Word parla OpenDocument. Con un add-in

Microsoft rilascia la versione finale di un add-in che permette agli utenti di Office di aprire e salvare i documenti OpenDocument, un formato adottato in primis da OpenOffice. Attesi ora gli add-in per Excel e PowerPoint

Roma – Il primo pilastro del ponte in costruzione tra MS Office e il formato OpenDocument (ODF) è stato eretto lo scorso venerdì, quando Microsoft ha rilasciato la versione finale del convertitore ODF per Word. Si tratta di un add-in gratuito che permette agli utenti del diffuso word processor di aprire, modificare e salvare i file creati con OpenOffice.

L’ ODF Add-in for Word può essere installato da chi possiede la versione 2007, 2003 o XP di Office, e viene aggiunto a Word come nuovo filtro di importazione ed esportazione dei documenti. Il tool è in grado di convertire i documenti ODF in Open XML e viceversa , preoccupandosi di conservare layout e formattazione quanto più fedeli all’originale. Spesso però, a causa delle profonde differenze tra Open XML e ODF, una conversione 1:1 risulta impossibile: in tali casi l’add-in avvisa l’utente del fatto che il documento di arrivo potrebbe non essere visualizzato in modo del tutto congruente all’originale.

Le difficoltà nel convertire un formato nell’altro derivano anche dalla complessità della specifica Open XML , codificata in un tomo di qualche migliaio di pagine. Se per alcuni sostenitori di ODF questo è uno degli aspetti più negativi di Open XML, Microsoft ritiene al contrario che sia ODF ad essere “troppo minimalista” , mancando ad esempio di supporto all’accessibilità.

L’ODF Add-in è il primo frutto di un progetto open source che Microsoft ha annunciato lo scorso luglio in risposta alle pressioni di alcuni importanti clienti, primo tra i quali lo Stato americano del Massachusetts . Permettere l’interoperabilità tra il proprio formato dei documenti e quello promosso da OASIS è un impegno che BigM ha ribadito anche in occasione del recente accordo con Novell , e di questa politica potranno presto beneficiare anche gli utenti di OpenOffice: Novell sta infatti ultimando lo sviluppo di un convertitore Open XML che verrà integrato in una delle prossime release della nota suite open source.

La seconda fase del progetto supportato da Microsoft prevede invece la creazione di add-in che, analogamente a quello per Word, consentiranno di aprire e salvare documenti ODF anche all’interno di Excel e PowerPoint . Le versioni preliminari di questi plug-in per Office dovrebbero essere pubblicate su SourceForge il prossimo maggio, mentre le release finali sono attese per l’autunno.

ODF è uno standard ISO/IEC dallo scorso maggio, mentre Open XML è stato formalizzato lo scorso dicembre da ECMA ed è ora pronto a seguire l’iter per la certificazione ISO.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    che schifo le tlc ita
    oramai pago, come tutti, servizi pessimi un pacco di soldi, e li pago quasi per inerzia, senza perder troppo tempo a vedere chi mi potrebbe fregare con più stile, e farmi risparmiare qualche cent, e senza più pensare di poter ottenere i piccoli rimborsi... che schifo le tlc italiane... siamo polli di batteria, come diceva quel lettore su PI, stanco come noi tutti.
  • Anonimo scrive:
    Medie europee
    Ciao a Tutti !Dall' articolo : Le premesse non sono buone: infatti, Agcom ha accertato, tramite una recente indagine, che se non si considerano i costi di ricarica le tariffe italiane sono al di sotto della media europea". Il che vorrebbe dire che l'Autorità potrebbe non opporsi ad un rincaro. Già con l' assolutamente trascurabile dettaglio che anche gli stipendi italiani sono PESANTEMENTE al di sotto della media europea, a da aumentare questi ultimi per portarli a livelli, non dico europei, ma almeno decenti ... non ci pensa nessuno !
  • Anonimo scrive:
    bhe difficile liberarsi da soldi regalat
    bhe difficile liberarsi di soldi regalati...quando gia si fanno investimenti con essi, ma rimangono pu r sempre dei soldi "regalati" e non per volonta nostra.
  • Anonimo scrive:
    Eliminerei le ricaricabili...
    Tutti (?) sappiamo che le "ricaricabili" sono un escamotage per non pagare la tassa di concessione governativa. Sarebbe divertente se gli operatori eliminassero le ricaricabili e tutti fossimo obbligati a pagare la nostra bella tassa di concessione governativa, come in pratica dovrebbe essere.Così verrebbero fuori le vere anomalie e si avrebbe qualcosa di cui davvero, a ragione, lamentarsi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Eliminerei le ricaricabili...
      - Scritto da:
      Tutti (?) sappiamo che le "ricaricabili" sono un
      escamotage per non pagare la tassa di concessione
      governativa. Sarebbe divertente se gli operatori
      eliminassero le ricaricabili e tutti fossimo
      obbligati a pagare la nostra bella tassa di
      concessione governativa, come in pratica dovrebbe
      essere.Strano escamotage, vediamo se ho capito:non si fanno i contratti per non pagare la tassa governativa e invece si fanno le ricaricabili pagando la tassa (costo di ricarica) in questo caso non governativa ma aziendale.Mi sorge un dubbio dove stà il risparmio?
  • Anonimo scrive:
    volete abbassare le tariffe ? leggete
    semplice: basta passare tutti ad un unico operatore e vedendo i costi direi wind che non fa pagare i costi di ricarica per tagli da 50 euro e ha tariffe molto vantaggiosevediamo se vodafone e telecom sapranno perdere milioni di clienti senza fare nullaloro fanno cartello, si, allora facciamolo anche noi p.s. ho avuto vodafone e tim per 9 anni, e moh basta !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: volete abbassare le tariffe ? leggete
      - Scritto da:
      semplice: basta passare tutti ad un unico
      operatore e vedendo i costi direi wind che non fa
      pagare i costi di ricarica per tagli da 50 euro e
      ha tariffe molto
      vantaggiose

      vediamo se vodafone e telecom sapranno perdere
      milioni di clienti senza fare
      nulla

      loro fanno cartello, si, allora facciamolo anche
      noi


      p.s. ho avuto vodafone e tim per 9 anni, e moh
      basta
      !!!Domanda semplice semplice e tutti quelli che non hanno la copertura Wind che fanno?
      • Anonimo scrive:
        Re: volete abbassare le tariffe ? legget
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        semplice: basta passare tutti ad un unico

        operatore e vedendo i costi direi wind che non
        fa

        pagare i costi di ricarica per tagli da 50 euro
        e

        ha tariffe molto

        vantaggiose



        vediamo se vodafone e telecom sapranno perdere

        milioni di clienti senza fare

        nulla



        loro fanno cartello, si, allora facciamolo anche

        noi





        p.s. ho avuto vodafone e tim per 9 anni, e moh

        basta

        !!!

        Domanda semplice semplice e tutti quelli che non
        hanno la copertura Wind che
        fanno?se la prendono in der qxo
        • Anonimo scrive:
          Re: volete abbassare le tariffe ? legget


          Domanda semplice semplice e tutti quelli che non

          hanno la copertura Wind che

          fanno?

          se la prendono in der qxoma tanto a quello del primo post che gliene frega?Lui è il "furbo", lui ha trovato il sistemachefaperlui, sono tutti gli altri ad essere scemi! :(...avanti italiani, avanti così! (nolove)
          • Anonimo scrive:
            Re: volete abbassare le tariffe ? legget
            - Scritto da:


            Domanda semplice semplice e tutti quelli che
            non


            hanno la copertura Wind che


            fanno?



            se la prendono in der qxo

            ma tanto a quello del primo post che gliene frega?
            Lui è il "furbo", lui ha trovato il
            sistemachefaperlui, sono tutti gli altri ad
            essere
            scemi!

            :(

            ...avanti italiani, avanti così! (nolove)Non ha avuto una cattiva idea, invece, basta non disfarsi del vecchio abbonamento TIM o Vodafone, ma ricaricarlo o usarlo il minimo indispensabile per chiamare e lasciarlo comunque in funzione per ricevere le telefonate di chi conosce il vecchio numero, ma usare il nuovo con costo zero di ricarica per chiamare ogni volta che è possibile.
          • Anonimo scrive:
            Re: volete abbassare le tariffe ? legget
            E' quello che sto facendo dall'inizio dell'anno.Dal 1998 con Omnitel e poi Vodafone, adesso ricevo con Vodafone ma chiamo con Wind a 19 cent al minuto e senza scatto alla risposta.
  • giba34 scrive:
    I "cartelli"
    Mi sembra che dall' articolo traspaia una certa "comprensione" per le aziende telefoniche, costrette a rinunziare a enormi guadagni.Io ricordo che acquistai, anni fa, la scheda di Wind, l' unica che non non faceva pagare i costi di ricarica. Ebbene i prezzi erano nettamente inferiori a quelli di oggi.Guarda caso, dopo un paio d'anni la Wind si sacrificò e fece pagare il costo di ricarica come tutti, proponendo inoltre contratti sempre più onerosi. Insomma, in Europa, coi cellulari, siamo i più cari.Si vendano i servizi a prezzo chiaro, senza scatti alla risposta e balle varie. Si sappia una buona volta quanto spendiamo! Naufragio un cavolo. Vedrete che non aumenteranno i prezzi ma i "famigerati" scatti alla risposta, fregando chi telefona di meno. Qui a naufragare siamo noi consumatori, a partir dai costi occulti dei telefonini per arrivare alla ADSL che, quando funziona, funziona più lentamente di una carriola. Quando funziona! Perché un oceano di persone pagano un servizio che non viene prestato. Provate a cambiare provider e vedrete quanti mesi e quanti moccoli dovrete tirare al vento prima di "godere" di un servizio completo.Altro che cartelli, questi sono striscioni. @^ Giba
  • Anonimo scrive:
    Liberalizzate l'adsl
    Cito dall'articolo:"Procelle dunque, che non sorprendono visto che quel decreto, oltre a cancellare i costi di ricarica, crea una mobilità contrattuale senza precedenti: gli utenti che si abbonano ai servizi TLC potranno rescindere i contratti in qualsiasi momento. Una misura attesa dai moltissimi che protestano contro la qualità dei servizi, in particolare quelli broad band, e che oggi non possono migrare da un operatore all'altro con facilità. Qui in ballo ci sono quote di mercato e il senso di investimenti che specie sul fronte ADSL in questi anni si sono focalizzati sull'acquisire il cliente prima ancora di pensare a fornirgli un servizio di qualità. L'utente che può saltare da un operatore all'altro è probabilmente un incubo per molti strateghi delle TLC nostrane."E' l'idea di svincolarmi dai contratti annuali che mi piace moltissimo e più mi ha colpito.Non tanto l'abolizione dei costi di ricarica, che comunque credo i gestori in qualche modo ci faranno pagare altrimenti.Perchè non leggo commenti su questo punto per me importantissimo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Liberalizzate l'adsl

      Perchè non leggo commenti su questo punto per me
      importantissimo?Sono d'accordo, anche per me questo punto è fondamentale, e inviterei chiunque ne sappia qualcosa in più a contribuire...Il procedimento si intende anche retroattivo?
      • Anonimo scrive:
        Re: Liberalizzate l'adsl
        - Scritto da:
        Il procedimento si intende anche retroattivo?Se per retroattivo intendi che in un paio di mesi anche per i vecchi contratti il decreto prevede un adeguamento "svincolante", mi pare proprio di sì.Per me questa è una bella vittoria dei consumatori adsl che oggi si ritrovano contratti capestro vincolanti per almeno 1 anno e senza avere nessuna possibilità se non quella di continuare a pagare fino alla fine del contratto annuale non importa quanto faccia schifo l'adsl che il gestore gli ha fornito.Questa si che è una vera liberalizzazione. Altro che scannarsi sui pochi spiccioli dei costi di ricarica!!
  • teddybear scrive:
    Un po' OT...
    Due casi.Abbonamento Vodafone. Ho chiesto la disdetta. Al call center mi hanno detto.. basta chiamare questo numero e fanno tutto in automatico. Dopo qualche mese che le bollette continuavano ad arrivare ho richiamato. "basta mandare un fax a questo numero"... dopo qualche mese che le bollette continuavano ad arrivare, ho richiamato "deve andare in un centro Omnitel/Vodafone e le fanno tutto li". Ci sono andato. DOPO QUALCHE MESE (due bollette, pagate in automatico dalla banca) finalmente hanno smesso di chiedermi soldi per un serivizio che non usavo più da anni. Ma non ho ancora capito come riavere i miei soldi delle bollette ricevute dopo la disdetta e soprattutto l'anticipo dato all'atto della sottoscrizione. Nessuno sa nulla. Ho scritto anche a Mi manda Rai3 e a Striscia ... niente.Secondo caso.Abbonamento TIM. Sottoscritto nel 1997. Due anni fa sono andato in un centro TIM (dopo peripezie simili a quelle di cui sopra). Hanno fatto tutto loro. MI hanno ritirato la SIM. Eppure le bollette continuano ad arrivare. 10 euro al bimestre. Mandato raccomandate e tutto. L'ultma volta un commerciale mi dice "non blocchi il conto corrente o non le verranno più restituite le bollettte pagate in questo periodo"Ma anche qui ne' mi manda rai tre ne Striscia si interessano al mio caso. E non sono l'unico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un po' OT...
      E' il motivo per cui conviene usare le ricaricabili. Se ti rompono i marroni, non ricarichi più e li mandi a quel paese senza troppi patemi...
      • teddybear scrive:
        Re: Un po' OT...
        - Scritto da:
        E' il motivo per cui conviene usare le
        ricaricabili. Se ti rompono i marroni, non
        ricarichi più e li mandi a quel paese senza
        troppi
        patemi...Quei due abbonamenti furono fatti prima della introduzione delle ricaricabili.
  • Anonimo scrive:
    Due consigli ...
    Primo: andate in riva al mare, buttate via il telefonino e respirate a fondo.Secondo: fate lo stesso col telecomando TV, poi un altro bel respiro.AhhhhhhhhhhhhhhhhCome sentirsi meglio !
    • Anonimo scrive:
      Re: Due consigli ...
      Con le scie chimiche c'è poco da stare allegri a respirare però...http://www.sciechimiche.orgE non chiamateli complottisti per favore perché su Youtube c'è materiale incredibile sull'argomento. Non ultimo il come rendere una nube quadrata e localizzarla sopra un'area ben definita.Cercare HAARP, chemtrials, reality grommetts.
  • Anonimo scrive:
    ritorno da Londra:ma qui è smpre peggio?
    cdo, di ritorno da Londra...La desolazione ad apprendere che non solo in italia le cose non sono cambiate, ma c'è pure chi si scandalizza e si "vergogna di essere Italiano" quando il qualsiasi governo che ci sia in carica tenta di fare qualcosa (in maniera ancora insufficente)! :o : :(...robbe da Italiani proprio...(nolove)tanto per farmi ricordare che lì con 10p ti danno una scheda telefonica (ovviamente senza nessuna registrazione ne senza fornire documenti, come è giusto sia) con 10p dentro, subito utilizzabili, e quando la carichi (per chi usa questo obsoleto e sistema) con 10p ti ritrovi con 10p di credito come...in qualsiasi altro Stato con la S maiuscola (e non una colonia per vacanze come si è auto-ridotta l'italia)(love)salutoni!ps:ci saranno i rimbaticoni che mi diranno "e perchè non ci torni?" ......la risposta è "e infatti ci torno, sono tornato solo perchè devo andare in Giappone"
    • Anonimo scrive:
      Re: ritorno da Londra:ma qui è smpre peg
      si ma a londra- non ti conosce nessuno- non SEI nessuno- si mangia malissimo- la ragazza piu bella ha i denti storti- sono tutti cafonivai va....torna nella tua fantastica Londra che ti elimina i costi di ricarica.saluti da un italiano (vero)
      • Anonimo scrive:
        Re: ritorno da Londra:ma qui è smpre peg
        - Scritto da:
        si ma a londra

        - non ti conosce nessunoNel tuo caso potrebbe essere un vantaggio.
        - non SEI nessunoSì, in effetti il "lei non sa chi sono io" credo ci sia solo in Italia. :D
      • Anonimo scrive:
        Re: ritorno da Londra:ma qui è smpre peg
        - Scritto da:
        si ma a londra

        - non ti conosce nessunotanto meglio
        - non SEI nessunosbagliato: se hai il contratto d'affitto hai (quasi) tutti i servizi essenziali.anche per gli immigrati (cioè una bella fetta di popolazione) e a volte pure gratis (biblioteca ed internet, per fare un'esempio)
        - si mangia malissimoqui non si discute;meno male che al lidl trovi la barilla!
        - la ragazza piu bella ha i denti stortibhuahahaha, cagata colossale! :D (rotfl)
        - sono tutti cafoninon direi proprio, perfino gli sbirri sono simapatici (lo sarebbero pure i nostri carramba se non andassero in giro armati come fasc...)
        vai va....torna nella tua fantastica Londra che
        ti elimina i costi di
        ricarica.ma ci puoi scommettere! che ci resto a fare in un paese muffoso governato da 80enni con possibilità di sviluppo sotto lo zero?
        saluti da un italiano (vero)saluti da un Italia che, pur amando l'Italia, è stato costretto a lasciarla perchè resosi conto che sta scivolando nella xaxxa. con tutti i suoi illusi abitanti, purtroppo.
      • Anonimo scrive:
        Re: ritorno da Londra:ma qui è smpre peg
        - Scritto da:
        si ma a londra

        - non ti conosce nessuno
        - non SEI nessuno
        - si mangia malissimo
        - la ragazza piu bella ha i denti storti
        - sono tutti cafoni

        vai va....torna nella tua fantastica Londra che
        ti elimina i costi di
        ricarica.

        saluti da un italiano (vero)
        ma ci fai o ci sei? che razza di risposta sarebbe?lavori alla Uind o alla Tim?(apple)(linux)PS: le "inglesine" sono una vera prelibatezza, da mangiare fuori casa ... altro che denti storti...
    • Anonimo scrive:
      Re: ritorno da Londra:ma qui è smpre peg
      se posso, per quanto sei rimasto e che lavoro fai?sono andato pure io a londra (highbury) quest'estate per un mese e mezzo e devo ammettere pure io che la vita è un'altra cosa, purtroppo un pò troppo cara se si viene da fuori, ma avendo un lavoro lì penso sia sicuramente meglio che da noi (anche se i beni di prima necessità costano parecchio :( )in futuro probabilmente cambierò pure io, ormai le speranze che cambi qualcosa qua sono molto poche...e soprattutto per com'è messa l'italia in campo IT...bè, meglio lasciar stare
  • Anonimo scrive:
    Non è una liberalizzazione!
    Non entro nel merito del provvedimento, ma non capisco proprio perché si continui a spacciarlo per "liberalizzazione". Liberalizzazione è abolire le parcelle minime o i divieti di pubblicità; non calmierare i prezzi per decreto, che semmai è una forma di dirigismo in stile economia pianificata.In un mercato veramente "liberalizzato" (cosa che, come sappiano, quello delle tlc italiane non è) non ci sarebbe bisogno abolire i costi di ricarica per legge, perché la concorrenza li farebbe sparire da sé, come succede da tempo in Francia o in Uk.Il nostro è un paese incorstato di statalismo e sacche di privilegio presidiate coi denti da corporazioni professionali (notai, avvocati), sindacali (baby-pensionati, finti invalidi) e industriali (Tronchetti & C.). Nessuna meraviglia che nemmeno i giornalisti conoscano il significato di "liberalizzazione".
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è una liberalizzazione!
      - Scritto da:
      Non entro nel merito del provvedimento, ma non
      capisco proprio perché si continui a spacciarlo
      per "liberalizzazione".


      Liberalizzazione è abolire le parcelle minime Esatto. 5 per ricarica e' una parcella minima.
      • frk scrive:
        Re: Non è una liberalizzazione!

        Esatto. 5 per ricarica e' una parcella minima.Ma cosa dici?? L'abolizione delle parcelle minime (giustissima!!!) non prevede l'abolizione delle parcelle stesse, ma solo il fatto che tutti devono attenersi come minimo a quella!Vuol dire che se la parcella minima è 5 euro, nessuno può far pagare meno di 5 euro. Ma ci sarà chi fa pagare 5, chi 10, chi 15.Se l'abolisci, non è che tutti vanno a zero, ma che c'è chi può fare pagare 3, 2 o 1!In questo settore la tariffa minima "per legge" non c'era, ma ogniuno faceva il prezzo che riteneva (vedi Wind che non la faceva pagare per + di 50 euro).Questa è solo una (pericolosa) pagliacciata per accontenate il popolo bue.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non è una liberalizzazione!
          - Scritto da: frk[CUT]
          Ma cosa dici?? L'abolizione delle parcelle
          minime (giustissima!!!)Ah, secondo te è giustissima.... siamo messi bene! Vedrai che servizi di sicurezza e medici otterrai con parcelle cinesi.
          non prevede l'abolizione
          delle parcelle stesse, ma solo il fatto che tutti
          devono attenersi come minimo a
          quella!

          Vuol dire che se la parcella minima è 5 euro,
          nessuno può far pagare meno di 5 euro. Ma ci sarà
          chi fa pagare 5, chi 10, chi
          15.[CUT]Senti, popolo bue, cerca il termine oligopolio sul dizionario e poi ritorna a scrivere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è una liberalizzazione!
      mica qualcuno ha fatto il partito delle libertà per nientesfruttano l'ignoranza della gente fann ocreder esia libertà e poi in realtà è si libertà ma per i potenti nel fare i sporchi comodi
      • Anonimo scrive:
        Re: Non è una liberalizzazione!
        Sarà forse un caso che i movimenti e le guerre più sanguinarie della storia abbiano sempre abusato della parola libertà?Fronte di liberazione, combattenti per la libertà, movimento per le libertà.E questo pure di eserciti e regimi che tagliavano a pezzi donne e bambini e facevano pulizie etniche in regioni africane.Libertà di chi? Libertà da che?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è una liberalizzazione!
      - Scritto da: [CUT]
      In un mercato veramente "liberalizzato" (cosa
      che, come sappiano, quello delle tlc italiane non[CUT]Un mercato veramente "liberalizzato" è una utopia un po' come il comunismo.Poiché è dannoso pensare di liberalizzare qualcosa lasciando estremamente vincolato molto altro, occorrono delle imposizioni per evitare disastri.
  • Anonimo scrive:
    intanto vodafone mi avvisa
    che tra 2 mesi mi scade la scheda se non ricarico.Lo facciano ed e' la volta buona che li denuncio e cambio operatore.
    • Anonimo scrive:
      Re: intanto vodafone mi avvisa
      Scusa, ma la tua è ignoranza, nel senso che IGNORI il regolamento: è scritto a chiare lettere che se rimai un anno senza ricaricare (anzi, mi pare 13 mesi) la scheda si disattiva. Avendo firmato all'atto della compravendita della scheda sim hai accettato per forza il regolamento, e si presume tu l'abbia letto e capito...ma questo non è avvenuto presumo...
      • Anonimo scrive:
        Re: intanto vodafone mi avvisa
        - Scritto da:
        Scusa, ma la tua è ignoranza, nel senso che
        IGNORI il regolamento: è scritto a chiare lettere
        che se rimai un anno senza ricaricare (anzi, mi
        pare 13 mesi) la scheda si disattiva. si MA tutto ciò è ILLEGALE.questo e i costi di ricarica il contenuto dell'avviso europeo.
      • Anonimo scrive:
        Re: intanto vodafone mi avvisa
        - Scritto da:
        Scusa, ma la tua è ignoranza, nel senso che
        IGNORI il regolamento: è scritto a chiare lettere
        che se rimai un anno senza ricaricare (anzi, mi
        pare 13 mesi) la scheda si disattiva. Avendo
        firmato all'atto della compravendita della scheda
        sim hai accettato per forza il regolamento, e si
        presume tu l'abbia letto e capito...ma questo non
        è avvenuto
        presumo...Tu appunto invece IGNORI nel senso che parli senza sapere di cosa parli, che il decreto dice che le schede non sono piu' soggette a costo di ricarica e di scadenza.sono vietati, da parte degli operatori di telefonia mobile, l'applicazione di costi fissi e di contributi per la ricarica di carte prepagate, anche via bancomat o in forma telematica, aggiuntivi rispetto al costo del traffico telefonico richiesto, nonchè la previsione di termini temporali massimi di utilizzo del traffico acquistato
        • Anonimo scrive:
          Re: intanto vodafone mi avvisa
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Scusa, ma la tua è ignoranza, nel senso che

          IGNORI il regolamento: è scritto a chiare
          lettere

          che se rimai un anno senza ricaricare (anzi, mi

          pare 13 mesi) la scheda si disattiva. Avendo

          firmato all'atto della compravendita della
          scheda

          sim hai accettato per forza il regolamento, e si

          presume tu l'abbia letto e capito...ma questo
          non

          è avvenuto

          presumo...

          Tu appunto invece IGNORI nel senso che parli
          senza sapere di cosa parli, che il decreto dice
          che le schede non sono piu' soggette a costo di
          ricarica e di
          scadenza.

          sono vietati, da parte degli operatori di
          telefonia mobile, l'applicazione di costi fissi e
          di contributi per la ricarica di carte prepagate,
          anche via bancomat o in forma telematica,
          aggiuntivi rispetto al costo del traffico
          telefonico richiesto, nonchè la previsione di
          termini temporali massimi di utilizzo del
          traffico
          acquistatoE infatti se nel frattempo lui non ricarica, tra due mesi gli scade la SIM , l'unica differenza rispetto al passato sarà che non ci rimetterà l'eventuale credito residuo.
  • Anonimo scrive:
    Tassa Concessione Governativa
    si dovrebbe abolire anche questa ingiusta tassa sugli abbonamenti , 12 euro al mese per chi ha necessita di fattura.. direi che ormai è anacronistica
    • interceptor scrive:
      Re: Tassa Concessione Governativa
      Guarda che si possono far fatturare anchele ricaricabili,o per lo meno avere la ricevuta che poi ti scarichiSaluti
      • painlord2k scrive:
        Re: Tassa Concessione Governativa
        - Scritto da: interceptor
        Guarda che si possono far fatturare anche
        le ricaricabili,
        o per lo meno avere la ricevuta che poi ti
        scarichiE la tassa di concessione è il motivo per cui si finisce per pagare la la ricarica 5 euro: La tassa sul telefonino, riservata agli abbonamenti, fu introdotta nella prima metà degli Anni Novanta, come tassa sul lusso, quando il telefonino era un bene riservato a pochi e fortunati utenti e attualmente si pagano 12,9 euro al mese per il contratto business e 5,16 euro mensili per il contratto family. Da tempo è stato sollevato il problema della discriminazione tra i 500 mila utenti in abbonamento, che pagano la tassa, e le circa 50 milioni di utenze che invece pagano la nuda tariffa gravata tuttavia da un "diritto di ricarica" (5 euro per ogni prepagato oltre i 15 euro) che viene incassato in parte (da un euro in su) dal rivenditore al dettaglio della scheda (banche, tabaccai, agenzie) a titolo di commissione per la vendita. In pratica il gestore fa pagare la tassa "family" su tutte le ricariche che uno fa in proporzione al traffico.Abolissero la tassa, verrebbe meno il motivo del pagamento della ricarica.Stante le cose, la cosa più probabile è che spariranno le ricariche da 5 e 10 euro.
  • xWolverinex scrive:
    MA SE LI PAGHIAMO SOLO IN ITALIA...
    .. ed abbiamo anche le tariffe piu' care !!!!!E poi costi di cosa ???? SE RICARICO DA UN BANCOMAT CHE COSTI DI RICARICA HAI? Neanche quello di stampare quella pseudoschedina col codicillo sopra !!!!Ma Basta !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: MA SE LI PAGHIAMO SOLO IN ITALIA...
      il problema non è tanto quello quanto se nel decreto come costi fissi sono inclusi anche gli scatti alla risposta... non so, per i costi di ricarica è giustissimo e sacrosanto, ma modificare per legge una tariffazione , per quanto ci guadagni anche io, è un precedente molto pericoloso
      • Anonimo scrive:
        Re: MA SE LI PAGHIAMO SOLO IN ITALIA...
        - Scritto da:
        il problema non è tanto quello quanto se nel
        decreto come costi fissi sono inclusi anche gli
        scatti alla risposta... non so, per i costi di
        ricarica è giustissimo e sacrosanto, ma
        modificare per legge una tariffazione , per
        quanto ci guadagni anche io, è un precedente
        molto
        pericolosoè necessario per il fatto che il mercato non si autoregola
        • Anonimo scrive:
          Re: MA SE LI PAGHIAMO SOLO IN ITALIA...

          è necessario per il fatto che il mercato non si
          autoregolaIl mnercato non si autoregola per il semplice fatto che non e' un libero mercato, ma e' un "oligopolio" di pochi individui. Come per le assicurazioni. Non esiste un "vero" accordo di cartello sotterraneo ma ci sono adeguamenti "alla luce del sole" che portano a livellare i prezzi.. e mai verso il basso.
        • Anonimo scrive:
          Re: MA SE LI PAGHIAMO SOLO IN ITALIA...

          è necessario per il fatto che il mercato non si
          autoregolail mercato fa i suoi interessi, e noi i nostri, ma lo stato dovrebbe essere un attimino più attento quando va a toccare i bilanci di società enormi, che come ben sapete, alle prime avvisaglie di rimessa economica licenziano le persone
          • Anonimo scrive:
            Re: MA SE LI PAGHIAMO SOLO IN ITALIA...
            - Scritto da:

            è necessario per il fatto che il mercato non si

            autoregola

            il mercato fa i suoi interessi, e noi i nostri,
            ma lo stato dovrebbe essere un attimino più
            attento quando va a toccare i bilanci di società
            enormi, che come ben sapete, alle prime
            avvisaglie di rimessa economica licenziano le
            personeCondivido in pieno !Pur guadagnandoci da un eventuale mossa contro le ricariche , trovo pericoloso il fatto che il governo debba rendere non "libero il mercato"..O si trovava il modo giuridico tramite l'antitrust di accusare le compagnie di cartello "silente", oppure si sarebbero dovuti "invitare" i clienti a rifutare un servizio superfluo e costoso del quale non erano soddisfatti !!Come diceva qualcuno sopra, questo è un precedente importante : il governo regola i prezzi di servizi profusi da società private !Allora mi domando: i famosi DAZI contro la Cina, bocciati proprio per la loro illiberalità sul mercato non erano così sbagliati ?!?!Purtroppo è un discorso sottile, ma noi italiani spesso ci tagliamo le unghie con la mannaia !Max
          • Anonimo scrive:
            Re: MA SE LI PAGHIAMO SOLO IN ITALIA...
            e sì. Ora stai a vedere che col costo delle mie ricariche devo pagare un pirla che lavora al 187 e non sa risolvere mezzo problema.
          • Anonimo scrive:
            Re: MA SE LI PAGHIAMO SOLO IN ITALIA...
            - Scritto da:

            è necessario per il fatto che il mercato non si

            autoregola

            il mercato fa i suoi interessi, e noi i nostri,
            ma lo stato dovrebbe essere un attimino più
            attento quando va a toccare i bilanci di società
            enormi, che come ben sapete, alle prime
            avvisaglie di rimessa economica licenziano le
            personeE allora che dovremmo fare? Subire il ricatto?Se non c'è la fanno possono anche chiudere , tanto state pur trnquili che c'è subito chi è pronto a rimpiazzarle.
      • Anonimo scrive:
        Re: MA SE LI PAGHIAMO SOLO IN ITALIA...
        - Scritto da:
        il problema non è tanto quello quanto se nel
        decreto come costi fissi sono inclusi anche gli
        scatti alla risposta... non so, per i costi di
        ricarica è giustissimo e sacrosanto, ma
        modificare per legge una tariffazione , per
        quanto ci guadagni anche io, è un precedente
        molto
        pericolosoE invece no; è ora di finirla di lasciare mano libera ai furbi e agli speculatori.Con la scusa del libero mercato (troppo libero) oltre 6 milioni di italiani stanno sotto la soglia della povertà.Quindi è giusto che qualcuno intervenga visto che il governo precedente non ha mai mosso un dito.
    • Anonimo scrive:
      Re: MA SE LI PAGHIAMO SOLO IN ITALIA...
      - Scritto da: xWolverinex

      E poi costi di cosa ???? SE RICARICO DA UN
      BANCOMAT CHE COSTI DI RICARICA HAI? Neanche
      quello di stampare quella pseudoschedina col
      codicillo sopraLascia perdere come si chiamano, di fatto sono un incentivo a fare ricariche più alte perché così gli operatori hanno una maggior fonte di finanziamento dal credito in attesa di essere utilizzato.Se gli operatori avessero fatto uno sconto via via più alto a chi avesse fatto ricariche di taglio maggiore, nessuno avrebbe da lamentarsi, anche se la situazione sarebbe stata la stessa.Questi sono provvedimenti inutili, demagogici e servono solo a farsi un po' di pubblicità...
      • Anonimo scrive:
        Re: MA SE LI PAGHIAMO SOLO IN ITALIA...
        - Scritto da:
        Lascia perdere come si chiamano, di fatto sono un
        incentivo a fare ricariche più alte perché così
        gli operatori hanno una maggior fonte di
        finanziamento dal credito in attesa di essere
        utilizzato.

        Se gli operatori avessero fatto uno sconto via
        via più alto a chi avesse fatto ricariche di
        taglio maggiore, nessuno avrebbe da lamentarsi,
        anche se la situazione sarebbe stata la
        stessa.

        Questi sono provvedimenti inutili, demagogici e
        servono solo a farsi un po' di
        pubblicità...Quello che scrivi non è vero e dovresti saperlo bene.Intanto quando si pagano 50-60 euro in anticipo ci si è tolta liquidità che è andata nelle tasche dell'azienda come giustamente dici, ma quindi sono anche interessi e valore del denaro che perdi tu e che fai guadagnare alle TLC perché il servizio che ti hanno devono dare è per l'appunto ancora da fruire ma già pagato.Quindi prima fregatura fare ricariche di tagli grossi. Perché se fai un taglio grosso e poi ti ci servono anche 3 mesi per utilizzarlo, saranno comunque 3 mesi durante i quali hai perso 60 euro che avresti potuto pagare a 20 euro al mese, e quindi avere nella tua disponibilità per ogni eventualità nella quale avresti dovuto pagare una bolletta facendo a meno di una ricarica del cellulare.Poi i costi di ricarica erano invece studiati per comunque batter cassa da tutta quella categoria di clienti che non fanno ricariche grosse. Come gli adolescenti che comprano con la paghetta settimanale la ricarica per il cellulare, oppure la ricevono dal genitore.Ai ragazzi non puoi fare una ricarica da 50-60 euro per evitare i costi di ricarica perché sai che se li mangerà in meno di un mese, tra "mia ami, e quanto mi ami, e mi pensi, e quanto mi pensi" e tutte le conseguenze degli ormoni impazziti e della socializzazione tra coetanei che si sta spostando dal rapporto diretto faccia a faccia a centinaia di sms e qualche telefonata smilza.
        • interceptor scrive:
          Re: MA SE LI PAGHIAMO SOLO IN ITALIA...

          Intanto quando si pagano 50-60 euro in anticipo
          ci si è tolta liquidità che è andata nelle tasche
          dell'azienda come giustamente dici, ma quindi[Cut...]
          che si sta spostando dal rapporto diretto faccia
          a faccia a centinaia di sms e qualche telefonata
          smilza.
          AMEN!Aggiungo solo che avendo il telfonino con dentro50-100, e per un qualsiasi motivo lo perdiè dura farsi riconoscere il credito già acquistato.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: MA SE LI PAGHIAMO SOLO IN ITALIA...
      Se a marzo pago ancora le ricariche vuol dire che questo governo deve andare a casa. neanche quello sa fare.l'anti trast gli da ragione, tutto il popolo italiano gli da ragione l'opposizione gli da ragione solo l'italia li paga i costi di ricarica, quindi l'europa che parla a fare?.Se a marzo pago ancora i costi di ricarica.... a casa.
  • ufo1 scrive:
    Visione diretta
    Ogni volta che viene proposta una legge, un intervento regolamentare, una manovra economica, su qualunque cosa entri nella sfera di servizi al cittadino, vi sono fiumi di osservazioni, consigli ed insulti per sottolineare il disaccordo o per migliorare quello che sembra una buona cosa.Eppure si parla di servizi non essenziali Possibile che si debba sempre scaricare verso altri il proprio malcontento o beneplacito e non avere mai l'idea che se una cosa non va a genio... non la si acquista! Invece tutti (o quasi), a comperare a più non posso, a seguire la moda a far gara a chi è più furbo in fatto di prezzi per avere alla fine, quello che si dimostra sempre più un mero capriccio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Visione diretta
      - Scritto da: ufo1
      Ogni volta che viene proposta una legge, un
      intervento regolamentare, una manovra economica,
      su qualunque cosa entri nella sfera di servizi al
      cittadino, vi sono fiumi di osservazioni,
      consigli ed insulti per sottolineare il
      disaccordo o per migliorare quello che sembra una
      buona
      cosa.

      Eppure si parla di servizi non essenziali

      Possibile che si debba sempre scaricare verso
      altri il proprio malcontento o beneplacito e non
      avere mai l'idea che se una cosa non va a
      genio...
      non la si acquista!

      Invece tutti (o quasi), a comperare a più non
      posso, a seguire la moda a far gara a chi è più
      furbo in fatto di prezzi per avere alla fine,
      quello che si dimostra sempre più un mero
      capriccio.Ah, il qualunquismo! Ottima cosa, i miei complimenti.
    • Matx scrive:
      Re: Visione diretta
      - Scritto da: ufo1
      Eppure si parla di servizi non essenziali

      Possibile che si debba sempre scaricare verso
      altri il proprio malcontento o beneplacito e non
      avere mai l'idea che se una cosa non va a
      genio...
      non la si acquista! Non essenziali fino ad un certo punto...Ormai chi gira per lavoro purtroppo non può fare a meno di usare un cellulare :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Visione diretta

        Ormai chi gira per lavoro purtroppo non può fare
        a meno di usare un cellulare
        :(ma chi lo usa per lavoro usa la prepagata?
  • Anonimo scrive:
    Suggerimento a Bersani
    La via e' tracciata e faccio i complimenti.Ora ci sono altre due "inezie" che drogano il mercato:1) Le tariffe di interconnessione2) Lo scatto alla rispostaEliminate queste due "cosette" il mercato potrebbe finalmente iniziare ad aprirsi in modo decente.Al legislatore la parola.
    • Anonimo scrive:
      Re: Suggerimento a Bersani
      - Scritto da:
      La via e' tracciata e faccio i complimenti.

      Ora ci sono altre due "inezie" che drogano il
      mercato:

      1) Le tariffe di interconnessionesono d'accordo
      2) Lo scatto alla rispostaEsistono da un pezzo tariffe senza scatto alla risposta ...se uno è fesso...cmq le migliori sono:1) wind senza scatto2) tim clubcon wind la ricarica da 50 euro non ha costi di ricarica.
      Al legislatore la parola.io dico: ai consumatori la parola
      Eliminate queste due "cosette" il mercato
      potrebbe finalmente iniziare ad aprirsi in modo
      decente.Il legislatore dovrebbe aprire il mercato agli operatori virtuali.... questa sarebbe una liberlizzazione sensata.
      • Anonimo scrive:
        Re: Suggerimento a Bersani
        Attenzione, guardando per ben benino il mio traffico telefonico tramite il sito Tim ho visto chiaramente una cosa: MI HANNO ALZATO IL COSTO DELLO SCATTO ALLA RISPOSTA! :@Ho la tariffa UNICA 19: prima lo scatto alla risposta era di 16 cent, ora l'hanno passato a 19. L'ho dedotto chiaramente confrontando tutte le chiamate di diversa durata, da quelle di pochi secondi a quelle di un minuto....Provate a controllare anche voi se hanno effettivamente già alzato i prezzi anche sulle vostre SIM ... certo che se così fosse non hanno perso tempo :
    • Anonimo scrive:
      Re: Suggerimento a Bersani
      - Scritto da:
      La via e' tracciata e faccio i complimenti.

      Ora ci sono altre due "inezie" che drogano il
      mercato:

      1) Le tariffe di interconnessione
      2) Lo scatto alla risposta

      Eliminate queste due "cosette" il mercato
      potrebbe finalmente iniziare ad aprirsi in modo
      decente.

      Al legislatore la parola.Per2) Lo scatto alla rispostaPassa a Wind!
    • Anonimo scrive:
      Re: Suggerimento a Bersani
      Dimentichi:3) La tassa di concessione governativa sugli abbonamenti, altro caso tutto italiano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Suggerimento a Bersani
      e birra gratis per tutti! Ma che strunzate scrivi?
    • Macs scrive:
      Re: Suggerimento a Bersani
      il mio suggerimento e' di farsi dare una bella scorta... ha pestato i piedi a tipi grossi che se passa gliela faranno pagare.
  • Anonimo scrive:
    ma i costi di ricarica...
    ... non sono nati insieme alle schede ricaricabili per giustificare l'imposta statale sugli apparati radiomobili?sui contratti si pagava una voce specifica, dato che il telefono cellulare era equiparato ad una ricetrasmittente. con le ricaricabili non c'era contratto quindi hanno applicato una quota che serviva a pagare questa imposta per ogni ricarica effettuata (che come la maggior parte delle imposte era esagerata, ma è un altro discorso).le aziende telco agivano come sostituto del fisco e prendevano sti soldi per darli allo statoora lo stato dice no, sti soldi non li voglio piule telco non li chiedono più e non li devono più dare.qual è il problema?o dobbiamo pensare che ci hanno marciato e si sono intascate un sacco di soldi che erano tasse?(domanda retorica, ovviamente)
    • AlbertoPd scrive:
      Re: ma i costi di ricarica...
      - Scritto da:
      ... non sono nati insieme alle schede
      ricaricabili per giustificare l'imposta statale
      sugli apparati
      radiomobili?NO, l'imposta statale è pagata solo sugli abbonamenti.Le ricaricabili sono nate appunto come escamotage per poterla non pagare e ridurre i costi.Anche perchè il costo della tassa è di 5 euro al mese (o al bimestre ora non ricordo)... e se uno ricarica una volta l'anno? pagherebbe solo uno dei 12 mesi dovuti? e gli altri?
      sui contratti si pagava una voce specifica, dato
      che il telefono cellulare era equiparato ad una
      ricetrasmittente. con le ricaricabili non c'era
      contratto quindi hanno applicato una quota chenon è che non c'è contratto... non c'è l'abbonamento.
      serviva a pagare questa imposta per ogni ricaricano, il costo copre solo il "costo di ricarica" appunto.
      o dobbiamo pensare che ci hanno marciato e si
      sono intascate un sacco di soldi che erano
      tasse?non ci hanno marciato, nessuno ha mai ufficilmente giustificato quei 5 euro come tassa, semplicemente perchè non lo sono mai state. "costi di ricarica" != "imposta statale sugli apparati" Se fosse come dici tu, Wind non avrebbe mai potuto offrire ricariche per cellulari senza tale gabella.Che poi qualcuno abbia giocato sull'importo, visto che per gli abbonamenti esiste ed è proprio di quella cifra, per infondere confusione al fine di giustiicare il costo di ricarica è un altro discorso.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma i costi di ricarica...
      Ancora con questa storia.... I costi di ricarica NON SONO TASSE!!! I costi di ricarica vengono incmerati al 100% dalle compagnie telefoniche. L'unica tassa che riceve lo Stato sulle ricaricabili è l'IVA...
      • frk scrive:
        Re: ma i costi di ricarica...
        - Scritto da:
        Ancora con questa storia.... I costi di ricarica
        NON SONO TASSE!!! I costi di ricarica vengono
        incmerati al 100% dalle compagnie telefoniche.
        L'unica tassa che riceve lo Stato sulle
        ricaricabili è
        l'IVA...Non sarà che il Governo vuole far diventare poco convenienti le ricaricabili per gli operatori, così che questi ricomincino a spingere per gli abbonamenti in modo che lo stato incassi più tasse??? (cylon)Come diceva quel tale? A pensar male si fa peccato... ma ci si azzcca quasi sempre!
  • Anonimo scrive:
    Il Governo ha sbagliato...
    ...a dare trenta giorni di adeguamento... così dando il tempo di fare corsi e ricorsi vari......con tempi più stretti, una volta che una strada è imbroccata diventa più difficile tornare indietro...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Governo ha sbagliato...
      e magare usare i manganelli per far rispettare la legge no? anzi io manco l'avrei fatta passare per l'iter legislativo, un bel paggetto che leggeva un regio decreto e via.. ma per favore, siamo seri
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Governo ha sbagliato...
      se non sbaglio è necessario per legge un periodo di 30 gg dopo la pubblicazione sulla G.U................
  • Anonimo scrive:
    Non sono costi di ricarica...
    ...perché se fossero "costi" sarebbero indipendenti dal taglio della ricarica......invece sono solo un ulteriore margine di profitto.
  • Anonimo scrive:
    Governo con le mani legate
    Purtroppo il governo ha una maggioranza parlamentare troppo risicata per mettere in campo provvedimenti davvero strutturali e di grande respiro: gli unici in grado di incidere davvero sugli interessi dei cittadini e dei consumatori.Ecco allora una bomba a grappolo di piccole misure cosmetiche che alla fine non sposteranno nulla di significativo, nemmeno sulle bollette telefoniche. Sigh.
  • Anonimo scrive:
    Bersani sono con te
    Bersani ti stimo e hai tutto il mio appoggio!Sei l'unico ministro del governo che mi piace!
    • Anonimo scrive:
      Re: Bersani sono con te
      - Scritto da:
      Bersani ti stimo e hai tutto il mio appoggio!
      Sei l'unico ministro del governo che mi piace!Sei fortunato ! visto che il governo ha messo mano al regolamento sui PACS ?Ecco, ora ti puoi impattumare con il tuo amorino Bersani tutto il tempo che vuoi, come una coppia vera !!! :Dciao, auguri e figli femmina !!! ;)
      • Nerchioforo scrive:
        Re: Bersani sono con te
        il tipo cui piace Bersani è forse un po' sprovveduto, ma traspare comunque dal tuo post la tristezza per una sentimentalità agognata ma mancante..perciò bello mio ti voglio dire che puoi stare tranquillo, perchè con o senza i pacs, anche tu continuerai a fartelo ficcare nel cuxo! 8)
  • Anonimo scrive:
    Viva i taser!
    No, non è OT :@
  • Anonimo scrive:
    demagogia, tutte le teste ti porti via..
    come dissi quihttp://allarovescia.blogspot.com/2007/01/labolizione-dei-costi-di-ricarica.htmlQuesto e' il testo che si sta andando ad approvare dopo una bagarre estrema."sono vietati,da parte degli operatori della telefonia lapplicazione di costi fissi e di contributi per la ricarica di carte prepagate, anche via bancomat o in forma telematica, aggiuntivi rispetto al costo del traffico telefonico richiesto, nonché la previsione di termini temporali massimi di utilizzo del traffico acquistato. "al solito parliamo di demagogia: cavalchiamo l'onda di ciò che pare ingiusto.I grandi gestori fanno mega guadagni?ci sembra molto odiosa la ricarica?Ci sembrano care le tariffe?ecco abbiamo trovato l'argomento demagogico con cui occupare le menti deboli: aboliamo il balzello della ricarica.Ma certo, parliamo della ricarica, ma vediamo di stare bene zitti su quella tassa di concessione governativa che ha praticamente ucciso le bollette telefoniche, un modo molto più economico e pratico per telefonare.Certo non diciamo che grazie alla tassa da devolvere al governo ci sono milioni di euro che generano interessi favolosi che finiscono nelle casse dei gestori.la cosa divertente di tutto ciò e che la posizione del governo, delle persone che hanno iniziato questa battaglia e ciò che è stato detto dai media sembrerebbe descrivere la situazione fantascientifica che i soldi della ricarica piovano dal cielo, oppure, il costo di ricarica venga pagato, anziché a società che operano per scopo di lucro, ad un ente benefico.ci sono milioni di modi con i quali i gestori telefonici possono riappropriarsi di queste cifre che uscirebbero da loro bilanci, giacché il loro motivo di esistere consiste appunto in questo: avere degli ottimi bilanci......potrebbero fare come in Francia, aumentare le tariffe del 25% ed, a seconda della dimensione della ricarica acquistata, fornire una scaletta sconti.Aumentare le tariffe di un 10%inventarsi tutta una serie di contributichiedere un canone, dopotutto alcune tariffe già lo prevedono sebbene con nomi diversi e meno odiati dalla popolazione italiana: wind 5 o infinity sono solo due esempi.inventarsi delle promozioni incasinate e incomprensibili, come ce ne sono già state, che anziché dare un vantaggio l'utente lo mettano alla berlina: ogni riferimento alle ricariche di Telecom Italia non è puramente casuale.altro effetto favoloso andrà a colpire le fasce più basso della popolazione, quelle che non possono appoggiare sul bancone 50 o 60 dollari per la ricarica in unica soluzione: e così ricarica comunque esistono e i tagli inferiori a queste soglie probabilmente spariranno.Se poi accenniamo Alla non scadenza del credito, ci rendiamo conto che tutto ciò è molto pesante, il gestore è obbligato anche in caso di smarrimento di massima a mantenerla nel database con un aumento dei costi.Così si rendiamo a proteggere leggermente coloro i quali telefonano poco andremmo ad impattare in qualche maniera su tutti gli altri. Potrebbero esserci aumenti di costi per tutti, oppure, per aggirare la legge, basterebbe che la morte della sim avvenisse non dall'ultima ricarica ma ad esempio dopo un mese dall'ultima telefonata. Per il rimborso del credito residuo operare come la vecchia Telecom 10 o quindici mesi da una richiesta bollata se tutto va bene.proprio quando, dopo anni di cartello, le compagnie telefoniche cellulari stavano finalmente ricominciando ad avere una qualche concorrenza giunge questo governo, che di casini ha già fatti, ad imporre regole per alterare il regime di concorrenza.Oltretutto ricordiamo che uno dei gestori non ha mai fatto pagare il famoso costo di ricarica. Così chi desiderava allontanarsi da questo odioso balzello lo poteva fare in un regime di libera concorrenza.come dire... il problema non esisteva, ma forse tutto ciò che si paga è odioso: ma perché non abbassiamo le tasse che sono fra le più alte d'Europa?
    • Anonimo scrive:
      : demagogia, tutte le teste ti porti via
      Concordo : questa delle ricariche mi sembra proprio la montagna che ha partorito il topolino. Se vogliamo liberalizzare l'economia e difendere i diritti dei consumatori con queste misure siamo veramente a terra. Purtroppo nella prima lenzuolata di liberalizzazioni vedo per ora poca sostanza.
    • Anonimo scrive:
      Re: demagogia, tutte le teste ti porti v
      Un viaggio di mille miglia inizia sempre con un solo passo.Intanto qualcosa si muove anche se demagogicamente, con il benaltrismo come il tuo e con l'illusione che la concorrenza reale si realizzi per grazia divina, non si muove un bel niente.
      • Anonimo scrive:
        Re: demagogia, tutte le teste ti porti v
        - Scritto da:
        Un viaggio di mille miglia inizia sempre con un
        solo
        passo.Vero. Solo che non spettava al governo fare un passo, ma alle Authority (Comunicazioni e AGCM) trottare, perché le paghiamo per fare quello. Che debba essere il governo a "fare un passo" aggiunge al danno la beffa, ma non risolve il problema.
      • Anonimo scrive:
        Re: demagogia, tutte le teste ti porti v
        - Scritto da:
        Intanto qualcosa si muove anche se
        demagogicamente, con il benaltrismo come il tuo e
        con l'illusione che la concorrenza reale si
        realizzi per grazia divina, non si muove un bel
        niente.Esatto!La lenzuolata sarà fiacca quanto vuoi ma è un gesto importante e concreto.L'immobilismo italiano è proprio frutto di questa mentalità secondo cui le cose si potrebbero sempre fare meglio, quindi si rimandano, si rimandano, si rimandano, poi si dice che la competenza è di altri, magari di un Authority, poi l'Authority prende altro tempo per scoprire di non avere nessun potere.E' ora di cominciare a dare l'appoggio a chi cerca di fare qualcosa per smuovere la situazione.
        • Anonimo scrive:
          Re: demagogia, tutte le teste ti porti v

          L'immobilismo italiano è proprio frutto di questa
          mentalità secondo cui le cose si potrebbero
          sempre fare meglio, quindi si rimandano, si
          rimandano, si rimandano, poi si dice che la
          competenza è di altri, magari di un Authority,
          poi l'Authority prende altro tempo per scoprire
          di non avere nessun
          potere.Le Authority il potere ce l'hanno e non c'è nulla da scoprire. Stanno lì per quello pagate da noi. Se un insegnante va a scuola e legge il giornale, si risolve licenziandolo e mettendocene un altro. Invece secondo questa visione pittoresca per cui "l'importante è fare qualcosa", la soluzione sarebbe organizzare dei corsi di formazione per i bidelli.
          • Anonimo scrive:
            Re: demagogia, tutte le teste ti porti v

            Le Authority il potere ce l'hanno e non c'è nulla
            da scoprire. Stanno lì per quello pagate da noi.


            Se un insegnante va a scuola e legge il giornale,
            si risolve licenziandolo e mettendocene un altro.
            Invece secondo questa visione pittoresca per cui
            "l'importante è fare qualcosa", la soluzione
            sarebbe organizzare dei corsi di formazione per i
            bidelli.Il corso di formazione dovresti seguirlo tu. Mi sembra che hai difficoltà a capire ciò che ho scritto.Per non considerare poi la battuta sui bidelli che non non ha senso.L'Authority può prendere delle misure costrittive solo A POSTERIORI, dopo una APPROFONDITA indagine ed in presenza di ILLECITO. Molto simile il discorso per AGCOM.Per non parlare del fatto che Bersani è lì da meno di un anno, loro da una vita e ancora non ci erano arrivati.
    • MarioLC scrive:
      Re: demagogia, tutte le teste ti porti v
      La mia personale impressione è che tu sia pagato o da qualche partito politico o da qualche azienda del settore per fare certi post. E' una strategia classica, un mare di parole per annegare anche il più sacrosanto dei provvedimenti con molte forzature ed imprecisioni. Scrivere poi un secondo post di conferma e supporto per aumentarne l'autorevolezza.No amico, no. Stavolta la gente non ci cascherà.
      • Anonimo scrive:
        Re: demagogia, tutte le teste ti porti v
        - Scritto da: MarioLC
        La mia personale impressione è che tu sia pagato
        o da qualche partito politico o da qualche
        azienda del settore per fare certi post.


        E' una strategia classica, un mare di parole per
        annegare anche il più sacrosanto dei
        provvedimenti con molte forzature ed
        imprecisioni. Scrivere poi un secondo post di
        conferma e supporto per aumentarne
        l'autorevolezza.

        No amico, no. Stavolta la gente non ci cascherà. infatti c'è GIA' cascata (rotfl)(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: demagogia, tutte le teste ti porti v
        - Scritto da: MarioLC
        La mia personale impressione è che tu sia pagato
        o da qualche partito politico o da qualche
        azienda del settore per fare certi post.


        E' una strategia classica, un mare di parole per
        annegare anche il più sacrosanto dei
        provvedimenti con molte forzature ed
        imprecisioni. Scrivere poi un secondo post di
        conferma e supporto per aumentarne
        l'autorevolezza.

        No amico, no. Stavolta la gente non ci cascherà.Santa cipolla! Non sono mai stato pagato!!!!Anzi, youhu!!! sono qui!!!Comunque rialzati e pulisciti perche ci sei cascato fino alle orecchie!Difficile dare dei limiti medi al minuto comprensivi di costo ricarica?Un modo come un altro per fare qualcosa di meno demagogico ma + concreto, ciccio!
    • Anonimo scrive:
      Re: demagogia, tutte le teste ti porti v
      - Scritto da:
      come dissi quispamma altroveil resto delle cianfrusaglie lo taglio...
      come dire... il problema non esisteva, ma forse
      tutto ciò che si paga è odioso: ma perché non
      abbassiamo le tasse che sono fra le più alte
      d'Europa?si parlava proprio di Demagogia: mi spieghi che discorso del menga hai fatto?cioè:dati A e B , problemi di un paese, con A svariate volte più grave del secondo, ma entrambi esistenti da sempre (cioè più o meno 60 anni, da quando esiste l'Italia),finalemente un governo (di qualsiasi colore sia, i meriti si devono riconoscere) risolve il problema B (lieve, ma pur sempre esistente SOLO in questo paese) tu te ne esordisci con un gran discorso (palesemente) inutile, e lo concludi con "e poi A non l'avete risolto" ?ma complimenti per l'analisi logica! devi essere un genio del marketing o un qualche venditore di fave all'aria per pensare coerentemente tutto ciò! cacchio che sapienza latente vi è in questo stato!e poi, come se non bastasse, le tasse più alte ce le hanno gli svizzeri e gli svedesi,la cavolata "+ tasse di tutti" te la potevi anche risparmiare poichè oltre a non voler dire nulla (in svezia pagano come muli ma le cose vanno un pochettino -facciamo tra 50 e 100 volte- meglio) dimostra che non hai capito una gran pippa di come dovrebbe funzionare un Governo/Stato;in poche parole: le tue sono chiacchiere da bar, è pura demagogia, proprio quella che volevi mettere in risalto sugli altri.adiose svegliati!
      • Anonimo scrive:
        Re: demagogia, tutte le teste ti porti v
        straquoto
      • Anonimo scrive:
        Re: demagogia, tutte le teste ti porti v

        bene, dammi anche un paio di numeri, visto che
        sei veggente e prevedi il
        futuro42, e' ovvio, no?:-)


        se, magari.
        "debito pubblico" ti dice nulla?
        Certo, anche qui nulla di nuovo sotto il sole: una raffica di governanti furbi.

        peggio... Ma forse essere terz'ultimi non e'

        essere ultimi...

        no, terzultimi è essere ultimi nel podio delle
        peggiori.bella, me la devo scrivere.

        no, sono quello "o ci si da una mossa, o si va
        nella mossa." e spero tu sappia cosa
        intendo.no, ma il concetto e' passato. Sono convinto comunque che nulla di buono e' stato fatto.Le telco sono macchine costruite per guadagnare, no?Se non si va ad incidre sul concetto generale, es l'interconnessione o gli operatori virtuali e' come usare al posto del secchio lo scolapasta.

        tenersi un sistema skifosamente bacato perchè al
        momento non c'è nulla di peggio e nessuno si
        lamanta, è esettamente quello che intendo per
        "mandare a figliole il
        Paese".Gli italiano son famosi per culi tette e pallone, no?
        scommetto 1000lire che non hai mai vissuto
        all'estero,
        eh?
        non faresti tante inutili chiacchiere, sennò...no, pero' quando viaggio noto una diversa (per gli stati civili, non certo per la Colombia) percezione di civilta' e stato. Questo, se permetti, lo invidio e sarebbe una cosa che metterebbe a posto moooolte cose qui, dopotutto e' la cosa peggiore che abbiamo: menefregismo sciatteria e incivilta'.
    • Anonimo scrive:
      Re: demagogia, tutte le teste ti porti v
      Senti caro dipendente di qualche TLC del mobile,io mi sono rotto le balle dei balzelli e dei finti costi.Sono stufo delle tariffe alte e della marea di finti sconti e offertone impossibili perché le paghi prima e le devi usare entro 30 giorni.Datemi quei 2-3 piani tariffari certi, che riesco a calcolarmi per bene quanto spendo e quindi quale fa per me, e smettiamola con sotterfugi e finti costi di ricarica che servono per riprendere i soldi delle mega-offerte subdole e fasulle che possono servire al 5% della gente e che tramite i costi di ricarica però ricadono su tutti gli utenti.Il caos in cui siamo caduti serve per rincoglionire la gente e impedirgli di calcolare quanto sta realmente spendendo per la telefonia.E i finti costi di ricarica fanno parte di quell'altro furto perpetrato da una condizione di cartello e di immobilismo delle istituzioni antitrust.I moniti prima ancora che con una legge come questa erano arrivati dalle associazioni dei consumatori.Che non sono dei movimenti culturali o carbonari, ma difensori dei nostri diritti...Fossi io un politico non toccherei le aziende se non sapessi come farlo ma renderei di certo più indipendenti e darei maggiori poteri a chi studia e controlla cosa le aziende fanno contro il mercato e i consumatori.
      • frk scrive:
        Re: demagogia, tutte le teste ti porti v
        - Scritto da:

        Sono stufo delle tariffe alte e della marea di
        finti sconti e offertone impossibili perché le
        paghi prima e le devi usare entro 30
        giorni.

        Datemi quei 2-3 piani tariffari certi, che riesco
        a calcolarmi per bene quanto spendo e quindi
        quale fa per me, e smettiamola con sotterfugi
        Guarda che la grande fregatura ce l'hanno data proprio con l'introduzione delle ricariche, ossia del concetto di ANTICIPARE I SOLDI per un servizio che non hai avuto.Quello è stato il colpo di genio delle Telco, e li hanno fatto i miliardi (di Euro)!Se solo la gente invece di pensare "che bello la ricarica, così non mi arriva più la bollettona a fine mese" fosse più attenta ai consumi e si opponesse a qualsiasi tentativo di estorcere del denaro prima grazie al prepagato, forse da un Governo ci si sarebbe potuti aspettare l'abolizione del costo di concessione governativa!Ma invece così:1) Il governo continua a incassare la tassa2) Le Telco continuano a prendere i soldi in anticipoOra per tenerci buoni ci tolgono il balzello sulla ricarica che NECESSARIAMENTE sarà spalmato sulle tariffe..Ma il poplo ora è contento!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: demagogia, tutte le teste ti porti v
        - Scritto da:

        Senti caro dipendente di qualche TLC del mobile,Supposizione errata!!!!

        io mi sono rotto le balle dei balzelli e dei
        finti
        costi.Pure io

        Sono stufo delle tariffe alte e della marea di
        finti sconti e offertone impossibili perché le
        paghi prima e le devi usare entro 30
        giorni.
        Tanto da aver detto che le tariffe di tim sono incoprensibili
        Datemi quei 2-3 piani tariffari certi, che riesco
        a calcolarmi per bene quanto spendo e quindi
        quale fa per me, e smettiamola con sotterfugi e
        Il caos in cui siamo caduti serve per
        rincoglionire la gente e impedirgli di calcolareQuoto intengralmente... Ma ho scritto male o non hai capito..O forse sei affascinato dal bel gentiloni?
        cartello e di immobilismo delle istituzioni
        antitrust.e' questo che va colpito. Sarebbe altrimenti di aver sgominato la droga perche in piazza navona non se ne vende +.
        I moniti prima ancora che con una legge come
        questa erano arrivati dalle associazioni dei
        consumatori.in italia non ne conosco.In compenso conosco bene un'azienda che traffica nero, spara balle e ha una rivista che prende buste. Dimenticavo si erge come associazione dei consumatori.
        ma difensori dei nostri
        diritti...magari, anzi magari gli do un elenco di un centinaio di cose serie...
    • kennozzz scrive:
      Re: demagogia, tutte le teste ti porti v
      Solito "benaltrismo" dell'ultima ora...Le cose che si fanno non vanno bene perchè c'è "ben altro" da fare...Ridicolo...Bye
  • Anonimo scrive:
    Le liberalizzazioni forzate.
    L'intenzione è buona ma la via è sbagliata.Bersani fa un decreto per togliere i costi di ricarica? E le compagnie aggirano la legge prendendo gli stessi soldi in un altro modo.Quando un governo vuole giustamente combattere un cartello che danneggia il mercato (in questo caso della telefonia), la strada giusta non è quella di imporre per legge delle tariffe, ma creare un'azienda statale che faccia concorrenza al cartello vendendo a prezzo di costo.In questo modo si sconfigge il cartello e si libera davvero il mercato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Le liberalizzazioni forzate.
      - Scritto da:
      L'intenzione è buona ma la via è sbagliata.C'è sempre un oca che starnazza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Le liberalizzazioni forzate.
      - Scritto da:
      la strada giusta non è quella
      di imporre per legge delle tariffeLa legge non impone per legge nessuna tariffa! La legge sancisce che l'utente deve pagare solamente per il servizio che riceve. Una norma sacrosanta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Le liberalizzazioni forzate.
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        la strada giusta non è quella

        di imporre per legge delle tariffe

        La legge non impone per legge nessuna tariffa! La
        legge sancisce che l'utente deve pagare solamente
        per il servizio che riceve. Una norma
        sacrosanta.Perche' non succede questo?be si forse con tim ci sono delle pseudo promozioni.... ma in genere e' cosi...Forse non so leggere i contratti, o forse il bollo auto e' una cosa come dici tu sulle ricariche.
        • Anonimo scrive:
          Re: Le liberalizzazioni forzate.
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          - Scritto da:


          la strada giusta non è quella


          di imporre per legge delle tariffe



          La legge non impone per legge nessuna tariffa!
          La

          legge sancisce che l'utente deve pagare
          solamente

          per il servizio che riceve. Una norma

          sacrosanta.

          Perche' non succede questo?Perchè fa comodo alle aziende.

          Forse non so leggere i contratti, o forse il
          bollo auto e' una cosa come dici tu sulle
          ricariche.Il bollo auto è una tassa di possesso sull'automobile. E' insomma una delle tante tasse dello stato.Il costo di ricarica è invece un balzello imposto dalle compagnie telefoniche in modo del tutto arbitrario, a cui non corrisponde nessun servizio erogato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Le liberalizzazioni forzate.
      - Scritto da:
      L'intenzione è buona ma la via è sbagliata.
      Bersani fa un decreto per togliere i costi di
      ricarica? E le compagnie aggirano la legge
      prendendo gli stessi soldi in un altro
      modo.
      esattamente, se si vuore centraare un bersaglio e' a quello che bisogna mirare... anche se e' meno appariscente ma sostanzioso
    • Buzz scrive:
      Re: Le liberalizzazioni forzate.
      - Scritto da:
      L'intenzione è buona ma la via è sbagliata.Davvero? Con un authority che non fa il suo lavoro è il minimo. Il costo di ricarica è una specula tutta e solo italiana.
      Bersani fa un decreto per togliere i costi di
      ricarica? E le compagnie aggirano la legge
      prendendo gli stessi soldi in un altro
      modo.Se in italia ci fossero orange ed altre compagnie estere la concorrenza aumentererebbe e certi costi non sarebbero mai esistiti. Ma in italia, nessun imprenditore straniero sano di mente mai si butterebbe sul mercato. Ben vengano queste (sempre) perfettibili liberalizzazioni. Sono un inizio, che il governo "liberale" di prima manco ha pensato di fare.
      Quando un governo vuole giustamente combattere un
      cartello che danneggia il mercato (in questo caso
      della telefonia), la strada giusta non è quella
      di imporre per legge delle tariffe, ma creare
      un'azienda statale che faccia concorrenza al
      cartello vendendo a prezzo di
      costo.Non si impone tariffazione, ti sbagli.Si impone di non far pagare una tassa che dovrebbe pagare l'operatore di telefonia, non un suo cliente come invece accade.Ripeto, non esiste in nessun altro stato del pianteta, il costo di ricarica.
      In questo modo si sconfigge il cartello e si
      libera davvero il
      mercato.La strada giusta sarebbe quella di statalizzare la rete, come serivizio, ed affittarla agli operatori privati. Chiunque, anche esteri.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 febbraio 2007 00.38-----------------------------------------------------------
    • Nerchioforo scrive:
      Re: Le liberalizzazioni forzate.
      Si, è vero, meglio evitare discussioni "ad autorem"..ma confesso l'inconfessabile voglia di chiederti se per caso non lavori, o non sei azionista, di una delle compagnie del settore..
    • Anonimo scrive:
      Re: Le liberalizzazioni forzate.
      - Scritto da:
      L'intenzione è buona ma la via è sbagliata.
      Bersani fa un decreto per togliere i costi di
      ricarica? E le compagnie aggirano la legge
      prendendo gli stessi soldi in un altro
      modo.Credo anch'io che le compagnie, come conseguenza, alzeranno le tariffazioni.La legge comunque non è stata scritta per abbassare i costi della telefonia mobile, come hanno capito le associazioni di consumatori! E' stata scritta per rendere le tariffe trasparenti: se viene pubblicizzato il costo di un SMS, che ne so, a 10 centesimi, devono essere 10, non devono essere 10+il costo della ricarica.Lo stesso ministro ha detto che non imporrà in alcun modo che le tariffe dovranno restare le stesse!holafedeb
    • Anonimo scrive:
      Re: Le liberalizzazioni forzate.
      Come? Lo stato? cosa? Perchè dovrebbe infilarsi in un progetto che svenerebbe le già così tanto lamentate esigue casse? E' troppo a lungo termine per essere realizzabile e soprattutto non c'è la convenienza...ci sono già 4 operatori, sarebbe sconveniente. Se proprio entrare nel mercato con un operatore virtuae...quello si...se si decidessero a saltare fuori questi benedetti, forse cambierebbe qualcosa.Una cosa però che mi preme far nontare a tutti è che l'abolizione dei costi di ricarica NON è una liberalizzazione. Il governo l'ha sponsorizzata insieme a tutte le altre liberalizzazioni, ma questa è tutt'altro che liberale a quardare l'etimologia...ciao a tutti
  • Anonimo scrive:
    Wind 50 euro senza costi
    Vedi oggetto
    • Anonimo scrive:
      Re: Wind 50 euro senza costi
      E aggiungo anche che Wind non facendo sulle ricariche da 50 la "truffa" del costo di ricarica vive felicemente e non chiude di certo.QUESTA E' LA DIMOSTRAZIONE VIVENTE DELL'INIQUO BALZELLO CHE SERVE SOLO AD ARRICCHIRE SENZA MOTIVO GLI OPERATORI !
      • Anonimo scrive:
        Re: Wind 50 euro senza costi
        Non so dove vivete...Io ho la Wind da moltissimi anni e prende ovunque (anche nella grotta di Zinzulusa, fate voi) certo però non ha tariffe convenienti.La ricarica da 50 euro senza tasse è un po' una presa in giro, non dovrei essere io a ricordarvi che la Wind, una volta, faceva il taglio minimo cioè quello da 50.000 lire senza costi di ricarica qundi l'equivalente di 26 euro attuali, ma con l'arrivo dell'euro e con la solita italica lentezza (o connivenza) da parte del governo si è permesso ai provider di fare cartello e lucrare anche su quello.Sono una massa di ladri e noi f...i a farci derubare :°°°
        • Anonimo scrive:
          Re: Wind 50 euro senza costi

          però non ha tariffe
          convenienti.Dimmi chi offre una tariffa migliore di Wind 10 che cambio subito.
          • Anonimo scrive:
            Re: Wind 50 euro senza costi
            - Scritto da:


            però non ha tariffe

            convenienti.

            Dimmi chi offre una tariffa migliore di Wind 10
            che cambio
            subito.Wind senza scatto: 19 cent/min senza scatto alla risposta, tariffato al secondo.poi se ti serve ci metti sopra noi Italy, 7 euro per 240 minuti al mese per tutti i fissi e wind...ovviamente con cariche da 50 euro con 50 ero di traffico.
      • Anonimo scrive:
        Re: Wind 50 euro senza costi
        Le spese di ricarica sui tagli piccoli sono stati studiati per salassare le famiglie tramite i figli.Se a tuo/a figlio/a fai una ricarica da 50 euro perché non c'è la tassa di ricarica, tuo/a figlio/a se non vede l'ora di mangiarseli tutti in sms e chiamate con gli amici.In pratica dovresti fare a tuo/a figlio/a una ricarica di 50 euro ed educarlo/a a farsela durare quei 2-3 mesi (o a seconda delle vostre possibilità economiche) finché gliene farai un'altra.Ti garantisco che è impossibile come comprare un barattolo di Nutella da 5kg e sperare che duri un anno.Se c'è e in abbondanza è ovvio che se ne farà un abuso.E lo stesso accadrebbe con il credito nel cellulare da parte di adolescente.Io 50-60 euro di Wind (l'ho anche io Wind) riesco a farmeli durare anche 3 mesi e oltre facendone un uso consapevole e corretto, senza troppa economia o tirchieria.Ma per chi ci lavora e per un teenager immagino sia diverso...
        • Anonimo scrive:
          Re: Wind 50 euro senza costi

          Se a tuo/a figlio/a fai una ricarica da 50 euro
          In pratica dovresti fare a tuo/a figlio/a una
          ricarica di 50 euro ed educarlo/a a farsela
          durare quei 2-3 mesi (o a seconda delle vostre
          possibilità economiche) finché gliene farai
          un'altra....

          Io 50-60 euro di Wind (l'ho anche io Wind) riesco
          a farmeli durare anche 3 mesi e oltre facendone
          un uso consapevole e corretto, senza troppa
          economia o
          tirchieria.guarda, io il bisogno che possa avere un adolescente del cellulare non lo vedo, e sicuramente non vedo il motivo per cui debba prendersi 50 euro al mese e buttarli al vento.Si vive perfettamente bene senza spendere cifre simili al cellulare.ho il cellulare e una ricarica da 10-20 euro mi dura tranquillamente un anno, se non scadesse anche di piu.Le tariffe dei cellulari sono piu' care di quelle del teleono fisso. Usate il telefono fisso, le email icq msn quel che vi pare ma il cellulare usatelo solo QUANDO e' strettamente indispensabile usarlo, e prima di usarlo pensate se potete fare a meno di usarlo, 5 volte su 10 vi renderete conto di poter fare a meno di fare quella chiamata o di mandare quel sms.
          • Anonimo scrive:
            Re: Wind 50 euro senza costi
            Con una tariffa senza scatto alla risposta sarebbero antieconomici perfino gli SMS perché stando sotto i 15 centesimi di telefonata (costo di un sms in Italia) si riuscirebbero a dire molte più cose di un micragnoso sms di 160 caratteri.Gli sms sono gonfiati del 1500% hanno un costo vivo di 1 centesimo scarso per l'operatore che te lo fa pagare 15 volte tanto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Wind 50 euro senza costi
      - Scritto da:
      Vedi oggettoquoto :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Wind 50 euro senza costi
      - Scritto da:
      Vedi oggettoCorri a giocare al superenalotto. Sei un ragazzo fortunato1 - hai 50 euro2 - vivi in un posto coperto da Windnon c'e' due senza tre, se giochi al superenalotto vinci.O.:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Wind 50 euro senza costi
      - Scritto da:
      Vedi oggetto La ricarica è già di per sè un anticipo, 50 in quanto li spendi? Un mese?Lol, quell'euro che risparmi copre a stento il tasso di interesse!
    • traffyk scrive:
      Re: Wind 50 euro senza costi
      si ma quando lo spendi che la wind non prende da nessuna parte...
      • Anonimo scrive:
        Re: Wind 50 euro senza costi
        Il problema e' : perche' mi devono prendere dei soldi per nulla ?Non e' un discorso di Wind o non Wind, e' un discorso di regalare dei soldi inutilmente.Se volessi mettere un euro e' giusto che mi facciano pagare SOLO 1 euro, non 50 o 100 o 200 !
      • Anonimo scrive:
        Re: Wind 50 euro senza costi
        - Scritto da: traffyk
        si ma quando lo spendi che la wind non prende da
        nessuna
        parte...(troll2)
    • Anonimo scrive:
      Re: Wind 50 euro senza costi
      se non sai che scrivere almeno abbi l'accortezza di stare zitto :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Wind 50 euro senza costi
      - Scritto da:
      Vedi oggettoma dove? sono quelle da 60 che non si pagano. Verificare le informazioni prima di sparare boiate no eh?
      • Anonimo scrive:
        Re: Wind 50 euro senza costi
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Vedi oggetto

        ma dove? sono quelle da 60 che non si pagano.
        Verificare le informazioni prima di sparare
        boiate no
        eh?Appunto sono state aggiornate a 50.Ha ragione lui e tu non hai verificato come dici di fare agli altri tra l'altro con tono aggressivo. Moderati please.
      • Anonimo scrive:
        Re: Wind 50 euro senza costi
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Vedi oggetto

        ma dove? sono quelle da 60 che non si pagano.
        Verificare le informazioni prima di sparare
        boiate no
        eh?sei 3 mesi indietro !!!sbruffone
    • AranBanjo scrive:
      Re: Wind 50 euro senza costi
      Si, ok...Ho tutti i miei amici e conoscenti con Vodafone.Quanto mi costerebbe chiamarli e/o inviare loro messaggi? Wind mi dà sms "gratis" da inviare al di fuori della loro rete?ciao
  • Anonimo scrive:
    I PUZZONI ALLA CARICA DELLA RICARICA
    Ai MAGNA-MAGNA delle TELCO non fa giù che il decreto abbia loro tolto d' ufficio la tamgente sulle ricariche....... (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) Ma mi faccino il piacere!!
Chiudi i commenti