Texas, niente anonimi sui forum

Un giudice autorizza l'identificazione di decine di netizen. Coinvolti in una vicenda di violenza e commenti sgradevoli

Se i log esistono ancora e se sono attendibili, la leggerezza di lasciare un commento un po’ troppo esplicito su un forum potrebbe costare molto cara a 178 utenti del sito Topix.com . Sono tutti accusati da una coppia del Texas di aver passato il segno e aver ecceduto negli epiteti rivolti loro: soprattutto alla luce della sentenza di assoluzione per una brutta storia di violenza sessuale conquistata dai due da poche settimane.

A portare alla sbarra i 178 navigatori sono Rhonda e Mark Lesher : entrambi residenti in Texas, lui avvocato e lei proprietaria di un salone di bellezza, erano stati accusati di aver violentato un’altra donna con tanto di testimone pronto a giurare di aver visto tutto. I coniugi, sempre professatisi innocenti, non hanno potuto evitare, tuttavia, che prima della sentenza fiorisse ogni genere di commento nei loro confronti.

Commenti peraltro ingiustificati, vista l’assoluzione ottenuta dai due: che non si sono fatti scoraggiare dalle difficoltà burocratiche e hanno deciso di denunciare a loro volta tutti, o comunque una buona parte, dei propri “assalitori verbali”. Accuse definite “malate, vili e inumane” da Mark, che dunque ha preferito sporgere una denuncia per ottenere dal giudice il permesso di identificare gli autori e le autrici di quei commenti.

Una denuncia che ha portato il giudice a prendere una decisione inusuale visti i precedenti in materia: Topix.com , vale a dire il gestore della board dove sono avvenute le discussioni incriminate (che non è stato chiamato a giudizio), dovrà offrire la sua collaborazione per identificare chi si è macchiato di giudizi troppo rudi e affrettati. Parlare in forma anonima negli USA è una libertà garantita dal Primo Emendamento , ma che in nessun caso può consentire di diffamare un altro individuo.

Il giudice Dana Womack del distretto di Tarrant County ha dunque ingiunto a Topix.com di fornire i dati in suo possesso entro e non oltre il prossimo 6 marzo . Le richieste approvate dal giudice riguardano unicamente i messaggi selezionati in virtù del loro contenuto palesemente diffamatorio, e agli autori verranno chiesti i danni. Il sito, per bocca del suo CEO, ha già fatto sapere di avere intenzione di collaborare.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • alfridus scrive:
    Quando manca la parolina...
    ...a volte si ricorre al primo termine che viene in mente, sollecitando una memoria che si è afflosciata nella pigrizia, e che perciò restituisce un termine approssimato (per una certa assonanza, in questo caso), ma totalmente fuori luogo."Declinare" presenta in verità un folto gruppo di significati e sinonimi, nessuno dei quali adatto a rappresentare il fenomeno in discorso, che può definirsi "declamare", o anche "recitare".Trovo di pessimo gusto giornalistico non correggere questi evidenti insulti alla nostra lingua, che comprende qualcosa come mezzo milione di voci, atte a descrivere qualsiasi cosa in modo appropiato, anche quando non si fa altro che riportare pappagallescamente espressioni coniate da inesperti, o tradotte da altre lingue con semantiche diverse dalla nostra, inavvertitamente sdoganando usi impropri della nostra lingua con il rischio di generalizzarne l'adozione.
  • Tizio e Caio scrive:
    IMPRESSIONANTE!
    Impressionante dove vanno ad attaccarsi!Fra un po' brevettaranno anche l'aria!Spero solo che queste esagerazioni portino un giorno all'abolizione dei copyright su tutto.Gira gira la vite si spana! :@
  • Zozzone scrive:
    Ciechi
    Mi auguro lo diventino presto tutti sti detentori di diritti...
  • Bluedeath scrive:
    raschiare il fondo
    Questi hanno perso ogni forma di senso della realtà.Hanno finito di raschiare il fondo del barile, hanno fatto il buco, e stanno scavando il pavimento.Dovremmo introdurre il reato di "avidità" nel codice penale e fare processare tutti gli avvocati che supportano questa gente.
  • Vincenzo scrive:
    Questa volta è troppo
    Ma..vi rendete conto di cosa ci stanno facendo????"Non hanno il diritto di leggere un libro ad alta voce"?????Ma vi pare normale??Allora anche a scuola su...uccideteci perchè il prof o gli alunni leggono libri ad alta voce. Da sempre, dall'inizio della storia, l'uomo ha letto ad alta voce qualcosa, libri, esperienze, tutto.Qui ci stanno togliendo diritti inalienabili facenti parte della natura stessa dell'uomo. Non saremo piu uomini.Fra poco ci diranno anche(scusate la poca finezza):"Non puoi XXXXXX in campagna se non hai la possibilità di usare un XXXXX pubblico. Questo perchè non hai il diritto di farlo, violerebbe chi ha pagato per mettere i servizi pubblici e di conseguenza gli autori del XXXXX".Ma andatevene a fanXXXX.
    • Ignorante scrive:
      Re: Questa volta è troppo
      Già fatto: a Venezia per una XXXXXXta tre euro in tutti i bagni pubblici... e poi si lamentano che la laguna si alza (a buon intenditor poche parole) ;)
  • qbit believes in technocrac y scrive:
    Non ci preoccupiamo...
    Quando leggo notizie simili si rizzano i capelli pure a me...Però riflettiamo un pochino: i grandi editori combattono una battaglia decennale contro i diritti digitali e a favore dei loro profitti... e finora cosa sono riusciti a ottenere? Forse i nostri diritti sono mai stati, di fatto, intaccati? Non è forse vero che, grazie alla tenacia, all'intelligenza e agli sforzi di chi investe il proprio tempo nella condivisione delle conoscenze, oggi possiamo fare moooolto di più rispetto a 10 anni fa?Non temiamo, siamo troppi. Per ogni cosa che ci fanno, gliene rendiamo 10.
    • Wolf01 scrive:
      Re: Non ci preoccupiamo...
      No, il fatto vero è che la gente se ne frega degli obblighi imposti dall'editore, quando l'editore alza un po' la voce la gente si sente minacciata ed alza la voce anch'essa, fin ora siamo riusciti ad andare avanti, lasciando che gli editori disponessero i loro obblighi e la gente che se ne fregasse bellamente... il problema sarà quando le forze dell'ordine inizieranno a far rispettare questi obblighi.
  • Josafat scrive:
    Manco fosse una novità
    Anche adobe acrobat reader, permette la lettura via sintetizzatore. Però visto che (quasi) nessuno usa farsi leggere un libro in pdf da un pc, nessuno parla. Eppure ci sono più ebook in pdf illegali che non ebook per Amazon. Bah.Ma chi gli insegna a sti signori che l'audio libro viene letto da un umano, capace di interpretare il testo, mentre quanto letto da un sintetizzatore è "piuttosto" brutto? E' come farsi leggere un libro dal TomTom!
  • Massimilian o Andreozzi scrive:
    Ognuno fa il suo lavoro
    C'è chi ci porta nel nuovo millennio e chi continua a tenere il sacco ai latifondisti del copyright...Aspettiamo: il tempo è galantuomo.
  • Ignorante scrive:
    Siamo alla follia più assoluta
    Dove arriveremo… Aspetto con ansia la notizia di quando arresteranno la nipotina che legge il libro al capezzale del letto della nonna malata. Pura follia. Veramente di questo passo non avremo più, se già non lo abbiamo perso, il diritto di usare quel che compriamo come ci pare. E va bene la console per videogiochi non si può modificareE va bene il DVD non si può copiareE va bene la musica non si può scaricareE va bene il libro non si può leggere ad alta voce?E allora viva i pirati! :)
    • Wolf01 scrive:
      Re: Siamo alla follia più assoluta
      Io sostengo da sempre che il primo che mi viene a dire come devo usare una cosa che ho comprato si becca un XXXXXtto nei denti.Giuro che lo faccio.Infatti ogni volta che mi compare l'EULA quando installo un software prendo a calci il pc e, anche se sono costretto ad accettarla per finta, poi non mi interessa minimamente quello che c'è scritto in essa.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Siamo alla follia più assoluta
      - Scritto da: Ignorante
      Dove arriveremo… Aspetto con ansia la
      notizia di quando arresteranno la nipotina che
      legge il libro al capezzale del letto della nonna
      malata. Pura follia.


      Veramente di questo passo non avremo più, se già
      non lo abbiamo perso, il diritto di usare quel
      che compriamo come ci pare.


      E va bene la console per videogiochi non si può
      modificare
      E va bene il DVD non si può copiare
      E va bene la musica non si può scaricare
      E va bene il libro non si può leggere ad alta
      voce?
      E allora viva i pirati! :)Hai capito l'antifona! Basta falsi sensi di colpa, bisogna scaricare con il mulo a manetta, altro che rubare, si tratta di riprendersi parte di quello che ci estorcono ogni giorno!
  • Aname scrive:
    non udentu?
    dunque i non udenti non hanno diritto alla lettura?
    • Aname scrive:
      Re: non udentu?
      ..non vedenti, pardon
    • z f k scrive:
      Re: non udentu?
      - Scritto da: Aname
      dunque i non udenti non hanno diritto alla
      lettura?Quale parte di "audiolibri" non ti e' chiara?Per i non vedenti ci sono quelli. Pagano di piu', perche' c'e' di mezzo altra gente, dall'attore che legge il testo, all'addetto alla registrazione, alla ditta che incide su nasto o cd, a quella che impacchetta il tutto.E, soprattutto, pagano indirettamente i diritti sulla nuova forma di fuizione, che se gli va di XXXX sono pari a quelli di stampa, se no (probabilmente) sono maggiorati. Ah, no, non probabilmente; sicuramente: altrimenti i detentori non alzavano i loro guai'ti di disperazione.CYA
      • Wolf01 scrive:
        Re: non udentu?
        Quale parte di perchè devo comprare un audiolibro quando posso farmelo leggere non ti è chiara? L'audiolibro è un'invenzione vecchia come per le candele.Ci sono le candele elettriche che non scottano e non sXXXXXno perchè c'è un led che fa luce e vanno a batteria.Così facendo si perde quell'atmosfera romantica, non mi sembra che ci sia una guerra in atto per questo.L'audiolibro è letto con delle emozioni, intonazioni particolari, pause etc, bene il text-to-speech è letto tutto d'un fiato da una macchina, perderò una parte di emotività ma almeno posso sapere cosa c'è scritto nel libro.
  • Maser scrive:
    il problema
    ragà... non esageriamosaranno anche odiosi ma non credo che siano stupidi a questo punto (lo spero per loro)questi sono semplicemente terrorizzati che i libri diventimo mp3 seguendo nel bene e nel male le sorti dei brani musicali
    • Genoveffo il terribile scrive:
      Re: il problema
      - Scritto da: Maser
      ragà... non esageriamo
      saranno anche odiosi ma non credo che siano
      stupidi a questo punto (lo spero per
      loro)
      ............Non sono stupidi, sono AVIDI.
    • Skywalker scrive:
      Re: il problema
      - Scritto da: Maser
      ragà... non esageriamo
      saranno anche odiosi ma non credo che siano
      stupidi a questo punto (lo spero per
      loro)

      questi sono semplicemente terrorizzati che i
      libri diventimo mp3 seguendo nel bene e nel male
      le sorti dei brani
      musicaliNo, no. Esageriamo.Io sono semplicemente terrorizzato dai MOSTRI che il MONOPOLIO ASSOLUTO che la versione WIPO del Diritto d'Autore (o più correttamente, di Editore) sta creando.A quando un diverso prezzo delle auto, a seconda che io la usi su strade urbane, in autostrada, in pista o sullo sterrato? Vi assicuro che sono esperienze moooolto diverse!Citando al mitica puntata di Report: Contesto il principio, non più la sua (marcia) applicazione.
    • nome e cognome scrive:
      Re: il problema

      questi sono semplicemente terrorizzati che i
      libri diventimo mp3 seguendo nel bene e nel male
      le sorti dei brani
      musicalie dov'è il problema? si chiamano audiolibri, già esistono, e sono tra l'altro uno dei pezzi forti del kindle, che già dalla versione 1 poteva scaricare e riprodurre audiolibri da audible.com.Ma "questi" come si pongono nei confronti di Microsoft Reader, che supporta il text-to-speech da tempo immemore?
  • beebox scrive:
    mi chiedo se ...
    Mi chiedo se anche lo XXXXXXXXXre in codice morse il testo di un libro sia considerato da questi signori un "diritto derivato" ...Hanno travalicato da un pezzo il senso del ridicolo.
    • Alessandrox scrive:
      Re: mi chiedo se ...
      - Scritto da: beebox
      Mi chiedo se anche lo XXXXXXXXXre in codice morse
      il testo di un libro sia considerato da questi
      signori un "diritto derivato"
      ...

      Hanno travalicato da un pezzo il senso del
      ridicolo.tra l' altro questa si che sarebbe davvero una nuova esperienza di fruizione!
  • Testazza scrive:
    Basta Diritti d'autore
    Basta con sti ca##o di diritti d'autore, ora se fai un peto violi i diritti dei film con Jack Black, se fai le facce vieni denunciato da Jim Carrey, se balli l'Haka paghi 120 Mln di Euro di multa, che palle.
  • gips scrive:
    Cinema 3D
    In futuro, quando la tecnologia degli schermi in grado di riprodure una sorta di cinema 3d saranno in commercio, dovrò forse pagare altri diritti per riprodurlo su tali apparecchi? Oppure avranno aggiunto ai dischi un blocco che no permette di eseguirli da tali dispositivi?Il cinema 3d arricchisce l'esperienza no? quindi lo considereranno "un nuovo tipo di fruizione"vabbè, vado a prendere il caffè....gips
  • Star scrive:
    Aboliamo i diritti d'autore
    ...non abbiamo altro modo per salvarsiQui ormai siamo al paradosso della follia.Ormai il passo è breve... se dovessero vincere nulla impedirà loro di multare per violazione dei diritti una qualsiasi mamma che si mettesse a leggere un libro al proprio bambino in quanto il bambino dovrebbe leggerselo da solo altrimenti si tratta di una "nuova esperienza di fruizione" (rotfl)Questi si sono rinXXXXXXXXti tutti !
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: Aboliamo i diritti d'autore
      - Scritto da: Star
      leggere un libro al proprio bambino in quanto il
      bambino dovrebbe leggerselo da solo altrimenti siMi pare il minimo, le nuove generazioni sono un branco di analfabeti. (troll)
    • Skywalker scrive:
      Re: Aboliamo i diritti d'autore
      Esagerato!E' sufficiente cancellare la sezione "Diritti di sfruttamento economico", con particolare attenzione a sovrascrivere più volte la sottosezione "Opere derivate".
      • Josafat scrive:
        Re: Aboliamo i diritti d'autore
        Concordo, il problema è che si è spezzattato il diritto di autore in una pletora di diritti "derivati". In tal modo, ogni casa vagamente più "creativa" della lettura di un testo deve essere pagato con una gabella a parte.Vedi l'assurdo regolamento che vige in italia che, pur consentendo la fotocopia parziale dei libri, impedisce ad un privato di scandirsi anche una sola pagina di un libro che ha regolamente acquistato, anche per tenersi per sé quella scansione!!Motivo millantato dalle case editrici: "Non abbiano i diritti digitali dell'opera".E basta!
  • z f k scrive:
    Re: Diritto == Profitto
    - Scritto da: aPenguin
    Kindle e i futuri dispositivi simili, magari su
    schermi OLED piegabili (a un prezzo decente)
    saranno quello che e' adesso il P2P
    Il prossimo bersaglio del "piratamento" di massa
    sara' sui
    libri.Piu' che i libri tout-court, i testi scolastici, direi.Con quello che costano, con gli sporchi trucchi di cambiare per ammazzare il mercat(in)o dell'usato, c'e' ampio spazio di manovra.Il fatto che non siano fotocopiati in massa, dipende da almeno due fattori: che a pagare sono i genitori e che si farebbe "brutta figura" con i compagni (e sappiamo che la scuola non forma solo la cultura, ma anche l'ambito sociale e il carattere). Appena si passa all'universita', invece...Posso solo prevedere dispositivi blindati e DR(estriction)M pervasivi.Pero' e' prevedibile pure un tentativo di spr... conversione, per portarli su dispositivi diversi.CYA
    • Josafat scrive:
      Re: Diritto == Profitto
      che poi lo stesso kindle è pieno di drm... per fortuna i grandi degli e-paper reader sono per l'open.
  • Enjoy with Us scrive:
    Quindi per leggere un libro...
    ... ad alta voce magari ad una riunione dovrei pagare dei diritti?Ma questi XXXXXXXXX ancora esistono? Non lo sanno che fine ha fatto Don Chishiotte
    • Wolf01 scrive:
      Re: Quindi per leggere un libro...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      ... ad alta voce magari ad una riunione dovrei
      pagare dei
      diritti?

      Ma questi XXXXXXXXX ancora esistono? Non lo sanno
      che fine ha fatto Don
      ChishiotteE quando leggi un libro a tuo figlio per farlo addormentare? Dovresti essere equiparato a "fiabe sonore trallalà"...PAGA!!!Marrano, come ti permetti! Quando compri un libro puoi usufruirne solo tu e solo in via visiva :DHanno visto che con la musica iniziano a perdere terreno e adesso iniziano con i libri? Ma che vadano a quel paese, con quello che compro continuo a fare quello che voglio, con quello che non compro beh... si sa
    • gips scrive:
      Re: Quindi per leggere un libro...
      No, ad una riunione no, ma se leggi un libro che parla del Titanic mentre sei in crocera, allora si, perchè cambia la tua esperienza di lettura, si arricchisce delle onde del mare, dell'aria salmastra e il rollio della barca. quindi è una cosa nuova non + una lettura semplice ma una lettura arricchita, e dovrai pagare! (oltre che a toccarti le balle COSTANTEMENTE vista la fine del titanic....)
    • Aname scrive:
      Re: Quindi per leggere un libro...
      Ci vorrebbe una legge che condanni coloro che ostentano ai diritti fondamentali dell'uomo. Nessuno può pretendere che la lettura ad alta voce sia una violazione. Se non vogliono che i loro volumi vengano letti, semplicemente non scrivano! Tanto ciò che può scrivere una persona che porta idee simili, a me di certo non interessa.
      • Skywalker scrive:
        Re: Quindi per leggere un libro...
        - Scritto da: Aname
        Se non vogliono che i loro volumi vengano letti,
        semplicemente non scrivano!Esagerato! Basta che non li rendano pubblici.Se li custodiscono in cassaforte, senza mai farli leggere a nessuno, possono essere certi che nessuno li copierà.
      • Undertaker scrive:
        Re: Quindi per leggere un libro...
        - Scritto da: Aname
        se non vogliono che i
        loro volumi vengano letti, semplicemente non
        scrivano! Tanto ciò che può scrivere una persona
        che porta idee simili, a me di certo non
        interessa.Straquoto
  • fra Martino scrive:
    Re: Diritto == Profitto
    perchè il piratamento di massa deve interessare i libri. tanto non li legge più nessuno, tanto per quel che vi scrivono sopra.apprezzo sempre più 'fahrenheit 451'. quello originale però.
  • Nilok scrive:
    Fare beneficienza
    Augh!Cisono molti Enti, Istituzioni, Aziende e privati che fanno beneficienza.Questi signori, ovviamente non fanno parte di nessuna di qeuste categorie:sono semplicemente degli AVVOLTOI legalizzati.Potrebbero fare beneficienza ALMENO verso i NON VEDENTI!!!!.....vergogna.....Ho parlato!Nilokhttp://www.youtube.com/user/Nilok1959
    • Wolf01 scrive:
      Re: Fare beneficienza
      Questa volta sei nel giusto, questa volta ;)
      • Genoveffo il terribile scrive:
        Re: Fare beneficienza
        - Scritto da: Wolf01
        Questa volta sei nel giusto, questa volta ;)Diffida dei greci, quando portano doni ....
      • Uby scrive:
        Re: Fare beneficienza
        - Scritto da: Wolf01
        Questa volta sei nel giusto, questa volta ;)Beh, forse sul fatto che siano "avvoltoi" si.Ma sulla beneficenza, secondo me, NO! La beneficenza non si impone, è qualcosa che si deve fare spontaneamente.
    • quoto scrive:
      Re: Fare beneficienza
      - Scritto da: Nilok
      Ho parlato!
      NilokUn'altra occasione persa per stare zittoChe Xenu abbia pieta della tua anima
  • fra Martino scrive:
    e sarà sempre peggio. prepariamoci
    questo è niente. è solo un assaggio. qui sarà sempre peggio con capziose difese del diritto d'autore (che è sacrosanto anche se va rimodellato), usato in realtà per far fruttare il diritto di editore.vedi anche recente condanna.prepariamoci. al peggio non v'è fine. pantalone paga. e noi siamo pantalone. e poco importa che i pantaloni italioti siano ormai senza pantaloni, per la crisi. ma prima di tutto i diritti dei discografici e degli editori.fin che la barca, va.
    • beebox scrive:
      Re: e sarà sempre peggio. prepariamoci
      - Scritto da: fra Martino
      prepariamoci. al peggio non v'è fine. Si, ma per loro, che non l'hanno ancora capito.
  • Inventore scrive:
    All'idiozia non c'è mai fine
    Uhm, scusate ma allora mi devo porre una domanda: quando un padre racconta una favola al proprio figlio/a, allora commette una violazione?Quando in classe i bambini/ragazzi leggono ad alta voce, rischiano una sanzione?Cosa non farebbero degli str..zi per difendere il loro business, rallentando l'inarrestabile ascesa di tutto quanto possa essere culturalmente innovativo senza minimamente capire le ragioni di persone che hanno bisogno, per diversi motivi, di avvalersi di sistemi di quel tipo!Solo una cosa posso dire: non so nemmeno come insultarli...Questi erano i miei 2 cents
    • Gdso scrive:
      Re: All'idiozia non c'è mai fine
      - Scritto da: Inventore

      quando un padre racconta una favola al proprio
      figlio/a, allora commette una
      violazione?

      Quando in classe i bambini/ragazzi leggono ad
      alta voce, rischiano una
      sanzione?
      Nooo non dargli consigli :| :|:'(
    • panda rossa scrive:
      Re: All'idiozia non c'è mai fine
      - Scritto da: Inventore
      Uhm, scusate ma allora mi devo porre una domanda:
      quando un padre racconta una favola al proprio
      figlio/a, allora commette una
      violazione?Se ha pagato i diritti all'autore, all'editore, al traduttore, a quello che ha disegnato le copertine, a quello che ha fatto le illustrazioni, ai loro figli, ai loro nipoti fino alla settima generazione (salvo ulteriori proroghe), no. E' a posto.Se invece utilizza il libro per pareggiare le gambe del tavolo che balla allora sta violando un brevetto M$.
    • Uby scrive:
      Re: All'idiozia non c'è mai fine
      - Scritto da: Inventore
      Uhm, scusate ma allora mi devo porre una domanda:
      quando un padre racconta una favola al proprio
      figlio/a, allora commette una
      violazione?

      Quando in classe i bambini/ragazzi leggono ad
      alta voce, rischiano una
      sanzione?No, quando compri un libro puoi liberamente *leggerlo* a voce alta. Il problema (secondo gli autori e gli editori) è che un lettore di ebook è considerato alla stregua di un audio-book, ovvero una registrazione. Poichè non puoi vendere registrazioni audio del libro senza autorizzazione non puoi vendere quel tipo di prodotti.Sostanzialmente c'è un "conflitto" tra leggi, perchè sostanzialmente con Kindle non c'è differenza tra registrazioni di libri e libri stessi.
      • anonimo scrive:
        Re: All'idiozia non c'è mai fine
        Ancora più assurdo pretendono che tale restrizione sia applicata anche agli ebook contenenti opere i cui diritti d'autore (termine abusato perchè servirebbe innanzitutto una distinzione tra la paternità di un'opera che dovrebbe essere un diritto analienabile e i diritti derivati di sfruttamento, guarda caso prorogati per tutelare topolino).Il problema è che sono sempre più gli idioti al comando ovunque.
  • senza fondo scrive:
    Non e' possibile
    PARASSITI.TextToSpeech("PARASSITI");OK ?
    • Miao scrive:
      Re: Non e' possibile
      espeak -vit "parassiti"per ubuntu, se non l'avete gia' installato:sudo apt-get install espeak(-vit sta per italiano, la lingua di default e' l'inglese... of course)
  • mauro scrive:
    che schifo i detentori di diritto
    Ma con che coraggio, con che coraggio, ma che faccia da succhiasoldi burocrati falliti devono avere per poter sparare st.ronzate colossali come questa???????????????Allora perchè non far pagare dei diritti diversi sui film sottotitolati per non udenti, è un'esperienza solo visiva e non visivo-auditiva. Quando si tratta di alzare il guadagno fate i puntigliosi, quando dovreste abbassarlo per lo stesso principio sono sicuro che il cavillo lo trovereste.A zappare la terra tutti quanti vi manderei, schifosi.
    • 01234 scrive:
      Re: che schifo i detentori di diritto
      STRAQUOTONE - io volevo scrivere che palle i detentori etc
    • Aname scrive:
      Re: che schifo i detentori di diritto
      Attento che poi ti mettono il diritto d'autore anche sulla zappa, e se poi uno sua il trattore? E no, è una nuova esperienza e non va bene!
Chiudi i commenti