggia al ritmo di 10000 nuove applicazioni al mese, non penso che per google sarà un problema popolare chromeos in tempi brevipoi molti servizi chromeos li porterà nel cloud e questo per molti è un bel vantaggiole aziende useranno i netbook ovviamente non per stoccarci i db aziendali ma per permettere ai loro dipendenti di accedere ai database aziendali da remoto e questo lo si può già fare con qualsiasi distribuzione linux e software opensource

            Ah boh...fino ad ora è zero, che non è affatto un
            segnale
            positivo.
            per forza, chromeos nemmeno esiste ancora a livello ufficialechromeos è in sviluppo e per oggi c'è solo una specie di beta della versione per sviluppatoriperò il suo fratellastro android attira parecchi sviluppatori, il che è un buon segno anche per chromeos

            E' tutto da vedere, dalla demo che ho visto mi
            pare un mezzo
            schifo.
            puoi provarlo scaricandone una build da qui http://chromeos.hexxeh.net/non è così male come potrebbe sembrare
            Si, però come i macachi ci ricordano, l'hardware
            non è tutto...se il software fa
            pena...
            e infatti chromeos non fa pena, anzi molte testate IT pensano che sia una grande rivoluzione

            staremo a vedere, magari sarà invece un grande

            sucXXXXX come

            android

            Speriamo, ma ci credo poco...molti credevano poco pure in android e guarda invece che sta succedendo
          • Rover scrive:
            Re: Nel centro del mirino
            Apple sta vincendo nel settore mobile per l'appeal estetico-qualitativo (strapagati)Ho anche un MacBook 13", che spesso tra l'altro uso con Windows.E' mai possibile che HP o Dell non siano capaci di faer un PC più sottile e leggero dei mattoni che producono, e ad un prezzo decente?Continuano con arnesi grossi e pesanti. Anche se molto più completi e perchè non, potenti, dei macbook.
          • sadness with you scrive:
            Re: Nel centro del mirino
            Di potenza, al giorno d'oggi, ne avanza parecchia... la differenza la fa l'usabilità del software, e alcuni dettagli costruttivi che non sono "il mio PC ha 50 porte, e il tuo solo 3", ma piuttosto (parlando di portatili) leggerezza e autonomia
          • collione scrive:
            Re: Nel centro del mirino
            lo so e per questo m'inXXXXX parecchioadesso corrono tutti a copiare l'ipad ma arrivare prima era così difficile? o comunque proporre un concetto di slate pc ancora più avanzato di ipad è talmente assurdo?perchè apple ci riesce e gli altri no? mi sa che gli altri non ci provano nemmeno, non vogliono spendere in sviluppo, a loro conviene fare i bottegai che ordinano l'ennesimo computer clone a foxconn e lo rivendono da noi ad un prezzo 5-6 volte superioredell c'ha provato con adamo ma il prezzo è alto quanto quello dei macbook
      • Rover scrive:
        Re: Nel centro del mirino
        Hai ragione.Ho un netbook che uso quando sono in giro, in aggiunta al PC aziendale su cui non posso installare quello che mi pare.Quindi se foglio fare qualcosina che non sia solo navigare mi serve per forza Windows
    • CCC scrive:
      Re: Nel centro del mirino
      - Scritto da: Enterprise Profession al[...]
      Potrebbe essere un nuovo rinascimento
      informatico. a sembra invece più probabile che (cloud computing, SaS, DRM ecc.) si stia andando verso un nuovo medioevo, non solo informatico...
    • asd scrive:
      Re: Nel centro del mirino
      tu deliri,aziende = $$aziende usano M$ pr active directory coglini usano MSSQL serverXXXXXXXX usano VB.NETc# e' invece un buon prodotto secondo me= M$ grazie ad active directry rimarra' per sempre....
  • sadness with you scrive:
    sissi...
    dopo wave, buzz, e il nexus-one, arriverà il quarto flop di google, ma questo farà più rumore...
    • Shiba scrive:
      Re: sissi...
      - Scritto da: sadness with you
      dopo wave, buzz, e il nexus-one, arriverà il
      quarto flop di google, ma questo farà più
      rumore...Secondo il tuo ragionamento, dopo l'Air e il primo iPhone, Apple sarebbe dovuta fallire. Magari però le tue previsioni sono solo sparate dettate dalla noia :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 aprile 2010 01.36-----------------------------------------------------------
      • sadness with you scrive:
        Re: sissi...
        - Scritto da: Shiba
        - Scritto da: sadness with you

        dopo wave, buzz, e il nexus-one, arriverà il

        quarto flop di google, ma questo farà più

        rumore...

        Secondo il tuo ragionamento, dopo l'Air e il
        primo iPhone, Apple sarebbe dovuta fallire.
        Magari però le tue previsioni sono solo sparate
        dettate dalla noia
        :)A parte il fatto che non è una questione di causa-
        effetto, ma solo la mia ipotesi che si tratterà di un *altro* flop (e non un flop che deriva dai precedenti), la tua argomentazione è fallace:-l'Air, checché se ne dica, sta vendendo bene-il primo iPhone ha venduto infinitamente di più rispetto al NexusOne
        • Shiba scrive:
          Re: sissi...
          - Scritto da: sadness with you
          - Scritto da: Shiba

          - Scritto da: sadness with you


          dopo wave, buzz, e il nexus-one, arriverà il


          quarto flop di google, ma questo farà più


          rumore...



          Secondo il tuo ragionamento, dopo l'Air e il

          primo iPhone, Apple sarebbe dovuta fallire.

          Magari però le tue previsioni sono solo sparate

          dettate dalla noia

          :)

          A parte il fatto che non è una questione di
          causa-
          effetto, ma solo la mia ipotesi che si
          tratterà di un *altro* flop (e non un flop che
          deriva dai precedenti), la tua argomentazione è
          fallace:
          -l'Air, checché se ne dica, sta vendendo bene
          -il primo iPhone ha venduto infinitamente di più
          rispetto al
          NexusOneSarà dunque che non guardiamo al di là nel nostro naso: l'Air è stato criticato in lungo e in largo perché fragile, lento, poco espandibile; il primo iPhone... beh, dubito ci sia qualcuno sano di mente che lo usa ancora.Allo stesso modo, io uso wave, e ho più di 20 contatti su di esso :)
          • sadness with you scrive:
            Re: sissi...
            - Scritto da: Shiba
            Sarà dunque che non guardiamo al di là nel nostro
            naso: l'Air è stato criticato in lungo e in largo
            perché fragile, lento, poco espandibile;il che non toglie che venda bene...
            il primo iPhone... beh, dubito ci sia qualcuno sano di
            mente che lo usa ancora.il che non toglie che abbia venduto molto più del Nexus-One... ma proprio tanto di più... non c'è paragonehttp://blog.flurry.com/bid/29658/Flurry-Special-Report-Google-Nexus-One-Launch-Week-Saleshttp://it.wikipedia.org/wiki/IPhone#SucXXXXX_commerciale
            Allo stesso modo, io uso wave, e ho più di 20
            contatti su di esso
            :)il fatto che tu usi non significa che non sia stato un flop... tutti quelli che conosco e che ce l'hanno (me compreso) non sanno cosa farsene... e lasciamo perdere buzz...
          • Shiba scrive:
            Re: sissi...
            - Scritto da: sadness with you
            il fatto che tu usi non significa che non sia
            stato un flop... tutti quelli che conosco e che
            ce l'hanno (me compreso) non sanno cosa
            farsene... e lasciamo perdere
            buzz...Questo è ciò che mi interessa e per cui ho detto che non guardiamo al di là del nostro naso: se tu non lo usi non vuol dire che non lo usino gli altri. Io ad esempio non conosco nessuno che abbia o che vorrebbe avere un Air o che non si sia sbarazzato del primo iPhone dopo 2 mesi (mi ricorda tanto la storia dei netbook...)
  • Nedanfor non loggato scrive:
    Free
    Free as in Freedom, non Free as Free Beer. Il software costa, lo sviluppo del software costa, etc. etc. Quindi è giusto che chi vuole comprare quei netbook paghi un prezzo onesto.
  • 5m0k3r scrive:
    Semplicemente ridicolo
    Affermare da parte di Microsoft che non sia esistita un'alternativa valida sui netbook dato che i sistemi operativi GNU/Linux girano molto meglio di quanto sia in grado di fare un sistema Microsoft su un netbook.Il veleno per i sistemi GNU/Linux sono i produttori che scrivono i driver solo per sistemi Windows e recano un notevole danno all'utenza in generale non creando di fatto un'alternativa di mercato. Se Google sarà in grado di convincere i produttori a creare driver per ogni piattaforma ne sarò ben felice (perchè Chrome OS sempre Linux è).
    • Nedanfor non loggato scrive:
      Re: Semplicemente ridicolo
      XandrOS e Linpus hanno fatto perdere più potenziali utenti a Linux di quanti ne potesse attrarre Linux di per sé. Una qualsiasi distro amatoriale fatta da due studenti delle superiori è di qualità migliore... E da qualche parte c'è ancora chi crede che quella roba sia Linux.
      • collione scrive:
        Re: Semplicemente ridicolo
        ma totalmente inadatto per i netbook e mal supportato da asuslinpus invece faceva e fa proprio vomitare
    • collione scrive:
      Re: Semplicemente ridicolo
      è chiaro che hanno boicottato linuxpensare a linpus come una distribuzione linux è come pensare ad un grassone centometristae proprio in questo senso google serve, perchè è in grado di torcere il collo agli oem ( se non collaborano li compra ) e soprattutto usare il suo nome per dare nuovo impulso a linuxtanto la gente non lo sa che chromeos è linux e probabilmente ricorderà linux come quello sgorbio chiamato linpus e nel contempo osannerà chromeos come qualcosa di eccezionalema a noi ovviamente non frega, ci basta sapere che abbiamo supporto hardware, software e formati open
    • mr_caos scrive:
      Re: Semplicemente ridicolo

      Affermare da parte di Microsoft che non sia
      esistita un'alternativa valida Veramente è Eric Schmidt che l'ha detto
    • CCC scrive:
      Re: Semplicemente ridicolo
      - Scritto da: 5m0k3r
      Affermare da parte di Microsoft che non sia
      esistita un'alternativa valida sui netbook dato
      che i sistemi operativi GNU/Linux girano molto
      meglio di quanto sia in grado di fare un sistema
      Microsoft su un netbook.verissimovero anche che in termini di libertà dell'utente e rispetto della privacy dell'utente Windows è mooooooolto meno pericoloso di un sistema cloud come ChromeOS...
      Il veleno per i sistemi GNU/Linux sono i
      produttori che scrivono i driver solo per sistemi
      Windows e recano un notevole danno all'utenza in
      generale non creando di fatto un'alternativa di
      mercato. verissimo anche questoma se questo succede è perché troppi sistemi GNU/Linux sono scesi a pericolosi compromessi in termini di libertà dell'utente:- il kernel linux è in buona parte in mano a società produttori di software proprietario (Orace buon ultima) o a società che hanno certi accordi con società produttori di software proprietario nonché a persone fortemente legate a queste società: ne discende un kernel poco a male documentato e sempre più pieno di blob binari non liberi e di driver che, per funazionare, richiedono firmware non liberi: ne discende che i produttori hardware non hanno il minimo interesse a liberare l'hardware che producono e che, quindi, i driver o mancano del tutto o non sono certo liberi...- troppe distribuzioni installano di default software e formati non liberi (o ne suggeriscono l'installazione) e/o mantengono repository non-free...- le licenze libere non riescono ad arginare la situazione, compresa la GPL3 che ha difficoltà ad estendersi a causa dei troppi interessi di chi, non curandosi di fatto della libertà dell'utente avendo piuttosto convenienza a mantenere/introdurre sistemi DRM e TC, ostacola il passaggio dalla GPL2 alla GPL3 e/o alla AGPL3...- in un contesto cloud computing (CromeOS ecc.) le licenze libere mostrano tutte le loro gravi carenze: . LGPL consente, sul lato server della nuvola, di usare il software libero in stretta integrazione con sistemi non liberi usati per far girare sistemi non liberi fatti per guadagnare col il controllo, il tracciamento e la profilazione degli utenti, e la AGPL3 non si afferma per le resistenze viste prima.... il software libero viene usato, sul lato client della nuvola, per realizzare sistemi tipo i netbook ChromeOS based citati nell'articolo...e cloud computing, piattaforme "social" (che altro no sono che sistemi di controllo, condizionamento e sfruttamento degli utenti), compromessi a favore del cosiddetto "opensource" ma a danno della libertà e dei diritti degli utenti ecc. ... ci stanno portando in un mondo dove la curiosità per il nuovo diventa formazione permanente, la fluidità delle reti diventa flessibilità totale, la necessità di connessione per comunicare diventa lavoro 24 ore su 24...
      Se Google sarà in grado di convincere i
      produttori a creare driver per ogni piattaforma
      ne sarò ben felice (perchè Chrome OS sempre Linux
      è).G non ha nessun motivo o interesse a farlo, quantomeno con driver liberi: G, per chi non lo avesse ancora chiaro, è una multinazionale globale che ha un unico interesse: massimizzare il profitto a vantaggio degli azionisti...inoltre, da un punto di vista "filosofico" o "etico" (chiamalo come vuoi) ChromeOS NON è "Linux" (semmai GNU/Linux): per tutto quanto detto prima, le motivazione e le finalità sono COMPLETAMENTE DIVERSE...
  • ruppolo scrive:
    Caro Eric,
    era meglio se restavi nel consiglio di amministrazione Apple, invece di buttarti in pericolose avventure.Tanto per cominciare dovresti imparare anche tu che non sono i "netbook" i computer che ti proiettano in pochi secondi su Internet, ma gli "smartbook".Poi dovresti anche renderti conto che il futuro sono i tablet e che il tuo Chrome OS non è pronto per tali computer (visto che su quello che stai preparando ci metti Android).Infine dovresti concentrarti su poche cose e integrarle, e non disperdere le energie in millemila XXXXXXcce. Soprattutto dovresti capire che i giochini con le "beta", fuori dal tuo mondo googleplex, non li puoi fare: lì ti massacrano (Nexus docet).
    • 5m0k3r scrive:
      Re: Caro Eric,
      - Scritto da: ruppolo
      era meglio se restavi nel consiglio di
      amministrazione Apple, invece di buttarti in
      pericolose
      avventure.

      Tanto per cominciare dovresti imparare anche tu
      che non sono i "netbook" i computer che ti
      proiettano in pochi secondi su Internet, ma gli
      "smartbook".
      Poi dovresti anche renderti conto che il futuro
      sono i tablet e che il tuo Chrome OS non è pronto
      per tali computer (visto che su quello che stai
      preparando ci metti
      Android).
      Infine dovresti concentrarti su poche cose e
      integrarle, e non disperdere le energie in
      millemila XXXXXXcce. Soprattutto dovresti capire
      che i giochini con le "beta", fuori dal tuo mondo
      googleplex, non li puoi fare: lì ti massacrano
      (Nexus
      docet).Che il futuro siano i tablet la prendo come una bestemmia vera e propria. Sono assolutamente inutili ed esistono da decenni solo che dato che lo ha fatto Steve Jobs allora è fico e serve (ma è soltanto un iPod più grande). I netbook si evolveranno ed un OS netbook-oriented non può che far bene al mercato.
      • MeX scrive:
        Re: Caro Eric,
        non mi risultano tablet multitouch con sistema operativo dedicato nell'ultimo decennio
      • sadness with you scrive:
        Re: Caro Eric,
        - Scritto da: 5m0k3r
        Che il futuro siano i tablet la prendo come una
        bestemmia vera e propria.diciamo "parte del futuro"(se preferisci, nel futuro ci saranno "anche" i tablet)
        Sono assolutamente
        inutili ed esistono da decenni solo che dato che
        lo ha fatto Steve Jobs allora è fico e serveil probema è "come"...Esistono da poco meno di una decina d'anni ("decenni" fa cosa facevi? un tablet in MS-DOS?) ma finché si pretendeva di usarli con Windows hai ragione a dire che sono inutili... Apple invece ci ha messo un OS ad-hoc, e la situazione è cambiata... così com'è cambiato il mondo degli smartphone quando la gente ha capito che Win-mobile non era la risposta giusta per un cellulare, ed è stato un fiorire di interfacce ad-hoc: dall'iPhone OS, ad Android, a WebOS, allo stesso Windows-Phone
        (ma è soltanto un iPod più grande). I netbook si
        evolveranno ed un OS netbook-oriented non può che
        far bene al mercato.i netbook sono già in calo... la moda è finita
        • 5m0k3r scrive:
          Re: Caro Eric,
          - Scritto da: sadness with you
          - Scritto da: 5m0k3r


          Che il futuro siano i tablet la prendo come una

          bestemmia vera e propria.

          diciamo "parte del futuro"
          (se preferisci, nel futuro ci saranno "anche" i
          tablet)


          Sono assolutamente

          inutili ed esistono da decenni solo che dato che

          lo ha fatto Steve Jobs allora è fico e serve

          il probema è "come"...
          Esistono da poco meno di una decina d'anni
          ("decenni" fa cosa facevi? un tablet in MS-DOS?)
          ma finché si pretendeva di usarli con Windows hai
          ragione a dire che sono inutili... Apple invece
          ci ha messo un OS ad-hoc, e la situazione è
          cambiata... così com'è cambiato il mondo degli
          smartphone quando la gente ha capito che
          Win-mobile non era la risposta giusta per un
          cellulare, ed è stato un fiorire di interfacce
          ad-hoc: dall'iPhone OS, ad Android, a WebOS, allo
          stesso
          Windows-Phone


          (ma è soltanto un iPod più grande). I netbook si

          evolveranno ed un OS netbook-oriented non può
          che

          far bene al mercato.

          i netbook sono già in calo... la moda è finitaQuando ho scritto da decenni intendevo 1 decennio la Microsoft mostrò il proprio Tablet PC nel 2001.Insisto a dire che i netbook si evolveranno garantendo prestazioni sempre maggiori per il semplice fatto che anche l'hardware evolve (ovviamte tutto ciò che scrivo è IMHO) :)Per quanto riguarda i netbook non è questione di moda, il problema è che manca un vero sistema operativo netbook-oriented e Google sta per tappare quel buco
          • collione scrive:
            Re: Caro Eric,
            i netbook anzi gli smartbook sono destinati a cambiare le regole del gioco con l'arrivo dei cortex a9 quad coreforse sarà per questo che apple vuole ficcare le mani su arm?atom è stato un modo per riciclare una vecchia architettura e far soldi e intel non riesce a stare al passo degli altri, del resto si è visto il flop che ha fatto con larrabeeintel è eccezionale quando si tratta di produrre mostri di potenza ma i SoC non sono esattamente il suo forte e pensare che ci sta provando da 20 anni senza mai aver ottenuto successi
          • sadness with you scrive:
            Re: Caro Eric,
            - Scritto da: 5m0k3r
            Quando ho scritto da decenni intendevo 1 decenniosolitamente si scrive quello che si intende...
            la Microsoft mostrò il proprio Tablet PC nel
            2001.Microsoft, al massimo, ha mostrato WinXP-TabletEdition, su un tablet di qualcun'altro... in ogni caso non dici nulla di nuovo: finché ci si ostina a voler usare il tablet con un sistema oeprativo pensato per i desktop, è ovvio che non avrà mai sucXXXXX... ma non voglio ripetermi...
            Insisto a dire che i netbook si evolveranno
            garantendo prestazioni sempre maggiori per il
            semplice fatto che anche l'hardware evolve
            (ovviamte tutto ciò che scrivo è IMHO)Non è una questione di prestazioni, ma di usabilità
            :)
            Per quanto riguarda i netbook non è questione di
            moda, è vero: è una questione di "illusione"... la gente si illudeva di spendere 200 Euro e portare a casa un portatile superpotente... quando ha capito che non era così, ha smesso di comprarli
            il problema è che manca un vero sistema
            operativo netbook-oriented e Google sta per
            tappare quel bucoLOL... ChromeOS sarà lui stesso un buco nell'acqua
          • j4mes83 scrive:
            Re: Caro Eric,
            - Scritto da: sadness with you
            - Scritto da: 5m0k3r
            in ogni caso non dici nulla di
            nuovo: finché ci si ostina a voler usare il
            tablet con un sistema oeprativo pensato per i
            desktop, è ovvio che non avrà mai sucXXXXX... ma
            non voglio
            ripetermi...Divertente pensare invece come altri "si ostinino a voler usare il tablet con un sistema operativo pensato per il cellulare".Sicuramente un tablet è più vicino ad un cellulare che ad un pc.(a giudicare dalla porte di espansione, in questo caso, potrebbe anche essere)

            LOL... ChromeOS sarà lui stesso un buco nell'acquaCioè, fammi capire. Tutti quelli che criticavano l'ipad senza averlo provato erano dei troll anti apple. Tu l'hai provato ChromeOS vero?
          • sadness with you scrive:
            Re: Caro Eric,
            - Scritto da: j4mes83
            - Scritto da: sadness with you

            - Scritto da: 5m0k3r

            in ogni caso non dici nulla di

            nuovo: finché ci si ostina a voler usare il

            tablet con un sistema oeprativo pensato per i

            desktop, è ovvio che non avrà mai sucXXXXX... ma

            non voglio ripetermi...

            Divertente pensare invece come altri "si ostinino
            a voler usare il tablet con un sistema operativo
            pensato per il cellulare".non è "pensato per il cellulare", è "pensato per essere usato con le mani, in estrema mobilità"

            LOL... ChromeOS sarà lui stesso un buco
            nell'acqua

            Cioè, fammi capire. Tutti quelli che criticavano
            l'ipad senza averlo provato erano dei troll anti
            apple. Tu l'hai provato ChromeOS vero?si... versione beta ovviamente
          • 5m0k3r scrive:
            Re: Caro Eric,

            LOL... ChromeOS sarà lui stesso un buco nell'acquaE su cosa basi questa tua affermazione? Oltre a criticare un OS argomenta le tue affermazioni perchè rischi di passare per stupido.La cosa più bella sarà vederti spendere 500 euro per un cellulare un pò più grosso del solito (modello base) quando con 500 euro ci prendi un bel notebook con hardware discreto (e alla metà del prezzo ci prendi un netbook). In compenso potrai vantarti con tutti che è un Apple quindi tutti gli utonti diranno "beeeeello sicuramente non si blocca tipo Windows".E' ridicolo spendere quella cifra per quello che propongono.
          • sadness with you scrive:
            Re: Caro Eric,
            - Scritto da: 5m0k3r

            LOL... ChromeOS sarà lui stesso un buco
            nell'acqua

            E su cosa basi questa tua affermazione? Oltre a
            criticare un OS argomenta le tue affermazioni
            perchè rischi di passare per stupido.Il concetto stesso di un OS basato su un browser è un buco nell'acqua
            La cosa più bella sarà vederti spendere 500 euro
            per un cellulare un pò più grosso del solito
            (modello base) quando con 500 euro ci prendi un
            bel notebook con hardware discreto (e alla metà
            del prezzo ci prendi un netbook).la cosa più bella è che tu dai per scontato certe cose che sono ben lontane dalla realtà
            In compenso
            potrai vantarti con tutti che è un Apple quindi
            tutti gli utonti diranno "beeeeello sicuramente
            non si blocca tipo Windows".
            E' ridicolo spendere quella cifra per quello che
            propongono.eh beh... poi ci si lamenta delle argomentazioni degli altri...
          • FU Pi scrive:
            Re: Caro Eric,
            I notebook hanno rotto le p...io ce l'ho e mi sono stufato; il problema non è la potenza malo schermo piccolo con tastiera e pad altrettanto piccoliche vanno bene per un uso normale (tipo la sera quando voglionavigare sul divano)...certo sanno sempre più andando verso i notebook leggeri.
    • James Kirk scrive:
      Re: Caro Eric,
      Scalzare Windows credo che sia impossibile, perchè è troppo radicato nel mondo business.Tuttavia l'idea che la concorrenza a windows possa venire proprio dal mondo mobile e consumer ha senso.Windows richiede un hardware pesante, mentre Android e Chrome (che alla fine confluiranno in un unico prodotto, visto che la base è quella) che girano su hardware leggeri e economici potrebbero essere il grimaldello per far decollare un S.O. concorrente anche nel mercato PC consumer.Ad aiutare Google ci dovrebbero essere anche gli OEM sono stra-stufi di scannarsi tra di loro per l'hardware Mentre Microsoft stra-guagagna.Va però detto che Microsoft non starà (anzi, non sta) a guardare.Certa comunque è una cosa : a scalzare Windows non sarà certo MacOS o qualunque prodotto Apple.
      • collione scrive:
        Re: Caro Eric,
        - Scritto da: James Kirk
        Va però detto che Microsoft non starà (anzi, non
        sta) a
        guardare.
        certo, ma non ha concluso un tubowince è in rotta, windows phone è un fallimento annunciato, zune hd ( il grande player di microsoft ) è colato a piccoms riesce a farso spazio solo col monopolio ma sul piano tecnologico è stata sempre incapace di competere
        Certa comunque è una cosa : a scalzare Windows
        non sarà certo MacOS o qualunque prodotto
        Apple.vero, a scalzare microsoft ci penseranno i produttori di hardware, che un pò ne hanno le scatole piene degli amici di Bill
        • Rover scrive:
          Re: Caro Eric,
          Un PC per navigare con OS ChromeUn PC per fighettare Mac ovviamenteUn PC per lavorare WindowsUn Pc per giocare WindowsCos'è questa l'innovazione?capisco che hanno bisogno di vendere, ma non esageriamo.Il rischio è che se Ipad funziona commercialmente si vada a finire così, cioè con la divergenza dei dispositivi e non con la convergenza su pochissimi dispositivi
          • collione scrive:
            Re: Caro Eric,
            dipende, se pensi a webgl e a quello che ha in mente google, ci sarà convergenza pienasono ms e apple che hanno interesse a spaccare il mercato e crearsi delle nicchie fortificate
    • kais scrive:
      Re: Caro Eric,
      - Scritto da: ruppolo
      era meglio se restavi nel consiglio di
      amministrazione Apple, invece di buttarti in
      pericolose
      avventure.

      Tanto per cominciare dovresti imparare anche tu
      che non sono i "netbook" i computer che ti
      proiettano in pochi secondi su Internet, ma gli
      "smartbook".
      Poi dovresti anche renderti conto che il futuro
      sono i tablet e che il tuo Chrome OS non è pronto
      per tali computer (visto che su quello che stai
      preparando ci metti
      Android).
      Infine dovresti concentrarti su poche cose e
      integrarle, e non disperdere le energie in
      millemila XXXXXXcce. Soprattutto dovresti capire
      che i giochini con le "beta", fuori dal tuo mondo
      googleplex, non li puoi fare: lì ti massacrano
      (Nexus
      docet).complimenti per il volantinaggio a favore di apple e per le inesattezze dette su nexus one....così per curiosità quanto vi pagano? sarei interessato a entrare anche io nel settore :)
    • collione scrive:
      Re: Caro Eric,
      - Scritto da: ruppolo
      era meglio se restavi nel consiglio di
      amministrazione Apple, invece di buttarti in
      pericolose
      avventure.
      se fosse stato in Italia sarebbe rimasto, ma lì la SEC ti spacca in quattro parti se fai il furbo e inzuppi dappertutto
      Tanto per cominciare dovresti imparare anche tu
      che non sono i "netbook" i computer che ti
      proiettano in pochi secondi su Internet, ma gli
      "smartbook".beh chrome è pensato primariamente per gli smartbook e poi gli smartbook se fatti come si deve spazzeranno via i netbook atom
      Poi dovresti anche renderti conto che il futuro
      sono i tablet e che il tuo Chrome OS non è pronto
      per tali computer (visto che su quello che stai
      preparando ci metti
      Android).non penso che tutti useranno un tabletpoi i tablet sono a pochi mesi dall'uscita, chromeos è lontano ancora qualche anno e ovviamente google non può perdere il treno, per questo si sono fatti avanti con androidpoi se apple può mettere l'os dell'iphone su ipad perchè mai google non può mettere android sugli smartbook?
      Infine dovresti concentrarti su poche cose e
      integrarle, e non disperdere le energie in
      millemila XXXXXXcce. Soprattutto dovresti capire
      che i giochini con le "beta", fuori dal tuo mondo
      googleplex, non li puoi fare: lì ti massacrano
      (Nexus
      docet).questo è in parte vero, però tieni presente che google sta seguendo nè più nè meno la filosofia della "cattedrale e il bazar" che ha portato linux ad essere il sistema di punta in ambito servertant'è che fin dall'inizio si era detto che nexus one era più un testbed per gli sviluppatori android che un telefono per l'utente comune
    • krane scrive:
      Re: Caro Eric,
      - Scritto da: ruppolo
      era meglio se
      Tanto per cominciare
      Poi dovresti anche renderti conto
      Infine dovresti concentrartiTu per permetterti di fare tutte queste critiche ovviamente hai un'azienda grande almeno il doppio e di maggior sucXXXXX vero ?
    • imki scrive:
      Re: Caro Eric,
      - Scritto da: ruppolo
      Poi dovresti anche renderti conto che il futuro
      sono i tablet e che il tuo Chrome OS non è pronto
      per tali computer (visto che su quello che stai
      preparando ci metti
      Android).Non sono d'accordo, secondo me ChromeOS ha grandi potenzialità sui Tablet, e poi questo link dice il contrario:http://dev.chromium.org/chromium-os/user-experience/form-factors
Chiudi i commenti