Tor, server sotto attacco

Il network della cipolla è caduto vittima di cracker dal volto sconosciuto. Urge un update del software, mentre gli admin rassicurano: non volevano colpire il network, interessava loro solo la banda

Roma – Tor , il progetto di anonimizzazione delle sessioni di navigazione in rete (e non solo) online sin dal lontano settembre 2002, è stato vittima di un attacco che è riuscito a fare breccia in due dei sette accessi principali ai server ufficiali. L’attacco, risalente ai primi di gennaio, non sembra abbia avuto esiti particolarmente negativi anche se gli sviluppatori consigliano caldamente di aggiornare il software all’ultima versione disponibile.

A riferire dell’attacco è Roger Dingledine, principale responsabile del progetto Tor: la breccia, dice Dingledine, ha riguardato una directory contenente una lista di nodi usati nel network “a cipolla” e un’altra contenente le statistiche di utilizzo del servizio.

“Sembra che gli aggressori non si fossero resi conto del posto in cui erano capitati” dice Dingledine. L’interesse degli ignoti cyber-criminali era rivolto non tanto al network di Tor (che nasconde dietro uno scudo di “nodi” casuali l’indirizzo IP reale dell’utente) quanto piuttosto alla “capacità computazionale e alla banda dei server”. È solo per puro caso, continua l’admin di Tor, che i server bersagliati “servissero anche per alcune funzioni di Tor”.

All’atto pratico l’attacco non sembra abbia avuto conseguenze particolarmente significative: i criminali hanno installato alcune chiavi SSH per lanciare attacchi rivolti verso altri servizi, e i responsabili non hanno individuato alcuna violazione o manipolazione tese a influenzare in qualche modo il buon funzionamento del network a cipolla.

Ma la precauzione non è mai troppa e gli sviluppatori, dopo aver provveduto a chiudere la falla sfruttata per entrare, consigliano caldamente di passare dalla versione 0.2.1.22 del software anonimizzatore alla nuova alpha 0.2.2.7 quanto prima sia possibile.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ruppolo scrive:
    Valeva la pena?
    Valeva la pena rovinarsi l'esistenza per 24 brani di musicali?Questa è la domanda che si dovrebbero porre tutti quelli che scaricano da Internet. Scaricate roba talmente preziosa che vale la pena rischiare così tanto?Ma almeno rubate una banca, che se la fate franca intascate un mucchio di soldi!!Non è un incitare a violare la legge, ma un paragone per riflettere: 24 brani sono 24 dollari scarsi e non sono beni di prima necessità, si può fare a meno!Detto questo concordo con tutti che le major sono dei LADRI.
    • angros scrive:
      Re: Valeva la pena?
      - Scritto da: ruppolo
      Valeva la pena rovinarsi l'esistenza per 24 brani
      di
      musicali?

      Questa è la domanda che si dovrebbero porre tutti
      quelli che scaricano da Internet. Scaricate roba
      talmente preziosa che vale la pena rischiare così
      tanto?Infatti: meglio prenderla da youtube, così anche se ci sono contestazioni, le fanno a youtube e non agli utenti che hanno scaricato.
      Non è un incitare a violare la legge, ma un
      paragone per riflettere: 24 brani sono 24 dollari
      scarsi e non sono beni di prima necessità, si può
      fare a
      meno!O ottenere gratis in modi più legali (youtube, rapidshare...)

      Detto questo concordo con tutti che le major sono
      dei
      LADRI.Quoto.
  • Riketto scrive:
    Pena non corretta
    la pena di morte ci vorrebbe per persone come lei (e per 7 volte 7 tuttii parenti suoi)!!!!!!!!!Ogni brano via 4 dita, poi via una gamba, un braccio, etc.. finche' non possono fare altro che staccarti la testa...Cosi' finalmente avranno il loro bel effetto deterrente che tanto vogliono.(speriamo che il legislatore non legga questo mio post, senno' veramente prendono questa pazzia per buona :) )
    • Valeren scrive:
      Re: Pena non corretta
      Se mi tagliassero le orecchie non potrei più Britney e le altre schifezze che sparano in giro.Potrei guadagnarci :)(No, meglio non dare altre idee a questi dementi)
  • ullala scrive:
    sentenza perfida
    La sentenza è in realtà peggiorativa.Mi spiego meglio: All'atto pratico se qualcuno mi condannasse al pagamento di un miliardo di dollari e fossi una casalinga potrei schiantarmi dalle risate!Nessuno al mondo avrebbe la possibilità pratica di riuscire a farseli dare.Ma 50-60 mila è una cosa diversa!E magari sono la rovina della poveretta!Il giudice deve essere un perfido, con molto pelo sullo stomaco!
    • Rainheart scrive:
      Re: sentenza perfida
      Sono una rovina in entrambi i casi, perchè, credi che se ti sentenziassero un miliardo di dollari di multa ti potresti limitare a ridergli in faccia? C'è una cosa che si chiama pignoramento dei beni e la fanno quando non si cacciano i soldi.
      • ullala scrive:
        Re: sentenza perfida
        - Scritto da: Rainheart
        Sono una rovina in entrambi i casi, perchè, credi
        che se ti sentenziassero un miliardo di dollari
        di multa ti potresti limitare a ridergli in
        faccia? C'è una cosa che si chiama pignoramento
        dei beni e la fanno quando non si cacciano i
        soldi.Certo era gia' calcolato nel discorso.Di quali lussuosissimi e pregiatissimi beni (tieni presente che in USA la lista dei beni non sequestrabili) e' piu' consistente che da noi) la casalinga e' mai dotata?
        • markit scrive:
          Re: sentenza perfida
          In USA la giustizia (o, in questo caso, semplicemente "la legge") credo funzioni molto meglio che da noi.Non solo ti pignorano quello che attualmente hai, ma temo si prendano anche una parte di quello che guadagnerai fino all'estinzione del debito.Quanto le ci vorrà per estinguere 2 milioni di dollari di debito?Se fossimo un mondo di leoni anziché di pecore, basterebbe smettere di comprare cd e dvd fino a quando questi signori non verranno a più miti consigli, ma invece si continua e si spera che eventuali infrazioni vengano contestate a qualcun altro.Se non altro a breve, visto il trend, il copyright durerà un millennio dalla morte dell'autore (ovviamente avrà ceduto tutti alla casa editrice / società musicale) e per le infrazioni anche minime vi sarà la condanna a morte.Poi con i brevetti, ogm, privatizzazione dell'acqua ci faranno pagare anche per il "privilegio" di esistere e nutrirci, obbligandoci a mangiare le loro schifezze per poi ammalarci e usare i loro farmaci, ed il gioco sarà fatto.Che tristezza
          • Anticopyrig ht scrive:
            Re: sentenza perfida

            fino a quando questi signori non verranno a più miti
            consigli,Miti consigli?Questa gente si merita unicamente di finire in miseria, vivere per strada e al freddo, dormire su luridi cartoni e mangiare cibo avariato che trovano tra immondizie.
          • ullala scrive:
            Re: sentenza perfida
            - Scritto da: Anticopyrig ht

            fino a quando questi signori non verranno a più
            miti

            consigli,

            Miti consigli?

            Questa gente si merita unicamente di finire in
            miseria, vivere per strada e al freddo, dormire
            su luridi cartoni e mangiare cibo avariato che
            trovano tra
            immondizie.Bhe io mi accontento che gli tocchi di LAVORARE per guadagnare invece che guadagnare per 70 anni senza fare un cifulo, che piova nevichi o tiri vento a nostre spese e con aiuti di stato (cioè sempre soldi nostri).
          • fiertel91 scrive:
            Re: sentenza perfida
            - Scritto da: markit
            In USA la giustizia (o, in questo caso,
            semplicemente "la legge") credo funzioni molto
            meglio che da
            noi.
            Non solo ti pignorano quello che attualmente hai,
            ma temo si prendano anche una parte di quello che
            guadagnerai fino all'estinzione del
            debito.
            Quanto le ci vorrà per estinguere 2 milioni di
            dollari di
            debito?
            Se fossimo un mondo di leoni anziché di pecore,
            basterebbe smettere di comprare cd e dvd fino a
            quando questi signori non verranno a più miti
            consigli, ma invece si continua e si spera che
            eventuali infrazioni vengano contestate a qualcun
            altro.
            Se non altro a breve, visto il trend, il
            copyright durerà un millennio dalla morte
            dell'autore (ovviamente avrà ceduto tutti alla
            casa editrice / società musicale) e per le
            infrazioni anche minime vi sarà la condanna a
            morte.
            Poi con i brevetti, ogm, privatizzazione
            dell'acqua ci faranno pagare anche per il
            "privilegio" di esistere e nutrirci, obbligandoci
            a mangiare le loro schifezze per poi ammalarci e
            usare i loro farmaci, ed il gioco sarà
            fatto.
            Che tristezzaAnche in Italia, se non sbaglio, esiste una sorta di ergastolo economico, che prevede il prelievo quasi integrale di denaro dalla busta paga fino all'estinzione del debito. Viene applicato in caso di incidente stradale non coperto dall'assicurazione e di grave entità.
          • Gianni scrive:
            Re: sentenza perfida
            - Scritto da: fiertel91
            Anche in Italia, se non sbaglio, esiste una sorta
            di ergastolo economico, che prevede il prelievo
            quasi integrale di denaro dalla busta paga fino
            all'estinzione del debito. Viene applicato in
            caso di incidente stradale non coperto
            dall'assicurazione e di grave
            entità.Il che, considerando i premi assicurativi di oggi, e' praticamente la stessa cosa :P
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: sentenza perfida
            - Scritto da: fiertel91
            - Scritto da: markit

            In USA la giustizia (o, in questo caso,

            semplicemente "la legge") credo funzioni molto

            meglio che da

            noi.

            Non solo ti pignorano quello che attualmente
            hai,

            ma temo si prendano anche una parte di quello
            che

            guadagnerai fino all'estinzione del

            debito.

            Quanto le ci vorrà per estinguere 2 milioni di

            dollari di

            debito?

            Se fossimo un mondo di leoni anziché di pecore,

            basterebbe smettere di comprare cd e dvd fino a

            quando questi signori non verranno a più miti

            consigli, ma invece si continua e si spera che

            eventuali infrazioni vengano contestate a
            qualcun

            altro.

            Se non altro a breve, visto il trend, il

            copyright durerà un millennio dalla morte

            dell'autore (ovviamente avrà ceduto tutti alla

            casa editrice / società musicale) e per le

            infrazioni anche minime vi sarà la condanna a

            morte.

            Poi con i brevetti, ogm, privatizzazione

            dell'acqua ci faranno pagare anche per il

            "privilegio" di esistere e nutrirci,
            obbligandoci

            a mangiare le loro schifezze per poi ammalarci e

            usare i loro farmaci, ed il gioco sarà

            fatto.

            Che tristezza

            Anche in Italia, se non sbaglio, esiste una sorta
            di ergastolo economico, che prevede il prelievo
            quasi integrale di denaro dalla busta paga fino
            all'estinzione del debito. Viene applicato in
            caso di incidente stradale non coperto
            dall'assicurazione e di grave
            entità.Non ti possono decurtare lo sitpendio di + di un quinto.Ora considerando quanto sono già bassi gli stipendi oggi, vedersi togliere il 20% è già un bel danno, ma non è come "il prelievo quasi integrale".
          • AranBanjo scrive:
            Re: sentenza perfida
            Pensavo stessi parlando dell'INPS :P
          • eclettico scrive:
            Re: sentenza perfida
            Negli USA esiste l'istituto del fallimento personale.Certo è poco dignitoso, perderà molti dei suoi beni personali e per un certo periodo di tempo l'acXXXXX al credito sarà molto difficile ma non sarà condannata a pagare finché campa.I suoi legali punteranno a sforbiciare ancora l'importo del rimborso per evitarle anche questa rogna.
          • ruppolo scrive:
            Re: sentenza perfida
            - Scritto da: eclettico
            Negli USA esiste l'istituto del fallimento
            personale.Anche in Svizzera.
        • Rainheart scrive:
          Re: sentenza perfida
          Il discorso non cambia, ti sequestrano tutto quello possono in entrambi i casi, non è che se non arrivi a coprire l'intera somma coi sequestri ma solo una parte te li lasciano. Poi bisogna vedere cosa sono impossibilitati a sequestrarti ma anche qui il fatto si applica in maniera uguale a tutti e due i casi.
    • DarkOne scrive:
      Re: sentenza perfida
      - Scritto da: ullala
      La sentenza è in realtà peggiorativa.
      Mi spiego meglio:
      All'atto pratico se qualcuno mi condannasse al
      pagamento di un miliardo di dollari e fossi una
      casalinga potrei schiantarmi dalle
      risate!
      Nessuno al mondo avrebbe la possibilità pratica
      di riuscire a farseli
      dare.
      Ma 50-60 mila è una cosa diversa!
      E magari sono la rovina della poveretta!
      Il giudice deve essere un perfido, con molto pelo
      sullo
      stomaco!Certo che far pagare 2000 dollari per una sola canzone ha veramente del ridicolo...Senza contare chissà quanti soldi dovrà pagare per gli avvocati. Accanirsi così contro un singolo cittadino è davvero deplorevole, non capiscono che ottengono soltanto di essere odiati in questo modo...
      • Valeren scrive:
        Re: sentenza perfida
        Fino a quando continueranno a vendere, continueranno a martoriare.Purtroppo non puoi convincere mandrie di adolecenti (e non) a boicottare.Non ci arrivano.
        • angros scrive:
          Re: sentenza perfida
          - Scritto da: Valeren
          Fino a quando continueranno a vendere,
          continueranno a
          martoriare.Dunque dobbiamo fare in modo che non vendano (e non possono vendere a chi ha già scaricato una copia, giusto?)
          Purtroppo non puoi convincere mandrie di
          adolecenti (e non) a
          boicottare.
          Non ci arrivano.Ci stanno arrivando, a capire che è meglio scaricare piuttosto che comprare; se chi scarica non compra, le vendite crollano.
          • ruppolo scrive:
            Re: sentenza perfida
            - Scritto da: angros
            Ci stanno arrivando, a capire che è meglio
            scaricare piuttosto che comprare; se chi scarica
            non compra, le vendite
            crollano.E alle conseguenze non ci pensi? Parlo delle conseguenze di un crollo delle vendite.
          • angros scrive:
            Re: sentenza perfida

            E alle conseguenze non ci pensi? Parlo delle
            conseguenze di un crollo delle
            vendite. MAGARI! Sarebbe la volta che le major falliscono e scompaiono, loro e i loro servi. A quel punto, senza le loro pressioni, è la volta che una istituzione anacronistica come il diritto d'autore scompare o viene ridimensionata.
  • Copyleft scrive:
    Sconto del 200%
    L'unico sconto accettabile è del 200%, in modo che siano le major a dover risarcire con 1,92 milioni di dollari una cittadina ingiustamente tartassato per anni per 24 misere canzoni!
Chiudi i commenti