NASA ripresenta l'astronauta robot

Realizzato insieme a General Motors, sostituirà gli astronauti nei compiti più delicati. Potrebbe essere arrivato tardi per servire sugli Shuttle

Roma – La scorsa settimana è stato svelato , presso il Johnson Space Center di Houston, Robonaut R2 : come suggerisce il nome stesso si tratta di un robot-astronauta ed è il risultato di un lavoro congiunto tra NASA e General Motors.

Si tratta fondamentalmente di un restyling della precedente versione, sviluppata dieci anni fa anche con l’aiuto di DARPA, di un robot umanoide da affiancare agli astronauti nel corso delle missioni spaziali. Il suo compito dovrebbe essere quello di sostituire gli umani nei compiti più rischiosi ma la fine delle missioni Shuttle pone un interrogativo sul futuro operativo di Robonaut R2 : vista la situazione di stallo in cui è invischiata la NASA, potrebbe finire ancora prima di cominciare.

Quella intrapresa lunedì dall’Endeavour è infatti una delle ultime missioni spaziali programmate interamente dall’ente spaziale statunitense e appare difficile che Robonaut R2 possa essere pronto per ottenere un ruolo di rilievo nel completamento della Stazione Spaziale Internazionale.

Trattandosi in pratica di un robot-manutentore spaziale dovrà essere portato in orbita attraverso l’uso di vettori alternativi come le Soyouz russe, alle quale gli astronauti statunitensi dovranno chiedere un passaggio, visto il congelamento del programma Constellation che avrebbe garantito una generazione di navicelle successiva agli Shuttle, a loro tempo realizzati con i fondi ricavati dall’annullamento del programma Apollo.

Meno di due settimane fa la NASA aveva altresì definitivamente rinunciato ] a ristabilire la capacità motoria di Spirit, il robot esploratore in missione su Marte che da qualche tempo non era più in grado muoversi perché danneggiato e che ora servirà da stazione di rilevamento fissa.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • aid85 scrive:
    che delusione i giovanissimi
    Pensavo le nuove generazioni sarebbero stati un esercito di hacker furbissimi e capacissimi ...Invece sn molto deluso sembrano tutti dei vecchi babbi che non sanno manko settare i livelli di provicy...Vivono su facebook e nn sanno mandare una mail.Il che non cambia nulla alla mia persona però alla società forse si e mi dispiace...
  • maria antonietta scrive:
    cyberpreservativi
    complimenti per il titolo...
  • wolfintheda rk scrive:
    I genitori si ritengono esperti
    Il fatto che i genitori(e gli italiani in generale), si ritengono esperti di computer è già comitragica di suo,io riparo PC da10anni, li conosco abbastanza bene, ho anche progammato, e non mi ritengo un esperto, so usare abbastanza bene il pc ma un esperto è tutt'altro, un esperto in questo momento è al MIT.PS, le persone sono convinte di essere esperti perchè sanno mettere le scritte tutte rosa sbrilluccicose su myspace, o perchè riescono andare su youporn(con conseguente vanto con gli amici)
    • panda rossa scrive:
      Re: I genitori si ritengono esperti
      - Scritto da: wolfintheda rk
      Il fatto che i genitori(e gli italiani in
      generale), si ritengono esperti di computer è già
      comitragica di suo,io riparo PC da10anni, li
      conosco abbastanza bene, ho anche progammato, e
      non mi ritengo un esperto, so usare abbastanza
      bene il pc ma un esperto è tutt'altro, un esperto
      in questo momento è al
      MIT.
      PS, le persone sono convinte di essere esperti
      perchè sanno mettere le scritte tutte rosa
      sbrilluccicose su myspace, o perchè riescono
      andare su youporn(con conseguente vanto con gli
      amici)Senza tirare in ballo il MIT, utente esperto e' colui che riesce ad usare il computer anche senza il mouse.
      • bollito scrive:
        Re: I genitori si ritengono esperti

        Senza tirare in ballo il MIT, utente esperto e'
        colui che riesce ad usare il computer anche senza
        il
        mouse.Un vero esperto (informatico) e' quello che il computer non lo usa per pensare gli algoritmi e mediamente sa molta ma molta matematica.Tutti gli altri si chiamano utenti utilizzatori e programmatori (di basso livello).
        • vardalo scrive:
          Re: I genitori si ritengono esperti
          I am not able rightly to apprehend the kind of confusion of ideas that could provoke such a sentence.
      • DarkSchneider scrive:
        Re: I genitori si ritengono esperti
        - Scritto da: panda rossa
        Senza tirare in ballo il MIT, utente esperto e'
        colui che riesce ad usare il computer anche senza
        il
        mouse.Ma anche no, questa definizone è ridicola.E' colui che ha una profonda conoscenza dello strumento informatico, che sa scegliere esattamente cosa gli serve per fare ciò che deve e lo sa usare.Se deve fare CAD usa il mouse, se deve scrivere la tastiera, se deve usare normalmente il PC usa mouse, tastiera, trackpad e quant'altro ma è in grado anche di usare soluzioni alternative (se non va il mouse usa la tastiera e via). Sa scegliere il SW in base alle esigenze e non si lascia prendere dalle discussioni Win-Mac-GNU/Linux-BSD-Solaris-QNX o altri, semplicemente valuta e decide, l'unico metro di giudizio ammesso è: "Fa quello che voglio, come lo voglio, alle mie condizioni e nella maniera migliore possibile."
        • panda rossa scrive:
          Re: I genitori si ritengono esperti
          - Scritto da: DarkSchneider
          - Scritto da: panda rossa


          Senza tirare in ballo il MIT, utente esperto e'

          colui che riesce ad usare il computer anche
          senza

          il

          mouse.

          Ma anche no, questa definizone è ridicola.
          E' colui che ha una profonda conoscenza dello
          strumento informatico, che sa scegliere
          esattamente cosa gli serve per fare ciò che deve
          e lo sa
          usare.Per l'appunto. Una profonda conoscenza dello strumento informatico presuppone il sapere come interfacciarsi con il sistema operativo e gli applicativi mediante tutti gli input devices, e non solo quello con la pallina sotto.
          Se deve fare CAD usa il mouse, Ma anche no: per tracciare un segmento dal punto (x,y) al punto (x1, y1) e' molto piu' preciso digitare le coordinate da tastiera.
          se deve scrivere
          la tastiera, se deve usare normalmente il PC usa
          mouse, tastiera, trackpad e quant'altro ma è in
          grado anche di usare soluzioni alternative (se
          non va il mouse usa la tastiera e via). Appunto, ma deve saperla usare la tastiera...
          Sa
          scegliere il SW in base alle esigenze e non si
          lascia prendere dalle discussioni
          Win-Mac-GNU/Linux-BSD-Solaris-QNX o altri,
          semplicemente valuta e decide, l'unico metro di
          giudizio ammesso è: "Fa quello che voglio, come
          lo voglio, alle mie condizioni e nella maniera
          migliore
          possibile."...e al miglior prezzo possibile.
          • DarkSchneider scrive:
            Re: I genitori si ritengono esperti
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: DarkSchneider

            - Scritto da: panda rossa




            Senza tirare in ballo il MIT, utente esperto
            e'


            colui che riesce ad usare il computer anche

            senza


            il


            mouse.



            Ma anche no, questa definizone è ridicola.

            E' colui che ha una profonda conoscenza dello

            strumento informatico, che sa scegliere

            esattamente cosa gli serve per fare ciò che deve

            e lo sa

            usare.

            Per l'appunto. Una profonda conoscenza dello
            strumento informatico presuppone il sapere come
            interfacciarsi con il sistema operativo e gli
            applicativi mediante tutti gli input devices, e
            non solo quello con la pallina
            sotto.
            Ok ma la tua definizione era estremamente riduttiva.

            Se deve fare CAD usa il mouse,
            Ma anche no: per tracciare un segmento dal punto
            (x,y) al punto (x1, y1) e' molto piu' preciso
            digitare le coordinate da
            tastiera.
            Beh, rotazioni, zoom, fence per dire operazioni banali, un CAD con la sola tastiera lo vedo duro da disegnare.

            se deve scrivere

            la tastiera, se deve usare normalmente il PC usa

            mouse, tastiera, trackpad e quant'altro ma è in

            grado anche di usare soluzioni alternative (se

            non va il mouse usa la tastiera e via).

            Appunto, ma deve saperla usare la tastiera...
            ovvio ma non è quella la discriminante.

            Sa

            scegliere il SW in base alle esigenze e non si

            lascia prendere dalle discussioni

            Win-Mac-GNU/Linux-BSD-Solaris-QNX o altri,

            semplicemente valuta e decide, l'unico metro di

            giudizio ammesso è: "Fa quello che voglio, come

            lo voglio, alle mie condizioni e nella maniera

            migliore

            possibile."

            ...e al miglior prezzo possibile.L'ho implicitamente incluso nelle condizioni, alla fine potrebbe benissimo essere preferibile un Sistema più costo se nel lungo periodo si rivela più efficiente o, perchè no, permette di risparmiare sui costi di formazione perchè più semplice da usare o sulla manutenzione. Valutare l'aspetto economico come preponderante potrebbe rivelarsi un'arma a doppio taglio e portare costi maggiori in seguito. Ovviamente più in la del budget non si può andare.
          • panda rossa scrive:
            Re: I genitori si ritengono esperti
            - Scritto da: DarkSchneider
            Ok ma la tua definizione era estremamente
            riduttiva.Era un modo semplice per descrivere un test banale, che funziona alla perfezione.



            Se deve fare CAD usa il mouse,

            Ma anche no: per tracciare un segmento dal punto

            (x,y) al punto (x1, y1) e' molto piu' preciso

            digitare le coordinate da

            tastiera.


            Beh, rotazioni, zoom, fence per dire operazioni
            banali, un CAD con la sola tastiera lo vedo duro
            da disegnare.Vabbe' ma anche tu mi vai a prendere il CAD come controesempio.Il CAD e' una applicazione ben precisa, usata da utenti consapevoli, che conoscono bene sia l'applicazione sia quello che stanno facendo.E comunque non si richiede che un buon utilizzatore di cad sia anche un buon utilizzatore di computer.Io per esempio il cad non lo so usare: non sono capace, non mi ci metto, non e' mestiere mio.

            ...e al miglior prezzo possibile.

            L'ho implicitamente incluso nelle condizioni,
            alla fine potrebbe benissimo essere preferibile
            un Sistema più costo se nel lungo periodo si
            rivela più efficiente o, perchè no, permette di
            risparmiare sui costi di formazione perchè più
            semplice da usare o sulla manutenzione. Valutare
            l'aspetto economico come preponderante potrebbe
            rivelarsi un'arma a doppio taglio e portare costi
            maggiori in seguito. Ovviamente più in la del
            budget non si può
            andare.Aggiungiamo al capitolo "costi" anche il formato libero da produrre.Che se un domani la Autodesk dovesse chiudere, sai dove se li mettono tutti quanti i loro files.dwg?
          • DarkSchneider scrive:
            Re: I genitori si ritengono esperti
            - Scritto da: panda rossa
            Vabbe' ma anche tu mi vai a prendere il CAD come
            controesempio.
            Il CAD e' una applicazione ben precisa, usata da
            utenti consapevoli, che conoscono bene sia
            l'applicazione sia quello che stanno
            facendo.
            E comunque non si richiede che un buon
            utilizzatore di cad sia anche un buon
            utilizzatore di
            computer.
            Si, è un esempio particolare, era solo per mettere in risalto che il rifiuto totale di un dispositivo non sia comunque sintomo di buon utilizzatore.
            Aggiungiamo al capitolo "costi" anche il formato
            libero da
            produrre.

            Che se un domani la Autodesk dovesse chiudere,
            sai dove se li mettono tutti quanti i loro
            files.dwg?Beh Formati e protocolli standard e con specifiche pubbliche sono fondamentali per la libera scelta. Sinceramente ritengo che siano i punti principali sui quali battersi, open & closed passano in secondo piano, quando l'acXXXXX alle informazioni ed ai dati è libero, il modello di sviluppo del front end è secondario.
        • LuNa scrive:
          Re: I genitori si ritengono esperti
          Se deve fare CAD usa il mouseda quando ? autocad si usa con la tastiera.esempio ? http://www.logickeyboard.com/images/varekort/2009/LKBU-ACAD-CHPCC-US1024.jpguno dei millemila modelli di tastiere studiate per autocad.il mouse si usa pochissimo, se non ZERO.
          • ... scrive:
            Re: I genitori si ritengono esperti
            vabbè ma questi sono gli utenti che si ritengono "esperti" di pc perché ieri hanno installato linux e oggi hanno scritto "sudo apt-get upgrade", ovviamente senza sapere perché l'hanno scrittoriguardo ad autocad, chi lo fa di mestiere usa solo la tastiera su autocad, io sinceramente non sono capace nemmeno col mouse a tracciare una riga dritta, ma non è il mio lavoro, conosco gente che con autocad progetta palazzi senza usare il mouse e sono assurdamente veloci
          • Wolf01 scrive:
            Re: I genitori si ritengono esperti
            Un mio amico che lavora come me in ambito IT dice sempre:"Non ci pagano per quello che facciamo, ma ci pagano per saper fare quello che facciamo"E sinceramente c'è molta gente che non sa fare quello che deve fare e viene pagata profumatamente in giro.Molti di questi sono i super-esperti di windows, i vari cuggini che ti installano windows vista ultimate crackato perchè il basic/home è troppo poco per l'utente che si è appena addentrato nel mondo dell'IT, quelli che ti consigliano 30k software per la protezione dalle applicazioni e del registro (quelli che chiedono istruzioni per ogni minimo tentativo di modifica di qualsiasi cosa da parte di qualsiasi applicazione) e tanto i virus li becchi lo stesso.Poi però ci sono gli esperti sulla loro branca, e su quello non si può dire niente, c'è chi sa usare Autocad, Photoshop, Dreamweaver in maniera impeccabile ma poi si trova in difficoltà a registrarsi ad un servizio su internet, e c'è chi non eccelle in niente ma sa far tutto.
          • Sgabbio scrive:
            Re: I genitori si ritengono esperti
            Non pensi a chi ha autocad piratato solo per darsi arie ? :D
          • pippo75 scrive:
            Re: I genitori si ritengono esperti
            - Scritto da: Sgabbio
            Non pensi a chi ha autocad piratato solo per
            darsi arie ?
            :DNo, perchè AutocAD è fuori moda :)
          • pippo75 scrive:
            Re: I genitori si ritengono esperti
            - Scritto da: LuNa
            Se deve fare CAD usa il mouse

            da quando ? autocad si usa con la tastiera.
            esempio ?premesso che il cad non so usarlo, comunque questo è il problema, si usa il CAD con la tastiera o con il mouse, non con il cervello.Tralasciando i DXF/DWG con i layer per bellezza, ti ritrovi con disegni cannati ( del tipo, le misure singole sommate assieme non danno la misura complessiva ).Tolleranza delle misure che si contraddicono.e altre belle cose.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 febbraio 2010 20.55-----------------------------------------------------------
      • Ultraman82 scrive:
        Re: I genitori si ritengono esperti

        Senza tirare in ballo il MIT, utente esperto e' colui che riesce ad
        usare il computer anche senza il mouse.Eh, solo se il programma è scritto bene... :Certo un programma come Zone Alarm è IMPOSSIBILE usarlo senza mouse.O il Windows Update (nella versione con il sito internet di XP)... se non ti funziona il mouse = non aggiorni
  • Claudio-Porcellana scrive:
    Posta con la testa?
    Think before you postsemmai sarà "pensa prima di postare" non "posta con la testa"anche perché a quanto pare molti la testa ce l'hanno ma non pensano;-)Claudio
  • mik.fp scrive:
    Prova Empirica, soggetto femmina 25 anni
    Laureata in giurisprudenza 110lode.Questa registrazionehttp://www.youtube.com/watch?v=MTMKeEfEwL4(1/3, gli altri nel mio canale)l'ho fatta con un telefono messo sotto gli occhi dell'altra persona.Una utente Facebook che due mesi prima si era lamentata di Google Latitude dicendo: "ma La Gente non si preoccupa di queste violazioni della privacy?".Sempre "Gli Altri". Persone infantili che scappano per mancanza di fiducia in se stessi ("sicurezza basale"), paura del futuro, della morte, dell'infelicita' (di cui non ricordano il significato originale; Eudamonia; cioe' molto piu' gonfio di sfumature del nostro termine moderno).E quando li cogli in flagrante si sentono talmente stupidi da dare fuoco a te che glielo hai fatto notare, piuttosto che rendersi conto di dover essere piu' fiduciosi sia con te che con gli sconosciuti PROPRIO PER fare l'enforcement di "medaglie" (ie: due lati) come onore&dignita' nel caso di politica e commercio, http://www.beppegrillo.it/amore&responsabilita' nel caso di amici/amanti/familiarihttp://www.youtube.com/watch?v=La7uJSnzi7cesperienza gia' maturata (e per la quale abbiamo gia' pagato prezzi altissimi) nel caso delle tecnologie dell'informazionehttp://www.winstonsmith.org/Se i giovani non mettono impegno sulla privacy e' perche' chi ha quell'esperienza non e' messo in grado di parlare loro al posto di chi non ce l'ha o, peggio, la sfrutta per usarli (es: per fargli comprare i gadget del personaggio cinematografico, i servizi SaaS di Google&Co, etc).E' come quando in TV si vede parlare di droga il vippetto del momento, viziato di bacchettoneria, al posto del prof sardo che l'ha studiata tutta la vita in un laboratorio e tra le persone. In questo senso la recente uscita di Morgan e' stata importante... il PWS e' importante... tutti coloro che sono cresciuti con un computer in mano - tecnologia che magari tende ad essere miniaturizzata in cellulari e nanocosi, ma di cui non cambia la sostanza e di certo non scompare - sono importanti.Se quando a Ballaro' hai Rodota', tecnico sopraffino, con esperienza pluridecennale sulla privacy, ma non lo fai parlare perche' la squaletta del partitello politico - cresciuta a pnl&marketing - lo aggredisce retoricamente in continuazione, e' chiaro che poi i risultati sono questi.Augh!
    • Franky scrive:
      Re: Prova Empirica, soggetto femmina 25 anni
      - Scritto da: mik.fp
      Laureata in giurisprudenza 110lode.

      Questa registrazione

      http://www.youtube.com/watch?v=MTMKeEfEwL4

      (1/3, gli altri nel mio canale)

      l'ho fatta con un telefono messo sotto gli occhi
      dell'altra
      persona.
      Una utente Facebook che due mesi prima si era
      lamentata di Google Latitude dicendo: "ma La
      Gente non si preoccupa di queste violazioni della
      privacy?".

      Sempre "Gli Altri". Persone infantili che
      scappano per mancanza di fiducia in se stessi
      ("sicurezza basale"), paura del futuro, della
      morte, dell'infelicita' (di cui non ricordano il
      significato originale; Eudamonia; cioe' molto
      piu' gonfio di sfumature del nostro termine
      moderno).

      E quando li cogli in flagrante si sentono
      talmente stupidi da dare fuoco a te che glielo
      hai fatto notare, piuttosto che rendersi conto di
      dover essere piu' fiduciosi sia con te che con
      gli sconosciuti PROPRIO PER fare l'enforcement di
      "medaglie" (ie: due lati) come onore&dignita' nel
      caso di politica e commercio,


      http://www.beppegrillo.it/

      amore&responsabilita' nel caso di
      amici/amanti/familiari

      http://www.youtube.com/watch?v=La7uJSnzi7c

      esperienza gia' maturata (e per la quale abbiamo
      gia' pagato prezzi altissimi) nel caso delle
      tecnologie
      dell'informazione

      http://www.winstonsmith.org/

      Se i giovani non mettono impegno sulla privacy e'
      perche' chi ha quell'esperienza non e' messo in
      grado di parlare loro al posto di chi non ce l'ha
      o, peggio, la sfrutta per usarli (es: per fargli
      comprare i gadget del personaggio
      cinematografico, i servizi SaaS di Google&Co,
      etc).

      E' come quando in TV si vede parlare di droga il
      vippetto del momento, viziato di bacchettoneria,
      al posto del prof sardo che l'ha studiata tutta
      la vita in un laboratorio e tra le persone. In
      questo senso la recente uscita di Morgan e' stata
      importante... il PWS e' importante... tutti
      coloro che sono cresciuti con un computer in mano
      - tecnologia che magari tende ad essere
      miniaturizzata in cellulari e nanocosi, ma di cui
      non cambia la sostanza e di certo non scompare -
      sono
      importanti.

      Se quando a Ballaro' hai Rodota', tecnico
      sopraffino, con esperienza pluridecennale sulla
      privacy, ma non lo fai parlare perche' la
      squaletta del partitello politico - cresciuta a
      pnl&marketing - lo aggredisce retoricamente in
      continuazione, e' chiaro che poi i risultati sono
      questi.

      Augh!In Italia non tutti perseguono alti ideali...e soprattutto il sistemanon crede nell'expertise...non ci ha mai creduto...ne quando c'era la DC ne quando c'era il PD...ne ora che c'e' il PDL...poi questo e' un paeseche e' stato totalmente inquinato dallo statalismo...poche persone credonoin loro stesse e nelle loro capacita'...poche persone spengono la tv quando parla di cronaca nera...o propaganda la solita retorica del "futuro nero"...altrove la gente e' incoraggiata ad innovare ed a darsi da fare... qui viene insultata derisa... e demotivata....tu credi veramente che la gente lasci il proprio indirizzo di casa sui social network ?Io non ho mai visto nessuno profilo con l'indirizzo di casa...!!!E' il solito studio commissionato dai governi per dimostrare la loro tesi...ossia che internet e' il "regno del male"...e la censura e' fatta per il bene dei cittadini...tutte cavolate...ovviamente!!!!
      • mik.fp scrive:
        Re: Prova Empirica, soggetto femmina 25 anni
        - Scritto da: Franky
        - Scritto da: mik.fp

        Laureata in giurisprudenza 110lode.



        Se quando a Ballaro' hai Rodota', tecnico

        sopraffino, con esperienza pluridecennale sulla

        privacy, ma non lo fai parlare perche' la

        squaletta del partitello politico - cresciuta a

        pnl&marketing - lo aggredisce retoricamente in

        continuazione, e' chiaro che poi i risultati
        sono

        questi.



        Augh!

        E' il solito studio commissionato dai governi per
        dimostrare la loro tesi...ossia che internet e'
        il "regno del male"...e la censura e' fatta per
        il bene dei cittadini...tutte
        cavolate...ovviamente!!!!La genuinita' dello studio in questione non la conosco, Franky. Io al piu' posso riportare quello che vedo intorno a me.E intorno a me, oltre alla mia ex riportata qui sopra, vedo il ragazzo che la settimana scorsa mi chiede di Facebook e io gli posso dire solo "te sei iscritto col tuo nome vero: bravo XXXXXXXX", mi fa vedere una gnocca e mi chiede "ma e' vera?" dopo averci chattato per mesi... gli e' venuto qualche dubbio...E poi penso a tutti quelli che magari attribuiscono autorevolezza alle fotine dei profili, o a titoli di carta, o a ... immagine insomma.E infine penso al modello implicitamente pericoloso (in termini di privacy) su cui si basa Facebook. SaaS. I dati che risiedono su server ignoti, nella cloud, piuttosto che sulla propria macchina.Se stanno sulla tua macchina li puoi poi comunicare con controllo granulare; perche' ovviamente vanno comunicati, ma controllandone la divulgazione granularmente... non di certo mettendoli su una macchina remota, di un'altra giurisdizione, di un altro circuito infoeconomico che coniuga - tra le altre cose - la propria giurisdizione con una delle capacita' belliche piu' pericolose del mondo.Inoltre la privacy e' una questione individuale; la piu' individuale di tutte; e' una speculazione sul proprio nome. Se non se ne occupa ogni singolo individuo i risultati dello studio sono credibili. Non e' un caso che nella nostra Costituzione c'e' un articolo - tra i primi - che parla del nome...Insomma, la gestione della propria privacy in un mondo connesso, dovrebbe essere insegnata nelle scuole; e quindi e' bene che il problema sia sollevato anche se poi magari studi come questi sono strumentalizzati, e i temi parassitati, dal politico di turno. Tanto quelli mettono il cappello su qualunque cosa... non a caso andrebbero eliminati e il movimento di opinione che li vuole fuori dalle scatole cresce costantemente... oggi (come gia' 40 anni fa) siamo tutti abbastanza istruiti da non aver piu' bisogno dei pastori.
        • Wolf01 scrive:
          Re: Prova Empirica, soggetto femmina 25 anni
          - Scritto da: mik.fp
          E intorno a me, oltre alla mia ex riportata qui
          sopra, vedo il ragazzo che la settimana scorsa mi
          chiede di Facebook e io gli posso dire solo "te
          sei iscritto col tuo nome vero: bravo XXXXXXXX",
          mi fa vedere una gnocca e mi chiede "ma e' vera?"
          dopo averci chattato per mesi... gli e' venuto
          qualche dubbio...Giusto l'altra sera io e un mio amico ci siamo registrati con un profilo fasullo su facebook tanto per farci i XXXXX degli altri e non farci riconoscere (e come da copione tutti i nostri amici hanno prima accettato l'amicizia e poi chiesto chi è, alcuni l'hanno capito subito altri ancora non lo sanno però l'amicizia l'hanno accettata comunque), lui voleva vedere cosa ha di tanto attraente facebook e l'ho accontentato.Io sinceramente non mi iscriverò mai, e se per caso dovessi farlo mi iscriverei come ragazza sui 17-20 anni, giusto per farmi quattro risate alle varie proposte dei predatori sessuali.
        • ... scrive:
          Re: Prova Empirica, soggetto femmina 25 anni
          io penso a chi attribuisce autorevolezza a wikipedia "perché sta scritto su internet" invece, guarda un po'...facebook non c'entra niente (non che mi piaccia, anzi, mi fa abbastanza schifo), il discorso è che le persone saranno sempre di più a loro agio se gli altri gli dicono cosa è vero e cosa no (se facebook mi dice che questa è una ragazza con la sesta sarà vero no? sta scritto su internet)
          • mik.fp scrive:
            Re: Prova Empirica, soggetto femmina 25 anni
            - Scritto da: ...
            io penso a chi attribuisce autorevolezza a
            wikipedia "perché sta scritto su internet"
            invece, guarda un
            po'...
            facebook non c'entra niente (non che mi piaccia,
            anzi, mi fa abbastanza schifo), il discorso è che
            le persone saranno sempre di più a loro agio se
            gli altri gli dicono cosa è vero e cosa no (se
            facebook mi dice che questa è una ragazza con la
            sesta sarà vero no? sta scritto su
            internet)Ma questo e' inevitabile e indipendente dal media.Scusa, come fai a sapere cosa e' accaduto ... che so ... in Iran, ieri? Chiedi a qualcuno. Ma anche fosse nel tuo ufficio/scuola, nella casa affianco, mentre tu invece eri a casa tua: come fai a sapere cosa accade? Chiedi a qualcuno. Che sia un giornalista in TV o un tuo amico che e' li' in quel posto... poco cambia... se entrambi hanno motivo di mentirti (ie: dolo), o entrambi hanno valutato male una situazione (ie: errore), entrambi ti riporteranno una informazione sbagliata.Internet ti permette di chiedere a tante persone, evitare quelle che ti hanno gia' dimostrato essere inaffidabili, e farti un'idea ricca di diversita' fornita da ognuna di quelle persone; in tempi rapidissimi.E dare quindi una tua risposta probabilistica alla domanda che ti eri posto; e risposta statisticamente piu' verosimile di quanto possa fare il solito giornalista su uno dei 7 canali televisivi o una delle 20 testate nazionali; cioe' ti evita di doverti chiedere se una cosa e' vera o falsa; e magari rimanere piantato a chiedertela all'infinito perche' e' una cosa non decidibile (ti manca informazione necessaria, o non puoi andare a toccare con mano, etc); "tutto qui". E wikipedia fa la stessa cosa usando una wiki; "tutto qui".Se tu dai per buono il teorema d'incompletezza, d'indeterminazione, e un'altro centinaio di teorie ed evidenze empiriche, ti rendi conto che la verita' e la falsita' sono funzioni di probabilita'... non dei valori assoluti. Allora ci aggiungi un po' di curiosita' per la vita, un po' di paranoietta da PubblicoMinistero/Rasta, etc... e cercando, cercando, cercando... ottieni una immagine sempre piu' nitida.Non e' nulla di nuovo. Con Internet e' solo piu' efficiente, rapido, e meno manipolabile da chi campa di fesserie.
          • Franky scrive:
            Re: Prova Empirica, soggetto femmina 25 anni
            - Scritto da: ...
            io penso a chi attribuisce autorevolezza a
            wikipedia "perché sta scritto su internet"
            invece, guarda un
            po'...
            facebook non c'entra niente (non che mi piaccia,
            anzi, mi fa abbastanza schifo), il discorso è che
            le persone saranno sempre di più a loro agio se
            gli altri gli dicono cosa è vero e cosa no (se
            facebook mi dice che questa è una ragazza con la
            sesta sarà vero no? sta scritto su
            internet)Wikipedia e' soggetta al controllo di migliaia di iscritti che rettificano in continuazione le informazioni non corrette...inoltre se ci fai caso ci sono i supervisori...che si assicurano che le varie voci siano obiettive e non ci siano "conflitti di interesse" tra il tema trattato e chi lo scrive...in uno studio pubblicato su Nature si afferma che wikipedia versione inglese e' solo di poco meno accurata rispetto alla prestigiosa enciclopedia britannica... le informazioni che tu dai nel tuo profilo invece non vengono controllate da nessuno...se non da te...per cui e' un discorso diverso... riguardo all'autoschedarsi...se unoe' tanto scemo da farlo...non e' colpa di nessuno...e' colpa sua...!!!!Anche se facebook & C. non possono divenire padroni assoluti dei dati che ti riguardano...devi poter avere il diritto di rettificarli o cancellarti al servizio...chiaro che se e' un social network..i profili saranno in chiaro...perche' il suo scopo e' quello di mettere in comunicazione gente nuova...che condivida i tuoi stessi interessi...personalmente io non sono iscritto a Facebook...ne' voglio iscrivermi...la mia non e' una forma di razzismo nei confronti di tutti i social network...solo non amo quelli generici...c'e' ne sono alcuni veramente utili e belli come palabea.net,livemocha,italki il cui scopo e' quello di insegnarti le lingue straniere attraverso l'interazione con altre persone che sono interessate a conoscere la tua lingua e che vivono in posti dove si parla la lingua che desideri imparare...offrono anche corsi di lingua sia gratuiti che professionali...poi c'e' ne sono alcuni finalizzati a farsi le vacanze e girare il mondo a basso costo, altri finalizzati a cotruire network lavorativi...quindi la mia e' una avversione solo verso i social network generici come Facebook e myspace..non verso tutti i social network...
    • Pippo scrive:
      Re: Prova Empirica, soggetto femmina 25 anni
      - Scritto da: mik.fp
      http://www.youtube.com/watch?v=La7uJSnzi7cLo dicevo che da qualche parte ti avevo già visto![img]http://www.thechestnut.com/banana/dropper.jpg[/img]
      • mik.fp scrive:
        Re: Prova Empirica, soggetto femmina 25 anni
        - Scritto da: Pippo
        - Scritto da: mik.fp


        http://www.youtube.com/watch?v=La7uJSnzi7c

        Lo dicevo che da qualche parte ti avevo già visto!

        [img]http://www.thechestnut.com/banana/dropper.jpgEheh, non ho mica capito pero'... non conosco quel personaggio televisivo. Io nel mio video non avevo un costume di scena... era solo il poncho che m'aveva appena riportato mio fratello dal sudamerica. Fondamentalmente la prima cosa che ho avuto a tiro quando mi sono svegliato. Che centra con quella serie?
  • stragatto scrive:
    Proprio loro?
    Microsoft? Quelli di MSN ? Quelli di Active-X? Quelli del rootkit (sì, tecnicamente è un rootkit!) svchost.exe ? Sicurezza in rete? Ahahahah !!!
    • Franky scrive:
      Re: Proprio loro?
      - Scritto da: stragatto
      Microsoft? Quelli di MSN ? Quelli di Active-X?
      Quelli del rootkit (sì, tecnicamente è un
      rootkit!) svchost.exe ? Sicurezza in rete?
      Ahahahah
      !!!Ti sei dimenticato di "internet explorer" un must consigliato dai governi di tutta Europa per la sua sicurezza!!!! ahahahah!!!!!!
      • TdC scrive:
        Re: Proprio loro?
        - Scritto da: Franky
        Ti sei dimenticato di "internet explorer" un must
        consigliato dai governi di tutta Europa per la
        sua sicurezza!!!!
        ahahahah!!!!!!E di già che ci siamo aggiungiamo il registro di sistema, causa dei più strani fenomeni paranormali di Windows.... e che quando si corrompe non c'è altra via che il formattone!E perchè non menzionare NTFS, filesystem che necessita di costante deframmentazione per non diventare lento come un bradipo obeso e ferito.
        • Pur et Dur scrive:
          Re: Proprio loro?
          - Scritto da: TdC
          - Scritto da: Franky


          Ti sei dimenticato di "internet explorer" un
          must

          consigliato dai governi di tutta Europa per la

          sua sicurezza!!!!

          ahahahah!!!!!!

          E di già che ci siamo aggiungiamo il registro di
          sistema, causa dei più strani fenomeni
          paranormali di Windows.... e che quando si
          corrompe non c'è altra via che il
          formattone!
          $halt nowQuesta affermazione e' alquanto superficiale e banale, correggo immediatamente il registro di configurazione di WinZozZ sta al sistemista "pur et dur" come la cli shell sta allo stesso sistemista "pur et dur".Come metodo per selezionare il sistemista "che conosce" da quello che "afferma di conoscere" di solito si puo' osservare cosa usa per configurare i sistemi, se usa il registro di configurazione su WinZozZ e la cli shell su *nix e' qualcuno che conosce cosa fa, se incominci vedere che utilizza l'interfaccia grafica su WinZozZ e webmin su *nix sovente e' semplicemente un cravattaro o uno smanettone.
          E perchè non menzionare NTFS, filesystem che
          necessita di costante deframmentazione per non
          diventare lento come un bradipo obeso e
          ferito.Questo lo potrei quotare pensa che NTFS sta per New Technology File System, direi che il New e' un poco fuori luogo, (1993)......In ogni caso lo devo ammettere rispetto a FATx effettivamente e' proprio un gran passo avanti... ;
          • stragatto scrive:
            Re: Proprio loro?
            Per essere precisi, il file di registro corrisponde in maniera criptica e incontrollata ai file di configurazione, umanamente leggibili e commentati, della directory /etc dei sistemi *nix.
          • panda rossa scrive:
            Re: Proprio loro?
            - Scritto da: stragatto
            Per essere precisi, il file di registro
            corrisponde in maniera criptica e incontrollata
            ai file di configurazione, umanamente leggibili e
            commentati, della directory /etc dei sistemi
            *nix.Vogliamo aggiungere anche che i files di configurazione sono backupabili, storicizzabili, facilmente portabili da un sistema ad un altro, modificabili via batch, modificabili da remoto...
          • Il Profeta scrive:
            Re: Proprio loro?
            Inoltre,- montando /home su una seconda partizione, se devo reistallare Linux, mi ritrovo i programmi già tutti belli configurati- se un programma mi da problemi perchè ho smanettato troppo con le configurazioni, elimino la cartella ". " e in 5 secondi resetto tutte le impostazioni al default- quando rimuovo un programma e non intendo più reinstallarlo, elimino tale cartella e ho eliminato pure la configurazione del programma- entrando da remoto con ssh e utilizzando vi posso configurare qualsiasi applicazione- nei file di configurazione ci sono tonnellate di utili commenti
          • Il Profeta scrive:
            Re: Proprio loro?
            - Scritto da: panda rossa
            Si scrive Rgi$tr¥!Grande!! Non avevo pensato allo Yen :D
          • panda rossa scrive:
            Re: Proprio loro?
            - Scritto da: Il Profeta
            - Scritto da: panda rossa


            Si scrive Rgi$tr¥!

            Grande!! Non avevo pensato allo Yen :DR_ALT MENO, sulla mia tastiera. ¥¥¥¥¥¥
        • LuNa scrive:
          Re: Proprio loro?
          forse, TU fai un formattone. a seconda di COSA si è corrotto, il tuo windows funziona ancora perfettamente e tu non ti accorgi di nulla.certo, metterci le mani richiede delle conoscenze, che si acquisiscono studiando e mettendo in pratica.Sono sostanzialmente d'accordo che è una porcheria di sistema, ma ci puoi mettere le mani eccome, in ogni sua parte comprese le class-id.Formattare windows, nel 95% dei casi, significa che non sai come ripristinare il tuo sistema. ti porto l'esempio di uno dei miei (tanti) pc con XP. Ha resistito a diversi trojan, spyware, adware, programmi mal scritti con uninstaller farlocchi che sXXXXXno directory e registro, per ANNI, non l'ho MAI formattato ne reinstallato in modalità upgrade.Come in qualsiasi cosa, ci vuole esperienza.
          • LuNa scrive:
            Re: Proprio loro?

            Entrambi sappiamo dov'è il problema: io avvio Linux da un live-cdesistono anche i live-cd di windows, persino di seven. li puoi pure personalizzare e preinstallare qualsiasi genere di software desideri. esattamente come si fa con linux.
            Su questo non ci piove, ma i sistemi chiusi tendono a rendere le cose notevolmente più difficili.non sono d'accordo: io lavoro su prodotti microsoft da quando esiste il dos (in particolare mi pare di aver iniziato da dos 5) quindi da una fucilata di anni, e penso di aver accumulato un'esperienza notevole sui loro sistemi, così come ne ho accumulata parecchia su linux e ultimamente sto imparando anche os x. per quello che ho visto, se conosci il sistema in questione, è altrettanto "facile" metter mano su win,*nix,bsd (osx)in identico modo. aperto o chiuso, non cambia le cose, in ambito puramente tecnico.
      • stragatto scrive:
        Re: Proprio loro?
        No, non mi sono dimenticato: l'insicurezza di IE si esplica attraverso quello che ho già menzionato.
  • general lee scrive:
    Italiani
    Italiani.
  • CCC scrive:
    complimenti al marketing
    quelli stessi che hanno creato ignoranza e inconsapevolezza e che ci lucrano sopra alla faccia degli utenti, della loro libertà e della loro privacy (softwarehouse, social network, politicanti) riescono pure a farsi pubblicità ed a far soldi con robe tipo la "giornata della sicurezza online"...beh ci sanno proprio fare... complimenti al marketing
  • TdC scrive:
    Ma quanto vi paga M$!?
    Cara redazione di PI, è possibile che anche in un articolo di questo genere dobbiate sempre nominare MS e pure in grassetto:[...] Microsoft mostra una ricerca condotta in 11 paesi europei su 14 mila utenti [...]Capisco che buona parte dei vostri guadagni arrivano da Redmond (e alla fine da noi che ci troviamo Windows preinstallato sui pc), ma fatelo almeno con discrezione...
  • Franky scrive:
    Io sono cresciuto su Internet e sono....
    Io sono cresciuto su Internet e sono ancora vivo...Chissa' come mai ?Pensate che sono cresciuto praticamente con "il regno del male" ossia "internet"...E' dal 1994 quando avevo 15 anni (oops...ora ho divulgato un dato personale...mamma mia....che pericolo tremendo che corro :-)))))epoca in cui la connessione te la dava solo MC-link o galactica BBS o Agora' Telematica o Altair data System...l'odierna Telecom allora chiamataSIP...ti proponeva videotel...e ti guardava con assoluto sospetto quando parlavi di modem e di itapac (la rete dati della SIP di allora a pacchetto usata da MC-link per connetterti a basso prezzo al provider senza pagare la connessione uno sproposito)...All'epoca bisognava pagare per il dial-up come oggi si paga per l'ADSL... I primi due anni diciamo che li ho passati nelle reti telematiche amatoriali...tipo FIDONET dove la gente pubblicava foto senza timori...si scambiava programmi shareware e freware...organizzavamo delle occasioni di incontro tra sconosciuti...provenienti da tutta Italia...ed imparavamo cosa era un BBS cosa era un modem..,chi era il Sysop, i protolli della rete e cosi' via... POi sono passato ad internet...ed ho imparato milioni di cose nuove... ed ho anche socializzato e fatto amicizia con cantinaia di persone...sono ancora vivo e sto benissimo...il mio rapporto con la tecnologia e' ottimo...mentre ho un pessimo rapporto con i tg ed i quotidiani che diffondono idiozie...e danno ogni giorno una sorta di "bollettino del giorno dei morti... e delle disgrazie"...La conclusione? La conclusione e' che la rete viene demonizzata eccessivamente...poi allora che dobbiamo concludere...che i minori di 18 anni devono stare chiusi in casa segregati..?Non e' milioni di volte piu' pericoloso andare in giro nel mondo reale ?Su internet non ti possono amazzare...!!! nel mondo reale si'...ed allora basta con queste cretinate!!!!!
    • Franky scrive:
      Re: Io sono cresciuto su Internet e sono....
      - Scritto da: Franky
      Io sono cresciuto su Internet e sono ancora
      vivo...Chissa' come mai
      ?
      Pensate che sono cresciuto praticamente con "il
      regno del male" ossia "internet"...E' dal 1994
      quando avevo 15 anni (oops...ora ho divulgato un
      dato personale...mamma mia....che pericolo
      tremendo che corro
      :-)))))
      epoca in cui la connessione te la dava solo
      MC-link o galactica BBS o Agora' Telematica o
      Altair data System...l'odierna Telecom allora
      chiamata
      SIP...ti proponeva videotel...e ti guardava con
      assoluto sospetto quando parlavi di modem e di
      itapac (la rete dati della SIP di allora a
      pacchetto usata da MC-link per connetterti a
      basso prezzo al provider senza pagare la
      connessione uno sproposito)...All'epoca bisognava
      pagare per il dial-up come oggi si paga per
      l'ADSL... I primi due anni diciamo che li ho
      passati nelle reti telematiche amatoriali...tipo
      FIDONET dove la gente pubblicava foto senza
      timori...si scambiava programmi shareware e
      freware...organizzavamo delle occasioni di
      incontro tra
      sconosciuti...
      provenienti da tutta Italia...ed imparavamo cosa
      era un BBS cosa era un modem..,chi era il Sysop,
      i protolli della rete e cosi' via... POi sono
      passato ad internet...ed ho imparato milioni di
      cose nuove... ed ho anche socializzato e fatto
      amicizia con cantinaia di persone...sono ancora
      vivo e sto benissimo...il mio rapporto con la
      tecnologia e' ottimo...mentre ho un pessimo
      rapporto con i tg ed i quotidiani che diffondono
      idiozie...
      e danno ogni giorno una sorta di "bollettino del
      giorno dei morti... e delle disgrazie"...La
      conclusione? La conclusione e' che la rete viene
      demonizzata eccessivamente...poi allora che
      dobbiamo concludere...che i minori di 18 anni
      devono stare chiusi in casa
      segregati..?
      Non e' milioni di volte piu' pericoloso andare in
      giro nel mondo reale
      ?
      Su internet non ti possono amazzare...!!! nel
      mondo reale
      si'...
      ed allora basta con queste cretinate!!!!!PS...stasera su LA7 C'e' "Quinto Potere" un film che insegna alla gente i pericoli delle cavolate che vengono propagandate in tv...!!!!Non perdetevelo!!!! E diciamo tutti insieme:"Sono incaz..o nero e tutto questo non l'accettero' piu'!!!!!""""""
    • Pippo scrive:
      Re: Io sono cresciuto su Internet e sono....
      Io invece mi sono collegato a internet e sono diventato cieco (oltre ad avere un dolore persistente al braccio destro).
      • DarkSchneider scrive:
        Re: Io sono cresciuto su Internet e sono....
        - Scritto da: Pippo
        Io invece mi sono collegato a internet e sono
        diventato cieco (oltre ad avere un dolore
        persistente al braccio
        destro).Smettila di navigare con lo smartphone a letto quando sei sdraiato su un fianco... O)
        • Joshthemajor scrive:
          Re: Io sono cresciuto su Internet e sono....
          Quoto per dio! XDPapà papà! c'è un cecchino in campo!!!No figliolo, quello è Wesley Sneijder
    • Joshthemajor scrive:
      Re: Io sono cresciuto su Internet e sono....
      - Scritto da: Franky
      Io sono cresciuto su Internet e sono ancora
      vivo...Chissa' come mai
      ?
      Pensate che sono cresciuto praticamente con "il
      regno del male" ossia "internet"...E' dal 1994
      quando avevo 15 anni (oops...ora ho divulgato un
      dato personale...mamma mia....che pericolo
      tremendo che corro
      :-)))))
      epoca in cui la connessione te la dava solo
      MC-link o galactica BBS o Agora' Telematica o
      Altair data System...l'odierna Telecom allora
      chiamata
      SIP...ti proponeva videotel...e ti guardava con
      assoluto sospetto quando parlavi di modem e di
      itapac (la rete dati della SIP di allora a
      pacchetto usata da MC-link per connetterti a
      basso prezzo al provider senza pagare la
      connessione uno sproposito)...All'epoca bisognava
      pagare per il dial-up come oggi si paga per
      l'ADSL... I primi due anni diciamo che li ho
      passati nelle reti telematiche amatoriali...tipo
      FIDONET dove la gente pubblicava foto senza
      timori...si scambiava programmi shareware e
      freware...organizzavamo delle occasioni di
      incontro tra
      sconosciuti...
      provenienti da tutta Italia...ed imparavamo cosa
      era un BBS cosa era un modem..,chi era il Sysop,
      i protolli della rete e cosi' via... POi sono
      passato ad internet...ed ho imparato milioni di
      cose nuove... ed ho anche socializzato e fatto
      amicizia con cantinaia di persone...sono ancora
      vivo e sto benissimo...il mio rapporto con la
      tecnologia e' ottimo...mentre ho un pessimo
      rapporto con i tg ed i quotidiani che diffondono
      idiozie...
      e danno ogni giorno una sorta di "bollettino del
      giorno dei morti... e delle disgrazie"...La
      conclusione? La conclusione e' che la rete viene
      demonizzata eccessivamente...poi allora che
      dobbiamo concludere...che i minori di 18 anni
      devono stare chiusi in casa
      segregati..?
      Non e' milioni di volte piu' pericoloso andare in
      giro nel mondo reale
      ?
      Su internet non ti possono amazzare...!!! nel
      mondo reale
      si'...
      ed allora basta con queste cretinate!!!!!Q8 a pieni voti!Come in ogni cosa, l'intelligente non rischia! Se partorite figli stupidi e sessualmente rinXXXXXXXXti, è ovvio che a 10 anni si incontrano con un transessuale di 55. Ho fatto tanti incontri con persone vere, conosciute in rete.L'abc dell'uscire con gente conosciuta in internet:1- dubitate di tutto (prima di uscire)2- non esistono donne disposte a tutto prima di averti visto3- chiama al telefono o guarda in webcam (prima di uscire)
      • Franky scrive:
        Re: Io sono cresciuto su Internet e sono....
        - Scritto da: Joshthemajor

        Q8 a pieni voti!
        Come in ogni cosa, l'intelligente non rischia! Se
        partorite figli stupidi e sessualmente
        rinXXXXXXXXti, è ovvio che a 10 anni si
        incontrano con un transessuale di 55. Ho fatto
        tanti incontri con persone vere, conosciute in
        rete.Per l'appunto si puo' responsabilizzare l'individuo...ma il "buon senso" non puo' essere insegnato...o meglio puoi mettere in guardia uno contro tutti i pericoli del mondo ma se e' stupido non c'e' niente da fare...
        L'abc dell'uscire con gente conosciuta in
        internet:

        1- dubitate di tutto (prima di uscire)per esempio assicuratevi che la ragazza conosciuta non sia in realta' un ragazzo che vi prende in giro od un gay che fa finta di essere una ragazza etero per esempio...
        2- non esistono donne disposte a tutto prima di averti vistoproprio cosi'... a differenza di quello che vogliono farvi credere i bigotti le donne non amano l'amore platonico o a distanza..ma a loro piacevedere il loro partner ...parlarci e solo se si sentono a loro agio ed attratte fisicamente passano all'azione...ecco perche' i social network attirano molto di piu' adolescenti timidi...che non giovani adulti...dato che e' molto piu' facile riuscire a conquistare una ragazza nel mondo reale che non su internet...
        3- chiama al telefono o guarda in webcam (prima
        di
        uscire)regola d'oro per assicurarsi come detto prima che la persona sia chi dice di essere...ma anche per approfondire la conoscenza gradualmente...prima di vedersi dal vivo...(a dire il vero questo le persone di buon senso lo fanno sempre...spesso sono le ragazze stesse che vi chiedono la foto...e poi la videoconferenza su messenger...esistono pure altri software ma lorochissa' come mai conoscono solo quello!!!)
        • Joshthemajor scrive:
          Re: Io sono cresciuto su Internet e sono....
          Grazie per l'approfondimento ad ogni mio "rabbioso" consiglio.Il problema è che io a 12 anni cercavo di giocare online ai flash game, ora a quell'età si hanno 52 profili su settemila comunity, tutti con dati veri e foto private.La mia fortuna è di odiare qualsiasi forma d'essere vivente, di conseguenza, trovare una persona che mi rispecchia a tal punto da esser portato ad uscirci è un accadimento più impossibile che unico.Quindi all'atto del "conoscimento virtuale" spesso sparo frasi d'effetto per ridurre al minimo le possibilità di trovare qualcuno/a di incompatibile, ad esempio: Odio il cristianesimo, oppure, sono a-politico ma odio Berlusconi, o anche, la televisione trasmette XXXXX 24 ore su 24, fino ad arrivare al: se hai dei genitori, sei stupido.Ok, l'ultima frase la uso solo in casi disperati di odio totale verso l'altra persona, che pur ipercompatibile con la mia, ammazzerei a prima vista.Ciao
  • Eretico scrive:
    E te pareva...
    ... " L'Italia, poi, ha il primato su questo dato, arrivando a contare il 73 per cento di adolescenti che hanno contatti con sconosciuti. Il 26 per cento dei ragazzi italiani, poi, condivide il proprio indirizzo di casa, poco più della metà indica il nome della propria scuola, addirittura il 76 per cento si scambia foto e video anche di amici e il 59 l'indirizzo di posta elettronica o di instant messaging. Non solo: più del 46 per cento dei ragazzi spesso risponde online a persone non fidate. "Figuriamoci se l'italietta non vantava un primato negativo anche in questo campo." Secondo lo studio di Microsoft, inoltre, la situazione non sarebbe arginabile con il contrllo dei genitori:... "Eh certo, altrimenti come farebbero ad imporre le loro soluzioni a suon di soldoni ? Se i genitori fossero più preparati e seguissero meglio i propri figli questo problema neanche esisterebbe. NOn serve del bloatware by M$, ma più attenzione da parte dei genitori e più informazione.
    • Sgabbio scrive:
      Re: E te pareva...
      contatti con gli sconosciuti...ma secondo loro uno come fa a conoscere gente nuova ?
      • Lex Logic scrive:
        Re: E te pareva...
        Devi conoscere solo chi ti fa conoscere papà, che domande fai!Così facciamo i matrimoni combinati all'indiana via ;)Cmq ci vuole un po' più di responsabilità dei genitori a formare le nuove generazioni, la pubblicità "posta con la testa" lascia intendere un'immagine scabrosa quasi offensiva del sesso femminile in rete.. oddio poi a me da quella sensazione.
        • Sgabbio scrive:
          Re: E te pareva...
          Sembra più una loli :DPoi non ho capito come una immagine in un post fatto in un social network automaticamente viaggi via MMS....mah.
      • Anonymous scrive:
        Re: E te pareva...
        - Scritto da: Sgabbio
        contatti con gli sconosciuti...ma secondo loro
        uno come fa a conoscere gente nuova
        ?Non devi. Se la gente si "unisce" troppo, può rappresentare un serio pericolo per la classe politica, costretta ad escogitare nuovi metodi psicologici per farli stare al loro posto. Cioè sotto senza fiatare.
    • Franky scrive:
      Re: E te pareva...
      - Scritto da: Eretico
      ... "L'Italia, poi, ha il primato su questo
      dato, arrivando a contare il 73 per cento di
      adolescenti che hanno contatti con
      sconosciuti.Mentre nel mondo reale sui treni e sulle navi non conoscono mai nessuno...Conoscono solo la mamma il papa' ed il vicino di casa....!!!!
      Il 26 per cento dei ragazzi
      italiani, poi, condivide il proprio indirizzo di
      casail 95% degli italiani invece fa pubblicare cognome nome indirizzo di casa e numero telefonico negli elenchi telefonici pubblici consultabili da chiunque...li mettiamo fuori legge...? pensate voi..!!!!
      poco più della metà indica il nome della
      propria scuolacosa che in tv non e' mai stata fatta...!!! ovviamente!!!!! :-)))
      addirittura il 76 per cento si
      scambia foto e video anche di amici e quindi ? Che ci possiamo fare ? Se vogliono scambiarsi le foto lo possono fare anche nel mondo reale o no...?
      e il 59%
      l'indirizzo di posta elettronica o di instant
      messaging.Poi se gli arriva qualche virus o spam fatti loro....
      Non solo: più del 46 per cento dei
      ragazzi spesso risponde online a persone non
      fidate.E questa statistica loro come hanno fatto a farla ? Hanno un elenco delle persone non fidate che si aggirano per la rete?Mi sa tanto di gran cavolata....
      Figuriamoci se l'italietta non vantava un primato
      negativo anche in questo
      campo.E' italietta per altri motivi...perche' scopiazza le cose nefaste che fanno altrove...e non ci tiene alle cose importanti a cui tiene tutto il resto del mondo...

      "Secondo lo studio di Microsoft, inoltre, la
      situazione non sarebbe arginabile con il contrllo
      dei
      genitori:..."Quindi l'ideale e' una bella censura governativa ? Per evitare p2peer e poter censurare i siti pericolosi....tipo social network e piattaforme di video condivisi come youtube, giusto ?Con queste cavolate pensate di convincere le persone ad aderire al movimento dei censori....

      Eh certo, altrimenti come farebbero ad imporre le
      loro soluzioni a suon di soldoni ? Se i genitori
      fossero più preparati e seguissero meglio i
      propri figli questo problema neanche esisterebbe.
      NOn serve del bloatware by M$, ma più attenzione
      da parte dei genitori e più
      informazione.Quoto ...ma poi non sono "figli orfani"...hanno dei genitorise i genitori non sanno fare il loro mestiere...non e' la censura che li salvera'...E poi quante storie...se la rete e' cosi' pericolosa per i pargoli vietatene l'acXXXXX ai minori di 18 anni e facciamola finita...!!!! Io il mio primo computer l'ho avuto a 14 anni...che ci deve fare un bambino di 7 anni con un computer...? dovrebbe giocare ed impare a leggere ed a scrivere...non stare su internet...!!! come dire che le auto sono pericolose per i bambini...non fargliele guidare fino a quando non crescono e facciamola finita!!!!
      • markoer scrive:
        Re: E te pareva...
        - Scritto da: Franky[...]
        Mentre nel mondo reale sui treni e sulle navi non
        conoscono mai nessuno...
        Conoscono solo la mamma il papa' ed il vicino di
        casa....!!!!LOL[...]
        E questa statistica loro come hanno fatto a farla
        ? Hanno un elenco delle persone non fidate che si
        aggirano per la rete?
        Mi sa tanto di gran cavolata....L'ha fatta Microsoft, deve essere vera. :-)[...]

        "Secondo lo studio di Microsoft, inoltre, la

        situazione non sarebbe arginabile con il

        contrllo dei genitori:..."

        Quindi l'ideale e' una bella censura governativa
        ? Per evitare p2peerOppure comprare software Microsoft, quella sì che è una garanzia.Ho degli amici (ovviamente qua in germania) che hanno connesso Internet alla TV grande del salotto. I bambini possono navigare quanto vogliono, ma ovunque vadano, è una "cosa pubblica" un po' come guardare la TV.Cordiali saluti
        • Franky scrive:
          Re: E te pareva...
          - Scritto da: markoer
          [...]

          E questa statistica loro come hanno fatto a
          farla

          ? Hanno un elenco delle persone non fidate che
          si

          aggirano per la rete?

          Mi sa tanto di gran cavolata....

          L'ha fatta Microsoft, deve essere vera. :-)E certo basta il marchio...i metodi di indagine sono irrilevanti...se anche fossero arrivati a questo dato mediante una seduta spiritica...ilfatto che ci sia di mezzo Microsoft e' sinonimo di garanzia... :-)
          [...]


          "Secondo lo studio di Microsoft, inoltre, la


          situazione non sarebbe arginabile con il


          contrllo dei genitori:..."



          Quindi l'ideale e' una bella censura governativa

          ? Per evitare p2peer

          Oppure comprare software Microsoft, quella sì che
          è una
          garanzia.ROFL!!!!Altro che... ahahahah....!!!!

          Ho degli amici (ovviamente qua in germania) che
          hanno connesso Internet alla TV grande del
          salotto. I bambini possono navigare quanto
          vogliono, ma ovunque vadano, è una "cosa
          pubblica" un po' come guardare la
          TV.
          Ecco questo si chiama "buon senso"...e stare insieme ai propri figli...Credo che questa sia la cosa migliore....
  • angros scrive:
    Solo i giovani?
    E tutti quegli adulti che magari non sanno nemmeno come si fa una ricerca con Google (e restano meravigliati quando gli mostri l'uso delle virgolette, o del segno "-", e poi ti chiedono "Ma come hai fatto"), o ti chiedono aiuto disperati per sapere come si fa a creare una casella di posta elettronica, e poi hanno la pagina su facebook ed il conto in banca online? :|
    • Athenum scrive:
      Re: Solo i giovani?
      dimentichi tutti quelli che a parole sanno tutto del web e poi davanti al piccì sono sanno che cosa sia la pulitura disco o la deframmentazione XDDo che scambiano i forum per delle chat e pretendono risposte alla velocità della luce
      • Tardo Pomeriggio scrive:
        Re: Solo i giovani?
        - Scritto da: Athenum
        dimentichi tutti quelli che a parole sanno tutto
        del web e poi davanti al piccì sono sanno che
        cosa sia la pulitura disco o la deframmentazione
        XDD
        Deframmentazione??? Ce n'è ancora bisogno?
        • non mi voglio registrare scrive:
          Re: Solo i giovani?
          Se hai un SSD, no.Per tutto il resto c'è...Diskeeper :-)
          • Il Profeta scrive:
            Re: Solo i giovani?
            - Scritto da: non mi voglio registrare
            Per tutto il resto c'è...Diskeeper :-)Oppure un OS con filesystem != NTF$ ;)
        • Picard scrive:
          Re: Solo i giovani?
          solo se usi ancoraWindows ;)
        • panda rossa scrive:
          Re: Solo i giovani?
          - Scritto da: Tardo Pomeriggio
          - Scritto da: Athenum

          dimentichi tutti quelli che a parole sanno tutto

          del web e poi davanti al piccì sono sanno che

          cosa sia la pulitura disco o la deframmentazione

          XDD



          Deframmentazione???
          Ce n'è ancora bisogno?No, i filesystem ext3 e successivi non necessitano di deframmentazione.Tuttavia esiste una notevole percentuale di utonti che ancora utilizzano un file system del secolo scorso...
          • ext scrive:
            Re: Solo i giovani?
            - Scritto da: panda rossa[..]
            No, i filesystem ext3 e successivi non
            necessitano di
            deframmentazione.
            Tuttavia esiste una notevole percentuale di
            utonti che ancora utilizzano un file system del
            secolo scorso...http://www.h-online.com/open/news/item/Ext4-data-loss-explanations-and-workarounds-740671.html
          • panda rossa scrive:
            Re: Solo i giovani?
            - Scritto da: ext
            - Scritto da: panda rossa
            [..]

            No, i filesystem ext3 e successivi non

            necessitano di

            deframmentazione.

            Tuttavia esiste una notevole percentuale di

            utonti che ancora utilizzano un file system del

            secolo scorso...

            http://www.h-online.com/open/news/item/Ext4-data-lE quindi?Non ti hanno mai insegnato a lanciare un sync prima di spegnere?
          • Lord Kap scrive:
            Re: Solo i giovani?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ext

            http://www.h-online.com/open/news/item/Ext4-data-l
            E quindi? Non ti hanno mai insegnato a lanciare un
            sync prima di spegnere?E quindi che differenza c'è tra far partire una deframmentazione ogni tanto e fare u sync prima di spegnere?-- Saluti, Kap
          • panda rossa scrive:
            Re: Solo i giovani?
            - Scritto da: Lord Kap
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ext



            http://www.h-online.com/open/news/item/Ext4-data-l

            E quindi? Non ti hanno mai insegnato a lanciare
            un

            sync prima di spegnere?

            E quindi che differenza c'è tra far partire una
            deframmentazione ogni tanto e fare u sync prima
            di spegnere?Il minor tempo che si perde, oltre alla possibilita' di poterlo fare questo sync.
          • markoer scrive:
            Re: Solo i giovani?
            - Scritto da: ext[...]
            http://www.h-online.com/open/news/item/Ext4-data-lTroll...
          • Il Profeta scrive:
            Re: Solo i giovani?
            Mi sono già fermato dopo aver letto questa riga per capire che si tratta di un troll: One user[1] of an alpha version[2] of Ubuntu 9.04[3] with Ext4 lost a large amount of data on a system crash immediately after starting KDE 4[3] [1] Un solo caso non può essere considerato, magari aveva l'hdd difettoso[2] Se è alpha un motivo c'è[3] Ubuntu viene fornito con Gnome non KDE, quindi o si trattava di Kubuntu o l'utente si è installato KDE e chissà che XXXXXX ha fatto
      • Anonymous scrive:
        Re: Solo i giovani?
        - Scritto da: Athenum
        dimentichi tutti quelli che a parole sanno tutto
        del web e poi davanti al piccì sono sanno che
        cosa sia la pulitura disco o la deframmentazione
        XDD

        o che scambiano i forum per delle chat e
        pretendono risposte alla velocità della
        luceSì, denominati "Attori Melodrammatici". Quelli peggiori sono i giacca-cravattari che si spacciano come detentori del Potere Divino nel poter metter mano in certi sistemi (manco fosse roba marziana).
Chiudi i commenti