Sudafrica, BlackBerry sotto sorveglianza

Nuovamente nel mirino il sistema di messaggistica di RIM. Sarebbe stato usato per scopi criminosi. Il governo vuole monitorare e leggere i messaggi, citando gli esempi di Arabia Saudita e Regno Unito

Roma – È finito ancora una volta al centro del mirino, accusato di aver facilitato le più efferate strategie criminose in terra sudafricana. I canali offerti dal BlackBerry Messenger dovrebbero dunque essere monitorati con estrema attenzione dalla polizia locale , su specifico ordine delle autorità di Città del Capo.

Sono stati infatti gli stessi vertici del ministero delle Telecomunicazioni a lanciare l’allarme , sottolineando come il sistema di messaggistica di Research In Motion (RIM) metta a repentaglio la sicurezza nazionale. Permettendo ai criminali di organizzarsi più velocemente .

Il governo sudafricano aveva già introdotto una legge che obbliga tutti i cittadini a denunciare la propria SIM. Che viene dunque tracciata in caso di sospetta attività criminosa. Secondo i dati forniti dalle autorità, in Sud Africa verrebbero compiuti ogni giorno 46 delitti .

Gli alti rappresentanti del ministero delle Telecomunicazioni hanno dunque fatto sapere che intenderanno seguire gli esempi di Arabia Saudita e Regno Unito . Monitorando i sistemi cifrati del BlackBerry Messenger e dunque obbligando RIM a fornire le chiavi d’accesso per la lettura delle comunicazioni.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti