Sun porta ODF in Word 2003

Seguendo le orme di Microsoft, Sun ha rilasciato un add-in per Office 2003 che permette di importare ed esportare documenti di testo in formato OpenDocument. Presto saranno supportati anche Excel e PowerPoint

Santa Clara (USA) – Sun ha rilasciato un plug-in open source per Word 2003 che permette agli utenti del celebre word processor di Microsoft di aprire, modificare e salvare documenti in formato OpenDocument (ODF). Un add-in simile è stato distribuito proprio di recente anche da Microsoft e, a differenza di quello di Sun, supporta anche Office XP e 2007.

Nello sviluppo del proprio plug-in Sun afferma di aver fatto leva sulla grande esperienza maturata nella creazione e nell’implementazione della specifica ODF. La mamma di StarOffice ritiene inoltre che, rispetto all’add-in di Microsoft, la propria estensione si integri con Word in modo più naturale e trasparente , occupando una quantità di memoria minima.

Basato su un’anteprima della StarOffice 8 Conversion Technology , l’ODF Plug-in di Sun supporta la conversione dei documenti di testo “.doc” in file “.odt” e viceversa.

La versione finale del plug-in, prevista per aprile, includerà anche il supporto ad Excel e PowerPoint : con queste applicazioni diverrà così possibile importare ed esportare i file “.ods” e “.odp” e convertirli eventualmente nei rispettivi formati “.xls” e “.ppt” di Office 2003. Microsoft conta di aggiungere la stessa capacità al proprio add-in il prossimo maggio, in occasione del rilascio di una nuova versione beta del tool.

L’ODF Plug-in di Sun può essere scaricato da questa pagina previa registrazione gratuita.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Delphi Open Source esiste!
    lazarus.freepascal.orgLazarus è un clone di Delphi praticamente identico all'originale, ma Open Source e nativo tanto su Linux quanto su Windows. I progetti si passano e si ricompilano nativi sulle due piattaforme, quindi niente porcherie come Java e affini.Ha ancora dei bug, ma stanno lavorando molto velocemente e negli ultimi tempi è cresciuto molto.Se avete tempo, buttateci un occhio e contribuite a farlo conoscere.
  • Anonimo scrive:
    PHP ----------
    asp.net
    programmavo in phppoi ho imparato asp.net e mi si e' aperto un nuovo mondoe php l'ho buttato nel cesso.bye bye php tu e la tua sintassi del cazzo mischiata al codice html
    • Anonimo scrive:
      Re: PHP ----------
      asp.net
      certo,passare da un linguaggio C oriented ad uno BASIC oriented non poù che far bene...agli incapaci.bye bye luser
      • Anonimo scrive:
        Re: PHP ----------
        asp.net
        certo,
        passare da un linguaggio C oriented ad uno BASIC
        oriented non poù che far bene...agli
        incapaci.

        bye bye luserBasic oriented? O santa pace, ma sai cos'è Asp.NET?
  • Anonimo scrive:
    Che notizia grandiosa...
    Mi viene quasi da piangere. :'(Uso Delphi dalla versione 2 ed è stato amore a prima vista (per forza a scuola ci hanno propinato il grandioso Turbo Pascal..)Da un paio d'anni lavoro anche con PHP per i sitarelli da rendere dinamici e lo trovo impagabile per questi compiti ma sinceramente (non me ne vogliano i puristi del text editor) il passaggio dall'IDE di Delphi a PHP (ne ho provati di IDE anche qui, ma non c'e' paragone) è stato a dir poco traumatico, come tornare indietro di 20 anni. Per progetti di una certa complessità l'ordine che usa un IDE (e il tempo che ti fà risparmiare) per me è veramente una manna.Non sò come sarà questo Delphi for PHP (magari neanche andrà bene per il CMF che uso) ma il fatto stesso che unifichi in un le parole "Delphi" e "PHP" mi rende felice :DCredo che appena esce sarà anche installato nel mio piccì se non altro per premiare questi lodevoli sforzi ...
  • Anonimo scrive:
    PHP fuori moda
    Oramai il PHP è fuori moda. Si deve usare Ruby (on Rails).
    • Alka scrive:
      Re: PHP fuori moda

      Oramai il PHP è fuori moda. Si deve usare Ruby
      (on Rails).Io ero rimasto a quando si sceglievano le soluzioni in base alle esigenze e ai requisiti, non in base alla moda, benché spesso quest'ultima sembri spesso contare parecchio. ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: PHP fuori moda
        - Scritto da: Alka

        Oramai il PHP è fuori moda. Si deve usare Ruby

        (on Rails).

        Io ero rimasto a quando si sceglievano le
        soluzioni in base alle esigenze e ai requisiti,
        non in base alla moda, benché spesso quest'ultima
        sembri spesso contare parecchio.
        ;)Sono 20 anni che contano le mode! Ma va bene così... soprattutto se vendi strumenti! :D
    • emulman scrive:
      Re: PHP fuori moda
      PHP è un linguaggio atlemnet atnto maturo che anche CodeGear ne riconsoce l'importanza dedicandogli un completo tool di sviluppo..ne riparleremo quando faranno un IDE del genere anche epr Ruby on RailsP.S. prova a vedere la documentazione dello Zend Framework 0.8 e vedrai le estensioni Zend-MVC e Controller che integrano le stesse funzionalità di Rails!
      • Anonimo scrive:
        Re: PHP fuori moda
        1. PHP mi (=a me) fa schifo 2. Io uso JSF (Java Server Faces - stessa facilità ma molta più potenza quando serve) e ASP.NET (idem come JSF)3. il mio post era ironico4. gli strumenti per Ruby ci saranno a breve (e qualcosa c'è già)5. Tutta sta palla dei linguaggi dinamici è solo per dire che la gente ha bisogno dello Smalltalk6. PHP mi fa schifoW Smalltalk!!!
        • emulman scrive:
          Re: PHP fuori moda
          tanto rimane il fatto che PHP è il più diffuso linguaggio dis cripting, e ripeto per l'ennesima volta che PHP 6 avrà namespaces e unicode. Ha già ereditarietà, classi astratte, interfacce, overloading di classi e operatori, il parser Perl per le regular expressions, la classe PDO che permette di usare con gli stessi comandi un qualsiasi database di qualunque tipo (oracle, mysql, sql server, postgre ecc) proprio come ADO...come si fa ancora a definire PHP un giocattolo lo sa solo chi non lo ha mai usato..se poi CodeGear decide di fare una sua IDE per PHP e non per Ruby o Smalltalk cis arà pure un buon motivo no??
  • xWolverinex scrive:
    Riprendessero Kylix !
    E lo implementassero li !!!Onestamente Kylix mi piaceva molto (a parte di non poter generare eseguibili linkati statici ma di doversi portar dietro i vari packages.. ma tant'e'..) e la possibilita' di generare delle WebApp in moduli di apache era grandiosa.Kylix tornaaa traaa noiiiiiiiii (love) :$ Per Win32 continuo ad utilizzare le versioni 6 di entrambi i compilatori (Delphi - C++Builder) che ritengo ancora le migliori
    • Anonimo scrive:
      Re: Riprendessero Kylix !
      - Scritto da: xWolverinex
      E lo implementassero li !!!

      Onestamente Kylix mi piaceva molto (a parte di
      non poter generare eseguibili linkati statici ma
      di doversi portar dietro i vari packages.. ma
      tant'e'..) e la possibilita' di generare delle
      WebApp in moduli di apache era
      grandiosa.

      Kylix tornaaa traaa noiiiiiiiii (love)

      :$


      Per Win32 continuo ad utilizzare le versioni 6 di
      entrambi i compilatori (Delphi - C++Builder) che
      ritengo ancora le
      miglioriquoto tutto!anch'io uso il 6!
    • Alka scrive:
      Re: Riprendessero Kylix !
      - Scritto da: xWolverinex
      Onestamente Kylix mi piaceva molto (a parte di
      non poter generare eseguibili linkati statici ma
      di doversi portar dietro i vari packages.. ma
      tant'e'..) e la possibilita' di generare delle
      WebApp in moduli di apache era
      grandiosa.
      Kylix tornaaa traaa noiiiiiiiii (love)Purtroppo, Kylix ha subito una battuta d'arresto, dettata anche dal mercato e dal settore di nicchia in cui si inserisce il prodotto.Non è detto, comunque, che non ne venga ripreso lo sviluppo: CodeGear sta dimostrando di voler approdare su nuove piattaforme con l'avvento di Delphi for PHP.Dal punto di vista di sviluppatore Windows quale io sono, pur non lavorando con PHP, sono felice del fatto che abbiano adottato una soluzione che, comunque, sottolinea il ruolo centrale che CodeGear vuole dare alla libreria VCL.
      Per Win32 continuo ad utilizzare le versioni 6 di
      entrambi i compilatori (Delphi - C++Builder) che
      ritengo ancora le
      miglioriNon sono comparabili con le ultime versioni del prodotto in termini di funzionalità offerte, e direi che ancora meno lo saranno con la prossima versione di Delphi for Win32. ;)
      • xWolverinex scrive:
        Re: Riprendessero Kylix !
        "Se funziona finche basta non tocca' senno' se guasta" Ce l'ho stampato a caratteri cubitali dietro la postazione dove lavoro a "niente e' impossibile per chi non lo deve fare". Onestamente ho provato le versioni successive dei compilatori (saltando la 7 e la 8 che per C non c'erano) e mi son trovato molto male. L'unica miglioria che potrei apprezzare e' l'ide. Non me ne frega un ciufolo (per ora) di .NET. Quando mi servira' valutero' l'ipotesi :)
        • Alka scrive:
          Re: Riprendessero Kylix !

          Onestamente ho provato le versioni successive dei
          compilatori (saltando la 7 e la 8 che per C non
          c'erano) e mi son trovato molto male.Cioé? Un minimo dettaglio tecnico, tanto per avvalorare la tesi per far sembrare che non si parli così per sport? :
    • Anonimo scrive:
      Re: Riprendessero Kylix !


      Per Win32 continuo ad utilizzare le versioni 6 di
      entrambi i compilatori (Delphi - C++Builder) che
      ritengo ancora le
      miglioriSono tentato anche io di passare a D6, pero' ho un dubbio, io uso la versione 2, qui quando devo ricompilare la VCL uso il comando "componente-rebuild library" e lui la ricompila.Con la versione 6, come si fa?grazie
      • Alka scrive:
        Re: Riprendessero Kylix !

        Sono tentato anche io di passare a D6, pero' ho
        un dubbio, io uso la versione 2, qui quando devo
        ricompilare la VCL uso il comando
        "componente-rebuild library" e lui la
        ricompila.
        Con la versione 6, come si fa?Passa direttamente a "Delphi 2007 for Win32".Quando al ricompilare la VCL... non è mai stato necessario, perché dovresti aver bisogno di una cosa del genere?Penso comunque che questo spazio debba essere riservato alle opinioni sull'articolo, più che hai quesiti tecnici che possono essere tranquillamente affrontati in forum di discussione o gruppi Usenet (nel caso di Delphi, "it.comp.lang.delphi").Ciao! :)
    • Anonimo scrive:
      Lasciate perdere Kylix, provate Lazarus
      Kylix è nato castrato sin dall'inizio. Un interessante proof of concept che sembrava spettacolare nelle brochure e persino alla presentazione dello stesso Cantù, ma poi ha rivelato tuti i suoi limiti.E' inutile quindi per Borland spendere risorse per lo sviluppo di qualcosa che resta un accrocco, in particolare se Delphi 6 si installa e gira tranquillamente sotto Linux con Wine (basta non cercare di richiamare oggetti OLE e simili che sotto Linux, per nostra fortuna, non ci sono).Se invece volete divertirvi lavorando sotto Linux come se foste in Delphi, ma con tuti i vantaggi di un RAD nativo al 100%, scaricate Lazarus e provatelo. E' ancora una prerelease quindi è bacato e gli mancano diverse cose, ma promette molto bene. Molte librerie di componenti per Delphi possono essere portate direttamente con la semplice compilazione.(lazarus.freepascal.org)Dimenticavo, C'è anche per Windows, anch'esso nativo e open source.
  • emulman scrive:
    Come volevasi dimostrare
    Se adesso anche la ex-Borland decide di fare un editor professionale per PHP con componenti stile Visual Studio vuol dire che ormai PHP ha raggiunto la piena maturità come linguaggio di scripting completo per creare applicazioni web professionali ed esce dall'ambito amatoriale...vorrei tanto che quelli che usano l'ultra-mega-iper sofisticato Visual Studio 2005 provasser a creare una pagina con una classe PHP per rendersi conto dell reali differenze fra i due linguaggi!Io poco tempo fa ho creato un gestionale web PHP per una pubblica assistezna, convertendo un gestionale scritto in Visual Basic. CONCLUSIONE: un sito che si comporta esattamente come il vecchio programma in rete ed estremamente più veloce grazie al fatto che ci ho installato WAMP SERVER 1.6.7. E grazie alla classe Zend::PDF di Zend Framework possono fare tutte le stampe che vogliono in PDF...senza dover ricorrere a qualcosa di mostruoso come Crystal reports...Io adesso ho già prenotato Delphi 2007 for PHP, ben venga se mi accelera la creazione di gestionali online!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Come volevasi dimostrare
      - Scritto da: emulman
      Se adesso anche la ex-Borland decide di fare un
      editor professionale per PHP con componenti stile
      Visual Studio vuol dire che ormai PHP ha
      raggiunto la piena maturità come linguaggio di
      scripting completo per creare applicazioni web
      professionali ed esce dall'ambito
      amatoriale...vorrei tanto che quelli che usano
      l'ultra-mega-iper sofisticato Visual Studio 2005
      provasser a creare una pagina con una classe PHP
      per rendersi conto dell reali differenze fra i
      due
      linguaggi!
      Io poco tempo fa ho creato un gestionale web PHP
      per una pubblica assistezna, convertendo un
      gestionale scritto in Visual Basic. CONCLUSIONE:
      un sito che si comporta esattamente come il
      vecchio programma in rete ed estremamente più
      veloce grazie al fatto che ci ho installato WAMP
      SERVER 1.6.7. E grazie alla classe Zend::PDF di
      Zend Framework possono fare tutte le stampe che
      vogliono in PDF...senza dover ricorrere a
      qualcosa di mostruoso come Crystal
      reports...
      Io adesso ho già prenotato Delphi 2007 for PHP,
      ben venga se mi accelera la creazione di
      gestionali
      online!!!certo che hai fatto un "mischietto" di tutto il possibile... non entro nel merito della tua esperienza, solo che nel post sei riuscito a confrontare insieme Visual Studio / PHP (?), un applicazione fatta in visual basic, con un sito php, ecc...
      • emulman scrive:
        Re: Come volevasi dimostrare
        io ho usato tantisimo Visual Basic e pi negli ultimi anni sono passato al web. E ho visto che i linguaggi di scripting avevano raggiunto una completezza tale da essere ormai alla pari coi più blasonati linguaggi di programmazione. Ho provato ASP, ma col PHP è stato un colpo di fulmine a ciel sereno.Ho pure provato ASP NET, ma mi sembra troppo macchinoso e complesso: i siti devono essere SEMPLICI e fatti bene. Col PHP uso stgrumenti a basso prezzo come WEBUILDER 2006, CSE HTML VALIDATOR PRO 8, DHTML MENU BUILDER e ci tiro fuori gestionali web completi che hanno la stessa apparenza dei gestionali creati in Visual Basic. Con la differenza che non occorre un PC mostruoso per farli girare, basterebbe anche un 486DX2 66 con Explorer 4...e una rete bastaa su un server con apache-php-mysql il che è GRATUITO. E per le aziende questo significa qualcosa no?Grazie poi a tool open source AJAX faccio tutto quello che facevo in Visual Basic e forse con Delphi for PHP ancora meglio e in amniera ancora più semplcie.
        • Anonimo scrive:
          Re: Come volevasi dimostrare
          - Scritto da: emulman
          [...] ci tiro
          fuori gestionali web completi che hanno la stessa
          apparenza dei gestionali creati in Visual Basic.
          Con la differenza che non occorre un PC mostruoso
          per farli girare,[...]bravo!infatti, IMHO i gestionali stanno bene su di un webserver.e senza tanti casini di .framework, db vari, cobol, cartelle condivise e c*g*te assortite come nei gestionali SE*C!( mi fa rabbia solo pa pensarci! :@)
  • Anonimo scrive:
    Solo per MSWindows...
    A quel che leggo nella brochure (curiosamente, sotto un link "datasheet"; altrove non ho trovato indicazioni in tal senso).Continuero' ad usare un editor di testo sotto linux, con evidenziazione della sintassi :)k1
    • Anonimo scrive:
      Re: Solo per MSWindows...
      - Scritto da:
      A quel che leggo nella brochure (curiosamente,
      sotto un link "datasheet"; altrove non ho trovato
      indicazioni in tal
      senso).

      Continuero' ad usare un editor di testo sotto
      linux, con evidenziazione della sintassi
      :)

      k1io quanta+.e comunque si parlava di Delphi, ovvio sia solo per win (kylix escluso)...(linux)
    • Alka scrive:
      Re: Solo per MSWindows...

      A quel che leggo nella brochure (curiosamente,
      sotto un link "datasheet"; altrove non ho trovato
      indicazioni in tal
      senso).
      Continuero' ad usare un editor di testo sotto
      linux, con evidenziazione della sintassiIl target principale del prodotto sono ovviamente gli sviluppatori Delphi esistenti; siccome Delphi è un prodotto per lo sviluppo di applicazioni Windows, su Windows, mi stupirei del contrario. ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Solo per MSWindows...
        - Scritto da: Alka

        A quel che leggo nella brochure (curiosamente,

        sotto un link "datasheet"; altrove non ho
        trovato

        indicazioni in tal

        senso).

        Continuero' ad usare un editor di testo sotto

        linux, con evidenziazione della sintassi

        Il target principale del prodotto sono ovviamente
        gli sviluppatori Delphi esistenti; siccome Delphi
        è un prodotto per lo sviluppo di applicazioni
        Windows, su Windows, mi stupirei del contrario.
        ;)Però lo sviluppo PHP interessa anche a sviluppatori di altre piattaforme.Magari non hanno interesse a sviluppare una versione per Mac o per Linux, ma sarebbe molto utile se veramente riduce i tempi di sviluppo.O sbaglio?
      • Uby scrive:
        Re: Solo per MSWindows...
        - Scritto da: Alka

        A quel che leggo nella brochure (curiosamente,

        sotto un link "datasheet"; altrove non ho
        trovato

        indicazioni in tal

        senso).

        Continuero' ad usare un editor di testo sotto

        linux, con evidenziazione della sintassi

        Il target principale del prodotto sono ovviamente
        gli sviluppatori Delphi esistenti; siccome Delphi
        è un prodotto per lo sviluppo di applicazioni
        Windows, su Windows, mi stupirei del contrario.
        ;)Però lo sviluppo PHP interessa anche a sviluppatori di altre piattaforme.Magari non hanno interesse a sviluppare una versione per Mac o per Linux, ma sarebbe molto utile se veramente riduce i tempi di sviluppo.O sbaglio?EDIT: scusate il doppio post :P-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 febbraio 2007 13.39-----------------------------------------------------------
        • Alka scrive:
          Re: Solo per MSWindows...

          Però lo sviluppo PHP interessa anche a
          sviluppatori di altre
          piattaforme.Certamente, questo è fuori discussione.
          Magari non hanno interesse a sviluppare una
          versione per Mac o per Linux, ma sarebbe molto
          utile se veramente riduce i tempi di
          sviluppo.
          O sbaglio?Non sbagli, solo... tempo al tempo, non è mai detta l'ultima parola. ;)
  • Anonimo scrive:
    Perchè php è male (remake)
    Per qualche curiosa motivazione personaggi vari sostengono php.Sebbene php abbia rappresentato un'innovazione nell'ambito dello sviluppo web, a suo tempo, il motivo valido per usarlo adesso è... beh.. arduo da rintracciare.Giacché più e più volte il flame "php sux/php rulez" si ripresenta, raccolgo qua dei pensieri a riguardo, affinché siano usati dai detrattori del linguaggio come promemoria, ed ai fautori come stimolo. Nelle speranze dell'Autore, tale lista potrà tagliare nettamente la lunghezza di numerosi flame, ove questi non aggiungano nulla alle discussione passate. Parlo di php5, invero. 1. php non ha namespace. Qualunque linguaggio che debba essere usato per un compito complesso dovrebbe fornire un metodo per segregare funzionalità diverse in spazi diversi da quello globale. PHP, simpaticamente, non lo fa. 2. php ha un sistema ad oggetti ridicolo, in quanto: 3. non esiste la possibilità di manipolare le metaclassi 4. non esiste la possibilità gestire l'inizializzazione e l'allocazione di un oggetto distintamente, e numerose hot head di php non sanno neanche cosa significhi. 5. non esiste una convenzione ne' forzata tramite sintassi ne' a livello sociale nel dare nomi a librerie, variabili, classi. 6. Non c'è supporto per la metaprogrammazione a nessun livello. 7. Non ci sono funzioni di ordine superiore, currying, e lambda. Manipolare una funzione in php significa fare l'eval ogni volta 8. non c'è supporto per le coroutine 9. non c'è supporto per directed coroutine (i generatori di python)10. non c'è call-with-current-continuation11. non ci sono eccezioni resumabili12. è impossibile estendere php in php (cfr tcl o lisp o in qualche misura ruby/python/smalltalk)13. SimpleXML è stato scritto da una manica di ubriachi. Ad esempio non è possibile gestire tag con nomi non nell'intervallo a-z.14. non c'è supporto per multilingualization, ovvero la possibilità di manipolare encoding vari in modo univoco. Addirittura non si possono usare encoding a più di otto bit.15. non esistono ne' mixin ne' trait ne' ereditarietà multipla, quindi mostruosa duplicazione del codice.16. hanno inventato un sistema di controllo dei tipi che avviene per ogni chiamata a funzione, ogni volta, controllando il tipo dei parametri. Vi lascio intuire che performance.17. lo zend engine è notoriamente un colabrodo a livello di sicurezza.18. php è un interprete lento, cercate sui benchmark del Grande Shootout o di scutigena.19. non c'è ottimizzazione delle tail call20. le classi non sono modificabili a run time21. le classi non si sa se siano oggetti, gli autori di php a riguardo non rispondono22. php non è completamente ad oggetti. Se pensate che non essere full OO sia un vantaggio in termini di semplicità, vi prego di postare un esempio, e ve lo mostrerò più semplice.23. non c'è DBC e dato #12 non si può infilarcelo24. per qualche strano motivo gli array sono degli hash25. il sistema di controllo d'accesso è antiquato26. non c'è un sistema di sicurezza degli script builtin (vedi #17)27. il sistema di type check è ridicolo per la sua imprecisione. Lo avessero lasciato completamente dinamico sarebbe meglio.Se ritenete che Queste motivazioni siano errate o incomplete vi prego di commentare.
    • longinous scrive:
      Re: Perchè php è male (remake)
      Sei proprio un troll.Postare due volta la stessa pappardella che può interessare (forse) solo i nerd più incalliti è proprio da perdenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè php è male (remake)
      io le funzioni lambda le uso spesso.a parte questo, secondo me il tuo errore di valutazione sta altrove, perchè si potrebbe fare le stesse accuse all'assembly.il punto è che un linguaggio se è comodo o no, lo capisci usandolo in un contesto specifico, non studiandolo a tavolino per trovarne difetti.php è ottimo per fare progetti piccoli, a livello enterprise non l'ho mai usato e immagino faccia un po' cacare.php è semplice, nè macchinoso nè prolisso, e puoi usare gli hash come unica struttura dati per integrare dati.un anno fa stavo guardando il python, e mi sono letto un paio di tutorial: bel linguaggio, e forse lo userò per alcuni progetti, ma mi ha fatto incazzare che oltre alle classi avevo 3 sistemi diversi per strutturare dati (array, liste, e tuple mi pare). ed ero anche costretto ad usarle tutte xkè nelle lib di base hai funzioni che lavorano su un tipo e non su altri, perciò avrei dovuto fare continue conversioni.in php mi "sembra" di usare stringhe (per tutti i dati base) e hash (per mettere assieme). pensa che la lib integrata per i big numbers usa proprio le stringhe per tenere i dati.che volendo nella stringa ci fai stare pure codice. :pè poco ottimizzato dici? non ottimizzare ciò che non va lento, dice un famoso principio, e io molto raramente ho dovuto ottimizzare qualcosa php perchè la macchina ragliava. a memoria direi l'1% del mio codice.io ho PAURA ad usare php in team, e infatti evito, e quando necessario separo il + possibile. OOP? la usavo, e la usicchio, ma non certo in php. trovo sbagliato credere che tutti i problemi vadano risolti usando solo OOP, e anzi, quasi tutti quelli che risolvo ogni giorno NON lo sono.la mia esperienza mi dice che una gran fetta dei progetti software web sono algoritmicamente semplici e richiedano strutture dati di complessità ridicola, ed è per questo che il PHP va così bene.concludo dicendo che se una tecnologia si impone senza particolari promotori dietro (e non mi risulta che il php ce li avesse quando si è diffuso, 5-6 anni fa) un motivo ci sarà, e non necessariamente puoi giustificarlo con uno studio pseudo-accademico oppure guardando alle TUE necessità. probabilmmente non sviluppiamo nello stesso ambito, e questo spiegherebbe tante cose, tra cui che abbiamo bisogno di linguaggi diversi. ;)
      • emulman scrive:
        Re: Perchè php è male (remake)
        - Scritto da:
        php è ottimo per fare progetti piccoli, a livello
        enterprise non l'ho mai usato e immagino faccia
        un po'
        cacare.provaci, provaci e sappiami dire..se pensi ad una architettura client/server o a 3 livelli in PHP niente di più facile che farlo...
        php è semplice, nè macchinoso nè prolisso, e puoi
        usare gli hash come unica struttura dati per
        integrare
        dati.perchè, è una grave limitazione secondo te?

        io ho PAURA ad usare php in team, e infatti
        evito, e quando necessario separo il + possibile.non vedo per qual motivo..programmi forse in ASP NET?????
        OOP? la usavo, e la usicchio, ma non certo in
        php. trovo sbagliato credere che tutti i problemi
        vadano risolti usando solo OOP, e anzi, quasi
        tutti quelli che risolvo ogni giorno NON lo
        sono.
        la mia esperienza mi dice che una gran fetta dei
        progetti software web sono algoritmicamente
        semplici e richiedano strutture dati di
        complessità ridicola, ed è per questo che il PHP
        va così
        bene.dipende dai punti di vista, ma io mi son creato una serie di classi PHP che riutilizzo nei miei gestionali, le miglioro continuamente e in questo la programmazione OOP è imbattibile..

        concludo dicendo che se una tecnologia si impone
        senza particolari promotori dietro (e non mi
        risulta che il php ce li avesse quando si è
        diffuso, 5-6 anni fa) un motivo ci sarà, e non
        necessariamente puoi giustificarlo con uno studio
        pseudo-accademico oppure guardando alle TUE
        necessità. probabilmmente non sviluppiamo nello
        stesso ambito, e questo spiegherebbe tante cose,
        tra cui che abbiamo bisogno di linguaggi diversi.
        ;)a parte il fatto che PHP derica dal C e si vede, dimmi aloa perchè tutti i providr danno spazio web con PHP e MySQL e non con ASP NET e SQL Server. Forse eprchè sono open source e c'è a disposizione una amrea di software, migliaia e migliaia di programmatori entusiasti (come me) in continuo aumento?Se adesso che fra poco esce PHP 6 con i namespaces e unicde mi dici ancora che è n giocattolino allora proprio non avete mai visto PHP....
        • Anonimo scrive:
          Re: Perchè php è male (remake)
          - Scritto da: emulman
          - Scritto da:

          php è semplice, nè macchinoso nè prolisso, e puoi

          usare gli hash come unica struttura dati per

          integrare

          dati.

          perchè, è una grave limitazione secondo te?mi sa che non hai colto... io lo portavo come "pro".

          io ho PAURA ad usare php in team, e infatti

          evito, e quando necessario separo il + possibile.

          non vedo per qual motivo..programmi forse in ASP
          NET?????il php è molto libero, non mi sembra una buona cosa quando si lavora in team. in team mi sa che ci vuole un rigido controllo sul rispetto delle interfacce. ce l'ha un sistema per il controllo dei tipi passati a livello dichiarativo? io non l'ho visto, ma programmo in php4.
          dipende dai punti di vista, ma io mi son creato
          una serie di classi PHP che riutilizzo nei miei
          gestionali, le miglioro continuamente e in questo
          la programmazione OOP è
          imbattibile..mah, sinceramente io quello che dici tu lo faccio, e senza OOP xkè non ne ho sentito il bisogno.
          a parte il fatto che PHP derica dal C e si vede,io di C vedo solo la sintassi. per il resto mi pare altrettanto simile al C quanto al Pascal.io vedo molta somiglianza col perl invece.
          dimmi aloa perchè tutti i providr danno spazio
          web con PHP e MySQL e non con ASP NET e SQL
          Server.ma che domande fai? mi sa che hai un po' travisato: io stavo "difendendo" il php. lo uso in continuazione, anche per lo scripting di sistema.
  • Anonimo scrive:
    Perchè php è male (remake)
    Per qualche curiosa motivazione personaggi vari sostengono php.Sebbene php abbia rappresentato un'innovazione nell'ambito dello sviluppo web, a suo tempo, il motivo valido per usarlo adesso è... beh.. arduo da rintracciare.Giacché più e più volte il flame "php sux/php rulez" si ripresenta, raccolgo qua dei pensieri a riguardo, affinché siano usati dai detrattori del linguaggio come promemoria, ed ai fautori come stimolo. Nelle speranze dell'Autore, tale lista potrà tagliare nettamente la lunghezza di numerosi flame, ove questi non aggiungano nulla alle discussione passate. Parlo di php5, invero. 1. php non ha namespace. Qualunque linguaggio che debba essere usato per un compito complesso dovrebbe fornire un metodo per segregare funzionalità diverse in spazi diversi da quello globale. PHP, simpaticamente, non lo fa. 2. php ha un sistema ad oggetti ridicolo, in quanto: 3. non esiste la possibilità di manipolare le metaclassi 4. non esiste la possibilità gestire l'inizializzazione e l'allocazione di un oggetto distintamente, e numerose hot head di php non sanno neanche cosa significhi. 5. non esiste una convenzione ne' forzata tramite sintassi ne' a livello sociale nel dare nomi a librerie, variabili, classi. 6. Non c'è supporto per la metaprogrammazione a nessun livello. 7. Non ci sono funzioni di ordine superiore, currying, e lambda. Manipolare una funzione in php significa fare l'eval ogni volta 8. non c'è supporto per le coroutine 9. non c'è supporto per directed coroutine (i generatori di python)10. non c'è call-with-current-continuation11. non ci sono eccezioni resumabili12. è impossibile estendere php in php (cfr tcl o lisp o in qualche misura ruby/python/smalltalk)13. SimpleXML è stato scritto da una manica di ubriachi. Ad esempio non è possibile gestire tag con nomi non nell'intervallo a-z.14. non c'è supporto per multilingualization, ovvero la possibilità di manipolare encoding vari in modo univoco. Addirittura non si possono usare encoding a più di otto bit.15. non esistono ne' mixin ne' trait ne' ereditarietà multipla, quindi mostruosa duplicazione del codice.16. hanno inventato un sistema di controllo dei tipi che avviene per ogni chiamata a funzione, ogni volta, controllando il tipo dei parametri. Vi lascio intuire che performance.17. lo zend engine è notoriamente un colabrodo a livello di sicurezza.18. php è un interprete lento, cercate sui benchmark del Grande Shootout o di scutigena.19. non c'è ottimizzazione delle tail call20. le classi non sono modificabili a run time21. le classi non si sa se siano oggetti, gli autori di php a riguardo non rispondono22. php non è completamente ad oggetti. Se pensate che non essere full OO sia un vantaggio in termini di semplicità, vi prego di postare un esempio, e ve lo mostrerò più semplice.23. non c'è DBC e dato #12 non si può infilarcelo24. per qualche strano motivo gli array sono degli hash25. il sistema di controllo d'accesso è antiquato26. non c'è un sistema di sicurezza degli script builtin (vedi #17)27. il sistema di type check è ridicolo per la sua imprecisione. Lo avessero lasciato completamente dinamico sarebbe meglio.Se ritenete che Queste motivazioni siano errate o incomplete vi prego di commentare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè php è male (remake)
      bravo, o mio bel troll (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè php è male (remake)
      CHE PALLE!!! Ogni volta sta storia...Qualche risposta... darle tutte non mi va e sinceramente me ne sto andando a letto...- Scritto da:
      Per qualche curiosa motivazione personaggi vari
      sostengono
      php.I personaggi vari probabilmente necessitano di un linguaggio con bassa curva d'apprendimento per realizzare piccoli-medi progetti web.
      1. php non ha namespace.Con PHP6 arrivano, contento?
      2. php ha un sistema ad oggetti ridicoloPHP 5 ha ciò che serve come linguaggio ad oggetti per sviluppare i piccoli-medi progetti di cui si parlava sopra.Alcune delle opzioni che tu citi sono inutili in un linguaggio per il web, alcune addirittura dannose visti i problemi di sicurezza che tutte le applicazioni web possono avere.
      5. non esiste una convenzione ne' forzata
      tramite sintassi ne' a livello sociale nel dare
      nomi a librerie, variabili,
      classi.Lo standard è considerato PEAR, ma nessuno ti punterà mai una rivoltella alla tempia e ti obbligherà a scrivere codice secondo convenzione.
      13. SimpleXML è stato scritto da una manica di
      ubriachi. Ad esempio non è possibile gestire tag
      con nomi non nell'intervallo
      a-z.Non sei obbligato a usare SAX, esistono altre possibilità. Informati meglio.
      15. non esistono ne' mixin ne' trait ne'
      ereditarietà multipla, quindi mostruosa
      duplicazione del
      codice.Se è per questo l'ereditarietà multipla non ce l'ha neanche Java. Se proprio ti serve ci sono le Interfaccie.
      17. lo zend engine è notoriamente un colabrodo a
      livello di
      sicurezza.Quindi possiamo buttare a mare anche .NET, la Java VM, etc.... guardati gli advisory
      22. php non è completamente ad oggetti. Se
      pensate che non essere full OO sia un vantaggio
      in termini di semplicità, vi prego di postare un
      esempio, e ve lo mostrerò più
      semplice.echo('Hello World');
      24. per qualche strano motivo gli array sono
      degli
      hashIn php gli array ASSOCIATIVI sono degli hash, studia meglio prima di pontificare.
      27. il sistema di type check è ridicolo per la
      sua imprecisione. Lo avessero lasciato
      completamente dinamico sarebbe
      meglio.Se lo avessero lasciato completamente dinamico non potrei essere sicuro al 100% qualora dovessi controllare il tipo di dato. Un buon linguaggio è anche flessibile.
      Se ritenete che Queste motivazioni siano errate o
      incomplete vi prego di
      commentare.Buona notte...
    • emulman scrive:
      Re: Perchè php è male (remake)
      io faccio siti in PHP e con Zend Framework.E i miei clienti sono più che soddisfatti! quelli che hai proposto te sono cose solo epr maniaci, quante volte te le ritrovi in uno script???a parte il fatto che PHP 6 avrà i namespaces e supporto per unicode, cosa manca secondo te a PHP? è destinato a fare siti dinamici con una serie di librerie che ti fa cose che con ASP NET costano eccome (creazione di file PDF, generazione di thumbnails, ecc)Cosa si vuole di più da un simile linguaggio?spiegami allora perchè il più pèopolare nellla programamzione web. quello che vuoi te è proprio cercare il pelo nell'uovo e cose inutilizzabili in un sito..vai a vedere cosa ti può fare lo Zend Framework e poi dimmi...final class Buuuhhh { private $var; public function __construct() { $this-
      var = "W PHP"; } public function scrivi($text=NULL) { echo $text . " e ". $this-
      var; }}$class = new Buuuhhh;$class-
      scrivi("W PHP");-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 febbraio 2007 00.36-----------------------------------------------------------
      • Alka scrive:
        Re: Perchè php è male (remake)
        - Scritto da: emulman
        io faccio siti in PHP e con Zend Framework.
        E i miei clienti sono più che soddisfatti! quelli
        che hai proposto te sono cose solo epr maniaci,
        quante volte te le ritrovi in uno
        script???Senza voler togliere nulla ad ASP.NET, che ormai uso quotidianamente, non vale la pena "attaccarsi" a questo genere di commenti, fidati.Non sono un utilizzatore "estremo" di PHP, tuttavia mi pare che la sua diffusione sia sufficiente a non giustificare un'espressione come quella usata dal troll che parla di "alcuni personaggi", come se fossero i proverbiali "quattro gatti". ;)
        • Anonimo scrive:
          [OT] Asp.Net
          Senza dover investire tanti dindi in corsi di formazione mi sai consigliare qualche guida per iniziare. thx ;)
          • emulman scrive:
            Re: [OT] Asp.Net
            - Scritto da:
            Senza dover investire tanti dindi in corsi di
            formazione mi sai consigliare qualche guida per
            iniziare.


            thx ;)per PHP basta andare a vedere il manuale ufficiale online su http://www.php.net/manual/it/per il zend framework http://framework.zend.com/manual (è l'equivalente del NET framework per PHP ed ha centianai di classi epr risolvere pressocchè qualunque problema)
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè php è male (remake)
      - Scritto da:
      Per qualche curiosa motivazione personaggi vari
      sostengono
      php.


      Sebbene php abbia rappresentato un'innovazione
      nell'ambito dello sviluppo web, a suo tempo, il
      motivo valido per usarlo adesso è... beh.. arduo
      da
      rintracciare.

      Giacché più e più volte il flame "php sux/php
      rulez" si ripresenta, raccolgo qua dei pensieri a
      riguardo, affinché siano usati dai detrattori del
      linguaggio come promemoria, ed ai fautori come
      stimolo. Nelle speranze dell'Autore, tale lista
      potrà tagliare nettamente la lunghezza di
      numerosi flame, ove questi non aggiungano nulla
      alle discussione passate. Parlo di php5,
      invero.

      1. php non ha namespace. Qualunque linguaggio
      che debba essere usato per un compito complesso
      dovrebbe fornire un metodo per segregare
      funzionalità diverse in spazi diversi da quello
      globale. PHP, simpaticamente, non lo
      fa.
      2. php ha un sistema ad oggetti ridicolo, in
      quanto:
      3. non esiste la possibilità di manipolare le
      metaclassi
      4. non esiste la possibilità gestire
      l'inizializzazione e l'allocazione di un oggetto
      distintamente, e numerose hot head di php non
      sanno neanche cosa
      significhi.
      5. non esiste una convenzione ne' forzata
      tramite sintassi ne' a livello sociale nel dare
      nomi a librerie, variabili,
      classi.
      6. Non c'è supporto per la metaprogrammazione
      a nessun
      livello.
      7. Non ci sono funzioni di ordine superiore,
      currying, e lambda. Manipolare una funzione in
      php significa fare l'eval ogni
      volta
      8. non c'è supporto per le coroutine
      9. non c'è supporto per directed coroutine (i
      generatori di
      python)
      10. non c'è call-with-current-continuation
      11. non ci sono eccezioni resumabili
      12. è impossibile estendere php in php (cfr tcl o
      lisp o in qualche misura
      ruby/python/smalltalk)
      13. SimpleXML è stato scritto da una manica di
      ubriachi. Ad esempio non è possibile gestire tag
      con nomi non nell'intervallo
      a-z.
      14. non c'è supporto per multilingualization,
      ovvero la possibilità di manipolare encoding vari
      in modo univoco. Addirittura non si possono usare
      encoding a più di otto
      bit.
      15. non esistono ne' mixin ne' trait ne'
      ereditarietà multipla, quindi mostruosa
      duplicazione del
      codice.
      16. hanno inventato un sistema di controllo dei
      tipi che avviene per ogni chiamata a funzione,
      ogni volta, controllando il tipo dei parametri.
      Vi lascio intuire che
      performance.
      17. lo zend engine è notoriamente un colabrodo a
      livello di
      sicurezza.
      18. php è un interprete lento, cercate sui
      benchmark del Grande Shootout o di
      scutigena.
      19. non c'è ottimizzazione delle tail call
      20. le classi non sono modificabili a run time
      21. le classi non si sa se siano oggetti, gli
      autori di php a riguardo non
      rispondono
      22. php non è completamente ad oggetti. Se
      pensate che non essere full OO sia un vantaggio
      in termini di semplicità, vi prego di postare un
      esempio, e ve lo mostrerò più
      semplice.
      23. non c'è DBC e dato #12 non si può infilarcelo
      24. per qualche strano motivo gli array sono
      degli
      hash
      25. il sistema di controllo d'accesso è antiquato
      26. non c'è un sistema di sicurezza degli script
      builtin (vedi
      #17)
      27. il sistema di type check è ridicolo per la
      sua imprecisione. Lo avessero lasciato
      completamente dinamico sarebbe
      meglio.

      Se ritenete che Queste motivazioni siano errate o
      incomplete vi prego di
      commentare.mah guarda, io sviluppo per il 90% in ASP.NET e non conosco a fondo php.hai iniziato col dire che è stata una innovazione per lo sviluppo web, appunto si sta parlando di sviluppo web.Molte delle cose che citi sono superflue per questo scopo. Altre pericolose (vedi ereditarietà multipla)Per siti di piccole/medie dimensioni php è un ottimo strumento.Non conosco le problematiche quando poi le performance iniziano a diventare IL problema per siti di grandi dimensioni, ma in ogni caso php non è "il male"E comunque che ognuno usasse quello che gli pare
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè php è male (remake)
      Se PHP fosse un linguaggio di programmazione nel senso tradizionale del termine sarebbe una CATASTROFE!è e DEVE rimanere un linguaggio di scripting .
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè php è male (remake)
      Mah tra le cose che hai scritto l'ereditarietà multipla non mi è mai servita, ma mi è stata comoda la multiereditarietà gerarchica. Nel senso che se un oggetto non può essere ereditato da più fratelli, è vero che puoò avere diverse discendenze di figli e nipoti.E poi vai su google e scrivi php framework, ci sono almeno 20 framework per il PHP uno più sofisticato dell'altro per svolgere la quasi totalità dei compiti che il web o gestionali web based possono richiedere.Per non parlare dei fabtastici CMS da quello DB-less a quello enterprise super-scalabile.Secondo me PHP sta crescendo bene e la sua diffusione è incredibile rispetto a qualsiasi altra tecnologia.
      • emulman scrive:
        Re: Perchè php è male (remake)
        quoto al 100%..se parliamo poi delel classi PHP, io uso moltissimo classi generiche con interfacce da usare in qualunque applicazione web scrivo!e poi scusate: vedete che per PHP ci sono migliaia di applicazioni già belle pronte..portali, forum..JPGRAPH per creare grafici di ogni genere anche 3D, ROUNDCUBEMAIL, un completo mail reader grafico..insomma, non vedo cosa manchi a PHP per dominare la scena..è open source no poi? sì qualcuno mi dirà che tanto dal sito Microsoft mi scarico gratis Visual Web Developer Express e SQL Express 2005 per creare mirabolanti gestionali web...ma certo che ASP NET è molto ostico, mentre PHP è più semplice da imparare e poi con PHP 6 saremo penso proprio alla parità assoluta.....sarà meglio fare un sito complesso in PHP 6 o in ASP NET???
        • Anonimo scrive:
          Re: Perchè php è male (remake)
          - Scritto da: emulman
          certo che ASP NET è molto ostico, mentre PHP è
          più semplice da imparareDipende, se già hai esperienza sui linguaggi ad oggetti usare ASP.NET è una cazzata, basta impararsi 4 cose sugli eventi e per iniziare è più che abbastanza, e tutta la business logic la scrivi con una semplicità immensa (alla fine è C# (usando C# ovviamente).Ovviamente se uno è a digiuno di qualsiasi linguaggio di programmazione diventa tutto 2 volte più ostico ma tant'è.
          • emulman scrive:
            Re: Perchè php è male (remake)
            - Scritto da:
            Ovviamente se uno è a digiuno di qualsiasi
            linguaggio di programmazione diventa tutto 2
            volte più ostico ma
            tant'è.pensa che conosco gente che usa ancora Visual Basic 6 proprio perchè ODIA la nuova filosofia di VS 2005, tutta object oriented...
          • Anonimo scrive:
            Re: Perchè php è male (remake)
            - Scritto da: emulman
            - Scritto da:


            Ovviamente se uno è a digiuno di qualsiasi

            linguaggio di programmazione diventa tutto 2

            volte più ostico ma

            tant'è.

            pensa che conosco gente che usa ancora Visual
            Basic 6 proprio perchè ODIA la nuova filosofia di
            VS 2005, tutta object
            oriented...L'object oriented è nato per problemi di riuso e manutenibilità del codice. Se odi la programmazione OO normalmente ti servono poco queste due cose, se usi VB non lo fai per motivi di prestazioni (esempio di utilizzo del C) quindi si può ben capire che tipo di progetti fanno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè php è male (remake)
      - Scritto da:
      Per qualche curiosa motivazione personaggi vari
      sostengono
      php.
      ma che paranoie vi fate? ma che ci fai tu col PHP (o cosa vorresti farci), l'amministrazione della Stazione Internazionale?o un sito piccolo/medio/grande di un argomento qualsiasi?ma l'obbiettività qui dentro ve la siete venduta su ebay o proprio non ve l'hanno fornita?(newbie) ...ma robe da pazzi..
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè php è male (remake)
      A livello teorico hai probabilmente ragione. Manda quest'elenco al team di sviluppo e magari poco alla volta implementeranno.
Chiudi i commenti