Sun apre il codice di UltraSPARC T2

Sun apre il codice di UltraSPARC T2

Gli sviluppatori possono analizzare l'architettura del chip nei minimi particolari
Gli sviluppatori possono analizzare l'architettura del chip nei minimi particolari

Santa Clara (USA) – Dopo aver “aperto il codice” del processore UltraSPARC T1, chiamato in codice Niagara , in questi giorni Sun ha messo a disposizione della comunità anche i sorgenti del più recente UltraSPARC T2 , accompagnandoli con un completo insieme di specifiche tecniche, documentazione e tool per l'architectural e il modeling.

I progetti rilasciati da Sun, pubblicati sotto licenza GPL2, sono scritti nel linguaggio VHDL e definiscono il funzionamento dei circuiti elettronici digitali utilizzando la modalità Register Transfer Level ( RTL ). Sebbene in teoria tale “codice” potrebbe essere utilizzato per costruire un processore derivato (ma per farlo sarebbe necessario acquisire in licenza i brevetti di Sun), lo scopo di Sun è quello di permettere agli sviluppatori di analizzare il funzionamento del suo chip fin nei minimi dettagli, così da poterne sfruttare a fondo la complessa architettura multicore.

UltraSPARC T2 è un processore con un rapporto performace/consumi tra i più competitivi sul mercato: contiene otto core ed è in grado di eseguire fino ad otto thread contemporaneamente, il doppio rispetto al suo predecessore. Oltre che nei server, questo chip si indirizza a dispositivi di rete, sistemi per l'automazione industriale e appliance medicali.

Il design RTL di OpenSPARC T2 può essere scaricato dal sito opensparc.net .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 12 2007
Link copiato negli appunti