Symbian, il codice nella gabbia di Nokia

Il colosso finlandese completa la smobilitazione degli asset web della Foundation e apre il nuovo archivio del codice sorgente di Symbian. Un archivio ad accesso limitato solo per chi propone "le modifiche realmente utili"

Roma – Portando a compimento la fase ultima della smobilitazione di Symbian Foundation , Nokia ha trasferito il codice sorgente del sistema operativo Symbian sulla nuova piattaforma raggiungibile all’indirizzo symbian.nokia.com . L’operazione promette nuove modalità di partecipazione al progetto e accesso al codice sorgente, nessuna delle quali appare classificabile come “open” nel senso classico del termine.

Contemporaneamente alla ricollocazione del codice di Symbian, Nokia ha adottato il sistema di gestione delle revisioni Git; a chi volesse visionare il codice dell’OS – o quel che ne resta – è ora richiesta la registrazione di un account con tanto di accettazione delle condizioni di utilizzo e di licenza .

Limitazioni ancora più stringenti sono state imposte agli sviluppatori potenzialmente interessati a “mettere le mani” sul codice di Symbian, con l’avviso di contattare direttamente i mantainer di Nokia per proporre modifiche all’OS ma solo se si tratta di “miglioramenti realmente utili”.

Stando a quanto sostiene Nokia, questo nuovo approccio allo sviluppo di Symbian segue un “modello aperto e diretto” che più si confà alle esigenze dell’OS open source. A quanto pare verrà abbandonata anche l’idea di rilasciare nuove distribuzioni di Symbian – Symbian ^3, ^4 eccetera – in favore di una “evoluzione continua della piattaforma”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Blast el Kamm scrive:
    Ruberia
    In questo paese la fantasia dei burocrati non ha limiti.E' un furto una ladrata una cosa vergognosa !
  • upr scrive:
    albo si, albo no
    Di certo non serve un albo per l'installazione di qualcosa che è gia praticamente installato, basta un elettricista allora.Semmai ci sono troppi finti informatici, o si ha una laurea o si è tecnici e basta.Non vedo finti architetti/avvocati/medici (vabè anche qui ci sono casi ma eclatanti).Invece pare che tutti i bimbominkia del mondo lo siano, ma non sanno nemmeno che è un ciclo for.
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: albo si, albo no
      [bimbominkia mode on]Cos'è? Quando la tua raga c'ha le sue cose?[/bimbominkia mode off]
    • Ubunto scrive:
      Re: albo si, albo no
      - Scritto da: upr
      Di certo non serve un albo per l'installazione di
      qualcosa che è gia praticamente installato, basta
      un elettricista
      allora.

      Semmai ci sono troppi finti informatici, o si ha
      una laurea o si è tecnici e
      basta.

      Non vedo finti architetti/avvocati/medici (vabè
      anche qui ci sono casi ma
      eclatanti).

      Invece pare che tutti i bimbominkia del mondo lo
      siano, ma non sanno nemmeno che è un ciclo
      for.In parte hai ragione, ma informatici per fare che cosa?Come dici tu ci sono persone incompetenti che fanno in senso lato "l'informatico", perché nella nostra società malata se lavori con un computer - chi non lo sa / vuole fare ti considera "informatico".Alzi la mano chi non ha mai visto il "corso di informatica" che insegna ad usare word, excel e powerpoint!Quindi c'è tanta confusione attorno alla definizione di informatico.Ma non c'è solo questo. E' vero, ci sono parecchie persone che sulla carta non hanno titoli, nella pratica non hanno le competenze (o le avevano ma non si sono aggiornate), e che coprono "il ruolo" di informatico. Ma ci sono anche tanti laureati che, a fianco di quelle persone, fanno un lavoro che con le proprie aspirazioni e competenze non ha nulla a che fare.Giusto un mese fa osservavo un orgoglioso "ingegnere elettronico", che è venuto negli uffici dove lavoro per attivare delle prese di rete. Mentre lo guardavo che infilava cavetti qua e la, ho pensato: "no caro, tu le scatolette in cui infili i cavetti, se sei un ingegnere elettronico, le dovresti progettare.".Un informatico laureato, se col termine intendiamo "un programmatore", dovrebbe progettare software: perché ha gli strumenti migliori per farlo, dovrebbe studiare ed elaborare soluzioni a problemi complessi: perché ha appreso e conosce metodologie che il non-laureato non sa.Ma l'informatico laureato, nell'esercitare le sue qualità , è la mente che organizza l'opera: non l'operaio che la realizza.L'operaio laureato è un operaio, con la laurea, ma un operaio: nulla di più.Non mi pare che questo albo serva a far progettare le scatolette agli ingegneri o i software più complessi agli informatici laureati. Quelli che per fortuna e/o bravura e/o appannaggio lo fanno già, non hanno certo il problema dell'operario dalle ambizioni frustrate.
    • asd scrive:
      Re: albo si, albo no
      - Scritto da: upr
      Di certo non serve un albo per l'installazione di
      qualcosa che è gia praticamente installato, basta
      un elettricista
      allora.

      Semmai ci sono troppi finti informatici, o si ha
      una laurea o si è tecnici e
      basta.

      Non vedo finti architetti/avvocati/medici (vabè
      anche qui ci sono casi ma
      eclatanti).

      Invece pare che tutti i bimbominkia del mondo lo
      siano, ma non sanno nemmeno che è un ciclo
      for.Non e' colpa dei "tecnici e basta" se all'universita' (quale intendi?quella breve o senza passare dal via?) vi fermate al ciclo for senza nemmeno aver mai visto un mainframe in vita vostra se non un compilatore installato in laboratorio?E poi pretendete che il mondo del lavoro si faccia carico della vostra obsolescenza col piezz'e'carta?
  • 6749 scrive:
    si.. ma...
    un bell'albo coi requisiti per fare il parlamentare e il ministro?La incompetenza è proprio pre requisito indispensabile per legiferare su specifiche materie tecniche?No .... perchè un pochino... solo un pochino eh.... comincerei a essere stufo....
  • Ste scrive:
    Tolgo il fisso
    E' la volta buona che tolgo il telefono fisso e metto la chiavetta.
  • aldebaran scrive:
    età media legislatori anni 75
    alle prossime elezioni votre solo chi è sotto i 30 anni e (si spera) non leggeremo più, certe stupidaggini legislative.
    • Ace_Gentile scrive:
      Re: età media legislatori anni 75
      Ah, perché speri di poter scegliere addirittura il nome di chi vuoi votare alle prossime politiche? Hanno lavorato così duramente per far quella bellissima legge elettorale che tutto il mondo ci invidia :(ps: a quando l'albo dei cacciavitini, dei videotechini, degli spazzini, degli estorsori ecc ecc?
    • Valeren scrive:
      Re: età media legislatori anni 75
      Sono anni che non si sceglie più la persona da votare in parlamento.
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: età media legislatori anni 75
      In linea di massima sono d'accordo con te ma il problema è che:a) non li puoi scegliereb) ci sono certi 30enni rintronati e ignoranti da far paura e 80enni vispi, arzilli e preparatic) se il 30enne paraculato e idiota entra e fa carriera te lo devi mantenere fin che campi! Il 75 schiatta prima ;-)
      • Fragy scrive:
        Re: età media legislatori anni 75
        - Scritto da: ciccio quanta ciccia.
        .
        c) se il 30enne paraculato e idiota entra e fa
        carriera te lo devi mantenere fin che campi! Il
        75 schiatta prima
        ;-)Sei sicuro? Guarda che Andreotti è ancora vivo :-)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 aprile 2011 15.03-----------------------------------------------------------
      • upr scrive:
        Re: età media legislatori anni 75
        il trota docetl'ignoranza regna icontrastata.Gente come Bossi, suo figlio il trota, e molti molti molti nmolti altri dovrebbere essere iscritti all'albo degli IDIOTI banditi dalla società civile
    • cognome nome scrive:
      Re: età media legislatori anni 75

      alle prossime elezioni votre solo chi è sotto i
      30 anni e (si spera) non leggeremo più, certeStai suggerendo di votare il Trota?O una TetteDiPlastica berlusconiana??
  • Lucadiver scrive:
    elogio alla burocrazia
    Bello!! a quando una legge per regolamentare l'installazione degli stereo nelle case? è assurdo :| ma che roba gira nel(lla cloaca) parlamento? quindi io che ho una rete lan domestica con 3 pc e potenzialmente altri 128 client su wifi sono da arrestare subito? mi immagino le notizie di "studio chiuso" (alias novella 2000) e altri tg molto liberi e professionali.... :D
  • slimper. scrive:
    Pura Follia!
    Siamo in un momento dove si parla di liberalizzare internet e poi escono dei decreti pensati per fermare gente comune che lavora. ora io dico: potrei capire installare centralini o apparati estremamente complessi ma non limitare alla gente di crimpare anche un cavo connesso ad uno switch, quando ad oggi potrebbe essere ad esempio un errore madornale lasciare un access point senza wep/wpa2 creando grosse problematiche all'intestatario della linea. La rete lan da che mondo e mondo non ha delle elevate particolarità a livello di corrente elettrica da far rischiare di creare danni a gente o persone, tanto meno se dopo i router o centralini già installati da personale qualificato. io dico vendono certificatori da 8000/9000 euro senza informarsi di chi lo userà e tanto meno verificando se la gente sa usarlo. e poi ti dicono che non lo puoi usare dalla legge. e allora i miei 8000 euro dove li ho buttati. uno cerca di fare bene un mestiere cercando di fare le cose ben fatte e avendo strumenti all'avanguardia e poi scopre di aver buttato nel bagno soldi e tempo.poi ancora per complicare la cosa i requisiti sono quasi impossibili da prendere se non con strutture adeguate, quindi uno potrebbe essere un laureato e genio e non poter fare il suo mestiere.Io credo che alla fine questa limitazione non giova a nessuno e potrebbe avere se proprio volgiamo magari dei vincoli sulle linee telecom e non in lan privata tanto meno quando gli apparati non vengono installati da personale comune. a quel punto si che potrebbe essere una liberalizzazione con un minimo di senso. anche se poi le linee telecom sappiamo tutti bene di che complessità si sta parlando. Spero veramente che qualcuno riesca a pensare che un lavoratore che si adegua con la strumentazione e paga le tasse al giorno d'oggi sia un vantaggio, e per una volta in questa italia mi piacerebbe tanto credere che ci lascino lavorare serenamente contenti di aver fatto un lavoro e contento di aver dato il tuo contributo allo stato. forse sono parole al vento ma mi rendo anche conto della gravità e la complicazione delle cose ultimamente.Grazie a tutti.
    • Lou Anje scrive:
      Re: Pura Follia!
      - Scritto da: slimper.
      certificatori da 8000/9000 euro ...
      e poi ti dicono che non lo puoi
      usare dalla legge. e allora i miei 8000 euro dove
      li ho buttati.
      poi ancora per complicare la cosa i requisiti
      sono quasi impossibili da prendere se non con
      strutture adeguate, quindi uno potrebbe essere un
      laureato e genio e non poter fare il suo mestiere.infatti chiedono un adeguato numero di furgoni, mica di analizzatori di protocollo (ne gente che sappia leggere i relativi log).(E sembra che ci sarà un emendamento per imporre che i furgoni siano rossi con le scritte bianche, dotati di portapacchi con scala di alluminio; unica eccezione ammessa: avere almeno 100 Panda-van).D'altra parte in un paese che va a puttane servono più i furgoni che gli oscilloscopi.Lou Anje
  • Maro Cidale scrive:
    Albo degli installatori
    Ritengo che, allo stesso modo in cui esiste un albo dei Geometri, degli Ingegneri, etc, debba esistere un albo che qualifichi in qualche modo gli operatori informatici. E' dunque riduttivo e discriminatorio instaurare un albo degli Installatori, e lasciare nella palude tutti quegli operatori dell'informatica che, giornalmente e con competanza, installano reti dati, fanno funzionare mostri come Windows 2008 Server, etc. etc.Si dovrebbe pensare ad una cosa organica, non come ci sveglia al mattino
    • Lucadiver scrive:
      Re: Albo degli installatori
      già già...altre tasse e balzelli per l'utente finale... non esiste solo il "mostro" di win 2008 server.. (rotfl)
    • upr scrive:
      Re: Albo degli installatori
      windows server 2008 un mostro...dasdasaasi nel senso che ti mette paura da quanto fa schifo
  • Enjoy with Us scrive:
    ma che buffonata!
    Ma si aumentiamo ancora un pò la burocrazia che in Italia è poca, mettiamo anche un bell'ente certificatore che vigili su come fare le scorregge, con alte multe (ovviamente) a chi fa scorregge non certificate... che possono essere pericolose...
    • pippO scrive:
      Re: ma che buffonata!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Ma si aumentiamo ancora un pò la burocrazia che
      in Italia è poca, mettiamo anche un bell'ente
      certificatore che vigili su come fare le
      scorregge, con alte multe (ovviamente) a chi fa
      scorregge non certificate... che possono essere
      pericolose...Basta usare iFart, garantito da giobbes :D
    • Ubunto scrive:
      Re: ma che buffonata!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Ma si aumentiamo ancora un pò la burocrazia che
      in Italia è poca, mettiamo anche un bell'ente
      certificatore che vigili su come fare le
      scorregge, con alte multe (ovviamente) a chi fa
      scorregge non certificate... che possono essere
      pericolose...Beh, in certi casi possono essere pericolose. (rotfl)
  • Album scrive:
    Se l'albo non c'e', vi lamentate. Se c'e
    Se non c'e', vi lamentate che gli informatici non contano nulla, che prendono 4 soldi di stipendio, e che non sono tutelati da nessuno.Se vogliono fare l'albo, vi lamentate della burocrazia.Decidetevi.
    • pippO scrive:
      Re: Se l'albo non c'e', vi lamentate. Se c'e
      - Scritto da: Album
      Se non c'e', vi lamentate che gli informatici non
      contano nulla, che prendono 4 soldi di stipendio,
      e che non sono tutelati da
      nessuno.
      Se vogliono fare l'albo, vi lamentate della
      burocrazia.
      Decidetevi.Più che di informatici qui si parla di cacciavitari...
    • Valeren scrive:
      Re: Se l'albo non c'e', vi lamentate. Se c'e
      Chi ha mai chiesto un albo di informatici???Si parla di riconoscimento istituzionale ( e contratto ) del mondo IT, ma un albo...
      • upr scrive:
        Re: Se l'albo non c'e', vi lamentate. Se c'e
        Per installare un router non ci vuole certo una laurea...nemmeno un albo di XXXXXXX
        • Guybrush scrive:
          Re: Se l'albo non c'e', vi lamentate. Se c'e
          - Scritto da: upr
          Per installare un router non ci vuole certo una
          laurea...nemmeno un albo di
          XXXXXXXConcordo, ma gli articoli 10.1 e 10.2 sono piuttosto chiari in merito.Per installare il router a casa (massimo 10 punti di acXXXXX) non occorre rivolgersi a nessuno. Questo regolamento investe però praticamente tutte le aziende e, a mio avviso, complica inutilmente una cosa semplicissima scaricando il costo sulla collettività che paga due volte.Paga una volta con le tasse che vanno a pagare "l'ispettorato" e (perdio) una cosa del genere fa troppo Orwell per i miei gusti.Paga una seconda volta perché l'azienda... su chi mai ribalterà i costi extra?SalutiGT
          • entromezzanotte scrive:
            Re: Se l'albo non c'e', vi lamentate. Se c'e

            Concordo, ma gli articoli 10.1 e 10.2 sono
            piuttosto chiari in
            merito.
            Per installare il router a casa (massimo 10 punti
            di acXXXXX) non occorre rivolgersi a nessuno.Io a casa mia ho due switch 8 porte in cascata, più un access point. Tutto installato da me, ovviamente, incluso router ADSL.Sono già fuori legge.La cosa triste è che l'installazione dovrebbe farla sicuramente un tecnico più inesperto di me, ma che ha la società "patentata"... grandiosi !
            Questo regolamento investe però praticamente
            tutte le aziende e, a mio avviso, complica
            inutilmente una cosa semplicissima scaricando il
            costo sulla collettività che paga due
            volte.Concordo al 100%.
            Paga una volta con le tasse che vanno a pagare
            "l'ispettorato" e (perdio) una cosa del genere fa
            troppo Orwell per i miei
            gusti.Grrrr...

            Paga una seconda volta perché l'azienda... su chi
            mai ribalterà i costi
            extra?Sempre peggio.Conosco anche una casa di riposo con 25PC e un centinaio di punti rete... indovina chi pagherà le uscite delle aziende "certificate" ? E chi pagherà il tempo extra dell'informatico che deve seguire il lavoro e degli amministrativi che devono compilare i moduli necessari per convocare il fornitore, fargli fare il lavoro, certificare il tutto, protocollare eccetera eccetera ?Ma ricadranno sulle rette degli ospiti anziani, ovviamente !A vantaggio di chi ?Dire che sono SCHIFATO dal tutto questo è poco.
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: Se l'albo non c'e', vi lamentate. Se c'e

            Per installare il router a casa (massimo 10 punti
            di acXXXXX) non occorre rivolgersi a nessuno.
            Questo regolamento investe però praticamente
            tutte le aziende e, a mio avviso, complica
            inutilmente una cosa semplicissima scaricando il
            costo sulla collettività che paga due
            volte.E qua è il punto poco chiaro. Il wifi viene calcolato come punto di acXXXXX singolo o dipende da quante macchine ci sono attaccate? Conta il numero di porte ethernet disponibili sul router o quanti pc ci sono effettivamente collegati?Il telefono VOIP è considerato come punto di acXXXXX? E lo smartphone collegato alla rete via wifi? La webtv? Il player multimediale con la porta ethernet?Definire genericamente "punto di acXXXXX" come unità base per stabilire la dimensione della rete aziendale ad oggi è da braccia rubate all'agricoltura.
          • Ubunto scrive:
            Re: Se l'albo non c'e', vi lamentate. Se c'e
            Il gesso è pronto...potete versare l'acqua, forza!
      • Ubunto scrive:
        Re: Se l'albo non c'e', vi lamentate. Se c'e
        - Scritto da: Valeren
        Chi ha mai chiesto un albo di informatici???Tutti quelli che hanno i titoli ma si trovano a fare lavori che non li necessitano.
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: Se l'albo non c'e', vi lamentate. Se c'e
      Dove starebbe scusa questo logico e indissolubile legame tra albo e giusti riconoscimenti economici? Il riconoscimento economico nasce dal valore del tuo lavoro non dall'appartenenza o meno a un fantomatico albo.
      • nicknack scrive:
        Re: Se l'albo non c'e', vi lamentate. Se c'e
        diciamo che l'appartenenza all'albo garantirebbe un certo livello di emolumento prescindendo dalle capacità... con questo provvedimento in più si obbligano anche gli utenti a rivolgersi a dei patentati da pagare molto (non importa se incapaci o meno) così gli si garantisce paga e lavoro.credo faccia parte del pacchetto di provvedimenti governativi per l'occupazione.
        • ciccio quanta ciccia scrive:
          Re: Se l'albo non c'e', vi lamentate. Se c'e
          Andassero a pulire i boschi, gli argini dei fiumi, spazzare le strade e mille altre cose UTILI... vuoi garantire lavoro? Ce n'è a tonnellate!!!
        • pippO scrive:
          Re: Se l'albo non c'e', vi lamentate. Se c'e
          - Scritto da: nicknack
          diciamo che l'appartenenza all'albo garantirebbe
          un certo livello di emolumento prescindendo dalle
          capacità...

          con questo provvedimento in più si obbligano
          anche gli utenti a rivolgersi a dei patentati da
          pagare molto (non importa se incapaci o meno)
          così gli si garantisce paga e
          lavoro.
          credo faccia parte del pacchetto di provvedimenti
          governativi per
          l'occupazione.C'è anche il proXXXXX breve, per garantire lavoro alla polizia :D
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Se l'albo non c'e', vi lamentate. Se c'e
            Arrestate subito questo comunista sovversivo! :))))
          • nicknack scrive:
            Re: Se l'albo non c'e', vi lamentate. Se c'e
            - Scritto da: pippO
            C'è anche il proXXXXX breve, per garantire lavoro
            alla polizia
            :DL'unica cosa garantita dalla prescrizione breve (non proXXXXX breve, è bastato cambiare una parola per rendere la cosiddetta riforma indispensabile per garantire giustizia a tutti noi) è l'impunita di "qualcuno"...
    • Funz scrive:
      Re: Se l'albo non c'e', vi lamentate. Se c'e
      - Scritto da: Album
      Se non c'e', vi lamentate che gli informatici non
      contano nulla, che prendono 4 soldi di stipendio,
      e che non sono tutelati da
      nessuno.
      Se vogliono fare l'albo, vi lamentate della
      burocrazia.
      Decidetevi.Abolirei tutti gli albi, senza eccezioni. E pazienza se qualcuno se ne approfitterebbe, e fornirebbe servizi scadenti tirando sul prezzo. Alla fine dev'essere il mercato a decidere chi campa e chi no.
      • Fragy scrive:
        Re: Se l'albo non c'e', vi lamentate. Se c'e
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: Album

        Se non c'e', vi lamentate che gli informatici
        non

        contano nulla, che prendono 4 soldi di
        stipendio,

        e che non sono tutelati da

        nessuno.

        Se vogliono fare l'albo, vi lamentate della

        burocrazia.

        Decidetevi.

        Abolirei tutti gli albi, senza eccezioni. E
        pazienza se qualcuno se ne approfitterebbe, e
        fornirebbe servizi scadenti tirando sul prezzo.
        Alla fine dev'essere il mercato a decidere chi
        campa e chi
        no.Diciamo che così dovrebbe essere, ma allora gli incompetentie i parac...ti che fine fanno? Disoccupati? Chi li difende quando combinano una cav...ta?Sarà dura abolire gli albi, molto dura, soprattutto nella nostra italietta
  • 6821 scrive:
    attuazione della direttiva?
    Ma Romani sa leggere o no?Lo spirito e la lettera della direttiva dicono l'esatto contrario!http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2008:162:0020:0026:IT:PDF
    • growl scrive:
      Re: attuazione della direttiva?
      - Scritto da: 6821
      Ma Romani sa leggere o no?
      Lo spirito e la lettera della direttiva dicono
      l'esatto
      contrario!
      http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?sa leggere sa leggere, ma non capisce un XXXXX anche se legge
      • Valeren scrive:
        Re: attuazione della direttiva?
        - Scritto da: growl
        sa leggere sa leggere, ma non capisce un XXXXX anche se legge
        ha un padrone a cui rispondereFixed
        • Picchiatell o scrive:
          Re: attuazione della direttiva?
          - Scritto da: Valeren
          - Scritto da: growl

          sa leggere sa leggere, ma non capisce un
          XXXXX anche se legge


          ha un padrone a cui rispondere

          Fixedio mi son sempre chiesto perche' non lo hanno fatto prima del digitale terrstre una legge come questa...
    • Valeren scrive:
      Re: attuazione della direttiva?
      Stranamente mi hanno censurato...Chissà perché: avevo solo scritto che Romani sa benissimo leggere, ma ha un padrone a cui obbidire .Considerando che si sa benissimo chi è e cosa facesse prima...!
      • 6744 scrive:
        Re: attuazione della direttiva?
        - Scritto da: Valeren
        Stranamente mi hanno censurato...
        Chissà perché: avevo solo scritto che Romani sa
        benissimo leggere, ma ha un padrone a cui
        obbidire .
        Considerando che si sa benissimo chi è e cosa
        facesse
        prima...!Stranamente? ;)
      • Sgabbio scrive:
        Re: attuazione della direttiva?
        come la storia del video streaming e le concessioni televisive.
  • Fetente scrive:
    La soluzione finale
    Dichiarare guerra alla Svizzera, e perderla
    • Valeren scrive:
      Re: La soluzione finale
      Occhio e croce se dichiariamo guerra ad Andorra la perdiamo.Inoltre gli svizzeri rivenderebbero all'Albania, quindi non ci cambia molto.
      • un utente scrive:
        Re: La soluzione finale
        - Scritto da: Valeren
        Occhio e croce se dichiariamo guerra ad Andorra
        la
        perdiamo.
        Inoltre gli svizzeri rivenderebbero all'Albania,
        quindi non ci cambia
        molto.Non ho capito questa battuta :)In che senso?
        • Fetente scrive:
          Re: La soluzione finale
          forse intende dire che se perdiamo la guerra con la Svizzera, quelli invece di invaderci (e poi governarci come speravo io) piuttosto ci rivendono all'Albania.
          • Valeren scrive:
            Re: La soluzione finale
            - Scritto da: Fetente
            forse intende dire che se perdiamo la guerra con
            la Svizzera, quelli invece di invaderci (e poi
            governarci come speravo io) piuttosto ci
            rivendono all'Albania.Precisamente.Sono affaristi, non pazzi.
          • un utente scrive:
            Re: La soluzione finale
            - Scritto da: Fetente
            forse intende dire che se perdiamo la guerra con
            la Svizzera, quelli invece di invaderci (e poi
            governarci come speravo io) piuttosto ci
            rivendono
            all'Albania.lolforse nemmeno l'Albania vuole un Italia cosi'...
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: La soluzione finale
            hmm era un fantozzi in cui prendevano il gommone ed arrivavano fino in albania.. e la li portavano nei loro centri i accoglienza scortati dal capo dello stato per l'onore di essere i primi profughi :D ??? e loro previdenti perché sapevano che per la situazione in italia vent'anni fa era solo questione di tempo prima che il giro di immigrati si invertisse ;)
      • collione scrive:
        Re: La soluzione finale
        - Scritto da: Valeren
        Inoltre gli svizzeri rivenderebbero all'Albania,
        quindi non ci cambia
        molto.wow in questo modo diventeremmo un vero Paese europeo :D
      • Ubunto scrive:
        Re: La soluzione finale
        - Scritto da: Valeren
        Occhio e croce se dichiariamo guerra ad Andorra
        la
        perdiamo.
        Inoltre gli svizzeri rivenderebbero all'Albania,
        quindi non ci cambia
        molto.Sei un genio, complimenti! 8)
    • MacBoy scrive:
      Re: La soluzione finale
      - Scritto da: Fetente
      Dichiarare guerra alla Svizzera, e perderlaAhah, grande! Condivido!
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: La soluzione finale
      Mi piace!
    • entromezzanotte scrive:
      Re: La soluzione finale
      Sì sì sì, concordo. Perà la svizzera è un po' troppo chiusa (no Schengen, no UE) e vive di riciclo di denaro sXXXXX ma si presenta con l'immagine della mucca nei prati. Inoltre essendo piccola magari rischiamo pure di vincere la guerra, per sbaglio ovviamente.Si può provare a dichiarare guerra alla Germania ? Avremmo più speranze di perdere e riuscire nel piano !
  • Garlini Valter scrive:
    Semplificazione...
    Da vergognarsi e basta ! Oramai, in Italia, la burocrazia è talmente estesa da costituire una melma che imbriglia immobilizzandola tutta l'economia italiana. E' come un cancro che sta uccidendo le poche cellule buone che ancora rimangono.... e, purtroppo, come un parassita, morirà solo quando avrà ucciso l'organismo ospite !
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: Semplificazione...
      Il tragico è che veramente è una direttiva europea... poi qui come al solito riusciamo a complicare anche 1+1=2.
      • 6821 scrive:
        Re: Semplificazione...
        - Scritto da: ciccio quanta ciccia
        Il tragico è che veramente è una direttiva
        europea... poi qui come al solito riusciamo a
        complicare anche
        1+1=2.La direttiva dice praticamente il contrario!http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2008:162:0020:0026:IT:PDF
        • ciccio quanta ciccia scrive:
          Re: Semplificazione...
          Mi sa che il problema è il comma c dell'art. 3 dove si parla che gli Stati membri possono esigere imprese qualificate...
          • Ubunto scrive:
            Re: Semplificazione...
            - Scritto da: ciccio quanta ciccia
            Mi sa che il problema è il comma c dell'art. 3
            dove si parla che gli Stati membri possono
            esigere imprese
            qualificate...E chiaramente noi non ci tiriamo indietro!
          • 6983 scrive:
            Re: Semplificazione...
            - Scritto da: ciccio quanta ciccia
            Mi sa che il problema è il comma c dell'art. 3
            dove si parla che gli Stati membri possono
            esigere imprese
            qualificate...capo primo "possono" (non "devono")capo secondo devono essere clausole "non discriminatorie"capo terzo "devono favorire la liberalizzazione del mercato".Riassumendo un "possono" e 2 "devono".Fai un rapido confronto tra il testo della direttiva e il testo della bozza ministeriale non mi pare difficile vedere le numerose contraddizioni.Salvo cataratta o altre malattie invalidanti la vista.P.S.Credo che a richiesta esista anche in braille il testo della direttiva! :D
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Semplificazione...
            Lo so... ma quando mai abbiamo accolto una direttiva UE senza "italianizzarla"? ;-) Anche i finanziamenti dovrebbero servire per il vero sviluppo e non per farsi le ville... ma siamo in italì ;-)
      • MacBoy scrive:
        Re: Semplificazione...
        - Scritto da: ciccio quanta ciccia
        Il tragico è che veramente è una direttiva
        europea... Infatti il cancro è proprio l'europa.Gente NON democraticamente eletta che norma pure quanto deve essere lunga una zucchina o quanto latte posso produrre (saranno fatti miei, NO?!?!?!?).Che schifo.
        • ciccio quanta ciccia scrive:
          Re: Semplificazione...
          Beh, su queste cose qua non posso che darti santa ragione...
        • pippO scrive:
          Re: Semplificazione...
          - Scritto da: MacBoy
          - Scritto da: ciccio quanta ciccia

          Il tragico è che veramente è una direttiva

          europea...

          Infatti il cancro è proprio l'europa.
          Gente NON democraticamente eletta che norma pure
          quanto deve essere lunga una zucchina o quanto
          latte posso produrre (saranno fatti miei,
          NO?!?!?!?).Certo, basta che poi non chiedi il prezzo sovvenzionato! :D
    • Funz scrive:
      Re: Semplificazione...
      - Scritto da: Garlini Valter
      Da vergognarsi e basta ! Oramai, in Italia, la
      burocrazia è talmente estesa da costituire una
      melma che imbriglia immobilizzandola tutta
      l'economia italiana. E' come un cancro che sta
      uccidendo le poche cellule buone che ancora
      rimangono.... e, purtroppo, come un parassita,
      morirà solo quando avrà ucciso l'organismo ospite
      !Come ministro per la semplificazione normativa (già un ministero simile è assurdo) abbiamo uno come Calderoli, che ti aspettavi?
  • Nonmen scrive:
    Non capisco
    Non basta che l'apparechiatura sia omologata?
    • 6821 scrive:
      Re: Non capisco
      - Scritto da: Nonmen
      Non basta che l'apparechiatura sia omologata?Basterebbe se si volesse attuare la direttiva!http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2008:162:0020:0026:IT:PDFMa qualcuno vuole fare l'esatto contrario.
  • MacBoy scrive:
    La burocrazia uccide
    Dovrebbero ELIMINARE norme, invece che continuare a farle...
    • Picchiatell o scrive:
      Re: La burocrazia uccide
      - Scritto da: MacBoy
      Dovrebbero ELIMINARE norme, invece che continuare
      a
      farle...e si e poi gli amici degli amici che casualmente saranno gli UNICI ad avere la certificizione come lavorano?....
    • hermanhesse scrive:
      Re: La burocrazia uccide
      Bravo!Cazzarola maledetta vedi che quando sei coinciso scrivi cose più che giuste! :D
      • W.O.P.R. scrive:
        Re: La burocrazia uccide
        - Scritto da: hermanhesse
        Bravo!
        Cazzarola maledetta vedi che quando sei coinciso
        scrivi cose più che giuste!
        :DCoinciso? e chi sarebbe l'altro con cui è inciso?
        • hermanhesse scrive:
          Re: La burocrazia uccide
          Scusami, volevo scrivere circonciso...:D :D :D :D :D ;)
        • hermanhesse scrive:
          Re: La burocrazia uccide
          A PI e ai suoi capoccioni: che c'è di male nella parola circonciso?Era una battuta, per sdrammatizzare un mio brutto errore sopra.
    • albuz scrive:
      Re: La burocrazia uccide
      dovrebbero istituire una commissioncina di boscimani armati di mazze, che dovrebbero vagliare le leggi in via di emissione: se raggiungono una soglia di incomprensibilità, confusione e orpellosità, partono in spedizione punitiva contro i proponenti delle stesse (mi viene in mente la canzone "Il gorilla").
  • entromezzanotte scrive:
    Non ci capisco niente !
    Al solito una legge densa di incomprensibile legalese. E l'articolo di PI non aiuta chi vuole capirci qualcosa.La bozza di leggea) Contiene come al solito troppi riferimenti a leggi e leggine che nessun lettore di PI ha tempo per "risolvere" totalmente. Quindi di fatto chi legge il vostro articolo non si può fare un'idea completa di cosa sta leggendo e cosa riguarda. Almeno in tempi brevi. Serve qualche ora di ricerca tra collegamenti di legge in legge per riuscire a capire DI COSA si sta parlando. E io ancora non l'ho capito.I commenti delle associazioni di categoria ben vengano, ma sono poco utili nella comprensione: sono commenti e talvolta sono troppo di parte. Non sono il nocciolo del problema.b) Come al solito nel legalese italiano c'è sempre una traduzione casuale termini informatici in termini legalesi, senza un glossario ufficiale. Quindi se noi informatici pensiamo a "router adsl" o "modem adsl" o "pc" o "indirizzo IP", perché in questi capolavori di incomprensibile burocrazia non appare mai una di queste parole, oppure il riferimento ad un glossario ufficiale ? Solo per generare interpretazioni su interpretazioni e dare lavoro ad avvocati e giudici ?E da tutto ciò la sensazione che emerge è una gran puzza di bruciato, non solo a me, ma anche agli autori di post nel forum. Insomma le solite tecniche per far passare le leggi in silenzio e di nascosto a protezione di una piccola casta di eletti, in questo caso le aziende con il "patentino" per l'installazione degli apparati di rete. Guarda caso proprio quelle che dichiarano che la normativa è giusta perchè "tutela gli utilizzatori" (come ?????!?!?! almeno taci che fai più bella figura!).E la puzza di bruciato ovviamente aumenta.Dunque veniamo al problema di vita reale: nella falegnameria di mio fratello c'è l'ADSL e uno switch con 24 porte, con collegati circa 20 dispositivi tra PC, stampanti, telefoni VOIP/skype, che usano TUTTI e 20 Internet (sì, ormai anche le stampanti sono sempre a fare traffico su Internet!). Senza contare che all'access point si collegano 4 smartphones di vari produttori, sempre ovviamente attivi su Internet. Quando si guasterà il router ADSL e io manderò mio fratello al supermercato a comprarne uno nuovo, commetterò un reato se glielo installerò e configurerò io ? O lo commetterà mio fratello il reato ?E a casa mia ? Ho 14 dispositivi connessi allo switch. Devo chiedere l'intervento di un tecnico certificato per cambiarmi il router ADSL o la chiavetta 3G che uso come interfaccia WAN secondaria del router ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 aprile 2011 11.40-----------------------------------------------------------
    • bollito scrive:
      Re: Non ci capisco niente !
      A casa mia non ci entra nessuno se non invitato.Se le possono ficcare nel XXXX le leggi salva telecom.
      • Fetente scrive:
        Re: Non ci capisco niente !
        eh no, per infilare una legge nel c*lo serve un operatore iscritto all'albo degli infilatori di leggi nel c*lo e dotato delle patenti e certificazioni che attestano la sua capacità ed esperienza nell'infilare leggi nel c*lo.cya
        • il solito bene informato scrive:
          Re: Non ci capisco niente !
          - Scritto da: Fetente
          eh no, per infilare una legge nel c*lo serve un
          operatore iscritto all'albo degli infilatori di
          leggi nel c*lo e dotato delle patenti e
          certificazioni che attestano la sua capacità ed
          esperienza nell'infilare leggi nel
          c*lo.
          cyaQuindi la XXXXXgrafia è illegale?
          • pippO scrive:
            Re: Non ci capisco niente !
            - Scritto da: il solito bene informato
            - Scritto da: Fetente

            eh no, per infilare una legge nel c*lo serve un

            operatore iscritto all'albo degli infilatori di

            leggi nel c*lo e dotato delle patenti e

            certificazioni che attestano la sua capacità ed

            esperienza nell'infilare leggi nel

            c*lo.

            cya

            Quindi la XXXXXgrafia è illegale?Solo se non te lo mette nel c*lo...
        • albuz scrive:
          Re: Non ci capisco niente !
          bella! :D
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Non ci capisco niente !
      - Scritto da: entromezzanotte
      Al solito una legge densa di incomprensibile
      legalese. E l'articolo di PI non aiuta chi vuole
      capirci
      qualcosa.mi sembra invece che la proposta/bozza di legge sia chiarissima.... (ironia), porta indietro di 10-20 anni l'intallazione e la gestione di apparati (tutti) volti alla rete pubblica....
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Non ci capisco niente !
      - Scritto da: entromezzanotte
      perché in questi capolavori di
      incomprensibile burocrazia non appare mai una di
      queste parole, oppure il riferimento ad un
      glossario ufficiale ? Solo per generare
      interpretazioni su interpretazioni e dare lavoro
      ad avvocati e giudici?Quando devono spillarci soldi cercano sempre di essere più ambigui possibile: ti ricordo un certo tributo che dovremmo pagare per il possesso di un apparecchio "atto o adattabile alla ricezione di segnale radiotelevisivo"... quindi televisore, computer, videocitofono o una scatola di cartone con un pezzo di plexiglass.
      Dunque veniamo al problema di vita reale: nella
      falegnameria di mio fratello c'è l'ADSL e uno
      switch con 24 porte, con collegati circa 20
      dispositivi tra PC, stampanti, telefoni
      VOIP/skype, che usano TUTTI e 20 Internet (sì,
      ormai anche le stampanti sono sempre a fare
      traffico su Internet!). Senza contare che
      all'access point si collegano 4 smartphones di
      vari produttori, sempre ovviamente attivi su
      Internet. Quando si guasterà il router ADSL e io
      manderò mio fratello al supermercato a comprarne
      uno nuovo, commetterò un reato se glielo
      installerò e configurerò io ? O lo commetterà mio
      fratello il reato?Vi arresteranno tutti, e il TG 5 annuncerà: "sgominata banda di hachèr"
      • beebox scrive:
        Re: Non ci capisco niente !
        - Scritto da: il solito bene informato
        Quando devono spillarci soldi cercano sempre di
        essere più ambigui possibile: ti ricordo un certo
        tributo che dovremmo pagare per il
        possesso di un apparecchio "atto o adattabile
        alla ricezione di segnale radiotelevisivo"...
        quindi televisore, computer, videocitofono o una
        scatola di cartone con un pezzo di
        plexiglass.Esatto, hai fatto bene a citare quello che è l'emblema delle leggi che reggono l'Italia. E poi ci preoccupiamo se siamo invasi dai Tunisini ? Ma magari! L'unico modo che l'Italia ha di risollevarsi temo sia quello che si estinguano gli Italiani, ad iniziare da chi li governa. Purtroppo però i Tunisini, che evidentemente non sono scemi, non si vogliono fermare da noi ma vogliono andare in Francia. Almeno si fermassero qui, perlomeno se non si vuole che tutto esploda dovranno pure farli lavorare, e non lo faranno certo con norme protezionistiche come queste, a meno che non se li assuma tutti la Telecom (o la RAI).
      • Picchiatell o scrive:
        Re: Non ci capisco niente !
        - Scritto da: il solito bene informato

        Vi arresteranno tutti, e il TG 5 annuncerà:
        "sgominata banda di
        hachèr"Ti sei dimenticato "pedoXXXXXterrosatanisti"...
    • ziovax scrive:
      Re: Non ci capisco niente !
      - Scritto da: entromezzanotte
      Quando si guasterà il router ADSL e io
      manderò mio fratello al supermercato a comprarne
      uno nuovo, commetterò un reato se glielo
      installerò e configurerò io ? O lo commetterà mio
      fratello il reato
      ?

      E a casa mia ? Ho 14 dispositivi connessi allo
      switch. Devo chiedere l'intervento di un tecnico
      certificato per cambiarmi il router ADSL o la
      chiavetta 3G che uso come interfaccia WAN
      secondaria del router
      ?Manco io c'ho capito molto... qual'è la risposta?
    • shevathas scrive:
      Re: Non ci capisco niente !

      b) Come al solito nel legalese italiano c'è
      sempre una traduzione casuale termini informatici
      in termini legalesi, senza un glossario
      ufficiale. Quindi se noi informatici pensiamo a
      "router adsl" o "modem adsl" o "pc" o "indirizzo
      IP", perché in questi capolavori di
      incomprensibile burocrazia non appare mai una di
      queste parole, oppure il riferimento ad un
      glossario ufficiale ? Solo per generare
      interpretazioni su interpretazioni e dare lavoro
      ad avvocati e giudici
      ?
      non per fare il rompiscatole ma il glossario appare all'inizio della bozza. Non è immediatamente capibile dagli informatici in quanto pensano soprattutto a reti in maniera "logica" e non all'infrastruttura fisica.
      E da tutto ciò la sensazione che emerge è una
      gran puzza di bruciato, non solo a me, ma anche
      agli autori di post nel forum. Insomma le solite
      tecniche per far passare le leggi in silenzio e
      di nascosto a protezione di una piccola casta di
      eletti, in questo caso le aziende con il
      "patentino" per l'installazione degli apparati di
      rete. in realtà la puzza di bruciato è dovuta alla non immediatezza della legge. E' una legge che regolamenta le installazioni dell'infrastruttura fisica per il collegamento alla rete telefonica pubblica e stabilisce che i fili fino a casa tua li può portare solo una azienda con il patentino. Da casa tua in poi puoi fare tutto quello che ti pare. Art. 101. In attuazione del disposto di cui allarticolo 2, comma 2, lettera f) del decreto legislativo 26 ottobre 2010, n. 198, gli utenti possono provvedere autonomamente allesecuzione dei lavori di cui allarticolo 2, comma 2, quando limpianto interno di comunicazione elettronica, indipendentemente dalla sua complessità e dalla larghezza di banda offerta dalloperatore di rete, ha una capacità non superiore a dieci punti di utilizzo finale e lallacciamento dellimpianto stesso alla rete pubblica di comunicazione elettronica richiede il solo inserimento del connettore nel relativo punto terminale di rete.2. Il solo allacciamento diretto di un terminale ad un punto di utilizzo finale non richiede lintervento di imprese di cui allarticolo 2, comma 2
      Guarda caso proprio quelle che dichiarano
      che la normativa è giusta perchè "tutela gli
      utilizzatori" (come ?????!?!?! almeno taci che
      fai più bella
      figura!).
      E la puzza di bruciato ovviamente aumenta.

      Dunque veniamo al problema di vita reale: nella
      falegnameria di mio fratello c'è l'ADSL e uno
      switch con 24 porte, con collegati circa 20siccome credo non ci siano più di dieci prese telefoniche cadi nel caso di esclusione previsto dall'articolo 10.
      • 4087 scrive:
        Re: Non ci capisco niente !
        - Scritto da: shevathas

        b) Come al solito nel legalese italiano c'è

        sempre una traduzione casuale termini
        informatici

        in termini legalesi, senza un glossario

        ufficiale. Quindi se noi informatici pensiamo a

        "router adsl" o "modem adsl" o "pc" o "indirizzo

        IP", perché in questi capolavori di

        incomprensibile burocrazia non appare mai una di

        queste parole, oppure il riferimento ad un

        glossario ufficiale ? Solo per generare

        interpretazioni su interpretazioni e dare lavoro

        ad avvocati e giudici

        ?


        non per fare il rompiscatole ma il glossario
        appare all'inizio della bozza. Non è
        immediatamente capibile dagli informatici in
        quanto pensano soprattutto a reti in maniera
        "logica" e non all'infrastruttura
        fisica.


        E da tutto ciò la sensazione che emerge è una

        gran puzza di bruciato, non solo a me, ma anche

        agli autori di post nel forum. Insomma le solite

        tecniche per far passare le leggi in silenzio e

        di nascosto a protezione di una piccola casta di

        eletti, in questo caso le aziende con il

        "patentino" per l'installazione degli apparati
        di

        rete.

        in realtà la puzza di bruciato è dovuta alla non
        immediatezza della legge. E' una legge che
        regolamenta le installazioni dell'infrastruttura
        fisica per il collegamento alla rete telefonica
        pubblica e stabilisce che i fili fino a casa tua
        li può portare solo una azienda con il patentino.
        Da casa tua in poi puoi fare tutto quello che ti
        pare.

        Art. 10
        1. In attuazione del disposto di cui allarticolo
        2, comma 2, lettera f) del decreto legislativo 26
        ottobre 2010, n. 198, gli utenti possono
        provvedere autonomamente allesecuzione dei
        lavori di cui allarticolo 2, comma 2, quando
        limpianto interno di comunicazione elettronica,
        indipendentemente dalla sua complessità e dalla
        larghezza di banda offerta dalloperatore di
        rete, ha una capacità non superiore a dieci punti
        di utilizzo finale e lallacciamento
        dellimpianto stesso alla rete pubblica di
        comunicazione elettronica richiede il solo
        inserimento del connettore nel relativo punto
        terminale di
        rete.

        2. Il solo allacciamento diretto di un terminale
        ad un punto di utilizzo finale non richiede
        lintervento di imprese di cui allarticolo 2,
        comma
        2


        Guarda caso proprio quelle che dichiarano

        che la normativa è giusta perchè "tutela gli

        utilizzatori" (come ?????!?!?! almeno taci che

        fai più bella

        figura!).

        E la puzza di bruciato ovviamente aumenta.



        Dunque veniamo al problema di vita reale: nella

        falegnameria di mio fratello c'è l'ADSL e uno

        switch con 24 porte, con collegati circa 20

        siccome credo non ci siano più di dieci prese
        telefoniche cadi nel caso di esclusione previsto
        dall'articolo
        10.Di quali prese telefoniche vai cianciando?Hai letto o no la bozza?
        • Valeren scrive:
          Re: Non ci capisco niente !
          Azz, 78 righe di quote per due righe di risposta...
          • 6821 scrive:
            Re: Non ci capisco niente !
            - Scritto da: Valeren
            Azz, 78 righe di quote per due righe di
            risposta...è un "aiuto" al "genio" così impara a leggere invece che sparare XXXXXte sulle "prese telefoniche"! :D
          • mr. pics scrive:
            Re: Non ci capisco niente !
            [img]http://media.wiley.com/product_data/coverImage/65/07645519/0764551965.jpg[/img]
      • entromezzanotte scrive:
        Re: Non ci capisco niente !

        non per fare il rompiscatole ma il glossario appare all'inizio della bozza.E' limitato ad 8 punti di cui solo 4 riguardano termini informatici (gli altri quattro sono "Ministero", "abilitazione", "Impresa abilitata" e "albo nazionale"... capirai che gran glossario.E poi la definizione dei quattro punti tecnici è volutamente estremamente generalizzata a tal punto che può portare a diversissime interpretazioni, per esempio su cosa è "rete pubbilca di comunicazione elettronica" (il router ADSL di casa mia è anche server web, essendo per definizione collegato ad Internet ed esponendo anche dei servizi al pubblico sulla porta 80 ma non solo, è rete pubblica secondo il punto c) del glossario Articolo 1 ???). E se mi dici NO mi spieghi il perchè. E mi spieghi perché lo stesso firewall che usa il mio provider invece è rete pubblica. Ah, e lo stesso router io lo ho messo davanti ad un mio trafficatissimo server presso un hosting provider. E' rete pubblica ?Potremmo metterla chiaramente sul concetto di "proprietà dell'apparato", le definizioni sarebbero da rifare ma molto più chiare.
        siccome credo non ci siano più di dieci prese telefoniche cadi nel caso di esclusione previsto dall'articolo 10.Questo che dici tu non è quanto è stato inteso da molti altri (cerca sul blog di Quintarelli, per esempio). "limpianto interno di comunicazione elettronica, indipendentemente dalla sua complessità e dalla larghezza di banda offerta dalloperatore di rete, ha una capacità non superiore a dieci punti di utilizzo finale"Non ci sono solo le prese telefoniche a costituire punto di utilizzo finale, ma anche tutto il resto (pc, stampanti, smartphones...).Un ACCESS POINT qualsiasi è fuori legge di fatto, perché è sull'impianto interno, ed ha una capacità superiore ai 10 punti di acXXXXX.Non mi sembra ci siano altre vie interpretative, se non definendo meglio cosa è "l'impianto interno di comunicazione elettronica".La cosa più allucinante è che... SIAMO QUI A FARCI QUESTE DOMANDE. Dovrebbe essere tutto chiaro, invece non lo è ! Stamo perdendo un mucchio di tempo a causa di un manipolo di incompetenti totali.
        • shevathas scrive:
          Re: Non ci capisco niente !

          E poi la definizione dei quattro punti tecnici è
          volutamente estremamente generalizzata a tal
          punto che può portare a diversissime
          interpretazioni, per esempio su cosa è "rete
          pubbilca di comunicazione elettronica" (il router
          ADSL di casa mia è anche server web, essendo per
          definizione collegato ad Internet ed esponendo
          anche dei servizi al pubblico sulla porta 80 ma
          non solo, è rete pubblica secondo il punto c) del
          glossario Articolo 1 ???). non dovrebbe esserlo in quanto non è un apparato usato da parte tua per fornire servizi di comunicazione rivolti al pubblico. Dubito che persone sconosciute si colleghino alla rete internet attraverso la tua rete. Facendo un esempio è come il registro degli autonoleggi: per fare l'impresa di noleggi automobili devi essere iscritto, ma se non sei iscritto puoi sempre prestare la tua macchina ad un tuo amico.
          E mi spieghi perché lo stesso
          firewall che usa il mio provider invece è rete
          pubblica. perché invece il tuo provider "fornisce" connettività mediante reti pubbliche. Il tuo provider è collegato direttamente con la rete, tu invece accedi mediante il tuo provider ma non sei collegato direttamente. Come dire: lui è un autonoleggio, tu sei un privato anche se avete la stessa macchina.
          Ah, e lo stesso router io lo ho messo
          davanti ad un mio trafficatissimo server presso
          un hosting provider. E' rete pubblica
          ?no in quanto il punto di acXXXXX alla rete pubblica ti viene fornito dall'hosting provider, tu non accedi fisicamente in maniera diretta alla rete ma mediante il tuo hosting provider.
          Questo che dici tu non è quanto è stato inteso da
          molti altri (cerca sul blog di Quintarelli, per
          esempio).
          c'è ambiguità sul concetto di punto finale, il punto finale da quel che so dovrebbe essere il punto di collegamento fra la rete pubblica e la tua eventuale rete privata. E' formulato male e credo verrà modificato/esplicato meglio.
          Non ci sono solo le prese telefoniche a
          costituire punto di utilizzo finale, ma anche
          tutto il resto (pc, stampanti,
          smartphones...).
          che a rigor di logica dovrebbero essere terminali e non punti di utilizzo finale. tanto per dirti un router switch dovrebbe essere un punto di terminazione a cui si collegano gli apparati per uscire. Non importa quanta roba passi da quella porta, l'importante è che la porta sia unica.
          Un ACCESS POINT qualsiasi è fuori legge di fatto,
          perché è sull'impianto interno, ed ha una
          capacità superiore ai 10 punti di
          acXXXXX.
          irrilevante. sono punti di acXXXXX alla tua rete interna. il punto di acXXXXX alla rete esterna è, per la maggior parte della abitazioni, unico.
          La cosa più allucinante è che... SIAMO QUI A
          FARCI QUESTE DOMANDE. Dovrebbe essere tutto
          chiaro, invece non lo è ! Stamo perdendo un
          mucchio di tempo a causa di un manipolo di
          incompetenti
          totali.tristemente quoto.
          • nicknack scrive:
            Re: Non ci capisco niente !
            La tua interpretazione è bella ed elegante; diciamo che la prendo per buona e oggi mi regolo di conseguenza.Cosa risponderò quando fra qualche anno qualcuno avrà finito di grattare il fondo del barile ed avendo bisogno di altri soldi busserà alla mia porta dicendomi che questa interpretazione non è corretta e che devo pagare x migliaia di di multa?Il problema è che quando c'è troppo spazio per l'interpretazione c'è spazio sia in un senso che nell'altro. E la tua interpretazione mi sembra troppo aderente alla realtà già esistente; se non serve per cambiare qualcosa allora perché fare una legge? Il problema è che oggi secondo qualcuno c'è troppa libertà, meglio imporre l'uso soltanto dei box omologati e magari configurati da remoto per usare la rete solo per i servizi ufficiali offerti da X o da Y (intendo tv, radio, news, giochi, shopping..., ci siamo capiti, no?) ed impedirvi di usare i servizi VoIP o altro. Questo è solo il primo indispensabile passo...il controllo totale del vostro traffico si avvicina...
          • panda rossa scrive:
            Re: Non ci capisco niente !
            - Scritto da: shevathas
            non dovrebbe esserlo in quanto non è un apparato
            usato da parte tua per fornire servizi di
            comunicazione rivolti al pubblico. Dubito che
            persone sconosciute si colleghino alla rete
            internet attraverso la tua rete. Quindi hanno di fatto reso TOR illegale?
          • shevathas scrive:
            Re: Non ci capisco niente !
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: shevathas


            non dovrebbe esserlo in quanto non è un apparato

            usato da parte tua per fornire servizi di

            comunicazione rivolti al pubblico. Dubito che

            persone sconosciute si colleghino alla rete

            internet attraverso la tua rete.

            Quindi hanno di fatto reso TOR illegale?tor lavora ai livelli 1/2 della pila iso/osi ?
          • entromezzanotte scrive:
            Re: Non ci capisco niente !
            Mi sa che la tua interpretazione soffre di un grosso problema di interpretazione: la bozza parla chiaramente di "impianto interno di comunicazione elettronica" e dei suoi "dieci punti di utilizzo finale".Ripeto: impianto INTERNO e punti di UTILIZZO FINALE.Triste ma vero.Edit: confermo, le due parole "impianto interno di comunicazione elettronica" e "punto di utilizzo finale" sono ben definiti nel glossario. C'è esplicitamente scritto che "impianto interno" è ubicato nel fondo del proprietario. E "punto di utilizzo finale" e quello "a valle di un impianto interno di comunicazione".Più chiari di così si muore (strano perché in altri casi sono stato io stesso a denunciare mancanza di glossario, ma mi riferivo ad altre parti del testo).Da ciò quindi ne deduco che se compro uno switch 16 porte e un router adsl allora sono fuori legge. Per l'AP possiamo ancora discuterne.Ah, io a casa mia sono già fuori legge, di fatto.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 aprile 2011 17.21-----------------------------------------------------------
          • shevathas scrive:
            Re: Non ci capisco niente !

            Edit: confermo, le due parole "impianto interno
            di comunicazione elettronica" e "punto di
            utilizzo finale" sono ben definiti nel glossario.
            C'è esplicitamente scritto che "impianto interno"
            è ubicato nel fondo del proprietario. E "punto di
            utilizzo finale" e quello "a valle di un impianto
            interno di
            comunicazione".
            Più chiari di così si muore (strano perché in
            altri casi sono stato io stesso a denunciare
            mancanza di glossario, ma mi riferivo ad altre
            parti del
            testo).però se vai a leggere bene il punto 2 dell'articolo 10 parla di allacciamento di un terminale ad un punto di utilizzo finale generalmente si parla di allacciamento quando si parla di connessione alla rete fisica. Riguardo al punto "a valle" per sciogliere l'ambiguità bisognerebbe sapere cosa sia da considerare "a monte", c'è da dire che il termine "terminazione" generalmente viene usato per indicare il punto di connessione della rete telefonica interna della casa con la rete telefonica pubblica.E' un decreto scritto in legal burocratichese ma credo che a brevissimo salteranno fuori note esplicative.
          • nicknack scrive:
            Re: Non ci capisco niente !
            Chi ha scritto questa norma è un genio. Se non ci fosse l'articolo 10, che apparentemente è stato inserito a tutela dei consumatori, un'interpretazione restrittiva dell'art. 1 (dove si parla di installazione di apparecchiature terminali) avrebbe eliminato i problemi relativi alla rete interna. Invece l'articolo 10 introduce 2 elementi di ambiguità: innanzitutto nel secondo comma si utilizza la parola terminale per indicare il pc o il telefono (o comunque un apparecchio), con un significato ben diverso quindi da quanto indicato al punto b dell'art. 1 (nel glossario), in secondo luogo si parla di una "capacità" non superiore a dieci punti di utilizzo finale comprendendo quindi qualsiasi router in commercio e sicuramente la mia Fritz!Box alla quale già oggi sono attaccati 10 apparecchi (2 telefoni cordless, 1 telefono analogico, 1 media player, 2 PC, 1 laptop, 1 netbook e 2 cellulari nokia).Se mio figlio mi chiede una XBox o una playstation lo mando direttamente dal ministro...
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Non ci capisco niente !
            Possibilmente adeguatamente attrezzato per fraggarlo ;-)
        • Francesco scrive:
          Re: Non ci capisco niente !
          - Scritto da: entromezzanotte

          La cosa più allucinante è che... SIAMO QUI A
          FARCI QUESTE DOMANDE. Dovrebbe essere tutto
          chiaro, invece non lo è ! Stamo perdendo un
          mucchio di tempo a causa di un manipolo di
          incompetenti
          totali.La cosa veramente allucinante è l'assouta incompetenza non tanto dei politici (che non devo essere dei tecnici) quanto dei "tecnici" che a quanto pare sono tiusciti a scrivere l'ennesima legge incomprensibile e che (se approvata) darà adito alla solita italica marea di ricorsi, interpretazioni e sotterfigi.Purtroppo accade sempre così, basta vedere tante altre leggi, di qualsiasi argomento e scritte sotto qualsiasi bandiera.bye
      • Grullo scrive:
        Re: Non ci capisco niente !

        gli utenti possono provvedere autonomamente
        ... quando limpianto interno di comunicazione
        elettronica ... ha una capacità non superiore a
        dieci punti di utilizzo finalequindi tutti i router in commercio oggi sono illegali: quando va male hanno 100 IP, ma spesso 255.A casa mia tra: PC, stampante, telefoni, TV, PC, STB, radio internet, eBook reader sono già oltre dieci periferiche ... e siamo in due ... e il mio frigo, forno e lavatrice sono ancora periferiche dumb ... :-)
        • Valeren scrive:
          Re: Non ci capisco niente !
          Però si parla di *capacità*, non di *utilizzo*.Mai visto un router che supporti solo 10 macchine ( e di certo non lo prenderei! )
          • Grullo scrive:
            Re: Non ci capisco niente !
            Infatti sono partito col dire che sono tutti illegali quelli in commercio
  • mix scrive:
    Vergognoso
    Ho letto la bozza. Praticamente saranno in pochi a soddisfare tutti i requisiti.Ma io dico, questi politici non possono semplicemente copiare le leggi da paesi piu esperti in questa materia come Germania o USA?Dico copiare, non pensare. Sarebbe piu giusto e li voterei volentieri.
    • W.O.P.R. scrive:
      Re: Vergognoso
      Guarda che i legiferatori italiani non sono più stupidi dei legiferatori di altri paesi, anzi è più probabile il contrario.Sono solo più ladri, più furbi, oppure devono fare un favore a qualche lobby.Magari fossero scemi. Almeno non farebbero danni così.
  • Carlo scrive:
    altre misure protezionistiche ?
    ... bene, è proprio quello di cui l'Italia ha bisogno ... :-(
Chiudi i commenti