Surena, il robot iraniano

Arrivato ormai ai movimenti elementari di deambulazione, rincorre la ricerca giapponese nel campo della robotica
Arrivato ormai ai movimenti elementari di deambulazione, rincorre la ricerca giapponese nel campo della robotica

Roma- Il Presidente Ahmadinejad ha presentato la seconda versione del robot umanoide iraniano costruito da 20 scienziati dell’Università di Tehran.

Chiamato Surena 2, dall’aspetto che ricorda vagamente il giapponese Asimo , dovrebbe essere destinato a impieghi industriali , a sostituire cioè braccia umane nel trasporto di oggetti in varie situazioni: per il momento è dotato di 12 gradi di libertà per i piedi, 8 per le mani e due per la testa. I movimenti di mani e piedi sono sincronizzati, in modo da imitare una camminata umana. Pesa 45 kg ed è alto 1,45 m.

Rappresenta il primo avanzamento di Surena 1, sviluppato dai ricercatori iraniani già nel 2008 , in grado di leggere alcuni testi ed eseguire alcuni comandi.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti