Symantec, con la polizia contro il cybercrime

Siglato un protocollo d'intesa della durata di tre anni con la Polizia Postale. Per promuovere iniziative di sensibilizzazione alla sicurezza dei sistemi e delle infrastrutture informatiche

Roma – Un protocollo d’intesa, che miri alla prevenzione dei più svariati crimini informatici . Una convenzione della durata di tre anni, recentemente siglata dal direttore centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria e delle Comunicazioni Oscar Fioriolli e da Marco Riboli, vicepresidente della società specializzata in sicurezza informatica Symantec.

La collaborazione tra Polizia Postale e Symantec avrà come obiettivo operativo quello di promuovere iniziative congiunte di approfondimento, formazione ed interscambio di esperienze sulla sicurezza dei sistemi e delle infrastrutture informatiche , condividendo iniziative di sensibilizzazione al corretto utilizzo delle risorse.

“Il protocollo che abbiamo sottoscritto oggi – ha spiegato il Prefetto Fioriolli – è una risposta efficace mirata al contrasto dei crimini informatici. L’accordo rientra nel modello di sicurezza partecipata, nel quale la sinergia pubblico/privato può essere un’arma vincente da utilizzare per combattere questo crimine emergente”.

Secondo i numeri riportati dalla stessa Polizia Postale, sono state 819 le persone denunciate per reati in materia di e-commerce nei soli primi mesi del 2010. Ancora maggiore il numero di individui denunciati nello stesso periodo per illeciti in materia informatica: a partire da quasi 3mila denunce si è giunti a 76 arresti .

Stando poi ai risultati dell’ultimo Norton Cybercrime Human Impact Report , il 69 per cento della popolazione italiana sarebbe stato vittima di una qualche forma di crimine informatico. Il 51 per cento degli intervistati avrebbe scoperto il proprio PC infetto da virus o malware.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Callisto Software scrive:
    confermo
    anche io ho avuto a che fare con BT e hanno sia linee che servizi scadenti, per non parlare del customer care. Non credo sia all'altezza di un appalto del genere, probabilmente ha offerto meno della concorrenza che ritiene il servizio piu costoso (giustamente).
    • random name scrive:
      Re: confermo

      Non credo sia all'altezza di un
      appalto del genere, probabilmente ha offerto meno
      della concorrenza che ritiene il servizio piu
      costoso (giustamente).Le gare per le PA sono al ribasso, con una componente tecnica, per cui, chi promette "mari & monti" al prezzo più basso vince.Sul fatto che poi questo sistema, studiato con le migliori intenzioni, sia veramente efficace c'è più di un dubbio.
      • pippuz scrive:
        Re: confermo

        Le gare per le PA sono al ribasso, con una
        componente tecnica, per cui, chi promette "mari &
        monti" al prezzo più basso vince.Non so se hai mai fatto / visto un appalto per la PA, ma non funziona esattamente così. Diciamo, per essere sintetici, che le offerte che si discostano da un certo range (valori statistici sulle offerte) vengono scartate, perché "puzzano". Se un'offerta risulta quindi "troppo" bassa, non viene presa in considerazione.
        • Axel scrive:
          Re: confermo
          Bisognerebbe però poi IMPEDIRE al vincitore dell'appalto di modificare gli importi richiesti una volta che i soldi per compleatre i lavori sono finiti....come si è più volte visto per i lavori di appalti pubblici durati decenni con continui ritocchi effettuati dall'appaltatore....- Scritto da: pippuz

          Le gare per le PA sono al ribasso, con una

          componente tecnica, per cui, chi promette "mari
          &

          monti" al prezzo più basso vince.

          che le offerte che si
          discostano da un certo range (valori statistici
          sulle offerte) vengono scartate, perché
          "puzzano". Se un'offerta risulta quindi "troppo"
          bassa, non viene presa in
          considerazione.
          • pippuz scrive:
            Re: confermo
            - Scritto da: Axel
            Bisognerebbe però poi IMPEDIRE al vincitore
            dell'appalto di modificare gli importi richiesti
            una volta che i soldi per compleatre i lavori
            sono finiti....come si è più volte visto per i
            lavori di appalti pubblici durati decenni con
            continui ritocchi effettuati
            dall'appaltatore....cosa c'entra?
        • random name scrive:
          Re: confermo

          Non so se hai mai fatto / visto un appalto per la PA, visto si, partecipato no.
          ma non funziona esattamente così. hai ragione la mia era un'iperbole.
          Diciamo, per essere sintetici, che le offerte che si
          discostano da un certo range (valori statistici
          sulle offerte) vengono scartate, perché
          "puzzano". Se un'offerta risulta quindi "troppo"
          bassa, non viene presa in
          considerazione.in teoria si, mentre in pratica il sistema non è affatto perfetto e mi sembra che sia un'opinione condivisa da parecchi imprenditori (onesti).
    • camillo benso scrive:
      Re: confermo
      il castomer care è fatto di persone assolutamente incompetenti,per questo la qualità dell' aftersale è bassissima.
  • Nome e cognome scrive:
    BT Italia/Albacom
    Negli ultimi anni ho avuto a che fare con diverse linee di BT Italia dall'ultima società per cui ha lavorato mio padre fino allo studio del medico di famiglia. Per essere una società che tratta solamente clientela business (possessori di partita IVA), giudico i servizi scadenti.Linee promesse fino a 7 Mb/s che vanno a 1 Mb/s, laddove rientrando in Telecom Italia viene ripristinata (sul medesimo doppino!) una connessione a 20 Mb/s reali e verificati , con modem che riporta valori di attenuazione non superiori ai 3 dB.Il loro supporto tecnico comunque non è il peggiore con il quale abbia avuto a che fare.
    • pippuz scrive:
      Re: BT Italia/Albacom
      Personalmente (grossa realtà aziendale italiana) BT è uno dei migliori provider con cui abbiamo a che fare, meglio di Fastweb e molto meglio di Telecom.
  • Valeren scrive:
    Geniale
    Una PA fallimentare appalta ad un ISP in fallimento.Grandi risultati in vista -.-"
Chiudi i commenti