Telecom Italia, Unico è da rifare?

L'Agcom sospende l'offerta convergente che integra telefonia fissa e mobile e invita l'ex monopolista a ripresentare l'offerta consentendo agli altri operatori di replicarla

Roma – “Unico” di nome e, per il momento, anche di fatto. Almeno secondo l’ Agcom , che ha giudicato “non replicabile” l’ offerta convergente di Telecom Italia il cui lancio commerciale era previsto in luglio.

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha infatti bloccato l’offerta ancor prima della sua commercializzazione, sospendendola e invitando l’incumbent a presentare una nuova proposta “in termini di replicabilità”. È quanto riferito dal presidente dell’organismo di garanzia, Corrado Calabrò, a margine del convegno La svolta digitale promosso dalla fondazione Luigi Einaudi e da It Media a Roma.

“È già in atto, da questa mattina, un confronto con Telecom – ha precisato ieri Calabrò – per vedere se l’azienda valuterà di ripresentare l’offerta in termini di replicabilità”. Dell’offerta Unico, ha continuato, se ne è occupato il Consiglio la scorsa settimana e tra le questioni affrontate c’è anche quella dei prezzi del servizio offerto.

Il presidente ha poi riferito che la scorsa settimana è stata ascoltata in audizione anche Vodafone , in qualità di operatore interessato alla possibilità di offrire soluzioni convergenti e, conversando con i giornalisti, ha aggiunto che esistono varie altre “possibilità tecniche” per mettere in grado gli operatori concorrenti di riproporre offerte analoghe: “È un discorso di capacità tecnologica e anche di prezzi”. Pertanto, allo stato attuale non è dato sapere quando Telecom Italia sarà in grado di proporre commercialmente l’offerta, poiché dipenderà da ciò che emergerà dai tavoli tecnici in atto.

L’integrazione fisso-mobile è tuttora al centro di un’indagine che l’Authority ha avviato ad inizio mese “sulle attuali offerte di servizi convergenti di telefonia fissa e telefonia mobile, per verificare la loro replicabilità da parte di tutti gli operatori”. Affidata a Maria Cristina Giorgini, funzionario della Direzione Analisi dei Mercati, Concorrenza e Assetti, l’indagine avrà una durata complessiva di 120 giorni e sarà finalizzata, tra l’altro, a verificare l’opportunità di un intervento regolamentare.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pppaolo scrive:
    Statistiche poco attendibili?
    Scusate, ma anni fa gli statistici non co avevano detto che due teri degli italiani erano utenti piu' o meno abituali di computer e Internet?Non e' che giocano con le statistiche come gli pare, tanto per prenderci in giro, o per chissa' he fini 8vendite, etc)?Paolo
    • Anonimo scrive:
      Re: Statistiche poco attendibili?
      - Scritto da: pppaolo
      Scusate, ma anni fa gli statistici non co avevano
      detto che due teri degli italiani erano utenti
      piu' o meno abituali di computer e
      Internet?
      Non e' che giocano con le statistiche come gli
      pare, tanto per prenderci in giro, o per chissa'
      he fini 8vendite,
      etc)?Che c'entra scusa? Bisogna vedere com'è fatto il sondaggio.Personalmente, conosco tantissime persone che, anche sul lavoro, usano continuamente il computer, per leggere la posta, scrivere in word eccetera.Ma che poi hanno difficoltà a fare cose apparentemente banali come fare una copia di un documento sul disco rigido o salvarlo in un formato differente o salvarlo in un'altra cartella, o addirittura installare un programma.Insomma, che tutti ormai usino un pc è un dato di fatto, ma la maggior parte delle persone accende il pc e svolge dei compiti che non richiedono la comprensione del funzionamento del pc, e dunque in definitiva non sanno usarlo: sanno solo fare alcune operazioni che hanno imparato in maniera meccanica.
  • gian_d scrive:
    Re: Il solito "rivoluzionario"...
    - Scritto da:
    Alla maggior parte della gente importa poter
    usare i loro bei computer senza complicazioni ti riferisci a questi?http://www.aiutopc.com/forums/viewforum.php?f=2http://www.aiutopc.com/forums/viewforum.php?f=3http://www.aiutopc.com/forums/viewforum.php?f=5
    • Anonimo scrive:
      Re: Il solito "rivoluzionario"...
      - Scritto da: gian_d

      - Scritto da:


      Alla maggior parte della gente importa poter

      usare i loro bei computer senza complicazioni

      ti riferisci a questi?

      http://www.aiutopc.com/forums/viewforum.php?f=2

      http://www.aiutopc.com/forums/viewforum.php?f=3

      http://www.aiutopc.com/forums/viewforum.php?f=5
      E allora? Vai a vedere quanti ce ne sono di persone con problemi nei canali irc di irc.debian.org (opennetwork) o nei vari forum linuxiani e ne riparliamo.
      • gian_d scrive:
        Re: Il solito "rivoluzionario"...
        - Scritto da:

        - Scritto da: gian_d



        - Scritto da:




        Alla maggior parte della gente importa poter


        usare i loro bei computer senza complicazioni



        ti riferisci a questi?



        http://www.aiutopc.com/forums/viewforum.php?f=2



        http://www.aiutopc.com/forums/viewforum.php?f=3



        http://www.aiutopc.com/forums/viewforum.php?f=5


        E allora? Vai a vedere quanti ce ne sono di
        persone con problemi nei canali irc di
        irc.debian.org (opennetwork) o nei vari forum
        linuxiani e ne
        riparliamo.Non ho detto che Linux non dia problemi, ho detto che i problemi insormontabili si incontrano anche con Windows.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il solito "rivoluzionario"...
          - Scritto da: gian_d

          - Scritto da:



          - Scritto da: gian_d





          - Scritto da:






          Alla maggior parte della gente importa poter



          usare i loro bei computer senza
          complicazioni






          ti riferisci a questi?






          http://www.aiutopc.com/forums/viewforum.php?f=2






          http://www.aiutopc.com/forums/viewforum.php?f=3






          http://www.aiutopc.com/forums/viewforum.php?f=5




          E allora? Vai a vedere quanti ce ne sono di

          persone con problemi nei canali irc di

          irc.debian.org (opennetwork) o nei vari forum

          linuxiani e ne

          riparliamo.

          Non ho detto che Linux non dia problemi, ho detto
          che i problemi insormontabili si incontrano anche
          con
          Windows."Insormontabili"? La gente che scrive su quei forums è composta per la maggior parte da smanettoni che combinano guai a go-go. La maggior parte della gente che usa windows quei problemi di certo non li ha. Se ne sta bella felice a usare i loro bei programmi senza tanti problemi. O se li ha tartassa un tecnico vobis/computer discount/chicchessia che di sicuro ha una risposta per la maggior parte dei problemi comuni.Se invece un utente linux ha problemi (e di certo prima o poi li ha) deve leggersi 200kg di manuali e se non capisce qualcosa è costretto ad arrangiarsi senza nessuno che lo aiuti (a meno che non usa un forum/irc o altro sperando soprattutto che tra un RTFM e l'altro gli rispondano)
          • Anonimo scrive:
            Re: Il solito "rivoluzionario"...
            - Scritto da:

            - Scritto da: gian_d



            - Scritto da:





            - Scritto da: gian_d







            - Scritto da:








            Alla maggior parte della gente importa
            poter




            usare i loro bei computer senza

            complicazioni









            ti riferisci a questi?









            http://www.aiutopc.com/forums/viewforum.php?f=2









            http://www.aiutopc.com/forums/viewforum.php?f=3









            http://www.aiutopc.com/forums/viewforum.php?f=5






            E allora? Vai a vedere quanti ce ne sono di


            persone con problemi nei canali irc di


            irc.debian.org (opennetwork) o nei vari forum


            linuxiani e ne


            riparliamo.



            Non ho detto che Linux non dia problemi, ho
            detto

            che i problemi insormontabili si incontrano
            anche

            con

            Windows.

            "Insormontabili"? La gente che scrive su quei
            forums è composta per la maggior parte da
            smanettoni che combinano guai a go-go. La maggior
            parte della gente che usa windows quei problemi
            di certo non li ha. Se ne sta bella felice a
            usare i loro bei programmi senza tanti problemi.
            O se li ha tartassa un tecnico vobis/computer
            discount/chicchessia che di sicuro ha una
            risposta per la maggior parte dei problemi
            comuni.

            Se invece un utente linux ha problemi (e di certo
            prima o poi li ha) deve leggersi 200kg di manuali
            e se non capisce qualcosa è costretto ad
            arrangiarsi senza nessuno che lo aiuti (a meno
            che non usa un forum/irc o altro sperando
            soprattutto che tra un RTFM e l'altro gli
            rispondano)Se la gente iniziasse ad accendere il cervello prima di accendere il pc non farebbe male (non parlo di te ma degli utenti niubbi abbestia). Problemi che si possono risolvere da soli? Ci sono infiniti forums su windows dove gente che non sa neanche cosa significa firewall posta anche per la minima cazzata.... Al contrario dei linari (non tutti ma la maggior parte) che prima di chiedere un qualcosa almeno provano a risolvere da soli, se poi non riescono è bene aiutarli. Nessuno è nato imparato però prima di porre un quesito ad altri è bene provare a smanettare in proprio.
          • gian_d scrive:
            Re: Il solito "rivoluzionario"...
            - Scritto da:
            "Insormontabili"? La gente che scrive su quei
            forums è composta per la maggior parte da
            smanettoni che combinano guai a go-go. La maggior
            parte della gente che usa windows quei problemi
            di certo non li ha. Se ne sta bella felice a
            usare i loro bei programmi senza tanti problemi.
            O se li ha tartassa un tecnico vobis/computer
            discount/chicchessia che di sicuro ha una
            risposta per la maggior parte dei problemi
            comuni.Sarà, ma ne ho visto parecchia di gente felice che non smanetta mai ma che viene a scassarmi le @@ per un sacco di problemini.E ne ho visti parecchi di computer portati all'assistenza per essere formattati.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il solito "rivoluzionario"...
    Spero davvero che tu sia solo un troll. :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Il solito "rivoluzionario"...
      - Scritto da:
      Spero davvero che tu sia solo un troll. :|No sono solo un utente stufo di questi mitomani linuxiani che ha deciso una buona volta di riportarli coi piedi per terra. E direi proprio che era ora che qualcuno lo facesse.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il solito "rivoluzionario"...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Spero davvero che tu sia solo un troll. :|

        No sono solo un utente stufo di questi mitomani
        linuxiani che ha deciso una buona volta di
        riportarli coi piedi per terra. E direi proprio
        che era ora che qualcuno lo
        facesse.OK, era un troll ed è in ottima compagnia, la tua.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bene allora avanti con Linux
    Bene, ora fatta la frase spiega in termini pratici come avvicineresti una persona a linux.Gli infili a tradimento un cd di knoppix, lo fai sbavare davanti a kde e poi cuocere nel suo brodo alla prima operazione che superi in complessità aprire il menu K e far partire il solitario.(Risultato quello il pc non lo accende più)Cerchi di fare il tecnico e gli procuri qualche Kg di manuali dove tutti si definiscono "guida praticha" "linux in 7 giorni" "linux facile" ma il più piccolo di questi misura 2,5 cm di spessore, con le pagine a grammatura minima ed i caratteri scritti in piccolo.(Risultato questo il pc non lo accende neanche la prima volta)Questa gente manca totalmente di ogni fondamento e linux anche solo per cominciare richiede skill molto più elevate
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene allora avanti con Linux
      - Scritto da:
      Bene, ora fatta la frase spiega in termini
      pratici come avvicineresti una persona a
      linux.Intanto dipende dalla persona, di chi stiamo parlando ? Per lavoro o per casa ?Diciamo una segretaria che usa mail, word, exel e un po' di web ?
      Gli infili a tradimento un cd di knoppix, lo
      fai sbavare davanti a kde e poi cuocere nel
      suo brodo alla prima operazione che superi
      in complessità aprire il menu K e far partire
      il solitario.
      (Risultato quello il pc non lo accende più)Gli metto XFCE con le 4 icone che gli servono direttamente nella barra di accesso e BASTA.E un manager a finestre per spostare i file come su windows.
      Cerchi di fare il tecnico e gli procuri
      qualche Kg di manuali dove tutti si
      definiscono "guida praticha" "linux in 7
      giorni" "linux facile" ma il più piccolo di
      questi misura 2,5 cm di spessore, con le
      pagine a grammatura minima ed i caratteri
      scritti in piccolo.Questo dipende fortemente da cosa deve fare: ad una segretaria no, ad uno sviluppatore si.
      (Risultato questo il pc non lo accende
      neanche la prima volta)Forse generalizzi lievemente (rotfl)
      Questa gente manca totalmente di ogni
      fondamento e linux anche solo per cominciare
      richiede skill molto più elevatePer cominciare ??? Stiamo parlando di un SO preinstallato vero ?? Allora dov'e' il problema ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene allora avanti con Linux
        Io sto parlando dei tizi qua dell'articolo che il lavoro di segretaria se lo sognano. E' tanto se scaricano le cassette della frutta al mercato
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene allora avanti con Linux
          - Scritto da:
          Io sto parlando dei tizi qua dell'articolo
          che il lavoro di segretaria se lo sognano.
          E' tanto se scaricano le cassette della
          frutta al mercatoQuesti tizi accendono il computer e clickano a caso, sicuramente non si sognano di installarsi nuovo hardwareo programmi senza chimare l'amico esperto; e mettergli davanti linux non gli cambia certo la vita, al massimo si prendono qualche virus in meno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene allora avanti con Linux
            Questi si piantano davanti alla schermata di login e cmq non dire che si beccano meno virus.Vero che ce ne sono di meno ma gli exploit non mancano di certo.Le distro "desktop" di default sono piene di falle e mancanze generalmente messe apposta per gestire il sistema da remoto e poi dimenticate.Sti tizi possono usare quello che vogliono, 9 su 10 che navigheranno in internet come root perchè pur non capendo un cax vorranno avere il controllo completo (e penso che sia sbagliato spaventarli e dirgli che usano root gli viene la scabbia)
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene allora avanti con Linux
            - Scritto da:
            Questi si piantano davanti alla schermata di
            login e cmq non dire che si beccano meno
            virus.

            Vero che ce ne sono di meno ma gli exploit non
            mancano di
            certo.
            Le distro "desktop" di default sono piene di
            falle e mancanze generalmente messe apposta per
            gestire il sistema da remoto e poi
            dimenticate.
            Sti tizi possono usare quello che vogliono, 9 su
            10 che navigheranno in internet come root perchè
            pur non capendo un cax vorranno avere il
            controllo completo (e penso che sia sbagliato
            spaventarli e dirgli che usano root gli viene la
            scabbia)Se gli dici così non rutteranno più per paura di ammalarsi :DComunque se uno non si vuole mettere almeno 10 minuti al giorno davanti al pc per imparare è molto meglio se il pc lo vendesse. E' come se io volessi prendere la patente ma non studiare o dare l'esame, con sto caxxo che la macchina me faranno portare. Stessa cosa per il pc, non dico di informatizzare chissàcome chissàquante persone ma almeno di rendere loro consapevoli di quello che fanno al pc, e win non è che renda più di tanto consapevoli visto che fai tutto con doppioclick, avanti avanti avanti. In ogni caso, qualunque OS sia installato sul pc, ci deve essere un minimo di consapevolezza e comprensione delle operazioni che si fanno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene allora avanti con Linux

            ma almeno di rendere loro consapevoli di quello
            che fanno al pc, e win non è che renda più di
            tanto consapevoli visto che fai tutto con
            doppioclick, avanti avanti avanti. In ogni caso,
            qualunque OS sia installato sul pc, ci deve
            essere un minimo di consapevolezza e comprensione
            delle operazioni che si
            fanno.Ma in fondo a loro non gli frega più di tanto. Vedono il pc come un curioso fratello maggiore del tostapane, una tv con qualche tasto in più.Al massimo ci intravedono uno strumento che deve funzionare senza far pensare a loro come lo fa (questo poi è proprio la filosofia spiccia dei mac).Linux obbliga a pensare e pensare fa male, lo dice maria de filippi @^
          • devil64 scrive:
            Re: Bene allora avanti con Linux
            - Scritto da:


            ma almeno di rendere loro consapevoli di quello

            che fanno al pc, e win non è che renda più di

            tanto consapevoli visto che fai tutto con

            doppioclick, avanti avanti avanti. In ogni caso,

            qualunque OS sia installato sul pc, ci deve

            essere un minimo di consapevolezza e
            comprensione

            delle operazioni che si

            fanno.


            Ma in fondo a loro non gli frega più di tanto.
            Vedono il pc come un curioso fratello maggiore
            del tostapane, una tv con qualche tasto in
            più.
            Al massimo ci intravedono uno strumento che deve
            funzionare senza far pensare a loro come lo fa
            (questo poi è proprio la filosofia spiccia dei
            mac).

            Linux obbliga a pensare e pensare fa male, lo
            dice maria de filippi
            @^Mitico(linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene allora avanti con Linux
            "Questi si piantano davanti alla schermata di login e cmq non dire che si beccano meno virus.Vero che ce ne sono di meno ma gli exploit non mancano di certo.Le distro "desktop" di default sono piene di falle e mancanze generalmente messe apposta per gestire il sistema da remoto e poi dimenticate.Sti tizi possono usare quello che vogliono, 9 su 10 che navigheranno in internet come root perchè pur non capendo un cax vorranno avere il controllo completo (e penso che sia sbagliato spaventarli e dirgli che usano root gli viene la scabbia)"stai parlando dei tuoi cuggini e parenti affini ecollaterali fino al terzo grado mi immagino: siete tutti cosi, complimenti
          • devil64 scrive:
            Re: Bene allora avanti con Linux
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Io sto parlando dei tizi qua dell'articolo

            che il lavoro di segretaria se lo sognano.

            E' tanto se scaricano le cassette della

            frutta al mercato

            Questi tizi accendono il computer e clickano a
            caso, sicuramente non si sognano di installarsi
            nuovo hardwareo programmi senza chimare l'amico
            esperto; e mettergli davanti linux non gli cambia
            certo la vita, al massimo si prendono qualche
            virus in
            meno.Bravo. Se si clicca a caso su linux hai lo stesso effetto che su win, ma almeno su linux non fai danni.saluti
          • francescor82 scrive:
            Re: Bene allora avanti con Linux
            - Scritto da: devil64
            Bravo. Se si clicca a caso su linux hai lo stesso
            effetto che su win, ma almeno su linux non fai
            danni.
            salutiNo, non l'ho capita. :|
          • devil64 scrive:
            Re: Bene allora avanti con Linux
            - Scritto da: francescor82
            - Scritto da: devil64

            Bravo. Se si clicca a caso su linux hai lo
            stesso

            effetto che su win, ma almeno su linux non fai

            danni.

            saluti

            No, non l'ho capita. :|Tu stai presupponendo di mettere un utonto davanti ad uno schermo a sclikkazzare a caso.Il risultato che ne sortirà sarà il medesimo con una differenza il SO linux è intrinsecamente più protetto e sicuro di WIN, quindi la probabilità di fare danni al SO sarà quasi nulla.Ora non venire a raccontare che WIN e sicuro e solido come una roccia, basta che clicchi si un virus per aver compromesso il SO.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene allora avanti con Linux
            1° Regola del niubbo: voler avere il controllo completo senza sapere cosa si sta controllando.Questi ti si loggano come root vedono una cartella che si chiama /bin e per una volta che fanno un associazione di idee fanno subito quella sbagliata:In Win 95 Inglese il Cestino è chiamato Recicle Bin quindi se in sto linux c'è /bin, per forza è il cestino
    • devil64 scrive:
      Re: Bene allora avanti con Linux
      - Scritto da:
      Bene, ora fatta la frase spiega in termini
      pratici come avvicineresti una persona a
      linux.
      Io ho iniziato con VAX/VMS 750 a livello terminale come super-user. Poi ho proseguito con il dos.Quindi all'inizio se usi la tastiera non ti fa male.Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene allora avanti con Linux
        Questo l'avrai fatto 20 anni fa se andava bene ed a quel tempo tutti coloro che volevano avvicinarsi all'informatica dovevano digerirsi la pappa data da tastiera, a leggersi riviste che erano più delle raccolte di codici sorgenti ed a bagnarsi come cicciolina in calore quando sullo schermo il programma funzionava indicando un msg striminzito quanto atteso con ansia.Ora siamo nel 2006. I computer per gli utenti sono dei semi elettrodomestici che funzionano (o almeno ci provano) con 3 tasti, le riviste non scrivono un articolo o una guida se non possono riempirla di parole tipo "è facile bel bambino fidati!" e tante fotografie piene di tondini su dove cliccare ed il programma quando funziona (dopo che uno ha dovuto solo configurargli due cavolate) non solo ti fa i complimenti e ti chiede l'indirizzo per farti spedire a casa la laurea ad honoris causa ma fa partire anche fanfara.wav perchè così non ti senti un completo imbecille per essere riuuscito a configurare ms hearts.I tempi sono cambiati purtroppo..
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene allora avanti con Linux

      Questa gente manca totalmente di ogni fondamento
      e linux anche solo per cominciare richiede skill
      molto più elevatehai torto marcio: linux è piu semplice da installare e da usare, se si parte da zerotra l'altro si risparmia all'utente l'incredibile e complicatissima scocciatura di antiqui antila firewall etc etc e tutto quanto riguarda il bel mondo di quel colabrodo schifoso di windows
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene allora avanti con Linux
        Hai mai provato a portare linux ad uno che comincia da zero ? Io l'ho fatto ed ho dovuto desistere...
        • gian_d scrive:
          Re: Bene allora avanti con Linux
          - Scritto da:
          Hai mai provato a portare linux ad uno che
          comincia da zero ? Io l'ho fatto ed ho dovuto
          desistere...Quoto, anche io ho dovuto desistere quando ho cercato di far compilare il kernel al mio cane.
    • gian_d scrive:
      Re: Bene allora avanti con Linux
      - Scritto da:
      Bene, ora fatta la frase spiega in termini
      pratici come avvicineresti una persona a
      linux.
      magari facendoglielo trovare preinstallato e preconfigurato come succede per Windows?Spiegami come avvicineresti una persona a Windows dandogli un pc vergine e un CD di windows. Sei sicuro sicuro che riuscirebbe ad installarlo?
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene allora avanti con Linux
        E finisce lì vero ?Preinstallato linux va con dio e non rompere ?Windows si può imparare in autonomia senza libri e manuli, linux no.
        • gian_d scrive:
          Re: Bene allora avanti con Linux
          - Scritto da:
          E finisce lì vero ?
          Preinstallato linux va con dio e non rompere ?
          Windows si può imparare in autonomia senza libri
          e manuli, linux
          no.Per almeno tre mesi non ho più messo piede nell'aula d'informatica eppure i piccì li hanno usati tranquillamente per tutto questo periodo. E non c'è nessun manuale a portata di mano.Cmq se ti gustano le leggende metropolitane buon per te, a me non me ne frega un piffero, per me fanno riferimento le mie esperienze.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene allora avanti con Linux
            E allora non stare a girare sui forum visto che conosci la verità suprema
          • gian_d scrive:
            Re: Bene allora avanti con Linux
            - Scritto da:
            E allora non stare a girare sui forum visto che
            conosci la verità
            supremaMa io ci giro per farla conoscere, 'gnurant 8)
  • Anonimo scrive:
    Ma sanno usare il joystic
    E all'estero, sopratutto le tedesche, lo sanno benissimo senza dover fare sondaggi (rotfl) :p :D :$
  • Anonimo scrive:
    Gli italiani sono geni del computer..
    Chiunqe definisce se stesso in questo modo anche se sa a mala pena trovare il pulsante per accenderlo, la percentuale sale al 150% tra gli studenti (rotfl)Questa piccola cosa tra le tante altre rafforza la convinzione che hanno di noi all'estero di pusillanimi e bugiardi.Possiamo darli torto? :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli italiani sono geni del computer.
      - Scritto da:
      Questa piccola cosa tra le tante altre rafforza
      la convinzione che hanno di noi all'estero di
      pusillanimi e
      bugiardi.

      Possiamo darli torto? :| ^^^^^ ignoranti, sopratutto
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli italiani sono geni del computer.


        Possiamo darli torto? :|
        ^^^^^

        ignoranti, sopratuttoed ancora piu' ignoranti quando corregono frasi esatte, perche' sono ignoranti e credono di sapere (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          ignoranti cvd
          pusillanime è un vile uno spirito debole, dal latino pusillus: molto piccolo; dunque non capisco come si possa definire "pusillanime" chi non sa usare il mouse, forse lo è chi ha paura dei topi, ma non chi non sa usare "il topo", cmq abbiamo dimostrato che "x" italiani sono ignoranti, cvd.p.s.non è che io sia un "professorone" leggevo Topolino da piccolo e zio Paperone appellava così il povero Paperino ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: ignoranti cvd

            pusillanime è un vile uno spirito debole, dal
            latino pusillus: molto piccolo; dunque non
            capisco come si possa definire "pusillanime" chi
            non sa usare il mouse, E sopratutto non si capisce dove tu abbia letto una tal cosa.E' chiaro che la definizione l'hai letta in un vocabolario ma dove hai letto che chi non sa usare il mouse sia pusillanime rimane un mistero.Se ti riferisci al primo post si puo' evincere che viene dato del pusillanime non a chi non sa utilizzare il mouse ma a chi con scarse conoscenze informatiche si proclama esperto per ottenerne dei vantaggi.
            forse lo è chi ha paura
            dei topi, ma non chi non sa usare "il topo", cmq
            abbiamo dimostrato che "x" italiani sono
            ignorantiNo! Qui e' stato dimostrato che sicuramente una persona ha difficolta' oggettive a comprendere un testo scritto.
            cvd.
            p.s.
            non è che io sia un "professorone" Questo e' sicuro.
            leggevo
            Topolino da piccolo e zio Paperone appellava così
            il povero Paperino
            ;-)Dovresti allargare i tuoi interessi a qualcosa che di diverso dai fumetti, ma forse e' meglio di no. :|
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Gli italiani sono geni del computer.
      - Scritto da:
      Chiunqe definisce se stesso in questo modo anche
      se sa a mala pena trovare il pulsante per
      accenderlo, la percentuale sale al 150% tra gli
      studenti
      (rotfl)Non c'è bisogno di andare nelle scuole... Il problema è che dalla maggioranza degli italiani, il primo che sa installare e configurare Windows viene subito eticchettato "genio del computer".Un esempio? Mia cugina si sposa tra poco, sua madre parlava del futuro marito come di un "leone dell'informatica"... Poi l'ho conosciuto e ho scoperto che il leone era un comune cacciavitaro assembla pc sparagestionaliVB, ci ho parlato due minuti, appena gli ho detto che non uso Windows e che uso linux mi ha detto "che programma è linux? Non lo conosco."TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli italiani sono geni del computer.
        lin ux ? ehmm.. forse una libreria per avere le icone colorate in VB... (ghost)
        • TADsince1995 scrive:
          Re: Gli italiani sono geni del computer.
          - Scritto da:
          lin ux ? ehmm.. forse una libreria per avere le
          icone colorate in VB...
          (ghost)Chissà che non gli sia passato per la testa... Io non dico che tutti dobbiamo sapere usare linux, per carità, ma ormai oggi un "informatico" che linux non sa neanche cosa è, è assolutamente allucinante.TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli italiani sono geni del computer.

            Chissà che non gli sia passato per la testa... Io
            non dico che tutti dobbiamo sapere usare linux,
            per carità, ma ormai oggi un "informatico" che
            linux non sa neanche cosa è, è assolutamente
            allucinante.

            TADForse e' un'informatico che lavora con il computer e non lo utilizza per giocare. (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli italiani sono geni del computer.
            - Scritto da:

            Chissà che non gli sia passato per la testa...

            Io non dico che tutti dobbiamo sapere usare

            linux, per carità, ma ormai oggi un

            "informatico" che linux non sa neanche cosa

            è, è assolutamente allucinante.

            TAD
            Forse e' un'informatico che lavora con il
            computer e non lo utilizza per giocare.
            (rotfl)Infatti basta aprire una rivista di videogiochi per vedere qual e' il SO richiesto per giocare...(rotfl)(rotfl)
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Gli italiani sono geni del computer.

            Forse e' un'informatico che lavora con il
            computer e non lo utilizza per giocare.
            (rotfl)Immagino sia una battuta. Si può essere informatici anche usando Windows, questo non lo nego, ma un informatico che non sa neanche cosa sia linux è come un meccanico che conosce solo i motori fiat e quando vede un motore ford non ti sa dire dov'è la testata anche se ce l'ha davanti.TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli italiani sono geni del computer.
        - Scritto da: TADsince1995

        - Scritto da:

        Chiunqe definisce se stesso in questo modo anche

        se sa a mala pena trovare il pulsante per

        accenderlo, la percentuale sale al 150% tra gli

        studenti

        (rotfl)

        Non c'è bisogno di andare nelle scuole... Il
        problema è che dalla maggioranza degli italiani,
        il primo che sa installare e configurare Windows
        viene subito eticchettato "genio del
        computer".


        TADIo mi limiterei a dire installare e basta. Anche perchè quanti poi lo configurano per bene? Considerando che io per configurare intendo anche installare i software giusti in caso di win. Un sacco di gente mi ha etichettato come hacker o genio del computer solo per avergli installato win sul pc :( Ed è inutile che gli spieghi "questo non vuol dire saper usare il pc" tanto ti rispondono "seee, tu se studi un po' ti prendono a windows (non a microsoft eh)". Ma finchè anche a scuola si continuerà ad usare solo win è logico che il 90% dei ragazzi associerà il sapersmanettareunpo'conwin a stelladelpc. E' la stessa cosa con tutto... anche con la musica dove saper suonare il pianoforte coome baglioni (....) significa essere un grande pianista.
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli italiani sono geni del computer.

          Io mi limiterei a dire installare e basta. Anche
          perchè quanti poi lo configurano per bene?
          Considerando che io per configurare intendo anche
          installare i software giusti in caso di win. Un
          sacco di gente mi ha etichettato come hacker o
          genio del computer solo per avergli installato
          win sul pc :( Ed è inutile che gli spieghi
          "questo non vuol dire saper usare il pc" tanto ti
          rispondono "seee, tu se studi un po' ti prendono
          a windows (non a microsoft eh)". Ma finchè anche
          a scuola si continuerà ad usare solo win è logico
          che il 90% dei ragazzi associerà il
          sapersmanettareunpo'conwin a stelladelpc. E' la
          stessa cosa con tutto... anche con la musica dove
          saper suonare il pianoforte coome baglioni (....)
          significa essere un grande
          pianista.Gia' dal tuo post si smentisce la tesi del primo post: gli italiani sono ignoranti ma si vantano di sapere, visto che almeno un italiano sa ma non se ne vanta.Sei italiano, vero? :| :pSono d'accordo che non esistono i "geni" un tecnico e' un tecnico se e' specializzato sara' molto bravo in quel settore tutto qui.
  • Anonimo scrive:
    Come ricerca non è poi così autorevole
    Prenderei comunque i risultati un po' con le pinze, visto che non sono inclusi un bel po' di paesi (Francia, Spagna, Olanda, Belgio e Finlandia, per dire solo i più significativi), quindi non è poi così rappresentativo...E comunque, per favore smettetela di parlare di emigrare come una panacea: certo, professionalmente impari un sacco, ma il costo in termini umani è ben alto! Provate ad avere figli e nipoti che neanche vi capiscono quando gli parlate in Italiano e poi mi dite...
  • Anonimo scrive:
    Ma che si mettino d'accordo
    siamo o non siamo il primo paese europeo di scariconi piduestofili? Hanno detto di SI?Allora sappiamo usare il mouse!
  • Anonimo scrive:
    La mia opinione
    Io non credo che i giovani di oggi (cmq ho 21 anni non sono vecchio neanche io) siano poi così stupidi di loro. La cosa grave è che cercano in tutti i modi di emulare la filosofia di pensiero per lo più americana dei film quindi capita di vedere giovani per i quali l'unico scopo della vita è andare in stazione a fare breakdance per terra (solo un po' di sporcizia...) o sfondare nel campo dello spettacolo. In secoundis incolpo anche tutte le aziende che in generale hanno fatto sì che per utilizzare un minimo di tecnologia in Italia si debba sborsare parecchi soldi (vedi i costi dell'ADSL, e se non ci fosse stata la Tiscali la Telecom ci farebbe ancora pagare l'abbonamento per la 56K). Anche il sistema scolastico cmq non è privo di colpe (come anche i genitori ovviamente).
    • Alessandrox scrive:
      Re: La mia opinione
      - Scritto da:
      Io non credo che i giovani di oggi (cmq ho 21
      anni non sono vecchio neanche io) siano poi così
      stupidi di loro. La cosa grave è che cercano in
      tutti i modi di emulare la filosofia di pensiero
      per lo più americana dei film quindi capita di
      vedere giovani per i quali l'unico scopo della
      vita è andare in stazione a fare breakdance per
      terra (solo un po' di sporcizia...) o sfondare
      nel campo dello spettacolo. Ma basterebbe imitare anche i NERDs.... solo che non fanno mai tendenza :DE poi forse i nerds non possono ogni tanto fare anche breakdance alla stazione? Giusto per non farsi venire la gobba a forza di stare tutto il giorno davanti al PC...Un' idea ehh solo un' idea
    • Anonimo scrive:
      Re: La mia opinione
      - Scritto da:
      Io non credo che i giovani di oggi (cmq ho 21
      anni non sono vecchio neanche io) siano poi così
      stupidi di loro. La cosa grave è che cercano in
      tutti i modi di emulare la filosofia di pensiero
      per lo più americana dei film quindi capita di
      vedere giovani per i quali l'unico scopo della
      vita è andare in stazione a fare breakdance per
      terra (solo un po' di sporcizia...) o sfondare
      nel campo dello spettacolo. In secoundis incolpo
      anche tutte le aziende che in generale hanno
      fatto sì che per utilizzare un minimo di
      tecnologia in Italia si debba sborsare parecchi
      soldi (vedi i costi dell'ADSL, e se non ci fosse
      stata la Tiscali la Telecom ci farebbe ancora
      pagare l'abbonamento per la 56K). Anche il
      sistema scolastico cmq non è privo di colpe (come
      anche i genitori
      ovviamente).Io penso sia soprattutto colpa delle scuole italiane dove usare la testa non conta, l'importante è avere voti alti. Einstein è stato un grande proprio perchè sin da piccolo cercava di capire le cose con la propria testa e riflettendoci su. Non come molti ragazzi di oggi (ma anche di ieri) che non sanno far altro che leggere 50 volte 1-2 pagine di storia, andare a farsi interrogare e, il giorno dopo, già aver dimenticato tutto perchè tanto sono i voti che contano. Bella merda. In USA poi mi sembra stiano messi ancor peggio. E così vedi gente che non sa neanche scrivere due cose sul pc senza dover chiedere aiuto a qualcuno perchè ormai da soli non sanno più pensare. La cosa può anche essere comprensibile per gli old skool ma quando vedi ragazzi di 15-16 fare così..... :(Se fosse per me introdurrei delle ore di logica stile giallo premiando chi davvero se lo merita, se poi uniamo queste ore di logica a ore di informatica magari riusciremmo a riprenderci.
  • Anonimo scrive:
    Per forza...
    ...siamo circondati da una grande quantità di bamboline deficienti che trovano lavoro solo come stendiste o commesse, e di i ragazzi che sono una massa di massificati imbecilli che sbavano dietro alle cose inutili della società ed anche loro non è che hanno grandi prospettive per il lavoro, quello che interessa maggiormente ad entrambe le "fazioni" è avere qualcosa in cui annegare la propria infelicita ogni sera.Gente così, che coefficiente intellettivo potrà mai avere? cosa potrà mai aspirare di comprendere o creare di nuovo?Gente che non ha mai usato il cervello più di un tot, e che a scuola sono andati avanti ugualmente (sbagliatissimo!) per "ingenuità" degli insegnanti, cos'altro potrà mai fare se non "premi cerchio, quadrato e due volte trinagolo?"
    • Anonimo scrive:
      Re: Per forza...
      Queste cose le dicevano di te anche i tuoi nonni. E' il solito ritornello delle differenze generazionali (i giovani d'oggi sono degli imbecilli mentre ai miei tempi si era dei veri signori)
      • Anonimo scrive:
        Re: Per forza...
        - Scritto da: Zanardi
        Queste cose le dicevano di te anche i tuoi nonni.
        E' il solito ritornello delle differenze
        generazionali (i giovani d'oggi sono degli
        imbecilli mentre ai miei tempi si era dei veri
        signori)Gia', straquoto
        • Anonimo scrive:
          Re: Per forza...
          non sono d'accordo: i giovani di adesso sono veramente degli ebeti integrali, aiutati da un sistema scolastico ridicolo e da una università dove basta imparare a memoria gli esametti...per non parlare dello "stagismo" all'italiana....e comunque i dati della tabella parlano chiaro: smettiamo di difendere questo paese: è arretrato, bigotto e senza speranze. imparate l'inglese, prendente il vostro laptop con linux ed emigrate!saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Per forza...
            Non fai che ribadire quanto detto dal primo post. E la risposta è la stessa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Per forza...
            - Scritto da: Zanardi
            Non fai che ribadire quanto detto dal primo post.
            E la risposta è la
            stessa.Vabbé abbiamo capito che ha toccato un nervo scoperto...
      • lorenzot scrive:
        D'accordo, inoltre..
        Infatti, sono d'accordissimo.Aggiungo una considerazione: se così fosse, in una massa di ebeti dovrebbe essere così semplice emergere e brillare (anche in campo informatico), per eccellere basterebbe così poco (diciamo essere normodotati).Ma brillare agli occhi di chi?, ci si potrebbe chiedere. Ma agli occhi dei 40enni di adesso (quelli che 20 anni fa erano dei veri signori).Ciao,Lorenzo (un quasi 30enne)- Scritto da: Zanardi
        Queste cose le dicevano di te anche i tuoi nonni.
        E' il solito ritornello delle differenze
        generazionali (i giovani d'oggi sono degli
        imbecilli mentre ai miei tempi si era dei veri
        signori)
      • Anonimo scrive:
        Re: Per forza...
        - Scritto da: Zanardi
        Queste cose le dicevano di te anche i tuoi nonni.
        E' il solito ritornello delle differenze
        generazionali (i giovani d'oggi sono degli
        imbecilli mentre ai miei tempi si era dei veri
        signori)Ti sbagli, io sono "uno di loro", non c'è differenza di età tra quelli di cui ho parlato prima e me.
        • Anonimo scrive:
          Re: Per forza...
          - Scritto da:

          - Scritto da: Zanardi

          Queste cose le dicevano di te anche i tuoi
          nonni.

          E' il solito ritornello delle differenze

          generazionali (i giovani d'oggi sono degli

          imbecilli mentre ai miei tempi si era dei veri

          signori)

          Ti sbagli, io sono "uno di loro", non c'è
          differenza di età tra quelli di cui ho parlato
          prima e
          me.Insomma ti identifichi con il protagonista della canzone "La mia parte intollerante" di Caparezza ... Consideri idioti i tuoi coetanei e li condanni senza appello.
          • Anonimo scrive:
            Re: Per forza...
            - Scritto da: Zanardi

            - Scritto da:



            - Scritto da: Zanardi


            Queste cose le dicevano di te anche i tuoi

            nonni.


            E' il solito ritornello delle differenze


            generazionali (i giovani d'oggi sono degli


            imbecilli mentre ai miei tempi si era dei veri


            signori)



            Ti sbagli, io sono "uno di loro", non c'è

            differenza di età tra quelli di cui ho parlato

            prima e

            me.

            Insomma ti identifichi con il protagonista della
            canzone "La mia parte intollerante" di Caparezza
            ... Consideri idioti i tuoi coetanei e li
            condanni senza
            appello.L'appello io lo chiamo la prova dei fatti, pertanto finchè le prove restano quelle li identificherò sempre allo stesso modo.Quando qualcuno mi dimostrerà che ho torto allora modificherò ben volentieri le mie considerazioni.Fino ad allora rimane il fatto che l'80% dimostra ogni giorno di essere volontariamente deficiente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Per forza...
            Basta chiedere a un qualunque insegnante e chiedergli com'era insegnare 10 anni fa in un liceo e com'è adesso.. credo che la maggioranza ne avrebbe nostalgia...
          • Anonimo scrive:
            Re: Per forza...
            - Scritto da:
            Basta chiedere a un qualunque insegnante e
            chiedergli com'era insegnare 10 anni fa in un
            liceo e com'è adesso.. credo che la maggioranza
            ne avrebbe
            nostalgia...Siamo sempre lì, preconcetti, luoghi comuni. Non metto in dubbio che ci sia una certa parte di persone come da sopra, ma la colpa non è anche degli insegnanti. La cosa non mi riguarda perché non sono adolescente ma ricordo benissimo i miei professori di liceo che passavano 4/5 del tempo ad interrogare e quasi niente a spiegare o discutere in classe. Che genere di persone volete che escano fuori così? Gente che impara le cose a pappagallo e tutto il resto. Allora di chi è la colpa? Non lo è forse dei professori menefreghisti?
      • Anonimo scrive:
        Re: Per forza...

        E' il solito ritornello delle differenze
        generazionalino, stavolta è vero, guardali parlaci ascoltali offendili
      • Anonimo scrive:
        Re: Per forza...
        - Scritto da: Zanardi
        Queste cose le dicevano di te anche i tuoi nonni.
        E' il solito ritornello delle differenze
        generazionali (i giovani d'oggi sono degli
        imbecilli mentre ai miei tempi si era dei veri
        signori)Questa e' la solita risposta precotta di chi nega la realta' anche di fronte all'evidenza!I tempi erano differenti e non esisteva, se non solo per pochissimi, il lusso nel anteporre le esigenze, esigenze fra l'altro non spinte all'eccesso, al di sopra della sopravvivenza.Per cui prima di scrivere stupidate vedi di far girare anche il cervello che teoricamente dovresti avere.
        • Anonimo scrive:
          Re: Per forza...
          - Scritto da:

          - Scritto da: Zanardi

          Queste cose le dicevano di te anche i tuoi
          nonni.

          E' il solito ritornello delle differenze

          generazionali (i giovani d'oggi sono degli

          imbecilli mentre ai miei tempi si era dei veri

          signori)

          Questa e' la solita risposta precotta di chi nega
          la realta' anche di fronte
          all'evidenza!L'evidenza è che gli incapaci come te, genitori o insegnanti, non sono capaci di trasmettere alcun valore, sono i primi a cullarsi nel proprio egoismo e poi si lamentano se i figli li mandano al diavolo.
          I tempi erano differenti e non esisteva, se non
          solo per pochissimi, il lusso nel anteporre le
          esigenze, esigenze fra l'altro non spinte
          all'eccesso, al di sopra della
          sopravvivenza.Appunto. Se tu ai tuoi tempi ne avessi avuto l'opportunità saresti stato menefreghista ed edonista come e peggio dei giovani d'oggi che odi tanto.
          Per cui prima di scrivere stupidate vedi di far
          girare anche il cervello che teoricamente
          dovresti
          avere.Ogni tua offesa gratuita (e anonima) non fa che dar forza alle mie parole.
          • Anonimo scrive:
            Re: Per forza...
            - Scritto da: Zanardi
            - Scritto da:



            - Scritto da: Zanardi


            Queste cose le dicevano di te anche i tuoi

            nonni.


            E' il solito ritornello delle differenze


            generazionali (i giovani d'oggi sono degli


            imbecilli mentre ai miei tempi si era dei

            veri signori)



            Questa e' la solita risposta precotta di chi

            nega la realta' anche di fronte

            all'evidenza!

            L'evidenza è che gli incapaci come te, genitori o
            insegnanti, non sono capaci di trasmettere alcun
            valore, sono i primi a cullarsi nel proprio
            egoismo e poi si lamentano se i figli li
            mandano al diavolo.E qui hai cannatto nuovamente alla grande e su tutti i fronti :-)) D'altronde c'era da aspettarselo da chi "stendiste o commesse" o da chi "ragazzi che sono una massa di massificati imbecilli che sbavano dietro alle cose inutili della società" ((c) autore del thredad).Per quanto invece riguarda le asserzioni in merito all'egoismo che, sempre secondo te, hanno gli attuali genitori e insegnanti cui per conseguenza, sempre stante alle tue affermazioni, e' causa delle "lamentele dei figli", oltre da parte tua cosi' giustificare questi ultimi al fatto che "mandano al diavolo" i suddetti genitori e insegnanti, orbene ti faccio notare quanto invece questa tua ennesima affermazione non fa altro che riconfermare quanto TU stesso, e chi al tuo pari, sia invece cosi' infantile ed egoista a tal punto che cosi' facendo non manchi nel far intendere a qualche sorta di ricatto.Ricatto che in pratica si traduce in "finche voi genitori e insegnanti fate gli egoisti noi (figli) provvederemo a mandarvi al diavolo" Fra l'altro non leggo cosa e in quale misura in realta' viene inteso e definito precisamente quella tua asserzione riguardante "l'egoismo".Inoltre hai cannato di nuovo visto che per tua informazione non sono n'e' genitore e tanto meno insegnante, cui fra l'altro ho mai ambito a tali ruoli considerata la certa evidenza della scarsa qualita' a livello di "produzione" attuale in merito alle proli da te citate.

            I tempi erano differenti e non esisteva, se non

            solo per pochissimi, il lusso nel anteporre le

            esigenze, esigenze fra l'altro non spinte

            all'eccesso, al di sopra della

            sopravvivenza.

            Appunto. Se tu ai tuoi tempi ne avessi avuto
            l'opportunità saresti stato menefreghista ed
            edonista come e peggio dei giovani d'oggi che
            odi tanto.Cannato nuovamente :-) Certo che sei proprio una cima visto che non ne indovini una!!I miei tempi che tu presumi e citi, guarda caso, sono quelli attuali, ma a differenza di te e di tanti altri, sempre del tuo pari, io invece non passo tutto il tempo a sprecare energie nel "mandare al diavolo i genitori e gli insegnanti" invece utilizzando appieno sia il tempo che le energie anche per approfondire la storia in tutte le sue sfaccettature. Provaci anche tu e noterai tu stesso quanto sono state ridicole e infantili le tue ultime affermazioni.

            Per cui prima di scrivere stupidate vedi di

            far girare anche il cervello che teoricamente

            dovresti avere.
            Ogni tua offesa gratuita (e anonima) non fa
            che dar forza alle mie parole.Non e' un'offesa ma un dato di fatto, anche se in cattiva fede fatta causa al tuo status non fai altro che strumentalizzare ogni cosa, dubitando inoltre che tu possa in qualche modo vederne qualche spiraglio in merito a cio' che scrivo e pertanto ho seri dubbi che tu possa saper ammettere cio' che purtroppo non puoi, forse potrai mai, comprendere. Che forse hai a che fare con "candido2K", presente sui ng, perche' ci sono delle affinita' nel modo d'esprimersi, sara' un caso?Invece ti faccio i migliori auguri che tu possa un giorno riconciliarti prima di tutto con te stesso per poi cosi' saper assaporare appieno cosa e' e cosa significa il valore e vivere in una famiglia. Ma non aspettare troppo perche' se sara' troppo tardi non ti riamarra' altro che un pugno di mosche.
          • Anonimo scrive:
            Re: Per forza...


            L'evidenza è che gli incapaci come te, genitori
            o

            insegnanti, non sono capaci di trasmettere alcun

            valore, sono i primi a cullarsi nel proprio

            egoismo e poi si lamentano se i figli li

            mandano al diavolo.


            E qui hai cannatto nuovamente alla grande e su
            tutti i fronti :-)) Perché lo dici tu? Mi fai ridere.
            D'altronde c'era da aspettarselo da chi
            "stendiste o commesse" o da chi "ragazzi che sono
            una massa di massificati imbecilli che sbavano
            dietro alle cose inutili della società" ((c)
            autore del
            thredad). Questa frase non ha un senso compiuto. Non sai neanche scrivere.
            Per quanto invece riguarda le asserzioni in
            merito all'egoismo che, sempre secondo te, hanno
            gli attuali genitori e insegnanti cui per
            conseguenza, sempre stante alle tue affermazioni,
            e' causa delle "lamentele dei figli", oltre da
            parte tua cosi' giustificare questi ultimi al
            fatto che "mandano al diavolo" i suddetti
            genitori e insegnanti, orbene ti faccio notare
            quanto invece questa tua ennesima affermazione
            non fa altro che riconfermare quanto TU stesso, e
            chi al tuo pari, sia invece cosi' infantile ed
            egoista a tal punto che cosi' facendo non manchi
            nel far intendere a qualche sorta di
            ricatto.

            Ricatto che in pratica si traduce in "finche voi
            genitori e insegnanti fate gli egoisti noi
            (figli) provvederemo a mandarvi al diavolo" Non hai smentito o dimostrato un cavolo. E la questione non è in questi termini.
            Fra l'altro non leggo cosa e in quale misura in
            realta' viene inteso e definito precisamente
            quella tua asserzione riguardante
            "l'egoismo". Sbattersene dei figli e degli allievi.
            Inoltre hai cannato di nuovo visto che per tua
            informazione non sono n'e' genitore e tanto meno
            insegnante, cui fra l'altro ho mai ambito a tali
            ruoli considerata la certa evidenza della scarsa
            qualita' a livello di "produzione" attuale in
            merito alle proli da te
            citate. Ancora peggio. Parli di cose di cui non hai nessuna esperienza e dimostri il tuo di "egoismo"


            I tempi erano differenti e non esisteva, se
            non


            solo per pochissimi, il lusso nel anteporre le


            esigenze, esigenze fra l'altro non spinte


            all'eccesso, al di sopra della


            sopravvivenza.



            Appunto. Se tu ai tuoi tempi ne avessi avuto

            l'opportunità saresti stato menefreghista ed

            edonista come e peggio dei giovani d'oggi che

            odi tanto.

            Cannato nuovamente :-) Certo che sei proprio una
            cima visto che non ne indovini
            una!!

            I miei tempi che tu presumi e citi, guarda caso,
            sono quelli attuali, ma a differenza di te e di
            tanti altri, sempre del tuo pari, io invece non
            passo tutto il tempo a sprecare energie nel
            "mandare al diavolo i genitori e gli insegnanti"
            invece utilizzando appieno sia il tempo che le
            energie anche per approfondire la storia in tutte
            le sue sfaccettature. Ho cannato? Si certo. Ma non depone a tuo favore visto che ribadisci ancora una volta di essere uno che parla di cose di cui non ha esperienza diretta.
            Provaci anche tu e noterai tu stesso quanto sono
            state ridicole e infantili le tue ultime
            affermazioni. Non + di quelle di uno che scrive anonimamente con il chiaro intento di provocare.


            Per cui prima di scrivere stupidate vedi di


            far girare anche il cervello che teoricamente


            dovresti avere.


            Ogni tua offesa gratuita (e anonima) non fa

            che dar forza alle mie parole.

            Non e' un'offesa ma un dato di fatto, anche se in
            cattiva fede fatta causa al tuo status non fai
            altro che strumentalizzare ogni cosa, dubitando Un dato di fatto ... Sarebbe un dato di fatto se tu fossi depositario di verità assolute, cosa che sicuramente non è.
            inoltre che tu possa in qualche modo vederne
            qualche spiraglio in merito a cio' che scrivo e
            pertanto ho seri dubbi che tu possa saper
            ammettere cio' che purtroppo non puoi, forse
            potrai mai, comprendere. E' difficile ammettere una tesi asserita da un parolaio che non porta nessun argomento in appoggio e anzi ammette le sue scarse conoscenze.
            Che forse hai a che fare con "candido2K",
            presente sui ng, perche' ci sono delle affinita'
            nel modo d'esprimersi, sara' un
            caso? Non sai scrivere frasi di senso compiuto. Non ti conosco e quindi non presuppore che io sappia leggere tra le righe.
            Invece ti faccio i migliori auguri che tu possa
            un giorno riconciliarti prima di tutto con te
            stesso per poi cosi' saper assaporare appieno
            cosa e' e cosa significa il valore e vivere in
            una famiglia.


            Ma non aspettare troppo perche' se sara' troppo
            tardi non ti riamarra' altro che un pugno di
            mosche. Ah, ora mi parli di valori e di famiglia? Allora mi dai ragione. Grazie tante.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per forza...
      - Scritto da:
      ...siamo circondati da una grande quantità di
      bamboline deficienti che trovano lavoro solo come
      stendiste o commesse, e di i ragazzi che sono una
      massa di massificati imbecilli che sbavano dietro
      alle cose inutili della società ed anche loro non
      è che hanno grandi prospettive per il lavoro,
      quello che interessa maggiormente ad entrambe le
      "fazioni" è avere qualcosa in cui annegare la
      propria infelicita ogni
      sera.[img]http://superfighetto.giovani.it:8080/img/home/box_left.gif[/img]
  • Anonimo scrive:
    Nessuna sorpresa!
    Varie altre notizie vanno in questa direzione.Gente che non sa programmare il videoregistratore, che non sa sintonizzare i programmi della TV, che impazzisce per capire come funziona il cellulare ultimo modello appena comprato ecc...E non qui in Italia, ma negli avanzatissimi USA ....
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuna sorpresa!
      - Scritto da:
      Varie altre notizie vanno in questa direzione.
      Gente che non sa programmare il
      videoregistratore, che non sa sintonizzare i
      programmi della TV, che impazzisce per capire
      come funziona il cellulare ultimo modello appena
      comprato
      ecc...
      E non qui in Italia, ma negli avanzatissimi USA
      ....Se e' per questo anche nell'avanzatissimo Giappone ci sono gli stessi problemi. Non e' mica detto che un paese con industria avanzata debba avere la popolazione capace di usare un pc, altrimenti a Taiwn sarebero tutti hacker.Il grave e' che un Italia che vanta cultura ed istruzione e in cui la gente si considera la piu' preparata, e volentieri si beffa degli altri, sia cosi' indietro.
    • MandarX scrive:
      Re: Nessuna sorpresa!

      Gente che non sa programmare il
      videoregistratore, che non sa sintonizzare i
      programmi della TVtipico: "vuoi dire che posso guardare un canale mentre ne registro un altro???"
  • Anonimo scrive:
    59%, appena ?
    Secondo me Eurostat ha sbagliato campione :Din realtà la percentuale è di gran lunga superiore.
  • Gabryel scrive:
    Peggio per loro...
    ...non sanno quel che si perdono.Ho sempre avuto almeno un computer da quando avevo 10 anni, non so come potrei farne a meno, soprattutto adesso che posso disporre di Internet.Comunque l'articolo non mi sorprende, gli italiani sono sempre stati un popolo di coglioni in molteplici campi, non solo in quello informatico (parlo della maggior parte degli individui, non voglio fare di tutta l'erba un fascio).
    • Anonimo scrive:
      Re: Peggio per loro...
      Concordo al 100% ;)
    • MandarX scrive:
      Re: Peggio per loro...
      - Scritto da: Gabryel
      Ho sempre avuto almeno un computer da quando
      avevo 10 anni, non so come potrei farne a meno,
      soprattutto adesso che posso disporre di
      Internet.non durera per molto col trusted computing contrastiamolo
      • Conte Mascetti scrive:
        Re: Peggio per loro...
        - Scritto da: MandarX
        - Scritto da: Gabryel

        Ho sempre avuto almeno un computer da quando

        avevo 10 anni, non so come potrei farne a meno,

        soprattutto adesso che posso disporre di

        Internet.

        non durera per molto col trusted computing

        contrastiamoloImpossibile resistere ai portatitili in offerta speciale. Il Palladium lo diffonderanno così
        • MandarX scrive:
          Re: Peggio per loro...

          Impossibile resistere ai portatitili in offerta
          speciale. Il Palladium lo diffonderanno
          cosìdobbiamo contrastare informando chiunque!scriviamo numerosi a report cosi appena riinizia fanno un bel serviziohttp://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1487764&m_rid=1486586http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1487852&m_rid=1486586http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1494816&m_rid=1494377report@rai.itio inoltre cerco di informare quante piu persone possibile con una email.purtroppo le catene sono fastidiose e soprattutto non sono richieste, ma per una causa come questa faccio un'eccezione.se anche voi volete farlo la potete copiare e incollare e inviarla a qualsiasi indirizzo email che avete sotto mano.sarebbe opportuno tradurla anche in inglese ma gia iniziare dall'italia sarebbe un'ottima cosaecco in seguito il testo dell mail il cui oggetto è: grave minaccia Attenzione:Se non interveniamo, presto, i nostri futuri computer potrebbero nonessere piu' "nostri".Di seguito alcuni link per conoscere (o approfondire) questo fenomeno,chiamato "trusted computing" (noto anche come "palladium"), che potrebbe caratterizzare il nostro futuroe presente informatico e non solo, dato che l'informatica laapplichiamo a tutti i campi:http://punto-informatico.it/p.asp?i=57285&r=PIhttp://punto-informatico.it/p.asp?i=56868&r=PIhttp://www.gnu.org/philosophy/can-you-trust.it.htmlhttp://punto-informatico.it/p.asp?i=56994&r=PIhttp://punto-informatico.it/p.asp?i=58641&r=PIhttp://punto-informatico.it/p.aspx?id=1518711&r=PIhttp://www.no1984.org/http://www.wowarea.com/dyn/vai.php/k_20051030210242filmato su trusted computing molto chiarohttp://www.p2pforum.it/counter/click.php?id=24cosa si puo fare?a mio avviso, al momento tre cose:1) Diffondere questa email il piu' possibile affinche' tutti conoscanoquesto fenomeno.2) NON COMPRARE COMPUTER "predisposti" al trusted computing, spiegandoal negoziante che NON si vuole questa tecnologia che va contro se stessi.(Se sei un venditore non proporli ai clienti spiegando che non convienee che limitano la liberta'.)Qui c'e' una lista dei modelli gia predisposti:http://www.no1984.org/Hardware_TC-complianthttp://www.tonymcfadden.net/tpmvendors.htmlI consumatori, se sono tutti uniti, possono contrastare le potentimultinazionali.Non vogliamo fare fallire nessuno, ma non chiediamo molto in fondo, soloun po di rispetto e considerazione, che ci vengono tolti ogni giornosempre di piu'.3) Abbandonare da subito l'idea "tanto qualcuno trovera' un modo perviolare questo sistema".Perche' se compro qualcosa devo poi violarla per usarla come e quando dico io?E come se comprando la pasta devo cucinarla con la ricetta che mi impone il produttore.Cosa potrebbe succedere in un futuro prossimo se questa tecnologia sarà presente nei nostri strumenti elettronici:Il computer non apre piu' un determinato file perche' il veroproprietario, che non sei tu, ha deciso che quel file non va piu' apertosu nessun computer...Oppure il computer smette di funzionare perche riceve quest'ordine dalvero proprietario, che non sei tu... e se fosse un computer in unospedale che tiene in vita una persona?Lo stereo non legge un cd piu' di un certo numerodi volte...La lavatrice non funziona se non con un determinato detersivo...e se tu vuoi usarne un altro?(gia questo accade oggi con le stampanti che non funzionano se non conl'inchiostro originale)Il file, con cui lavori, di Office, Autocad, 3d Studio, Photoshop,Premiere, iMovie, ecc...non si apre piu' perche' DEVI PAGARE una certa cifra, oltre al costodell programma.Magari perche' la licenza di questi programmi e' cambiata senza il tuoconsenso (e senza che tu lo sapessi)...L'automobile non cammina o non va in una certa zona perche'NON SEI TU A DECIDERE se puoi andare in quella zona... e se fosse unaquestione vitale?Non puoi piu' fare le copie di backup del software che acquisti, e se il supporto non funziona piu'...La televisione non ti fa vedere un certo programma ad una data ora in uncerto giorno... cosi' sarebbe facile censurare chiunque.Ancor piu' facile di oggi.Molti avranno notato l'oscuramento di alcuni siti europei di scommesse,o di siti cinesi che trasmettevano partite di calcio in streaming.(http://punto-informatico.it/p.asp?i=57574&r=PI , http://punto-informatico.it/p.asp?id=1438770)Non puoi montare masterizzatore, hard disk, scheda video, ecc di unadeterminata marca (magari piu' economica o migliore)perche' il produttore della scheda madre del 'tuo' computer ha deciso di nonsupportarli piu'..."Misteriosamente" il giorno dopo la scadenza della garanzia delcomputer, si rompe una periferica...Ma questa e' la rivolta delle macchine!!!E inoltre, vi immaginate tutti i computer della polizia (in tutto il mondo)o dei magistrati o dei governi o delle università CONTROLLATIdalle multinazionali produttrici?Purtroppo non riesco a pensare che una multinazionale possa fare la scelta giusta per me, per te, e nemmeno per la comunità.Ancora siamo in tempo a contrastare questo fenomeno e a mantenere laliberta' di fare cio' che vogliamo, con le cose che acquistiamo.Dipende da noi, se sapremo rinunciare a fare acquisti di oggetti chepossono essere utilizzati da altre persone per limitarci la liberta'.Buona giornata.p.s.Per favore inoltra questa email a tutte le persone che conosci e che non conosci,penso che ti ringrazieranno per averle messe a conoscenza di questo grave problema.Prima di spedirla puliscila da tutta la pubblicita' che i gestori dellemail aggiungono in automatico,in modo che il messaggio non sia disordinato.se hai altre informazioni aggiungile!GRAZIE.
    • Anonimo scrive:
      Re: Peggio per loro...
      - Scritto da: Gabryel
      ...non sanno quel che si perdono.
      Ho sempre avuto almeno un computer da quando
      avevo 10 anni, non so come potrei farne a meno,
      soprattutto adesso che posso disporre di
      Internet.
      Comunque l'articolo non mi sorprende, gli
      italiani sono sempre stati un popolo di coglioni
      in molteplici campi, non solo in quello
      informatico (parlo della maggior parte degli
      individui, non voglio fare di tutta l'erba un
      fascio).Non è detto che si debba saper usare un computer. Non è detto che si sia coglioni se non si sa usare un computer.Magari uno che suona il pianoforte alla perfezione e il pc non sa nemmeno accenderlo potrebbe a te che non sai cosa ti perdi.Ci sono moltissime persone a cui del computer non importa un fico secco, e hanno tutto il diritto a fare altro nella vita.Il problema semmai sarebbe di garantire la possibilità di fare ricerca a chi all'informatica si dedica seriamente.
  • Anonimo scrive:
    l'altro 59% ...
    non si parla mica di chi legge punto informatico 8)purtroppo credo si intendese discutere che linari e winari (e quelli delle mele...) A PARTE,MOLTI non vanno molto + avanti di un telecomando e non hanno idea di come usare un PC.e questo è male, vuol dire che non ci stiamo innovando (la solita storia dell'Italia ai fanalini d'Europa e quanto si dice dipenda dalla cultura) vuol dire che la gente dorme (al limite sonnecchia) e non ha acquisito quell'apertura e flessibilità necessaria per stare al passo e quindi adattarsi...+ cultura (spegniamo la TV!?)
    • Anonimo scrive:
      Re: l'altro 59% ...
      (spegniamo la TV!?)Non la TV ma molti dei suoi programmi
      • Tyltyl scrive:
        Re: l'altro 59% ...
        - Scritto da:
        (spegniamo la TV!?)

        Non la TV ma molti dei suoi programmiQuindi fai prima a spegnere la TV
    • Anonimo scrive:
      Re: l'altro 59% ...
      Punto di vista...Se penso che ben il 59% si gode la vita, non è schiavo del net, la sera esce e si diverte, e che non gli ne può fregare dell'ultima versione di , o del servicepack... Allora vuol dire che qualcuno vive ancora!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: l'altro 59% ...
        - Scritto da:
        Punto di vista...

        Se penso che ben il 59% si gode la vita, non è
        schiavo del net, la sera esce e si diverte, e che
        non gli ne può fregare dell'ultima versione di ,
        o del servicepack... Allora vuol dire che
        qualcuno vive
        ancora!!!sei sicuro che escano e non restino invece in casa a guardare Costanzo?
    • wowbagger scrive:
      Re: l'altro 59% ...
      - Scritto da: ...... (spegniamo la TV!?)Sì, spegnamola, va bene, ma come? COME?Non so quale tasto usare! :)
      • Anonimo scrive:
        Re: l'altro 59% ...
        - Scritto da: wowbagger

        - Scritto da:
        ...... (spegniamo la TV!?)

        Sì, spegnamola, va bene, ma come? COME?
        Non so quale tasto usare!

        :)Stacca direttamente il contatore così sei sicuro (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Ringraziate Microsoft
    Che con il suo Windows ha fatto sprofondare sottoterra le conoscenze informatiche medie.E poi c'è chi dice che è progresso...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ringraziate Microsoft
      Ringrazia anche apple, commodore, atari...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ringraziate Microsoft
      sicuramente non lo è ma ha permesso a molti di avere un pc con una cosa dentro che funziona insomma :|e POI magari uno pensa altre cose quali come funziona sto programma, è veramente mio, il mio invece lo vorrei...) e decide di usare software 'liberato' libero e trasparente, ecc (amiga)(linux)sono discorsi di poi, quando la consapevolezza tra un oggetto opaco ed uno trasparente comincia a farsi strada.qui si parla di mouse, cioè informatizzazione di base
    • Anonimo scrive:
      Re: Ringraziate Microsoft

      Che con il suo Windows ha fatto sprofondare
      sottoterra le conoscenze informatiche
      medie.Se fosse colpa di Microsoft anche negli altri paesi sarebbero a liveli bassi.E' invece proprio colpa degli italiani, gente che si vanta di "non capirci nulla", quando gli dici informatica capiscono "astrofisica quantica" e se vedono al cinema un computer che diventa malvagio lo credono possibile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ringraziate Microsoft
      Il problema non è di che OS si usa... è che viviamo in un paese di menefreghisti, di ignoranti e persone a cui non interessa altro che arrivare a fine giornata senza curarsi ed interessarsi delle cose... :(Usare un PC, un MAC non fa differenza... alla fine ciò che è stato chiesto ai fini della statistica (spostare files, avviare programmi,...) è ciò che sta alla base di qualsiasi OS giri sul proprio PC... Ci sono persone (e lo scrivo perchè l'ho sentito personalmente) che hanno un p.c. in casa solo perchè fa arredamento :s :| :| :| perchè fa moda o per dire di averlo... con gente così come si fa? :'(Le persone non sono motivate, non c'è informazione... c'è chi continua a fare code di ore ed ore in uffici pubblici, poste... quando magari basterebbe adeguarsi e si risparmierebbe un sacco di tempo facendo le cose direttamente dalla scrivania... e invece abbiamo uffici comunali con impiegati anziani (con tutto il rispetto per le persone anziane) a cui non frega nulla, e persone che dovrebbero decidere ma che non cambiano una virgola...Neanche le macchine fotografiche digitali riescono a spingere i possessori ad usare il p.c... c'è gente che va dal fotografo con la digitale e gli chiede di stampare le foto portandosi dietro la fotocamera e chiedendo di scaricargliele!!! :'( EPPURE I MANUALI CI SONO E SONO IN ITALIANO!!!!E' questo che dimostra in mezzo a che gente viviamo.... dove vogliamo andare? Se continuiamo così ci ritroveremo in classifica dopo il polo sud... dove anche gli orsi ed i pinguini ne sapranno di certo più di noi.....Alessandro MannoVezzano Ligure (SP)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ringraziate Microsoft
        - Scritto da:
        Il problema non è di che OS si usa... è che
        viviamo in un paese di menefreghisti, di
        ignoranti e persone a cui non interessa altro che
        arrivare a fine giornata senza curarsi ed
        interessarsi delle cose...
        :(

        Usare un PC, un MAC non fa differenza... alla
        fine ciò che è stato chiesto ai fini della
        statistica (spostare files, avviare
        programmi,...) è ciò che sta alla base di
        qualsiasi OS giri sul proprio PC... Ci sono
        persone (e lo scrivo perchè l'ho sentito
        personalmente) che hanno un p.c. in casa solo
        perchè fa arredamento :s :| :| :| perchè fa moda
        o per dire di averlo... con gente così come si
        fa?
        :'(

        Le persone non sono motivate, non c'è
        informazione... c'è chi continua a fare code di
        ore ed ore in uffici pubblici, poste... quando
        magari basterebbe adeguarsi e si risparmierebbe
        un sacco di tempo facendo le cose direttamente
        dalla scrivania... e invece abbiamo uffici
        comunali con impiegati anziani (con tutto il
        rispetto per le persone anziane) a cui non frega
        nulla, e persone che dovrebbero decidere ma che
        non cambiano una
        virgola...

        Neanche le macchine fotografiche digitali
        riescono a spingere i possessori ad usare il
        p.c... c'è gente che va dal fotografo con la
        digitale e gli chiede di stampare le foto
        portandosi dietro la fotocamera e chiedendo di
        scaricargliele!!! :'( EPPURE I MANUALI CI SONO E
        SONO IN
        ITALIANO!!!!

        E' questo che dimostra in mezzo a che gente
        viviamo.... dove vogliamo andare? Se continuiamo
        così ci ritroveremo in classifica dopo il polo
        sud... dove anche gli orsi ed i pinguini ne
        sapranno di certo più di
        noi.....

        Alessandro Manno
        Vezzano Ligure (SP)In realtà proprio i pinguini hanno inventato linux (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Io lo uso a meraviglia
    Ieri uno mi ha fatto girare i politici e col mouse l'ho preso giusto in fronte.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io lo uso a meraviglia
      Dilettante... ed il filo non lo usi ? E che sei ? Un homo delle caverne che lancia tutto (bastoni, pietre, suocera...) ? Sapiens !Evolution !Strozzalo la prox volta ! (idea)
      • Anonimo scrive:
        Re: Io lo uso a meraviglia
        Esseccelò senza filo cheddevofà? Quello ciavevo e quello ciò tirato, e poi mi sembrava coerente con la notizia.Se questa diceva che gli italiani non sanno usare il pc, aggiungevo pure che l'ho scassolato di piccìiate in faccia.E ò, quanno politicano, politicano!
  • Anonimo scrive:
    per eurostat: le conoscenze informatiche
    per eurostatconoscenze informatiche =
    saper usare una GUI (di sicuro avranno fatto usare windows)
    • francescor82 scrive:
      Re: per eurostat: le conoscenze informat
      - Scritto da:
      per eurostat
      conoscenze informatiche =
      saper usare una GUI
      (di sicuro avranno fatto usare
      windows)Perché, Linux o Mac OS X non hanno GUI?Su, che avrebbero dovuto chiedere? I comandi del DOS, o quelli Unix? E' già molto che chiedano qualcosa sulla programmazione (VB? (rotfl) (troll))
      • Anonimo scrive:
        Re: per eurostat: le conoscenze informat
        - Scritto da: francescor82
        - Scritto da:

        per eurostat

        conoscenze informatiche =
        saper usare una GUI

        (di sicuro avranno fatto usare

        windows)

        Perché, Linux o Mac OS X non hanno GUI?quale parte di "(di sicuro avranno fatto usarewindows)" non ti è chiara?
        Su, che avrebbero dovuto chiedere? I comandi del
        DOS, o quelli Unix? E' già molto che chiedano
        qualcosa sulla programmazione (VB? (rotfl)
        (troll))Astalavista non usa la gui su Linux, quindi per eurostat non avrebbe conoscenze informatiche
        • francescor82 scrive:
          Re: per eurostat: le conoscenze informat
          - Scritto da:

          - Scritto da: francescor82

          - Scritto da:


          per eurostat


          conoscenze informatiche =
          saper usare una GUI


          (di sicuro avranno fatto usare


          windows)



          Perché, Linux o Mac OS X non hanno GUI?

          quale parte di "(di sicuro avranno fatto usare
          windows)" non ti è chiara?Non mi è chiara la sua/tua sicurezza sull'uso di Windows.

          Su, che avrebbero dovuto chiedere? I comandi del

          DOS, o quelli Unix? E' già molto che chiedano

          qualcosa sulla programmazione (VB? (rotfl)

          (troll))

          Astalavista non usa la gui su Linux, quindi per
          eurostat non avrebbe conoscenze
          informaticheEh??
    • Guybrush scrive:
      Ottima notizia...
      Nel 94 gli analfabeti informatici superavano l'80% (fonte ISTAT) e per analfabeta allora si intendeva quelli che non sapevano nemmeno come accendere un computer e che considerava quella macchina una sorta di divinita' oscura.Da questo punto di vista avere un 41% di persone in grado di usare un'interfaccia grafica di qualche tipo, be', e' un'ottima notizia.
      GT
    • Ekleptical scrive:
      Re: per eurostat: le conoscenze informatiche

      per eurostat
      conoscenze informatiche =
      saper usare una GUI
      (di sicuro avranno fatto usare
      windows)Ma chi cazzo è che non usa la GUI sul proprio PC casalingo/da ufficio oggigiorno???E a lanciare un programma col mouse si fa nello stesso identico modo su tutte le GUI/OS esistenti!!!Poi mi devi presentare un mago della CLI che non sa avviare un programma col mouse!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 giugno 2006 17.34-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    non sanno usare il topo
    E la topa?
  • Anonimo scrive:
    E a gente così volete imporre linux ???
    ah ma c'era lo scriptino scemo della distro N in init.d..."Buona fortuna...
    • Anonimo scrive:
      Re: E a gente così volete imporre linux
      nessuno vuole imporre nulla.... solo che fino a quando ci sarà windows esisterà gente così!
      • Anonimo scrive:
        Re: E a gente così volete imporre linux
        Avanti nel basic v2
        • Anonimo scrive:
          Re: E a gente così volete imporre linux
          Avanti nel basic
          v2
        • MandarX scrive:
          Re: E a gente così volete imporre linux
          Avanti nel basic
          v2di solito chi viene dal c64 usa solo windows e da utentechi viene dallo spectrum puo usare indifferentemente qualsiasi sistema operativo ed è un buon programmatore
          • Anonimo scrive:
            whaz? Amiga 4ever!

            di solito chi viene dal c64 usa solo windows e da
            utente

            chi viene dallo spectrum puo usare
            indifferentemente qualsiasi sistema operativo ed
            è un buon
            programmatorecosaaaaa!? [ma vuoi iniziare un "flame anni 80"? ;) ] ma non dire sciempiaggini, prego! C= ed A sono (hemmm...erano) il top !!!(c64)(amiga)(c64)(amiga)
          • TADsince1995 scrive:
            Re: E a gente così volete imporre linux

            di solito chi viene dal c64 usa solo windows e da
            utenteEEEhhh!?!?!? Io vengo dal C64 e Windows lo avvio solo per giocare, rigorosamente a router spento.
            chi viene dallo spectrum puo usare
            indifferentemente qualsiasi sistema operativo ed
            è un buon
            programmatore :| :| :| :| :| :| :|TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: E a gente così volete imporre linux
            Avanti nel basic

            v2

            di solito chi viene dal c64 usa solo windows e da
            utente

            chi viene dallo spectrum puo usare
            indifferentemente qualsiasi sistema operativo ed
            è un buon
            programmatore Vedi che l'hai detta la fesseria. Comunque, secondo il mio punto di vista, c'era più cultura informatica a quei tempi che non oggi. Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: E a gente così volete imporre linux

            Vedi che l'hai detta la fesseria.se lo dici tu...
          • Anonimo scrive:
            Re: E a gente così volete imporre linux
            - Scritto da:

            Vedi che l'hai detta la fesseria.
            se lo dici tu...Complimenti per come hai esposto le tue idee e soprattutto le motivazioni... (troll2)
          • Anonimo scrive:
            Re: E a gente così volete imporre linux
            è stao un po' sintetico, ma s'è capito: hai detto una fesseria, siamo nel 2006
          • Anonimo scrive:
            Re: E a gente così volete imporre linux
            Ancora ti rode, eh ! Aver passato la giovinezza a rincoglionirti con il Basichino dello Speccy con i tasti di caciotta ed i suoi meravigliosi colour clash e beep beep, mentre tutti i tuoi coetanei provavano l'ebbrezza di grandi giochi in 16 colori tutti insieme sullo schermo e dei tre canali audio del SID !
          • Anonimo scrive:
            Re: E a gente così volete imporre linux
            - Scritto da: MandarX
            chi viene dallo spectrum puo usare
            indifferentemente qualsiasi sistema operativo ed
            è un buon
            programmatoreImpossibile!Con quei tastini di gomma da pezzenti (che d'estate si appicicavano) è impossibile diventare buoni programmatori... :p
          • Anonimo scrive:
            Re: E a gente così volete imporre linux

            Impossibile!
            Con quei tastini di gomma da pezzenti (che
            d'estate si appicicavano) è impossibile diventare
            buoni programmatori... se lo dici tu...
        • Anonimo scrive:
          Re: E a gente così volete imporre linux
          Avanti nel basic
          v2ma è tutta gente che che poi è passata al dos?
      • Anonimo scrive:
        Re: E a gente così volete imporre linux
        - Scritto da:
        nessuno vuole imporre nulla.... solo che fino a
        quando ci sarà windows esisterà gente
        così!Mi spiace fare il sapientino ma la realtà è che finchè ci sarà gente così, ci sarà winzozz.
        • Anonimo scrive:
          Re: E a gente così volete imporre linux
          e finchè ci sarà linux ostico e burocratico, ci sarà windu
          • Anonimo scrive:
            Re: E a gente così volete imporre linux
            - Scritto da:
            e finchè ci sarà linux ostico e burocratico, ci
            sarà
            windu[img]http://simonz.web.elte.hu/poster/ep3-poster-mace.jpg[/img]
      • Anonimo scrive:
        Re: E a gente così volete imporre linux
        - Scritto da:
        nessuno vuole imporre nulla.... solo che fino a
        quando ci sarà windows esisterà gente
        così!Quindi windows causa di tutto, eh? Ma non si spiegano i buoni risultati negli altri paesi, anch'essi invasi dal sistema di bill e poi, come ti hanno gia' fatto notare, prima di windows era uguale se non peggio.La verita' e' che in Italia il luddismo e la disinformazione informatica e scientifica vanno alla grande! E questa indagine eurostat lo conferma, l'Italia è in fondo alla classifica europea.
        • Conte Mascetti scrive:
          Re: E a gente così volete imporre linux
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          nessuno vuole imporre nulla.... solo che fino a

          quando ci sarà windows esisterà gente

          così!

          Quindi windows causa di tutto, eh? Ma non si
          spiegano i buoni risultati negli altri paesi,
          anch'essi invasi dal sistema di bill e poi, come
          ti hanno gia' fatto notare, prima di windows era
          uguale se non
          peggio.

          La verita' e' che in Italia il luddismo e la
          disinformazione informatica e scientifica vanno
          alla grande! E questa indagine eurostat lo
          conferma, l'Italia è in fondo alla classifica
          europea.Il guercio in terra di ciechi è re
    • scribble scrive:
      Re: E a gente così volete imporre linux
      ah ma c'era lo
      scriptino scemo della distro N in
      init.d..."

      Buona fortuna...ma cosa diavolo c'entra il sistema operativo?!?!? Io lavoro da quasi 6 anni per un'azienda tedesca, vivo in Germania da 2 mesi, tra un mese in sudafrica e tra 6 in india. Abbiamo sedi in 24 paesi del mondo e vi assicuro che il rapporto linux/windows non è certo più alto nei paesi informatizzati rispetto all'italia. Anzi, il mondo linux in Italia è moto sviluppato rispetto al totale degli utenti. Il problema è di fondo e parte dall'istruzione, che nel Belpaese è vergognosa e peggiora di riforma in riforma.Qui 6 anni fa erano messi peggio di noi con l'IT, ma si sono rimboccati le maniche e adesso si avvicinano passo dopo passo a Danimarca, Olanda e Svezia.In Italia cosa si fa? Ci si lamenta. Come sempe, come per tutto, il vero sport nazionale, altro che il calcio.E quelli capaci, come di certo lo sono molti qui, cosa fanno? Cercano un capro espiatorio. Microsoft, certo, facile facile. Il prossimo Natale regalate un bel corso d'informatica ai vostri genitori, di qualsiasi sistema operativo vogliate. Oppure mettetevi voi ad insegnare loro qualcosa: avrete fatto un piccolo passo per rendere il vostro paese migliore.
      • Anonimo scrive:
        Re: E a gente così volete imporre linux
        pragmatico e concreto... non mi stupisco che ti sia trasferito in Germania :)
    • wowbagger scrive:
      Re: E a gente così volete imporre linux
      Proprio a gente così è il caso di imporre Linux.Tra non spendere una lira per un sistema operativo che non capiscono e spendere centinaia di euro per un sistema operativo che non capiscono comunque, meglio la prima.
      • Anonimo scrive:
        Re: E a gente così volete imporre linux
        documento va in giù e non sale" ? o che di fronte al menu di window maker che scorre fuori dallo schermo ci sta a pensare mezz'ora cosa dovrebbe fare ?C'è gente che non arriva neppure a comprendere il significato materiale di molte simbologie (e le gui sono solo simbologie) e vorresti metterla afarsi le seghe mentali di fronte a cose come si vedono in linux ?
        • Anonimo scrive:
          Re: E a gente così volete imporre linux
          documento va in giù
          e non sale" ? o che di fronte al menu di
          window maker che scorre fuori dallo schermo
          ci sta a pensare mezz'ora cosa dovrebbe fare ?
          C'è gente che non arriva neppure a
          comprendere il significato materiale
          di molte simbologie (e le gui sono solo
          simbologie) e vorresti metterla afarsi le
          seghe mentali di fronte a cose come si
          vedono in linux ?Non capisco il problema, pensi che la rotellina del mouse funzioni in modo diverso ?Dov'e' la differenza per un utente ?Questa gente non si accorge neanche di non avere di fronte un windows, se sa lanciare web, word e browser da un'icona sul desktop che differenza vuoi che gli faccia ?Certo anche tu regolare windowmaker piu' grande della finestra del desktop...
          • Anonimo scrive:
            Re: E a gente così volete imporre linux

            Non capisco il problema, pensi che la rotellina
            del mouse funzioni in modo diverso
            ?Allora, cosa si dice per far scorrere ad una persona un documento ? Qualcosa tipo "va giù" quindi sta rotellina falla girare in giù.Ho avuto a che fare con gente che diceva l'esatto opposto perchè quando il documento "scende" ovviamente secondo un altro punto di vista sale. Cerca già di far capire una banalità simile...
            Dov'e' la differenza per un utente ?L'utente tipo di questo articolo non è capace di far funzionare un tostapane senza bruciarsi le dita, in altre parole non riuscirebbe far funzionare windoz che è un elettrodomestico.Pensi che riuscirebbero a far andare linux che è tutt'ora shell dipendente ?
            Questa gente non si accorge neanche di non avere
            di fronte un windows, se sa lanciare web, word e
            browser da un'icona sul desktop che differenza
            vuoi che gli faccia
            ?Di nuovo i tizi qua dell'articolo non ci arrivano neanche a quello che ha segnato qua.
            Certo anche tu regolare windowmaker piu' grande
            della finestra del
            desktop...Certo che se avessi uno schermo da 14" da condividere tra un 486 ed P133 dove il primo non va oltre i 640x480 e quindi anche l'altro deve prendere ciò che passa il convento e per tua sfortuna su linux hai installato qualche programma di troppo vedi come quel menu te lo tieni così com'è
          • Anonimo scrive:
            Re: E a gente così volete imporre linux
            - Scritto da:

            Non capisco il problema, pensi che la

            rotellina del mouse funzioni in modo

            diverso ?
            Allora, cosa si dice per far scorrere ad una
            persona un documento ? Qualcosa tipo "va giù"
            quindi sta rotellina falla girare in
            giù.
            Ho avuto a che fare con gente che diceva
            l'esatto opposto perchè quando il documento
            "scende" ovviamente secondo un altro punto
            di vista sale.
            Cerca già di far capire una banalità
            simile...E quale sarebbe la difficolta' maggiore nel farglielo capire con linux ? (a parte su quest'ultimo si puo' invertire il movimento)

            Dov'e' la differenza per un utente ?
            L'utente tipo di questo articolo non è
            capace di far funzionare un tostapane
            senza bruciarsi le dita, in altre parole
            non riuscirebbe far funzionare windoz che
            è un elettrodomestico.
            Pensi che riuscirebbero a far andare linux
            che è tutt'ora shell dipendente ?Per cosa e' shell dipendente nell'uso ?Qual e' la differenza per questi utenti nell'usare windows o linux ?

            Questa gente non si accorge neanche di non

            avere di fronte un windows, se sa lanciare

            web, word e browser da un'icona sul desktop

            che differenza vuoi che gli faccia ?
            Di nuovo i tizi qua dell'articolo non ci
            arrivano neanche a quello che ha segnato
            qua.Che differenza c'e' con windows ?

            Certo anche tu regolare windowmaker piu'

            grande della finestra del desktop...
            Certo che se avessi uno schermo da 14" da
            condividere tra un 486 ed P133 dove il primo
            non va oltre i 640x480 e quindi anche l'altro
            deve prendere ciò che passa il convento e per
            tua sfortuna su linux hai installato qualche
            programma di troppo vedi come quel menu te lo
            tieni così com'èQual e' la differenza con windows per gli utenti di cui hai parlato prima ?Anche a loro fai cambiare monitor tra 2 Pc ??
          • Anonimo scrive:
            Re: E a gente così volete imporre linux

            Pensi che riuscirebbero a far andare linux che è
            tutt'ora shell dipendente ?sveglia, siamo nel 2006
          • Anonimo scrive:
            Re: E a gente così volete imporre linux
            Sveglia siamo nel 2006 lo dicono tutti coloro che vorrebbero veramente abbandonare windoz e quando passano a linux si accorgono che l'interfaccia grafica è solo una carnevalata mal integrata con il resto del sistema
          • Anonimo scrive:
            Re: E a gente così volete imporre linux
            non è mal integrata, non è integrata in nessun modo!l'interfaccia grafica è solo un programma come tanti, così come il server grafico
          • Anonimo scrive:
            Re: E a gente così volete imporre linux
            - Scritto da:
            non è mal integrata, non è integrata in nessun
            modo!
            l'interfaccia grafica è solo un programma come
            tanti, così come il server
            graficoEd e' giusto che sia cosi :D
Chiudi i commenti