Telefonia, tariffe da abbattere

Ne parla AltroConsumo dopo la decisione dell'Autorità di congelare l'aumento delle tariffe di telefonia fissa per il 2005. Il confronto con gli altri paesi europei

Roma – Bloccati dall’ Autorità TLC gli aumenti tariffari sulla telefonia fissa inizialmente decisi da Telecom Italia . Un congelamento della rimodulazione delle tariffe che è stato accolto con interesse dai consumatori.

AltroConsumo ha peraltro sottolineato come da uno studio che mette in parallelo la situazione tariffaria italiana rispetto a quella di altri importanti paesi europei si evidenziano squilibri che vanno risolti abbattendo le tariffe .

In particolare, l’Associazione afferma che già oggi la telefonia fissa italiana costa il 6% più della media tra Germania, Francia, Spagna e Regno Unito . “Se le richieste di Telecom fossero accolte – spiegano i consumatori – si passerebbe a + 13%”.

Secondo AltroConsumo, ascoltata ieri proprio dall’Autorità TLC sulla questione tariffaria, ci sono tutti gli spazi per ridurre di almeno il 10% le tariffe per le chiamate da fisso a mobile. “Rispetto alle tariffe fisso-mobile del Regno Unito oggi l’Italia è già più cara del 48% – affermano i consumatori – Dove vogliamo arrivare?”. In uno schema (vedi grafico in questa pagina), AltroConsumo evidenzia i costi delle chiamate fisso-mobile nei principali paesi.

Clicca per ingrandire Una maggiore concorrenza, spiega AltroConsumo, porterebbe ad una riduzione delle tariffe fisso-mobile decisamente drastica perché, come scritto nella Relazione 2004 della Commissione europea sull’attuazione delle norme TLC, i paesi dove la competizione funziona al meglio (in particolare il Regno Unito) le tariffe sono scese in un anno di più del 50% .

Secondo AltroConsumo, la proposta di Telecom, bloccata dall’Autorità, con l’aumento del 27,2% nello scatto alla risposta avrebbe cancellato gli effetti della riduzione delle tariffe al minuto, in particolare nelle chiamate brevi. E nelle ore di punta le chiamate sotto i 4 minuti nella proposta Telecom sarebbero costate più di prima. Nelle altre fasce orarie tutte le chiamate fino a 6 minuti sarebbero anche costate di più.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Quale il punto di equilibrio?
    La pedofilia è sicuramente uno dei reati più odiosi, uno tra quelli che suscitano maggiore clamore sociale, perchè si rivolge contro la parte più indifesa dell'umanità: l'infanzia.Così la pedopornografia che è un reato collegato ontologicamente al primo viene giustamente vista con altrettanto disvalore sociale.Tuttavia non possiamo prescindere da una necessaria differenziazione tra le due fattispecie fondata sulla diversa offensività dei due crimini.Sono personalmente d'accordo sulla necessità di pene dure (anche maggiori di quelle attuali) per chi viola materialmente la sfera intima dei minori sia attraverso atti sessuali, sia attraverso la produzione di riprese cinematografiche degli stessi atti.Tuttavia quando si tratta dei fruitori delle sole immagini la situazione penso dovrebbe essere trattata diversamente. Mi sembra tra l'altro che siano i dati statistici dei suicidi registrati tra gli indagati a suggerircelo. E' un tributo troppo alto per essere considerato accettabile o fisiologico nella repressione del crimine.Quanti rapinatori si suicidano per essere stati indagati per il fatto commesso o condannati? Sicuramente proporzionalmente molti meno, e si tratta di un crimine senz'altro maggiormente offensivo di quello commesso dal malato o morboso osservatore di immagini pedopornografiche.E' la tipologia del reo uno degli elementi su cui dobbiamo concentrarci. Di chi si tratta? Come evitare che entri in contatto con materiale pedopornografico o ne alimenti il mercato stesso pagando per fruirne?Non credo si tratti normalmente di delinquenti incalliti, ma più spesso di persone qualunque, con la particolarità di una sessualità deviata o patologica.Avremo probabilmente una parte di fruitori che entra in contatto con il materiale pedopornografico per morbosità e in modo poco più che casuale, e che probabilmente non pagherebbe mai per fruirne alimentandone il mercato. Abbiamo d'altra parte fruitori che invece compiono scientemente la condotta e pagano alimentando il mercato di chi produce il materiale stesso.Tuttavia è probabilmente un tratto comune di questi individui il fatto di avere una posizione sociale normale, che verrebbe irrimediabilmente compromessa dalla notizia del compimento di un reato del genere, portando i più deboli tra questi anche al suicidio.Nella scelta sanzionatoria il legislatore dovrebbe tenere in considerazione anche questi elementi. Un'ipotesi correttiva potrebbe essere quella di prevedere una sanzionarietà progressiva: punire il primo reato specifico compiuto soltanto con una sanzione pecuniaria accompagnata dalla tutela della privacy sull'identità dell'autore. Per chi invece reitera il reato dopo aver subito una prima condanna, dovrebbero essere previste pene detentive crescenti e pubblicazione della notizia stessa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quale il punto di equilibrio?

      mi girano e parecchio nel leggere queste
      affermazioni.
      Cosa vuoi fare giustificare te stesso per
      aver scaricato qualche immagine, "giusto per
      dare un'occhiata?"
      "Per farti un'idea prima del viaggio in
      Thailandia?"ma se non so nemmeno cosa voglia dire scaricare?non sono un esperto di computer, di internet, di giurisdizione;solo che in questo forum mi e' capitato di leggere di persone che sono state accusate di pedofilia ingiustamente, perche' dopo sono state assolte.sono un ragazzo, non un maniaco.e in thailandia non ci andro' mai perche' non ho i soldi per andarci.non scrivero' mai piu' su questo forum se rischio di essere frainteso.dopo la tua risposta si avvalora la mia convinzione che chi non la pensa come il nostro caro premier "san silvio" rischia grosso.addio
      • Anonimo scrive:
        Re: Quale il punto di equilibrio?

        non scrivero' mai piu' su questo forum se
        rischio di essere frainteso.
        dopo la tua risposta si avvalora la mia
        convinzione che chi non la pensa come il
        nostro caro premier "san silvio" rischia
        grosso.
        addioMa no, resta sul forum. Un forum è per definizione un luogo di discussioni, molte delle quali epidermiche, in cui si dice la prima cosa che passa per la mente senza aver adeguatamente considerato i pro e i contro.D'altra parte sono anni che in merito all'argomento specifico di questo forum cerco di considerare adeguatamente tutti gli aspetti, e non sono ancora giunto a una conclusione. Per cui non ho ancora scritto niente.
  • Anonimo scrive:
    Paradosso
    Le leggi ultraproibizioniste che si stanno imponendo per la pedofilia hanno come unico effetto quello di moltiplicare a dismisura i reati che si vorrebbe impedire.Ammettiamolo, a noi gente "normale" cosa interessa impedire?Che qualche miserabile si masturbi di fronte a foto di bimbi ritratti in condizioni di ancora maggiore miseria, oppure che gente senza scrupoli, invogliata dagli enormi guadagni, batta le strade alla ricerca di bimbi soli e indifesi con i quali produrre nuovo materiale da rivendere a carissimo prezzo?Io credo che alla maggior parte di noi interessi impedire la seconda eventualita', ma bisogna convenire che fin quando certo materiale sara' illegale (mi spiego bene: ovviamente deve rimanere pesantemente sanzionato PRODURLO), ci saranno sempre innumerevoli criminali pronti a lucrarci sopra, e a rapire e seviziare altri bambini innocenti. Una cosa sono i principi (comunque opinabili), un'altra la cruda consuetudine del crimine. Come ulteriore paradosso, se tale materiale fosse di libera circolazione (ovviamente senza potersi giovare di copyright, ne' di pubblicazione a pagamento), sarebbe molto piu' facilmente reperibile anche dalle forze dell'ordine che avrebbero piu' elementi per le indagine volte a identificare i produttori.
    • Anonimo scrive:
      Re: Paradosso
      ma che bella osservazione!mi parli di legalizzare sanzionando fortemente, dei video porno con bambini per sperare che altri bambini non vengano stuprati?ma sei fuori?non si parla di foto di bambini a scuola ma di bambini in atti sessuali!come puoi dire questo?:O
      • Anonimo scrive:
        Re: Paradosso

        ma che bella osservazione!
        mi parli di legalizzare sanzionando
        fortemente, dei video porno con bambini persanzionando fortemente la *produzione* e *vendita*!
        sperare che altri bambini non vengano
        stuprati?
        ma sei fuori?
        non si parla di foto di bambini a scuola ma
        di bambini in atti sessuali!

        come puoi dire questo?
        :ocome si puo' pensare di sbattere dentro chi ha solo *guardato* certi video? Secondo me c'e' una perversione voyeuristica anche in chi cerca i video integrali delle decapitazioni in iraq, ma mi sembra che nessuno venga perseguito per questo. Io sono a favore del "vecchio" principio della responsabilita' personale: se un bambino e' stato stuprato ne risponda lo stupratore e non un essere miserabile ma inoffensivo. Questa caccia all'untore portera' soltanto altre grane (oltre che un bel po' di grana nelle tasche di delinquenti).Se io avessi un figlio stuprato in un video porno, mi premerebbe piu' assicurare alla giustizia il violentatore, piuttosto che impedire di far girare il video.... e non mi pare una posizione surreale.
        • Anonimo scrive:
          Re: Paradosso
          - Scritto da: Anonimo
          Se io avessi un figlio stuprato in un video
          porno, mi premerebbe piu' assicurare alla
          giustizia il violentatore, piuttosto che
          impedire di far girare il video.... e non mi
          pare una posizione surreale.Impedire che qualche milione di persone possa scaricare il video dove tuo figlio è stato violentato (magari lo scaricano i suoi compagni di scuola) ti sembra inutile ?Dopo aver subito violenza tuo figlio dovrebbe vivere per sempre con l'incubo che qualcuno possa un giorno riconoscerlo in quelle immagini ?Per rispetto nei confronti della vittima di quel reato è dovere dello Stato impedire in ogni modo che quelle immagini siano diffuse. Invece, secondo i tuoi suggerimenti, al figlio che grida di aver trovato le foto che ritraggono la sua violenza su Internet suo padre dovrebbe rispondere "ma che problema c'è..non lo fanno mica per soldi, si divertono senza scopo di lucro...lascia che si mastrurbino con la tua foto"Non siamo riusciti a difendere quei bambini ? almeno aiutiamoli a ricostruirsi un futuro ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Paradosso

            Non siamo riusciti a difendere quei bambini
            ? almeno aiutiamoli a ricostruirsi un
            futuro ...Si come? relegando la vittima in ospedale spichiatrico sino a che tutti i sui ricordi non saranno debitamente cancellati?Oppure sparando nel mucchio dei presunti testimoni, magari spezzandone le vite da cui presumibilmente dipendono quelle dei loro figli causando a questi ultimi traumi spesso ancora peggiori di quelli dovuti ad uno stupro, magari privandoli pure del sostentamento, magari cacciandoli in mezzo ad una strada.Intervenire nella vita del prossimo e' comunque una violenza, accettabile solo se assolutamente indispensabile.Quando quattro esaltati bloccano un treno, un'autostrada o una qualunque via, di fatto sequestrano individui e ne modificano il destino, senza contare che c'e' sicuramente quello che non arrivera' in tempo per la dialisi o in tempo utile per prendere la sua medicina e che morira' vittima di un'ingiustificabile interferenza.Voglio dire che siamo tutti strettamente correlati e che uno scriteriato interventismo non e' accettabile e nel caso poi si intenda perseguire l'effetto trascurandone la causa, e' distruttivo per la societa'. Non si usa la ghigliottina per curare un mal di testa, anche perche' tra i decapitati ci sara' sicuramente anche il futuro genitore dell'inventore della cibalgina.
          • Anonimo scrive:
            Re: Paradosso
            - Scritto da: Anonimo

            Oppure sparando nel mucchio dei presunti
            testimoni, magari spezzandone le vite da cui
            presumibilmente dipendono quelle dei loro
            figli causando a questi ultimi traumi spesso
            ancora peggiori di quelli dovuti ad uno
            stupro, magari privandoli pure del
            sostentamento, magari cacciandoli in mezzo
            ad una strada.
            Intervenire nella vita del prossimo e'
            comunque una violenza, accettabile solo se
            assolutamente indispensabile.
            Quando diffondi le immagini di una violenza sessuale a carico di un bambino stai intervenendo nella vita del prossimo :il prossimo è quel bambino.E' talmente semplice che una persona normale dovrebbe capirlo da solo ma visto che milioni di persone non lo capiscono oppure se ne fregano e continuano a scambiarsi queste foto, allora è giusto che lo Stato intervenga con una sanzione penale.Qui non discutiamo dei presunti innocenti, qui discutiamo di chi scambia queste foto volontariamente senza scopo di lucro : commettono un reato e vanno puniti, non c'è assolutamente nulla da frignare. Chi vuole evitare rogne scarichi i film di Zorro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Paradosso

            Impedire che qualche milione di persone
            possa scaricare il video dove tuo figlio
            è stato violentato (magari lo
            scaricano i suoi compagni di scuola) ti
            sembra inutile ?superfluo, se chi ha commesso il gesto e' stato esemplarmente punito (non sono contro la pena di morte a priori, ma credo che anche un ergastolo in regime carcerario duro possa servire).
            Dopo aver subito violenza tuo figlio
            dovrebbe vivere per sempre con l'incubo che
            qualcuno possa un giorno riconoscerlo in
            quelle immagini ?obiettivamente difficile: i bambini cambiano aspetto rapidamente.
            Per rispetto nei confronti della vittima di
            quel reato è dovere dello Stato
            impedire in ogni modo che quelle immagini
            siano diffuse. beh, questo e' un problema ben piu' ampio. Lo stato dovrebbe proibire anche le interviste ai parenti di vittime di delitti o disgrazie nei minuti immediatamente successivi al fatto, ma mi sembra evidente che non si faccia. I problemi sono tanti, cerchiamo di farne una gerarchia. Primo: dentro i responsabili. Per quel che riguarda il resto, piacerebbe anche a me vivere in un mondo di media e persone meno morbose, ma mi sa che e' una pia speranza (Baudrillard scrisse cose molto belle a questo proposito decine di anni fa....).
          • Anonimo scrive:
            Re: Paradosso
            - Scritto da: Anonimo
            superfluo, se chi ha commesso il gesto e'
            stato esemplarmente punito (non sono contro
            la pena di morte a priori, ma credo che
            anche un ergastolo in regime carcerario duro
            possa servire).Superfluo ????A te farebbe piacere se girassero per il web delle immagini che ti ritraggono a sette anni mentre sei costretto a fare del sesso con degli animali ?E se le scarica la tua fidanzata, i tuoi amici o i tuoi figli ?Devi vivere per sempre con l'incubo di trovartele davanti e di non poter far nulla per bloccarne la diffusione ?

            Dopo aver subito violenza tuo figlio

            dovrebbe vivere per sempre con l'incubo
            che

            qualcuno possa un giorno riconoscerlo in

            quelle immagini ?

            obiettivamente difficile: i bambini cambiano
            aspetto rapidamente.Difficile è diverso da impossibile :di sicuro lui potrà riconoscersi in quelle foto in qualsiasi momento, sapere che esistono persone che se le scambiano è esattamente come subire una nuova violenza per cui :_deve avere il diritto di denunciare le persone che diffondono quelle immagini indipendentemente dallo scopo dello scambio_lo Stato deve avere la possibilità d'intervenire e bloccare quello scambio. _le persone che scambiano quel materiale devono sapere che stanno commettendo un reato, uomo avvisato mezzo salvato
            Per quel che riguarda
            il resto, piacerebbe anche a me vivere in un
            mondo di media e persone meno morbose, ma mi
            sa che e' una pia speranza (Baudrillard
            scrisse cose molto belle a questo proposito
            decine di anni fa....).Quando questa morbosità lede un diritto di una persona allora non è più ammissibile e va sanzionata penalmente.Ci sono due interessi da proteggere, lo Stato fa benissimo a schierarsi dalla parte del bambino.Al morboso penseremo un'altra volta.
        • Anonimo scrive:
          Re: Paradosso

          come si puo' pensare di sbattere dentro chi
          ha solo *guardato* certi video? hanno un fermo di arresto, non sono in carcere i tipi e incoraggiando un mercato illegale di chi stupra bimbi per rivenderene le videocassette, per me e' pure troppo poco questo.Secondo me
          c'e' una perversione voyeuristica anche in
          chi cerca i video integrali delle
          decapitazioni in iraq, ma mi sembra che
          nessuno venga perseguito per questo. Io sono
          a favore del "vecchio" principio della
          responsabilita' personale: se un bambino e'
          stato stuprato ne risponda lo stupratore e
          non un essere miserabile ma inoffensivo.ma come ragioni? per le decapitazioni in iraq non mi sembra non siano perseguibili ne ricercati gli autori del gesto e della produzione!!!!!!!!!idem per i bimbi.come minimo il fermo va applicato!e poi non fermano chi scarica una foto ma chi scarica bel po' di roba, mio caro!
          Questa caccia all'untore portera' soltanto
          altre grane (oltre che un bel po' di grana
          nelle tasche di delinquenti).seeeeece li porta il fr finta di niente, i soldini nelle tasche di questi schifosi!
          Se io avessi un figlio stuprato in un video
          porno, mi premerebbe piu' assicurare alla
          giustizia il violentatore, piuttosto che
          impedire di far girare il video.... e non mi
          pare una posizione surreale.seeeeeeeeparli bene che non hai figlichiunque incoraggi o produca materiale porno a carico di bambini o anche di adulti se trattasi di snuff, e non di film porno con adulti attori, va punito e pesantemente, per il solo fatto che nessuno ha diritto ad applicare qualsiasi pratica CONTRO la volonta' di un altro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Paradosso


            come si puo' pensare di sbattere dentro
            chi

            ha solo *guardato* certi video?
            hanno un fermo di arresto, non sono in..se ti pare poco....
            carcere i tipi e incoraggiando un mercato"incoraggiare"? se hanno pagato, allora sono d'accordo con te. Ma se hanno pagato, e' troppo facile cavarsela con un fermo: dentro fino a quando non dicono CHI hanno pagato!Se non hanno pagato nessuno, non c'e' nessun incoraggiamento: mica 'sta gente lavora per la gloria...
            ma come ragioni? per le decapitazioni in
            iraq non mi sembra non siano perseguibili ne
            ricercati gli autori del gesto e della
            produzione!!!!!!!!!non sono ricercati ne' perseguibili i direttori di tg che le mettono in onda. E per me e' giusto cosi', anche se mettere in onda le versioni integrali mi sembra fare il gioco degli assassini. Ma Voltaire ha sempre ragione....
            seeeee
            ce li porta il fr finta di niente, i soldini
            nelle tasche di questi schifosi!nessuno chiede che si faccia finta di niente.
            seeeeeeee
            parli bene che non hai figli
            chiunque incoraggi o produca materiale porno
            a carico di bambini o anche di adulti se
            trattasi di snuff, e non di film porno con
            adulti attori, va punito e pesantemente, per
            il solo fatto che nessuno ha diritto ad
            applicare qualsiasi pratica CONTRO la
            volonta' di un altro.se con "incoraggi" intendi "compri", assolutamente d'accordo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Paradosso
            - Scritto da: Anonimo

            non sono ricercati ne' perseguibili i
            direttori di tg che le mettono in onda. E
            per me e' giusto cosi', anche se mettere in
            onda le versioni integrali mi sembra fare il
            gioco degli assassini. Ma Voltaire ha sempre
            ragione....
            Forse non sai che il diritto di cronaca è un diritto tutelato dalla Costituzione mentre il diritto si scambiarsi pedopornografia su Internet ancora no.In ogni caso ti informo che anche un diritto costituzionalmente garantito come il diritto di cronaca viene limitato ogni qualvolta nei fatti di cronaca sono coinvolti dei minori.Per evitare di pregiudicare l?armonico sviluppo psicologico del bambini l?ordinamento riconosce ai minori una tutela rafforzata, anche in presenza di un legittimo diritto di cronaca : oltre a quanto previsto dalla normativa sulla privacy e dal Codice di deontologia dei giornalisti, l?art.734 bis del codice penale (persone offese da atti di violenza sessuale), preclude la possibilità di divulgare notizie o immagini che consentano l?identificazione, anche indiretta, dei minori.
          • Anonimo scrive:
            Re: Paradosso
            - Scritto da: Anonimo


            come si puo' pensare di sbattere
            dentro

            chi


            ha solo *guardato* certi video?

            hanno un fermo di arresto, non sono in

            ..se ti pare poco....non mi pare poco ma mi pare come minimo ADEGUATO il provvedimentonon stiamo parlando di bruscolini...
            "incoraggiare"? se hanno pagato, allora sono
            d'accordo con te. Ma se hanno pagato, e'
            troppo facile cavarsela con un fermo: dentro
            fino a quando non dicono CHI hanno pagato!
            Se non hanno pagato nessuno, non c'e' nessun
            incoraggiamento: mica 'sta gente lavora per
            la gloria...i pagamenti on line non sempre ti danno gli estremi pagamento ma prendono i tuoi
            non sono ricercati ne' perseguibili i
            direttori di tg che le mettono in onda. E
            per me e' giusto cosi', anche se mettere in
            onda le versioni integrali mi sembra fare il
            gioco degli assassini. Ma Voltaire ha sempre
            ragione....si si voltaire...giraci ancora intorno... intanto voglio vedere se a te facessero un servizietto del genere se la penseresti ancora cosi'.:/
            nessuno chiede che si faccia finta di niente.allora piantala di lamentarti contro chi fa qualcosa di concreto
            se con "incoraggi" intendi "compri",
            assolutamente d'accordo.e secondo te comprare NON significa sostenere?buongiornoooooo
  • Anonimo scrive:
    La democrazia che va in pezzi
    Sappiamo tutti quanti come la pedofilia sia uno dei crimini più gravi che l'umanità conosca, ma altrettanto bene dovremmo sapere quanto LA VERA pedofilia resti costantemente impunita o quasi, mentre queste manovre servono per lo più a dare un contentino al popolo linciatore che grida all'impiccagione di persone, che nel loro squallore, sono esse stesse vittime di un male.E come spesso avviene una vittima miete altre vittime. Ciò che non è tollerabile è invece che sia chi non è vittima di alcunchè a creare dolore inutilmente. Indagini su indagini atte a colpire forse "i clienti" di questo sporco traffico, tirando in mezzo centinaia di persone, molte delle quali come sempre risulteranno innocenti o forse inconsapevoliMa non è possibile macchiare una persona A PRIORI di un crimine orribile (per quanto indotto da problemi mentali) senza avere MATEMATICA CERTEZZA che questa persona sia colpevole.Io ritengo tutte queste manovre, sceneggiate politico-populiste atte ad attirare voti, fama e quant'altro a chi le propone e le applica. Ma i veri pedofili? E le vere vittime? Che trattamente abbiamo per loro?IL NULLA. I veri pedofili che compiono gli abusi non vengono quasi mai presi. L vere vittime quasi mai identificate. E i nostri politici e i capi delle forze dell'ordine si vantano di azioni atti a colpire altre vittime, perchè queste persone sono vittime di se stesse e di una società che non le aiuta.Non dovremmo sentirci meno mostri di tali persone quando ci imbarchiamo in crociate pseudo-moraliste che non portano a niente se non ad altri orrori. Non dobbiamo sentirci fieri di queste azioni quando le televisioni straniere vanno a milano filmando AZIONI DI VERI PEDOFILI e non di persono che godono nel guardare ma che alla fine non consumano.Dove sono le tutele per tutte queste vittime in un modo o nell'altro inconsapevoli? Perchè i veri pedofili non finiscono mai in carcere e si creano soltanto degli uomini di paglia come il mostro belga?La società e la democrazia decadono perchè chi dovrebbe tutelarle è spesso il primo a distruggerle.
    • Anonimo scrive:
      Re: La democrazia che va in pezzi
      Lo dico pure io ma tu l'hai detto meglio e mi accodo.Aggiungerei solo che il vero problema e' il SESSO NEGATO.Prima ancora della ragione e' il sesso che governa la nostra vita. E' "vivente" cio' che e' in grado di crescere e riprodursi. Io che sono cresciuto, e non mi sono riprodotto sono uno sconfitto, tuttavia partecipo con sentimento al dolore per le stragi del sabato sera ed altrettanto per le sofferenze inflitte ai ragazzi di ogni eta'. Mi rendo anche conto di come il mio sentimento sia prevalentemente determinato dal desiderio di vedere il perpetuarsi della specie piu' che da un generico amore per il prossimo, che in gran parte detesto. Da qui, trovo assolutamente normale riconoscere che vi sia del compiacimento sessuale nel contemplare i giovani di ogni eta'. Fintanto che il mio equilibrio psicofisico regge non vedo ragione per includere i genitali dei giovani nel mio solitario piacere che in definitiva si riduce al desiderio, anche questo squisitamente sessuale, di non scomparire dalla faccia del pianeta. Questo e' SESSO per quanto non abbia molto a che vedere con gli organi genitali a cui tutto sommato si chiede di funzionare almeno una volta nella vita. Ma poniamo il caso di una societa' sessuofobica e conseguentemente ipocrita e repressiva, ed e' questa la nostra penosa realta', e chiediamoci quanto una costante mortificazione della pulsione primaria possa confondere il "desiderio" e danneggiare l'equilibrio dell'individuo. Mi sembra sia facile comprendere come l'amore per la vita che cresce possa trasformare la "paura per la morte" in una sorte di desiderio rivolto a coloro che meglio esprimono la naturale aspirazione alla sopravvivenza. Quando guardo il giovane, ne osservo la subliminazione dell'attivita' sessuale, vale a dire creativita' fantasia e dinamicita', il che non e' molto diverso dall'osservare con compiacimento, al microscopio, la vitalita' degli spermatozoi. Ovviamente nel mezzo ci sta l'individuo che a seconda dell'eta' va aiutato e istruito, e noi dobbiamo interagire perche' non basta che la vita prosegua, occorre anche fare in modo che vi sia qualcuno a cui lasciare la conduzione della bottega. A questo punto e' la societa' nel suo insieme che dovrebbe creare il clima favorevole al naturale esprimersi del sesso perche' e' dimostrato come la repressione generi come minimo una "confusione" nei ruoli. Pertanto non confondiamo i criminali con le vittime della repressione perche' cosi' non si risolve nulla, al massimo si puo' tentare di camuffare una politica malata andando a pescare nel torbido. Tutto questa caccia alle streghe non e' improbabile che sfoci nella disaffezione verso i bambini e cio' sarebbe molto grave. Al momento mi pare sia considerato gravemente l'omicidio e passando per la strage via via fino al genocidio, ma che il danneggiare la specie umana non sia preso in considerazione e questo mi sembra un po' assurdo. Occorre estrema delicatezza nel considerare un problema (quando sia realmente un problema) che e' determinato proprio dalla mancanza di tatto da parte delle istituzioni che invadono la sfera privata pestando con il pugno di ferro i nostri testicoli. Mostrare approvazione e compiacimento per una scriteriata azione repressiva e' un passo per negarci la vita e tutto sommato credo sia preferibile qualche spiacevole effetto collaterale piuttosto della castrazione in massa. Siamo il prodotto di un'evoluzione molto lenta, eterna se commisurata alla durata della nostra esistenza individuale, come possiamo pretendere di modificare la natura umana su i due piedi grazie alle bravate di qualche pubblico rappresentante assatanato di protagonismo? Abbiamo (hanno) appena finito di lottare per la liberta' che ci troveremo a breve a dover lottare per il diritto a riprodurci. Via le mani dalla sessualita' o saranno guai. Se vi sono (e ve ne sono eccome) storture diamoci da fare per rimuoverne le cause e non illudiamoci di poterne contrastare gli effetti. Non e' il codice di procedura penale che va consultato, al massimo vi e' un codice genetico la cui cui comprensione temo non sia alla portata del politicante di turno e tanto meno del magistrato o del poliziotto. L'imperativo e' proteggere i giovani non perseguitare coloro che seppure con ottica malata comunque li amano. Tutti abbiamo bisogno di una spinta almeno una volta nella vita e non possiamo certo aspettarci che sia sempre li ad aspettarci qualcuno garbato e con le mani pulite, altrimenti finiremo con il condannare il pompiere che sulla scala mobile abbia afferrato il culo del fanciullo appena estratto dal rogo. Il brevetto delle idee e' un passo importante e necessario se vogliamo arrivare a processare le intenzioni, poi la morte per inedia ci risparmiera' le spiacevoli conseguenze del buco nell'ozono.Reprimere il pensiero e reprimere il sesso sono la giusta ricetta per guadagnare l'estinzione.Insomma siamo esseri viventi, guardiamo alla vita e cerchiamo di comprenderne il metodo e se ce ne sfugge il significato poco male. Inventarci percorsi alternativi non e' che una ridicola tragedia.Chi piu' chi meno siamo tutti artisti e pizzicando il nostro budello ricaviamo il suono che genera a sua volta degli armonici ed e' solo alla fine che su questa armonia andiamo a ricamare la nostra personale linea melodica, e si', comunichiamo cantando. Teniamo pero' presente che la corda e' tesa, e saldamente agganciata, tra l'ipofisi e la prostata, e il tentativo di smorzare certi toni perche' considerati "bassi" avra' come unico risultato quello di trasformare un canto in lugubre lamento.
    • Anonimo scrive:
      Re: La democrazia che va in pezzi

      I veri pedofili che compiono gli
      abusi non vengono quasi mai presi. MAI letto niente di piu' falso:/
      • Anonimo scrive:
        Re: La democrazia che va in pezzi
        - Scritto da: Anonimo


        I veri pedofili che compiono gli

        abusi non vengono quasi mai presi.

        MAI letto niente di piu' falso
        :/In effetti mai letto qualcosa di più falso, ma non certo del primo commento!Ma dove vivi? Su marte? O fuori dal sistema solare? Stai ancora a credere alla propaganda dei buoni VS dutroux?Dutroux l'esecutore le menti stavano altrove, menti che sono rimaste impunite. Emblema dello schifo assoluto, quattro portabiancheria vengono presi su ogni 10.000 che commettono abusi. Per poi far passare simili retate per una guerra alla pedofilia, mentre è solo un contributo alla propagandaVieni a vivere con noi sul pianeta Terra se vuoi commentare queste cose.
        • Anonimo scrive:
          Re: La democrazia che va in pezzi
          giusto, considera poi che molti abusi avvengono da persone che il bambino considera familiari.....e poi che l' articolo dice chiaramente che molte persone indagate in un primo momento sono risultate poi innocenti:chi le risarcirà? come potranno tornare serenamente nella stessa società che li voleva impiccare senza neppure un processo?
        • Anonimo scrive:
          Re: La democrazia che va in pezzi
          - Scritto da: Anonimo


          Ma dove vivi? Su marte? O fuori dal sistema
          solare? Stai ancora a credere alla
          propaganda dei buoni VS dutroux?
          La propaganda la fai tu, se vuoi contestare i dati comunicati dalle forze dellìordine firmati con nomo e cognome e vai in questura a fare una denunciaAltrimenti taci.
          • Anonimo scrive:
            Re: La democrazia che va in pezzi
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo






            Ma dove vivi? Su marte? O fuori dal
            sistema

            solare? Stai ancora a credere alla

            propaganda dei buoni VS dutroux?




            La propaganda la fai tu, se vuoi contestare
            i dati comunicati dalle forze
            dellìordine firmati con nomo e
            cognome e vai in questura a fare una
            denuncia
            Altrimenti taci.E sarai tu a farmi tacere? O il regime di cazzate a cui credi o che peggio ancora appoggi? Non sei in grado di dire a nessuno taci, ma probabilmente sei uno di coloro i quali con il verbo "tacere" pensano di togliere diritto a tutti di parlare.E' la gente come te che distrugge o meglio PROVA a distruggere la democrazia. In migliaia di anni i tuoi simili hanno sempre fallito in questi tentativi. Non sei destinato a miglior sorte.Le forze dell'ordine..fai veramente ridere e se la giustizia non ti ha insegnato quanto sia falsa e distorta in centinaia di casi di innocenti carcerati, scambi di persona, teoremi giudiziari e chi più ne ha più ne metta allora faresti bene a rileggere la storia.
          • Anonimo scrive:
            Re: La democrazia che va in pezzi
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Le forze dell'ordine..fai veramente ridere e
            se la giustizia non ti ha insegnato quanto
            sia falsa e distorta in centinaia di casi di
            innocenti carcerati, scambi di persona,
            teoremi giudiziari e chi più ne ha
            più ne metta allora faresti bene a
            rileggere la storia.E allora ?Cosa fai tu per migliorare le cose, a parte chiedere il libero scambio di immagini pedopornografiche ?Vedi di alzare le chiappe e datti da fare per migliorare le cose, con le tue lagne non si risolve nulla.
          • Anonimo scrive:
            Re: La democrazia che va in pezzi
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            Le forze dell'ordine..fai veramente
            ridere e

            se la giustizia non ti ha insegnato
            quanto

            sia falsa e distorta in centinaia di
            casi di

            innocenti carcerati, scambi di persona,

            teoremi giudiziari e chi più ne
            ha

            più ne metta allora faresti bene
            a

            rileggere la storia.

            E allora ?
            Cosa fai tu per migliorare le cose, a parte
            chiedere il libero scambio di immagini
            pedopornografiche ?
            Vedi di alzare le chiappe e datti da fare
            per migliorare le cose, con le tue lagne non
            si risolve nulla.Ciò che faccio io, ciò che fanno decine se non centinaia di persone a questo mondo è mille volte più grande in un giorno di ciò che tu farai nella tua vita probabilmente. E SI VEDE CHIARAMENTE.Perchè i problemi si analizzano, si concepiscono le cause originari e le cause indotte. Ci si informa e si distinguono le cose giuste da quelle sbagliate. La psiche umana è qualcosa di enormemente complesso che non si affronta certo con le tue malconce idee. Conosci Cesare Beccaria? Sai chi è? Spero per te che tu lo sappia e nel caso vai a rileggerti qualcosa su di lui e sui suoi testi. Nonostante siano cose vecchissime, quello era un grande uomo, con una mente piena di luce.Se tu fossi persona meno presuntuosa e meno ignorante su argomenti articolati come ragnatele che NESSUNO si può vantare di conoscere alla perfezione, allora non ti sarebbe difficile concepire il senso di queste discussioniNon ti sarebbe difficile concepire l'orrore generato da altro orrore..che a sua volta non farà che generare orrore come in una catena chiusa e senza fine. Catena che i "propagandai" delle crociate e delle forche non fanno che rafforzare. Ma a te questi concetti sfuggono come sapone bagnato.Non sono uno di quelli che pensano che gli altri amino per forza sovvertire la realtà. Per cui mi limito a dirti prima di scrivere simili idiozie sull'altrui, ti consiglio quantomeno di leggere attentamente ciò che gli altri dicono.Eviterai di imbatterti in simili magrissime figure.Vatti a rileggere ciò che è stato scritto in questa discussione se per te non è troppo lungo o complesso da percepire. Forse in seguito riuscirai a dire 3 parole che hanno attinenza con questo discorso.
          • Anonimo scrive:
            Re: La democrazia che va in pezzi
            - Scritto da: Anonimo


            Perchè i problemi si analizzano, si
            concepiscono le cause originari e le cause
            indotte. Ci si informa e si distinguono le
            cose giuste da quelle sbagliate. La psiche
            umana è qualcosa di enormemente
            complesso ...Ed il risultato di tutte queste seghe mentali sarebbero le proposte che hai scritto su questo forum ?Se davvero vuoi cambiare le cose, comincia a muovere quel culo pesante e smetti d'insultare e denigrare la gente che rischia la pelle tutti i giorni anche per salvare la tua.
          • Scorpion scrive:
            Re: La democrazia che va in pezzi


            Arzigogogli e ricami ma alla fine non dici
            nulla d'interessante.
            Molta forma e poca sostanza.
            Tipico dei fannulloni.Non sono quello di prima ma vedo che anche tu non riesci a superare un QI medio basso in quanto a qualità dei commenti.Evolviti dalla situazione monocellulare e mononeuronica che ti attanaglia e raggiungi il nostro livello nel prossimo milione di anni.
          • Anonimo scrive:
            Re: La democrazia che va in pezzi
            - Scritto da: Scorpion

            Non sono quello di prima ma vedo che anche
            tu non riesci a superare un QI medio basso
            in quanto a qualità dei commenti.
            Evolviti dalla situazione monocellulare e
            mononeuronica che ti attanaglia e raggiungi
            il nostro livello nel prossimo milione di
            anni.Lavorare mai, eh ?
          • Anonimo scrive:
            Re: La democrazia che va in pezzi
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Scorpion



            Non sono quello di prima ma vedo che
            anche

            tu non riesci a superare un QI medio
            basso

            in quanto a qualità dei commenti.

            Evolviti dalla situazione monocellulare
            e

            mononeuronica che ti attanaglia e
            raggiungi

            il nostro livello nel prossimo milione
            di

            anni.

            Lavorare mai, eh ?La tua ignoranza è pari alla tua arroganza e alla tua superficialità, nonchè alla tua malafede più assoluta.Ma vedi ci sono persone ignoranti perchè LO VOGLIONO e persone ignoranti perchè non hanno altra via. Tu hai deciso di restare al basso livello in cui ti trovi per tua leggittima scelta.E se ancora non sei in grado di riuscire a superare un concetto come "posso io giudicare qualcuno e sapere qualcosa di lui da una scritta sul forum?" allora sei proprio un caso disperato. Non vorrei essere al tuo posto.A me, a noi, agli altri, dici di lavorare? Io lavoro 9 ore al giorno, natale e S. Stefano inclusi, lo faccio perchè ho bisogno di soldi. Ma questo non mi impedisce di studiare, leggere ed allargare la mia mente e le mie idee.Cosa che naturalmente tu non puoi neppure concepire, sai solo fare uscire idiozie dalla tua piccola mente che tu ami conservare tale.Problemi tuoi, grazie al Cielo non sono ignorante e limitato come te.
        • Anonimo scrive:
          Re: La democrazia che va in pezzi
          - Scritto da: Anonimo
          Ma dove vivi? Su marte? O fuori dal sistema
          solare? Stai ancora a credere alla
          propaganda dei buoni VS dutroux?

          Dutroux l'esecutore le menti stavano
          altrove, menti che sono rimaste impunite.Beh, certamente lascia l'amaro in bocca.Pero' c'e' anche da dire che Dutroux, in quanto esecutore di quelle efferatezze, non e' certamete difendibile, anzi.Lui e' un criminale, uno dei peggiori, non e' un poveruomo: semmai lui dovrebbe fare nomi e cognomi di chi l'ha spinto a fare tutto questo.Diversamente la vedo dura metter dentro anche i mandanti, Mafia docet!
          • Anonimo scrive:
            Re: La democrazia che va in pezzi
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Ma dove vivi? Su marte? O fuori dal
            sistema

            solare? Stai ancora a credere alla

            propaganda dei buoni VS dutroux?



            Dutroux l'esecutore le menti stavano

            altrove, menti che sono rimaste
            impunite.

            Beh, certamente lascia l'amaro in bocca.

            Pero' c'e' anche da dire che Dutroux, in
            quanto esecutore di quelle efferatezze, non
            e' certamete difendibile, anzi.

            Lui e' un criminale, uno dei peggiori, non
            e' un poveruomo: semmai lui dovrebbe fare
            nomi e cognomi di chi l'ha spinto a fare
            tutto questo.

            Diversamente la vedo dura metter dentro
            anche i mandanti, Mafia docet!Dutroux..dutroux è un maiale fatto uomo. Mi domando quale animale possa riuscire a essere peggiore di un simile essere. Se ci penso mi vengono i brividi, sapendo che questi essere esistevano e sono rimasti impuniti. E' questo il vero orrore.
    • Anonimo scrive:
      Re: La democrazia che va in pezzi
      Ma vi siete bevuti il cervello?Ma che razza di considerazioni fate!Siete completamente OT; qui si parla della situazione inglese e mi tirate in ballo quella italiana coi soliti luoghi comuni della serie ''dove andremo a finire'' ''tanto i veri delinquenti sono tutti a spasso'' ?E basta, no?Poi sicuramente la mania di persecuzione nei confronti di chi commette un reato esponendolo al pubblico ludibrio e' senza dubbio da condannare (e guarda caso stavolta tale modo di fare si rivela in una societa' occidentale democratica ed evoluta!), ma da qui a fare una semi-apologia della pedofilia come ho letto in alcuni post e' francamente eccessivo.Non dimenticatelo che i pedofili negano, spesso per sempre, l'infanzia dei bambini.Credo che se vivreste in prima persona un lutto del genere, parlereste diversamente e non ve ne importerebbe affatto dei diritti dei pedofili o dei presunti tali; urlereste anche voi, afflitti dalla malattia dei luoghi comuni, ''dagli all'untore''!:(
  • Anonimo scrive:
    Mah
    Magari cambierò idea il giorno in cui mi capiterà di venireincolpato ingiustamente di un qualche reato, ma mi riescedifficile credere che le indagini su una materia così scottantevengano prese così sottogamba da produrre falsi positivi.Per quanto riguarda i pedofili giustamente smascherati, beh,conservo la solidarietà per altri soggetti che la meritano perdavvero.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mah
      forse non hai seguito queste annose vicende(anche attraverso punto informatico)ma il fatto che vengano incastrati dei veri pedofili(stupratori)purtroppo è l'eccezione....la regola invece è il balletto dei massmedia e i pm che si fanno grossi in tv....e indagini/accuse che si smontano man mano che si procede con i gradi di giudizio
      ma mi riesce
      difficile credere che le indagini su una
      materia così scottante
      vengano prese così sottogamba da
      produrre falsi positivi.
    • Solvalou scrive:
      Re: Mah
      - Scritto da: Anonimo
      Magari cambierò idea il giorno in cui
      mi capiterà di venire
      incolpato ingiustamente di un qualche reato,
      ma mi riesce
      difficile credere che le indagini su una
      materia così scottante
      vengano prese così sottogamba da
      produrre falsi positivi.Se non ricordo male, era anche in tv, uno si e' fatto svariati anni dentro per traffico di droga per essere stato fermato con una macchina del tutto simile ed una targa del tutto simile a quella di un vero trafficante.Comunque, in inghilterra sbattono gli indagati sulla gogna. Qui c'e' gente che dice che bisognerebbe aspettare la condanna definitiva (la cassazione) prima di considerare qualcuno colpevole. Squilibrati loro, ma eccessivamente buonisti pure noi.
    • Brontoleus scrive:
      Re: Mah
      - Scritto da: Anonimo
      Magari cambierò idea il giorno in cui
      mi capiterà di venire
      incolpato ingiustamente di un qualche reato,
      ma mi riesce
      difficile credere che le indagini su una
      materia così scottante
      vengano prese così sottogamba da
      produrre falsi positivi.Le persone con fantasie pedofile statisticamente sono circa l'1% della popolazione (in gran prevalenza maschi). Ora, contando che:- una parte di essi non utilizza Internet- tra quelli che utilizzano Internet ci sono anche quelli che non utilizzano Internet per scaricare/comprare/vendere/distribuire foto, filmati e quant'altro- la stragrande maggioranza dei pedofili non hanno contatti sessuali con bambiniI numeri che sparano non ti paiono un po' troppo gonfiati? Parlare ogni volta di centinaia se non migliaia di persone non ti fa avere un (legittimissimo) dubbio che almeno una parte di essi (secondo me la maggioranza) con la pedofilia e con la pedopornografia non c'entri un fico secco?Adesso rispondi alla mia domanda: dando per scontato che tu NON abbia fantasie pedofile, cosa faresti sinceramente se vedessi il tuo nome e cognome spiattellato sui giornali accusato di avere a che fare con giri di pedoporno?Sei sicuro al 100% che riusciresti a rimanere lucido?E se sì, su quali basi poni quest'affermazione?Paradossalmente è come un mobbing solo che verrebbe attuato da tutta la popolazione, a cominciare dalle persone a te vicine (fidanzata, genitori, figli, parenti vari) fino al tizio incrociato per caso (e che non conosci) in mezzo alla strada, pistola in pugno, e che lui "I pedofili li ammazzerebbe tutti". Tu ovviamente sei innocente e vittima di un errore giudiziario, ma se anche glielo dicessi lui naturalmente non ti crederebbe.E se non fossi tu quello accusato, forse saresti il primo ad applaudire quello che ti sparava, o addirittura saresti quello che spara.Ah, e se ovviamente avevi un lavoro che ti poneva a contatto con dei bambini (educatore, medico, assistente sociale e quant'altro) inutile dire che perderai sicuramente e quasi subito (a prescindere dal risultato delle indagini) il tuo posto di lavoro.Pensaci.==================================Modificato dall'autore il 27/12/2004 1.07.07
      • Anonimo scrive:
        Re: Mah
        - Scritto da: Brontoleus
        - Scritto da: Anonimo

        Magari cambierò idea il giorno
        in cui

        mi capiterà di venire

        incolpato ingiustamente di un qualche
        reato,

        ma mi riesce

        difficile credere che le indagini su una

        materia così scottante

        vengano prese così sottogamba da

        produrre falsi positivi.
        Le persone con fantasie pedofile
        statisticamente sono circa l'1% della
        popolazione (in gran prevalenza maschi).
        Ora, contando che:
        - una parte di essi non utilizza Internet
        - tra quelli che utilizzano Internet ci sono
        anche quelli che non utilizzano Internet per
        scaricare/comprare/vendere/distribuire foto,
        filmati e quant'altro
        - la stragrande maggioranza dei pedofili non
        hanno contatti sessuali con bambini
        I numeri che sparano non ti paiono un po'
        troppo gonfiati? Parlare ogni volta di
        centinaia se non migliaia di persone non ti
        fa avere un (legittimissimo) dubbio che
        almeno una parte di essi (secondo me la
        maggioranza) con la pedofilia e con la
        pedopornografia non c'entri un fico secco?

        Adesso rispondi alla mia domanda: dando per
        scontato che tu NON abbia fantasie pedofile,
        cosa faresti sinceramente se vedessi il tuo
        nome e cognome spiattellato sui giornali
        accusato di avere a che fare con giri di
        pedoporno?
        Sei sicuro al 100% che riusciresti a
        rimanere lucido?
        E se sì, su quali basi poni
        quest'affermazione?
        Paradossalmente è come un mobbing
        solo che verrebbe attuato da tutta la
        popolazione, a cominciare dalle persone a te
        vicine (fidanzata, genitori, figli, parenti
        vari) fino al tizio incrociato per caso (e
        che non conosci) in mezzo alla strada,
        pistola in pugno, e che lui "I pedofili li
        ammazzerebbe tutti". Tu ovviamente sei
        innocente e vittima di un errore
        giudiziario, ma se anche glielo dicessi lui
        naturalmente non ti crederebbe.
        E se non fossi tu quello accusato, forse
        saresti il primo ad applaudire quello che ti
        sparava, o addirittura saresti quello che
        spara.
        Ah, e se ovviamente avevi un lavoro che ti
        poneva a contatto con dei bambini
        (educatore, medico, assistente sociale e
        quant'altro) inutile dire che perderai
        sicuramente e quasi subito (a prescindere
        dal risultato delle indagini) il tuo posto
        di lavoro.
        Pensaci.

        ==================================
        Modificato dall'autore il 27/12/2004 1.07.07Non si risolvono gli errori giudiziari cancellando i reati .C'è gente che è stata in carcere ingiustamente accusata d'omicidio, dovremmo forse smettere di considerarlo un reato ?
  • Anonimo scrive:
    State certi che costoro...
    non erano proprio innocenti1) non vedo per quale motivo una persona assolutamente innocente possa essere indagata per tali tipo di reati. "Solo perche' il suo PC era pieno di foto di bimbi ignudi?" "Solo perche' frequentava Caio, noto commerciante e importatore di materiale pedo?" "Solo perche' dalla sua carta di credito partono transazioni verso la Russia?" ma per piacere questi non sono innocenti sono tizi che giocano col fuoco e sanno a priori a cosa andrebbero incontro (qualunque cosa facciano)Il fatto che non si possano fermare e' tutt'altra cosa. Considerata una malattia, la pedofilia deve essere curata. Castrazione chimica.2) non vedo per quale motivo una persona indagata assolutamente innocente debba suicidarsi. Forse perche' ha la coda di paglia, forse perche' potrebbe essere costretto a dire alla moglie: "scusa mi ero sbagliato, ho mischiato le foto e i video di nostro figlio con quelle di altri bambini ignudi e stuprati."Come i poveracci di Tangentopoli. Erano innocenti e si impiccavano in cella... mah!3) Non esiste abominio peggiore della pedofilia... Anzi si' esiste, ed e' l'infanticidio. E per chi ha figli e conosce l'innocenza di un bambino, questo e' un postulato.ciaobuon natale e fate un versamento all'Unicef
    • Anonimo scrive:
      Re: State certi che costoro...

      buon natale e fate un versamento all'UnicefMa non scherziamo proprio! Non ho intenzione di pagare le vacanze che io non posso permettermi a questi sedicenti benefattori!
    • Anonimo scrive:
      Re: State certi che costoro...

      3) Non esiste abominio peggiore della
      pedofilia... Anzi si' esiste, ed e'
      l'infanticidio. E per chi ha figli e conosce
      l'innocenza di un bambino, questo e' un
      postulato.Questo è vero, e forse è vero che magari proprio innocenti quelle persone non erano, ma....Cosa diresti se qualcuno accusasse TE di questo abominevole crimine, magari sulla base di una foto trovata nel tuo pc da un hacker 'istituzionale' che ritrae un tuo bambino che fa il bagnetto? Io non dubito che tu sia una persona onesta e rispettosa della dignità e dell'integrità fisica e psicologica dei tuoi figli e di tutti i bambini in genere, ma se il tuo nome finisse in una lista di pedofili, pubblicato su tutti i giornali e magari in tv, cosa succederebbe a te, alla tua famiglia, al tuo lavoro/attività, alla tua vita sociale PRIMA che ti riconoscano innocente?
      • Anonimo scrive:
        Re: State certi che costoro...

        Cosa diresti se qualcuno accusasse TE di
        questo abominevole crimine, magari sulla
        base di una foto trovata nel tuo pc da un
        hacker 'istituzionale' che ritrae un tuo
        bambino che fa il bagnetto?Mi pare scenario decisamente improbabile (impossibile?).Una certa minima fiducia nelle istituzioni mi induce a ritenere che venga indagato chi abbia almeno un comportamento borderline.Ma di certo non mi suiciderei!cordialmente
        • Anonimo scrive:
          Re: State certi che costoro...


          hacker 'istituzionale' che ritrae un tuo

          bambino che fa il bagnetto?

          Mi pare scenario decisamente improbabile
          (impossibile?).bawahahahaha.Scusa se ti rido in faccia.. ma dove hai vissuto sino ad ora?
          Ma di certo non mi suiciderei!non esserne cosi' certo..
          • Anonimo scrive:
            Re: Contro il qualunquismo
            A parte il fatto che i buau e i miau non mi sembrano argomentazioni, o se lo sono non le comprendo.Pur non essendo avvocato, capisco che per essere accusato di qualcosa , serve un comportamento sospetto a cui l'accusa si deve appigliare (che ne so: telefonate sospette, transazioni con carte di credito verso chissachi', connessioni con file sospetti scambiati di frequente...)Nonostante il qualunquismo dilagante, anche su questi forum, (per cui "ma dove hai vissuto finora?" dovrebbe essere interpretato come un invito a farmi furbo...??) sono certo che l'Italia, anche aiutata dai suoi partner europei, sia ancora uno stato di diritto. Cioe' un luogo in cui con i dovuti mezzi, si puo' far valere i propri diritti.Potrebbe accadere a chiunque, anche a me di essere accusato di queste porcate. Ma sapendo di essere assolutamente innocente, nel mio caso almeno (conosco e sono consapevole di cio' che entra e esce dalle mie connessioni informatiche, e dalle mie transazioni con carta di credito), potrei far valere i fatti.Questo a prescindere dall'incubo giudiziario in cui potrei essere coinvolto.Sono in attesa di un esempio di perfetto innocente suicida.cordialmentearzigogolo
        • Anonimo scrive:
          Re: State certi che costoro...
          - Scritto da: Anonimo

          Cosa diresti se qualcuno accusasse TE di

          questo abominevole crimine, magari sulla

          base di una foto trovata nel tuo pc da
          un

          hacker 'istituzionale' che ritrae un tuo

          bambino che fa il bagnetto?

          Mi pare scenario decisamente improbabile
          (impossibile?).
          Una certa minima fiducia nelle istituzioni
          mi induce a ritenere che venga indagato chi
          abbia almeno un comportamento borderline.In Italia? Ma scherzi o sei di parte perchè magari fai il carabiniere? Qui solo per il fatto di avere un pc si rischia la camera a gas, siamo nel paese dei fatti di Genova del 2001, gli errori giudiziari sono all'ordine del giorno. Fai il bagnetto a tuo figlio e se il vicino ti vede e chiama la polizia prima che ti facciano fiatare ti hanno già sfondato a manganellate. Ah, ovviamente senza lasciarti segni, mica vorrai denunciarli no?
          Ma di certo non mi suiciderei!Eh, quando finisci su tutti i giornali e la gente sa di cosa sei sospettato, vai in giro a fare la spesa e ti guardano tutti come se fossi Hitler. Ogni tanto qualcuno ti si avvicina e te lo dice proprio in faccia "Fai schifo, mostro!", e magari sai più innocente di un bambino in fasce, ma loro non lo sanno. A quel punto il pensiero di farla finita ti pervaderà, ed anche se ti scagionano la gente avrà sempre il sospetto che qualcosa effettivamente hai fatto, perchè come hai detto tu questi qui qualcosa devono aver fatto per essere finiti nei casini.Che mondo di merda, io personalmente ho il terrore di uscire di casa, qualcuno una mattina potrebbe svegliarsi e spararmi solo perchè assomiglio a qualche mafioso...
          • Anonimo scrive:
            Re: State certi che costoro...
          • Anonimo scrive:
            Re: State certi che costoro...

            Eh, quando finisci su tutti i giornali e la
            gente sa di cosa sei sospettato, vai in giro
            a fare la spesa e ti guardano tutti come se
            fossi Hitler. Ogni tanto qualcuno ti si
            avvicina e te lo dice proprio in faccia "Fai
            schifo, mostro!", e magari sei più
            innocente di un bambino in fasce, ma loro
            non lo sanno. A quel punto il pensiero di
            farla finita ti pervaderà, ed anche
            se ti scagionano la gente avrà sempre
            il sospetto che qualcosa effettivamente hai
            fatto, perchè come hai detto tu
            questi qui qualcosa devono aver fatto per
            essere finiti nei casini.
            Che mondo di merdaquoto tutto! specialmente l'ultima affermazione.io personalmente, mi suiciderei.
    • Anonimo scrive:
      Re: State certi che costoro...
      - Scritto da: Anonimo
      non erano proprio innocenti

      1) non vedo per quale motivo una persona
      assolutamente innocente possa essere
      indagata per tali tipo di reati. "Solo
      perche' il suo PC era pieno di foto di bimbi
      ignudi?" "Solo perche' frequentava Caio,
      noto commerciante e importatore di materiale
      pedo?" "Solo perche' dalla sua carta di
      credito partono transazioni verso la
      Russia?" ma per piacere questi non sono
      innocenti sono tizi che giocano col fuoco e
      sanno a priori a cosa andrebbero incontro
      (qualunque cosa facciano)
      Il fatto che non si possano fermare e'
      tutt'altra cosa. Considerata una malattia,
      la pedofilia deve essere curata. Castrazione
      chimica.

      2) non vedo per quale motivo una persona
      indagata assolutamente innocente debba
      suicidarsi. Forse perche' ha la coda di
      paglia, forse perche' potrebbe essere
      costretto a dire alla moglie: "scusa mi ero
      sbagliato, ho mischiato le foto e i video di
      nostro figlio con quelle di altri bambini
      ignudi e stuprati."
      Come i poveracci di Tangentopoli. Erano
      innocenti e si impiccavano in cella... mah!...E qualcuno qui sotto vorrebbe che i magistrati li votasse anche questo....
  • Anonimo scrive:
    Re: Non vedo chiaro

    L'unico antidoto a questo circolo vizioso
    sono inquirenti abili, certezza della pena
    dopo le condanne definitive e presunzione
    d'innocenza prima della condanna.Concordo, ma credo che il magistrato vada eletto dal popolo e non imposto dalle cosche tramite i soliti concorsi piu' o meno truccati.E poi che significa aver superato un esame? E' una garanzia di che?Di sanita' mentale? Di indipendenza e imparzialita'? Di maturita'?No, la soluzione e' un maggior potere al Magistrato eletto e meno leggi altrimenti il risultato sara' un 50% di leggi per difenderci dal crimine ed un 50% per difenderci da magistrati di comodo, e la paralisi che stiamo sperimentando e' la logica conseguenza. Occorre dare spazio alla mente umana proprio perche' "umana". Il numero delle leggi e' inversamente proporzionale all'umanita' con cui possono venire applicate. E' una burla aver soppresso la pena di morte e nel contempo promosso l'istigazione al suicidio, peraltro mai sanzionata se perpetrata dai poteri forti. La democrazia, se non applicata in toto e' una truffa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non vedo chiaro
      io penso che prima bisogna occuparsi dei problemi piu' grossi e poi di quelli piu' piccolipenso che le persone morte per strade mal tenute causa tangenti su opere pubbliche piu' le persone morte per scarsa prevenzione causa tangenti su sanita'sopravvanzino di alcune decine di migliaia quelle suicide per errori giudiziaricredero' all'imparzialita' dei garantisti quando posporrano le loro crociate a queste
      • Anonimo scrive:
        Re: Non vedo chiaro
        - Scritto da: Anonimo
        io penso che prima bisogna occuparsi dei
        problemi piu' grossi e poi di quelli piu'
        piccoli
        penso che le persone morte per strade mal
        tenute causa tangenti su opere pubbliche
        piu' le persone morte per scarsa prevenzione
        causa tangenti su sanita'
        sopravvanzino di alcune decine di migliaia
        quelle suicide per errori giudiziari
        credero' all'imparzialita' dei garantisti
        quando posporrano le loro crociate a questeQuello che rende tanto più spaventosi errori e abusi di potere giudiziari è che il cittadino che viene stritolato nelle loro maglie è più indifeso.Si suppone che se per malasanità hai danni o muori, la magistratura farà del suo meglio per fare giustizia e onore al merito, ma quando invece un magistrato sbaglia avere giustizia è un processo lungo e penoso e solo il fatto che la maggior parte dei giudici ha una coscienza, riconosce l'errore e non si fa scudo di difese corporative permette alla giustizia di trionfare.Ma poi la reputazione dei tanti onesti che possono sbagliare, come qualsiasi essere umano, ma lo riconoscono, viene rovinata dai pochi arroganti come nel caso Tortora, Moroni, etc.E Barillà ha avuto fortuna che l'errore era principalmente dei carabinieri o della polizia, non ricordo chi aveva indicato la erroneamente la sua macchina come "scorta" di un trasporto di droga, ma ha avuto un calvario di anni.Quanto alle strade, considerato l'immane salasso imposto agli automobilisti, concordo, è una vergogna.Però qui si parlava di linciaggi mediatici compiuti congiuntamente dai media, la magistratura e la polizia.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non vedo chiaro

          Quello che rende tanto più spaventosi
          errori e abusi di potere giudiziari è
          che il cittadino che viene stritolato nelle
          loro maglie è più indifeso.
          Si suppone che se per malasanità hai
          danni o muori, la magistratura farà
          del suo meglio per fare giustizia e onore al
          merito, ma quando invece un magistrato
          sbaglia avere giustizia è un processo
          lungo e penosono, distrarre fondi e' un illecito amministrativo ma se per esempio causa pochi fondi non si fanno mammografie preventive e alcune donne muoiono per diagnosi tardiva di cancro, non viene collegato: per quanti omicidi colposi e' stato condannato poggiolini ?
          Però qui si parlava di linciaggi
          mediatici compiuti congiuntamente dai media,
          la magistratura e la polizia.linciaggi mediatici la magistratura ? dove vivi ?io vedo imputati eccellenti che linciano la magistratura che non puo' rispondere !!!anche la mamma di cogne ha detto in tv in continuazione peste e corna dei giudici, chi gli ha potuto rispondere ?anche il tempo e' indicativo della buona fede dei garantisti:quando borrelli assolse calabresi per pinelli con una figura giuridica inventata ("malore attivo") quanti erano i garantisti ?ora che ci sono imputati eccellenti tipo la banda B...assotti e sofri tutti a garantire, cosi' del giustizialismo prendiamo il peggio e scartiamo il meglio !
          • Anonimo scrive:
            Re: Non vedo chiaro
            - Scritto da: Anonimo[...]Poggiolini, mi sono sempre chiesto chi avesse dietro per avere tutto quel potere, ma anche chi potrebbe essere così pazzo da sputt..arsi dando potere a Poggiolini, se ha fatto tutto da solo è un genio del male.D'altra parte hanno passato per buona la storiella che Greganti incassasse mazzette solo per la sua bella faccia, senza indagare a fondo chi fosse dietro a lui nel suo partito.

            Però qui si parlava di linciaggi

            mediatici compiuti congiuntamente dai
            media,

            la magistratura e la polizia.

            linciaggi mediatici la magistratura ? dove
            vivi ?Tortora, Andreotti, tanti altri.
            io vedo imputati eccellenti che linciano la
            magistratura che non puo' rispondere !!!Andreotti, per dirne uno, è stato linciato mediaticamente per poi essere assolto, ma si è sempre comportato meglio dell'accusa, limitandosi a demolire sistematicamente falsi testimoni e castello accusatorio.
            anche la mamma di cogne ha detto in tv in
            continuazione peste e corna dei giudici, chi
            gli ha potuto rispondere ?Sulla mamma di Cogne mi asterrei da ogni giudizio finché la vicenda non sarà conclusa definitivamente.

            anche il tempo e' indicativo della buona
            fede dei garantisti:
            quando borrelli assolse calabresi per
            pinelli con una figura giuridica inventata
            ("malore attivo") quanti erano i garantisti
            ?

            ora che ci sono imputati eccellenti tipo la
            banda B...assotti e sofri tutti a garantire,
            cosi' del giustizialismo prendiamo il peggio
            e scartiamo il meglio !
            Garantismo è non condannare su testimonianze tipo quella del teste Omega, somiglia tanto a quelle contro Tortora e Andreotti, anzi, fa ancora più acqua, tant'è vero che sarà processata per calunnia nei confronti del giudice Rosario Priore, che è fortunato perché la poco gentile donzella ha inventato sul suo conto fandonie talmente esagerate e strampalate che si sono smentite quasi da sole, tanto che è stato scagionato completamente e giustamente è passato al contrattacco.Dimenticavo ancora un caso di linciaggio mediatico che invece mi dovrebbe stare a cuore perché ha coinvolto una persona di cui, per il poco che ho avuto a che fare, non posso che parlare bene: le false accuse di Lady Golpe contro il generale Monticone, scagionato completamente, ma messo in croce finché non sono saltate fuori prove inoppugnabili della sua innocenza.Per sua fortuna alla magistratura giudicante le farneticazioni della Di Rosa non sono sembrate verosimili quanto alla magistratura inquirente e hanno disposto tutte le verifiche necessarie.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non vedo chiaro
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo
            [...]
            Poggiolini, mi sono sempre chiesto chi
            avesse dietro per avere tutto quel potere,
            ma anche chi potrebbe essere così
            pazzo da sputt..arsi dando potere a
            Poggiolini, se ha fatto tutto da solo
            è un genio del male.
            D'altra parte hanno passato per buona la
            storiella che Greganti incassasse mazzette
            solo per la sua bella faccia, senza indagare
            a fondo chi fosse dietro a lui nel suo
            partito.sai che il maggior periodo di carcerazione preventiva per mani pulite l'ha avuto un diessino ?ma non voglio entrare in merito a innocenza o colpevolezza, voglio solo dire che a parita' di ruberie e' piu' facile venire sgamati se si ruba con arroganza fidando nell'impunita' anziche' rubare di nascosto, ma questo non e' colpa dei giudici, non puoi dire "mi avete beccato a rubare ma se vi appostate un annetto sai quanti ancora ne prendete, siamo tutti ladri vogliamosebbene lassateme anda' "
            Andreotti, per dirne uno, è stato
            linciato mediaticamente per poi essere
            assolto, ma si è sempre comportato
            meglio dell'accusa, limitandosi a demolire
            sistematicamente falsi testimoni e castello
            accusatorio.linciato mediaticamente ? ma se tutti hanno sempre detto aspettiamo il processo e lui ha sempre detto "e' tutto fumo e i pentiti sono pilotati e i giudici sono troppo zelanti" mentre i pm zitti ! questo perlomeno l'ho letto io sulla stampa normale, se te leggi la stampa del partito leninista allora forse li' l'hanno linciato poi la sentenza parla di rapporti mafiosi accertati e prescritti fino agli anni 80, senza prove per il periodo successivo, aspettiamo l'eventuale ricorso e gli ultimi gradi di giudizio per parlare di innocenza

            anche la mamma di cogne ha detto in tv
            in

            continuazione peste e corna dei
            giudici, chi

            gli ha potuto rispondere ?
            Sulla mamma di Cogne mi asterrei da ogni
            giudizio finché la vicenda non
            sarà conclusa definitivamente.sulla sua innocenza o colpevolezza sono d'accordo con te, sul fatto che tutte le trasmissioni tv le hanno dato spazio per linciare i pm, vincolati invece dalla riservatezza, non mi hai risposto

            anche il tempo e' indicativo della buona

            fede dei garantisti:

            quando borrelli assolse calabresi per

            pinelli con una figura giuridica
            inventata

            ("malore attivo") quanti erano i
            garantisti

            ?



            ora che ci sono imputati eccellenti
            tipo la

            banda B...assotti e sofri tutti a
            garantire,

            cosi' del giustizialismo prendiamo il
            peggio

            e scartiamo il meglio !


            Garantismo è non condannare su
            testimonianze tipo quella del teste Omega,
            somiglia tanto a quelle contro Tortora e
            Andreotti, anzi, fa ancora più acqua,
            tant'è vero che sarà
            processata per calunnia nei confronti del
            giudice Rosario Priore, che è
            fortunato perché la poco gentile
            donzella ha inventato sul suo conto fandonie
            talmente esagerate e strampalate che si sono
            smentite quasi da sole, tanto che è
            stato scagionato completamente e giustamente
            è passato al contrattacco.ma intanti i movimenti sui conti erano veri e dei giudici erano su libro paga di ditte, ma da questi venduti non dobbiamo essere garantiti, solo da quelli che indagano i vip, vero ?rilassati comunque ora con le leggi che si stanno facendo non hanno bisogno della tua difesa
            Dimenticavo ancora un caso di linciaggio
            mediatico che invece mi dovrebbe stare a
            cuore perché ha coinvolto una persona
            di cui, per il poco che ho avuto a che fare,
            non posso che parlare bene: le false accuse
            di Lady Golpe contro il generale Monticone,
            scagionato completamente, ma messo in croce
            finché non sono saltate fuori prove
            inoppugnabili della sua innocenza.
            Per sua fortuna alla magistratura giudicante
            le farneticazioni della Di Rosa non sono
            sembrate verosimili quanto alla magistratura
            inquirente e hanno disposto tutte le
            verifiche necessarie.ma e' cosi' che funziona, la magistratura inquirente accerta se e' il caso di indagare, se l' indagato e' scagionato meglio, ognuno ha fatto il suo lavoro, se non ti fai analisi mediche perche' sono quasi sempre negative, quando hai una malattia non te ne accorgi, dov'e' lo scandalo ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non vedo chiaro

      Concordo, ma credo che il magistrato vada
      eletto dal popolo e non imposto dalle cosche
      tramite i soliti concorsi piu' o meno
      truccati.Eletto dal popolo???? Ma siamo matti?Intanto in questo modo abbiamo Berlusconi come primo ministro...Al di là del fatto che sia lui... ci troviamo difronte ad un'involuzione della democrazia dove più che le idee di uno schieramento si mitizza il singolo(che si porta dietro gli altri(prodi da una parte berlusconi dall'altra)Ma ti rendi conto delle sentenze spettacolari che si avrebbero? solo per farsi pubblicità? Ti rendi conto che la gente verrebbe giudicata solo( o principalmente) come il popolo(nella maggioranza ignorante) desidera... non come la legge ed il buon senso chiedono.Ed a questo punto chi manipola i media, manipolerebbe le stesse leggi....Se i giornali ed i telegiornali ti fanno credere che quel tizio è colpevole, poi quale giudice, eletto dal popolo, si prenderà la briga di dichiararlo innocente alla luce di prove che nessuno si prenderà la briga di conoscere???
      E poi che significa aver superato un esame?
      E' una garanzia di che?
      Di sanita' mentale? Di indipendenza e
      imparzialita'? Di maturita'?Ed essere votati da un popolo che, nella maggioranza, non sa nulla di legge?
      No, la soluzione e' un maggior potere al
      Magistrato eletto e meno leggi altrimenti il
      risultato sara' un 50% di leggi per
      difenderci dal crimine ed un 50% per
      difenderci da magistrati di comodo, e la
      paralisi che stiamo sperimentando e' la
      logica conseguenza.E chi finanzierà una sorta di campagna elettorale del magistrato?(più o meno esplicità)? se non un potente che riceverà in cambio gratitudine dal magistrato?
      Occorre dare spazio alla
      mente umana proprio perche' "umana". Il
      numero delle leggi e' inversamente
      proporzionale all'umanita' con cui possono
      venire applicate.Sacrosanto....
      E' una burla aver
      soppresso la pena di morte e nel contempo
      promosso l'istigazione al suicidio, peraltro
      mai sanzionata se perpetrata dai poteri
      forti.Vero...
      La democrazia, se non applicata in
      toto e' una truffa. La democrazia troppo diffusa diventa troppo instabile....oltre che troppo costosa(pensa dover fare elezioni per tutto...)
      • Anonimo scrive:
        Re: Non vedo chiaro
        - Scritto da: Anonimo
        Ma ti rendi conto delle sentenze
        spettacolari che si avrebbero? solo per
        farsi pubblicità? Ti rendi conto che
        la gente verrebbe giudicata solo( o
        principalmente) come il popolo(nella
        maggioranza ignorante) desidera... non come
        la legge ed il buon senso chiedono.
        Ed a questo punto chi manipola i media,
        manipolerebbe le stesse leggi....
        Se i giornali ed i telegiornali ti fanno
        credere che quel tizio è colpevole,
        poi quale giudice, eletto dal popolo, si
        prenderà la briga di dichiararlo
        innocente alla luce di prove che nessuno si
        prenderà la briga di conoscere???ehm... guarda che la situazione oggi e' proprio questa...
        La democrazia troppo diffusa diventa troppo
        instabile....oltre che troppo costosa(pensa
        dover fare elezioni per tutto...)in svizzera funziona...
        • Anonimo scrive:
          Re: Non vedo chiaro
          [cut]

          La democrazia troppo diffusa diventa
          troppo

          instabile....oltre che troppo
          costosa(pensa

          dover fare elezioni per tutto...)

          in svizzera funziona...Attenzione: svizzero italiano
          • Anonimo scrive:
            Re: Non vedo chiaro

            Attenzione: svizzero italianocorrige: svizzero diverso italianomi ha mangiato il simbolo di diverso (minore-maggiore)
        • Anonimo scrive:
          Re: Non vedo chiaro
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Ma ti rendi conto delle sentenze

          spettacolari che si avrebbero? solo per

          farsi pubblicità? Ti rendi conto
          che

          la gente verrebbe giudicata solo( o

          principalmente) come il popolo(nella

          maggioranza ignorante) desidera... non
          come

          la legge ed il buon senso chiedono.

          Ed a questo punto chi manipola i media,

          manipolerebbe le stesse leggi....

          Se i giornali ed i telegiornali ti fanno

          credere che quel tizio è
          colpevole,

          poi quale giudice, eletto dal popolo, si

          prenderà la briga di dichiararlo

          innocente alla luce di prove che
          nessuno si

          prenderà la briga di conoscere???

          ehm... guarda che la situazione oggi e'
          proprio questa.....e non hanno nulla da guadagnarci...pensa se da quello ne dipendesse la possibilità di continuare a lavorare...

          La democrazia troppo diffusa diventa
          troppo

          instabile....oltre che troppo
          costosa(pensa

          dover fare elezioni per tutto...)

          in svizzera funziona...In svizzera la gente si ferma col semaforo rosso e le macchine si mettono tutte in fila nella corsia giusta....Ma qui siamo in italia e la mentalità è un po' diversa....
      • Anonimo scrive:
        Re: Non vedo chiaro

        Eletto dal popolo???? Ma siamo matti?
        Intanto in questo modo abbiamo BerlusconiLascia perdere la politica, si elegge un amministratore.Nel caso di un Magistrato, a Milano si elegge quello che esercitera' a Venezia e non certo nel suo "collegio"
        Ma ti rendi conto delle sentenze
        spettacolari che si avrebbero? solo per
        farsi pubblicità? Esattamente quanto avviene oggi con l'aggravante che la pubblicita' e' per la corporazione a cui si sacrifica ogni logica.
        la gente verrebbe giudicata solo( o
        principalmente) come il popolo(nella
        maggioranza ignorante) desidera... non come
        la legge ed il buon senso chiedono.Al contrario, il buon senso e la competenza verrebbero esaltati.
        Ed a questo punto chi manipola i media,
        manipolerebbe le stesse leggi....
        Se i giornali ed i telegiornali ti fanno
        credere che quel tizio è colpevole,
        poi quale giudice, eletto dal popolo, si
        prenderà la briga di dichiararlo
        innocente alla luce di prove che nessuno si
        prenderà la briga di conoscere???Nessuno pensa di privare il Magistrato della propria liberta' di giudicare, al contrario questa sarebbe garantita dalla legittimazione.
        Ed essere votati da un popolo che, nella
        maggioranza, non sa nulla di legge? Certamente, la legge non ha nulla a che fare con la giustizia, dovrebbero esserci poche leggi (linee guida) a cui un Magistrato si deve attenere. La sola garanzia e' onesta' e autorevolezza, qualita' che si individuano molto piu' facilmente di quanto si possa pensare.
        E chi finanzierà una sorta di
        campagna elettorale del
        magistrato?(più o meno
        esplicità)? se non un potente che
        riceverà in cambio gratitudine dal
        magistrato?Lo stato ovviamente
        La democrazia troppo diffusa diventa troppo
        instabile....oltre che troppo costosa(pensa
        dover fare elezioni per tutto...)Oggi il voto elettronico e' alla portata di tutti e a costo zero.In quanto all'instabilita' della democrazia non e' detto, la democrazia consiste nella libera elezione di un potere che non deve essere per forza "troppo" democratico, una democrazie che funzioni potrebbe somigliare ad una dittatura a termine. La garanzia democratica consiste proprio nel fatto che il potere e' delegato per un periodo, poi si potrebbero accrescere i poteri del capo dello stato che rimarrebbe il garante principale, e magari eletto pure lui.
  • Anonimo scrive:
    Condannati e non indagati...
    chiunque puo' essere indagato per pedofilia e poi con un "OOPS ci siamo sbagliati" scagionarlo completamente, ma chi si fidera' piu' di questa persona?E' una sorta di diffamazione legalizzata?Questa legge dovrebbe essere applicata ai condannati per questi reati e non agli indagati.Anche se e' vero che in molti casi con gli avvocati giusti e le giuste conoscenze alcuni colpevoli riescono a passarla liscia, ma si sa che la legge e' la piu' imperfetta e lacunosa "scienza" inventata dall'uomo, e magari e' pure un bene che sia cosi' :|E' possibile "ricattare" chiunque minacciando di farlo comparire tra gli indagati di quei reati. Gli inglesi si dimostrano un po impulsivi e disattenti nel fare ed applicare le loro leggi, daltronde quando i romani sono arrivati li quelli non sapevano nemmeno scrivere :p :p
    • Anonimo scrive:
      Re: Condannati e non indagati...
      - Scritto da: Anonimo

      Gli inglesi si dimostrano un po impulsivi e
      disattenti nel fare ed applicare le loro
      leggi, daltronde quando i romani sono
      arrivati li quelli non sapevano nemmeno
      scrivere :p :pInfatti all'epoca dei romani erano normali le relazioni sessuali tra uomini e bambini!!!!che siano stati loro ad esportare questa cultura :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Condannati e non indagati...
        - Scritto da: Anonimo

        Infatti all'epoca dei romani erano normali
        le relazioni sessuali tra uomini e
        bambini!!!!se è per questo era normale anche far mangiare i cristiani dai leoni...
        • Anonimo scrive:
          Re: Condannati e non indagati...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          Infatti all'epoca dei romani erano
          normali

          le relazioni sessuali tra uomini e

          bambini!!!!

          se è per questo era normale anche far
          mangiare i cristiani dai leoni...non ti accorgi che i tempi cambiano?
          • Anonimo scrive:
            Re: Condannati e non indagati...
            - Scritto da: Anonimo


            non ti accorgi che i tempi cambiano?io sì, chi continua a ricordare gli antichi romani NO
          • Anonimo scrive:
            Re: Condannati e non indagati...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            non ti accorgi che i tempi cambiano?

            io sì, chi continua a ricordare gli
            antichi romani NOil passato dovrebbe servire da riferimento per diminuire gli errori... non per rifarli
          • Anonimo scrive:
            Re: Condannati e non indagati...
            - Scritto da: Anonimo


            il passato dovrebbe servire da riferimento
            per diminuire gli errori... non per rifarliguarda che stiamo dicendo la stessa cosaciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Condannati e non indagati...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            il passato dovrebbe servire da
            riferimento

            per diminuire gli errori... non per
            rifarli

            guarda che stiamo dicendo la stessa cosa
            ciao
            non tutti, se rileggi i postciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Condannati e non indagati...
      - Scritto da: Anonimo
      chiunque puo' essere indagato per pedofilia
      e poi con un "OOPS ci siamo sbagliati"
      scagionarlo completamente, ma chi si fidera'
      piu' di questa persona?
      E' una sorta di diffamazione legalizzata?

      Questa legge dovrebbe essere applicata ai
      condannati per questi reati e non agli
      indagati.

      Anche se e' vero che in molti casi con gli
      avvocati giusti e le giuste conoscenze
      alcuni colpevoli riescono a passarla liscia,
      ma si sa che la legge e' la piu' imperfetta
      e lacunosa "scienza" inventata dall'uomo, e
      magari e' pure un bene che sia cosi' :|

      E' possibile "ricattare" chiunque
      minacciando di farlo comparire tra gli
      indagati di quei reati.
      Gli inglesi si dimostrano un po impulsivi e
      disattenti nel fare ed applicare le loro
      leggi, daltronde quando i romani sono
      arrivati li quelli non sapevano nemmeno
      scrivere :p :peccololla' il solito ignorante che non ha capito un piffero e parla...brutta la noia...:/
      • Anonimo scrive:
        Re: Condannati e non indagati...

        disattenti nel fare ed applicare le loro

        arrivati li quelli non sapevano nemmeno

        scrivere :p :p

        eccololla' il solito ignorante che non ha
        capito un piffero e parla...
        brutta la noia...
        :/eccololla' il solito pirla che dice di aver capito tutto e non sa spiegare un piffero perche' non ha capito un piffero.brutta la realta' vero? :D :D
  • Anonimo scrive:
    [OT] Re: Non vedo chiaro
    gli effetti della gogna mediatica che coglie un cittadino comune per un crimine cosi' perverso non sono paragonabili a quelli su un potente per un crimine amministrativo con abbastanza amicizie fuori per riscrivere la verita' a loro favore (e condannare sulla stampa amica non il processo ma i giudici) convincendo troppi gonziper la verita'alcuni dei suicidi di tangentopoli sono sospetti omicidi di testimoni (colpo alla tempia in mezzo a un campo senza pistole in giro, bottiglia di whisky con impronte di altri ma non del "suicida") ecc.altri (tipo cagliari) hanno colto persone gia' in carcere per sentenze analoghe in giudicatoperche' non chiedersi quanti extracomunitari rimpatriati senza concedergli l'asilo politico a cui avevano diritto si sono suicidati o sono stati uccisi dai regimi che li perseguitavano e piangere per gente molta della quale ha sottratto alla collettivita' risorse che potevano salvare la vita a molti di noi (soldi per strade ,sanita' ecc.) ?come diceva flaiano, l'italia e' un paese sempre pronto a correre in soccorso del vincitore
  • Anonimo scrive:
    Re: Non vedo chiaro
    e, aggiungerei, responsabilità civile e penale per quei giudici o pm troppo veloci nel partire alla carica, senza prove sufficienti in mano. Per i suicidi degli innocenti nessuno paga, questo mina le fondamenta della credibilità del sistema giudiziario e fa pensare che l'impunibilità della casta giuridica permetta loro di fare il bello ed il cativo tempo!!!
Chiudi i commenti