Titano e la vita a base di metano

Il satellite di Saturno potrebbe riservare sorprese, dice la NASA. Non c'è acqua, ma potrebbe esserci altro a sostenere una biologia diversa da quella terrestre. Se non oggi, domani

Roma – I ricercatori NASA sono sicuri: su Titano, una delle 22 lune del pianeta Saturno, esistono chiare ed evidenti tracce dell’esistenza di una qualche forma di vita. Che respira idrogeno, consuma acetilene ed è qualcosa di letteralmente alieno alla biologia terrestre basata su acqua e composti del carbonio.

Oltre a essere lo stage iniziale delle avventure “cinematiche” del platformer francese Flashback , Titano è la seconda maggiore luna del sistema solare e l’unico corpo planetario del Sistema Solare (a parte la Terra) in cui sono stati individuati bacini di elementi allo stato liquido. Sul satellite del maestoso pianeta gassoso (dai caratteristici anelli concentrici) ci sono “laghi” di metano di varie dimensioni, anche di centinaia di chilometri di estensione.

E proprio il metano, speculano due gruppi di scienziati NASA nei loro rispettivi lavori di ricerca, potrebbe rappresentare la base costituente di questa misteriosa forma di vita, nella stessa misura in cui l’acqua compone la stragrande maggioranza del corpo di tutte le creature viventi sulla Terra. Le “evidenti tracce” di una presenza vitale su Titano, dicono i succitati lavori, provengono dalla constatazione del fatto che sul satellite saturniano “mancano” chiaramente composti chimici che invece dovrebbero esserci .

Analizzando i dati spettroscopici raccolti e spediti a terra dalla sonda Cassini (ancora in orbita e funzionante dopo 12 anni), i ricercatori hanno scoperto che l’idrogeno, gas presente in copiose quantità negli strati superiori dell’atmosfera, tende a svanire avvicinandosi alla superficie. Un altro studio ha inoltre rivelato che l’acetilene, gas che l’interazione dell’atmosfera di Titano con i raggi solari dovrebbe produrre, non è al contrario parte della presunta “biosfera” aliena.

L’idrogeno e l’acetilene mancanti sarebbero dunque il fondamentale sostentamento di una forma di vita ancora sconosciuta e certamente aliena secondo tutti i parametri di giudizio terrestri, suggeriscono gli scienziati. Magari primitiva, ancora in potenza, ma sempre di vita si tratta.

E parlando di Titano i ricercatori avvertono: di qui a quattro miliardi di anni il satellite “bagnato” di Saturno avrà condizioni ambientali molto diverse da quelle di adesso, con il Sole che sarà diventato una gigante rossa disintegrando il brullo ammasso roccioso che un tempo era la Terra. Allora l’atmosfera di Titano potrebbe essere l’ideale per una tintarella umana.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Samuele DellAquila scrive:
    Grossa risata
    AHAHAHAHAHAHAHHAHscusatemi, mi è scappata :-D
  • bertuccia scrive:
    digg rulez
    vero? ;)
  • lol scrive:
    +1 rep
    un punto reputazione da parte mia!
  • terminator2 scrive:
    In Italia minimo...
    In Italia minimo una denuncia e l'oscuramento immediato. Invece negli States é ancora lí!
    • fox82i scrive:
      Re: In Italia minimo...
      Senza parlare di appropriazione indebita di un nome importante...
      • DarkOne scrive:
        Re: In Italia minimo...
        - Scritto da: fox82i
        Senza parlare di appropriazione indebita di un
        nome
        importante...Ma che stai farfugliando?
        • armadi & sedie scrive:
          Re: In Italia minimo...

          Ma che stai farfugliando?giorgio armadi, non ti dice niente?
          • Uno di Passaggio scrive:
            Re: In Italia minimo...
            - Scritto da: armadi & sedie

            Ma che stai farfugliando?

            giorgio armadi, non ti dice niente?Armadi no... Armani si ;)
          • ullala scrive:
            Re: In Italia minimo...
            - Scritto da: Uno di Passaggio
            - Scritto da: armadi & sedie


            Ma che stai farfugliando?



            giorgio armadi, non ti dice niente?

            Armadi no... Armani si ;)Contento te! io faccio piuttosto a meno di armani che degli armadi! ;)
      • scorpioprise scrive:
        Re: In Italia minimo...
        No, non è appropriazione indebita, non ha sottratto il possesso eseguendo un defacing o un redirect ad una propria pagina. Quando un dominio è scaduto deve essere rinnovato, altrimenti può essere ri-allocato ad un'altra persona (fisica o giuridica).Se questa persona, poi, la usa per denigrare il vecchio possessore, è altro il problema....
    • Guybrush scrive:
      Re: In Italia minimo...
      - Scritto da: terminator2
      In Italia minimo una denuncia e l'oscuramento
      immediato. Invece negli States é ancora
      lí!In italia non avrebbe potuto proprio registrare il nome.Le regole dei domini IT sono decisamente più restrittive di quelle usa.Il giorno che ROMA.IT non viene più registrato, non può essere preso da nessuno che non sia il il comune di Roma.CiaoGT
      • ... scrive:
        Re: In Italia minimo...
        - Scritto da: Guybrush
        Il giorno che ROMA.IT non viene più registrato,
        non può essere preso da nessuno che non sia il
        comune di Roma.insomma più o meno come quello che è avvenuto ad Armani.it?http://punto-informatico.it/278306/PI/News/armani-domini-non-garantiti-dal-nome.aspxhttp://punto-informatico.it/329608/PI/Commenti/armaniit-giudice-ha-ragione.aspxhttp://punto-informatico.it/1030097/PI/Lettere/armaniit-comunque-finisce-male.aspxhttp://punto-informatico.it/1027928/PI/News/armaniit-pronto-americani.aspxnon la vedo giusta questa cosa, così vengono protetti i più ricchi o privilegiati, se compro un dominio perchè non potrei usarlo se richiama qualcosa di famoso?non conosco le regole dei domini .it se per caso qualcuno può delucidarmi
        • Polemik scrive:
          Re: In Italia minimo...
          Il caso Armani è stato un caso limite, giacché il tizio che possedeva originariamente il dominio è anch'egli Armani di cognome e con una ditta omonima.Se invece un pinco pallino qualsiasi rileva/registra un dominio di un personaggio famoso o di un marchio registrato, allora commette il reato di cybersquatting e, quindi, il dominio gli può essere espropriato in qualunque momento. Perché possono farlo? Ma è ovvio:http://tinyurl.com/yauqges
          • panda rossa scrive:
            Re: In Italia minimo...
            - Scritto da: Polemik
            Il caso Armani è stato un caso limite, giacché il
            tizio che possedeva originariamente il dominio è
            anch'egli Armani di cognome e con una ditta
            omonima.

            Se invece un pinco pallino qualsiasi
            rileva/registra un dominio di un personaggio
            famoso o di un marchio registrato, allora
            commette il reato di cybersquatting e, quindi, il
            dominio gli può essere espropriato in qualunque
            momento. Perché possono farlo? Ma è
            ovvio:

            http://tinyurl.com/yauqgesMiii, abbiamo fatto la stessa citazione!
        • panda rossa scrive:
          Re: In Italia minimo...
          - Scritto da: ...
          non la vedo giusta questa cosa, così vengono
          protetti i più ricchi o privilegiati, se compro
          un dominio perchè non potrei usarlo se richiama
          qualcosa di
          famoso?Perche' sei in Italia!
          non conosco le regole dei domini .it se per caso
          qualcuno può
          delucidarmiLe regole dei domini .it si possono riassumere con la frase che Alberto Sordi ne Il Marchese del Grillo disse quando alla taverna arrestarono tutti tranne lui, perche' era ricco e nobile.
      • Uno di Passaggio scrive:
        Re: In Italia minimo...
        - Scritto da: Guybrush
        - Scritto da: terminator2

        In Italia minimo una denuncia e l'oscuramento

        immediato. Invece negli States é ancora

        lí!

        In italia non avrebbe potuto proprio registrare
        il
        nome.
        Le regole dei domini IT sono decisamente più
        restrittive di quelle
        usa.

        Il giorno che ROMA.IT non viene più registrato,
        non può essere preso da nessuno che non sia il il
        comune di
        Roma.

        Ciao
        GTIn realtà, in teoria, io posso registrare il dominio ROMA.IT se la mia azienda si chiama ROMA o addirittura se io di cognome mi chiamo Roma. Fino ad un po' di tempo fa questa era la regola, non so se le cose son cambiate
        • utente scrive:
          Re: In Italia minimo...
          No, c'è una lista di domini .it (e anche .eu) che i privati non possono registrare. Fra questi ci sono i nomi dei comuni italiani, delle province, delle regioni, delle sigle di provincia e altri nomi geografici
          • Gonzo the Great scrive:
            Re: In Italia minimo...
            Giusto, salvo poi capitare in casi limite è quello di http://www.asl12.piemonte.it/ Adesso il sito è su http://www.aslbi.piemonte.it/ essendo l'ASL12 piemontese quella di Biella.Il dominio asl12.piemonte.it una volta era dell'ASL12 che poi lo ha abbandonato (o lasciato scadere... boh).
          • ephestione scrive:
            Re: In Italia minimo...
            vedi anche otranto.it ..... e questo è solo per dire un nome di città famosa, se invece ti elenco i comuni.it del mio posto, registrati da notissimi squatters...
      • gdl77 scrive:
        Re: In Italia minimo...
        i nomi delle città singolarmente presi non sono riservati.alla pubblica amministrazione sono riservati altri nomi elencati nelle regole per l'assegnazioni di nomi a dominio redatte dal Registro IT.Ad ogni modo per la contestazione occorrono (in estrema sintesi):- identità o confondibilità del marchio;- assenza di titoli da parte del nuovo assegnatario;- registrazione fatta in malafede.
    • James Kirk scrive:
      Re: In Italia minimo...
      Guarda che i dati sulla posizione degli autovelox si trovano tranquillamente e sono aggiornati automaticamente nella maggior parte dei navigatori.
      • krane scrive:
        Re: In Italia minimo...
        - Scritto da: James Kirk
        Guarda che i dati sulla posizione degli autovelox
        si trovano tranquillamente e sono aggiornati
        automaticamente nella maggior parte dei
        navigatori.Anche sul sito web del comune di diverse varie citta'.
Chiudi i commenti