Su Android Google Maps è uno sfondo live

La nuova versione 4.1 di Google Maps porta su Android la possibilità di impostare una mappa come live wallpaper e di aggiungere alla home un widget per Latitude. Migliorate anche le ricerche

Roma – Google ha rilasciato una nuova versione aggiornata di Google Maps per Android, la 4.1 , che promette di semplificare ulteriormente le ricerche, la consultazione dei risultati e l’integrazione con il giovane sistema operativo mobile open source.

Google Maps 4.1 per Android Se le precedenti versioni di Google Maps mostravano i risultati delle ricerche in più tab, costringendo spesso l’utente a spostarsi tra innumerevoli schede, la nuova versione 4.1 propone i risultati all’interno di una singola pagina scorrevole. Se si pigia su un risultato si apre una nuova finestra che fornisce subito alcune informazioni base, come indirizzo, distanza ed eventuali recensioni, e che mostra quattro pulsanti touch-friendly: uno per richiamare la risorsa sulla mappa, uno per ottenere le indicazioni stradali, un altro per chiamare l’eventuale numero di telefono associato e l’ultimo per visualizzare il punto d’interesse in modalità Street View (se disponibile). Ci sono poi tre link che consentono di aggiungere la risorsa tra i contatti, pubblicare un commento via Buzz o riportare un problema.

L’altra novità è che per saltare da un risultato all’altro della ricerca non è più necessario tornare alla lista dei risultati: è sufficiente far scorrere il dito sullo schermo in senso orizzontale per accedere ai dettagli dei risultati precedenti o successivi. Questa nuova modalità di navigazione torna utile soprattutto per confrontare velocemente tra loro il numero di stelle – da 1 a 5 – che sintetizza la media delle valutazioni espresse dagli altri utenti su alberghi, ristoranti, negozi o altre attività commerciali.

Il nuovo Google Maps introduce poi il supporto alla sincronizzazione con un account di Google e alla gestione di più identità.

BigG ha riservato un paio di chicche anche a chi ama agghindare la propria home di widget e orpelli vari. Il nuovo Google Maps per Android installa infatti nel sistema un widget per Latitude , che permette di tenere costantemente d’occhio la posizione (quella geografica) degli amici che si trovano nelle nostre vicinanze, e un live wallpaper che consente di impostare come sfondo una qualsiasi mappa di Google Maps (normale, satellitare o in rilievo). A differenza delle altre novità, però, quest’ultima caratteristica è supportata esclusivamente su Android 2.1.

L’ultima versione di Google Maps per Android può essere scaricata dal Market o, manualmente, dall’indirizzo m.google.com/maps .

Ieri Google ha anche introdotto una versione di Gesture Search compatibile con la versione 1.6 di Android (la versione originale funzionava soltanto con Android 2.x) e disponibile sui Market di tutti i paesi (l’unica lingua supportata resta però al momento l’inglese). Si tratta di un programma sperimentale che permette di effettuare ricerche nel telefono o su Internet semplicemente tracciando col dito le iniziali del nome cercato.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sandro kensan scrive:
    Theora vs h.264 (YouTube)
    Queste immagini fanno vedere che tra YouTube (che usa h.264) e Theora è meglio Theora sprattutto a basse velocità (40 Kbyte/s).http://people.xiph.org/~greg/video/ytcompare/comparison.htmlL'immagine di YouTube risulta di molto più scarsa rispetto a quella ottenuta da Theora 1.1a2. Il filmato è quello della Blender foundation da cui sono tratte le immagini e i video, quindi non è un filmato usato ad Hoc.Poi io ho una testa e so che è facile dimostrare quel che si vuole. Ritengo comunque che Theora sia un ottimo codec e che il fatto che sia libero e ottimo lo faccia preferire a h.264 che è a pagamento o che sarà a pagamento e non libero.
  • Sandro kensan scrive:
    Manuale
    Ho trovato questo interessante manuale su Firefogg:http://en.flossmanuals.net/TheoraCookbook/FireFOGGHo visto che i video che finiscono per ogv (ogg video?) sono codificati nel formato Theora.La parte sinistra del sito indicato ha link a tutte le tematiche legate ai video e al formato Theora.
  • Virtual Reality scrive:
    X3D
    Testo: XHTML Formule: MathML Immagini: PNG Audio: FLAC Video: Theora Grafica 2D: SVG Adesso manca soloGrafica 3D: X3D Basato su XML (quindi facilmente integrabile nel XHTML), standard ISO e royalty free:http://www.web3d.org/x3dhttp://en.wikipedia.org/wiki/X3D Integrazione con HTML 5:http://www.web3d.org/x3d/wiki/index.php/X3D_and_HTML5
  • ullala scrive:
    Lo hai detto a Luca?
    Ah Mauroooo!Lo hai detto a Luca ?Nel caso se lo incroci dalle parti della redazione potresti informarlo di questo "strano" modo di postare video?
Chiudi i commenti